Sei sulla pagina 1di 2

6 Lunedì 20 Aprile 2020 Corriere della Sera

Primo piano L’emergenza sanitaria

L’INCHIESTA
La prima direttiva
del ministero?
Un mese dopo
l’arrivo del virus ● La parola
LOCKDOWN
di Monica Guerzoni di Natale sono appena finite, ne, però hanno ancora febbre Dall’inglese: isolamento. È Nelle settimane seguenti, il
Marco Imarisio ma il numero di persone in fi- e una strana tosse. Faticano a il protocollo di emergenza dottor Poidomani chiama al-
● Taccuino dal virus Simona Ravizza
e Fiorenza Sarzanini
la è inusuale. Lui le conosce
tutte. È l’unico medico di base
respirare. A ognuno prescrive
una radiografia al torace e il
applicato da molti governi
durante la pandemia di
cuni suoi colleghi dei paesi vi-
cini. «Anche voi...». Anche lo-
L’esperimento a Cividate al Piano, cinquemi- responso è sempre uguale. Covid-19 per evitare la dif- ro. A metà febbraio decidono

A
la abitanti sulla riva destra del Complicazione da polmonite, fusione della malattia, di scrivere all’Azienda di tute-
sociale lle dieci del mattino fiume Oglio, 25 chilometri da con marcati addensamenti in- bloccando lo spostamento la della salute della provincia
di martedì 7 gennaio, Bergamo. I primi 5 pazienti terstiziali. Quel giorno, su 50 dei cittadini dentro di Bergamo. Non sarebbe il
degliadolescenti Pietro Poidomani hanno lo stesso problema. So- visite, dodici sono per gli stes- i confini nazionali e gli caso di dare un’occhiata a tut-
chiusiincasa riapre il suo ambula-
torio in via Trieste. Le vacanze
no anziani che lui ha già vacci-
nato per l’influenza di stagio-
si sintomi. Il giorno dopo, an-
cora. E poi ancora.
ingressi dagli altri Paesi te le radiografie toraciche fat-
te dal 25 dicembre in poi?
Non otterranno mai risposta.
di Antonio Polito «Già verificando i dati, avrem-
mo potuto salvare qualche vi-
ta», racconta Poidomani. «Ma

D ove sono finiti gli


adolescenti? Quelli
della movida, che si
vedevano a Campo de’
fiori a Roma, a Sant’Am-
nessuno si è posto la doman-
da giusta. E così siamo arrivati
al momento cruciale a mani
nude, senza attrezzature, sen-
za bombole ad ossigeno».
brogio a Milano, nei
baretti di Chiaia a Napoli,
e ora non si vedono più? Polmoniti insolite
Quelli che la discoteca il La grande paura era comin-
sabato sera, adesso chiusi ciata in ritardo. La prima con-
in casa? Quelli del gruppo, vocazione della task force cre-
della gang, del branco, che ata al ministero della Salute
sembravano fatti per pen- risale al 22 gennaio 2020,
sare e agire insieme, ri- quando viene promulgata
masti inesorabilmente soli una circolare che prescrive il
a causa del distanziamen- tampone in caso di polmoniti
to sociale? E quelli dello insolite. «Senza tener conto
shottino, dello spinello, del luogo di residenza o storia
dello sballo? Dove trovano di viaggio, anche se è stata
adesso i palliativi al male identificata un’altra eziologia
di vivere della loro età? che spiega pienamente la si-
Non si hanno più notizie tuazione clinica». Cinque
dei teenager italiani dal giorni dopo, nuova circolare,
primo weekend di marzo, dalla quale questa frase spari-
quando in mezzo al guado sce. Controlli solo su chi arri-
tra chiusura parziale e va da Wuhan o ha avuto con-
totale finirono per riempi- tatti recenti con la Cina. Ma la
re indifferenti pub e sera del 30 gennaio i tg apro-
piazzette, consigliando no tutti con la stessa notizia.
così il più rigido lock- «Virus, colpita l’Italia». «L’al-
down. Ce li descrivemmo larme dell’Oms». Sui quoti-
come delle bombe diani vengono anticipati i
potenziali per i loro nonni. provvedimenti che il governo
Poi si è scoperto che i si appresta a prendere: di-
nonni sono morti per lo c h i a r a z i o n e d e l l o s t a to
più nelle case di cura e di d’emergenza e blocco dei voli
riposo, poco frequentate con la Cina. Il decreto che
dai nipoti. Ma di loro non cambia tutto arriva il giorno
abbiamo saputo più nulla. seguente, 31 gennaio. «Si ri-
E pensare che fino al virus tiene necessario provvedere
venivano considerati la tempestivamente a porre in
prima emergenza sociale e essere tutte le iniziative di ca-
culturale del Paese. Delle rattere straordinario...». Man-
due l’una: o il ritrovarsi cano però le istruzioni per
delle famiglie ha disin- l’uso. C’è uno stato d’emer-
nescato la loro carica di genza, ma non un piano
azione e ribellione; oppu- d’emergenza. Come si devono
re la stanno facendo comportare gli ospedali, le re-
esplodere in famiglia. È in gioni? Il primo febbraio, un
corso un grande esperi- noto primario milanese scrive
mento sociale. I genitori nella chat dei suoi medici.
dovrebbero raccontarci «Con quel provvedimento
come sta andando. hanno costruito una bella ca-
© RIPRODUZIONE RISERVATA sa. Peccato che si siano di-
menticati di farci il tetto». Si
Corriere della Sera Lunedì 20 Aprile 2020
PRIMO PIANO 7
#

IlbloccodeivolidallaCinasenzacontrollisuchiarrivavaviascalo,lacampagnaperriaprirelecittàainiziomarzo
Poiledivisionialgoverno,conilministrodellaSaluteSperanzadecisoadifenderelalineadura
Eccolalungaseriedierrori,omissioniesottovalutazionichehaaccompagnatoquestimesidiemergenza

Mascherina
Un’operatrice
sanitaria
indossa visiera
e mascherina
nel reparto
di terapia
intensiva
dell’Istituto
clinico
Casalpalocco
a Roma.
La struttura
è stata
convertita per
l’emergenza
coronavirus
dopo lo scoppio
dell’epidemia
(LaPresse/
Cecilia Fabiano)

rivelerà una profezia. fare fronte all’epidemia, se Andrea Urbani. Accoglie le ri- pia intensiva e del 100% in lo». Il 27 febbraio il sindaco
A due mesi dall’inizio di mai arriverà. È già arrivata, chieste del Comitato tecnico- quelle di pneumologia e ma- Giuseppe Sala lancia la cam-
questa tragedia, che per noi è purtroppo. scientifico (Cts) secondo cui è lattie infettive». Sei giorni do- pagna #Milanononsiferma,
cominciata alle 00.45 del 21 Corriere.it «necessario che nel minor po il commissario Angelo seguito a Bergamo da Giorgio
febbraio, quando l’Ansa ha tempo possibile» sia attivato Borrelli firma l’accordo con la Gori. Salvini in un video chie-
battuto la notizia del primo
Leggi tutte
le notizie Un mese di vuoto nelle strutture pubbliche e società Siare per la fornitura de di «riaprire tutto», invitan-
paziente positivo al coronavi- sul coronavirus Il primo documento governa- private un modello di coope- di ventilatori meccanici, fon- do i turisti stranieri a visitare
rus dopo il ricovero all’ospe- e gli ultimi tivo che spiega come muover- razione «coordinato a livello damentali per le terapie in- il Paese più bello del mondo,
dale di Codogno, il famoso aggiornamenti si e cosa fare è del primo mar- nazionale per un incremento tensive. Cosa è successo in mentre il segretario del Pd Ni-
Mattia, che non veniva dalla sul sito online zo, un mese dopo. Lo firma il delle disponibilità di posti let- questo mese di limbo, tra il cola Zingaretti fa un aperitivo
Cina e quindi per giorni non del «Corriere» direttore generale della Salute to del 50% nelle unità di tera- primo e l’ultimo weekend di pubblico sui Navigli, che forse
fu sottoposto a tampone, è il febbraio?
caso di riavvolgere il nastro. Nel governo convi-
Per raccontare quella che, al I momenti vono opinioni di-
netto di colpe e responsabilità scordanti. Rober-
individuali, è la storia di una to Speranza è da
sottovalutazione collettiva, I voli dalla Cina Ritardi a rafforzare Mancato tampone subito per la linea
istituzionale e anche mediati- (con scalo) le terapie intensive al paziente 1 dura. Il 2 febbraio,
ca. Il decreto del 31 gennaio quando in Italia gli
contiene una falla logica. La unici malati sono i
scelta di bloccare i voli da e due cittadini cinesi
per la Cina non produce alcun ricoverati allo Spal-
risultato sulla tracciabilità del lanzani, in tv da Fabio
virus, perché chi doveva tor- Fazio il virologo Ro-
nare dalle zone contagiate lo berto Burioni afferma
farà comunque attraverso al- che da noi il rischio «è
tri scali, senza essere sottopo- pari a zero». Il ministro
sto a ulteriori controlli. Il pri- d e l l a S a l u te i n ve ce
mo passo è comunque meglio drammatizza: «Abbia-
del niente, o quasi, che segui- mo fatto scelte molto
rà a livello decisionale, tra sot- prudenziali, il Paese deve
tovalutazione e discutibili Il 31 gennaio il premier Il 28 febbraio gli esperti A Mattia, il Paziente 1 di essere pronto». Per Spe- 1 marzo 2020
slanci di generosità. Conte istituisce il blocco divulgano per la prima volta Codogno, il tampone viene ranza, «chiudere tutto» sarà il La circolare del ministero
Alle 14.50 del 15 febbraio del traffico aereo da e per la le stime della curva epide- fatto intorno alle 16 del 20 mantra ripetuto in ogni Con- che chiede l’aumento
decolla dalla base di pronto Cina: tuttavia cinque aerei, mica che mostrano l’indice febbraio, 36 ore dopo il suo siglio dei ministri, Conte inve- dei posti letto nelle rianimazioni
intervento Unhrd delle Nazio- che erano già in rotta, Ro superiore a 2 (è l’indice di ricovero. Non era di ritorno ce non è convinto. A marzo,
ni unite di Brindisi un volo di- atterrano comunque. E contagiosità del virus). «Se dalla Cina, e le linee guida quando la curva dei contagi si
retto a Pechino, organizzato continuano ad arrivare lo la situazione dovesse allar- ministeriali del 27 gennaio impenna, resiste per giorni gli costa il contagio. Il 28, gli
dal ministero degli Esteri. A stesso quelli che fanno scalo garsi, il rischio — si legge nel prevedevano controlli solo alle pressioni dei governatori esperti della Regione mostra-
bordo ci sono anche due ton- in altri Paesi europei prima documento — è di default per chi aveva avuto legami del Nord. Salvini, che in que- no per la prima volta a Fonta-
nellate di materiale sanitario, di atterrare in Italia del sistema ospedaliero» con la Cina sta crisi cambierà diverse vol- na le stime della curva epide-
regalo della Farnesina alla Ci- te rotta, chiede più coraggio. mica che in quei giorni pre-
na. Pochi giorni dopo, ma- Ma Conte non vuole cedere al senta un indice R0 di contagio
scherine e tute di protezione «ricatto» del centrodestra. La superiore a 2: «Se la situazio-
per gli operatori sanitari si ri- Zingaretti beve Il video di Salvini Niente zona rossa linea di Palazzo Chigi è chiu- ne dovesse allargarsi, il ri-
veleranno introvabili nelle zo- l’aperitivo ai Navigli per riaprire tutto nella Bergamasca dere il Paese un passo alla vol- schio è di default dell’intero
ne più colpite della Lombar- ta, decreto dopo decreto. La sistema ospedaliero». Oggi
dia. strategia della gradualità si sembra surreale, ma l’Emilia-
Il decreto sull’emergenza, basa sulla convinzione che Romagna chiede di tenere
che segue le indicazioni del- solo un sentimento profondo aperti cinema e teatri e il Ve-
l’Oms, diventa una sorta di di paura diffusa potrà rendere neto vuole una deroga sulle
ombrello sotto al quale si può tollerabile una forma così se- terme.
riparare qualunque ammini- vera di reclusione sociale. L’8 marzo è una domenica
stratore che decida di non Nei momenti decisivi, di sole, bar e ristoranti aperti,
agire. I medici di tre grandi mentre si invoca l’unità nazio- tanta gente in giro. Lunedì 9
ospedali lombardi, Niguarda nale, le istituzioni avanzano marzo, dopo l’incontro con i
di Milano, Papa Giovanni XXI- in ordine sparso. Il 23 febbra- capi delle opposizioni, Conte
II di Bergamo, Sant’Anna di io il governatore Fontana e annuncia che l’Italia intera di-
Como, scrivono alle Ats di ri- Speranza firmano l’ordinanza venta zona rossa. Sono passati
ferimento chiedendo di veri- Il segretario del Partito Il leader della Lega Matteo A metà marzo è già chiaro che istituisce misure restritti- 38 giorni da quel 31 gennaio
ficare il numero di posti nelle democratico Nicola Salvini pubblica un video sui che la situazione della ve per la Lombardia. Lo stesso nel quale era stata dichiarata
terapie intensive della regio- Zingaretti prende un social per riaprire tutto Bergamasca sia giorno alle 18.30 nell’Aula Bia- l’emergenza sanitaria. Il dot-
ne. La sera del 21 febbraio a aperitivo pubblico sui Navigli quello che si può riaprire. drammatica: è la provincia gi di Palazzo Lombardia 500 tor Poidomani si è ammalato
Bergamo si tiene una riunio- a Milano per dare un Fuori dalla Lombardia la italiana che conta più morti sindaci della Regione chiedo- di Covid-19. Ricoverato il 2
ne dei medici ospedalieri del- segnale di ripresa. Dopo diffusione del virus non è e contagiati d’Italia. Eppure no deroghe per mercati, cen- marzo in terapia intensiva, ne
la provincia. All’ordine del pochi giorni risulterà anche percepita come un proble- non è considerata zona tri commerciali e attività è uscito il 13. Venerdì scorso, il
giorno c’è un’altra lettera da lui positivo al coronavirus e ma serio. L’Emilia chiede di rossa. Resteranno nell’im- sportive. La Lombardia cede doppio tampone ha dato esito
mandare all’Ats, per fare pre- sarà costretto a un lungo tenere aperti cinema e teatri maginario le scene del cortei dopo 72 ore, con una deroga: i negativo. Oggi tornerà al lavo-
sente che «date le attuali con- isolamento a casa e il Veneto le terme dei carri militari con le bare bar restano aperti anche dopo ro nel suo ambulatorio.
dizioni», non sono in grado di le 18 «se con il servizio al tavo- © RIPRODUZIONE RISERVATA