Sei sulla pagina 1di 2
Le caratiersebe di questo se treme # un equveco fatale Si € tena inete qpuodie dela sions Jenerana — Ui ependio soma coaseyuens: emi a rex una inequvocs Tie conta calegn Ie ea aorosa rovenale cop poss Camore. 6o Ris tide Medione’e da gun atroer pena ¢ mole as com gues 66 Eom aos S60 fat slopes, caps fara poss atnsione, € 36 per SE diame, cre adentro nell tradi fe erica ‘GelFExropamodersa SSambieia per qualema ast Covevul,dema corer pero ands fare i cnpes Cr sembre naturale he Fitore debbe esexe i tema po com> te dels etertara seme a tama Sone: ima une sla ccrhiata fant Wasa @ ale Eth Osrure & mica SGbite che guamo sot scambiaew Pe? Mura la reits o specale sos acon, he sem profabiiment una fee cane ee on snano nels Prove EP Ge eco ndicesmo Ci pare — © 3 pare fine 4 pose tempo abdiewo — folule dhe Tatore (one cone ord! on) fore consders una passione Sabie e pobihuote sltante quando. & Smapssnino di spiepare ques te0r wPAimowle, Vigo, san Paclo 0 Srawote de Beowa acorparne ‘quate poco naterale can aa Persing $*Sowud loco, com ts sun repo che ie Somme Sevono svete sempre Pe Genun ¢ un repo defame eae. con & exe santo come naturale #2 {olin c is Giappons, Moll demeat dt Goeste beninent, qual eva nota to- Erad Adds sil campo di batagha peo 52 putiosto agli onen che awh aes Saab tera di Franca. La gare del dona € sloesta, 3 progonata 0 quella aamico Olver. fe quesc penodo a piu profendo dc seoumeati ‘uma € Foner delluomo per Tueme, Ia ee yo aioe & poemen che music. Sosa, combatiado. conte Of Sciacca sentmento del vassllo vr So i suo sgnore. Non iucremo mal conprendere goes uine, rapport = Spas als uc debe see e- {Sahin ¢ inperoosle fede a sana, Nona divooe immagnre ufical, Gopgigomo che riodano alla. sls Satin po 1 seen doo (ution selFasaloga i boon vastalo Savinfud a) buow ctadino come a Iago sta" un domo alto. Non 5 ‘Skt alle pande ssrasioe dell er (paca, ¢ asi ersce slo ep {eleree woceare con mato, com una East, per che oma indsiont Ste adopecTamore esate [-] ‘Queso sentinents & pro sppessons to Cano Wesel soso. pat Soo, Ragpunge pit acimeate Peroca rligallt de seus. c con i fai Be atange dvemta odo, iat 1a Sosa feodale & pene db pant fe Gatt'e Wi prandl tinea, Deca di pavith ¢ sees sell speranse © pre felis © 2 feice all del easel feudal Gomes € visto pr. ues afer a seal — per quo aelutameste So nals che segs all ame Th tet monde emcee caae 3 pe enum ame ve ment fastest etanooe hat vane toro um, procure ae mune Govserane noe fel co dnl de gee de ke et scp woven Sehr ames Hane’ t senfesvo foo bain a pega la ropa. fous ino come mw gest St ‘Sent, aypena appano, dense ram 7 Eaauitane » amore 1 fatto moro fo s€, io 900 preten do i spegalo. Ver! ¢ prop mutamen {Filo spto dll'somo. sono. molto fai = s€ a6 regstrano fone ve 0 Ghattio — eppure to creo che aren ano, ¢ questa ¢ uno det cash Now 3 fo certo the abbiano deli cause, 3 fon. causa inteamo quskesd che Sprgherchbe completamente il n0W into diese, ditrugeendone ost la howith cer, ad ngat modo. he gh Stora degh studios nom sono rast fo ad ofa a trovae Torgie de conte ‘us dell poesia amorona provera Si Sepettano niluente celicheBeatine 2Rebe arabe, ma non € sto carte ser anche ammettendole, ese potrebhe qo fpegare il suate che vedamo C7) Bare a state pos sioue Proves una exvalea Sema terra — cavalien sea on posto nelle fraiche tetorah del leasing 1 SStalen indipendens gia Ir towamo ne roman, rapetabi solo per mento {el Horo valore, sat slo per ls loro Sortesia, amanti predeinat delle moa degli aleh erano qoind) una reall Suantungue Gb non spe pee os Simassero in queso nuove mada. Se snore cortese ha bisogpe deladulteno, fon per questo Tadutenn nesta delPaznore corese, Cs vicina molto 4 pia al sgrto te a acnta Tammagy ne Gi ume core provenaleniatta mol ST snni fa Sauna sent ngese © ap- provata io spulo dalle passe auton- i vvent silfargomento Cr st deve f furare un cascllo come on'usta dh re- fatva cama e ncebeer, ¢ guindi dh possibilafinstere, in una ‘contada Extbanca Vi sl tovano mall womin€ 3c done, sltanta I sgnora © sce ancl. Iniorno loro afl Ja meiny maschile, + nobih inferior, + Cavalien seasa terra, gi scuien © 3 pags — ft eset sulcestemente ar {opti oeiconfont del cota al ada ao, ima Teudalneate “afenon alle dame eal s00 sigpre — i soo ‘assis quind! nel Ungusggo Fenda te Den = gortesta» del Iuogo denva da tutte J fascino femminie da lel e {alle sue ancelle Per la magsor parte ‘omponenti 1 corte non st parla pare dh matrimonio. Tutte questc ostanze messe tnsteme amvano qU- Spesine perehe condizion! altrove mol fh sma Wovettero altendere Tesempio eszale prima di produrre sult Parte del mstero fmane cost Abhandonato i tentatvo di ehvanre 4) nome senuinente. si pad almeno oTinvero io parte € stata git fregita — la forma pecutiare che e330 ‘itnse in un primo Momento: + quat- so marcy dh Umut, Cortes, Adulte © E Religone wAmore. Per Puma fo va aggsunto pid quanto #6 detto fora Gis prima dell aevento delTamor wndene tea i vassallo © i) SigROFE era Goete lo stampo im cw quash certamen teas sarebbe nversata Ia passione ro mianuca Giacebe pot Toggetto defame. fe nmase un supenore feudal, la cosa “ivenne addintttra naturale © inewitabi ie L'accentuarsi della corteniansulta fale medesime condom. auovo cnvumento sorge nelle corti, 1a dana, ig sua postione sociale « feudale, & bi Taroitea der costume la sferea di om evallania's prima ancora db essere wgstto Camore aswocasione di amo fre adulteno, che ancor ogg) perdura elle nose Teverature contseata ba Sone pu profonde Im parte lat Spc: tit com il quad®o che abbiamo pi rac Salo, mac ancora molto da. aggiun- fre. Due fatton smpedirono sgh om bh dellepoca di por= im comnessone il Ibro dene di amore romanuio con i TT primo, naturalmente, ¢ Tusanza stesa ella societd feudale” 1) matrimo- tuo nom v1 aveva niente a che fare com Famore. € non s tlleravano_«scioe chase & questo proposito. Tutte le ‘moni erano basateullinteresse © quel he @ peggio, su di un interese sempre tmutevole Il momento in cui le alleanze he avevano sangionato non senavano pp, 0 scopo del manto diventava sba- Farsi della moghe quanto prixa pos stile. [ matrimeni si scioglievano face mente ¢ la stessa donna, che era Yamo- ree Teadoratopavento» dei vassal, cosutuiva spesio, agh oechi del mato, poco pio cle un oggetto di sua proprie: 1a. Eza lull padrove a casa sua Cosi, Jang. dalliacanslare naturalmente suovo tipo d'amore, i matamonio co- Sutuh piuttosto To sealbo sfondo 30 cui amore potesse stagliarsi per cootrasto is tutta [a sua tenera delicstezza La si tuazione # davvero molto semplice semaine peculiare del Medioeve, Ogi \desizzasione elYamore —sessule, in tna someta dove i matimonio ba’ sco- solo utiitan, deve cominciare con Fealzzare aduiteno. 1D secondo fattore ¢ la teoma medie- vale sul matnmonio — quel che s pub Shiamare con un ube barbarisme. la ‘sestuolopa» della Chiesa medievale Liimpressione generics che gli in- segnamentulficall lasciarono sulla mente medicvale era che ogni forma Samore — 0 perlomeno la. devozione fesallata © passionale che ogni poets ‘cortese considerava degna di questo n0- me — dovesse estere pid 0 meno col- pevole, Questa impressione unita alla ature dei matrimonio feudale, quale Pho git deseritto, produceva nei poet tuna cera osuinazione, una certa_ prom tezza ad accentuare pit che a celare TTantagonismo ta i loro ideali religios: fedamaton. Cosi se Ia Chiesa inseena che Tamante appassionato persine della propria moglie s trova in peceato mot fale, ssi nspondono immediatamente che jl vero amore € impossible nel ma- twimonio. Sela Chiesa assensce che Tanto sessuale va « guusufica » solo in sista della procreazione, subito diviene A marchio Uistintivo del vero amante come Chauntecleer, che serviva Venere «pill per suo piacere, che per moltipli- care la popolazione » (Canterbury Ta Jes Questa frattura tra la Chiesa ¢ la cone, 0, per usare la bella espressione del professor Vinaver, tra Carbonek ¢ Camelot, che diverra| sempre pi evi= dente man mano che si procede, ¢ I Spetto pid notevole del sentimento me: dievale Si plunge Ginalmente al quarto mar thio distintvo dellamor contese — Is sua devouone al dio Amore. In pare, come s'é visto, questa € una denvazone ovidiana e ip pare é dovuia a quella tessa legge di trasmissione per cui tutti { sentimenti accumulati dal vassallo ne! a sua relazione con il signore si sver- sano nel nuovo tipo d'amore: per la stessa ragione le forme di sentimento re- ligioso tendono naturalmente a insinvar- sinella poesia amorosa. In parte, perd (© ‘questa ¢ forse la pitt importante delle we fagioni), questa religione erotica sorge in veste di sivale 0 di parodia della re- ligione vera, enfgtizzando Tantagonismo twa i due ideal. T distacs cco tra i] wsegnore di paurosb aspetto » fella Vita nuove ¢ 3} dio degli amanti fel Concio di Remiremont dit la misura el'ampiezza © della complessita della ‘wadiione. Dante ¢ quanto pitt serio possibile, mentre il poeta trancese non serio affatio. Bisogna esser preparati ‘2 incontrare altri autori seaglionass in ogni sorta di posizione intermedia ta (questi due estremi, e non é tutto, Le Varanioni non sussistono solo tra lo scherzoso © il grave, perché la teligione amore pud acquistare seriewk senza tutavia nconciliarsi alla religione vera: Dove non ¢ parodia dela pub cere, in un certo senso, sua rivale — ‘una foga temporanea, una licenaa dagli asdon di una fede religiosa verso i pia cei di una religiosa immaginazione Desejver mtn gusto come ba vader ta dl popsorsioe ula tua conqust thee sabe un eagertion, ta bron mtsretaio co > dele paso tune per anita di emo Chpom Sure cone a wetlore de Saunesecwau aL mol parser Spress in un momento ds ebpandons Sil passion, vemsse roccola pam Dliahstiea Nel momento ste Su sa pasando epi sa bear che non Olly epee. eb. palin ope su “Seno a Sate guena dea! Se 6 procede ad agatha fe al ¢ paradisg deltamante i iol Ses fessor ‘natural, un dio T snd uo dlenco di couandament,¢ sea ia tmopina Tamante ce coca a ponte ede aloe snes ala bea fine) stove precano, monde Ai sogno dee poeta atorese meena tc ‘Up anplancore dlls eben. uss fog dalla reipene, ©'una tegione tale il rouemen ud exer caseuna & guise one eppute tan lve ome a es Lew, Lal ep amore. Seg Tene. Ein