Sei sulla pagina 1di 1

Ahmed L’Ambulante

Mi- Do Mi- Re Mi-


Quaranta notti al gelo
Do Mi- Re
sotto un portico deserto
Sol Re Mi-
ho venduto orologi alle stelle
Do Mi- Re Mi-
Ashiwa dea della notte
Do Mi- Re
vieni a coprirmi d'oro
Sol Do
ho braccialetti finti
Re Sol
ed un anello per ogni mano
Do Re
ma nessuna moglie

La quarantunesima notte
vennero a cercarmi
pestaron gli orologi come conchiglie
Ashiwa dea della notte
fammi tornare a casa
avrò una valigia
piena di dolci e di cravatte
e rivedrò il mio villaggio

Così per divertirsi o forse


perché risposi male
mi spaccarono la testa con un bastone
Ashiwa dea della notte
lei venne a liberarmi
le mie tempie
lei baciò ed io guarii
e loro no, non la videro

Quaranta notti al gelo


sotto un portico deserto
ho venduto orologi alle stelle
Ashiwa dea della notte
vieni a coprirmi d'oro
ho braccialetti finti
ed un anello per ogni mano
ma nessuna moglie

Non sono morto al freddo


delle vostre città
ma su una grande pila d'ebano
e la mia gente ha cantato e ballato
per quaranta notti

www.lagrandefamiglia.it