Sei sulla pagina 1di 13

Coping dei fratelli dei disabili

LA RELAZIONE FRATERNA
• La relazione tra fratelli è la relazione più lunga e più importante e
significativa che l’individuo possa sperimentare nel corso della sua
vita.
Ciò che favorisce la nascita di una relazione favoritrice dello sviluppo
dei suoi membri è :
Clima sereno
Comprensione
Supporto
Accettazione
Strategie di coping efficaci
Relazione fraterna

https://www.stateofmind.it/2017/05/siblings-fratelli-bambini-speciali/
• Anni ‘70 e ’80 gli studi clinici sui fratelli dei disabili

STRATEGIE DI COPING INEFFICACI SOFFERENZA PSICOLOGICA

MAGGIOR ATTENZIONE DA PARTE DEI GENITORI AL FRATELLINO DISABILE


RICHIESTA DI CRESCITA PRECOCE
GENITORIALIZZAZIONE
VERGOGNA E GELOSIA
STUDI ANNI 90
• LE RICERCHE METTONO IN EVIDENZA COME AVER UN FRATELLO
DISABILE NON SIA POI COSI’ SVANTAGGIOSO, GRAZIE AL LEGAME
IMPEGNATIVO E FATICOSO

• SI SVILUPPANO ABILITA’ DI COPING CHE ALTRIMENTI NON SI


SAREBBERO SVILUPPATE
Altri fattori incidenti sui vissuti dell’individuo
modalità di coping utilizzato

• Status socio-economico
• Qualità della relazione coniugale COSTELLAZIONI FAMILIARI
• Età
• Storia
FRATELLI
• Rispetto al bisogno di cure del disabile ci sono fratelli che si
assumono volentieri le cure dei fratello disabile altri che invece
vengono esentati, altri che si lamentano dell’eccessivo carico di
lavoro.
• Vi sono poi i fratelli CAREGIVERS, che si sobbarcano totalmente la
cura del fratello disabile. In coloro si riscontra un forte rischio di ansia
e depressione causato da una sproporzionata responsabilizzazione,
scarso sostegno sociale, con poche possibilità di distrazione e uno
stile cognitivo RUMINATIVO
ALTRI FATTORI CHE INCIDONO SULL’
ADATTAMENTO DEI FRATELLI DEI DISABILI
• MODALITA’ DELLA PRIMA COMUNICAZIONE
(com’è spiegata dai genitori la disabilità del fratello? E’ tenuta
nascosta? E’ dato spazio alle domande?)
• RISCHI PER LA SALUTE ( nel caso in cui il fratello disabile necessita di
ospedalizzazioni frequenti e distanti da casa parecchi km, gli altri
fratelli ne subiscono le conseguenze minando le loro capacità di
adattamento.
• TIPO E GRAVITA’ DELLA DISABILITA’
più è grave il deficit fisico o sensoriale del fratello meno efficaci
saranno le strategie di coping che questo metterà in atto.
Fratelli di bambini Down e autistici:
somiglianze e differenze
• Frisman et al., 2000 , Kaminsky, Dewey, 2001

• Processo di adattamento nei fratelli di soggetti con autismo e


sindrome di Down

• In tutti gli studi si sono riscontrate più spiccate difficoltà di


adattamento e accettazione nei fratelli di soggetti autistici rispetto ai
fratelli di soggetti Down
CONFRONTO
• Età di insorgenza patologia
S. di Down Autismo
Diagnosi prenatale o diagnosi dopo il compimento dei primi 2 anni
Alla nascita

• La qualità della relazione affettiva tra fratelli


S.Down Autismo
rapporto caloroso rapporto meno caloroso, meno intimo
Altre differenze
• Sogg. S.Down Sogg. S.S.Autistico
• Maggiore interazione abilità sociali compromesse
Linguaggio seppur imperf sviluppato Diff. Linguistiche
Scarsa disponibilità e
diff. di assumere la prospettiva altrui
Fratelli di sogg.Autistici
• Utilizzano strategie di coping meno orientate alla risoluzione del
problema
• Hanno pensieri molto più pessimistici
• Sperimentano una relazione affettiva meno coinvolgente

Orsmond,Seltzer, 2007
FINE

GRAZIE PER L’ATTENZIONE

Dott.ssa Zarcone Carmelina