Sei sulla pagina 1di 23

La funzione ζ di Riemann

esame di analisi non lineare applicata

Marcello Seri
marcello.seri@studenti.unicam.it

Università degli Studi di Camerino

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 1


Definizione
La funzione ζ di Riemann è definita dalla serie
La ζ di Riemann ∞
• Definizione
X 1
ζ(s) = s
Prolungamenti analitici della ζ
n=1
n
Valori della ζ
che converge analiticamente in ℜs > 1
I numeri primi e l’ipotesi di
Riemann

È possibile prolungare analiticamente la funzione a tutto il piano


complesso con un polo semplice in s = 1.

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 2


Prolungamenti analitici della ζ

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 3


Prolungamenti analitici della ζ

È semplice estendere la funzione al semipiano ℜs > 0 : siano [x]


La ζ di Riemann e {x} rispettivamente la parte intera e la parte frazionaria di x.
Prolungamenti analitici della ζ
Basta manipolare la definizione per ℜs > 1 come segue:
• Convergenza per
ℜs > 0 +∞ +∞ Z +∞ Z +∞
• Formula di X 1 X dx [x]
Eulero-MacLaurin
• Convergenza in ζ(s) = s
= s s+1
= s s+1
dx =
C \ {1}
n=1
n n=1 n x 1 x
• Convergenza in
C \ {1}
• L’equazione funzionale +∞ +∞
x − {x} {x}
Z Z
• Considerazioni s
sull’equazione funzionale =s dx = −s dx
• Considerazioni sulla ζ
1 xs+1 s−1 1 xs+1
Valori della ζ Dunque
+∞
1 {x}
I numeri primi e l’ipotesi di
Z
Riemann
ζ(s) = 1 + −s dx
s−1 1 xs+1
cioè ζ(s) è una funzione meromorfa sul semipiano ℜs > 0 con
un polo semplice in s = 1 di residuo 1.

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 4


Prolungamenti analitici della ζ
Per arrivare a trovare un’estensione su tutto il piano complesso
La ζ di Riemann
è necessario introdurre la Formula di Eulero-MacLaurin.
Sia f ∈ C k :
Prolungamenti analitici della ζ
• Convergenza per
n−1 n n
ℜs > 0
(−1)r−1
Z Z
• Formula di
X
Eulero-MacLaurin f (k) = f (x)dx + B r (x)f (r) (x)dx +
• Convergenza in
C \ {1} m r! m
k=m
• Convergenza in
C \ {1} r
• L’equazione funzionale
X Bl h (l−1) (l−1)
i
• Considerazioni + f (n) − f (m)
sull’equazione funzionale l!
• Considerazioni sulla ζ l=1

Valori della ζ
in cui Bk (x) sono i Polinomi di Bernoulli e B k (x) = Bk (x − [x])
I numeri primi e l’ipotesi di
Riemann
sono i Polinomi di Bernoulli 1-periodicizzati. I polinomi di
Bernoulli sono definiti come coefficienti di uno sviluppo in serie
di potenze da
+∞
xext X Bn (t) n
x
= x
e − 1 n=1 n!
in particolare si prova che Bn (0) = Bn (numeri di Bernoulli) e
Pn
Bn (t) = k=0 nk Bn−k tk


Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 5


Prolungamenti analitici della ζ
Consideriamo f (x) = x−s (che è C ∞ ), m = 1 e lasciamo n
La ζ di Riemann
libera di variare, avremo
Prolungamenti analitici della ζ n−1 n n
1 1
X Z Z
• Convergenza per
ℜs > 0
s
= x−s dx − (s)(s + 1) · · · (s + r − 1) B r (x)x−s−r dx +
• Formula di k 1 r! 1
Eulero-MacLaurin k=1
• Convergenza in
C \ {1} r
• Convergenza in n−s − 1 X Bl
C \ {1} + + s(s + 1) · · · (s + l − 2)(1 − n−s−l+1 )
• L’equazione funzionale 2 l!
• Considerazioni l=2
sull’equazione funzionale
• Considerazioni sulla ζ
Se ora facciamo il limite per n → +∞ avremo trovato un modo
Valori della ζ
utile ma complicato per scrivere la ζ(s):
I numeri primi e l’ipotesi di
Riemann +∞ +∞
1 1 s(s − 1) · · · (s + r − 1)
X Z
−s
k = + − B r (x)x−s−r dx +
n=1
2 s−1 r! 1
r
X Bl
+ s(s + 1) · · · (s + l − 2)(1 − n−s−l+1 ) ∀r ∈ N
l!
l=2

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 6


Prolungamenti analitici della ζ
Non solo abbiamo trovato un modo per calcolare i valori della
La ζ di Riemann
ζ(s) ma abbiamo anche un suo prolungamento analitico su
C \ {1}.
Prolungamenti analitici della ζ
• Convergenza per
ℜs > 0 s(s−1)···(s+r−1) R +∞
−s−r
• Formula di Infatti r! 1
B r (x)x dx (che è la parte meno
Eulero-MacLaurin
• Convergenza in
C \ {1}
ovvia della formula) converge per ℜs > 1 − r, ma essendo
• Convergenza in
C \ {1}
r ∈ N, il problema è dato soltanto dalla difficoltà del calcolo dei
• L’equazione funzionale
• Considerazioni
polinomi di Bernoulli adeguati.
sull’equazione funzionale
• Considerazioni sulla ζ
Vedremo più avanti alcuni esempi di calcoli espliciti di valori
Valori della ζ
della ζ a partire da questa formula.
I numeri primi e l’ipotesi di
Riemann

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 7


Prolungamenti analitici della ζ
Un modo decisamente più semplice per estendere la ζ è
s
La ζ di Riemann
sfruttare la funzione ξ(s) = s(1 − s)π − 2 Γ( 2s )ζ(s).
Prolungamenti analitici della ζ
• Convergenza per Utilizzando la formula di inversione per la funzione
ℜs > 0
• Formula di
−πtn2
Eulero-MacLaurin
X
• Convergenza in ϑ(t) = e
C \ {1}
• Convergenza in n∈Z
C \ {1}
• L’equazione funzionale
• Considerazioni
sull’equazione funzionale
secondo la quale ϑ(t) = √1t ϑ( 1t ), si ricava con una discreta
• Considerazioni sulla ζ
quantità di passaggi che:
Valori della ζ
Z +∞
1 − s+1 s
I numeri primi e l’ipotesi di
ξ(s) = −1 + s(1 − s) (ϑ(x) − 1)(x 2 + x 2 −1 )dx
Riemann
1 2
funzione analitica di s invariante per la trasformazione s 7→ 1 − s.
In altre parole ξ(s) = ξ(1 − s).

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 8


Prolungamenti analitici della ζ
Poichè Γ(s) è analitica in ℜs > 0 mentre, come abbiamo visto,
La ζ di Riemann
ζ(s) è meromorfa in tale semipiano con un solo polo semplice in
s = 1 con residuo 1, la ξ(s) non ha in ℜs > 0 alcuna singolarità
Prolungamenti analitici della ζ 1
• Convergenza per
ℜs > 0
(ξ(1) = π − 2 Γ( 21 ) = 1). Dall’equazione funzionale segue subito
• Formula di
Eulero-MacLaurin
che lo stesso vale per ℜs < 1.
• Convergenza in
C \ {1}
• Convergenza in
C \ {1} Possiamo osservare che avendo la funzione Γ( 2s ) poli semplici
• L’equazione funzionale
• Considerazioni in s = −2, −4, −6, · · · ed essendo ξ(s) regolare in questi punti, i
sull’equazione funzionale
• Considerazioni sulla ζ poli si cancellano con gli zeri di ζ(s), dunque
ζ
Valori della
ζ(−2k) = 0 ∀k ∈ N \ {0}
I numeri primi e l’ipotesi di
Riemann
Tali punti vengono chiamati zeri banali della funzione ζ di
Riemann.

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 9


Prolungamenti analitici della ζ
Se ripensiamo a quanto visto fino ad ora, non abbiamo ancora
La ζ di Riemann
trovato nulla capace di spiegarci a fondo ed in maniera evidente
il comportamento della ζ in [0, 1].
Prolungamenti analitici della ζ
• Convergenza per
ℜs > 0
• Formula di
Eulero-MacLaurin
Effettivamente, dall’equazione funzionale si può dedurre
• Convergenza in
C \ {1}
soltanto che ogni altro zero di ζ(s) si trova nella striscia critica
• Convergenza in
C \ {1}
0 < ℜs < 1 e se ζ(ρ) = 0 con ρ = β + iγ e 0 ≤ β ≤ 1 allora
• L’equazione funzionale
• Considerazioni
ζ(1 − ρ) = 0, cioè tali zeri sono simmetrici rispetto ad 12
sull’equazione funzionale
• Considerazioni sulla ζ

Valori della ζ

I numeri primi e l’ipotesi di


Riemann

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 10


Valori della ζ

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 11


Valori della ζ
Utilizziamo lo sviluppo analitico trovato in precedenza (p.6),
La ζ di Riemann
fissando i parametri come meglio crediamo, per calcolare alcuni
valori della ζ.
Prolungamenti analitici della ζ

Valori della ζ
• Con lo sviluppo analitico
• Con lo sviluppo analitico
• Formula per i valori pari
• Formula per i valori pari

I numeri primi e l’ipotesi di


Riemann

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 12


Valori della ζ
Utilizziamo lo sviluppo analitico trovato in precedenza (p.6),
La ζ di Riemann
fissando i parametri come meglio crediamo, per calcolare alcuni
valori della ζ.
Prolungamenti analitici della ζ

Valori della ζ
• Con lo sviluppo analitico
• Con lo sviluppo analitico
• Formula per i valori pari
• Sia r = 2. Poiché B 2 (x) = (t − [t])2 − (t − [t]) − 21 e B2 = 61 , si
• Formula per i valori pari
ha
I numeri primi e l’ipotesi di Z +∞
Riemann
1 1 s(s − 1) B2
ζ(s) = + − B 2 (x)x−s−2 dx + s
2 s−1 2 1 2
dunque, ponendo s = 0, ζ(0) = − 21 .

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 12


Valori della ζ
• Sia s = −m e sia r = m + 2 (in modo che s + r − 2 = 0). La
La ζ di Riemann
formula diviene
m+1
Prolungamenti analitici della ζ
1 1 X Bl
ζ(−m) = − − m(m − 1) · · · (m − l + 2)
Valori della ζ
• Con lo sviluppo analitico
2 m+1 l!
l=2
• Con lo sviluppo analitico
• Formula per i valori pari
• Formula per i valori pari
.
Se osserviamo che, siccome Bl 6= 0 solo se l è pari e
I numeri primi e l’ipotesi di
m(m−1)···(m−l+2) m+1 1 m+1

Riemann
l!  m+1 = m+1 l , ricaviamo:
m+1
X 
1 m+1 Bm+1
ζ(−m) = − Bl = −
m+1 l m+1
l=0

Effettivamente ζ(−2k) = − B2k+1


2k+1
=0 ∀k ≥ 1!

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 13


Valori della ζ
A partire dalla formula di riflessione di Eulero nella versione
La ζ di Riemann +∞
Y s2

π
Prolungamenti analitici della ζ sin(πs) = = πs 1− 2
Γ(s)Γ(1 − s) n=1
n
Valori della ζ
• Con lo sviluppo analitico
• Con lo sviluppo analitico
• Formula per i valori pari
si ricava con la derivata logaritmica lo sviluppo in funzioni
• Formula per i valori pari
parziali della cotangente
I numeri primi e l’ipotesi di
Riemann +∞  
1 X 1 1
π cot(πs) = + +
s n=1 s+n s−n

a questo punto, operando su tale formula, si ottiene:


(−1)k+1 22k−1 π 2k
ζ(2k) = B2k
(2k)!
Per completezza c’è da aggiungere che questa stessa formula
può essere ricavata in maniera altrettanto semplice ragionando
sulle serie di Fourier e sulla formula di Eulero-MacLaurin.

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 14


Valori della ζ
In questo modo è decisamente più sempice calcolare i valori
La ζ di Riemann
della zeta relativi agli interi positivi:
Prolungamenti analitici della ζ
π2
ζ(2) =
Valori della ζ
• Con lo sviluppo analitico
6
• Con lo sviluppo analitico
• Formula per i valori pari π4
• Formula per i valori pari
ζ(4) =
I numeri primi e l’ipotesi di
90
π6
Riemann

ζ(6) =
945
Calcolare ζ(2k + 1) è molto molto complicato!

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 15


I numeri primi e l’ipotesi di Riemann

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 16


I numeri primi e l’ipotesi di Riemann

È noto che
La ζ di Riemann
∀n ∈ N ∃! una scomposizione in fattori primi
Prolungamenti analitici della ζ n = pa1 1 · · · pakk con pi primo ∀i ≤ k.
Valori della ζ
Eulero aveva capito da lì l’importanza della ζ... si era accorto
I numeri primi e l’ipotesi di
Riemann
infatti che la scomponibilità dei numeri interi portava ad un
• La ζ e i numeri primi curioso risultato:
• La ζ e i numeri primi
• La ζ e i numeri primi
+∞   
• L’ipotesi di Riemann
• Formulazioni equivalenti
X 1 1 1 1 1 1 1
• Formulazioni equivalenti s
= 1 + s + s + s + ··· 1 + s + s + s + ···
s=1
n 2 4 8 3 9 9
 
1 1 1
1+ s + s + s
+ ··· ··· =
5 25 125
+∞ Y  
Y X
−ks 1
= p = −s
p primo p primo
1 − p
k=0

che converge per ℜs > 1.

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 17


I numeri primi e l’ipotesi di Riemann
Molti sanno anche che i numeri primi sono distribuiti in modo
La ζ di Riemann
apparentemente aleatorio ma, globalmente, c’è una regolarità:
Prolungamenti analitici della ζ Teorema dei Numeri Primi
x
dt
Z
Valori della ζ
π(x) = #{p ≤ x|p primo} ∼
I numeri primi e l’ipotesi di
Riemann
2 log(t)
• La ζ e i numeri primi
• La ζ e i numeri primi
• La ζ e i numeri primi
Questo teorema fu congetturato indipendentemente da Gauss
• L’ipotesi di Riemann
• Formulazioni equivalenti
(1792) e Legendre (1798) e dimostrato 1896,
• Formulazioni equivalenti indipendentemente da Hadamard e La Vallée-Poussin,
utilizzando la relazione trovata da Eulero tra ζ(s) e numeri primi.

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 18


I numeri primi e l’ipotesi di Riemann
Una forma semplice della relazione tra la distribuzione dei
La ζ di Riemann
numeri primi π(x) e gli zeri ρ = β + iγ della ζ è da
r
Prolungamenti analitici della ζ ρ
X Xx 1
ζ
Ψ(x) = Λ(n) = x − − log(2π) − log 1 − 2
Valori della

ρ
ρ x
n≤x
I numeri primi e l’ipotesi di
Riemann
• La ζ e i numeri primi
• La ζ e i numeri primi
in cui Λ(n) è la funzione di Von Mangoldt ed è definita
• La ζ e i numeri primi (
• L’ipotesi di Riemann
• Formulazioni equivalenti ln(p) se n = pk per qualche k ,
• Formulazioni equivalenti Λ(n) =
0 altrimenti.

Il teorema dei numeri primi può anche essere scritto come


segue:
Ψ(x) ∼ x
Poiché |xρ | = xβ segue che perché il teorema sia valido si deve
necessariamente avere β < 1, di conseguenza anche β > 0.

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 19


I numeri primi e l’ipotesi di Riemann
L’ipotesi di Riemann, tuttora indimostrata e per la quale sono
La ζ di Riemann
stati messi in palio dal Clay Institute 1.000.000 di dollari, afferma
che tutti gli zeri ζ(β + iγ) = 0 in 0 < ℜs < 1 hanno parte reale
Prolungamenti analitici della ζ
β = 12 .
Valori della ζ

I numeri primi e l’ipotesi di


Riemann
Una formulazione equivalente a questa ipotesi è il fatto che nel
• La ζ e i numeri primi
• La ζ e i numeri primi
teorema dei numeri primi vale la seguente stima:
• La ζ e i numeri primi
• L’ipotesi di Riemann
∀ǫ > 0 Z x
• Formulazioni equivalenti dt 1
• Formulazioni equivalenti π(x) = + O(x +ǫ )
2

2 log(t)

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 20


I numeri primi e l’ipotesi di Riemann
Infine, non possiamo non citare un’ultima formulazione
La ζ di Riemann
equivalente ad RH. Consideriamo la Funzione di Möbius µ(d)
definita
Prolungamenti analitici della ζ
(
X 1 se m = 1,
Valori della ζ µ(m) = δim =
d|m
0 altrimenti.
I numeri primi e l’ipotesi di
Riemann
• La ζ e i numeri primi
• La ζ e i numeri primi
Una sua importante proprietà è la seguente legge di inversione
• La ζ e i numeri primi
• L’ipotesi di Riemann +∞ +∞
• Formulazioni equivalenti X X
• Formulazioni equivalenti g(x) = f (mx) ⇐⇒ f (x) = µ(m)g(mx)
m=1 m=1
.

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 21


I numeri primi e l’ipotesi di Riemann
Si definisce trasformata di Mellin di una funzione f , una
La ζ di Riemann
funzione f ∗ così definita:
Prolungamenti analitici della ζ
Z +∞
Valori della ζ
f ∗ (s) = f (x)xs−1 dx
0
I numeri primi e l’ipotesi di
Riemann
• La ζ e i numeri primi
Poiché f (mx) = M−1 [m−s f ∗ (s); x], sommando su m otteniamo
P+∞ −1 ∗
• La ζ e i numeri primi
• La ζ e i numeri primi m=1 f (mx) = M [ζ(s)f (s); x], da cui, applicando il principio
• L’ipotesi di Riemann
• Formulazioni equivalenti
di inversione si ricava P+∞
• Formulazioni equivalenti
g ∗ (s) = ζ(s)f ∗ (s) ⇐⇒ f ∗ (s) = m=1 µm ∗
ms g (s).
A questo punto è immediato che
+∞
1 X µ(n)
=
ζ(s) n=1 ns

Cioè la funzione zeta e la funzione di Möbius sonoPstrettamente


legate, tant’è che capire l’andamento asintotico di m≤N µ(m)
equivale a dimostrare l’ipotesi di Riemann!

Analisi Non Lineare Applicata, January 12, 2006 La funzione ζ di Riemann - p. 22