Sei sulla pagina 1di 2

VALANGHE

BOLLETTINO NR. DATA EMISSIONE VALIDITA' AGGIORNAMENTO SERVIZIO A CURA DI AMBITO


ARPA - Dipartimento Sistemi
39/2018 pag 1 /2 20/02/2018 13:00 24 ore 21/02/2018 16:00 Regione Piemonte
Previsionali

Pericolo valanghe del 21/02/2018


Attenzione a nuovi lastroni per deboli nevicate e intensificazione dei venti

Sui settori ovest e sud sono attese deboli precipitazioni, insieme ad una
generale intensificazione dei venti nordorientali. Ai residui lastroni ancora
presenti nelle localizzazioni in ombra dei pendii ripidi, alle quote oltre i
2200-2300m si aggiungeranno nuovi accumuli legati anche alla neve a
debole coesione ancora trasportabile. Occorre prestare attenzione in
prossimità di colli dossi e cambi di pendenza perché tali accumuli,
generalmente localizzati e di piccole dimensioni, possono essere sollecitati
già al passaggio del singolo sciatore. L'attività valanghiva spontanea è
limitata, con valanghe al più di piccole dimensioni legate alla neve
recente, dai versanti ripidi alle diverse esposizioni.

Dati previsti per il 21/02/2018


Quota neve (solo Vento a 2000 m slm
Settori
Zero Termico in caso di nevicate
alpini
previste) intensità dir.prev.
Nord 700-1200 300-500 debole NE
Ovest 600-1100 200-400 moderato NE
Sud 500-1000 200-600 forte NE

Pericolo valanghe del 22/02/2018 e tendenza giorni successivi.


Nuove nevicate su sud Piemonte, formazione di nuovi accumuli instabili

Nel corso della giornata sono attese nuove nevicate sui settori
meridionali, con valori maggiori su A. Liguri e A. Marittime orientali. In
relazione ai quantitativi previsti (fino a 20-40cm) e all'azione dei forti
venti da NE, è da attendersi la rapida formazione di nuovi lastroni,
suscettibili al distacco già con debole sovraccarico. Sui settori interessati
dalle nuove nevicate è attesa la ripresa di una modesta attività valanghiva
spontanea, con valanghe al più di piccole dimensioni legate alla neve
recente. Sui restanti settori il problema principale è ancora costituito dai
lastroni presenti sui pendii ripidi in ombra, alle quote oltre i 2200-2300m.
Occorre prestare attenzione in prossimità di creste, colli, imbocchi di
canali e cambi di pendenza perché tali accumuli, generalmente localizzati
e di piccole dimensioni, possono in alcuni casi essere sollecitati anche al
passaggio del singolo sciatore.

Dati previsti per il 22/02/2018


Quota neve (solo Vento a 2000 m slm
Settori
Zero Termico in caso di nevicate
alpini
previste) intensità dir.prev.
Nord 700-1000 300-500 debole NE
Ovest 600-900 300-600 moderato NE
Sud 500-1000 200-700 forte NE

Settori alpini dir.prev.:direzione dei venti


prevalente QRCODE
Nord Ossola e Biellese
Aumento/diminuizione VIDEO VALANGHE
Ovest da Valchiusella a Valle Varaita
del pericolo
Sud da Valle Maira a Valle Tanaro
Scala europea del pericolo valanghe
Il video è pubblicato
5-molto forte 4-forte 3-marcato 2-moderato 1-debole no neve
il venerdì
http://goo.gl/ZUkXG0

Maggiori dettagli all'indirizzo http://www.arpa.piemonte.it/rischinaturali www.arpa.piemonte.it


VALANGHE - APPROFONDIMENTI
BOLLETTINO NR. DATA EMISSIONE VALIDITA' AGGIORNAMENTO SERVIZIO A CURA DI AMBITO
ARPA - Dipartimento Sistemi
39/2018 pag 2 /2 20/02/2018 13:00 24 ore 21/02/2018 16:00 Regione Piemonte
Previsionali

Approfondimenti meteo-nivologici aggiornamento del 19/02/2018

A partire da sabato mattina deboli precipitazioni hanno interessato l’arco alpino con quota neve inizialmente sui
1400-1500m, in abbassamento domenica quando sono state registrare ulteriori deboli precipitazioni sulle zone
Innevamento

prealpine. I quantitativi totali di nuova neve registrati sono pari a 5-10cm da A. Lepontine a A. Cozie sud, con valori
massimi locali fino a 15cm. Sui settori alpini meridionali i valori registrati sono stati inferiori (fino a massimo 5cm) e
sono state registrate nevicate a quote inferiori a causa dell’inversione delle temperature nei bassi strati dell’
atmosfera. Le nevicate sono state accompagnate da venti moderati settentrionali in attenuazione nella giornata di
domenica. L’innevamento sull’intera regione risulta buono, con valori di neve al suolo decisamente sopra la media
del periodo nei settori settentrionali ed occidentali.

Nella giornata di venerdì, in seguito al rialzo dello zero termico, è stata segnalata una significativa la ripresa dell’
attività valanghiva spontanea, con diverse valanghe di piccole dimensioni, di neve umida al di sotto dei 2200m, in
Manto nevoso

particolare dai versanti orientali e meridionali. Da sabato il ritorno dello zero termico su valori nella media
stagionale determina un progressivo consolidamento del manto nevoso, in particolare sui versanti al sole. Nelle
localizzazioni all’ombra, alle quote oltre i 2200-2500m in prossimità di colli, dossi e cambi di pendenza permangono
locali lastroni instabili, più diffusi sui settori di confine, che non legano col manto nevoso preesistente (presenza di
brina, neve pallottolare) e possono essere sollecitati già al passaggio del singolo sciatore. Nelle stesse localizzazioni
sono ancora presenti strati deboli interni soggetti ad una buona propagazione della frattura, sollecitabili solo con
forte sovraccarico, che possono dare origine a valanghe anche di medie dimensioni.

Temperatura Aria [°C] il 18 febbraio 2018


Settori
1500m 2000m 2500m
alpini
Min Max Min Max Min Max
Lepontine -14 9 -9 3 -19 0
Pennine -6 10 -8 3 -12 2
Graie -11 9 -12 2 -13 2
Cozie N -5 7 -13 5 -12 -3
Cozie S -3 7 -9 4
Marittime -7 7 -9 3 -13 -2
Liguri -4 7

HS [cm] - ore 8:00 HN [cm] - ore 8:00 HN3gg [cm] h 8:00 Ultima nevicata
Settori 19 febbraio 2018 19 febbraio 2018 al 19 febbraio 2018 >= 10cm
alpini 2000 m 2500 m 2000 m 2500 m
Quota
2000 m 2500 m Data
Quota
neve minima
Lepontine 170-280 265-285 0-0 0-0 0-0 0-5 16-feb 1200
Pennine 170-220 175-195 0-0 0-5 1200 0-0 0-5 16-feb 1600
Graie 75-145 95-265 0-0 0-0 1200 0-5 0-15 18-feb 1800
Cozie N 90-175 110-130 0-0 0-0 1600 5-10 5-5 07-feb 1400
Cozie S 15-120 90-115 0-0 0-0 0-5 5-15 18-feb 1800
Marittime 110-125 140-160 0-0 0-0 1000 0-0 5-5 10-feb 1600
Liguri 165-185 - 0-0 - 900 0-0 - 10-feb 900

HS - Neve al suolo: spessore manto nevoso misurato in piano Quota neve: quota inferiore media a cui le precipitazioni sono state nevose
HN - Neve fresca: spessore neve caduta nelle ultime 24h, misurata in
piano Quota minima: quota in cui sono stati misurati almeno 10cm durante
HN3gg: somma degli spessori di neve fresca degli ultimi 3 giorni, calcolati l'ultima nevicata
dalla data indicata

Maggiori dettagli all'indirizzo http://www.arpa.piemonte.it/rischinaturali www.arpa.piemonte.it