Sei sulla pagina 1di 10

DISCORSO IN/DIRETTO

Discorso diretto Discorso indiretto

ora                                             allora

oggi                                             quel giorno

domani                                                 il giorno dopo; il giorno successivo; l'indomani

dopo domani due giorni dopo

ieri                                                           il giorno prima

adesso, ora allora

poco fa poco prima

fra poco, poco dopo

stamattina la mattina

giorno, settimana, mese... scorso(a) giorno, settimana, mese... precedente

stasera                                                 quella sera; la sera

qui, qua                                                    lì, là

Discorso diretto --> Verbo dichiarativo a un Discorso indiretto --> Concordanza dei tempi e dei
tempo passato modi

PRESENTE INDICATIVO IMPERFETTO INDICATIVO

Paola dichiarò: 'Sono felice di Paola dichiarò che era felice di incontrarli /


incontrarvi.'                  incontrarle.

IMPERFETTO INDICATIVO        <----- IMPERFETTO INDICATIVO : Voir 


Nessun cambiamento di tempo o di modo ---> REMARQUE  ci-dessous.

Paola chiese: 'Ma dove eravate?'    <--


Paola chiese dove erano.
imperfetto----------------imperfetto-->

PASSATO PROSSIMO TRAPASSATO PROSSIMO


Maria e Sergio dissero che avevano fatto il possibile
Maria e Sergio dissero: 'Abbiamo fatto il
per venire.'
possibile per venire.'

FUTURO SEMPLICE CONDIZIONALE COMPOSTO

Sergio dichiarò che lei avrebbe telefonato da casa


Sergio dichiarò: 'Lei telefonerà da casa nostra.
loro. 

FUTURO ANTERIORE CONDIZIONALE COMPOSTO

Paola rispose: 'Quando sarò arrivata vi Paola rispose che quando sarebbe arrivata, li avrebbe
chiamerò.' chiamati.

IMPERATIVO DI + INFINITO O CONGIUNTIVO IMPERFETTO

Paola disse: 'Mandate una e-mail!' Paola disse di mandare / che mandassero una e-mail.

CONDIZIONALE SEMPLICE CONDIZIONALE COMPOSTO

Paola esclamò: 'Farei volentieri un viaggio con Paola esclamò che avrebbe fatto volentieri un viaggio
voi!' con loro.

CONGIUNTIVO PRESENTE CONGIUNTIVO IMPERFETTO

Paola rispose: 'Penso che abbiamo fortuna di Paola rispose di pensare che avessero fortuna di


ritrovarci.' ritrovarsi. --> voir 'NOTA BENE'.

CONGIUNTIVO PASSATO CONGIUNTIVO TRAPASSATO

Sergio aggiunse: 'Penso che per due anni, Sergio aggiunse di aver pensato che per due anni lei
Lei sia vissuto all'estero ?'  fosse vissuta all'estero.

Maria disse a Paola : 'Lei può venire a casa nostra quando vuole. =>'Maria disse a Paola che
poteva andare a casa loro quando voleva.

Io dissi a Vittorina: 'Puoi venire con me quando vuoi. => Io dissi a Vittorina che poteva venire con
me quando voleva.

Maria dichiarò: ' Questo ristorante non mi piace. => Maria dichiarò che quel ristorante non le
piaceva.

Penso che mia figlia tornerà fra tre giorni. --> Pensavo che mia figlia sarebbe tornata
2. Il postino è passato poco fa. --> Il postino era passato .
3. Il Papa si è dimesso la settimana scorsa. --> Il Papa si era dimesso la settimana
.
4. Il giornale è arrivato stamattina. --> Il giornale era arrivato .
5. Credo che Sergio non potrà partire stasera per via dello sciopero. --> Credevo che Sergio non
sarebbe potuto partire per via dello sciopero.
6. Il medico mi disse: ' Maria sarà ricoverata stasera.' --> Il medico mi disse che Maria sarebbe
ricoverata .
7. Sergio mi disse: 'Puoi venire a prendere la mia macchina quando vuoi.' --> Sergio mi disse che
potevo a prendere la sua macchina quando volevo.
8. Paola dichiarò: 'Sono sposata con Luigi dall'anno scorso.' --> Paola dichiarò che era sposata con
Luigi dall'anno .
9. E Paola aggiunse: ' Ma lui è a Londra in questo momento.' --> E Paola aggiunse che però lui
momento.
10. Sergio e Maria affermarono: 'Approfitteremo del nostro collocamento a riposo!' --> Sergio e
Maria affermarono che avrebbero approfittato del collocamento a riposo.

Trasforma correttamente:

Mario dice: "Sta per piovere"

Vadim ha detto: "Mi dispiace di non essere venuto"

Mia sorella mi ha detto: "Ti porterò un regalo"

Mia nonna mi chiede sempre: "Hai fame?"

Tina mi chiese: "Hai studiato i verbi?"

Anna mi ha detto: "Ti penserò molto"

Marta dice sempre a Vadim: "Vorrei guidare la tua macchina."

Andrea pensò: "Devo risolvere questo problema"

Rosa mi ha detto: "Ieri ho visto Luca"

Mio fratello mi disse: "Domani partirò presto."


IL VERBO DELLA PRINCIPALE È ALL'INDICATIVO PRESENTE.

La dipendente esprime posteriorità, cioè l'azione della dipendente avviene dopo l'azione


della principale : si usa il congiuntivo presente o l'indicativo futuro.

Spero che domani Suly non vada/andrà a lavorare.

La dipendente esprime contemporaneità, cioè le due azioni avvengono nello stesso


momento: si usa il congiuntivo presente.

Non so che cosa faccia/stia facendo Giovanni in questo momento.

La dipendente esprime anteriorità, cioè l'azione della dipendente è avvenuta prima: si usa


ilcongiuntivo passato.

Penso che ieri Paolo abbia fatto un giro nei boschi con i suoi figli.

IL VERBO DELLA PRINCIPALE È AL CONDIZIONALE SEMPLICE

La dipendente esprime posteriorità, cioè l'azione della dipendente avviene dopo l'azione


della principale: si usa il congiuntivo imperfetto.

Mi piacerebbe che tu smettessi di lavorare presto domani per andare al ristorante insieme.

La dipendente esprime contemporaneità, cioè le due azioni avvengono nello stesso


momento: si usa il congiuntivo imperfetto.

Vorrei che qualcuno mi aiutasse a correggere gli esami.

La dipendente esprime anteriorità, cioè l'azione della dipendente è avvenuta prima: si usa


congiuntivo trapassato.

Vorrei che l'anno scorso vi foste iscritti all'Università.


IL VERBO DELLA LA PRINCIPALE È AD UN TEMPO PASSATO

La dipendente esprime posteriorità, cioè l'azione della dipendente avviene dopo l'azione della


principale : si usa il congiuntivo imperfetto o cond. passato

- Speravo che domani Luisa non andasse/sarebbe andata a lavorare.

 La dipendente esprime contemporaneità, cioè le due azioni avvengono nello stesso


momento: si usa il congiuntivo imperfetto
- Non sapevo che cosa faccesse /stesse facendo Giovanni in questo momento.

 La dipendente esprime anteriorità, cioè l'azione della dipendente è avvenuta prima: si


usa il congiuntivo trapassato.
- Pensavo che ieri Mario avesse fatto un giro nei boschi con i suoi figli.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
--

Avrei voluto che tu venissi (posteriorità o contemporaneità) che tu fossi venuto


(anteriorità).
Traducere – concordanța la conjunctiv:

Sper ca mâine Marco să nu meargă să lucreze.

Sper că mâine Marco nu va merge să lucreze.

Nu știu ce face Giovanni în clipa asta.

Cred că ieri Paolo a dat o raită prin pădure cu fiii săi.

Mi-ar plăcea ca mâine să termini repede lucrul, ca să mergem la restaurant.

Mi-ar fi plăcut ca a doua zi să fi terminat repede lucrul, ca să fi mers la restaurant.

Aș vrea să mă ajute cineva să corectez extemporalele.

Speram ca mâine Luisa să nu meargă la lucru.


Nu știam ce face /făcea Giovanni în momentul acela.

Mi-a zis că i-ar plăcea ca mâine să termini repede lucrul, ca să mergem la restaurant.

Mi-a zis că i-ar fi plăcut ca a doua zi să fi terminat devreme lucrul, ca să fi mers la


xxxxxxrestaurant.

Mi-a mărturisit că ar vrea să o cunoască.

Mi-a mărturisit că ar fi vrut să o cunoască.


Traducere:

Credere, pensare, ritenere, supporre, Non essere sicuri, non essere certi, dubitare
immaginare, parere, sembrare, avere che, non sapere se, ignorare se, fingere che, fare
l’impressione, dire che finta che
Non sono certo che stia facendo bene.
Credo che Paolo stia sbagliando.
Nu sunt sigur că fac/i/e bine. Non sono sicuro che
Cred că Paolo greșește. Credo che Paolo stia sbagliando
faccia bene.
Mi pare che le cose siano andate diversamentee. Dubito che si risolva tutto in maniera così semplice.
Mi se pare că lucrurile merg altfel/diferit.Mi sembra
che le cose siano andando diverso Mă îndoiesc că se rezolvă totul așa simplu. Dubito che si
risolva tutto cosí semplice.
Ha l’impressione che io lo inganni.
Are impresia că îl înșel. Ha l’impressione che lo inganni. Ignoro se Pedro sia spagnolo o argentino.  

Habar n-am dacă Pedro e spaniol sau argentinian.


Volere, desiderare, preferire Ignoro se Pedro sia spagnolo o argentino.

Voglio che te ne vada subito!


Vreau să pleci imediat! Voglio che parta subito!
Essere felice che, essere contento che, far
Desideravo che fosse diverso.
Doream să fie altfel. Desideravo che fosse diverso. piacere che, dispiacere che, rallegrarsi che,
rattristarsi che
Avrei preferito che mi chiamasse.
Aș fi preferat să mă sune. Avrei preferito che mi Mi rallegra che tu abbia pensato a me per quel lavoro.
chiamasse.
Imi pare bine că te-ai gândit la mine pentru munca
Sperare, aspettarsi che, avere paura che, aceea. Mi rallegro che abbia pensato a me per quel
temere che, augurarsi che lavoro.
Ero contento che mi avesse pensato.
Speravo che fosse così!
Nădăjduiam să fie așa! Speravo che fosse cosi!
Eram mulțumit că s-a gândit la mine. (…che mi
Temo che le regole siano cambiate. avesse… ) Ero contento che mi avesse pensato.
Ma tem că regulile s-au schimbat. Temo che le regole
siano cambiate.
Mi dispiace che tu mi abbia frainteso.
Mi auguro che vada tutto bene.
De-ar merge totul bine! (Mi auguro…) Mi auguro che Îmi pare rău că m-ai înțeles greșit. Mi dispiace che mi
tutto vada bene! abbia frainteso.

Bisogna, occorre che, basta che, vale la pena


che, può darsi che, si dice che, dicono che, pare
che, sembra che Ca și cum toate acestea n-ar fi fost de-ajuns,… Come se
tutto questo non ci fosse abbastanza,...
Bisogna che Enrico si svegli presto.
Vanno col congiuntivo le frasi con i pronomi
E necesar ca Enrico să se trezească devreme. Bisogna indefiniti:
che Enrico si svegli presto. - Chiunque, comunque, (d)ovunque, qualsiasi,
Bastava che tu lo dicessi. qualunque

Era de ajuns să o spui. Bastava che lo dicessi. Odiava chiunque lo salutasse con la mano.
Vale la pena che si discuta di questo.
Ura pe oricine îl saluta (făcând) cu mâna.
Merită să se discute despre asta. Vale la pena che ne Marco seguiva Agata ovunque andasse.
discuta.
E’ incredibile che ancora non sia in prigione! Marco o urma pe Agata oriunde mergea.
Qualunque cosa facesse a lei non piaceva.
E de necrezut că încă nu este în pușcărie! È incredibile
che non sia ancora in prigione! Orice făcea , ei nu-i plăcea.
E’ facile che Emanuele dica questo.

E ușor (pentru) Emanuele să spună asta. È facile che


Emanuele dica questo. il solo che… / l’unico che… :
Era impossibile che fosse così stupido. Odiava l’unico che l’amasse veramente.

Era imposibil să fie așa prost. Era impossibile che fosse Îl ura pe singurul care o iubea cu adevărat.
cosí stupido.
Il più … che / il meno … che / più di quanto /
Vanno col congiuntivo le seguenti congiunzioni: meno di quanto
- Benché / sebbene / nonostante / malgrado / Era l’uomo più brutto che potessi conoscere.
purché / affinché
Era omul cel mai urât ce puteai întâlni.
- Senza che / tranne che / come se / prima che /
Ma era anche il meno stupido che potessi incontrare.
per quanto sappia
- A patto che / a condizione che / nel caso (in Dar era totuși cel mai puțin stupid ce se putea întâlni.
cui) / per quel che Allora io l’ascoltavo più di quanto lo guardassi.

Benché sembri intelligente è un ragazzo abbastanza Atunci îl ascultam mau mult decât îl privea.
stupido.

Deși pare intelligent, e un băiat cam prost. Benchè


sembri intelligente, è un ragazzo un po’ stupido. desiderio e augurio da solo o con magari:
Ha fatto come se io non ci fossi!
Magari piovesse domani al suo matrimonio!
A făcut ca și cum n-aș fi fost acolo! Ha fatto come se
non ci fossi lì. (Măcar) de-ar ploua mâine la nunta sa!
Fai presto, prima che faccia notte. Avesse voluto il cielo che vincessi al lotto!

Grăbește-te, până nu se lasă noaptea. (prima che…) De-ar fi dat D-zeu să câștig la loto!
Sbrigati, prima che si faccia notte. Che sia così cretino come sembra?

Sebbene non disse a nessuno il suo segreto, scriveva Să fie așa cretin cum pare?
della sua vita nel suo diario.
Marcello mi ha chiesto se tu fossi bruna o mora.
Deși nu spunea nimănui secretul său, scria un jurnal.
Benche non dicesse a nessuno il suo segreto, scriveva Marcello m’a întrebat dacă ești brunetă sau neagră.
un diario.
Cerco una segretaria che sappia scrivere al computer
Come se tutto ciò non avesse bastato,… velocemente.
Caut o secretară care să știe să scrie rapid pe computer. După părerea mea, nu era așa șmecheră cum credea.
Cerco una segretaria che sappia scrivere velocemente Poiché era uscito con Manuela, non gli ho più parlato.
sul computer.
Vorrei una poltrona che faccia i massaggi alla schiena, Întrucât a ieșit cu Manuela, nu i-am mai vorbit.
chiedo troppo? Forse lui ancora non ha capito di aver sbagliato
persona.
Vreau un fotoliu (mecanic) care să facă masaje la
coloană, cer prea exagerat? Voglio una poltrona Poate că el tot n-a înțeles că a geșit persoana.
meccanica che faccia massagi alla schena, chiedo
Bisogna decidere cosa fare.
troppo?
Trebuie hotărât ce să se facă.
E’ sicuro che Alfredo è povero
Occorre considerare le cose da vari punti di vista.
Sigur Alfredo e sărac. (Indicativo)
Trebuie să se ia lucrurile în considerare din diferite
Che Alfredo sia povero è sicuro. puncte de vedere.
E’ necessario comprare un nuovo frigorifero.
Că Alfred e sărac e sigur. (Congiuntivo)
E necesar să se cumpere un nou frigider.
Mi piacerebbe essere più intelligente.
Sapevo che c’era.
Mi-ar plăcea să fiu mai inteligent.
N Știam ce este.
E’ certo che si è sbagliato.
on sono sicuro di essere migliore di te.
Sigur s-a înșelat.
Nu sunt sigur că sunt mai bun ca tine. Non dubito che è così.
Ero felice di averti incontrata.
Nu mă îndoiesc că e așa.
Eram fericit că te-am întâlnit.

Secondo me non era così furba come credeva.