Sei sulla pagina 1di 2

Teoria e tecniche dell'armonia 2b - dispensa 5

L'accordo di "Sesta Eccedente"


L'accordo di "Sesta eccedente" ha funzone di DD ed è costruito, in rivolto, ponendo al basso il VI grado
abbassato della scala (o, nel modo minore, il VI della scala naturale) che risolve scendendo per semitono al V.
Viene generalmente utilizzato nelle cadenze strutturalmente più importanti.

Es. 1 - Sesta eccedente "Francese": consiste nella cromatizzazione del V del V, ottenuta abbassando la 5a. Si
usa in 2° Riv. e risolve sul I in 2° riv. oppure sul V allo stato fondamentale.

w
# ww # ww
Acc. di 6a ecc.

& #w
w bw w
? w w bw
V del V 5a abbassata 2° riv.

˙
& 44 ˙˙ # ˙˙ ˙w ˙ ˙˙ ẇ

ww ˙

b ˙˙ ˙ ˙ b ˙w
? 44 ˙˙ ˙. œ ˙
˙
˙ ẇ ˙ ˙
˙
IV DDecc. I2Riv V I1Riv IIm DDecc. V I1Riv

Es. 2 - Sesta eccedente "Tedesca": la quadriade del VII del V, nelle sue due versioni: Quadriade di sensibile
(fa #-la-do-mi) o Accordo di Settima diminuita (fa #-la-do-mi b), viene cromatizzata tramite l'abbassamento della
3a. Si usa in 1° Riv. e risolve sul I in 2° rivolto (non direttamente sul V perchè altrimenti vengono le 5e
parallele). Nel modo minore si usa solo la Settima diminuita del V.

w w w w w bw
Settima di sensibile del V Acc. di 6a ecc. Settima diminuita del V Acc. di 6a ecc.

& w w #w bw bw #w
? # ww # b ww w # ww # b ww w
bw bw
VII del V 3a abbassata 1° riv. VIIdim del V 3a abbassata 1° riv.

b˙ n˙
& 44 ẇ # ˙ ˙˙ ˙ nœ ˙ ˙ ˙ ˙
*

. ˙ ˙ #˙ ˙. nœ ˙
w b˙ ˙ ˙ ˙ b ˙w ˙ ˙w ˙ ˙
? 44 ˙ w ˙ ˙
I DDecc. I2r V I IIm DDecc. I2Riv V I

* Il MI b risolve, di fatto, sul RE e non sul MIn). Piston, preferisce interpretare il Mi b come un Re # e classifica l'accordo come "Sesta
eccedente svizzera", ossia come un V del V al quale è stata alzata cromaticamente la fondamentale (RE diventa RE #).
2 [Titolo]
Es. 3 - esiste infine un accordo di Sesta eccedente, denominato "italiano", consistente modificazione cromatica
della triade del VII del V. Come la Sesta eccedente Francese, può risolvere sia sul I in 2° riv. sia sul V. Si usa
sempre in 1° riv., in modo che al basso ci sia il sesto grado abbassato (o naturale, nel modo minore) della
scala. A 4 voci, si raddoppia la 5a dell'accordo, unico suono non alterato rispetto alla scala di riferimento.

& ww b ww w 44 ˙ ˙ # ww ˙˙ ˙ ˙ ˙w # ˙ ˙˙
#w ˙ #˙ ˙ #˙
˙ ˙ ˙ ˙ ˙ ˙
# ww # ww b ww 4 ˙ ˙˙ ẇ
Do M La m

? ˙ ˙ ˙ ˙. œ ˙
4 ˙ ˙
II DDecc. V I1Riv II DDecc. I2Riv V I1Riv

Realizza i seguenti esercizi utilizzando, complessivamente, tutte le tipologie di sesta eccedente (*).

? # # 43 œ œ œ œ œ œ bœ ˙.
˙. C ˙ ˙ ˙ ˙* œ œ ˙
*

? bb C ˙
*
œ œ ˙ 44 œ œ ˙ w
˙ bw w
*