Sei sulla pagina 1di 10

Signore dammi la forza di essere tuo testimone, di affrontare la vita con la serenità del Tuo Amore,

di portare ai miei fratelli la parola di pace, di sorridere nella gioia che solo la presenza di Gesù può
dare. Buona giornata

Cantico del Bene scritto da S. Giuseppe da Copertino

Chi fa ben sol per paura non fa niente e poco dura.


Chi fa ben sol per usanza se non perde poco avanza.
Chi fa ben come per forza lascia il frutto e tien la scorza.
Chi fa ben qual sciocco a caso va per l’acqua senza vaso.
Chi fa ben per parer buono non acquista altro che suono.
Chi fa ben per vanagloria non avrà giammai vittoria.
Chi fa ben per avarizia cresce sempre più in malizia.
Chi fa ben con negligenza perde il frutto e la semenza.
Chi fa ben all’indiscreta senza frutto mai s’acquieta.
Chi fa ben solo per gusto mai sarà santo né giusto.
Chi fa ben sol per salvarsi troppo s’ama e non sa amarsi.
Chi fa ben per puro amore, dona a Dio l’anima e il core
e qual figlio e servitore sarà unito al suo Signore.
Gesù dolce Salvatore sia lodato a tutte le ore,
il supremo e gran motore d’ogni grazia donatore.
Amen.

Dio farà giustizia ai suoi eletti, che gridano verso di Lui. Non lasciamoci trascinare
dall’inganno del demonio, lui vuole anzi cerca in tutti i modi di allontanarci dall’amore di Dio,
cerca in tutti i modi di tastare il nostro cuore, per rompere l’unione che ci lega a Cristo
Gesù, la nostra fede. E allora fratelli miei quando ci sentiamo depressi, stanchi, sfiduciati,
quando vediamo che tutto ci crolli addosso, tutto non va secondo i nostri piani, quando
vediamo che nella nostra vita non c’è via d’uscita, è tanto tanto ancora, attenzione! Questi
sono i momenti che il maligno entra in azione, approfitta della nostra debolezza, della
nostra miseria, del nostro dolore, per dirci: vieni con me ti darò tutto quello che hai bisogno,
vieni con me lascia il tuo Dio, vieni con me perché il tuo Dio ti ha abbandonato. Non
lasciamoci trascinare nell’inganno, non abbassiamo mai le mani, rivolgiamo il nostro
sguardo al cielo, e diciamo con prontezza: vattene satana! Il Signore è il mio Signore è solo
a Lui dovrò dare conto, è Lui il mio Dio, è Lui la mia salvezza. Chi ci fortificherà in tutto è la
preghiera, questa è l’arma che il Signore nostro Dio ci ha affidato, è il nome della Vergine
Maria invochiamola il demonio scapperà davanti al suo nome, è la Parola di Dio, è la Santa
Eucarestia. La nostra fede crescerà e si rafforzerà attraverso questi doni che il Signore ha
messo nelle nostre mani, saremo come alberi piantati lungo corsi d’acqua che nessun
vento, nessun male potrà sradicare.

Rafforzati alla luce della Mia presenza.


La tua debolezza non Mi respinge.
Al contrario, attira il Mio potere, sempre pronto ad esser riversato nel cuore che si
sottomette a Me.
Non sentirti in colpa, a causa del tuo costante bisogno di Me.
Vieni da Me con tutte le tue necessità, lascia che la luce del Mio amore ti riempia.
Un cuore sottomesso, non si lamenta e non si ribella, quando sorgono difficoltà.
Trova il coraggio di ringraziarMi anche durante la prova.
Sottomettersi alla Mia volontà è, sostanzialmente, un atto di fiducia.
La tua forza è nella pace e nella fiducia.
"Cerca di piacermi più di ogni altra cosa. Questa giornata sarà intervallata da bivi in cui
dovrai fare una scelta. Molte di queste scelte saranno insignificanti, e dovrai farle in fretta.
La maggior parte delle decisioni prese dalle persone sono una combinazione delle loro
reazioni abituali e del loro desiderio di compiacere se stessi e gli altri. Non è così che
desidero vederti vivere.
Cerca di piacermi in tutti gli ambiti della vita, non soltanto nelle grandi decisioni. Ciò sarà
possibile nella misura in cui vivrai una relazione di intimità con Me.
Nel momento in cui la Mia presenza costituirà la tua gioia più profonda, saprai
istintivamente ciò che mi è gradito; basterà uno sguardo rapido verso di Me e saprai
prendere la decisione giusta. FAI DI ME LA TUA DELIZIA, e sempre di più. Cerca di farMi
piacere in tutto ciò che fai."

Giovanni 8.29; Ebrei 11. 5-6; Salmi 37.4

" Ogni vera bellezza riflette parzialmente la Mia persona.


Realizzo la Mia Volontà in te come artista Divino, creando bellezza nel tuo essere.
Il Mio lavoro principale è eliminare le scorie e il disordine che c'è in te affinché il Mio Spirito
possa prendervi totalmente spazio.
Collabora dunque con Me in questo sforzo, accettando di abbandonare tutto ciò che
desidero toglierti.
Conosco perfettamente tutti i tuoi bisogni e ho promesso di colmarli in abbondanza.
Il tuo senso di sicurezza non devi porlo nei beni materiali che possiedi o nel buon
funzionamento dei tuoi progetti.
Ti invito a riposare solo in Me, a trovare la tua piena soddisfazione nella Mia presenza.
Questo implica che tu sia sempre contento sia nell'abbondanza che nella privazione,
accettando ogni situazione come disposta dalla Mia Volontà al momento presente.
Anziché cercare di tenere tutto sotto controllo, impara a lasciare la presa disponendoti
invece a ricevere. Coltiva questo atteggiamento ricettivo affidandoti a Me in ogni situazione.
"

Salmi 29.2; 27.4

"Orienta tutta la tua


attenzione sulla Mia presenza viva.
IO sono con te, non vi è alcun dubbio su questo.
Io ti circondo del Mio amore e della Mia pace.
Mentre tu ti distendi alla Mia presenza, io forgio il tuo spirito e purifico il tuo cuore. Io ti
ricreo facendo di te la persona che desidero.
Quando passi dalla tranquillità del tempo dedicato alla meditazione alle attività della tua
giornata, rimani comunque molto attento all'ascolto della Mia voce. Se qualche cosa ti
turba, parlane con Me. Se il compito che stai portando avanti ti reca noia, riempi questo
tempo con preghiere di intercessione e di lode. Se qualcuno ti infastidisce, non permettere
ai tuoi pensieri di rievocare i suoi difetti, ma riorientali verso di Me.
Ogni istante è prezioso se mantieni la tua attenzione fissata su di Me. Ogni giorno può
essere una buona giornata se vivi ogni attimo alla Mia presenza."

Salmi 89.16-17; 41.13; Giovanni 3.19-20


14 novembre 2019

"Rilassati nel conforto di sapere di essere pienamente compreso e amato


incondizionatamente.
Osa vederti come ti vedo Io: risplendente della Mia giustizia, purificato dal Mio sangue.
Ti vedo come la persona che ho concepito nel crearti, quella che diventerai  quando il Cielo
diventerà la tua casa.
E’ la Mia vita in te che ti trasforma di gloria in gloria.
Rallegrati di questo misterioso miracolo!
RingraziaMi continuamente per lo straordinario dono del Mio Spirito in te.
Cerca di fare affidamento sull’aiuto del Mio Spirito per tutto il giorno.
Fermati brevemente, di tanto in tanto, per consultarLo, poiché vive in te.
Non ti costringerà a obbedire ai Suoi comandi, ma ti guiderà se Gli lasci spazio nella tua
vita.
Percorri questo meraviglioso cammino di collaborazione con il Mio Spirito."

Salmo 34,6; 2Corinzi 5,21;3,18; Galati 5,25

15 novembre 2019

"Affronta i problemi senza aggravarli.


Quando incontri una difficoltà tendi a concentrarti così tanto su di essa da perdere di vista
Me; ti ci opponi come se dovessi sconfiggerla senza indugio.
I tuoi pensieri si preparano alla guerra, il tuo corpo diventa ansioso.
Se non ottieni una vittoria totale, ti senti sconfitto.
Puoi fare di meglio: quando un problema inizia ad occupare i tuoi pensieri donali a Me.
Parlamene ed esamina il tutto alla luce della Mia presenza.
La distanza che stabilisci fra te e il problema che ti affligge è davvero necessaria; ti
permette di considerare il problema dal Mio punto di vista.
Il risultato non mancherà di sorprenderti.
Talvolta finirai per ridere di te stesso nel divenir consapevole dell’eccessiva attenzione che
hai dato a qualcosa di così insignificante.
Dovrai soffrire in questo mondo.
Tuttavia, la cosa più importante è che Mi avrai sempre  al tuo fianco. Ti aiuterò a gestire
tutto ciò che incontrerai.
Affronta i problemi senza aggravarli, considerandoli alla Mia luce."

Salmo 89,16; Giovanni 16,33

17 novembre 2019

"Non c'è nessuna condanna per quelli che sono in Me. La legge dello Spirito che dà la vita
ti ha liberato dalla legge del peccato e della morte.
Pochi sono i cristiani che sanno come vivere questa libertà radicale, che eppure appartiene
a loro per diritto di nascita.
Sono morto per liberarti. Vivi dunque libero in Me! Per avanzare su questo cammino hai
bisogno di mantenere fissi a Me i tuoi pensieri. Sono numerose le voci che ti chiamano:
"Vieni per questa strada", ma solamente la Mia ti indica il sentiero giusto. Se tu segui le vie
luccicanti e le mode del mondo scenderai sempre più nel profondo dell'abisso.
Alcune voci sedicenti cristiane possono anche sviarti: "Fa così ", "Non fare questo", "Prega
così", "Non pregare in quest'altro modo!" Ascoltarle non può che generare una confusione
sempre più grande.
Accontentati di essere una semplice pecorella all'ascolto della Mia voce e di camminare
dietro a Me. Io ti conduco in pascoli verdi e sui sentieri della giustizia."

Romani 8, 1-2; Isaia 30.21; Giovanni 10.27; Salmo 23, 1-3

18 novembre 2019

"Vieni a Me e riposa nella Mia pace.


Il mio viso irradia su di te una pace che supera ogni comprensione: la Mia pace!
Non sforzarti di cogliere tutti gli elementi di una situazione, ma rilassati alla Mia presenza
poiché Io conosco tutto e nei dettagli.
Nel momento in cui ti appoggi a Me e dipendi completamente da Me, sarai ricolmo/a di un
sentimento di pace e di pienezza. È così che ti ho concepito/a affinché tu viva in intima
comunione con Me.
Quando ti trovi in compagnia di altre persone, tendi a conformarti secondo le loro
aspettative, reali o immaginarie che siano. Ti senti obbligato a piacere loro, diminuendo la
tua consapevolezza della Mia presenza. I tuoi sforzi per conquistare la loro approvazione
finiscono per sfibrarti. E alla fine offri loro del pane raffermo al posto dell'acqua viva
proveniente dal Mio Spirito che scorre attraverso di te. Non è in questo modo che voglio
vederti vivere! Rimani in contatto con Me, persino nei periodi più densi di attività. Lascia
che il Mio Spirito ti comunichi parole di grazia mentre tu vivi nella luce della Mia pace."

Filippesi 4.6-7; Giovanni 7.38; Efesini 5.18-20

21 novembre 2019

"RingraziaMi nel corso della giornata per la Mia presenza e la Mia pace.
Questi sono doni di dimensione assolutamente soprannaturali.
Dalla Risurrezione, ho sempre rassicurato i Miei discepoli dicendo loro: “La pace sia con
voi” e “Ecco, io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo”.
Sii attento mentre ti offro una misura piena della Mia pace e della Mia presenza.
Il modo migliore per ricevere questi doni gloriosi, è ringraziarMi nel riceverli.
Non lasciar passare troppo tempo per ringraziarMi e lodarMi.
Ti ho creato prima di tutto affinché mi dessi gloria.
La riconoscenza e la lode ti mettono in un’adeguata relazione con Me; attirano le Mie ricche
benedizioni, riversandole su di te.
RingraziaMi per la Mia presenza e la Mia pace, e possiederai i Miei doni più preziosi."

Luca 24, 36; Matteo 28, 20; Ebrei 13, 15

24 novembre 2019

"La gratitudine lenisce l'afflizione nell'avversità.


È la ragione per cui Io ti insegno a ringraziarMi per tutto.
Vi è una componente misteriosa che gioca nello scambio: tu mi doni la lode
(indipendentemente dai tuoi sentimenti) e Io ti dono la Mia gioia (indipendentemente dalle
circostanze che vivi).
Si tratta di un atto spirituale di obbedienza e, talvolta, di obbedienza cieca.
Agli occhi di coloro che non Mi conoscono intimamente può sembrare irrazionale,  se non
impossibile, ringraziarMi nelle prove più strazianti. Tuttavia, coloro che sono obbedienti in
questo modo sono costantemente benedetti, anche quando le difficoltà perdurano.
La riconoscenza apre il tuo cuore alla Mia presenza e il tuo spirito ai Miei pensieri.
Tu puoi essere sempre nello stesso luogo,  nelle stesse circostanze,  ma è come se una
luce si fosse accesa e ti permettesse di considerare la situazione dalla Mia prospettiva.
È questa luce della Mia presenza a lenire l'afflizione causata dall'avversità."

Efesini 5.20; Salmi 118,1; 89.16

30 novembre 2019

"I problemi fanno parte dell’esistenza.


Non possiamo scappare: sono legati alla stessa matrice di questo mondo segnato dal
peccato.
Hai la tendenza ad entrare troppo velocemente nella modalità “risoluzione dei problemi”,
per agire come se avessi il potere di risolvere tutto.
E’ una reazione automatica, così istintiva che supera la tua consapevolezza.
Questa abitudine non è solo frustrante per te, ma ti allontana da Me.
Il tuo risolvere i problemi non diventi la tua priorità.
La tua capacità di correggere ciò che è sbagliato nel mondo è così limitata!
Non ti far carico delle responsabilità che non ti riguardano.
ParlaMi di tutto ciò che hai in mente e scopri quali sono le Mie opinioni al riguardo.
Anziché provare a risolvere tutto, chiediMi di mostrarti ciò che è veramente importante.
Ricordati che sei diretto verso il Cielo e lascia che i tuoi problemi svaniscano alla luce
dell’eternità."

Salmo 32,8; Luca 10,41-42; Filippesi 3,20-21

18 marzo 2020

"Fidati di Me ogni giorno : questo atteggiamento ti tiene vicino a Me e ti rende sensibile alla
Mia volontà. La fiducia non è data per scontata, specialmente in coloro che sono stati
profondamente feriti.
Il Mio Spirito in te ti fa da guida: ti aiuta ad adottare questo atteggiamento soprannaturale.
Sottomettiti ai Suoi impulsi delicati, sii sensibile alle Sue direttive. Esercita la tua volontà
nel fidarti di Me in ogni circostanza. Non permettere che il tuo bisogno di capire tutto ti
distragga e ti allontani dalla Mia presenza. Ti equipaggerò in modo che tu possa
attraversare questa giornata in modo vittorioso, in una profonda dipendenza da Me. _Non
preoccuparti dunque del domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso._
Giorno dopo giorno, fidati di Me."

Salmo 84.13; Matteo 6.34

ATTO DI CONSACRAZIONE E DI AFFIDAMENTO DELL'ITALIA A SAN GIUSEPPE


San Giuseppe, sposo di Maria Santissima, Madre di Gesù e Madre dell'umanità, che ha
voluto la nostra Italia disseminata dei suoi santuari, e che sempre ha guardato ad essa con
lo stesso amore di predilezione con cui l'ha guardata Gesù, che volle la sede stabile del
suo Vicario in terra, il Papa:
a te, oggi, noi consacriamo e affidiamo questa amata Italia e la sue famiglie.

Custodiscila, difendila, proteggila!


sia pura la fede;
siano santi i Pastori;
siano copiose le vocazioni;
sia sacra e difesa la vita;
siano sani i costumi;
siano ordinate le famiglie;
sia cristiana la scuola;
siano illuminati i governanti;
regni ovunque amore, giustizia e pace.

Custodisci, difendi, proteggi, o provvido Custode della Divina Famiglia, i nostri giovani,
speranza di un mondo migliore, e gli anziani, radici della nostra fede e maestri di vita.
Ottienici con la tua potente intercessione, unita a quella della tua Santissima Sposa, uomini
nuovi che abbiano il coraggio di abrogare le inique leggi contro Dio e contro l’uomo,
ereditate da un triste ed oscuro passato.
Con la tua protezione, o San Giuseppe, continui l'Italia ad essere centro vivo di civiltà
cristiana, faro di luce evangelica a tutto il mondo, terra di santi per la gloria del Padre
Celeste e per la salvezza di tutti gli uomini.
E, come un tempo scampasti dalla morte la minacciata vita del Bambino Gesù, così difendi
la Santa Chiesa di Dio e la fede delle nostre famiglie da tutte le oscure insidie del male.
Gesù, Giuseppe e Maria, benedite, proteggete, salvate l'Italia! Ritorni con il vostro aiuto e
"per la vostra intercessione" a spalancare le porte a Cristo.
Amen.

(Don Stefano Lamera, 1912-1997, apostolo delle famiglie.)

20 marzo 2020

"RingraziaMi per il dono glorioso del Mio Spirito.


È come attivare energicamente la pompa di un pozzo : quando Mi offri un sacrificio di lode,
qualsiasi siano i tuoi sentimenti, il Mio Spirito si mette a operare in te più liberamente,
accrescendo in te la riconoscenza e la libertà fino a farti scoppiare di gratitudine.
Ogni giorno ti ricopro di benedizioni, ma talvolta non te ne rendi conto. Quando la tua
mente è fissata sul negativo, non vedi più nient'altro, tantomeno la Mia persona e i Miei
doni.
Mediante un atto di fede, ringraziaMi per tutto quello che ti preoccupa. Questo
atteggiamento farà saltare i tuoi blocchi e ti permetterà di trovarMi."

2 Corinzi 3.17; 5.5;  Salmo 50.14

21 marzo 2020

"Abbi fiducia in Me e non avere più paura, poiché Io sono la tua forza e il soggetto della tua
lode. 
Sono la tua forza : pensa  cosa significa... Ho chiamato l'universo  all'esistenza, e questo
vuol dire che il Mio potere è assolutamente illimitato! 
Le debolezze umane, quando Mi vengono affidate, diventano come magneti che attirano la
Mia potenza verso i vostri bisogni.
Tuttavia, la paura può bloccarne il flusso. Invece di cercare di combatterla, concentrati
piuttosto sulla fiducia che puoi riporre in Me. 
Quando conti davvero su di Me, non c'è limite alla forza che posso darti.
Ricordati che sono allo stesso tempo il soggetto delle tue lodi, sono il tuo canto.  Desidero
vederti provare la stessa gioia che provo Io e vederti vivere nella piena consapevolezza
della Mia presenza.
Rallegrati di questo viaggio al Mio fianco verso il Cielo, unisciti a Me e fa risuonare il Mio
canto."

Isaia 12,2-55; Salmo21,7


23 marzo 2020

"Sono il Dio del dettaglio nascosto e della sovrabbondanza nel dono. 


Affidami totalmente tutto ciò che ti necessita nella vita e vedrai con quale precisione
risponderò alle tue richieste. 
Mi piace ascoltare le tue preghiere. Dunque non esitare a farMi sapere le tue richieste.  Più
richieste mi fai, più risposte puoi ricevere.  E la tua fede si rafforzerà quando scoprirai con
quanta attenzione rispondo a preghiere specifiche. 
Sono infinito in tutte le Mie vie.  Non dovresti quindi temere che Mi manchino le risorse. 
L'abbondanza è ciò che sono.  Vieni da Me nella gioiosa speranza di ricevere tutto ciò di
cui hai bisogno, e talvolta molto di più! 
Per Me è un piacere riversare le Mie benedizioni sui Miei figli amati.  Vieni da Me con le
mani e il cuore aperti, pronto a ricevere tutto ciò che ho in serbo per te." 

Salmo 36,8-10;  132,15;  Giovanni 6.12-13

25 marzo 2020

"Lascia che la gratitudine permei ogni tuo pensiero.  Un atteggiamento di riconoscenza ti


tiene in contatto con Me.
Detesto quando i miei figli si lamentano e quindi semplicemente disprezzano la Mia
sovranità.  La gratitudine preserva da questo peccato. Inoltre, può diventare il punto di vista
dal quale percepisci la vita.  Ti permette di vedere la luce della Mia presenza illuminare
tutte le tue circostanze.  Coltiva un cuore grato: Mi dà gloria e ti riempie di gioia."

1 Corinzi I0.10; Ebrei 12: 28-29

26 marzo 2020

"Guardare a Me significa indirizzare la tua attenzione su di Me, in un'attesa piena di


speranza di ciò che realizzerò. 
Ciò implica che tu debba fidarti di Me con tutte le tue forze, invece di cercare di controllare
tutto da solo/a. 
Vivere contando su di Me ogni giorno e per tutto il giorno : è così che avevo stabilito che tu
trascorressi la tua esistenza.  Ti ho concepito/a in modo che tu fossi sempre consapevole
della Mia presenza nelle tue attività quotidiane. 
Ho promesso copiose benedizioni a coloro che guardano a Me : una  forza rinnovata, la
possibilità di vivere senza essere influenzato/a dalle circostanze, una speranza ravvivata, la
consapevolezza della Mia  presenza costante. 
Guardare a Me ti permette di renderMi gloria vivendo in Mia profonda dipendenza,
mostrandoti disposto a compiere la Mia volontà.  Un simile atteggiamento ti aiuta a gioire
della nostra relazione.  Vi è una gioia piena alla Mia presenza."

Lamentazioni 3.24-26;  Isaia 40.31;  Salmo 16.11

28 marzo 2020

"Io sono un Dio che dà, dà di nuovo e dà ancora. 


Quando sono morto sulla croce per te, non ho trattenuto nulla : ho offerto la Mia vita in
sacrificio. 
Poiché il dare è parte integrante della Mia natura, cerco persone capaci di ricevere
pienamente. 
Per aumentare il tuo grado di intimità con Me, i due requisiti di cui hai più bisogno sono la
ricettività e l'attenzione. 
La ricettività consiste nell'aprire il tuo essere interiore alle Mie abbondanti ricchezze. 
L'attenzione è concentrarti su di Me, cercandoMi in ogni momento. 
Ti è possibile rimanere saldo nella  tua volontà nei Miei confronti, come scrisse il profeta
Isaia.  Quando Mi concedi davvero la tua attenzione, ti disponi a ricevere un dono glorioso:
la Mia pace perfetta." 

Filippesi 2.17; Marco 10.15; Isaia 26.3

30 marzo 2020

"Mi prendo cura di te. 


Fidati di Me in ogni momento, conta su di Me in ogni istante. Confida in Me con tutto il tuo cuore. 
Quando sei preoccupato/a e tutto sembra andare storto, puoi sempre dire queste cinque parole:
"Mi fido di te, Gesù".  Così fai passare le cose completamente sotto il Mio controllo e ritorni nella
sicurezza delle Mie braccia eterne. 
Prima ancora che ti alzi la mattina, ho programmato gli eventi della tua giornata.  Ogni giorno offre
diverse opportunità per imparare a camminare nelle Mie vie e a crescere nella Mia intimità. 
I segni della Mia presenza marcano persino il percorso dei giorni dettati dalla routine.  Puoi
individuarli quando hai occhi che Mi vedono davvero. 
CercaMi come si cerca un tesoro nascosto.  Mi lascerò trovare da te." 

Proverbi 3.5;  Deuteronomio 33:27;  Geremia 29.13-14

31 marzo 2020

" _Gustate e vedete com'è buono il Signore!_


Più farai esperienza della Mia intimità, più sarai convinto della Mia bontà. 
Sono vivo, ti vedo e desidero ardentemente far parte della tua vita. 
Ti alleno per trovarMi a ogni  istante e per essere un canale del Mio amore. 
Le Mie benedizioni ti arrivano a volte, in modo misterioso, attraverso la sofferenza e la pena.  In
quei momenti, potrai vedere la Mia bontà solo attraverso la tua fiducia in Me.  Non capirai tutto, ma
la fiducia ti terrà vicino a Me. 
RingraziaMi per la pace, questo dono così immenso di cui non sei in grado di misurarne la
profondità o la larghezza.
Quando sono apparso ai Miei discepoli dopo la risurrezione, la pace è ciò che ho comunicato loro
in primo luogo.  Sapevo che era quello di cui avevano più bisogno per placare le loro paure e per
fare chiarezza nei loro pensieri. 
Anche a te do la Mia pace, perché conosco le tue preoccupazioni.  AscoltaMi!  Disattiva le altre
voci in modo che tu possa sentirMi più chiaramente. 
Ti ho creato per rimanere nella pace ogni giorno e per tutto il giorno.  Vieni più vicino a Me, ricevi la
Mia pace.
" Salmo 34,9;  Genesi 16.13-14;  Giovanni 20:19;  Colossesi 3.15
1 aprile 2020

"Ti invito a rimanere in costante comunione con Me.


Imparare a vivere al di sopra delle circostanze, anche nel mezzo del caos della tua esistenza fa
parte del tuo allenamento di base.
Vorresti un ritmo di vita  più pacifico perché la tua comunicazione con Me possa essere
ininterrotta, ma ti lancio una sfida : quella di abbandonare l'illusione di un mondo perfetto.
Accetta ogni giorno come viene e trovaMi in mezzo ad esso, dentro ogni situazione.
ParlaMi di ogni aspetto della tua vita, compresi i tuoi sentimenti. Ricorda che non devi mirare a
controllare o a sistemare tutto ciò che ti circonda, ma a rimanere in contatto con Me.
Una giornata di successo è quella durante la quale sei rimasto/a in contatto con Me, anche se alla
fine c'è ancora molto da fare. Non lasciare che la tua lista (scritta o mentale) di compiti diventi un
idolo che dirige la tua vita. 
Chiedi al Mio Spirito di guidarti passo dopo passo. Ti manterrà vicino a Me."

1 Tessalonicesi 5.17; Proverbi 3.6

2 aprile 2020

"Ho promesso di provvedere a tutti i tuoi bisogni secondo la Mia ricchezza, con gloria.
Il tuo bisogno più profondo e costante è quello della Mia pace.  L'ho piantato nel giardino del tuo
cuore, dove abito anch'Io.  Ma ci sono anche erbacce che crescono lì: l'orgoglio, l'inquietudine,
l'egoismo e l'incredulità.  Io sono il giardiniere e sto lavorando per liberare il tuo cuore da queste
erbacce.  Realizzo il Mio lavoro in diversi modi.  Quando sei seduto/a tranquillamente in Mia
compagnia, faccio risplendere la luce della Mia presenza direttamente nel tuo cuore.  In questa
luce celeste, la pace cresce abbondantemente e le erbacce avvizziscono. 
Ti mando anche delle prove.  Quando ti fidi di Me in mezzo al tumulto, la pace fiorisce e le erbacce
muoiono. 
RingraziaMi per le situazioni sofferte : la pace che sopravviene in te supera, al di là di ogni misura,
le difficoltà che affronti."

Filippesi 4.19;  2 Corinzi 4.17

3 aprile 2020

"In Me, tu hai tutto. In Me tu fiorisci.


Nell'ambito della tua esperienza di vita, la tua capacità di conoscerMi intimamente aumenta
quando posso rimuovere i detriti e il disordine che si sono accumulati nel tuo cuore.
Più tu Mi desideri, più gli altri desideri perdono gradualmente la loro forza.
Poiché Io sono infinito ma anche molto accessibile a te, il desiderarMi più di ogni altra cosa è il
modo migliore in cui puoi vivere.
Non esiste un tuo bisogno che Io non riesca a colmare, è impossibile. Dopo tutto, sono stato Io a
crearti, con tutto ciò che sei.
Il mondo obbedisce a un Mio schiocco di dita o a una Mia sola occhiata, anche se spesso hai
l'impressione che sia il contrario. Non lasciarti ingannare dalle apparenze. Le realtà visibili sono
fugaci mentre l'invisibile è eterno."

Efesini 3.20; 2 Corinzi 4.18


Padre Giovanni Taulero racconta che dopo aver pregato per molti anni il Signore, chiedendogli di
mandargli chi gli insegnasse la vera vita spirituale, un giorno udì una voce che gli disse " va' in
quella Chiesa, e troverai la tua risposta".
Il padre andò in quella Chiesa, e sulla porta trovò un mendicante, scalzo e tutto lacero.
Lo salutò dicendogli "Buon giorno, amico".
Il povero rispose "signor maestro, io non mi ricordo giammai d'aver avuto un giorno cattivo!"
Il padre replicò "Iddio vi dia una vita felice!". Al che il mendicante rispose "ma io non sono stato
mai infelice! Udite, padre mio: non a caso io ho detto di non aver avuto nessun giorno cattivo,
perché quando ho fame, io lodo Dio. Quando scende la neve o la pioggia, io lo benedico. Se
qualcuno mi disprezza, mi scaccia, se provo altra miseria... Io sempre ne dò gloria al mio Dio. Ho
detto poi che non sono mai stato mai infelice, e ciò è vero, poiché io sono abituato a volere tutto
ciò che vuole Dio, senza riserva; perciò tutto quello che mi succede, o di dolce o di amaro, io lo
ricevo dalla Sua mano con gioia, come il meglio per me, e questa è la mia felicità".
"Ma se mai" - disse padre Taulero - "...Dio vi volesse dannato, voi che direste?"
"Se Dio ciò volesse" - rispose il mendicante - "io con umiltà e con amore abbraccerei il mio Signore
e lo stringerei così forte, che se Egli volesse mandarmi all'inferno sarebbe costretto a venire con
me, e così poi mi sarebbe più dolce essere con Lui nell'inferno, che possedere senza di Lui tutte le
delizie del cielo!"
"Voi chi siete?" - chiese il padre.
Ed il povero "io sono re!"
"E dove sta il tuo regno?"
"Sta nell'anima mia, dove io tengo tutto ordinato... Le passioni ubbidiscono alla ragione e la
ragione ubbidisce a Dio”. Finalmente il padre Taulero gli domandò che cosa l'aveva condotto a
tanta perfezione.
"È stato" - rispose - "il silenzio... ho taciuto con gli uomini per parlare con Dio; ed è nell'unione col
mio Signore, che ho trovato e trovo tutta la mia pace".       

7 aprile 2020

" Io sono il vasaio, tu sei l'argilla. Ti ho concepito/a ancora prima della creazione del mondo. 
Ogni giorno, organizzo gli eventi in modo che ti portino gradualmente alla forma del modello da Me
desiderato.  Il Mio amore eterno è all'opera in ogni ambito della tua esistenza.
Ci sono giorni in cui la tua volontà e la Mia si uniscono armoniosamente e tendi a pensare di
essere tu a controllare la tua vita.  Altri giorni, hai l'impressione di nuotare contro corrente, contro
la Mia volontà. 
Quando hai quell'impressione, fermati e cerca il Mio volto. 
L'opposizione che senti può venire da Me, ma può anche venire dal diavolo. 
RendiMi parte di cosa stai vivendo.  Lascia che il mio Spirito ti guidi nelle acque agitate.  Mentre
ogni cosa si evolve nella turbolenza della Mia corrente, lascia che le circostanze ti modellino e ti
facciano la persona che desidero.  Di' di sì al divino vasaio durante questa giornata. "

Isaia 64,7; Salmo 27,8