Sei sulla pagina 1di 1

Caro mio marito, Amadeo,

oggi festeggiamo 4 anni da quando tu mi sopporti... e da qundo io ti faccio la vita più frenetica, più rumorosa, più di quello
che tu sei abituato... anche se non simamo stati sempre troppo vicino uno ad altro come una coppia normale, tutti i due
sappiamo che siamo diversi dagli altri... e lo spero che diversi in senso buono.
Fin’ora non ho avuto mai una relazione che durasse cosi a lungo... 4 ani. Ti ringrazio tanto per la tua pazienza ed amore
(sempre ben nascosto) e che hai preso cura di me ... sin dal primo giorno (acnhe alla mia insaputa).
Lo so che dici sempre e anche lo pensi, che sono ancora una bambina, ma ti assicuro che mi sono cambiata tanto (in bene) da
quando ti ho conosciuto. Tu sempre mi hai voluto bene e provavi a dimostrarla, solo che ci ha voluto un bel pò per capirolo
io.
Oggi, 9 luglio 2020, è una data che non sognavo neanche di arrivare a vivere, sotto lo stesso tetto con te, e di amarti ancora
come nel primo giorno. Io ti dico sempre che il mio amore è cieco perchè vorrei essere molto più invadente e amorosa nel
“tuo spazio”, ma con il tempo ho capito che non ti possso cambiare, e comunque va bene così.
Ma ho capito anche che sotto la tua maschera di un uomo forte e “autorevole”, che tu ci tieni a me, che mi vuoi bene, e che
mi fai capire solo in casi estremi!!
Questo anno, per il nostro secondo anniversario, io ti regalo una pianta di cactus, perché simbolizza la pianta della fedeltà e
del sentimento duraturo, perseverenza ed eternità.

Tra le tue braccia

C’è un posto nel mondo dove il cuore batte forte,


e rimani senza fiato per quanta emozione provi;
dove il tempo si ferma e non hai più l’età;
quel posto è tra le tue braccia in cui non invecchia il cuore,
mentre la mente non smette mai di sognare.
Da lì fuggir non potrò poiché la fantasia d’incanto risente
il nostro calore e non permetterò mai ch’io possa rinunciare
a chi d’amor mi sa far volare.

Alda Merini

Con tanta affezione e amore, la tua cara moglie, Anna :)