Sei sulla pagina 1di 4

N.T.P. n° 03-038 (89.

9)

SCAVO PER LA POSA DI CONDUTTURE, ESEGUITO A MANO


OD A MACCHINA, COMPRESO IL RINTERRO, CARICO E
TRASPORTO DEI MATERIALI DI RISULTA

1. Generalità.

La presente Norma Tecnica Particolare riguarda la realizzazione di


cavi, a sezione pressochè costante ed a lungo sviluppo lineare, per la
posa di condutture di qualsiasi genere, in particolare idriche, elettriche,
telefoniche, fognarie, gas, ecc.. e si intende comprensiva di ogni onere
derivante alla ditta dall'escuzione dei lavori in titolo nel rispetto di tutte
le condizioni del titolo V° del Capitolato Generale Tecnico, dei
Capitolati Speciali richiamati nel presente capitolato e delle prescrizioni
di seguito riportate.

2. Operazioni preliminari e modalità esecutive d'intervento.

2.1. Operazioni_preliminari.

Prima dell'inizio dei lavori l'Appaltatore dovrà procedere:

-alla rilevazione e picchettamento del tracciato;


-alla esecuzione di indagini e sondaggi atti a rilevare la eventuale
presenza di manufatti ed impianti (interrati ed in superficie), ciò in
quanto sarà ritenuto unico responsabile di eventuali danni agli stessi
nel corso dei lavori e dovrà provvedere ai conseguenti ripristini a
proprie cure e spese.

2.2 Modalità_esecutive.

L'Appaltatore dovrà provvedere:

1
-allo spianamento del terreno lungo il tracciato per una fascia di
larghezza sufficiente a consentire la corretta esecuzione delle
opere, compresa l'eliminazione di eventuali alberi, arbusti, ecc., con
relative radici;
-alla demolizione o rimozione dei manufatti esistenti sul tracciato.

In particolare per le zone interessate da pavimentazioni in


conglomerato bituminoso o cementizio si prescrive che:

. la demolizione della pavimentazione dovrà essere realizzata


mediante taglio totale e perfettamente lineare dei due bordi della
trincea e sminuzzamento della pavimentazione compresa tra detti
bordi;
. la pavimentazione da ricostruire dovrà avere le stesse caratteristiche
tipologiche e dimensionali di quella demolita e dovrà poggiare su uno
strato di calcestruzzo magro di spessore 10 cm, una fondazione in
granulare misto compattato ed un sottostante sottofondo di terreno a
strati costipati con grado di costipazione non inferiore a quello
preesistente allo scavo.
Nel caso di pavimentazioni in calcestruzzo sui due bordi dovranno
essere realizzati due giunti sigillati;
-allo scavo in sezione ristretta, per la formazione della trincea, in
terreno di qualsiasi natura e consistenza, sia allo asciutto che in
presenza di acqua.
Lo scavo potrà essere richiesto con mezzi meccanici o a mano nei tratti
in cui tale tipo di intervento sia ritenuto necessario dalla Direzione
Lavori dell'Amministrazione.
L'Appaltatore dovrà impedire con ogni mezzo (puntellature,
sbadacchiature, armature) il franamento delle pareti degli scavi.
La profondità dello scavo dal p.d.c. non dovrà essere inferiore a m 1,00
e comunque tale da:

2
. permettere una corretta posa in opera dei tubi, assicurando una
adeguata linearità ed evitando punti di flesso;
. assicurare che l'estradosso del tubo più alto venga posto ad una
profondità non inferiore di cm 80 dal piano di campagna e comunque
tale da escludere la possibilità di gelo delle acque nelle condotte;
. evitare che il transito di carichi in superficie possa danneggiare le
condutture.
Ove tale evenienza si manifesti e non esista la possibilità di un
maggiore approfondimento dello scavo, le tubazioni dovranno essere
protette da idoneo tubo guaina avviluppato in un getto di calcestruzzo
magro con spessore di avvolgimento non inferiore a 20 cm.
Tale tipo di intervento dovrà comunque essere realizzato negli
attraversamenti trasversali di vie di circolazione e di corsi d'acqua.

La larghezza della trincea, misurata al livello della generatrice inferiore


del cavidotto, non dovrà essere inferiore a:

L = D + 0,40 cm

Dove: L = larghezza scavo


D = diametro esterno cavidotto

Sul fondo dello scavo, livellato e liberato da ciottoli, pietrame ed altri


materiali che possano impedire il perfetto livellamento, dovrà essere
sovrapposto un letto di posa di sabbia di spessore minimo 10 cm;
-al riempimento dello scavo con le seguenti modalità:

. ricoprimento con sabbia della tubazione sino a 10 cm sopra la sua


generatrice superiore;
. rinterro dello scavo rimanente con materiale di risulta, spurgato
dagli elementi lapidei con dimensione superiore a 10 cm e costipato
con grado di costipazione non inferiore a quello preesistente allo
scavo;

- alla fornitura ed installazione lungo l'asse longitudinale della


tubazione, ad una profondità di circa 30 cm dal piano di campagna di

3
un nastro in polietilene colorato della larghezza non inferiore a cm 10
avente funzione di segnalatore di presenza tubazione;
- al carico, trasporto e scarico di tutto il materiale di risulta
(conseguente a demolizioni, eccedenze di scavi, ecc.) alle pubbliche
discariche o nel luogo che indicherà la Direzione Lavori.

A lavoro ultimato ul terreno dovrà risultare perfettamente sgombero e


livellato.