Sei sulla pagina 1di 15

ni

co
ar
oM
Spettri di Risposta
Parte I

lm
lie
ug
iG
ud
St

Argomenti
gli

• Spettri di risposta elastici:


de

– accelerazione e pseudo accelerazione spettrale;

– velocità e pseudo velocità spettrale;


à

– spostamento relativo spettrale.


sit

• Spettri proposti dalla normativa.


er
iv

2
Un

1
ni
co
Obiettivi

ar
Gli obiettivi della lezione sono:

oM
• derivare gli spettri di risposta elastici partendo
dall’equazione del moto dell’oscillatore semplice soggetto
ad un moto alla base;
• introdurre i concetti di pseudo-velocità e pseudo-
accelerazione spettrale;

lm
• esaminare la classificazione sismica del territorio e la sua
evoluzione.

lie
ug
iG
3
ud
St

Spettri di Risposta
gli

Nel caso di moto alla base, si è visto che l’equazione del


moto assume la seguente espressione:
de

m  u(t )  c  u (t )  k  u (t )   m  ug (t )

dove il secondo termine è legato all’accelerazione del suolo


(terremoto).
à
sit

Anche questo può rappresentare dunque il caso di forzante


arbitraria da affrontare utilizzando l’integrale di Duhamel.
er
iv

4
Un

2
ni
co
Spettri di Risposta

ar
oM
lm
Supponendo dunque di risolvere tale equazione utilizzando

lie
l’integrale di Duhamel, si ottiene:
t
1
u (t )    en (t  )  sin[ D (t   )]  P( )d
0
m  D
ug
iG
5
ud
St

Spettri di Risposta
gli

Poiché nel caso in esame risulta:

P ( )   m  ug ( )
de

si ottiene:

t
1
 u ( )  e
 n ( t  )
u (t )   sin[ D (t   )]d
à

D 0
g
sit
er
iv

6
Un

3
ni
co
Spettri di Risposta

ar
Considerando il caso di piccoli valori dello smorzamento,
ovvero nD, e trascurando il segno:

oM
t
1
 u ( )  e
  n ( t  )
u (t )   sin[n (t   )]d
n 0
g

lm
Considerando la derivata prima per ottenere la velocità:

t t

lie
u (t )   ug ( )  en (t  )  cos[ n (t   )]d    ug ( )  en ( t  )  sin[ n (t   )]d
0 0

ug
iG
7
ud
St

Spettri di Risposta
gli

Riscrivendo l’equazione del moto nella seguente forma:


m  utot (t )  c  u (t )  k  u (t )  0
de

utot (t )  2 n  u (t )   n2  u (t )  0
à

Si ottiene che: utot (t )  2 n  u (t )   n2  u (t )


sit

e sostituendo in questa le espressioni dedotte prima si


ottiene:
er

t t

utot (t )   2 2 n   n   ug ( )  en (t  )  sin[n (t   )]d   2 n   ug ( )  en (t  )  cos[n (t   )]d
0 0
iv

8
Un

4
ni
co
Spettri di Risposta

ar
Considerando le espressioni dello spostamento, della velocità
e dell’accelerazione in funzione del tempo:

oM
t
1
 u ( )  e
 n ( t  )
u (t )   sin[ D (t   )]d
D 0
g

t t

lm
u (t )   ug ( )  en (t  )  cos[ n (t   )]d    ug ( )  e n (t  )  sin[ n (t   )]d
0 0

t t

utot (t )   2 2 n  n   ug ( )  en (t  )  sin[ n (t   )]d   2n   ug ( )  en (t  )  cos[n (t   )]d

lie
0 0

ug
iG
9
ud
St

Spettri di Risposta
gli

Si possono dedurre i corrispondenti valori massimi:


de

Sa ( , n ) accelerazione assoluta spettrale

Sv ( ,  n )
à

velocità relativa spettrale


sit

Sd ( , n ) spostamento relativo spettrale


er
iv

10
Un

5
ni
co
Spettri di Risposta

ar
Nella pratica, invece di considerare la velocità relativa
spettrale, si considera invece la pseudo-velocità relativa

oM
spettrale definita come:

t 
S pv   ,  n     ug ( )  e  n ( t  )  sin[ n (t   )]d 
0  max

lm
lie
ug
iG
11
ud
St

Spettri di Risposta
gli

In particolare, se si considera smorzamento nullo si osserva


che la velocità spettrale e la pseudo-velocità spettrale
differiscono solo per il termine trigonometrico:
de

t 
S pv  0,  n     ug ( )  sin[ n (t   )]d 
0  max

t 
à

Sv  0,  n     ug ( )  cos[ n (t   )]d 


0  max
sit

Hudson ha dimostrato che numericamente queste due


quantità differiscono poco se non si è nel caso di periodi di
er

vibrazione della struttura molto elevati. Differenze tra queste


due quantità aumentano in presenza dello smorzamento.
iv

12
Un

6
ni
co
Spettri di Risposta

ar
Inoltre, poiché:

oM
 1 t 
S d   ,  n      ug ( )  e  n ( t  )  sin[ n (t   )]d 
 n 0  max
segue che:

lm
1
Sd  ,  n   S pv   ,  n 
n

lie
ug
iG
13
ud
St

Spettri di Risposta
gli

Allo stesso modo si può osservare che per smorzamento


nullo si ha:
 t

S a  0,  n     n  ug ( )  sin[ n (t   )]d 
de

 0  max
ovvero:
Sa  0,  n    n S pv  0,  n 
à

Si può dimostrare che nell’intervallo 0<<0.20 si ha:


sit

Sa   , n    n S pv   ,  n 
er
iv

14
Un

7
ni
co
Spettri di Risposta

ar
Quest’ultima viene indicata col termine di pseudo-
accelerazione:

oM
S pa   , n   n S pv   ,  n 

lm
lie
ug
iG
15
ud
St

Spettri di Risposta
gli

Quest’ultima quantità è molto importante in quanto consente


di calcolare la massima forza esplicata dalla molla di
rigidezza k dell’oscillatore semplice:
de

f S ,max  k  Sd   ,  n   m   n2 Sd   ,  n 

S pv   ,  n  e S pa   ,  n    n S pv   ,  n 
1
infatti: Sd   ,  n  
à

n
sit

1
Sd  , n   S pa   ,  n 
er

segue:
 n2
iv

16
Un

8
ni
co
Spettri di Risposta

ar
Dunque la forza massima
esplicata dalla molla risulta:

oM
f S ,max  m  S pa   ,  n 

lm
lie
ug Fig.1.
iG
17
ud
St

Spettri di Risposta
gli

Osservazioni:

S pa ( , n ) S pv ( ,  n ) Sd ( , n )
de

queste quantità dipendono da:


 dalla storia temporale del moto del suolo;
à

 dalla frequenza naturale di vibrazione del sistema;


 dal rapporto di smorzamento.
sit
er
iv

18
Un

9
ni
co
Spettri di Risposta

ar
Osservazioni:

oM
• Infatti, dato un terremoto, assegnato un rapporto di
smorzamento, si può calcolare la pseudo-velocità per
differenti valori di n, ovvero del periodo naturale di
vibrazione del sistema.

lm
• Si ottiene una curva denominata spettro di risposta in
termini di pseudo-velocità.

lie
• Conseguentemente la stessa curva può essere realizzata
in termini di spostamento e di pseudo-accelerazione,
ottenendo appunto lo spettro di risposta in termini di
ug
spostamento ed in termini di pseudo-accelerazione.
iG
19
ud
St

Spettri di Risposta
gli

In figura sono riportati


esempi di spettri di
spostamento (in alto), in
de

termini di pseudo-velocità
(al centro) e in termini di
pseudo accelerazione (in
basso).
à
sit
er

Fig.2. Esempi di spettri


iv

20
Un

10
ni
co
Spettri di Risposta

ar
FATTORI INFLUENZANTI LO SPETTRO DI RISPOSTA:

oM
• meccanismo di rilascio dell’energia sismica nelle vicinanze
dell’ipocentro e lungo l’interfaccia della faglia;
• la distanza della stazione dall’epicentro;
• la profondità dell’ipocentro;
• la geologia del suolo e la sua variazione lungo il percorso

lm
seguito dalle onde sismiche;
• la magnitudo;
• le condizioni locali di sito della stazione dove avviene la

lie
registrazione.

ug
iG
21
ud
St

Spettri di Risposta
gli

FATTORI INFLUENZANTI LO SPETTRO DI RISPOSTA:


• Alcuni di questi aspetti sono tutt’ora oggetto di studio,
altri invece sono tenuti in conto tramite modelli teorici,
de

come ad esempio gli effetti legati alle condizioni del sito.

• Per questo motivo, gli spettri di risposta introdotti dalle


moderne linee guida, normalizzati rispetto ad una
à

determinata intensità, vengono specificati rispetto al


sit

livello di smorzamento e alle condizioni locali di sito.


er
iv

22
Un

11
ni
co
Spettri di Risposta

ar
FATTORI INFLUENZANTI LO SPETTRO DI RISPOSTA:

oM
• lo studio condotto da Seed et al. nel quale, dall’analisi di
104 registrazioni accelerometriche per differenti
condizioni di sito, si osserva chiaramente la dipendenza
della forma dello spettro di risposta dalle condizioni locali
di sito.

lm
argille-sabbia

lie
roccia

ug
iG
23
ud
St

Spettri di Risposta
gli

OSSERVAZIONI:
Lo spettro di risposta dedotto con riferimento a uno specifico
accelerogramma presenta un andamento irregolare dovuto
de

principalmente agli effetti di risonanza locale, ovvero al


rapporto tra il contenuto in frequenza dell’accelerogramma e
il periodo naturale dell’oscillatore.
à
sit
er
iv

24
Un

12
ni
co
Spettri di Risposta

ar
OSSERVAZIONI:

oM
Benché questo spettro è rappresentativo della risposta
massima in funzione del periodo dell’oscillatore, non risulta
molto utile ai fini della progettazione in quanto legato ad
una singola registrazione specifica di un determinato evento
e registrata in una stazione magari posta ad una distanza

lm
significativa dal sito dove sorge, o dovrà sorgere, la
costruzione in esame.

lie
ug
iG
25
ud
St

Spettri di Risposta
gli

 In fase di progetto o di
verifica delle costruzioni
si utilizzano spettri
de

convenzionali;
 sono ricavati sulla base di
spettri dedotti con
riferimento a numerose
à

registrazioni storiche
relative ad eventi occorsi
sit

nella stessa zona ed


opportunamente
normalizzati.
er

Fig.3. Spettri di progetto


iv

26
Un

13
ni
co
Spettri di Risposta

ar
 Dall’insieme di questi
spettri si estrapola infatti

oM
uno spettro medio,
oppure uno spettro di
inviluppo,
regolarizzandone
(‘lisciandone’) la forma,

lm
tagliando i picchi più
elevati e ‘appianando’ i
minimi.

lie
ug Fig.3. Spettri di progetto
iG
27
ud
St

Conclusioni
gli

• In questa lezione sono stati esaminati:


– gli spettri di risposta elastici partendo dall’equazione
del moto dell’oscillatore semplice soggetto ad un
de

moto alla base;


– i concetti di pseudo-velocità e pseudo-accelerazione
spettrale;
– gli spettri proposti in ambito normativo.
à
sit
er
iv

28
Un

14
ni
co
Copyright

ar
oM
lm
AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato
dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto
gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi. Tutti i
contenuti sono proprietà letteraria riservata e protetti dal diritto di autore della Università degli

lie
Studi Guglielmo Marconi.
Si ricorda che il materiale didattico fornito è per uso personale degli studenti, al solo scopo
didattico. Per ogni diverso utilizzo saranno applicate le sanzioni previste dalla legge 22 aprile
1941, n. 633.

ug
Copyright©UNIMARCONI
iG
29
ud
St
gli
àde
sit
er
iv
Un

15