Sei sulla pagina 1di 2

Analisi di un sistema dinamico ad un parametro con biforcazione da cappio omoclino ad orbita periodica stabile

Michele Berra 14 June 2010


Sommario In questo breve articolo viene presentata lanalisi del seguente sistema dinamico: SD := seguendo questo schema: 1. Individuazione dei punti critici e classicazione 2. Isocline 3. Discussione dei valori di biforcazione 4. Ritratti di fase x = x + 2y + x2 y = (2 ) x + ((3/2) x 1) y 3 x2 .

Per quanto riguarda i punti 1),2) e 4) si rimanda ai le allegati in linguaggio MAPLE.

Valori di Biforcazione

Prima di iniziare la trattazione riguardante il SD preso in esame occorre rivedere alcune nozioni importanti. Poniamo la dimensione n = 2, dunque considereremo un sistema planare (R, Rn , t ), denito da x = f (x) SD := x = (x1 , x2 )T . t un operatore di evoluzione, per maggiore chiarezza si consulti [2]. Denizione 1. Sia x un punto di sella, allora esistono due variet Ws W := {x : limt+ t (x) = x }Variet stabile := {x : limt t (x) = x }Variet instabile

Supponiamo che tale sistema abbia unorbita omoclina in x0 ovvero tale che x , limt t (x) = x0 . Introduciamo una sezione mono-dimensionale locale di W s in un intorno del punto a sella. Su tale sezione introduciamo un sistema di coordinate tale per cui lintersezione di e W s corrisponda a = 0. Denizione 2 (Split Function). Lo scalare := il valore delle coordinate nellintersezione W detto Split Function Teorema di Andronov- Leontovich 1. Consideriamo un sistema bidimensionale x = f (x, ), x R2 , R,

f liscia, avente nellorigine un punto critico x0 di sella, con autovalori 1 (x0 ) < 0 < 2 (x0 ) ed un orbita omoclina 0 . Assumiamo che: 1. 0 = 1 (x0 ) + 2 (x0 ) = 0 1

Figura 1: Cartesian Leaf

2. (0) = 0, () split function. Allora per ogni || opportunamente piccolo esiste un intorno U0 di 0 x0 in cui un unico ciclo limite biforca da 0 . Tale ciclo esiste ed stabile per > 0 e 0 < 0 mentre instabile se < 0 e 0 > 0. Riferendoci al worksheet Punti critici osserviamo che il sistema SD ha nellorigine un punto a sella di autovalori 1 = 1, 2 = 3, dunque 0 = 2 < 0. Osservando il Worksheet Ritratto di Fase, per = 0 presente unorbita omoclina. necessario per dimostrare questo fatto. Ricorrendo ad argomentazioni riconducibili alla teoria delle curve algebriche, possibile provare che la Foglia Cartesiana, ovvero la curva di equazione: H(x, y) := x2 (1 x) y 2 = 0 unorbita del sistema per = 0. Come si vede chiaramente dalla gura 1, se H(x, y) fosse unorbita del sistema, allora SD avrebbe un orbita omoclina. La coppia (x, y) rappresenta il vettore tangente ad unorbita data, dunque, poich assegnate determinate condizioni iniziali lorbita unica, se si prova che H(x, y), (x, y) |H=0 = 0 per ogni punto non di equilibrio, allora (x, y) tangente ad H e la foglia cartesiana unorbita. Si ha che: (x, y) := (x + 2y + x2 , 2x + ((3/2)x 1) y 3x2 ), H(x, y), (x, y) H(x, y) := (2x 3x2 , 2y)

= (x + 2y + x2 , 2x + ((3/2)x 1) y 3x2 ), (2x 3x2 , 2y) = 2x2 + 4xy + 2x3 + 3x3 6x2 y 3x4 4xy + 2y 2 + 6x2 y 3xy 2 = 2 x2 (1 x) y 2 + 3x x2 (1 x) y 2 .

Allora, banalmente H(x, y), (x, y) |H=0 = 0. Si provato in modo algebrico che il sistema ammette unorbita omoclina. Si prova anche che la condizione di trasversalit = 0 valida per = 0. Dunque il teorema di Andronov Leontovich applicabile e unorbita periodica biforca dal cappio omoclino per piccole variazioni positive di .

Riferimenti bibliograci
[1] H Hale, J. & Kocak. Dynamics and Bifurcations. Springer-Verlag, 1991. [2] Yuri A. Kuznetsov. Elements of Applied Bifurcation Theory. Springer, 1998. [3] B. Sandstede. Constructing dynamical system having homoclinic bifurcations point of codimension two. J. Dinamics Dierential Equations, 1997.