Sei sulla pagina 1di 22

Il Piccolo Catechismo

Informazioni avanzate - testo completo


di Martin Lutero

Contenuto

 Prefazione di Lutero al Piccolo Catechismo


 I dieci comandamenti
 Il Credo
 La preghiera del Signore
 Il sacramento del Santo Battesimo
 Confessione
 Il Sacramento dell'Altare

 Preghiere giornaliere
 Tabella delle funzioni
 Domande cristiane con le loro risposte

Prefazione di Lutero al Piccolo Catechismo

Martin Lutero

Tutti i Pastori e fedeli Godly e predicatori:

Grazia, misericordia e pace in Gesù Cristo, nostro Signore.

Il deplorevole, misera condizione che ho scoperto ultimamente, quando anch'io, era un


visitatore, ha costretto e mi ha esortato a preparare [pubblicare] questo Catechismo, o
dottrina cristiana, in questo piccolo, semplice, forma semplice. Misericordia! Buon
Dio! che miseria collettore vidi! La gente comune, soprattutto nei villaggi, non hanno
alcuna conoscenza di tutto ciò che la dottrina cristiana, e, ahimè! molti pastori sono del
tutto incapace e incompetente di insegnare [tanto, che uno si vergogna di parlare di
esso]. Tuttavia, tutti sostengono che sono cristiani, sono stati battezzati e ricevere le
[comune] santi Sacramenti. Eppure [non capiscono e] non può [anche] recitare sia la
preghiera del Signore, o il Credo, oi Dieci Comandamenti, ma viver come bruti stupidi e
maiali irrazionali, eppure, ora che il Vangelo è arrivato, hanno ben imparato abusare di
ogni libertà come esperti.

O voi vescovi! [A cui questa carica è stato commesso da Dio,] che cosa vi risponderà
mai a Cristo per aver così vergognosamente trascurato il popolo e mai per un attimo
scarico il vostro ufficio? [Voi siete le persone alle quali solo questa rovina della
religione cristiana è dovuto. Lei ha permesso agli uomini di errare così
vergognosamente, il vostro è il senso di colpa, perché tu abbia mai fatto nulla, piuttosto
che ciò che il vostro ufficio richiede di fare] maggio tutte le disgrazie che fuggire.! [Non
voglio in questo posto per invocare il male sulle vostre teste.] È comandare il sacramento
in una forma [ma non è questo il più alto empietà accoppiato con la massima impudenza
che si sta insistendo sulla amministrazione del Sacramento in una forma solo , e sulle
vostre tradizioni] e insistere sulle leggi umane, ma allo stesso tempo non si cura per
nulla [mentre si è del tutto privo di scrupoli e preoccupazione] se le persone conoscono
la preghiera del Signore, il Credo, i Dieci Comandamenti , o una parte della Parola di
Dio. Guai, guai, a voi per sempre!

Perciò io prego [e scongiuro] a tutti per l'amor di Dio, miei cari signori e fratelli, che
sono pastori o predicatori, per dedicarvi di cuore al vostro ufficio, di avere pietà delle
persone che sono affidate a voi, e per aiutarci a inculcare il Catechismo al popolo, e
soprattutto sui giovani. E coloro di voi che non si può fare di meglio [Se qualcuno di voi
sono così qualificati che avete conoscenza alcuna di queste cose, lascia che non si
vergogna di] prendere queste tabelle e le forme e impressionare loro, parola per parola, il
popolo , come segue: -

In primo luogo, lasciare che il predicatore soprattutto stare attenti ad evitare molti tipi di
o testi e forme diverse dei dieci comandamenti, il Padre nostro, il Credo, i Sacramenti,
ecc, ma scegliere una forma a cui egli aderisce, e che egli inculca tutto il tempo, anno
dopo anno. Per [io do questo consiglio, però, perché so che] i giovani e semplice deve
essere insegnata da uniforme, i testi e le forme stabiliti, altrimenti facilmente si
confondono quando l'insegnante per giorno insegna loro in tal modo, e in un anno un
altro modo, come se volesse di apportare miglioramenti e, quindi, tutti gli sforzi e del
lavoro [che è stato speso per l'insegnamento] è perduto.

Anche i nostri padri benedetti capito bene, perché tutti usato la stessa forma della
preghiera del Signore, il Credo, ed i Dieci Comandamenti. Perciò anche noi, dovrebbe
[imitare la loro diligenza e tuttavia attenta a] insegna ai giovani e semplici queste parti in
modo tale da non cambiare una sillaba, o impostarle avanti e ripeterli uno anno in modo
diverso che in un altro [no importa quante volte si insegna l'] Catechismo.

Quindi, scegliere qualsiasi forma vi piace, e di aderire ad essa per sempre. Ma quando tu
predichi in presenza di uomini dotti e intelligenti, si può presentare la vostra abilità, e
può presentare queste parti in modo da vari e complessi e dare loro come giri magistrali
si è in grado. Ma con i giovani attenersi a una fissa, forma permanente e le modalità, e
insegnare loro, prima di tutto, queste parti, vale a dire, i Dieci Comandamenti, il Credo,
il Padre nostro, ecc, secondo la parola del testo, per parola , in modo che anche loro,
possono ripetere nello stesso modo dopo e si impegnano a memoria.

Ma coloro che non sono disposti a imparare va detto che rinnegare Cristo e sono
cristiani, non dovrebbero essere ammessi al sacramento, accettati come sponsor al
battesimo, né esercitare qualsiasi parte della libertà cristiana, ma deve semplicemente
essere ricollocata il Papa ei suoi funzionari, sì, al diavolo in persona. Inoltre, i loro
genitori e datori di lavoro dovrebbero rifiutare il cibo e bevande, e [che sarebbe anche
bene se fossero a] comunicare loro che il principe guiderà tali rude people dal paese, ecc
Infatti, anche se non possiamo e non dovrebbe forzare nessuno a credere, ma dobbiamo
insistere e sollecitare le persone che sanno ciò che è giusto e sbagliato con coloro tra i
quali dimorano e che desiderano rendere la loro vita. Per chi desidera soggiornare in una
città deve conoscere e osservare le leggi della città, la protezione di cui vuole godere,
non importa se è un credente o al cuore e in privato una canaglia o fante.

In secondo luogo, dopo aver imparato bene il testo, quindi insegnare loro il senso anche,
in modo che sappiano che cosa significa, e di nuovo scegliere la forma di queste tabelle,
o qualche altro metodo uniforme breve, se ti piace, e aderire ad esso, e non si cambia una
sola sillaba, come si è detto per quanto riguarda il testo, e prendere il vostro tempo per
esso. Infatti non è necessario che si occupano tutte le parti in una volta, ma uno dopo
l'altro. Dopo aver capito il primo comandamento bene, poi prendere la seconda, e così
via, altrimenti saranno sopraffatti, in modo da non essere in grado di trattenere qualsiasi
bene.

In terzo luogo, dopo aver insegnato loro così questo Catechismo breve, poi prendere il
Grande Catechismo, e dare loro anche una conoscenza più ricca e più piena. Qui
spiegano in generale tutti i comandamenti, [articolo] petizione, e parte con le sue varie
opere, usi, i benefici, pericoli, e le lesioni, come trovare questi abbondantemente
dichiarato in molti libri scritti su questi argomenti. E in particolare, sollecitare che
comandamento o una parte più che soffre il maggior abbandono tra la vostra gente. Per
esempio, il settimo comandamento, per quanto riguarda il furto, deve essere
strenuamente esortato tra meccanici e mercanti, e anche gli agricoltori e servi, perché tra
queste persone molti tipi di disonestà e ladri prevalere. Così, pure, è necessario
sollecitare anche il quarto comandamento tra i bambini e la gente comune, che possono
essere tranquillo e fedele, obbediente e pacifico, e si deve sempre addurre molti esempi
dalle Scritture per mostrare come Dio ha punito o benedetto tale persone.

In particolare si dovrebbe qui esorto magistrati e ai genitori di governare bene e di


mandare i figli a scuola, mostrando loro perché è loro dovere di fare questo, e che il
peccato maledetta stanno commettendo se non lo fanno. Per negligenza da tali,
rovesciare e distruggere sia il regno di Dio e quella del mondo, in qualità di i peggiori
nemici sia di Dio e degli uomini. E mettere bene in chiaro a loro ciò che un male terribile
che stanno facendo, se non vi aiuterà a formare i bambini ad essere pastori, predicatori,
impiegati [anche per altri uffici, con la quale non si può fare a meno in questa vita], ecc,
e che Dio li punirà terribilmente per questo. Per tale predicazione è necessario. [In verità,
io non so di qualsiasi altro argomento che merita di essere trattata, per quanto questo.] I
genitori ei magistrati stanno peccando indicibilmente in questo senso. Il diavolo, troppo,
mira a qualcosa di crudele, perché di queste cose [che egli può scagliare la Germania
nella più grande angoscia].

Infine, dato che la tirannia del Papa è stata abolita, le persone non sono più disposti ad
andare a Sacramento e disprezzare [come qualcosa di inutile e non necessaria]. Anche in
questo caso è necessario sollecitare, tuttavia, con questa comprensione: Dobbiamo
costringere nessuno a credere, o per ricevere il sacramento, né riparare qualsiasi legge,
né tempo, né luogo per esso, ma devono predicare in modo tale che di propria iniziativa,
senza la nostra legge, essi si sollecitare e, per così dire, ci costringono pastori per
amministrare il sacramento. Questo viene fatto dicendo loro: Chi non cerca o desidera il
sacramento almeno circa quattro volte l'anno, è da temere che egli disprezza il
sacramento e non è cristiano, così come egli non è cristiano chi non crede o ascoltare il
Vangelo, perché Cristo non ha detto, questo omettere, o, questo disprezzo, ma, questo
fate, ogni volta che ne berrete, ecc In verità, Egli vuole farlo, e non del tutto trascurato e
disprezzato. Questo fate, dice.

Ora, chi non in gran conto il sacramento dimostra in tal modo che non ha peccato, non
carne, nessun diavolo, nessun mondo, nessuna morte, nessun pericolo, nessun inferno,
che è, non crede tali cose, anche se è in li sopra la testa e le orecchie ed è doppiamente
L'ombra del diavolo. D'altra parte, egli non ha bisogno di grazia, la vita, paradiso, cielo,
Cristo, Dio, né nulla di buono. Infatti, se credeva che aveva così tanto ciò che è male, e
aveva bisogno di così tanto che è buono, non avrebbe quindi trascurare il sacramento,
con la quale il male tale viene eliminata e tanto bene è donato. Non è inoltre necessario
costringerlo a Sacramento da alcuna legge, ma vi verranno incontro correndo e correndo
di sua spontanea volontà, sarà egli stesso forza e vi invito che è necessario dargli il
sacramento.

Quindi, non si deve fare alcuna legge in materia, come il Papa fa. Solo esposto
chiaramente il beneficio e danno, la necessità e l'uso, il pericolo e la benedizione,
collegato con questo Sacramento, e la gente verrà da se stessi senza il tuo
costrizione. Ma se non vengono, lasciarli andare e dire loro che appartengono tali al
diavolo come non considerano né sentire il loro grande bisogno e con l'aiuto della grazia
di Dio. Ma se non ti esorto questo, o fare una legge o di un male di esso, è colpa tua se
essi disprezzano il Sacramento. Come potevano essere altrimenti che pigro se si dorme e
sono in silenzio? Quindi guardare ad essa, voi pastori e predicatori. Il nostro ufficio è
ormai diventato una cosa diversa da quello che era sotto il Papa, ma è ormai grave e
salutare. Di conseguenza, si tratta di problemi ora molto di più e lavoro, pericolo e
prove, e, in via complementare, piccola ricompensa e gratitudine nel mondo. Ma Cristo
stesso sarà la nostra ricompensa se ci lavoro fedelmente. A tal fine, può il Padre di ogni
grazia ci aiuti, al quale sia lode e di ringraziamento per sempre per mezzo di Cristo,
nostro Signore! Amen.

I dieci comandamenti

Come capo della famiglia dovrebbe insegnare in un modo semplice per la sua famiglia.

Il primo comandamento.

Non avrai altri dèi.

Che cosa significa?


Risposta. - Dobbiamo temere, amare, e la fiducia in Dio sopra ogni cosa.

Il secondo comandamento.

Tu Non usare il nome del Signore, tuo Dio, invano.

Che cosa significa?

Risposta. - Dobbiamo temere e amare Dio che non può maledire, giurare, utilizzare la
stregoneria, bugia, o ingannare dal suo nome, ma invitare in ogni difficoltà, pregare,
lodare e ringraziare.

Il terzo comandamento.

Tu devi santificare il santo giorno.

Che cosa significa?

Risposta. - Dobbiamo temere e amare Dio che non può disprezzare la predicazione e la
Sua Parola, ma tenerlo sacro, e volentieri ascoltare e imparare.

Il quarto comandamento.

Tu devi onorare tuo padre e tua madre [che può essere bene con te e tu vivere a lungo
sulla terra].

Che cosa significa?

Risposta. - Dobbiamo temere e amare Dio che non può disprezzare né rabbia i nostri
genitori e maestri, ma dare loro onore, servire, obbedire, e tenerli in amore e di stima.

Il quinto comandamento.

Non uccidere.

Che cosa significa?

Risposta. - Dobbiamo temere e amare Dio che non può danneggiare né danneggia il
prossimo nel suo corpo, ma di aiuto e amicizia con lui in ogni necessità del corpo [in
ogni necessità e pericolo della vita e del corpo].

Il sesto comandamento.

Non commettere adulterio.

Che cosa significa?


Risposta. - Dobbiamo temere e amare Dio affinché possiamo condurre una vita casta e
dignitosa in parole e opere, e ogni amore e di onorare il suo coniuge.

Il settimo comandamento.

Non rubare.

Che cosa significa?

Risposta. - Dobbiamo temere e amare Dio che non si può prendere i soldi del vicino o la
proprietà, né farli da merce falsa o la negoziazione, ma lo aiutano a migliorare e
proteggere la sua proprietà e le imprese [che i suoi mezzi sono conservati e la sua
condizione è migliorata ].

L'ottavo comandamento.

Tu non dire falsa testimonianza contro il tuo prossimo.

Che cosa significa?

Risposta. - Dobbiamo temere e amare Dio che non possiamo astuzia smentire, tradire,
calunniare, diffamare o il prossimo, ma difenderlo, [pensare e] parlare bene di lui, e
mettere la migliore costruzione su tutto.

Il nono comandamento.

Tu shalt casa non desiderare il tuo prossimo.

Che cosa significa?

Risposta. - Dobbiamo temere e amare Dio che non può astutamente cercare di ottenere
l'eredità del nostro vicino o casa, e ottenerla da uno spettacolo di [giustizia e] a destra,
ecc, ma aiutare ed essere di servizio per lui a mantenerla.

Il decimo comandamento.

Tu Non desiderare la moglie del tuo prossimo, né il suo servo, né la sua serva, né il suo
bestiame, né tutto ciò che è suo.

Che cosa significa?

Risposta. - Dobbiamo temere e amare Dio che non può allontanarsi, la forza, o sottrarre
alla moglie del nostro prossimo, servi o bestiame, ma li esorto a rimanere e
[diligentemente] fanno il loro dovere.

Cosa dice Dio di tutti questi comandamenti?


Risposta. - Dice così (Esodo 20, 5f]: io, il Signore, tuo Dio, sono un Dio geloso, che
punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e quarta generazione di quelli che mi
odiano, e mostrando misericordia migliaia di loro che mi amano e osservano i miei
comandamenti.

Che cosa significa?

Risposta. - Dio minaccia di punire tutti questi comandamenti che trasgrediscono. Quindi


dovremmo temere la sua ira e non agire in contrasto con questi comandamenti. Ma Egli
promette grazia e ogni benedizione a tutti di che mantenere questi
comandamenti. Pertanto dovremmo anche amore e la fiducia in Lui, e volentieri si [con
zelo e diligenza ordinare tutta la nostra vita] secondo i suoi comandamenti.

Il Credo

Come capo della famiglia dovrebbe insegnare in un modo semplice per la sua famiglia.

Il primo articolo.

Della Creazione.

Io credo in Dio Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra.

Che cosa significa?

Risposta. - Io credo che Dio mi ha fatto e tutte le creature, che Egli mi ha dato il mio
corpo e l'anima, gli occhi, le orecchie, e tutte le mie membra, la mia ragione, e tutti i
miei sensi, e conserva ancora li, in aggiunta a ciò, l'abbigliamento e le scarpe, mangiare e
da bere, casa e casa, moglie e figli, campi, bestiame e tutti i miei beni, che Egli mi
fornisce abbondantemente e quotidianamente con tutto quello che ho bisogno di
sostenere questo corpo e la vita, mi protegge da ogni pericolo, e guardie mi e preserva da
ogni male, e tutto questo per pura, paterna, divina bontà e misericordia, senza alcun
merito o di merito in me, per tutto quello che ho lo devo a Lui per ringraziare, lodare,
servire e obbedire a Lui. Questo è certamente vero.

Il secondo articolo.

Di redenzione.

E in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo,
nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto,
discese agli inferi, il terzo giorno risuscitò dai morti, salì al cielo, siede alla destra di Dio
Padre onnipotente; da là verrà a giudicare i vivi ei morti.

Che cosa significa?


Risposta. - Io credo che Gesù Cristo, vero Dio, generato dal Padre dall'eternità, e anche
vero uomo, nato dalla Vergine Maria, è il mio Signore, che mi ha liberato, una creatura
perduta e condannato, acquistato e ha vinto [espresso] mi da tutti i peccati, dalla morte e
dal potere del diavolo, non con oro o argento, ma con la sua santa, il sangue prezioso e
con la sua sofferenza dell'innocente e della morte, in modo che io possa essere [tutto] il
suo proprio, e vivere sotto Lui nel Suo regno, e servirlo in eterna giustizia, innocenza, e
beatitudine, come egli è risorto dai morti, vive e regna per tutta l'eternità. Questo è
certamente vero.

Il terzo articolo.

Di santificazione.

Credo nello Spirito Santo, una, santa Chiesa cristiana, la comunione dei santi, la
remissione dei peccati, la risurrezione della carne e la vita eterna. Amen.

Che cosa significa?

Risposta. - Credo che non posso dal mio stesso motivo o per forza credere in Gesù
Cristo, mio Signore, o venire a Lui, ma lo Spirito Santo mi ha chiamato dal Vangelo, mi
ha illuminato con i suoi doni, santificato e mi ha tenuto nel vero fede, anche come Egli
chiama, raccoglie, illumina e santifica tutta la Chiesa cristiana sulla terra, e lo mantiene
con Gesù Cristo nella fede vera, in cui Chiesa cristiana Egli perdona tutti i giorni e
riccamente tutti i peccati a me e tutti i credenti, e nell'ultimo giorno farà sorgere me e
tutti i morti, e darà a me ea tutti i credenti in Cristo la vita eterna. Questo è certamente
vero.

La preghiera del Signore

Come capo della famiglia dovrebbe insegnare in un modo semplice per la sua famiglia.

Padre nostro che sei nei cieli.

Che cosa significa?

Risposta. - Dio avrebbe in tal modo [con questa piccola introduzione] teneramente ci
spingono a credere che Egli è il nostro vero Padre, e che noi siamo i suoi veri figli, in
modo che si possa chiedere a Lui con fiducia tutte le garanzie, come cari figli chiedono il
loro caro padre.

La prima petizione.

Sia santificato il tuo nome.

Che cosa significa?


Risposta. - Il nome di Dio è veramente santo in se stesso, ma a nostro pregare in questa
petizione che può diventare santi anche tra di noi.

Come si fa?

Risposta. - Quando la Parola di Dio è insegnata nella sua verità e purezza, e noi, come
figli di Dio anche condurre una vita santa in conformità con essa. A tal fine ci aiuti, caro
Padre che è nei cieli. Ma colui che insegna e vive in modo diverso la Parola di Dio
insegna profana il nome di Dio in mezzo a noi. Da questo ci preservare, il Padre celeste.

La seconda petizione.

Venga il tuo regno.

Che cosa significa?

Risposta. - Il regno di Dio viene in effetti senza la nostra preghiera, di per sé, ma a
nostro pregare in questa petizione che può venire a noi anche.

Come si fa?

Risposta. - Quando il nostro Padre celeste ci dona il suo Spirito Santo, in modo che con
la sua grazia noi crediamo la Sua santa Parola e condurre una vita pia qui nel tempo e
nell'eternità laggiù.

La petizione terzo.

La tua volontà sia fatta sulla terra come in cielo.

Che cosa significa?

Risposta. - La buona volontà e la grazia di Dio è fatto davvero senza la nostra preghiera,
ma a nostro pregare in questa petizione che può essere fatto anche in mezzo a noi.

Come si fa?

Risposta. - Quando Dio si rompe e ostacola ogni consiglio male e volontà che non ci
permetterebbe di santificare il nome di Dio, né lasciare che il suo regno, come ad
esempio la volontà del diavolo, il mondo e la nostra carne, ma rafforza e ci mantiene
saldi nella la Sua Parola e nella fede fino alla nostra fine. Questa è la Sua volontà gentile
e buona.

La quarta domanda.

Dacci oggi il nostro pane quotidiano.

Che cosa significa?


Risposta. - Dio dà il pane quotidiano, anche senza la nostra preghiera, a tutti gli uomini
malvagi, ma a nostro pregare in questa petizione che Egli ci porterebbe a conoscerlo, e
per ricevere il nostro pane quotidiano con il ringraziamento.

Cosa si intende per pane quotidiano?

Risposta. - Tutto ciò che appartiene al supporto e vuole del corpo, come la carne,
bevanda, abbigliamento, scarpe, casa, fattoria, campo, bestiame, denaro, beni, il coniuge
pio, figli devoti, pii servi, pio e magistrati fedeli buon governo, il bel tempo, la pace, la
salute, la disciplina, l'onore, buoni amici, vicini di fedeli, e simili.

La petizione Quinto.

E rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo contro di noi.

Che cosa significa?

Risposta. - Preghiamo in questa petizione che il nostro Padre celeste non guardare i
nostri peccati, né smentire tali petizioni a causa di loro, perché noi siamo degni di
nessuna delle cose per le quali noi preghiamo, non li abbiamo meritato, ma che Avrebbe
concedere loro tutto a noi per grazia, perché ogni giorno abbiamo peccato molto, e in
effetti meritano altro che la punizione. Così saremo in verità, da parte nostra, di cuore
anche perdonare e anche facilmente fare del bene a coloro che peccano contro di noi.

La petizione sesto.

E non ci indurre in tentazione.

Che cosa significa?

Risposta. - Dio, infatti, non tenta nessuno, ma a nostro pregare in questa petizione che
Dio avrebbe guardia e ci tengono, in modo che il diavolo, il mondo e la nostra carne non
ci può ingannare, né sedurre noi in miscredenza, la disperazione, e altri grande vergogna
e il vizio, e se ci sono assalito da loro, che ancora possiamo finalmente superare e
conquistare la vittoria.

La petizione Settimo.

Ma liberaci dal male.

Che cosa significa?

Risposta. - Preghiamo in questa petizione, come in una sintesi, che il nostro Padre
celeste ci libererà da ogni sorta di male, di corpo e anima, la proprietà e l'onore, e alla
fine, quando la nostra ultima ora verrà, ci conceda un benedetta fine, e gentilmente ci
porta da questa valle di lacrime a se stesso in cielo.
Amen.

Che cosa significa?

Risposta. - Che io sia certo che queste petizioni sono accettabili per il nostro Padre in
cielo e sentito, perché Egli stesso ci ha comandato di pregare così, e ha promesso che
Egli ci ascolterà. Amen, Amen, cioè, sì, sì, è così.

Il sacramento del Santo Battesimo

Come capo della famiglia dovrebbe insegnare in un modo semplice per la sua famiglia.

Primo. Che cosa è il Battesimo?

Risposta. - Il battesimo non è semplice acqua soltanto, ma è l'acqua compreso nel


comando di Dio e collegato con la Parola di Dio.

Qual è la parola di Dio?

Risposta. - Cristo, nostro Signore, dice nell'ultimo capitolo di Matteo: Andate in tutto il
mondo e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre, e del Figlio, e
dello Spirito Santo.

In secondo luogo. Che cosa significa il Battesimo dare o profitto?

Risposta. - Funziona il perdono dei peccati, libera dalla morte e il diavolo, e dà la


salvezza eterna per tutti coloro che credono questo, come le parole e le promesse di Dio
dichiarare.

Quali sono tali parole e le promesse di Dio?

Risposta. - Cristo, nostro Signore, dice nell'ultimo capitolo di Marco: Chi crederà e sarà
battezzato sarà salvo, ma chi non avrà creduto sarà condannato.

In terzo luogo. Come può l'acqua fare grandi cose?

Risposta. - Non è l'acqua, infatti, che fa di loro, ma la parola di Dio che è in e con
l'acqua, e la fede, che si fida tale parola di Dio in acqua. Perché senza la parola di Dio,
l'acqua è semplice acqua e non il battesimo. Ma con la parola di Dio è un battesimo, che
è, un grazioso acqua di vita e un lavacro di rigenerazione nello Spirito Santo, come St.
Paul dice, Tito, capitolo terzo: Con il lavacro di rigenerazione e di rinnovamento nello
Santo Ghost, che ha sparso su di noi abbondantemente per mezzo di Gesù Cristo, nostro
Salvatore, che, essendo giustificati dalla sua grazia, dovremmo essere eredi, secondo la
speranza della vita eterna. Questa parola è fedele.
In quarto luogo. Che cosa significa che battezza con l'acqua, quali significano?

Risposta. - Significa che il vecchio Adamo in noi dovrebbe, per tutti i giorni contrizione
e il pentimento, annegare e morire con tutti i peccati e le passioni malvagie, e, di nuovo,
un uomo nuovo quotidiano venire avanti e trovano origine, che deve vivere davanti a
Dio nella giustizia e nella purezza per sempre.

Dove sta scritto questo?

Risposta. - St. Paul dice Romani, capitolo 6: Ci sono sepolti con Cristo mediante il
Battesimo nella morte, che, come come Egli è risuscitato dai morti per mezzo della
gloria del Padre, così anche noi camminassimo in novità di vita.

Confessione

Come si deve insegnare ai cristiani a confessare.

Che cosa è la Confessione? *

Confessione abbraccia due parti: l'una è, che noi confessiamo i nostri peccati, l'altra, che
riceviamo l'assoluzione, o perdono, dal confessore, come da Dio stesso, e in nessun
dubbio saggio, ma credo fermamente, che i nostri peccati sono così perdonati davanti a
Dio in cielo.

Quali peccati dobbiamo confessare?

Davanti a Dio si dovrebbe dichiararsi colpevole di tutti i peccati, anche di quelli che non
conosciamo, come facciamo nella preghiera del Signore. Ma prima che il confessore
dobbiamo confessare i peccati solo che noi conosciamo e sentiamo nel nostro cuore.

Quali sono questi?

Qui in considerazione la vostra stazione secondo i Dieci Comandamenti, che tu sia un


padre, madre, figlio, figlia, master, mistress, un servo o serva, se siete stati disobbedienti,
infedele, infingardo, se si è addolorato qualsiasi uno per parole o atti, se è stato rubato,
lesioni trascurato, o sprecato alcunché, o fatto altro.

Pregate, proporre a me una forma breve della Confessione.

Risposta. - Si dovrebbe parlare con il confessore così: Reverendo e caro signore, vi


prego di ascoltare la mia confessione, e di pronunciare il perdono a me per amor di Dio.

Avanti!
Io, un povero peccatore, mi confesso davanti a Dio colpevole di tutti i peccati,
soprattutto Confesso davanti a voi che io sono un servo, una serva, ecc Ma, ahimè, io
servo il mio padrone infedelmente, perché in questo e in I che non hanno fatto quello che
mi ha ordinato, li ho provocato, e li fece maledire, sono stati negligenti [in molte cose] e
permesso danno da fare, sono stati anche immodesta in parole e opere, hanno litigato con
il mio pari, hanno brontolò e giurato a mia amante, ecc Per tutto questo mi dispiace, e
pregare per la grazia, voglio fare meglio.

Un maestro o maestra può dire così:

In particolare, vi confesso che prima non ho fedelmente addestrato i miei figli,


domestiche, e la moglie [la famiglia] per la gloria di Dio. Ho maledetto, un cattivo
esempio da brutte parole ed azioni, hanno fatto il mio vicino di casa danno e parlato
male di lui, hanno sovraccaricato e dato ware falso e breve misura.

E qualsiasi altra cosa che ha fatto contro il comando di Dio e la sua stazione, ecc

Ma se non si trova se stesso carico di questi peccati o superiore, non dovrebbe egli stesso
problemi o cercare o inventare altri peccati, e, quindi, fare la confessione una tortura, ma
citare uno o due che conosce. Così: In particolare, confesso che una volta ho maledetto,
ancora una volta, una volta ho usato parole improprie, ho una volta trascurato questo o
quello, ecc Che questo basti.

Ma se siete a conoscenza di tutto assenti (che è comunque quasi impossibile), quindi


parlare di nessuno in particolare, ma ricevere il perdono sulla tua confessione generale
che si fanno davanti a Dio al confessore.

Allora il confessore dice:

Dio sia misericordioso verso di te e rafforzare la tua fede! Amen.

Inoltre:

Credi che il mio perdono è il perdono di Dio?

Risposta. - Sì, caro signore.

Allora dica:

Per quanto tu credi, così sia fatto a te. E dal comando del Signore nostro Gesù Cristo, io
ti perdono i tuoi peccati, nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito
Santo. Amen. Partenza in pace.

Ma coloro che hanno grandi pesi sulle loro coscienze, o sono in difficoltà e tentati, il
confessore saprà confortare e incoraggiare alla fede con più passaggi della
Scrittura. Questo è quello di essere semplicemente una forma generale della confessione
per gli indotti.
(Queste domande non possono essere stati composti da Lutero stesso, ma riflette i suoi
insegnamenti e sono stati inclusi nelle edizioni del Catechismo Piccolo durante la sua
vita.)

Il Sacramento dell'Altare

Come capo della famiglia dovrebbe insegnare in un modo semplice per la sua famiglia.

Qual è il Sacramento dell'altare?

E 'il vero corpo e sangue del Signore nostro Gesù Cristo, sotto il pane e il vino, per noi
cristiani, per mangiare e per bere, istituiti da Cristo stesso.

Dove sta scritto questo?

Gli evangelisti, santi Matteo, Marco, Luca e St. Paul, scrivere così:

Nostro Signore Gesù Cristo, la stessa notte in cui fu tradito, prese del pane e dopo aver
reso grazie, lo spezzò e lo diede ai suoi discepoli, e disse: Prendete, mangiate, questo è il
mio corpo, che è dato per voi. Fate questo in memoria di me.

Dopo le stesse modalità anche Egli prese il calice, dopo aver cenato, rese grazie, lo diede
loro, dicendo: Prendete e bevete voi tutto. Questo calice è il nuovo patto nel mio sangue,
che viene versato per voi per la remissione dei peccati. Ciò che fate, ogni volta che ne
berrete, in memoria di me.

Qual è il vantaggio di mangiare e bere, quali?

Ciò è dimostrato in queste parole: Tenuto conto, e un capannone per voi, per la
remissione dei peccati, e cioè, che nel sacramento del perdono dei peccati, la vita, e la
salvezza ci sono date attraverso queste parole. Perché dove c'è il perdono dei peccati, vi
è anche la vita e la salvezza.

Come si può mangiare e bere corporea fare grandi cose?

Non è il mangiare e bere, infatti, che fa di loro, ma le parole che stanno qui, vale a dire:
Dato, e un capannone per voi, per la remissione dei peccati. Quali parole sono, accanto
al corpo mangiare e bere, come la cosa principale nel sacramento, e colui che crede che
queste parole è quello che dicono e di esprimere, vale a dire, il perdono dei peccati.

Chi, allora, riceve degnamente tale Sacramento?

Il digiuno e la preparazione fisica è, infatti, una formazione bene verso l'esterno, ma è


veramente degno e ben preparato che ha fede in queste parole: Tenuto conto, e un
capannone per voi, per la remissione dei peccati.
Ma colui che non crede queste parole, o dubbi, è indegno e non idonee, per le parole Per
te necessitano di tutto credere cuori.

Preghiere giornaliere

Come il capo della famiglia dovrebbe insegnare la sua famiglia a pregare mattina e sera

Lodi.

1. La mattina, quando ti alzi, tu benedica voi con la santa croce e dire:

In nome di Dio Padre, Figlio e Spirito Santo. Amen.

2. Poi, in ginocchio o in piedi, ripetere il Credo e il Padre nostro. Se si desidera, è


possibile, inoltre, dire questa piccola preghiera:

Ti ringrazio, il mio Padre celeste, per mezzo di Gesù Cristo, tuo Figlio caro, che
tu mi hai tenuto questa notte da ogni male e pericolo, e ti prego di tenermi in
questo giorno anche dal peccato e dal male, che tutte le mie azioni e la vita può te
per favore. Per nelle tue mani affido me stesso, il mio corpo e l'anima, e tutte le
cose. Lascia il tuo santo angelo con me, che il Nemico Wicked può non avere
alcun potere su di me. Amen.

3. Poi vai al tuo lavoro con gioia, cantando un inno, come i Dieci Comandamenti, o
quello che la vostra devozione può suggerire.

La preghiera serale.

1. La sera, quando si va a letto, tu benedica voi con la santa croce e dire:

In nome di Dio Padre, Figlio e Spirito Santo. Amen.

2. Poi, in ginocchio o in piedi, ripetere il Credo e il Padre nostro. Se si desidera, è


possibile, inoltre, dire questa piccola preghiera:

Ti ringrazio, il mio Padre celeste, per mezzo di Gesù Cristo, tuo Figlio caro, che
tu hai gentilmente mi ha tenuto in questo giorno, e ti prego di perdonarmi tutti i
miei peccati, dove ho fatto di male, e gentilmente mi mantenere questa notte. Per
nelle tue mani affido me stesso, il mio corpo e l'anima, e tutte le cose. Lascia il
tuo santo angelo con me, che il Nemico Wicked può non avere alcun potere su di
me. Amen.

Poi vai a dormire prontamente e allegramente.


Come il capo della famiglia dovrebbe insegnare la sua casa per fare una benedizione e
grazie ritorno.

Chiedere una benedizione

I bambini e gli agenti devono andare al tavolo con le mani giunte e con riverenza,
e dire:

Gli occhi di tutti attesa su di te, o Signore, e tu li dài loro cibo a suo tempo, Tu
apri la Tua mano, e satisfiest il desiderio di ogni vivente.

Nota

Per soddisfare il desiderio vuol dire che tutti gli animali ricevono così tanto da
mangiare che sono su questa gioiosa conto e di buon animo, per la cura e
l'avarizia ostacolare tale soddisfazione.

Poi la preghiera del Signore, e la preghiera qui di seguito:

Signore Dio, Padre celeste, ci benedica e questi Tuoi doni, che prendiamo dalla
tua bontà generosa, per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore. Amen.

Tornando Grazie.

Allo stesso modo anche dopo il pasto che deve riverenza e con le mani giunte
dice:

O rendere grazie al Signore, perché è buono, perché la sua benignità dura in


eterno. Egli dà cibo a ogni carne, Egli dà alla bestia il suo cibo, e ai giovani corvi
che gridano. Non ricrea nella forza del cavallo, Egli non prende piacere nelle
gambe di un uomo. Il Signore prende piacere in quelli che lo temono, in quelli che
sperano nella sua misericordia.

Poi la preghiera del Signore e la preghiera qui di seguito:

Ti ringraziamo, Signore Dio, Padre, per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore, per
tutti i tuoi benefici, che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

Tabella delle funzioni

Alcuni passi della Scrittura per vari ordini sacri e le posizioni, ammonire sui loro
doveri e responsabilità

Per i Vescovi, Pastori, e predicatori.


Un vescovo deve essere irreprensibile, marito di una sola moglie, vigile, sobria, di
buon comportamento, ospitale, atto ad insegnare, non dedito al vino, non violento,
non avido di guadagno disonesto, ma paziente, non un attaccabrighe, non avaro,
uno che governa bene la propria famiglia e abbia figli sottomessi con ogni decoro;
non è un novizio, tenendo ferma la Parola fedeli come egli ha insegnato, che può
essere in grado di sana dottrina sia per esortare e di convincere quelli che
contraddicono . 1 Tim. 3, 2s, Tito 1, 6.

Quali gli ascoltatori debbono al loro Pastori.

Anche così il Signore ha ordinato che coloro che predicano il Vangelo vivano del
Vangelo. 1 Cor. 9, 14. Che colui che è insegnato nella Parola di comunicare a
colui che insegna in tutte le cose buone. Gal. 6, 6. Gli anziani che regolano
benissimo essere degni di doppio onore, soprattutto quelli che si affaticano nella
predicazione e nell'insegnamento. Dice infatti la Scrittura: Non metterai la
museruola al bue che trebbia, e l'operaio è degno della sua ricompensa. 1 Tim. 5,
17. 18. Rispettare loro che hanno la regola su di voi, e presentare voi, poiché
guardano per le vostre anime come chi ha da renderne conto, affinché possano
farlo con gioia e non con dolore, per questo è inutile per voi. Eb. 13, 17.]

Per quanto riguarda governo civile.

Ciascuno stia sottomesso alle autorità superiori. Per il potere che esiste da nessuna
parte è ordinata da Dio.. Chiunque resiste il potere si oppone all'ordine di Dio, e
quelli che si oppongono ricevono a se stessi dannazione. Per lui non ascolta la
spada invano, perché egli è ministro di Dio, un vendicatore di eseguire ira su di lui
chi opera il male. Rom. 13, 1-4.

Quali materie Owe ai magistrati.

Rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare. Matt. 22, 21. Ciascuno stia


sottomesso alle autorità superiori, ecc Perciò è necessario essere soggetto, non
solo per timore della punizione, ma anche per ragioni di coscienza '. Infatti, per
questo motivo voi pagare i tributi, perché sono ministri di Dio, che frequentano
continuamente su questa cosa. Rendete dunque a tutte le loro quote: omaggio a
cui tributo è dovuto, costume, del quale costume, la paura, del quale paura, onore
a chi l'onore. Rom. 13, 1. 5s. Esorto, quindi, che, prima di tutto, suppliche,
preghiere, intercessioni, e dando di ringraziamento essere per tutti gli uomini, per
i re e per tutti quelli che sono in autorità, affinché possiamo condurre una vita
tranquilla e quieta in tutta pietà e onestà. 1 Tim. 2, 1f Ricorda loro di essere
oggetto di principati e le potestà, ecc Tito 3, 1. Sottomettetevi a ogni ordinanza di
uomo per amore del Signore, che sia al re come sovrano, o governatori unto come
a coloro che vengono inviati da lui, ecc 1 Piet. 2, 13f]

Per i mariti.
Ye mariti, abitare con le vostre mogli secondo conoscenza, dando onore alla
moglie, come al vaso più debole, e come eredi con voi della grazia della vita,
affinché le vostre preghiere non siano impedite. 1 Piet. 3, 7. E non essere amaro
contro di loro. Col 3, 9.

Per le mogli.

Mogli, siate sottomesse ai vostri mariti, come al Signore, proprio come Sara che
ubbidiva ad Abramo, chiamandolo signore; le cui figlie siete, fino a quando fate il
bene, e non hanno paura a qualsiasi stupore. 1 Piet. 3, 6; Ef. 5, 22.

Per i genitori.

Padri voi, non provocate i vostri figli, ma allevateli in disciplina e in ammonizione


del Signore. Ef. 6, 4.

Per i bambini.

Figli, obbedite ai vostri genitori nel Signore, perché questo è giusto. Onora il


padre e la madre, che è il primo comandamento con promessa: che può essere
bene con te, e tu vivere a lungo sulla terra. Ef. 6, 1-3.

Per i dipendenti di sesso maschile e femminile, garzoni e braccianti.

Servi, obbedite a quelli che sono i vostri padroni secondo la carne con timore e
tremore, nella semplicità del vostro cuore, come a Cristo, non con occhio-servizio,
come per piacere agli uomini, ma come servi di Cristo, facendo la la volontà di
Dio di cuore, con buona volontà a fare servizio come al Signore, e non per gli
uomini, sapendo che qualsiasi cosa buona ogni uomo mette in pratica, lo stesso ha
ricevuto dal Signore, se egli e schiavi e liberi. Ef. 6, 5s, Col 3, 22.

Per i maestri e maestre.

Maestri Ye, fare le stesse cose a loro, sopportandovi minaccioso, sapendo che il
vostro Master è anche in cielo, né vi è il rispetto delle persone con lui. Ef. 6, 9,
Col. 4, 1.

Per i giovani in generale.

Allo stesso modo, voi più giovani, siate sottomesse agli anziani. Sì, tutti voi sia un
soggetto ad un altro, ed essere rivestiti di umiltà, perché Dio resiste ai superbi, ma
dà grazia agli umili. Umiliatevi dunque sotto la potente mano di Dio, perché vi
esalti al tempo debito. 1 Piet. 5, 5. 6.

Per le vedove.
Lei che è una vedova, infatti, e desolato, confida in Dio, e continua in suppliche e
preghiere notte e giorno. Ma lei che vive nel piacere è morta mentre lei vive. 1
Tim. 5, 5. 6.

Per tutti in comune.

Ama il tuo prossimo come te stesso. Qui sono compresi tutti i


comandamenti. Rom. 13, 8s e perseverare nella preghiera per tutti gli uomini. 1
Tim. 2, 1. 2.

Che ciascuno la sua lezione imparare con cura,

E tutta la casa e si tariffa.

Domande cristiane con le loro risposte

A cura di Dr. Martin Luther per coloro che intendono andare a Sacramento

(Le "Domande cristiane con le loro risposte," designano Lutero come l'autore, la
prima volta in una edizione del Piccolo Catechismo nel 1551, cinque anni dopo la
morte di Lutero).

Dopo la confessione e l'istruzione nella Dieci Comandamenti, il Credo, il Padre


nostro, e dei sacramenti del Battesimo e la Cena del Signore, il pastore può
chiedere o cristiani si pongono queste domande:

1. Credi tu che sei un peccatore?

Sì, io ci credo. Io sono un peccatore.

2. Come si fa a saperlo?

Dal i Dieci Comandamenti, che non ho mantenuto.

3. Ti dispiace per i tuoi peccati?

Sì, mi dispiace di aver peccato contro Dio.

4. Che cosa hai meritato da Dio a causa dei vostri peccati?

La sua collera e dispiacere, la morte temporale, e la dannazione eterna. (Vedi


Romani 6:21, 23).

5. Speri di essere salvato?


Sì, questa è la mia speranza.

6. In cui poi ti fidi?

Nel mio caro Signore Gesù Cristo.

7. Chi è Cristo?

Il Figlio di Dio, vero Dio e l'uomo.

8. Quanti Dei ci sono?

Solo uno, ma ci sono tre persone: Padre, Figlio, e Spirito Santo.

9. Che cosa ha fatto Cristo per te, che hai fiducia in Lui?

Egli è morto per me e ha versato il suo sangue per me sulla croce per il perdono
dei peccati.

10. Ha anche il Padre morire per te?

Non l'ha fatto. Il Padre è Dio solo, come è lo Spirito Santo, ma il Figlio è al tempo
stesso vero Dio e vero uomo. Egli è morto per me e ha versato il suo sangue per
me.

11. Come si fa a saperlo?

Dal santo Vangelo, dalle parole di istituire il Sacramento, e con il suo corpo e il
sangue mi ha dato in pegno nel Sacramento.

12. Quali sono le parole di istituzione?

Nostro Signore Gesù Cristo, nella notte in cui fu tradito, prese del pane e dopo
aver reso grazie, lo spezzò e lo diede ai discepoli e disse: "Prendete e mangiate,
questo è il mio corpo, che è dato per voi di questo. fare in memoria di me. " Allo
stesso modo anche Egli prese il calice dopo aver cenato, e dopo aver reso grazie,
lo diede loro, dicendo: "Bevetene tutti voi, questo calice è la nuova alleanza nel
mio sangue, che viene versato per per il perdono dei peccati. Questa si, tutte le
volte che ne bevete, in memoria di me. "

13. Lei crede, quindi, che il vero corpo e sangue di Cristo sono nel sacramento?

Sì, io ci credo.

14. Quello che convince a credere questo?


La parola di Cristo: Prendete e mangiate, questo è il mio corpo, bevanda di esso,
tutti voi, questo è il mio sangue.

15. Cosa dobbiamo fare quando si mangia il suo corpo e bere il suo sangue, e in
questo modo ricevere il suo impegno?

Dobbiamo ricordare e proclamare la sua morte e lo spargimento del Suo sangue,


come Lui ci ha insegnato: fate questo, ogni volta che ne bevete, in memoria di me.

16. Perché dovremmo ricordare e proclamare la sua morte?

In primo luogo, in modo che possiamo imparare a credere che nessuna creatura
potrebbe rendere soddisfazione per i nostri peccati. Solo Cristo, vero Dio e
l'uomo, potrebbe farlo. In secondo luogo, così possiamo imparare ad essere
inorridito dai nostri peccati, e di considerarli come molto grave. In terzo luogo,
così possiamo trovare la gioia e conforto solo in Cristo, e mediante la fede in Lui
essere salvati.

17. Che cosa ha spinto Cristo a morire ed effettuare il pagamento completo per i


tuoi peccati?

Il suo grande amore per il Padre e per me e per altri peccatori, come è scritto in
Giovanni 14, Romani 5; Galati Efesini 2 e 5.

18. Infine, perché si vuole andare a Sacramento?

Che io impari a credere che Cristo, di grande amore, è morto per il mio peccato, e
anche imparare da Lui ad amare Dio e il prossimo.

19. Cosa si deve ammonire e incoraggiare un cristiano per ricevere il sacramento


di frequente?

In primo luogo, sia il comando e la promessa di Cristo Signore. In secondo luogo,


il proprio bisogno pressante, a causa del quale il comando, l'incoraggiamento, e la
promessa sono dati.

20. Ma cosa si deve fare se non si è consapevoli di questa necessità e non hanno
fame e sete di Sacramento?

Per una persona miglior consiglio si può dare di questo: in primo luogo, che
dovrebbe toccare il suo corpo per vedere se ha ancora carne e sangue. Poi si deve
credere a quello che dicono le Scritture di esso in Galati 5 e Romani 7. In secondo
luogo, egli dovrebbe guardarsi intorno per vedere se è ancora nel mondo, e ricorda
che non ci sarà la mancanza di peccato e problemi, come dicono le Scritture in
Giovanni 15-16 e in 1 Giovanni 2 e 5. In terzo luogo, egli avrà certamente il
diavolo anche intorno a lui, che con la sua menzogna e omicidio di giorno e di
notte gli permetterà di non avere pace, dentro o fuori, come l'immagine Scritture
lui in Giovanni 8 e 16, 1 Pietro 5; Efesini 6; e 2 Timoteo 2.

Nota:

Queste domande e le risposte sono un gioco da bambini, ma sono redatti con


grande serietà di intenti da parte del venerabile e devoto il dottor Lutero per
giovani e meno giovani. Lasciate che ognuno prestare attenzione e prendere in
considerazione una cosa seria, perché St. Paul scrive ai Galati nel sesto capitolo:
"Non illudetevi: Dio non può essere preso in giro."

Inoltre, si veda:
Lutero
Luterana
Lutero 95 Tesi

Questo tema la presentazione in originale in lingua inglese

Invia una e-mail domanda o commento a noi: E-mail

Il principale CREDERE pagina web (e l'indice per argomenti) è a http://mb-


soft.com/believe/belieita.html