Sei sulla pagina 1di 8

Quando il Sole e la Luna si

incontrarono per la prima volta si


innamorarono perdutamente, e da
quel momento cominciarono a
vivere un grande amore...

Allora il mondo
non esisteva
ancora, e il giorno
in cui Dio decise E decise anche che il Sole
di crearlo, gli avrebbe illuminato il giorno,
donò il tocco e la Luna la notte,
finale... La obbligandoli senza volerlo a
bellezza! vivere separati.
I due si intristirono molto quando capirono che
non si sarebbero mai più incontrati.
La Luna diventava sempre più amareggiata malgrado la brillantezza
che Dio le aveva donato, lei soffriva di solitudine...
Il Sole, a sua volta, aveva guadagnato un titolo di nobiltà:
“Re degli Astri”.
Ma anche questo non lo rendeva felice...
Dio li chiamò e disse loro: «non avete nessun motivo per essere tristi,
dopotutto avete una brillantezza che vi distingue uno dall’altra.

Tu, Luna, illuminerai le notti fredde


e calde, incanterai gli innamorati, e
sarai molte volte motivo di poesia.

Quanto a te, Sole, sostenterai


questo titolo perché sei il più
importante degli astri: illuminerai
la terra durante il giorno,fornirai
calore agli esseri umani, e la tua
semplice presenza renderà le
persone più felici».
La Luna si intristì molto con il suo terribile destino, e
trascorreva i giorni piangendo.
Il Sole soffriva per la tristezza della Luna, ma non poteva
lasciarsi andare, perché doveva darle la forza di accettare
il destino che aveva deciso Dio.

La sua preoccupazione era tanto grande che pensò di


chiedere un favore a Dio:
«Signore, aiuta la Luna, per favore: lei è più fragile di me,
non sopporterà la solitudine...».
E Dio, con la sua bontà, creò le stelle per tenere
compagnia alla Luna.
Quando la Luna è molto triste ricorre all’aiuto delle stelle,
che fanno di tutto per consolarla, ma quasi sempre non ci
riescono.
Tutt’oggi loro vivono così... Separati.
Il Sole finge di essere felice, e la Luna non riesce a
nascondere di essere triste.
Il Sole è ancora caldo di passione per la Luna, e lei vive
ancora nell’oscurità della solitudine.
Il desiderio di Dio era che la luna fosse sempre piena e
luminosa, ma lei non riusciva ad esaudirlo...
Perchè è una donna, e nella sua vita
una donna ha delle fasi.
Quando è felice riesce ad essere piena e luminosa, ma
quando è infelice è calante, e quando è calante non è
neanche possibile vedere la sua brillantezza.
Luna e Sole seguono il loro
destino: lui solitario, però
forte; lei in compagnia delle
stelle, però debole.
Gli uomini cercano in tutti i
momenti di conquistarla, come
se questo fosse possibile.
Ogni tanto alcuni di loro la
raggiungono, ma ritornano
sempre soli: nessuno di loro è
mai riuscito a portarla fino
alla terra, nessuno di loro l’ha
veramente conquistata, anche
se pensa di averlo fatto.
Succede che Dio ha deciso che
nessun amore in questo mondo
sarebbe stato del tutto
impossibile, neanche della Luna
e del Sole, ed è stato allora
che Lui ha creato l’eclisse.
Oggi Sole e Luna vivono nell’attesa di
questo istante, unico momento raro che
è stato concesso loro.
Quando guarderemo il cielo e vedremo il
Sole nascosto dalla Luna, è perché
sdraiandosi su di lei incominciano ad
amarsi, ed è all’atto di questo gesto
d’amore che si è dato il nome di eclisse.
Importante ricordare che la brillantezza
della loro estasi è così grande che si
consiglia di non guardare in cielo in quel
momento, gli occhi possono essere
accecati... nel vedere tanto amore.
Noi esseri umani sappiamo dell’esistenza
del Sole e della Luna e anche
dell’eclisse...
Però questo è l’unico particolare della
storia che conoscevamo già...
Vero???