Sei sulla pagina 1di 2

www.consorziosanita.com Novembre 2010 n.

00 IL NETWORK DEL SISTEMA SANITARIO


Mensile di Informazione per la Sanità

IL NETWORK DEL CONSORZIO


GLI ASSOCIATI I FORNITORI LEADER
Centro Antidiabete AID Stabia Bayer
Castellammare di Stabia · 0818711389
Centro Antidiabete AID Oplonti LifeScan - Johnson & Johnson company
Torre Annunziata · 0818614375 Roche
Centro Antidiabete AID Napoli
Napoli · 081411195 Menarini
Centro Antidiabete AID Irpino G.E. Medical
Avellino · 0825680031 Bionova Srl
Centro Antidiabete AID Nocera
Nocera Inferiore · 0815178406 Sterilfarma
Centro Antidiabete AID Nola Chorus
Nola · 0815125333
ABA Medica I costi standard per la sanità.
Centro Antidiabete AID Tirreno
Cava dei Tirreni · 089464273 Tipolito Emmegi Una opportunità?
Laboratorio Ce.Di. dei Mille AL.CA. Plast
Si ma attenzione…
Napoli · 081401790 Nella bozza dei regolamenti attuativi del federalismo
Marigo Srl
Centro Podologico “Cura del Piede” fiscale, è compresa la disciplina inerente i Costi Standard
Castellammare di Stabia · 0818719496 Philips in sanità, che ad oggi è in discussione presso la Conferenza
Stato Regione. I costi standard rappresenteranno il costo
Centro Posturologia - Ok Postura medio (per ogni singola voce di spesa), a cui ogni regione
Castellammare di Stabia · 0818711389 dovrà attenersi per la effettuazione delle prestazioni
sanitarie previste dai LEA, nonché il costo medio da considerare per gli acquisti di
beni e servizi. I costi standard rappresenteranno una rivoluzione per la pubblica
amministrazione, che per la prima volta avrà un indicatore semplice e preciso per valutare
dal 1952 per la prevenzione, le Regioni realmente virtuose ed efficienti. Questa novità sarà un valido strumento di
sistema premiante per le Regioni virtuose, che attueranno tale disciplina nella gestione
lo studio e la cura del diabete delle risorse regionali, oltre che valido mezzo strategico per la razionalizzazione dei
costi in sanità. Ma tale lavoro non risulta cosa agevole e difatti si segnalano diverse
e delle sue complicanze criticità. La determinazione degli effettivi costi standard si sta trascinando tante
polemiche tra le Regioni ed il Governo centrale. A sollevare maggiori dubbi sono le
Regioni meridionali, in quanto, per determinare la media nazionale dei costi definiti
SEDI standard saranno presi in considerazione i costi di alcune regioni del nord definite
virtuose. Proprio tale criterio è messo in discussione in quanto, sarebbe un errore non
Napoli Castellamare di Stabia (NA) tener presente le oggettive problematiche legate a fattori socio-economici cha alcune
Via M. D’Ayala, 1 Pizza Spartaco, 7 Regioni meridionali denunciano e rischiano di causare squilibri. Quindi sarebbe utile,
Tel. 081.41.11.95 Tel. 081.871.13.89 per evitare errate valutazioni economiche, prendere in esame anche i costi sostenuti
da alcune Regioni del meridione, al fine di calcolare correttamente i costi standard ed
Torre Annunziata (NA) Avellino assicurare un corretto equilibrio economico su scala nazionale senza alcune disparità di
Via Dante, 16 Via Nazionale, 246 valutazione su base regionale. È importante sottolineare un principio imprescindibile,
Tel. 081.861.43.75 Tel. 0825.68.00.31 i fattori economici non possono mortificare i livelli essenziali di assistenza ne tanto PRESIDENTE ONORARIO
meno i livelli minimi quali-quantitativi dell’assistenza sanitaria e questa definizione Giovanni Longobardi
Nola (Na) Nocera Inferiore (Sa) trova una sua logica anche in termini economici. Difatti altro argomento di confronto
Via Annibale, Via Origlia, 28 a livello centrale è sui cosiddetti “isobisogni” ovvero i bisogni che corrispondoino alle
reali esigenze del cittadino-utente e che in caso di disattenzione oltre a causare danni AMMINISTRATORE UNICO
Tel. 081.512.53.33 Tel. 081.517.84.06
in termini di salute arreca maggiori diseconomie. Infatti, nel caso in cui le Regioni Alfonso Longobardi
www.centroaid.it
programmassero il proprio piano sanitario regionale con il solo fine di adeguarsi ai
costi standard nazionali, disattendendo i reali bisogni della popolazione, correrebbero COMITATO SCIENTIFICO
il rischio di non riuscire a garantire i Livelli essenziali di assistenza e i relativi livelli
minimi quali-quantitativi. Tutto ciò con il rischio di una doppia ricaduta negativa: Sandro Gentile
1) una mobilità passiva dei propri cittadini verso altre regioni con incidenze negative Gerardo Corigliano
in termini di compensazioni passive con altre regioni; 2) diventare fanalino di coda
tra le regioni virtuose con le debite conseguenze. Il metodo: Bisogna tener presente RESPONSABILE LEGALE
in via preliminare le caratteristiche di ogni Regione, le problematiche connesse al Amedeo Iannella
territorio, i fattori epidemiologici, il livello di scolarizzazione della popolazione, il
livello di ricchezza pro-capite, il livello di povertà, la densità abitativa del territorio,
Progettazione SOFTWARE l’incidenza delle malattie, collegando pertanto elementi socio economici ad indicatori PROGETTO GRAFICO
Sede: Rampe Brancaccio, 45 · 80132 Napoli legati direttamente al territorio. Solo imboccando tale strada sarà possibile realizzare un Michele Esposito
Uffici: Via San Lorenzo, DI.LA. Park · 81030 Teverola (CE) lavoro corretto ed omogeneo su scala nazionale. www.espositodesign.it
Srl Tel 081.8119786 - e.mail: info@chorus-soft.it Dott. Alfonso Longobardi
Amministratore Unico Consorzio Sanità
www.consorziosanita.com
Longevità, Benessere e Salute Sanità: integrazione privato e
se fedeli alla Dieta Mediterranea pubblico - cooperazione e telematica SANITÀ e TERRITORIO...
PRIMA PARTE
INTERVISTA ALLA PROF.SSA ANNA RAFFONE INTERVISTA ALLA DOTT.SSA ANNUNZIATA TAVELLA
Docente di scienza degli Alimenti Resposnsabile UOAS Distretto Sanitario 53

La Dieta Mediterranea, tipica dei paesi In tempo di crisi, è importante parlare Dibattito aperto sulla sanità territoriale. Approfondiamo to ospedaliero e Territorio consentirebbe di concordare
che si affacciano sulle coste del medi- della Sanità del nostro Paese, con il Ser- alcuni spunti con la dottoressa Annunziata Tavella diri- e formulare percorsi diagnostici terapeutici individuali
terraneo, è caratterizzata da abbondanti vizio Sanitario Nazionale che ha ormai gente responsabile Unità Operativa Assistenza Sanitaria e ottenere il risultato di porre il paziente al centro di una
quantità di prodotti vegetali (frutta, ver- compiuto 32 anni. Il privato costruisce Distretto 53. rete assistenziale che parte dal cardiologo ospedaliero,
dura, pane, altri tipi di cereali, legumi, e gestisce servizi sanitari con l’obiettivo
prioritario di governance della salute di passa attraverso il Medico di Medicina Generale e arriva
noci e altri frutti a guscio, semi), frutta D. Dottoressa quali sono i compiti della sua Unità Operativa al Distretto
fresca , olio extra vergine di oliva come tutti i cittadini in un sistema complemen-
tare alla sanità pubblica, ma più sensi- R. La unità operativa ,di cui sono responsabile, è la U.O.,
principale alimento per condire, latticini bile al bilanciamento tra costi sostenuti Assistenza Sanitaria di Base, cui competono i compiti di D. Quali potrebbero essere gli effetti positivi indotti?
(soprattutto formaggio e yogurt), pesce, e prestazioni erogate con un sano inte- assicurare ai cittadini l’accesso e la fruizione di molti dei R. Una aderenza più costante dei pazienti ai trattamenti e
uova, pasta. Questa dieta è povera di gras- si saturi (non resse imprenditoriale. La Sanità italiana nel suo insie- L.E.A.(LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA). È a ai controlli diagnostici con conseguente minor rischio di
più del 7-8% dell’apporto energetico complessivo), ricca me (pubblico e privato) è la prima realtà economica del sua volta un’articolazione operativa del Distretto Sanitario recidive una diminuzione dei ricoveri inappropriati una
di fibre e sostanze antiossidanti indispensabili per la pro- Paese: contribuisce direttamente e indirettamente alla che assicura i servizi di assistenza primaria relativi alle diminuzione della mobilità passiva verso Aziende Ospe-
tezione del nostro organismo dagli stress ossidativi. creazione di un enorme valore economico. Valore pur-
troppo non sempre corrispondente al livello di qualità attività sanitarie e sociosanitarie, nonchè il coordinamen- daliere
D. La dieta mediterranea si riferisce ad un modello alimen- prodotto e soprattutto percepito dai cittadini. La collabo- to delle proprie attività con quella dei Dipartimenti, dei
tare indirizzato per persone con particolari esigenze nutri- razione tra pubblico e privato può rappresentare quindi servizi aziendali e delle strutture ospedaliere,inserendole D. Arriveremo secondo Lei ad una reale integrazione?
zionali o può essere consigliata per tutti? un importante supporto al sistema sanitario e numerose organicamente nel PAT (Programma delle Attività Terri- R. Per far si che l’integrazione si realizzi operativamente
R. La Dieta Mediterranea è un tipo di alimentazione pro- aziende sanitarie private sono pronte a offrire cultura e toriali). occorre un cambiamento culturale che la profonda crisi
pria dell’Italia, della Francia, Spagna, Grecia ed alcune competenze integrate nell’ambito di una cooperazione della Sanità Campana non ci consente più di rimandare
regioni del Nord Africa, e punta soprattutto al benessere che abbia come obiettivo la tutela della salute di ogni D. Quali le prospettive del progetto integrato Ospedale Ter- soprattutto per l’obiettivo di ridurre gli sprechi di risorse
individuo e la sostenibilità del sistema sanitario. L’infor- ritorio? con le prestazioni inappropriate che spesso sono l’effetto
ed alla salute dell’individuo. Apprezzata oramai in tutto il matica sanitaria e la standardizzazione dei processi può,
mondo, si basa principalmente sul consumo di alimenti di e deve, supportare questa collaborazione. Connettere le R. Proprio a proposito del coordinamento con le strut- collaterale proprio della mancanza di Comunicazione e
origine vegetale derivanti da coltivazioni biologiche come aziende sanitarie pubbliche e private alla stessa rete in ture ospedaliere già da tempo si sta lavorando per rea- Coordinamento.
pane, pasta, ortaggi, frutta, olio d’oliva, ma sono ammessi, cui sono collegati le strutture territoriali e i medici di lizzare una maggiore integrazione Ospedale-Territorio,
pur se in quantitàmoderate, anche latte e carni magre. base consente di ottimizzare i processi evitando sprechi soprattutto per la gestione del paziente cardiologico post
Questo stile alimentare non presenta controindicazio- e migliorando l’appropriatezza delle prestazioni erogate. acuto. Un miglioramento della comunicazione fra Repar- Nello de Martino
ni ed è auspicabile per tutte le fasce di età e per tutte le In questa direzione il governo centrale sta sbloccando i Giornalista
condizioni fisiologiche, garantendo un’aspettativa di vita fondi puntando a far fare un impegnativo salto di qualità
maggiore. Nel 2006 la Comunità Europea ha decretato la organizzativo e procedurale a tutte le aziende sanitarie e
ospedaliere entro la fine della legislatura agendo soprat-
Dieta Mediterranea come l’alimentazione piu salutare ed
equilibrata e quindi fortemente raccomandabile ai cittadi- tutto sul coordinamento e la diffusione su scala nazionale
dei programmi e delle best practice già avviati da diverse
I CONSORZI COME STRUMENTO DI RILANCIO
ni della comunità.
Regioni. Il Consiglio dei Ministri del 24 settembre scorso
ha infatti approvato il disegno di legge “Sperimentazio- La necessità di ottimizzare le risorse a disposizione, per far delle loro economie di scala. Un’ulteriore
D.Quali sono gli alimenti tipici che rapresentano la Dieta ne clinica e altre disposizioni in materia sanitaria”che fronte alla concorrenza delle aziende di maggiori dimen- considerazione che può spingere le piccole
Mediterranea? prevede misure in materia di ricerca sanitaria, di sicu- sioni e alle contingenze negative di mercato, porta le PMI imprese all’aggregazione è la possibilità per
R. Nella cultura mediterranea non c’è alimento che meglio rezza delle cure, di riforma degli ordini delle professioni a cercare nuove soluzioni che garantiscano la loro stessa i consorzi che raggiungono una maggiore di-
della Pasta e dell’ Olio di Oliva, dimostri questi legami. sopravvivenza. Strumento utile ed efficace per giungere mensione patrimoniale di costituire organismi
sanitarie, di fascicolo elettronico e di registri di rilevan- all’obiettivo di razionalizzare i costi è la partecipazione ai di garanzia collettiva (i Confidi) che possono
Riscoprire questo preziosi nutrimenti, riconoscerne i me- te interesse sanitario. Il Fascicolo sanitario elettronico consorzi, i quali consentono alle PMI di ottenere servizi ed permettere alle PMI di ottenere finanziamen-
riti e gli apporti insostituibili alla nutrizione dell’uomo è (FSE), fino ad oggi non disciplinato a livello nazionale economie di scala che altrimenti sarebbero loro preclusi. ti, e conseguente liquidità, altrimenti inac-
anche un modo per rendere omaggio alla storia alimenta- da norme di carattere primario o secondario, è definito Attraverso la partecipazione ai consorzi le piccole realtà cessibili. Considerando le norme civilistiche,
re della civiltà mediterranea. Un’altro simbolo della dieta come l’insieme dei dati e documenti digitali di tipo sani- possono esternalizzare servizi che tipicamente vengono i consorziati provvedono ad una contribuzione i n i z i a l e
mediterranea famoso in tutto il globo è la pizza propinata tario e socio-sanitario generati da eventi clinici presenti svolti all’interno dell’azienda e che comportano elevati co- che viene trattata alla stregua del capitale sociale. Tale fon-
nelle sue più fantasiose ricette; da sola, se ben calibrata e trascorsi, riguardanti l’assistito. Il Fascicolo sanitario sti. La partecipazione ai consorzi può risultare addirittura do consortile deve rimanere vincolato a garanzia e tutela
elettronico è istituito dalle Regioni e Province autonome, necessaria per quelle imprese che non possono agire sulle dei terzi. Dal punto di vista contabile le società che hanno
negli ingredienti, può essere considerata un piatto com- dinamiche dei propri ricavi, come ad esempio le aziende partecipazioni in consorzi, rappresentate da quote del fondo
pleto a tutti gli effetti conciliando al gusto anche la prati- nel rispetto della normativa vigente in materia di prote-
zione dei dati personali a fini di prevenzione, diagnosi, sanitarie convenzionate con il servizio sanitario pubblico. consortile, devono iscrivere le stesse nell’attivo dello Stato
cità di consumo. La ricchezza e la varietà di cereali prefe- cura e riabilitazione; studio e ricerca scientifica in campo In questo caso, con le ultime normative regionali, le azien- Patrimoniale alla voce “Partecipazioni in altre imprese”. Le
ribilmente non raffinati, i legumi ( considerati anticamente de sanitarie private sono costrette ad erogare prestazioni somme erogate invece ai consorzi quali corrispettivi per ser-
medico, biomedico ed epidemiologico; programmazione, entro determinati limiti quantitativi che diventano di volta vizi ottenuti sono costi d’esercizio e fiscalmente deducibili.
“la carne dei poveri” perchè ricchi di proteine seppur di gestione, controllo e valutazione dell’assistenza sanitaria in volta più stringenti. In queste condizioni le uniche voci Per quanto riguarda la disciplina IVA bisogna distinguere
minor pregio nutrizionale rispetto alle proteine animali), le e sarà il tessuto connettivo dello sviluppo della collabo- di bilancio su cui possono agire direttamente sono rappre- i consorzi con attività interna che non sono soggetti a tale
verdure fresche di stagione, il pesce azzurro, latte e deri- razione tra pubblico e privato. sentate dai costi di esercizio, e sulla base di queste esigenze imposta, da quelli con attività esterna che rientrano nell’al-
vati, le carni preferibilmente bianche e il vino rosso ricco sono nate varie aggregazioni di imprese nel settore della veo di tale tributo nel momento in cui svolgono servizi per
di antiossidanti come il resveratrolo rendono la dieta me- Sanità. Tipico è l’esempio dei Consorzi di acquisti che per- conto dei consorziati coprendo i costi con i loro contributi.
diterranea un fattore di protezione contro l’insorgere delle Dott. phd Francesco Amato mettono alle piccole imprese del settore di avere maggiore Quindi le quote versate dai consorziati per servizi ottenuti
così dette malattie del benessere: trombosi, arterosclerosi, Amministratore CHORUS forza contrattuale nei confronti delle grandi aziende farma- dal consorzio sono soggette ad IVA.
ceutiche, che a loro volta possono ridurre i prezzi dei loro Paolo Somma
infarto, diabete, ipertensione, malattie digestive e obesità. Consulente Sistemi Informatici prodotti per ordinativi più elevati grazie allo sfruttamento dottore commercialista
Centri AID - Consorzio Sanità ODCEC di Torre Annunziata

www.consorziosanita.com www.consorziosanita.com