Sei sulla pagina 1di 3

Wiki è un'applicazione web che permette la creazione, la modifica e l'illustrazione

collaborativa di pagine all'interno di un sito web.

È dunque un software collaborativo che in genere utilizza un linguaggio di markup


semplificato o un editor di testo online[1][2][3].

Il risultato è una raccolta di documenti ipertestuali che dopo viene aggiornata dai
suoi stessi utilizzatori e i cui contenuti sono sviluppati in collaborazione da
tutti coloro che vi hanno accesso (contenuto generato dagli utenti), memorizzati
normalmente su una base di dati o un repository. La modifica dei contenuti è
aperta, nel senso che il testo può essere modificato da tutti gli utenti (a volte
soltanto se registrati, altre volte anche anonimi) contribuendo non solo per
aggiunte, come accade solitamente nei forum, ma anche cambiando e cancellando ciò
che hanno scritto gli autori precedenti. Ogni modifica è registrata in una
cronologia che permette in caso di necessità di riportare il testo alla versione
precedente (rollback); lo scopo è quello di condividere, scambiare, immagazzinare e
ottimizzare le informazioni in modo collaborativo.

Indice
1 Etimologia
2 Storia
3 Descrizione
3.1 Pronuncia
3.2 Caratteristiche principali
3.3 Motori wiki
3.4 Campi di applicazione
4 Pagine e modifiche
4.1 Collegamento e creazione di pagine
4.2 Controllo delle modifiche
4.3 Ricerca
5 Comunità wiki
5.1 Gergo
6 Comunicazione interna
6.1 Uso dei software wiki
6.1.1 Ricerca dell'Università di Tampere
6.2 Comunicazione esterna
7 Ricerche scientifiche
8 Note
9 Bibliografia
10 Voci correlate
11 Altri progetti
12 Collegamenti esterni
Etimologia

Un "wiki wiki bus" dell'aeroporto di Honolulu


Wiki wiki deriva dalla lingua hawaiiana e significa "rapido" o "molto veloce". A
volte i lemma "wikiwiki" o "WikiWiki" o "Wikiwiki" sono usati al posto di wiki.
Ward Cunningham (il fondatore) si ispirò al nome wiki wiki usato per i bus navetta
dell'aeroporto di Honolulu. Wiki fu la prima parola che egli apprese durante la sua
prima visita alle isole Hawaii, quando un addetto lo invitò a prendere un wiki wiki
bus operante tra i vari terminal aeroportuali. Cunningham stesso dice: «Ho scelto
wiki-wiki come sostituto allitterativo di quick, evitando quindi di chiamare questa
cosa quick-web.»[4]. In realtà, non si conosce la prima attestazione di questa
parola nella lingua hawaiana e non si può escludere che essa sia derivata da un
adattamento fonetico proprio della parola quickly.

WikiWikiWeb è un termine usato a volte per riferirsi in maniera specifica al


Portland Pattern Repository, il primo wiki mai esistito. I proponenti di questo
utilizzo suggeriscono di usare una «w» minuscola per i wiki in generale.

Il termine wiki è usato anche come acronimo inverso dell'espressione inglese What I
know it's, che descrive la sua funzione di condivisione di conoscenza oltre che di
scambio e di immagazzinamento.

Storia

Ward Cunningham, inventore di wiki


Il software wiki è nato nel design pattern (schema progettuale, architetturale, di
progettazione) di comunità web come una soluzione per scrivere e discutere pattern
languages (espressione che può essere tradotta come «linguaggi relativi a un
preciso contesto», in riferimento al mondo del software di programmazione). Il
Portland Pattern Repository è stato il primo wiki, ideato da Ward Cunningham nel
1995[4]. Cunningham ha inventato il nome e il concetto wiki e ha prodotto la prima
implementazione di un motore wiki.

Alla fine del XX secolo, i wiki sono stati considerati come una strada promettente
per sviluppare le basi di una conoscenza pubblica e privata ed è stato questo
potenziale a ispirare il progetto dell'enciclopedia Nupedia, avviata da Jimmy Wales
con Larry Sanger come capo redattore, usando la tecnologia wiki come base per
un'enciclopedia elettronica: Wikipedia è stata lanciata nel gennaio 2001.
Originariamente basata su un software UseMod, passò poi al suo attuale software
open source MediaWiki, che è ora adottato da numerosi altri wiki.

Attualmente la Wikipedia in lingua inglese è il più grande wiki, seguita da quella


tedesca.

Descrizione
Pronuncia
Adattando all'italiano la pronuncia inglese, i più pronunciano uìki /ˈwiːki/ la
parola wiki. In hawaiano, la consonante iniziale della parola "wiki" è per la
precisione un'approssimante labiodentale ([ʋ]), suono intermedio tra il fonema
continuo fricativo labiodentale sonoro [v] (l'iniziale dell'italiano voto) e la
semiconsonante [w] (l'iniziale dell'italiano uomo). Il suono [ʋ] ricorre nella
pronuncia d'una consistente minoranza degli italofoni come una delle possibili R
mosce (la cosiddetta èvve, ma non la sua variante velarizzata) o, in italiano,
anche come realizzazione veloce e/o trascurata del fonema /v/ in posizione
intervocalica: è un suono frequente, ad esempio, in esecuzioni più o meno rapide di
frasi come andava via veloce, dove i diversi /v/ tendono a realizzarsi [ʋ] anche
per dissimilazione. La pronuncia hawaiana giustifica perciò anche la variante
italiana vìki [ˈviːki] – preferibile se si considera che in italiano la lettera w è
generalmente percepita come una consonante[5] –, sebbene l'idioma parlato in quelle
isole non conosca affatto la fricativa labiodentale sonora ([v]) dell'italiano.

Caratteristiche principali
Un wiki permette di scrivere collettivamente dei documenti in un semplice
linguaggio di marcatura (markup) usando un navigatore web (web browser). Poiché la
maggior parte dei wiki si basa sul web, il termine «wiki» è di solito sufficiente.
Una singola pagina in un wiki è chiamata «pagina wiki», mentre l'insieme delle
pagine, che sono usualmente strettamente interconnesse, è chiamato «il wiki».

Una caratteristica distintiva della tecnologia wiki è la facilità con cui le pagine
possono essere create e aggiornate. Generalmente, non esiste una verifica
preventiva sulle modifiche, e la maggior parte dei wiki è aperta a tutti gli utenti
—o almeno a tutti quelli che hanno accesso al server wiki. In effetti, perfino la
registrazione di un account utente non è sempre richiesta.

Motori wiki
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Software
wiki.
Il motore Wiki è il sistema software di tipo collaborativo su cui gira un sistema
Wiki. La sua implementazione consiste generalmente in un programma installato su
diversi server che gestiscono un contenuto solitamente memorizzato in un database
relazionale; alcune installazioni tuttavia utilizzano direttamente il file system
del server.

Data la relativa semplicità del concetto di wiki, sono state sviluppate un gran
numero di implementazioni, nei più svariati linguaggi di programmazione; esse vanno
da semplici hack, che hanno solo le funzioni di base, fino a sistemi di
amministrazione del contenuto (Content Management System) molto sofisticati.

Campi di applicazione
I campi di applicazione permettono una classificazione dei progetti e delle
comunità che si basano su software Wiki.

Essi spaziano dalla produzione di contenuti, allo sviluppo di codice, a strumenti


gestionali, al potenziale riuso a scopi commerciali di qualsiasi pagina pubblicata
aperti e liberi.
In funzione della propria finalità, si possono suddividere in:

Enciclopedie:
generali: Wikipedia, e i suoi ulteriori progetti come Wikivoyage[6], Commons,
Wikiquote, Wikisource, Wikizionario, Wikiversità);
settoriali: Vikidia, WikiTree, Sensei's Library[7], wikiart.org[8], xulfr.org[9],
soccerwiki.org[10]
LocalWiki (o Wiki geografiche): Wikispedia (La Spezia)[11], Wiki-Niort[12]. Sono
limitate e focalizzate su un'area geografica a specifica, spesso create dai nativi
e residenti del luogo;
modello di sviluppo: i progetti sono organizzati in modo aperto e collaborativo,
per rilasciare:
basi di conoscenza semantiche: Unionpedia[13], websemantique.org[14];
semantico: DBpedia[15],
documentale: documentazione della comunità italiana di Ubuntu[16], CPDL, Choral
Public Domain Library[17], Tango Desktop Project[18], DotClear documentation[19],
EagleFaq[20], Manuel Blender francophone[21];
strumenti di visualizzazione e reportistica: browser specifici per Wiki, quale
Kiwix per la lettura offline e Wikimedia Apps per la modifica e condivisione
esterna di contenuti; statistica e Web Analytics, quali: WikiScanner, Wikiscan[22].
Wiki personali: utilizzati come strumento di produttività e di gestione
dell'informazione, quale è il block-notes evoluto fino all'applicazione molto varia
come un'agenda, ad esempio Tomboy e Gnote.
Wiki commerciali: it.wikifarmaco.org[23]; siti come Wikizero.com, Wikiwand.com[24],
e Wikivisually.com[25] salvano una copia delle pagine di Wikipedia, in varie
lingue, tra le quali la versione italiana, parzialmente indicizzati su Google.
Wikizero è rilasciato con licenza di copyright (nota a piè di pagina), sebbene i
contenuti di Wikipedia siano tutti pubblicati con licenza di tipo Creative Commons.
La copia riguarda anche le pagine di discussione di centinaia di utenti
iscritti[26] bloccati/cancellati, e le sottopagine di discussione archiviate[27].
Wikiwand integra delle restrizioni alla licenza CC BY-SA di Wikipedia[28], mentre
Wikivisually aggrega le voci di Wikipedia con un ricco catalogo di video pubblicati
su YouTube[29].
Wiki satiriche: Nonciclopedia[30], Uncyclopedia[31], Encyclopedia Dramatica[32]
progetti estinti: Ekopedia[33], Bankpedia[34], Anarcopedia[35];