Sei sulla pagina 1di 3

FORMAT PER LA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INDIVIDUALE

(programmazione per competenze obbligatoria per il biennio)

Ogni programmazione disciplinare individuale si inserisce nel percorso dell’offerta


formativa, educativa e didattica del nostro istituto, va dunque articolata in coerenza
con:
1. le linee guida definite nel PTOF (PECUP e OGPF)
2. le programmazioni per competenze per assi culturali
3. le programmazioni per competenze dei singoli dipartimenti
4. le programmazioni annuali di classe (obiettivi educativi e didattici trasversali).
Secondo il modello prospettato nel PTOF infatti la programmazione è coerente nelle
sue parti se è integrata e progressiva:

Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa si ispira al Profilo Educativo Culturale e


Professionale, che gli alunni devono raggiungere alla fine del ciclo di studi liceali, ed
agli Obiettivi Generali del Processo Formativo propri della scuola; la
programmazione di dipartimento definisce gli OSA delle diverse discipline; la
programmazione individuale del docente, a partire da questi punti di riferimento ed in
relazione ad essi, deve indicare gli Obiettivi Formativi che ogni professore intende
raggiungere, nella specificità della sua classe, attraverso il suo peculiare percorso di
lavoro, tenendo comunque in considerazione le programmazioni per assi , le
programmazioni di dipartimento e quella di classe.

LICEO STATALE
”G.GUACCI”

BENEVENTO
Liceo delle Scienze Umane Opzione Economico-Sociale - Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate
Liceo delle Scienze Umane - Liceo Linguistico - Liceo Musicale e Coreutico (Sezione Musicale)

PREMESSA

“La programmazione individuale disciplinare si inserisce nel quadro dell’offerta


formativa dell’Istituto.
 Si ispira al Profilo Educativo Culturale e Professionale, che gli alunni devono
raggiungere alla fine del ciclo di studi liceali, ed agli Obiettivi Generali del
Processo Formativo propri della scuola, entrambi definiti nel nostro Piano
Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF).

 Si inserisce nella linea della programmazione annuale definita dal


coordinatore di classe e ne condivide gli obiettivi educativi e didattici
trasversali.

 Fa riferimento agli Obiettivi Specifici di Apprendimento della disciplina,


definiti nella programmazione del dipartimento di ____________ per la
classe ______ (I,II,III.IV o V)

 Parte dai contenuti disciplinari minimi indicati nella programmazione del


dipartimento per integrarli, approfondirli e adattarli alla specificità della
classe.”
1. Presentazione della classe

2. Obiettivi formativi individuati dal docente (le vecchie finalità)

3. OSA. COMPETENZE-CONOSCENZE DISCIPLINARI-ABILITA’


specifici della classe in oggetto stabiliti nelle programmazioni di
dipartimento
4. Articolazione modulare dei contenuti che il docente intende affrontare
(che tenga conto dei nuclei tematici della disciplina definiti per classi nei
dipartimenti)

5. Indicazioni metodologiche

6. Eventuali attività didattiche curricolari o extracurricolari integrative

Criteri e tempistica delle verifiche (Per le classi del biennio, si effettueranno anche compiti di
realtà fornendo le relative rubriche di valutazione).

1. La griglia di valutazione adottata dal collegio e inserita nel PTOF, oltre a


specifiche griglie di valutazione per gli scritti o le interrogazioni orali
eventualmente stabilite nelle programmazioni di dipartimento

Benevento, lì 31/10/2018 Prof.


Coletta Saverio Filomeno

Potrebbero piacerti anche