Sei sulla pagina 1di 3

Agostino

Personaggi:

 Agostino: tredicenne borghese, orfano del padre, che vive con la madre quasi in simbiosi,
tenuto lontano dalla realtà e considerato ancora come un bambino. Dopo la scoperta della
sessualità si sente confuso e disorientato.
 La madre: vedova che si concede ad un uomo più giovane di lei e risulta attraente anche
agli occhi del figlio, oltre che a quelli degli altri ragazzi della zona.
 Renzo: giovane amante della madre, che le fa compagnia nelle gite in pattino.
 Berto, Homs, Il Tortina e gli altri ragazzi della banda: di bassa estrazione sociale, che
vivono di espedienti in piena libertà. Sono loro ad accompagnare Agostino alla scoperta della
sessualità e del mondo degli adulti.
 Saro: bagnino omosessuale del bagno Vespucci, ha circa 40 anni, proprietario di una
barchetta, che “accudisce” i giovani sbandati, appoggiando le loro ruberie e tenendo con loro
rapporti ambigui. Agostino, descrivendolo, ha impressioni ripugnanti: naso rosso e 6 dita su
entrambe le mani.

Riassunto

Il giovane tredicenne di estrazione borghese trascorre con la madre un periodo di vacanza estiva al
mare. Egli vive in una dimensione ancora fanciullesca, protetto dalla madre e privo di una reale
conoscenza del mondo. I suoi equilibri si rompono quando Renzo si frappone a loro, rubando le
attenzione fin'ora solo a lui dedicate. Le consuete uscite in pattino ora non sono più riservate
solamente a madre e figlio, ma è Renzo ad accompagnare la madre. Dopo una litigata in cui
Agostino prende in giro la madre che attende fiduciosa l'arrivo del pattino con Renzo, Agostino si
allontana dal suo bagno e in una cabina fa la conoscenza di Berto, uno dei ragazzi che stavano
giocando a guardie e ladri e si unisce a loro in cambio di un pacchetto di sigarette rubate dalla
borsa della madre. I ragazzi provengono dalla classe sociale più bassa e riempiono le loro giornate
di piccoli espedienti, guidati dal Saro, uomo spaventoso anche nell'aspetto poiché possiede sei
dita. Quest'ultimo, durante un attraversamento in barca, tenta un approccio pedofilo con
Agostino, il quale si allontana intimorito e nega che sia accaduto qualcosa agli altri, che però non
gli credono e lo rendono oggetto di derisione. È con questi giovani che Agostino apprende il
significato del denaro e del sesso. Si fa convincere dal Tortima a sottrarre alla madre soldi e a
rompere il salvadanaio con i risparmi della sua fanciullezza per pagare un rapporto sessuale in una
casa di prostituzione. Viene però raggirato dal compagno e all'ingresso gli viene impedito di
entrare perché troppo piccolo. Riesce solamente a vedere da una finestra l'immagine di una
prostituta. Resta quindi derubato dei soldi, tradito e umiliato. Ritorna dalla madre e prima di
dormire le chiede di essere trattato come un adulto e di poter partire il giorno seguente.
1) Il Saro riesce nell’intento di fare la gita da solo con agostino: cosa succede?
Il saro si avvicina ad agostino e lo mette a suo agio facendogli domande sulla sua scuola, dice la
scuola che frequenta e gli chiede di recitare una poesia (una delle poesie più pesanti e diverse
dalla situazione in quel momento: poesia di Carducci, “Alle fonti del … (?) “), agostino si limita a
recitare la poesia, e dopo averla finita lui inizia a dirne un'altra ancora più lunga così da non
parlare con il Saro. Il saro si avvicina, lo tocca sul braccio e cerca di stabilire un legame.Alll’arrivo i
ragazzi iniziano ad insinuare che fra agostino e il saro sia successo qualcosa. Agostino avverte un
senso di esclusione sia da parte dei ragazzini che di saro che sta al gioco. Tutti danno per scontato
che agostino sia omosessuale e corrotto moralmente. Agostino sente che c’è una differenza di
classe fra lui e gli altri.

2) La mamma di agostino: c’è un particolare uso della focalizzazione interna.


Fra lei e agostino c’è un rapporto simbiotico. Vista all’inizio come una dea, poi in modo diverso
dopo aver incontrato i ragazzi del bagno vespucci.
Agostino entra in crisi quando arriva Renzo. All’inizio si sente escluso e poi assume consapevolezza
e scopre la sessualità della madre, scopre che la madre è una “donna” (per lui “donna” è un
insulto”.

3) Agostino vuole andare al bordello. Rompe il suo salvadanaio dei risparmi e inoltre chiede i
soldi alla madre, dicendo di dover comprare un libro e di non voler usare i suoi risparmi.
Quando va a casa per prendere i soldi trova la mamma con Renzo.
Agostino va al bordello con Tortima: tortima prima di arrivare gli chiede i soldi perché sa che
non faranno entrare Agostino. Agostino vuole pagare per entrambi ma quando lo
respingeranno all’ingresso, Totima entrerà da solo con tutti i soldi.
Agostino non riesce a combinare niente e viene anzi ribadita l’immagine di sua madre come
donna: vede una prostituta alla finestra che indossa una camicia leggera, poi quando agostino
torna a casa, la madre indossa una vestaglia simile e allora associa ancora più di prima la madre ad
una figura sessualizzata. (vestito della donna del bordello simile a quello della mamma).

Agostino:
Spazi: luoghi chiusi:
-la cabina dei bagni e i bagni: nel bagno Speranza (bagno dei ricchi), gita in barca
-scene nella casa di agostino(scena in cui agostino fa il voieur sbirciando la mamma, poi la scena
finale in cui dormono insieme
-bordello: cosa succede? Il suo progetto?

Homs: Moravia usa questo personaggio per mettere in scena argomenti delicati come
omosessualità e pelle nera; ha una relazione con il saro. Gita con il saro: atteggiamento insistente,
all’inizio parlano della scuola, poi quando tornano alla spiaggia agostino si trova tutti contro,
soprattutto Homs perché non è potuto andare anche lui ed è arrabbiato con agostino. Danno
dell’omosessuale ad agostino.
È un FINALE APERTO
Vede una donna dalla finestra con il seno di fuori, lui poi torna a casa, vede la mamma e lei ha una
vestaglia molto simile a quella della donna e allora è turbato, ma questo turbamento lo nasconde
e dice alla mamma di voler tornare a casa e chiede a lei di essere trattato da adulto, lei dice “va
bene” ma nella risposta traspare il fatto che lei lo tratti ancora come un bambino.