Sei sulla pagina 1di 44

Sistema GessoFibra 04/2009

Sistema GessoFibra Knauf


® ® ®
Vidiwall , Brio , GIFAfloor .
Sistema, applicazioni, prestazioni certificate.
Che cosa è il GessoFibra Knauf
La naturalità del gesso

Il GessoFibra Knauf è un materiale costituito da una miscela omogenea di gesso di alta qualità e
fibra di cellulosa. L’impasto viene addizionato con acqua e compresso ad alta pressione, in modo da
formare lastre resistenti e monolitiche che successivamente vengono essiccate e tagliate nei vari formati.

Gesso e cellulosa sono elementi naturali e perfettamente armonizzati che conferiscono eccellenti
proprietà alle lastre in GessoFibra Knauf Vidiwall®, VidiFire®, Brio®, Vidiwall® -HI, GIFAfloor®, dotan-
dole delle proprietà di resistenza, stabilità, isolamento termoacustico e resistenza al fuoco.
Inoltre, le lastre in GessoFibra Knauf hanno superato con successo tutte le verifiche e i collaudi
previsti dall’iter certificativo dell’Istituto di Baubiologie di Rosenheim e hanno ricevuto il sigillo di
collaudo “consigliato dal punto di vista biologico-abitativo”.
Il GessoFibra Knauf

GessoFibra Knauf pag. 2

Sistema GessoFibra pag. 6-7

Vidiwall® pag. 8

Vidifire® pag. 8

Sistema KMA pag. 12

Sistema KMB pag. 13

Vidiwall® -HI pag. 14

Brio® pag. 24

GIFAfloor® pag. 32

Testi di capitolato pag. 35

Questa certificazione si basa su una visione complessiva dei prodotti e valuta


gli effetti di carattere sanitario-biologico sull’uomo durante la produzione, la
lavorazione e l’intero ciclo di vita, compreso l’impatto sull’ambiente durante e
dopo lo smaltimento.

Innovazione e attenzione alla salute dell’uomo e all’ambiente sono valori


fondamentali della filosofia Knauf: la ricerca di prodotti che offrono prestazioni
tecniche all’avanguardia rispettando criteri di biocompatibilità è da sempre un
obiettivo dell’azienda.

02_03
Prestazioni superiori garantite

Altissima resistenza - Le lastre in GessoFibra Knauf sono particolarmente resistenti alle sollecitazioni
meccaniche e ai carichi più elevati. Inoltre, per l'alta durezza superficiale e la forte resistenza agli
urti, sono consigliate nell'edilizia scolastica, alberghiera e pubblica in genere.

Lavorazione veloce - La posa estremamente veloce consente un notevole risparmio di tempo e di


costi in cantiere.

Facilità di posa - È questo uno dei vantaggi principali per chi sceglie le lastre in GessoFibra Knauf
Vidiwall®, VidiFire®, Vidiwall® -HI, Brio® e GIFAfloor®.

Isolamento termoacustico - Le eccezionali prestazioni acustiche sono garantite da numerosi


certificati. Ottimi risultati di isolamento termico si ottengono inoltre ben progettando l'inserimento di
materiali fibrosi nelle intercapedini.

Protezione dal fuoco - Le lastre in GessoFibra Knauf Vidiwall® sono in classe di reazione al fuoco
A2,s1-d0 e, nel caso del Vidifire®, in classe di incombustibilità (zero); GIFAfloor® è in classe A1. I sistemi in
lastre di GessoFibra Knauf hanno ottime caratteristiche certificate di resistenza al fuoco in varie configurazioni.
Il GessoFibra Knauf

Tutti i vantaggi del


GessoFibra Knauf
Le lastre in GessoFibra Knauf
Vidiwall®, VidiFire®, Vidiwall® -HI,
Brio® e GIFAfloor® si sono affermate
con successo in tutti i settori del-
l’edilizia e offrono possibilità di impie-
go negli ospedali, nel residenziale,
commerciale, alberghiero, uffici,
industria, prefabbricazione in legno.

Grazie alla loro robustezza e


durezza superficiale, le lastre
Vidiwall®, VidiFire®, Vidiwall® -HI,
Brio® e GIFAfloor® offrono una forte
resistenza agli urti e ai carichi;
risultano particolarmente adatte
all’edilizia scolastica, dove le pareti
sono spesso messe a dura prova
dall’esuberanza degli studenti. La
grande capacità di isolare acusti-
camente e le caratteristiche di resi-
stenza al fuoco rendono questo
Sistema Costruttivo Knauf insuperabile
nelle prestazioni.

È infatti assai importante la possibilità


di avere a disposizione sistemi che
offrano alte prestazioni nel campo
dell’isolamento acustico e resistenza
meccanica. Le lastre in GessoFibra
Vidiwall®, VidiFire®, Vidiwall® -HI,
Biocompatibilità - Le lastre Vidiwall®, Brio® e GIFAfloor®, data la loro com- Brio® e GIFAfloor® adempiono a
posizione di materie prime "naturali" (gesso, fibre di cellulosa), sono biocom- queste funzioni e sono, inoltre,
patibili e certificate dall’Istituto di Baubiologie di Rosenheim. capaci di soddisfare le esigenze
del committente privato e pubblico
in materia di resistenza agli urti, ai
Sistema completo - GessoFibra Knauf significa un'ampia gamma di
carichi sospesi e ai carichi distribuiti e
elementi, profili metallici e accessori che formano sistemi completi per pareti,
concentrati: pensili della cucina,
contropareti, sottofondi a secco. Tutto certificato e garantito da Knauf.
mensole per libreria, quadri pesanti.
Montando adeguatamente i sistemi,
Naturale regolatore di umidità ambientale - Il GessoFibra Knauf, tutti questi carichi possono essere
grazie alla naturalità dei componenti e alle proprietà igroscopiche del gesso, appesi con estrema facilità e in
ha la rara capacità di regolare l'umidità ambientale per una migliore qualità tutta sicurezza.
dell'ambiente interno.
Le lastre in GessoFibra Vidiwall®,
VidiFire®, Vidiwall® -HI, Brio® e
Resistenza ai carichi - I Sistemi in GessoFibra Knauf sono in grado di
GIFAfloor® sono la risposta alle
sopportare carichi elevati, distribuiti e concentrati, senza particolari modificazioni
nuove domande del mercato del-
dei semplici modi costruttivi.
l’edilizia.

04_05
SISTEMA GESSOFIBRA KNAUF

Lastre in GessoFibra Lastre in GessoFibra


Brio® Vidiwall®

Lastre in GessoFibra
Vidifire®

Lastre in GessoFibra
GIFAfloor®

Lastre in GessoFibra Vidiwall®


Sostengono i carichi più elevati
Se cercate lastre di straordinaria resistenza, le avete trovate! La
lastra in GessoFibra Knauf Vidiwall® risulta estremamente resisten-
te e capace di sopportare le più impegnative sollecitazioni meccani-
che. Altra caratteristica importante delle lastre in GessoFibra
Vidiwall® è la loro resistenza ai carichi. Possono infatti sostenere i
carichi più elevati, rivelandosi un materiale di grande sicurezza
per committenti, progettisti e posatori. Capaci di migliorare il comfort abitativo, di assorbire e cedere umidità
ambientale senza modificare le loro caratteristiche nel corso del tempo, le lastre Vidiwall® sono facilmente lavora-
bili, con conseguente risparmio di tempi e costi in cantiere rispetto ai sistemi costruttivi tradizionali.

Lastre in GessoFibra VidiFire®


Incombustibili
Grazie al ridotto contenuto di cellulosa, le lastre in GessoFibra
VidiFire® uniscono con successo le eccellenti prestazioni tecniche alle
caratteristiche di incombustibilità secondo la normativa italiana. La
ricerca Knauf ha infatti potenziato le proprietà di queste lastre in
GessoFibra per soddisfare, oltre alle esigenze di isolamento ter-
moacustico, anche la necessità di un minore carico d’incendio
delle vie di fuga. Inoltre, le lastre VidiFire® offrono una resistenza
meccanica di grado superiore e sono particolarmente adatte per i luoghi pubblici, come alberghi, musei, scuole,
ospedali e ipermercati, dove la grande affluenza di persone richiede standard qualitativi e prestazionali più elevati.

Dato il continuo processo di aggiornamento normativo in materia di protezione al fuoco al momento della redazione di questa
documentazione, si raccomanda di consultare la Funzione Tecnica Knauf per verificare le caratteristiche e le certificazioni in essere.
Sistema GessoFibra Knauf

Lastre in GessoFibra Vidiwall®-HI Un Sistema dalle


molte qualità
Multifunzionali, anche in esterno
I Sistemi Costruttivi a Secco necessitano
Le nuove lastre Knauf
di soluzioni sempre più complete e
Vidiwall®-HI sono indicate moderne. Non solo il singolo
per applicazioni esterne componente ma l'intero sistema
quale supporto per isolamenti costruttivo deve garantire le prestazioni
a cappotto per case e strutture richieste nell'ambito della progettazione.
in legno grazie alle particola-
ri caratteristiche di resistenza all’umidità. Le caratteristiche innovative di questa Il Sistema GessoFibra Knauf permette
lastra la rendono ideale nella costruzione di case in legno. di realizzare pareti, rivestimenti,
sottofondi a secco e pavimenti
sopraelevati ad alta resistenza
meccanica e alla scalfittura con pesi
Lastre in GessoFibra Brio® ridotti e una grande facilità di mon-
taggio, caratteristica dei Sistemi
Sottofondi a secco più stabili, leggeri e Knauf.

prestazionali Grazie alle naturali caratteristiche di


resistenza al fuoco e di isolamento
Knauf Brio® è la lastra Knauf in acustico offerte dal GessoFibra
GessoFibra dallo spessore sottile Knauf, si raggiungono le più alte
(18 e 23 mm), da installare prestazioni con la massima sempli-
come sottofondo a secco per cità anche abbinando le lastre
pavimentazioni, capace di da pareti con le classiche lastre
sopportare carichi elevati, distribuiti e concentrati, senza subire cedimenti o in Gesso Rivestito Knauf.
deformazioni. È leggera (dai 22 ai 28 kg), di facile posa e subito pavimentabi-
le, incombustibile, buon conduttore termico e ottimo isolante acustico per il cal- Il sistema è completo e offre soluzioni
pestio. Inoltre le lastre in GessoFibra Brio consentono di realizzare impianti di
® per tutti gli impieghi, dall'edilizia
riscaldamento a pavimento estremamente performanti. residenziale, al direzionale e com-
merciale, all'edilizia ospedaliera o
scolastica risolvendo tutte le proble-
matiche tipiche di questi settori quali
Lastre in GessoFibra GIFAfloor® la versatilità, la sicurezza, l'integra-
zione con l'impiantistica, la legge-
Sistemi per pavimenti sopraelevati continui rezza, la velocità costruttiva.

Le lastre in GessoFibra Knauf Ogni singolo componente del Sistema


GIFAfloor®
sono la soluzione GessoFibra Knauf è severamente
costruttiva ideale per l’edilizia testato dai migliori laboratori euro-
ospedaliera, alberghiera, sco- pei e accompagnato dalle certifica-
lastica, residenziale e com- zioni previste dalle normative.
merciale. GIFAfloor® offre la
possibilità di realizzare pavimenti a pannelli su piedini in acciaio regolabili in
altezza, consente la predisposizione di una comoda ispezionabilità, garantisce
un’ottima stabilità nel tempo. Inoltre, con GIFAfloor® Klima è possibile integrare
i sistemi di riscaldamento e raffrescamento a pavimento.

06_07
Lastre in GessoFibra Vidiwall® e VidiFire®
Pareti solide, a prova di scalfittura
®
Le lastre in GessoFibra Knauf Vidiwall sono ideali per l’uso a parete negli ambienti soggetti a gran-
di affollamenti quali scuole, asili, palestre, ospedali, atrii, corridoi dove permettono di avere delle
superfici resistenti alla scalfittura e all’urto anche nel corso delle attività scolastiche e di lavoro.

®
La lastra Vidifire , incombustibile, è idonea agli impieghi particolari: vie di esodo, cucine, musei, cen-
trali termiche e in tutti quegli ambienti in cui sono necessarie particolari caratteristiche antincendio.

Dato il continuo processo di aggiornamento normativo in materia di protezione al fuoco al momento della
redazione di questa documentazione, si raccomanda di consultare la Funzione Tecnica Knauf per verificare le
caratteristiche e le certificazioni in essere.
Prodotti e impieghi

Dati tecnici Vidiwall® Dati tecnici VidiFire®


Spessore lastre: 10, 12.5, 15, 18 mm Spessore lastre: 10, 12.5, 15, 18 mm

Formato larghezza: 1200 mm Formato larghezza: 1200 mm

Formato lunghezza: 2000 - 2500 - 3000 mm con bordi 4SK Formato lunghezza: 2000 - 2500 - 3000 mm con bordi 4SK
2500 - 3000 mm con bordi 2VT 2SK 2500 - 3000 mm con bordi 2VT 2SK
2000 mm con bordi 4VT 2000 mm con bordi 4VT

Densità: 1000 - 1250 kg/m3 Densità: 1300 - 1400 kg/m3

Coefficiente di conducibilità termica λ: 0.30 W/mK Coefficiente di conducibilità termica λ: 0.35 W/mK

Resistenza alla diffusione del vapore µ: 21 Resistenza alla diffusione del vapore µ: 21

Classe di reazione al fuoco (EN 13501): A2,s1-d0 Classe di reazione al fuoco (D.M. 26/6/1984): 0 (1)

Variazione dimensionale (a 20°C e variazione dell'umidità relativa dell'aria del 30%): 0.30 mm/m Variazione dimensionale (a 20°C e variazione dell'umidità relativa dell'aria del 30%): 0.30 mm/m

Durezza: ca. 750 N Durezza: ca. 750 N

Resistenza a flessione (dopo essiccazione a 40°C) F m,test: ≥ 5.8 N/mm2 Resistenza a flessione (dopo essiccazione a 40°C) F m,test: ≥ 5.8 N/mm2

Resistenza a flessione F m,k: 4.5 N/mm2 Resistenza a flessione F m,k: 4.5 N/mm2

Resistenza a compressione: 7.5 N/mm2 Resistenza a compressione: 7.5 N/mm2

Resistenza a trazione: 2.3 N/mm2 Resistenza a trazione: 2.3 N/mm2

Modulo elastico (flessione): 3900 N/mm2 Modulo elastico (flessione): 3900 N/mm2

Su richiesta sono disponibili lastre in diversi formati - Altri valori di riferimento sono indicati nella scheda tecnica di prodotto
K811 e nella scheda tecnica di sistema W36
- Altri valori di riferimento sono indicati nella scheda tecnica di prodotto
K811 e nella scheda tecnica di sistema W36 1) Al momento della stampa la norma è in fase di revisione. Contattare la
Funzione Tecnica Knauf per ulteriori chiarimenti.

Bordi

SK

VT

Le lastre possono avere:


- 4 bordi VT
- 2 bordi VT (longitudinali) e
2 bordi SK (trasversali)
- 4 bordi SK

Le lastre Vidiwall® e le lastre VidiFire® sono adatte a soddisfare tutte le esigenze di montaggio

08_09
Portata dei carichi
Lastre disponibili in diversi formati e spessori

Le lastre in GessoFibra Vidiwall® e VidiFire® sono disponibili in diversi formati e con spessori che
variano da 10 mm a 18 mm per rispondere alle richieste più diverse. Inoltre, una maggiore resi-
stenza meccanica dovuta alla particolare composizione della lastra rende possibile appendere qua-
dri e mensole anche di peso importante.

Nella tabella qui sotto vengono indicate le resistenze per i principali sistemi di fissaggio.

Carichi sospesi per lastre Vidiwall® e VidiFire®

Portata in Kg

Spessore lastra Ganci per quadri Ganci per quadri Ganci per quadri Tassello
1 chiodo 2 chiodi 3 chiodi tipo Molly
10 mm 15 kg 25 kg 35 kg 40 kg
12,5 mm 17 kg 27 kg 37 kg 50 kg
2x12,5 mm 20 kg 30 kg 40 kg 55 kg
15 mm 18 kg 28 kg 38 kg 55 kg
18 mm 20 kg 30 kg 40 kg 55 kg
Vantaggi e certificazioni

Dati tecnici Dati tecnici - Misure Potere Fonoisolante Lana Minerale


Isolamento acustico pareti Rw
Spessore
parete
Profilo
(Sez.)
Spessore
lastra
Peso (1)
(ca.)
Spessore - densità Contropareti a
Sistema D h d kg/m2 dB(2) mm-kg/m3 orditura metallica
W361 Parete Vidiwall ad orditura
metallica e singolo rivestimento
75 50 49 50/17,6 e rivestimenti
60 h d
D
100 75 12,5 30 52 75/14,5 isolanti
125 100 53 100/15,8
d

W362 Parete Vidiwall ad orditura Il rivestimento di pareti in muratura


100 50 61 50/17,6
metallica e doppio rivestimento con lastre Knauf e interposizione di
60 125 75 2x12,5 62 61 75/14,5
pannelli isolanti in fibra minerale
h d
D

150 100 62 100/15,8


d

consente di migliorare sensibilmente


W365 Parete Vidiwall a doppia orditura 155 105 (5) 67
metallica e doppio rivestimento il potere fonoisolante del tramezzo.
60
205 155 (5) 2x12,5 64 68 (3) 50/40
d
D
h

255 205 (5) 69 Il funzionamento ottimale dal punto


d

W366 Parete Vidiwall a doppia orditura di vista acustico si ottiene limitando


metallica e doppio rivestimento ≥ 220 ≥ 170
per installazioni impiantistiche al minimo indispensabile le connessioni
60 ≥ 270 ≥ 220 2x12,5 64 ca. 56 (4) 40/30 rigide fra parete e controparete, in
d

≥ 320 ≥ 270
D
h

modo da evitare i ponti acustici: la


d

completa separazione fra i due


Legenda:
1) Peso indicativo senza lana minerale 3) Interpolazione lineare 5) Montanti distanziati di 5 mm paramenti rappresenta la soluzione
2) Rw = valore stimato del potere fonoisolante 4) Valutazione empirica ideale.

70
Dati tecnici Dati tecnici - Misure Potere Fonoisolante Lana Minerale
Isolamento acustico contropareti Rw 60

Spessore Profilo Spessore Peso Potere Lana 50

controparete (Sez.) lastra kg/m2 Fonoisolante(1) Minerale 40


Schema parete mm mm mm Rw (dB) mm - kg/m3 30 40 40

75 50 40/40 20

10
100 75 2x12,5 30 61 60/40
0 f|Hz|
125 250 500 1000 2000 4000
125 100 80/40

62,5 50 40/40 70

87,5 75 1x12,5 17 59 60/40 60

50
112,5 100 80/40
40

30 100 60
40 15 2x12,5 29 - -
20
52 27 59 40/40 10

0 f|Hz|
125 250 500 1000 2000 4000
27,5 15 - -
1x12,5 16
39,5 27 57 40/40 70

60

Legenda: 50

1) Valori di isolamento acustico stimati in base a prove di laboratorio 40

30 200 60

20

10

0 f|Hz|
125 250 500 1000 2000 4000

10_11
Lastra in Lastra in
GessoFibra Gesso Rivestito
Knauf Knauf GKB
Vidiwall ®

Soluzione Mista - Sistema KMA


GessoFibra Vidiwall® + Knauf GKB (a vista)

La Soluzione Mista GessoFibra Vidiwall® Knauf + Gesso Rivestito Knauf GKB (a vista) si basa sull’azione
sinergica delle due lastre cogliendo le opportunità tecniche ed economiche del nuovo sistema.
Le caratteristiche del Sistema KMA sono: il risparmio nei costi, le ottime prestazioni di isolamento
acustico, antincendio, la resistenza meccanica, inoltre non necessita di rasatura. I soffitti, se realizzati
in Gesso Rivestito GKB, mantengono l’uniformità del rivestimento e pertanto della finitura superficiale
nello stesso ambiente. Impieghi privilegiati del Sistema KMA sono: alberghi, residenze, uffici, sale convegni.

Tipologia R.E.I. CL. Descrizione Certificato n°: Scadenza


Data:
Istituto:

• Profilo metallico 50x50 mm.


• Rivestimento 1+1 lastre GKB (A) sp. 212266/2860FR
12,5 mm.
90 A2-s1,d0 • Rivestimento 1+1 lastre Knauf Vidiwall • del 09/06/06 25/09/2012
sp.12,5 mm (a vista). • Istituto Giordano Bellaria
• Lana di roccia sp. 40 mm e densità 40
kg/m2
Il GessoFibra Knauf

L’importanza del
sistema Knauf
Le lastre in Gesso Rivestito Knauf
sono ideali per ogni impiego in
quanto coniugano la praticità dei
sistemi a secco con i grandi van-
taggi di costi e tempi di costruzione.
Le lastre in GessoFibra Knauf
Vidiwall® e Vidifire® sono raccoman-
date laddove siano richieste presta-
Lastra in Lastra in zioni meccaniche e acustiche supe-
GessoFibra Gesso Rivestito
riori richiedendo tuttavia un mag-
Knauf Knauf GKB
Vidiwall ® gior impegno economico e di tempi
e rasatura di lavorazione.
Knauf, azienda leader europea
nella produzione di Sistemi Costruttivi
a Secco, sulla base di importanti
esperienze condotte su tutto il territorio
nazionale, ha messo a punto la
Soluzione Mista GessoFibra Vidiwall®
Soluzione Mista - Sistema KMB Knauf + Gesso Rivestito Knauf che
unisce i vantaggi della versatilità
Knauf GKB + GessoFibra Vidiwall® (a vista) del Gesso Rivestito con le alte presta-
zioni del GessoFibra Knauf lascian-
do al professionista la libertà di
La Soluzione Mista Gesso Rivestito Knauf GKB + GessoFibra Vidiwall® Knauf scegliere l’approccio che meglio si
(a vista) si distingue dalla Soluzione Mista Sistema KMA per prestazioni e utilizzi. adatta al cantiere:
Le caratteristiche tecniche del Sistema KMB sono: l’ottima resistenza meccanica
e alla scalfittura tipica delle lastre in GessoFibra Vidiwall®; isolamento acustico, • Gesso Rivestito Knauf
antincendio. Dal punto di vista estetico la rasatura rende la superficie liscia • GessoFibra Knauf
pronta per la tinteggiatura. Inoltre le pareti risultano avere un suono pieno alla • Soluzione Mista Gesso Rivestito
+ GessoFibra Vidiwall® Knauf
battitura. Gli impieghi principali del Sistema KMB sono: scuole, ospedali, resi-
denze, corridoi e atrii.
La Soluzione Mista rappresenta
Prova di resistenza al fuoco REI* anche un ottimo compromesso
costi-benefici nei casi in cui non si
voglia impiegare uno strato singolo
di lastre in GessoFibra Knauf ma si
preferisca un doppio strato a giunti
sfalsati con un maggiore spessore
di rivestimento.

* Verificare i singoli casi con la Funzione Tecnica Knauf

12_13
Lastra Vidiwall®-HI
La qualità sotto ogni punto di vista

Vidiwall®-HI è la lastra in GessoFibra ideata quale supporto per isolamento termico a cappotto di costruzioni
in legno, alle quali si fissa meccanicamente.

Dalla combinazione unica del gesso con fibre di cellulosa ed uno speciale trattamento idrorepellente
nasce una lastra ideale quale supporto di isolanti termici plastici per la realizzazione di facciate
prestazionali di edifici in legno.

I test di resistenza sono stati effettuati presso il laboratorio dell'Istituto per i Sistemi di Costruzioni a Secco
e in legno di Darmstatt.
Il GessoFibra Knauf

Isolamento a
cappotto degli edifici
L’isolamento a cappotto consiste
nell’applicazione, sull’intera superficie
esterna verticale di un edificio, dei
pannelli isolanti che vengono poi
rasati con uno strato protettivo e di
finitura realizzato con particolari
intonaci con rete di armatura.

Si tratta di un sistema di isolamento


moderno posto in continuo lungo
tutta la facciata esterna dell’edificio,
i cui vantaggi sono:
• eliminazione dei ponti termici
• protezione delle strutture di
tamponamento da sbalzi termici
• sfruttamento dell’inerzia termica
dell’edificio
• diminuzione dei consumi di combustibile
• aumento del comfort
• limitazione del rischio di conden-
sazione e di formazione di muffe
• nessuna riduzione della superficie
abitabile interna.
Dati tecnici Vidiwall®-HI In particolare, nel caso di costruzioni
Spessore lastre: 15 mm
in legno, la lastra Knauf Vidiwall®-HI
costituisce un valido supporto per
Formato larghezza: 1200 mm
l’isolante che sarà incollato e,
Formato lunghezza: 2500 mm successivamente rasato, con gli idonei
Struttura bordo: 4 SK materiali per esterni. L’isolante deve
Massa volumica: 1100 ÷ 1250 kg/m3 presentarsi in forma di pannello
Resistenza alla flessione: ≥ 5,8 N/mm2
senza pelle con superfici regolari e
con adeguate caratteristiche di
Durezza del nucleo (ad aghi): ca. 750 N
resistenza meccanica. Gli spessori
Resistenza alla compressione: ca. 25 N/mm2 devono essere determinati di volta
Durezza superficiale (Brinell): ca. 30 N/mm2 in volta in base alle caratteristiche
Diffusione vapore acqueo: µ∼21 climatiche di progetto, alle specifiche
Coefficiente di conducibilità termica: λr= 0,29W/mK
richieste dalla normativa vigente sul
contenimento dei consumi energetici
Assorbimento d’acqua: 300 g/m2
negli edifici e ad eventuali ulteriori
Classe di reazione al fuoco secondo: A2 - s1, d0 norma EN 13501-1 esigenze di risparmio di gestione e
Su richiesta sono disponibili lastre in diversi formati
di benessere abitativo. Si deve
comunque ricordare che al di sotto
di un certo spessore l’intervento si
può rivelare antieconomico e che,
viceversa, ci possono essere limiti
tecnici all’applicazione di spessori
molto elevati.

14_15
Vidiwall®, VidiFire® e Vidiwall®-HI
per le costruzioni in legno
Tamponamento strutturale, portante e rinforzante

Le lastre in GessoFibra Knauf Vidiwall®, VidiFire® e Vidiwall®-HI sono ampiamente utilizzate da molti
anni per le costruzioni in legno. In questa tipologia di costruzione, esse svolgono una funzione di
tamponamento anche strutturale di pareti, soffitti e sottotetti.

Inoltre, le lastre in GessoFibra Knauf possono essere impiegate anche come tamponamento portan-
te e rivestimento rinforzante per pareti costruite con pannelli di legno, come da certificazione ETA.

Il fissaggio può avvenire direttamente sulle strutture in legno, mediante graffe o chiodatura, secondo le
istruzioni indicate dal costruttore.

Economicità d'uso, facilità e velocità di montaggio, elevate performance di isolamento termoacustico


e resistenza meccanica, fanno di Knauf Vidiwall®, VidiFire® e Vidiwall®-HI le lastre ideali per questo tipo
di costruzioni.
Costruzioni in legno

Un sistema ormai collaudato

In alcuni paesi europei molte delle case unifamiliari sono costruite con strutture in
legno. Questa tendenza si sta allargando in molti altri paesi, compresa l’Italia, e
sempre di più sono le richieste che arrivano negli uffici vendite delle imprese
specializzate in questo tipo di costruzione.

Nel campo delle costruzioni in legno, la lastra in GessoFibra Knauf è ormai


riconosciuta come elemento caratteristico: date le proprietà chimico-fisiche già
illustrate nelle pagine precedenti, queste lastre si integrano perfettamente con le
strutture lignee creando un binomio perfetto.
L’uso di tali lastre in cantiere velocizza ulteriormente le già rapidissime operazioni
di montaggio di un edificio realizzato con questo metodo.

Costruire con lastre Vidiwall®, VidiFire®, Brio® e Vidiwall®-HI permette di risparmiare


tempo ma anche spazio fino al 5% della superficie abitabile a parità di isolamento
termico e, in particolari condizioni e con particolari accorgimenti costruttivi, il
risparmio energetico può essere abbattuto fino al 75% a parità di spessori. Le
lastre in GessoFibra Vidiwall®, VidiFire®, Brio® e Vidiwall®-HI in unione alle strutture
in legno, permettono l’instaurarsi di un equilibrio ideale tra temperatura e umidità
dell’aria contribuendo alla creazione di un habitat ideale.

Importante anche la protezione dal fuoco: stratigrafie di pareti comprendenti il


GessoFibra, che sono state studiate e approfondite dalle facoltà di Ingegneria di
alcune Università europee, sono ormai di uso comune per la protezione di edifici
in legno.

In materia di risparmio energetico e riduzione delle emissioni l’Agenzia


CasaClima determina, con analisi basate su normative tecniche europee,
l’efficienza energetica degli edifici nonché la rispondenza ai parametri richiesti
dalla legge per ottenere la certificazione energetica. Knauf, in partnership con
CasaClima, propone soluzioni a secco sempre più performanti per costruire e
ristrutturare edifici che consentano di rientrare in questi parametri. Il certificato
energetico e la targhetta CasaClima sono le colonne portanti del sistema di
classificazione.

Knauf è inoltre partner di CasaKyoto®, un progetto per riqualificare gli edifici in


10 mosse potenziando le prestazioni di risparmio energetico con interventi di
isolamento che rispettano le direttive del Protocollo di Kyoto. Knauf ha realizzato
per CasaKyoto® l’isolamento termico delle pareti e della copertura e l’isolamento
del pavimento.

Oggi le lastre in GessoFibra Knauf, biocompatibili e certificate dal famoso Istituto


IBR di Rosenheim, combinate con strutture in legno permettono di realizzare un’e-
dilizia sostenibile dall’ecosistema che ci circonda.

Lastre Vidiwall®, VidiFire®, Brio® e Vidiwall®-HI: un passo avanti nel futuro delle
costruzioni.

16_17
ISTRUZIONI DI POSA DI KNAUF VIDIWALL® E VIDIFIRE®

1 Incidere la lastra con il cutter


e romperla con l'aiuto di un'asse
di legno, quindi lisciare i bordi
con una pialletta e spolverare.
Si possono eseguire tagli precisi
e veloci con la sega circolare o
il seghetto alternativo.

3 Nel caso di lastra con bordo


dritto tipo SK stendere un cordone
di colla Fügenkleber sul bordo e
immediatamente avvitare a ridosso
la lastra successiva facendo uscire
la colla in eccesso.

5 Dopo la pulizia della superficie


da eventuali imperfezioni o
materiali in eccesso è necessaria la
stuccatura fine del giunto.

Per terminare si esegue la


rasatura di tutta la superficie con
ISTRUZIONI DI POSA DI KNAUF VIDIWALL® E VIDIFIRE® stucco Knauf F2F.

Come lavorare le lastre in GessoFibra


Facilità di posa e tempi estremamente ridotti

Le lastre Vidiwall® e VidiFire® consentono fasi di lavorazione e installazione quanto mai semplici e veloci.
Già in fase di taglio il lavoro risulta agevole.

Tutti i sistemi di sottostruttura conosciuti per le costruzioni a secco sono adatti per le lastre Vidiwall®
e VidiFire®: possono essere usate su orditure metalliche o in legno con l'ausilio di viti o graffe. Sono
a disposizione lastre con differenti tipi di bordo e diverse possibili tecniche di stuccatura per rispondere
a tutte le esigenze di cantiere.

Knauf Vidiwall® e VidiFire® rappresentano un nuovo sistema nel mondo delle costruzioni a secco.
Posa in opera di Knauf Brio ®
Vidiwall ® e Vidifire ®

Trattamento della superficie


2 L'avvitamento su orditura metallica
e rivestimenti
avviene con viti particolari con testa
ridotta autofresante. Su orditure in Le lastre in GessoFibra Knauf possono essere trattate previa
legno è possibile usare graffe. mano isolante di fondo con prodotti idonei (Knauf
L’interasse tra le viti deve essere
Tiefengrund, Knauf Spezialgrund, Knauf Betokontakt) da scegliere
inferiore a 25 cm.
in base al tipo di rivestimento:

Tappezzerie
Tappezzeria in carta, tessuto e sintetica. Utilizzare esclusi-
vamente adesivi a base di cellulosa metilica e comunque
4 Nel caso di lastra con bordo
ribassato tipo VT, dopo aver idonee alla tappezzeria e alle lastre in GessoFibra.
avvitato le lastre accostate senza
lasciare spazio tra loro, stuccare a Intonaci
mano con Knauf Uniflott o Knauf
Sono idonei intonaci a base di resine sintetiche, intonaci
Fügenfüller e nastro coprigiunti in
carta microforata. per spessori limitati, stucco per rasature, intonaci minerali
solo se la stuccatura dei giunti è stata effettuata con l’appli-
cazione di nastro coprigiunti. I materiali impiegati dovran-
no essere a base gesso.

6 Prima dell'applicazione di una


pittura o di un rivestimento occorre
Rivestimenti in ceramica
trattare le lastre con una mano di È possibile applicare tutti i rivestimenti ceramici con la nor-
isolante di sottofondo da scegliere male posa a colla comunque idonee alla posa su lastre in
in base al tipo di pittura/rivestimento
GessoFibra Knauf.
previsto.

Pitture
Idropitture, smalti e pitture sintetiche a dispersione lavabili
e resistenti all’abrasione, pitture con effetto policromatico,
pittura ad olio, vernici opache a base di resina alchilica,
vernici poliuretaniche, vernici a base di resina polimerizzata,
vernici epossidiche, a seconda dell’esigenza e l’uso previsto.
Pitture alcaliniche a base di calce, vetro solubile o al silicato
non sono idonee.
Le tinte al silicato a dispersione possono essere utilizzate se
consigliate dal produttore rispettando accuratamente le
istruzioni.

In ambienti umidi, piastrellati, soggetti a dilavamento trattare


la superficie delle lastre con Knauf Flachendicht e la posa in
opera di Flachendicht–Band nei punti di collegamento delle
pareti.

Indicazioni più dettagliate sulle schede tecniche di Knauf


Vidiwall ®.

18_19
Istruzioni di montaggio Sistema KMA (con lastra Knauf GKB a vista)
1 Incidere la lastra Vidiwall® con il cutter e romperla con l'aiuto di un'asse di legno, quindi lisciare i bordi con
una pialletta e spolverare. Si possono eseguire tagli precisi e veloci con la sega circolare o il seghetto alternativo.

2 L'avvitamento su orditura metallica avviene con viti particolari con testa ridotta autofresante. Su orditure in legno è
possibile usare graffe. L’interasse tra le viti deve essere inferiore a 75 cm. Le viti devono essere distanziate dal bordo della
lastra di almeno 1 cm.

3 Incidere la lastra Knauf GKB con il cutter e romperla con un colpo secco, lisciare i bordi con la pialletta e spolverare.

4 Avvitamento su orditura metallica con viti da Gesso Rivestito ad interasse massimo 25 cm (v. Sistema Costruttivo in lastre Knauf).

5 Dopo la pulizia della superficie da eventuali imperfezioni o materiali in eccesso è necessaria la stuccatura del giunto
con stucco Knauf e carta microforata o rete.

6 Prima dell'applicazione di una pittura o di un rivestimento occorre trattare le lastre con una mano di isolante di fondo da
scegliere in base al tipo di pittura/rivestimento previsto. Considerare a tal proposito l'impiego di Knauf Tiefengrund e Knauf
Spezialgrund. Vedere anche la scheda tecnica Knauf W11.

7 Le pareti rivestite in piastrelle e soggette a dilavamento saranno trattate con una guaina bituminosa impermeabilizzante
Flachedicht e Flachendicht-Band.
Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Sistema KMB (con lastra Vidiwall® a vista)


1 Incidere la lastra Knauf GKB con il cutter e romperla con un colpo secco, lisciare i bordi con la pialletta e spolverare.

2 Avvitamento su orditura metallica con viti da Gesso Rivestito ad interasse 75 cm.

3 Incidere la lastra Vidiwall® con bordo VT/SK con il cutter e romperla con l'aiuto di un'asse di legno, quindi lisciare i bordi
con una pialletta e spolverare. Si possono eseguire tagli precisi e veloci con la sega circolare o il seghetto alternativo.

4 L'avvitamento su orditura metallica avviene con viti con testa ridotta, autofresante. Su orditure in legno è possibile usare
graffe. L’interasse tra le viti è massimo 25 cm.

5 Nel caso di lastra con bordo ribassato tipo VT, dopo aver avvitato le lastre accostate senza lasciare spazio tra loro,
stuccare a mano con Knauf Uniflott o Knauf Fügenfüller e nastro coprigiunti in carta microforata.

6 Dopo la pulizia della superficie da eventuali imperfezioni o materiali in eccesso è necessaria la stuccatura fine del giunto.

7 Per terminare si esegue la rasatura di tutta la superficie con stucco Knauf F2F.

8 Prima dell'applicazione di una pittura o di un rivestimento occorre trattare le lastre con una mano di isolante di fondo da
scegliere in base al tipo di pittura/rivestimento previsto. Vedere anche la scheda tecnica di Knauf Vidiwall ®.

9 Le pareti rivestite in piastrelle e soggette a dilavamento saranno trattate con una guaina bituminosa impermeabilizzante
Flachedicht e Flachendicht-Band.

20_21
L’importanza della stuccatura e della rasatura
Caratteristiche e vantaggi

La stuccatura contribuisce in maniera determinante alla qualità finale del manufatto: una stuccatura perfetta
è la premessa indispensabile per creare superfici in grado di ricevere al meglio i trattamenti successivi.

Prima della finitura è necessario correggere le imperfezioni superficiali, stuccare i giunti tra le lastre e le teste
delle viti. Ultimati questi interventi si ottengono superfici ad elevato grado di finitura, pronte a ricevere
pitture, tappezzerie, rivestimenti in ceramica e decorazioni di pregio.
La stuccatura dei giunti è un passaggio fondamentale in quanto assicura la sigillatura del giunto e garantisce
così la continuità delle prestazioni di isolamento acustico e resistenza al fuoco, resistenza meccanica,
qualità estetica e durata nel tempo. L'eccellenza nella finitura superficiale si ha infine rasando completamente
la superficie delle lastre, in modo da ottenere una superficie completamente uniforme. Ciò è raccomandato
in casi di esposizione a luce radente o in casi di particolari finiture di pregio.
Per velocizzare e semplificare il processo di rasatura, riducendo tempi e costi, Knauf consiglia l'impiego
dello stucco Knauf Uniflott e dello stucco in pasta F2F, con cui si può eseguire anche una perfetta rasatura
della superficie. Ideali per l’applicazione le Macchine Knauf Airless StuccoJet: K 21000 e K 8000.
Stuccatura e rasatura

Stuccatura Unità Incidenza per m2


di misura W361 W362 W365 W366
Knauf Uniflott kg 0,6 0,6 0,6 0,6 I vantaggi di un
Knauf Fugenfüller kg 0,6 0,6 0,6 0,6 nuovo metodo per
Nastro in carta microforata Knauf l’applicazione della
m 3,0 3,0 3,0 3,0
(rotoli da 23 m/75 m/150 m) rasatura
Striscia divisoria Trennfix largh. 65 mm
m 1,8 1,8 1,8 1,8
adesiva (rotoli da 50m)
Prima di procedere alla rifinitura
Rasatura con Knauf F2F kg 1,5 1,5 1,5 1,5 delle superfici con pittura, è consi-
Profilo paraspigolo 31/31 m secondo secondo secondo secondo gliato aver eseguito una perfetta
necessità necessità necessità necessità
rasatura. Un nuovo sistema rivolu-
ziona il metodo di applicazione del
Bordo SK - Applicazione con giunti distanziati Rasante Knauf F2F ideale per il trat-
tamento delle lastre in GessoFibra
Si stucca a mano con Knauf Uniflott. Avvitare le lastre lascian-
Vidiwall®. Si tratta di macchine
do un giunto di larghezza pari a 5 – 7 mm, riempire il giun-
basate sulla tecnologia Airless. Il
to completamente con Knauf Uniflott. Asportare il materiale
materiale viene spruzzato ad alta
in eccesso dopo circa 40 min. Se si usa un nastro coprigiunti
pressione ed in maniera uniforme
in carta microforata, applicare lo stucco anche sopra i bordi direttamente sulla superficie delle
delle lastre, dopodiché inserire il nastro. Nel caso di un rive- lastre in GessoFibra Vidiwall®.
Giunto 5-7 mm
Uniflott stimento con più di uno strato di lastre, avvitare le lastre negli Questo sistema, oltre ad ottenere
1/2 spessore lastra
strati inferiori accostate, senza lasciare spazio fra loro, e stuc- omogeneità nella stesura del pro-
care i giunti dello strato esterno a vista. Eliminare le leggere irregolarità subito dopo la dotto, consente di ridurre drastica-
presa dello stucco, con l’aiuto di una pialletta/pialletta angolare per lastre. Stuccare mente i tempi di applicazione ed i
anche i punti di fissaggio (le teste delle viti). consumi del rasante, lasciando le
superfici pronte per le successive
operazioni di carteggiatura e tin-
Bordo VT teggiatura. Il nastro per angoli
Trennfix, inoltre, è per metà adesivo
Stuccare a mano con Knauf Uniflott/Fugenfüller e nastro
e consente di stuccare con la massi-
coprigiunti in carta. Avvitare le lastre accostate, senza lascia-
ma precisione l’angolo tra la lastra
re spazio fra loro. Riempire l’incavo con Knauf
e la muratura.
Uniflott/Fugenfüller e stendere il nastro coprigiunti in carta
microforata. Nel caso di rivestimento con più di uno strato di
lastre, riempire i giunti delle lastre negli strati inferiori e stuc-
Uniflott/Fugenfüller
con Nastro in carta
care i giunti dello strato esterno a vista.
microforata
Eliminare le leggere irregolarità subito dopo la presa dello
stucco, con l’aiuto di una pialletta/pialletta angolare per lastre. Trennfix

Stuccare anche i punti di fissaggio (le teste delle viti).

Bordo SK - Applicazione con giunti incollati


Fissare una lastra Vidiwall® sull’orditura. Dopodiché estru-
dere la colla per giunti Vidiwall® Fugenkleber sul bordo della
lastra, in modo regolare.
Accostare la lastra adiacente esercitando una leggera pressione
(larghezza del giunto < 1 mm), quindi avvitarla o fissarla con
graffe immediatamente.
Vidiwall
Colla per Giunti Asportare la colla in eccesso utilizzando la spatola, dopo
Fugenkleber Stuccojet
Giunto incollato < 1 mm
(asportare materiale in eccesso) l’essiccazione.

22_23
Brio®: sottofondi a secco in GessoFibra
Leggeri, resistenti e semplici da posare

Un passo avanti nella tecnologia delle lastre per pavimento. Grazie all’innovativo Knauf Brio®, basa-
to sull’avanzata tecnologia del GessoFibra, è possibile realizzare sottofondi a secco più stabili, più
precisi e più performanti: sia per i pavimenti degli edifici da ristrutturare, sia per quelli delle nuove
costruzioni.

Liscio, estremamente leggero e sottile, Knauf Brio® offre una resistenza straordinaria. Sottoposto ai
carichi più elevati, non subisce né cedimenti né deformazioni. I giunti sono assicurati da un colle-
gamento molto stabile a gradino che ne favorisce una posa precisa, semplice e rapida.

Una qualità assolutamente da provare. Garantisce Knauf.


Vantaggi e certificazioni

®
Tutti i vantaggi di Knauf Brio

•Leggerissimo
Il peso ridotto ne semplifica il trasporto e la lavorazione.
Perfetto per l’applicazione su solai con travi in legno.

•Calpestabile da subito
La posa e l’asciugatura sono rapide. Il pavimento è calpe-
stabile subito dopo l’indurimento della colla (24 ore).

•Spessore sottile
Lo spessore sottile consente di realizzare pavimenti di altezza
ridotta. Anche nella versione con spessore di soli 18 mm,
le proprietà sono garantite.

•Edifici storici
Knauf Brio ® può essere impiegato in edifici storici dove non
si possono coprire in modo definitivo i pavimenti di pregio
storico e artistico o non si possono impiegare sistemi tradi-
zionali a umido.

•Biocompatibilità
Dopo un'attenta analisi delle materie prime, del processo
produttivo e del prodotto finale, il famoso Istituto di
Baubiologie di Rosenheim in Germania ha rilasciato il certi-
ficato di biocompatibilità.

•Incombustibile
Knauf Brio ® è una lastra incombustibile e rientra nella
"Classe 0" di reazione al fuoco. Può essere impiegata
come supporto per moquette e parquet in soluzioni certifi-
cate alla reazione al fuoco.

•Termoconduttore
La buona conduzione termica rende Knauf Brio® adatto
anche in caso di riscaldamento posto sotto il pavimento.

•Isolante acustico
Tra le proprietà di Knauf Brio ®, anche l’isolamento acustico.
Ottima la protezione per i rumori da calpestio.

24_25
Tutta la gamma, prodotto per prodotto
Brio ® 18 e Brio ® 23
Nella misura unica 1200x600 mm è disponibile in due versioni:
18 mm di spessore nella versione standard, 23 mm in quella rinforzata.
Sopporta carichi meccanici elevati.
Peso: rispettivamente 22 e 28 kg/m2.

Brio ® 18 WF e Brio ® 23 WF
Dotato di strato isolante in fibra di legno (WF), spessore 10 mm.
Nella misura unica 1200x600 mm è disponibile in due versioni:
28 mm di spessore totale nella versione standard, 33 mm in quella rinforzata.
Sopporta carichi meccanici elevati.
Offre un’ottima protezione dai rumori da calpestio.
Peso: rispettivamente 24 e 30 kg/m2.
Prodotti e impieghi

La soluzione ideale per ogni ambiente

Knauf Brio ® soddisfa qualsiasi esigenza in materia di resi-


stenza ai carichi, protezione antincendio e isolamento acu-
stico. Questo anche grazie alla sua modularità, che rende
possibile la combinazione di diversi elementi in modo da
comporre le soluzioni migliori in base all’ambiente.

IMPIEGHI E CAMPI DI APPLICAZIONE:


(secondo normativa DIN)

1) Abitazioni e uffici, degenze ospedaliere, camere d’albergo compresi


bagni e cucine.
2) Corridoi in uffici, ospedali, alberghi, centri commerciali fino a 50 m2.
3) Uffici con sollecitazioni superiori, atrii di alberghi.
4) Atrii di ospedali, classi scolastiche, bar, ristoranti, biblioteche.

Stratigrafia Impiego e campo di Riduzione rumore da Riduzione rumore da


applicazione calpestio su solaio pieno calpestio su solaio in legno
Lw, R (db) Lw, R (db)
Brio 18 su MW 1 17 7

Brio 18 su WF 1, 2, 3 17 7

Brio 23 su WF 1, 2, 3 17 7

Brio 18+18 WF 1, 2, 3, 4 22 7

Brio 18 su WF + 35 mm PA 1, 2, 3 22 11

MW: lana di roccia


WF: fibra di legno
PA: granulare livellante tipo Knauf Trockenschüttung

26_27
Riscaldamento radiante
Sviluppato per le ristrutturazioni con ridotti spessori

I sistemi radianti a secco, sviluppati dai più noti produttori di sistemi termo-idraulici, sono general-
mente composti da una striscia perimetrale isolante, un pannello isolante di supporto in polistirene
espanso a basso spessore (fino a 25 mm), la tubazione radiante completa di tutti i necessari compo-
nenti, una eventuale barriera vapore in polietilene e la lastra in GessoFibra Knauf Brio® posata in sem-
plice appoggio quale elemento di supporto alla pavimentazione in legno, ceramica o altro.

Vantaggi del sistema radiante con lastra Brio®:

• possibilità di lavorare a secco anche a pavimento


• ridotto spessore (18 mm anziché 30-35 mm di autolivellante)
• ridotto peso (30 kg/m2 contro 70 kg/m2 del sistema radiante con massetto autolivellante)
• velocità e semplicità di posa grazie al sistema in lastra singola a bordi battentati
• dopo 24 ore è possibile rifinire il sottofondo con i pavimenti in ceramica, legno ecc.
• nessuno sviluppo di umidità né pericolose infiltrazioni d’acqua.
Riscaldamento e ristrutturazioni

La Targa CasaKyoto® viene apposta sulle


case ristrutturate per dimostrare l’impegno
a preservare l’ambiente.

Ristrutturare con CasaKyoto®


Migliorare la casa in 10 mosse

Knauf è partner del progetto CasaKyoto® che elenca in 10 mosse gli interventi
da fare su un edificio esistente per ristrutturarlo secondo i criteri costruttivi di edilizia
sostenibile e risparmio energetico. L’obiettivo del progetto - ottenere una casa
calda, silenziosa e senza consumi eccessivi - si è concretizzato nella ristrutturazione
di un edificio esistente a Gavirate (VA).

Nella ristrutturazione dell’edificio è stato utilizzato con successo il Sistema


GessoFibra Knauf, una scelta dettata dai collaudati vantaggi introdotti dall’uso
misto delle Lastre Knauf in gesso rivestito GKB con la resistenza meccanica delle
lastre Knauf in GessoFibra Vidiwall®, lasciando al progettista la libertà di scegliere le
caratteristiche dell’isolamento termoacustico. In particolare, l’introduzione dei
sottofondi a secco Brio® ha permesso di ottenere ottimi risultati di isolamento
acustico a calpestio consentendo di accorciare i tempi di posa delle pavimen-
tazioni e di alleggerire il peso sui solai.

www.casakyoto.eu

28_29
ISTRUZIONI DI POSA DI KNAUF BRIO®

1 Per evitare ponti acustici è


indispensabile applicare strisce
isolanti in fibra minerale da almeno
10 mm in prossimità delle pareti.

3 Dopo aver preparato due strisce


con il granulare (dime di
riferimento) all'altezza desiderata
stendere il granulare riempiendo lo
spazio tra le strisce.

ISTRUZIONI DI POSA DI KNAUF BRIO®

5 Dopo aver appoggiato la lastra 6 Subito dopo appoggiare la


applicare la colla Brio Falzkleber lastra successiva sul dente con la
sul dente in due cordoni. colla. Pressarla tramite il peso
corporeo e avvitarla

Come effettuare una posa facile e veloce

Le lastre Knauf Brio ® sono un sistema di sottofondi a secco con il quale è possibile realizzare pavi-
mentazioni di alta qualità. Sul solaio massivo con un’umidità interna residua le lastre dovranno
essere protette con una pellicola PE facendo attenzione a sovrappore i fogli per almeno 20 cm.
Nel caso di solai in legno si dovrà controllare la perfetta planarità delle travi e la tenuta del
solaio alla deformazione elastica che dovrà essere minima. Nel caso di una non perfetta plana-
rità delle superfici si consiglia l’uso di un livellante per compensare dislivelli del supporto, per rag-
giungere l’altezza richiesta del pavimento, per migliorare l’isolamento acustico e quello termico.
Per un risultato più performante, per una posa più facile e veloce è assolutamente con-
sigliato uno strato intermedio di fibra di legno sopra il granulare. Nelle foto sopra uno
schema delle istruzioni di posa.
Posa in opera di Knauf Brio ®

Trattamento della superficie


2 La lastra Brio® deve
e rivestimenti
essere tagliata con la
sega circolare o con il Prima della posa del rivestimento verificare che il supporto
seghetto alternativo sia in condizioni ideali per le lavorazioni successive. Non
prestando attenzione al
posare la lastra Brio ® direttamente sul solaio ma sempre con
tipo di lama da usare.
un materiale resiliente interposto. Su tavolati in legno interporre
una protezione alla polvere con cartone ondulato. Su solai
massivi prevedere la posa di un foglio in polietilene da 0,2
mm. In ambienti umidi (bagni e cucine) trattare la superficie
delle lastre con Knauf Flachendicht e la posa in opera di
4 Livellare il granulare
all'altezza desiderata Flachendicht-Band nei punti di collegamento con le pareti.
tramite l'uso di stagge.
Utilizzare uno spessore Moquette, PVC e rivestimenti sottili
minimo di 2 cm.
Prima della posa di moquette si raccomanda l'applicazione
di uno strato di fondo. Nel caso di rivestimenti elastici sottili
(PVC, linoleum) è necessaria la stesura di un livellante su
tutta la superficie tipo Knauf Nivellierspachtel 415.

Piastrelle
7 Aspettare la completa
asciugatura della colla
Sono consigliati adesivi a base cementizia addittivati con
prima di effettuare altre resine, adesivi in dispersione o adesivi bicomponente a
operazioni come la base resine adatti per lastre in gesso. Per la posa di pia-
stesura di un livellante o
strelle in ceramica, pietra naturale si consiglia una misura
la preparazione del
supporto per la finitura
massima di 33x33 cm fino ad arrivare a 40x40 cm nel caso
del pavimento. di piastrelle in cotto. Per tutti questi materiali si consiglia il
trattamento del supporto con adesivi sigillanti. Per misure
diverse si raccomanda di consultare la Funzione Tecnica
Knauf.

Parquet e laminato
Parquet e laminato possono essere posati in modo flottante
senza bisogno di alcuna finitura del supporto. Parquet pre-
finiti a più strati o parquet a mosaico possono essere posati
su sottofondi a secco con incollaggio su tutta la superficie.
Per pavimenti in parquet incollati si deve preparare adegua-
tamente il supporto e usare adesivi adatti per lastre in gesso.

30_31
GIFAfloor®: sottofondi a secco in GessoFibra
Pavimenti sopraelevati continui, stabili e ispezionabili

I pannelli per pavimenti sopraelevati Knauf Integral GIFAfloor® sono realizzati in GessoFibra rinforzato
dello spessore di 25, 28, 32 o 38 mm (600x600 e 1200x600 mm) densità 1500kg/2. GIFAfloor®
unisce la leggerezza dei materiali a un montaggio rapido e completamente senza acqua: è infatti
possibile applicare i rivestimenti dopo appena 12 ore dalla posa.

GIFAfloor® è la soluzione costruttiva ideale per l’edilizia ospedaliera, alberghiera, scolastica,


residenziale e commerciale. I sottofondi sono posati su supporti d’acciaio regolabili in altezza. In alter-
nativa è possibile applicare speciali pannelli GIFAfloor® Klima adatti per l’inserimento del riscalda-
mento a pannelli radianti o per il raffreddamento a pavimento. Nell’intercapedine possono essere
posati impianti di ogni tipo: il vantaggio di creare un’ispezionabilità puntiforme che facilita le operazio-
ni di manutenzione. I panelli sopraelevati continuoi GIFAfloor® vengono certificati in classe di reazione
al fuoco A1 secondo le norme EN 13501-1 e possono essere rivestiti con pavimentazioni in ceramica,
parquet, pvc, linoleum e pietra.
GIFAfloor ®

GIFAfloor® FHBplus Klima F183

GIFAfloor® Klima è un pavimento sopraelevato continuo che ha in più la funzione radiante e permet-
te quindi di avere a disposizione un’intercapedine di passaggio per gli impianti idraulici ed elettrici
garantendo nel contempo il benessere della climatizzazione a pavimento. Il sistema è indicato soprat-
tutto nel caso di abitazioni, uffici, sale riunioni, showroom, banche, hotel, musei ma anche nei corri-
doi, nelle zone di ricevimento e nel caso di ristrutturazioni: situazioni in cui è necessaria un’ispezio-
nabilità puntiforme, in modo da accedere all’impiantistica sottostante, garantendo comunque un calo-
re distribuito sull’intera superficie ed impiegando un sistema completamente a secco.
Il sistema F183 è formato da un doppio strato incrociato di lastre. Il primo strato, portante, è del tipo
Knauf GIFAfloor® FHB di spessore 25, 28, 32 o38 mm che va posizionato su piedini metallici rego-
labili in altezza.
Il secondo strato, del tipo Knauf GIFAfloor® LEP di spessore 18 mm, verrà posto in opera incrociato
rispetto al primo e incollato con la speciale colla Knauf Lächen-Klebstoff.
La lastra GIFAfloor® LEP può essere fornita direttamente con la fresatura richiesta o, in alternativa, rea-
lizzata in opera con una speciale fresa secondo le indicazioni di progetto.
Di seguito verrà inserita la tubazione radiante e realizzata la rasatura con Knauf Uniflott.
Al di sopra del pavimento sopraelevato continuo Knauf GIFAfloor® Klima potrà essere applicata con
ceramica, pietra naturale, parquet perfinito o PVC e moquette previo impiego dell’autolivellante Knauf
Nivellierspachetel ed entro spessori e formati che saranno indicati dalla Funzione Tecnica Knauf.

32_33
ISTRUZIONI DI POSA DI KNAUF GIFAfloor®
Per evitare ponti acustici è indispensabile applicare strisce isolan-
ti in fibra minerale di almeno 10 mm sulle pareti.

Segnare a terra le posizioni dei supporti metallici della prima fila.


Livellare l’altezza dei piedini previo incollaggio degli stessi a
solaio con colla Stutzenkleber.

Prima di appoggiare i pannelli verrà colata la colla antisvitamen-


to Knauf Gewindesicherung nel foro centrale del piedino, appli-
cando successivamente sulla sommità la guarnizione acustica PE.

Procedere alla posa del pannello GIFAfloor ®. Estrudere l’apposita colla


nel bordo maschio.

La colla che fuoriesce dai lati superiori ed inferiori dei giunti è indi-
ce di una stesura in quantità sufficiente e può essere rimossa il gior-
no successivo alla posa.

Per la posa della botola di ispezione GIFAfloor ® DB-FHB appoggia-


re l’apposita cornice sui piedini metallici e il profilo di congiunzio-
ne facendo attenzione ad adoperare quello idoneo allo spessore
della lastra prevista da progetto.
Voci di capitolato

Voci di capitolato

Parete Knauf Vidiwall® W361 ad orditura metallica e singolo rivestimento


Fornitura e posa in opera di parete divisoria interna ad orditura metallica e semplice rivestimento in lastre in gesso
additivate e cellulosa Knauf Vidiwall® XL, dello spessore totale di ............ mm, atta a garantire un Potere Fonoisolante
Rw = ……….. dB e una Resistenza al Fuoco REI/EI ……(1).
L'orditura metallica verrà realizzata con profili tipo Knauf serie "E" in acciaio zincato con classificazione di I° scelta,
a norma UNI EN 10327, con resistenza in nebbia salina 72 h, spessore 0,6 mm, delle dimensioni di:
- guide U40/…..(2)/40 mm
- montanti C50/…..(2)/50 mm, posti ad interasse non superiore a 300/400/600 mm
isolata dalle strutture perimetrali con nastro monoadesivo Knauf con funzione di taglio acustico, dello spessore di 3,5 mm.

I profili saranno conformi alla norma armonizzata EN 14195 riguardante “Profili per Sistemi in Lastre in Gesso
Rivestito” con attestato di conformità CE, in classe A1 di reazione al fuoco, prodotti secondo il sistema di qualità UNI-
EN-ISO 9001-2000.

Il rivestimento su entrambi i lati dell’orditura sarà realizzato con uno strato di lastre in GessoFibra Vidiwall® XL, in
gesso speciale di alta qualità e fibre di cellulosa, ad elevate caratteristiche di durezza e resistenza meccanica a norma
ÖNORM B 3410, di densità grezza pari a 1180 kg/m3, resistenza a flessione 5 N/mm2, resistenza alla compres-
sione 25 N/mm2, Durezza superficiale (Brinell) 25 – 30 N/mm2, durezza del nucleo (test ad aghi) ca. 750 N con-
ducibilità termica λ = 0,29 W/mK, resistenza alla diffusione del vapore µ = 21, assorbimento d’acqua lato a vista
250 g/m2, lato retro 500 g/m2, collaudate per l’aspetto biologico-abitativo come da certificato dell’Istituto di
Bioarchitettura di Rosenheim, dello spessore di 12,5 mm (3), in classe di reazione al fuoco A2,s1-d0.
Le lastre saranno avvitate all'orditura metallica con viti speciali per lastre Vidiwall® in GessoFibra, poste ad interasse
non superiore a 250 mm (4).
All'interno dell'orditura verrà inserito un materassino di lana minerale dello spessore di ..... mm e densità indicativa ..... kg/m3.
La sigillatura dei giunti tra le lastre verrà realizzata mediante posa del collante poliuretanico Knauf Fugenkleber, steso
in un filo continuo lungo i bordi della lastra, previa pulizia degli stessi (5)/stucco Knauf Uniflott e nastro microforato (6).
Rasatura di tutta la superficie eseguita, successivamente alla pulitura delle teste delle viti, con stucco Knauf F2F, per
ottenere una superficie liscia, pronta per la successiva finitura. La rasatura non sarà eseguita in caso di successivo
rivestimento ceramico o con intonachino; il rivestimento sarà applicato direttamente sulle lastre dopo la posa di ido-
neo Primer Knauf Tiefengrund.
Le modalità per la messa in opera saranno conformi alle prescrizioni del produttore.
Prezzo al m2 per altezze fino a 3,00 m.
(Sovrapprezzi per lana minerale, altezze superiori a 3,00 m)
(1) Vedi Scheda Tecnica W36
(2) Specificare la dimensione dell’anima del profilo: 50 - 75 - 100 - 150 mm.
(3) Vedi “Catalogo Listino Knauf”
(4) 150 mm per lastre di spessore 10 mm
(5) Solo per lastre Vidiwall® XL con bordo SK
(6) Solo per lastre Vidiwall® XL con bordo VT

Parete Knauf Vidiwall® W362 ad orditura metallica e doppio rivestimento


Fornitura e posa in opera di parete divisoria interna ad orditura metallica e semplice rivestimento in lastre in gesso
additivate e cellulosa Knauf Vidiwall® XL, dello spessore totale di ............ mm, atta a garantire un Potere Fonoisolante
Rw = ……….. dB e una Resistenza al Fuoco REI/EI ……(1).
L'orditura metallica verrà realizzata con profili tipo Knauf serie "E" in acciaio zincato con classificazione di I° scelta,
a norma UNI EN 10327, con resistenza in nebbia salina 72 h, spessore 0,6 mm, delle dimensioni di:
- guide U40/…..(2)/40 mm

34_35
- montanti C50/…..(2)/50 mm, posti ad interasse non superiore a 300/400/600 mm
isolata dalle strutture perimetrali con nastro monoadesivo Knauf con funzione di taglio acustico, dello spessore di 3,5 mm.

I profili saranno conformi alla norma armonizzata EN 14195 riguardante “Profili per Sistemi in Lastre in Gesso
Rivestito” con attestato di conformità CE, in classe A1 di reazione al fuoco, prodotti secondo il sistema di qualità UNI-
EN-ISO 9001-2000. Il rivestimento su entrambi i lati dell'orditura sarà realizzato con doppio strato di lastre Vidiwall®
XL, in gesso speciale di alta qualità e fibre di cellulosa, ad elevate caratteristiche di durezza e resistenza meccanica
a norma ÖNORM B 3410, di densità grezza pari a 1180 kg/m3, resistenza a flessione 5 N/mm2, resistenza alla
compressione 25 N/mm2, Durezza superficiale (Brinell) 25 – 30 N/mm2, durezza del nucleo (test ad aghi) ca. 750
N conducibilità termica λ = 0,29 W/mK, resistenza alla diffusione del vapore µ = 21, assorbimento d’acqua lato a
vista 250 g/m2, lato retro 500g/m2, collaudate per l’aspetto biologico-abitativo come da certificato dell’Istituto di
Bioarchitettura di Rosenheim, dello spessore di 2x12,5 mm (3), in classe di reazione al fuoco A2,s1-d0. All'interno
dell'orditura verrà inserito un materassino di lana minerale dello spessore di .......... mm e densità indicativa .......... kg/m3.
Le lastre saranno avvitate all'orditura metallica con viti speciali per lastre Vidiwall® in GessoFibra, poste ad interasse
non superiore a 750 mm (I strato) e 250 mm (II strato) (4). La sigillatura dei giunti tra le lastre verrà realizzata
mediante posa del collante poliuretanico Knauf Fugenkleber, steso in un filo continuo lungo i bordi della lastra,
previa pulizia degli stessi (5)/stucco Knauf Uniflott e nastro microforato (6).
Rasatura di tutta la superficie eseguita, successivamente alla pulitura delle teste delle viti, con stucco Knauf F2F, per
ottenere una superficie liscia, pronta per la successiva finitura. La rasatura non sarà eseguita in caso di successivo
rivestimento ceramico o con intonachino; il rivestimento sarà applicato direttamente sulle lastre dopo la posa di
idoneo Primer Knauf Tiefengrund. Le modalità per la messa in opera saranno conformi alle prescrizioni del produttore.
Prezzo al m2 per altezze fino a 3,00 m.
(Sovrapprezzi per lana minerale, altezze superiori a 3,00 m)
(1) Vedi Scheda Tecnica W36
(2) Specificare la dimensione dell’anima del profilo: 50-75-100-150 mm.
(3) Vedi “Catalogo Listino Knauf”
(4) 150 mm per lastre di spessore 10 mm
(5) Solo per lastre Vidiwall® XL con bordo SK
(6) Solo per lastre Vidiwall® XL con bordo VT

Parete Knauf Vidiwall® W365 a doppia orditura metallica e doppio rivestimento

Fornitura e posa in opera di parete divisoria interna a doppia orditura metallica e rivestimento in lastre in gesso additivate
e cellulosa Knauf Vidiwall® XL, dello spessore totale di ............ mm, atta a garantire un Potere Fonoisolante Rw =
……….. dB e una Resistenza al Fuoco REI/EI……(1).
L'orditura metallica verrà realizzata in doppia serie parallela distanziata con profili tipo Knauf serie "E" in acciaio
zincato con classificazione di I° scelta, a norma UNI EN 10327, con resistenza in nebbia salina 72h, spessore 0,6
mm, delle dimensioni di:
- guide U40/…..(2)/40 mm
- montanti C50/…..(2)/50 mm, posti ad interasse non superiore a 300/400/600 mm
isolata dalle strutture perimetrali con nastro monoadesivo Knauf con funzione di taglio acustico, dello spessore di 3,5 mm.

I profili saranno conformi alla norma armonizzata EN 14195 riguardante “Profili per Sistemi in Lastre in Gesso
Rivestito” con attestato di conformità CE, in classe A1 di reazione al fuoco, prodotti secondo il sistema di qualità UNI-
EN-ISO 9001-2000.
All'interno delle orditure verrà inserito un materassino di lana minerale dello spessore di .......... mm e densità
indicativa .......... kg/m3.
Il rivestimento su entrambi i lati dell'orditura sarà realizzato con doppio strato di lastre Vidiwall® XL, in gesso speciale
di alta qualità e fibre di cellulosa, ad elevate caratteristiche di durezza e resistenza meccanica a ÖNORM B 3410,
di densità grezza pari a 1180 kg/m3, resistenza a flessione 5 N/mm2, resistenza alla compressione 25 N/mm2,
Durezza superficiale (Brinell) 25 – 30 N/mm2, durezza del nucleo (test ad aghi) ca. 750 N conducibilità termica λ
= 0,29 W/mK, resistenza alla diffusione del vapore µ = 21, assorbimento d’acqua lato a vista 250 g/m2,lato retro
Voci di capitolato

500g/m2, collaudate per l’aspetto biologico-abitativo come da certificato dell’Istituto di Bioarchitettura di Rosenheim,
dello spessore di 2x12,5 mm (3), in classe di reazione al fuoco A2,s1-d0. Le lastre saranno avvitate all'orditura metallica
con viti speciali per lastre Vidiwall® in GessoFibra, poste ad interasse non superiore a 750 mm (I strato) e 250 mm (II
strato) (4). La sigillatura dei giunti tra le lastre verrà realizzata mediante posa del collante poliuretanico Knauf
Fugenkleber, steso in un filo continuo lungo i bordi della lastra, previa pulizia degli stessi (5)/stucco Knauf Uniflott e
nastro microforato (6). Rasatura di tutta la superficie eseguita, successivamente alla pulitura delle teste delle viti, con
stucco Knauf F2F, per ottenere una superficie liscia, pronta per la successiva finitura. La rasatura non sarà eseguita in
caso di successivo rivestimento ceramico o con intonachino; il rivestimento sarà applicato direttamente sulle lastre
dopo la posa di idoneo Primer Knauf Tiefengrund.
Le modalità per la messa in opera saranno conformi alle prescrizioni del produttore.
Prezzo al m2 per altezze fino a 3,00 m.
(Sovrapprezzi per lana minerale, altezze superiori a 3,00 m)
(1) Vedi Scheda Tecnica W36
(2) Specificare la dimensione dell’anima del profilo: 50-75-100-150 mm.
(3) Vedi “Catalogo Listino Knauf”
(4) 150 mm per lastre di spessore 10 mm
(5) Solo per lastre Vidiwall® XL con bordo SK
(6) Solo per lastre Vidiwall® XL con bordo VT

Parete Knauf Vidiwall® W366 a doppia orditura metallica e doppio


rivestimento per installazioni impiantistiche
Fornitura e posa in opera di parete divisoria interna a doppia orditura metallica e rivestimento in lastre in gesso additivate
e cellulosa Knauf Vidiwall® XL, dello spessore totale di ............ mm, atta a garantire un Potere Fonoisolante Rw =
……….. dB e una Resistenza al Fuoco REI/EI ……(1).
L'orditura metallica verrà realizzata in doppia serie parallela con profili tipo Knauf serie "E" in acciaio zincato con classi-
ficazione di I° scelta, a norma UNI EN 10327, con resistenza in nebbia salina 72h, spessore 0,6 mm, delle dimensioni di:
- guide U40/…..(2)/40 mm
- montanti C50/…..(2)/50 mm, posti ad interasse non superiore a 300/400/600 mm isolata dalle strutture perimetrali
con nastro monoadesivo Knauf con funzione di taglio acustico, dello spessore di 3,5 mm.

I profili saranno conformi alla norma armonizzata EN 14195 riguardante “Profili per Sistemi in Lastre in Gesso
Rivestito” con attestato di conformità CE, in classe A1 di reazione al fuoco, prodotti secondo il sistema di qualità UNI-
EN-ISO 9001-2000.
Le orditure metalliche saranno distanziate di ………….mm per consentire il passaggio delle reti impiantistiche, e col-
legate tra loro con elementi di lastre in Gesso Rivestito tipo Knauf di 300 mm di altezza, a interasse di 900 mm, avvi-
tate all’anima dei montanti.
All'interno delle orditure verrà inserito un materassino di lana minerale dello spessore di ..... mm e densità indicativa ..... kg/m3.
Il rivestimento su entrambi i lati dell'orditura sarà realizzato con doppio strato di lastre Vidiwall® XL, in gesso speciale
di alta qualità e fibre di cellulosa, ad elevate caratteristiche di durezza e resistenza meccanica a norma ÖNORM B
3410, di densità grezza pari a 1180 kg/m3, resistenza a flessione 5 N/mm2, resistenza alla compressione 25
N/mm2, Durezza superficiale (Brinell) 25 – 30 N/mm2, durezza del nucleo (test ad aghi) ca. 750 N conducibilità
termica λ = 0,29 W/mK, resistenza alla diffusione del vapore µ = 21, assorbimento d’acqua lato a vista 250 g/m2,
lato retro 500g/m2, collaudate per l’aspetto biologico-abitativo come da certificato dell’Istituto di Bioarchitettura di
Rosenheim, dello spessore di 2x12,5 mm (3), in classe di reazione al fuoco A2,s1-d0.
Le lastre saranno avvitate all'orditura metallica con viti speciali per lastre Vidiwall® in GessoFibra, poste ad interasse
non superiore a 750 mm (I strato) e 250 mm (II strato) (4).
La sigillatura dei giunti tra le lastre verrà realizzata mediante posa del collante poliuretanico Knauf Fugenkleber, steso
in un filo continuo lungo i bordi della lastra, previa pulizia degli stessi (5)/stucco Knauf Uniflott e nastro microforato (6).
Rasatura di tutta la superficie eseguita, successivamente alla pulitura delle teste delle viti, con stucco Knauf F2F, per
ottenere una superficie liscia, pronta per la successiva finitura. La rasatura non sarà eseguita in caso di successivo
rivestimento ceramico o con intonachino; il rivestimento sarà applicato direttamente sulle lastre dopo la posa di idoneo

36_37
Primer Knauf Tiefengrund.
Le modalità per la messa in opera saranno conformi alle prescrizioni del produttore.
Prezzo al m2 per altezze fino a 3,00 m.
(Sovrapprezzi per lana minerale, altezze superiori a 3,00 m)
(1) Vedi Scheda Tecnica W36
(2) Specificare la dimensione dell’anima del profilo: 50-75-100-150 mm.
(3) Vedi “Catalogo Listino Knauf”
(4) 150 mm per lastre di spessore 10 mm
(5) Solo per lastre Vidiwall® XL con bordo SK
(6) Solo per lastre Vidiwall® XL con bordo VT

Nel caso si renda necessaria una superficie incombustibile ad alta resistenza meccanica:
Sovrapprezzo al m2 (di lastra sostituita) per rivestimento con lastre Knauf VidiFire® XL (incombustibile)
Fornitura e posa in opera di rivestimento realizzato con uno strato lastre Vidifire® XL, in gesso speciale di alta qualità
e fibre di cellulosa, ad elevate caratteristiche di durezza e resistenza meccanica a ÖNORM B 3410, di densità grezza
pari a 1325 kg/m3, resistenza a flessione 5,8 N/mm2, resistenza alla compressione 30 N/mm2, Durezza superficiale
(Brinell) 30 - 40 N/mm2, durezza del nucleo (test ad aghi) ca. 800 N, conducibilità termica λ= 0,35 W/mK,
resistenza alla diffusione del vapore µ= 21, assorbimento d’acqua 500g/m2, collaudate per l’aspetto biologico-abitativo
come da certificato dell’Istituto di Bioarchitettura di Rosenheim, dello spessore di 12,5mm (3), omologate in classe 0
(zero) di reazione al fuoco, in sostituzione della lastra (a vista) in gesso rivestito/GessoFibra Knauf Vidiwall® nella
formazione di pareti o contropareti Knauf.
Le lastre saranno avvitate all'orditura metallica con viti speciali per lastre Vidiwall® in GessoFibra.
La sigillatura dei giunti tra le lastre verrà realizzata mediante posa del collante poliuretanico Knauf Fugenkleber, steso
in un filo continuo lungo i bordi della lastra, previa pulizia degli stessi (5)/stucco Knauf Uniflott e nastro microforato (6).
Rasatura di tutta la superficie eseguita, successivamente alla pulitura delle teste delle viti, con stucco Knauf
Fugenfuller/Uniflott (in classe A1 di reazione al fuoco), per ottenere una superficie liscia, pronta per la successiva finitura.
La rasatura non sarà eseguita in caso di successivo rivestimento ceramico o con intonachino; il rivestimento sarà applicato
direttamente sulle lastre dopo la posa di idoneo Primer Knauf Tiefengrund.
Le modalità per la messa in opera saranno conformi alle prescrizioni del produttore.
Sovrapprezzo al m2 (di lastra sostituita) per altezze fino a 3,00 m
(Sovrapprezzi per lana minerale, altezze superiori a 3,00 m)
La sostituzione della lastra a vista può modificare le caratteristiche R.E.I. delle pareti divisorie: verificare le certificazioni
disponibili presso il produttore.
(1) Vedi Scheda Tecnica W36
(2) Specificare la dimensione dell’anima del profilo: 50-75-100-150 mm.
(3) Vedi “Catalogo Listino Knauf”
(5) Solo per lastre Vidiwall® XL con bordo SK
(6) Solo per lastre Vidiwall® XL con bordo VT

Parete Knauf Vidiwall® W365+1 a doppia orditura metallica, doppio


rivestimento ed ulteriore lastra interposta

Fornitura e posa in opera di parete divisoria interna a doppia orditura metallica e rivestimento in lastre in gesso additivate
e cellulosa Knauf Vidiwall® XL, dello spessore totale di ............ mm, atta a garantire un Potere Fonoisolante Rw= ...............
dB e una Resistenza al fuoco REI/EI (1).
L'orditura metallica verrà realizzata in doppia serie parallela distanziata con profili tipo Knauf serie "E" in acciaio
zincato con classificazione di I° scelta, a norma UNI EN 10327, con resistenza in nebbia salina 72 h, spessore 0,6 mm,
delle dimensioni di:
- guide U40/…..(2)/40 mm
- montanti C50/…..(2)/50 mm, posti ad interasse non superiore a 300/400/600 mm
isolata dalle strutture perimetrali con nastro monoadesivo Knauf con funzione di taglio acustico, dello spessore di 3,5 mm.
I profili saranno conformi alla norma armonizzata EN 14195 riguardante “Profili per Sistemi in Lastre in Gesso
Voci di capitolato

Rivestito” con attestato di conformità CE, in classe A1 di reazione al fuoco, prodotti secondo il sistema di qualità UNIEN-
ISO 9001-2000.
All'interno delle orditure verrà inserito un materassino di lana minerale dello spessore di .......... mm e densità indicativa
.......... kg/m3.
Il rivestimento su entrambi i lati dell'orditura sarà realizzato con doppio strato di lastre Vidiwall® XL, in gesso speciale
di alta qualità e fibre di cellulosa, ad elevate caratteristiche di durezza e resistenza meccanica a ÖNORM B 3410,
di densità grezza pari a 1180 kg/m3, resistenza a flessione 5 N/mm2, resistenza alla compressione 25 N/mm2,
Durezza superficiale (Brinell) 25 – 30 N/mm2, durezza del nucleo (test ad aghi) ca. 750 N, conducibilità termica λ
= 0,29 W/mK, resistenza alla diffusione del vapore ∝= 21, assorbimento d’acqua lato a vista 250 g/m2, lato retro
500 g/m2, collaudate per l’aspetto biologico-abitativo come da certificato dell’Istituto di Bioarchitettura di Rosenheim,
dello spessore di 2x12,5 mm (3), in classe di reazione al fuoco A2,s1-d0.
Le lastre saranno avvitate all'orditura metallica con viti speciali per lastre Vidiwall® in GessoFibra, poste ad interasse
non superiore a 750 mm (I strato) e 250 mm (II strato)(4).
All’interno della parete è avvitata, ad una delle due orditure metalliche, una ulteriore lastra in GessoFibra Knauf
Vidiwall® dello spessore di mm 12,5.
La sigillatura dei giunti tra le lastre verrà realizzata mediante posa del collante poliuretanico Knauf Fugenkleber, steso
in un filo continuo lungo i bordi della lastra, previa pulizia degli stessi (5)/stucco Knauf Uniflott e nastro microforato (6).
Rasatura di tutta la superficie eseguita, successivamente alla pulitura delle teste delle viti, con stucco Knauf F2F, per
ottenere una superficie liscia, pronta per la successiva finitura.
La rasatura non sarà eseguita in caso di successivo rivestimento ceramico o con intonachino; il rivestimento sarà applicato
direttamente sulle lastre dopo la posa di idoneo Primer Knauf Tiefengrund.
Le modalità per la messa in opera saranno conformi alle prescrizioni del produttore.
Prezzo al m2 per altezze fino a 3,00 m.
(Sovrapprezzi per lana minerale, altezze superiori a 3,00 m)
(1) Vedi Scheda Tecnica W36
(2) Specificare la dimensione dell’anima del profilo: 50-75-100-150 mm.
(3) Vedi “Catalogo Listino Knauf”
(4) 150 mm per lastre di spessore 10 mm
(5) Solo per lastre Vidiwall® XL con bordo SK
(6) Solo per lastre Vidiwall® XL con bordo VT

Nel caso si renda necessaria una superficie incombustibile ad alta resistenza meccanica:

Sovrapprezzo al m2 (di lastra sostituita) per rivestimento con Lastre Knauf


VidiFire® XL (incombustibile)

Fornitura e posa in opera di rivestimento realizzato con uno strato lastre Vidifire® XL, in gesso speciale di alta qualità
e fibre di cellulosa, ad elevate caratteristiche di durezza e resistenza meccanica a ÖNORM B 3410, di densità grezza
pari a 1325 kg/m3, resistenza a flessione 5,8 N/mm2, resistenza alla compressione 30 N/mm2, durezza superficiale
(Brinell) 30 - 40 N/mm2, durezza del nucleo (test ad aghi) ca. 800 N, conducibilità termica λ= 0,35 W/mK,resi-
stenza alla diffusione del vapore µ= 21, assorbimento d’acqua 500g/m2, collaudate per l’aspetto biologico-abitativo
come da certificato dell’Istituto di Bioarchitettura di Rosenheim, dello spessore di 12,5mm (3), omologate in classe 0
(zero) di reazione al fuoco (4), in sostituzione della lastra (a vista) in gesso rivestito/GessoFibra Knauf Vidiwall® XL
nella formazione di pareti o contropareti Knauf.
Le lastre saranno avvitate all'orditura metallica con viti speciali per lastre Vidiwall® in GessoFibra.
La sigillatura dei giunti tra le lastre verrà realizzata mediante posa del collante poliuretanico Knauf Fugenkleber, steso
in un filo continuo lungo i bordi della lastra, previa pulizia degli stessi (5)/stucco Knauf Uniflott e nastro microforato (6).
Rasatura di tutta la superficie eseguita, successivamente alla pulitura delle teste delle viti, con stucco Knauf
Fugenfuller/Uniflott (in classe A1 di reazione al fuoco), per ottenere una superficie liscia, pronta per la successiva fini-
tura. La rasatura non sarà eseguita in caso di successivo rivestimento ceramico o con intonachino; il rivestimento sarà
applicato direttamente sulle lastre dopo la posa di idoneo Primer Knauf Tiefengrund.
Le modalità per la messa in opera saranno conformi alle prescrizioni del produttore.
Sovrapprezzo al m2 (di lastra sostituita) per altezze fino a 3,00 m.
La sostituzione della lastra a vista può modificare le caratteristiche di resistenza al fuoco delle pareti divisorie: veri-

38_39
care le certificazioni disponibili.
disponibili presso il produttore.
(1) Vedi Scheda Tecnica W36
(2) Specificare la dimensione dell’anima del profilo: 50 - 75 - 100 - 150 mm.
(3) Vedi “Catalogo Listino Knauf”
(4) Al momento della stampa la norma è in fase di revisione. Contattare il Settore Tecnico Knauf per ulteriori chiarimenti.
(5) Solo per lastre Vidifire® XL con bordo SK
(6) Solo per lastre Vidifire® XL con bordo VT

Parete Mista KMA - Gessofibra Knauf Vidiwall® + lastra Knauf GKB (a vista)
Fornitura e posa in opera di parete divisoria interna ad orditura metallica e semplice rivestimento in lastre in gesso
additivate e cellulosa Knauf Vidiwall® XL e lastre in Gesso Rivestito Knauf GKB, dello spessore totale di ..... mm, 38_39
Voci di capitolato atta a garantire un Potere Fonoisolante Rw = ……….. dB e una Resistenza al Fuoco REI/EI ……(1).
L'orditura metallica verrà realizzata con profili tipo Knauf serie "E" in acciaio zincato con classificazione di I° scelta,
a norma UNI EN 10327, con resistenza in nebbia salina 72 h, spessore 0,6 mm, delle dimensioni di:
- guide U40/…..(2)/40 mm
- montanti C50/…..(2)/50 mm, posti ad interasse non superiore a 300/400/600 mm
isolata dalle strutture perimetrali con nastro monoadesivo Knauf con funzione di taglio acustico, dello spessore di 3,5 mm.
I profili saranno conformi alla norma armonizzata EN 14195 riguardante “Profili per Sistemi in Lastre in Gesso
Rivestito” con attestato di conformità CE, in classe A1 di reazione al fuoco, prodotti secondo il sistema di qualità
UNIEN-ISO 9001-2000.
Il rivestimento su entrambi i lati dell'orditura sarà realizzato con doppio strato di lastre Knauf collaudate per l’aspetto
biologico-abitativo come da certificato dell’Istituto di Bioarchitettura di Rosenheim:
primo strato sarà realizzato con lastre Vidiwall® XL dello spessore di 12,5 mm, in gesso speciale di alta qualità e
fibre di cellulosa, ad elevate caratteristiche di durezza e resistenza meccanica a norma ÖNORM B 3410, di densità
grezza pari a 1180 kg/m2, resistenza a flessione 5 N/mm3, resistenza alla compressione 25 N/mm3, durezza super-
ficiale (Brinell) 25 – 30 N/mm2, durezza del nucleo (test ad aghi) ca. 750 N conducibilità termica λ= 0,29 W/mK,
resistenza alla diffusione del vapore µ= 21, assorbimento d’acqua lato a vista 250 g/m2, lato retro 500g/m2 in classe
di reazione al fuoco A2,s1-d0, le lastre saranno avvitate all'orditura metallica con viti speciali per lastre Vidiwall® in
gesso fibra, poste ad interasse non superiore a 750 mm (4).
secondo strato (a vista) sarà realizzato con lastre in Gesso Rivestito, marcate CE a norma EN520 e conformi alla
DIN 18180, Knauf GKB (A) dello spessore di 12,5 mm, in classe di reazione al fuoco A2,s1-d0 (non infiammabile),
avvitate all'orditura metallica con viti autoperforanti fosfatate poste ad interasse non superiore a 250 mm.
La sigillatura dei giunti tra le lastre verrà realizzata mediante posa dello stucco Knauf Fugenfuller e nastro in rete o
microforato.
All'interno dell'orditura verrà inserito un materassino di lana minerale dello spessore di …….. mm e densità indicativa
.......... kg/m3.
Le modalità per la messa in opera saranno conformi alle prescrizioni del produttore.
Prezzo al m2 per altezze fino a 3,00 m.
(Sovrapprezzi per lana minerale, altezze superiori a 3,00 m)
(1) Vedi Rapporto di Prova 212266/2860FR del 09/06/06 dell’istituto Giordano di Bellaria
(2) Specificare la dimensione dell’anima del profilo: 50-75-100-150 mm.
(3) Vedi “Catalogo Listino Knauf”
(4) 150 mm per lastre di spessore 10 mm

Parete Mista KMB - lastra Knauf GKB + Gessofibra Knauf Vidiwall® (a vista)
Fornitura e posa in opera di parete divisoria interna ad orditura metallica e semplice rivestimento in lastre in Gesso
Rivestito Knauf GKB e lastre in gesso additivate e cellulosa Knauf Vidiwall® XL , dello spessore totale di ............ mm,
atta a garantire un Potere Fonoisolante Rw = ……….. dB e una Resistenza al Fuoco REI/EI ……(1).
L'orditura metallica verrà realizzata con profili tipo Knauf serie "E" in acciaio zincato con classificazione di I° scelta,
a norma UNI EN 10327, con resistenza in nebbia salina 72 h, spessore 0,6 mm, delle dimensioni di:
Voci di capitolato

- guide U40/…..(2)/40 mm
- montanti C50/…..(2)/50 mm, posti ad interasse non superiore a 300/400/600 mm
isolata dalle strutture perimetrali con nastro monoadesivo Knauf con funzione di taglio acustico, dello spessore di 3,5 mm.
I profili saranno conformi alla norma armonizzata EN 14195 riguardante “Profili per Sistemi in Lastre in Gesso Rivestito”
con attestato di conformità CE, in classe A1 di reazione al fuoco, prodotti secondo il sistema di qualità UNIEN-ISO
9001-2000.
Il rivestimento su entrambi i lati dell'orditura sarà realizzato con doppio strato di lastre Knauf collaudate per l’aspetto
biologico-abitativo come da certificato dell’Istituto di Bioarchitettura di Rosenheim:
primo strato sarà realizzato con lastre in Gesso Rivestito, marcate CE a norma EN520 e conformi alla DIN 18180,
Knauf GKB (A) dello spessore di 12,5 mm, in classe di reazione al fuoco A2,s1-d0 (non infiammabile), avvitate all'orditura
metallica con viti autoperforanti fosfatate poste ad interasse non superiore a 750 mm
secondo strato (a vista) sarà realizzato con lastre Vidiwall® XL dello spessore di 12,5 mm, in gesso speciale di alta
qualità e fibre di cellulosa, ad elevate caratteristiche di durezza e resistenza meccanica a norma ÖNORM B 3410,
di densità grezza pari a 1180 kg/m3, resistenza a flessione 5 N/mm2, resistenza alla compressione 25 N/mm2,
Durezza superficiale (Brinell) 25 – 30 N/mm2, durezza del nucleo (test ad aghi) ca. 750 N conducibilità termica λ=
0,29 W/mK, resistenza alla diffusione del vapore µ= 2, assorbimento d’acqua lato a vista 250 g/m2, lato retro
500g/m2 in classe di reazione al fuoco A2,s1-d0. Le lastre saranno avvitate all'orditura metallica con viti speciali
per lastre Vidiwall® in gesso fibra, poste ad interasse non superiore a 250 mm (4). La sigillatura dei giunti tra le lastre
verrà realizzata mediante posa del collante poliuretanico Knauf Fugenkleber, steso in un filo continuo lungo i bordi
della lastra, previa pulizia degli stessi (5)/stucco Knauf Uniflott e nastro microforato (6).
Rasatura di tutta la superficie eseguita, successivamente alla pulitura delle teste delle viti, con stucco Knauf F2F, per
ottenere una superficie liscia, pronta per la successiva finitura; la rasatura non sarà eseguita in caso di successivo
rivestimento ceramico con intonachino; il rivestimento sarà applicato direttamente sulle lastre dopo la posa di idoneo
Primer Knauf Tiefengrund.
All'interno dell'orditura verrà inserito un materassino di lana minerale dello spessore di …….. mm e densità indicativa
.......... kg/m3.
Le modalità per la messa in opera saranno conformi alle prescrizioni del produttore.
Prezzo al m2 per altezze fino a 3,00 m.
(Sovrapprezzi per lana minerale, altezze superiori a 3,00 m)
(1) Vedi Rapporto di Prova 212266/2860FR del 09/06/06 dell’istituto Giordano di Bellaria
(2) Specificare la dimensione dell’anima del profilo: 50-75-100-150 mm.
(3) Vedi “Catalogo Listino Knauf”
(4) 150 mm per lastre di spessore 10 mm
(5) Solo per lastre Vidiwall® XL con bordo SK

Sottofondo a secco Knauf Brio® F126


Fornitura e posa in opera di sottofondo a secco tipo Knauf F126 costituito da un singolo strato di lastre in GessoFibra
tipo Knauf Brio® spessore 18/23 (1) mm di dimensioni 1200x600mm e peso 22/28 Kg/m2 certificate dall’Istituto di
Bioarchitettura di Rosenheim, prive di sostanze nocive e polveri fine, atto a garantire una resistenza al carico distribuito
di ….. kN/m2 e al di carico concentrato di ….. kN(1) atto ad incrementare l’isolamento dal rumore di calpestio ?L
w,r dB ……. (2).
Prima della posa del granulare Knauf Trokenschuttung perfettamente livellato e regolarizzato si dovrà provvedere alla
posa sul fondo di un foglio in polietilene o cartone (nel caso di solai in legno) da mm 0,2 sovrapposto di almeno 200
mm con raccordo a parete mediante inserimento di una fascia perimetrale coibente, costituita dall’apposito feltro in
fibra minerale dello spessore di mm 10.
Lo strato di lastre Brio® sarà semplicemente appoggiato sul granulare. Le lastre battentate verranno collegate fra loro
mediante incollaggio con la colla Brio Falzkleber e con l’avvitamento delle viti speciali Brio di lunghezza 17/22 mm.
L’eventuale secondo strato sarà posto a giunti sfalsati, incollato con l’apposito adesivo Knauf Flachenkleber e fissato
meccanicamente al sottostante con speciali graffe metalliche.
La superficie delle lastre sarà trattata con mano di fondo impregnante Knauf Tiefengrund.
In caso di applicazione di pavimenti elastici sottili (PVC, linoleum, moquette) si prevederà la completa rasatura della
superficie delle lastre Brio® con autolivellante Knauf Nivellierspachtel F415, con spessore minimo 2 mm (questa da

40_41
computare a parte).
In ambienti umidi (bagni e cucine) occorre prevedere il trattamento impermeabilizzante delle lastre Brio® con Knauf
Flaechendicht e la posa in opera di Flaechendicht–Band nei punti di collegamento con le pareti.
Le modalità per la messa in opera saranno conformi alle prescrizioni del produttore.
(1) vedi tabella “sollecitazioni meccaniche” Scheda Tecnica Knauf F12
(2) vedi tabella “isolamento dal rumore di calpestio” Scheda Tecnica Knauf F12

Sottofondo a secco Knauf Brio® WF F126


Fornitura e posa in opera di sottofondo a secco tipo Knauf F126 costituito da un singolo strato di lastre in GessoFibra
tipo Knauf Brio® WF spessore 28/33 (1) mm dotato di uno strato isolante in fibra di legno (WF) di spessore 10 mm
di preaccoppiato alla lastra Brio® 18/23 dimensioni 1200x600 mm peso 24/30 kg/m2 certificate dall’Istituto di
Bioarchitettura di Rosenheim, prive di sostanze nocive e polveri fine, atto a garantire una resistenza al carico distri-
buito di ….. kN/m2 e al di carico concentrato di ….. kN(1) atto ad incrementare l’isolamento dal rumore di calpestio
∆ L w,r …….dB (2).
Prima della posa di un idoneo materassino isolante/del granulare Knauf Trokenschuttung perfettamente livellato e
regolarizzato si dovrà provvedere alla posa sul fondo di un foglio in polietilene o cartone (nel caso di solai in legno)
da mm 0,2 sovrapposto di almeno 200 mm con raccordo a parete mediante inserimento di una fascia perimetrale
coibente, costituita dall’apposito feltro in fibra minerale dello spessore di mm 10.
Lo strato di lastre Brio® WF sarà semplicemente appoggiato sul materassino/granulare. Le lastre battentate verranno
collegate fra loro mediante incollaggio con la colla Brio Falzkleber e con l’avvitamento delle viti speciali Brio di
lunghezza 17/22 mm.
L’eventuale secondo strato sarà posto a giunti sfalsati, incollato con l’apposito adesivo Knauf Flachenkleber e fissato
meccanicamente al sottostante con speciali graffe metalliche.
La superficie delle lastre sarà trattata con mano di fondo impregnante Knauf Tiefengrund.
In caso di applicazione di pavimenti elastici sottili (PVC, linoleum, moquette) si prevederà la completa rasatura della
superficie delle lastre Brio® con autolivellante Knauf Nivellierspachtel F415, con spessore minimo 2 mm (questa da
computare a parte).
In ambienti umidi (bagni e cucine) occorre prevedere il trattamento impermeabilizzante delle lastre Brio® con Knauf
Flaechendicht e la posa in opera di Flaechendicht–Band nei punti di collegamento con le pareti.
Le modalità per la messa in opera saranno conformi alle prescrizioni del produttore.
(1) vedi tabella “sollecitazioni meccaniche” Scheda Tecnica Knauf F12
(2) vedi tabella “isolamento dal rumore di calpestio” Scheda Tecnica Knauf F12

Pavimento sopraelevato continuo Knauf GIFAfloor® FHB


Fornitura e posa di pavimento sopraelevato continuo composto da uno strato di lastre in GessoFibra Knauf GIFAfloor®,
con densità pari a ca. 1500 kg/m3, conformi alla EN 15283-2, realizzato con processo produttivo EN-ISO 9001, in
classe di reazione al fuoco A1 secondo la norma EN 13501-1 collaudate dal punto di vista biologico-abitativo come
da certificato rilasciato dall’Istituto di Bioarchitettura di Rosenheim.
Dimensioni dei pannelli GIFAfloor® FHB pari a 1200x600 mm/600x600 mm, spessore 25/28/32/38 mm (1) con
resistenza a carico distribuito fino a …….. kN/m2 (1) e carico concentrato (impronta 25x25 mm) pari a …….kN (1).
Gli elementi GIFAfloor®, con bordi maschio-femmina da incollare, dovranno essere posati, curando la complanarità
(con marchiatura rivolta verso l’alto) su piedini d’acciaio regolabili in altezza, con colla antisvitamento Knauf
Gewindesicherung e fissaggio della base del supporto con colla Knauf Stutzenkleber.
Sulla testa dei supporti dovrà essere applicata la guarnizione con funzione di taglio acustico.
Nel caso di altezze superiori a 500 mm i supporti dovranno essere collegati tra loro con appositi profili metallici.
Il raccordo a parete prevede l’inserimento di una fascia perimetrale costituita da un apposito feltro in fibra minerale
di sp. 10 mm.
Le lastre posate a giunti sfalsati verranno collegate tra loro applicando due cordoni di apposita colla sui bordi
maschio-femmina; la colla che fuoriesce, una volta solidificata, dovrà essere rimossa con una spatola.
La superficie così ottenuta sarà trattata con una mano di fondo impregnante Knauf Tiefengrund. In caso di applica-
zione di pavimenti resilienti sottili (PVC, linoleum, moquette), si eseguirà la completa rasatura della superficie con l’au-
Voci di capitolato

tolivellante Nivellierspachtel F415, per uno spessore minimo di 2 mm.


In ambienti umidi (bagni e cucine) occorre prevedere il trattamento impermeabilizzante delle lastre con Knauf
Flaechendicht e la posa di Flaechendicht Band nei punti di collegamento con le pareti.
Le modalità di posa saranno conformi alle prescrizioni del produttore.
(1) Vedi Scheda Tecnica Knauf F18

Pavimento sopraelevato continuo radiante Knauf GIFAfloor® KLIMA FHB plus


Fornitura e posa di pavimento sopraelevato continuo radiante composto da un doppio strato incrociato di lastre in
GessoFibra Knauf GIFAfloor® e Knauf GIFAfloor LEP, con densità pari a ca. 1500 kg/m3, conformi alla EN 15283-2,
realizzato con processo produttivo EN-ISO 9001, in classe di reazione al fuoco A1 secondo la norma EN 13501-1
collaudate dal punto di vista biologico-abitativo come da certificato rilasciato dall’Istituto di Bioarchitettura di
Rosenheim:
primo strato sarà realizzato in lastre Knauf GIFAfloor® FHB di dimensioni 1200x600mm, spessore
25/28/32/38mm (1) con resistenza a carico distribuito fino a ………….. kN/m2 (1) e carico concentrato (impronta
25x25 mm) pari a …….kN (1).
Gli elementi GIFAfloor®, con bordi maschio-femmina da incollare, dovranno essere posati, curando la complanarità
(con marchiatura rivolta verso l’alto) su piedini d’acciaio regolabili in altezza, con colla antisvitamento Knauf
Gewindesicherung e fissaggio della base del supporto con colla Knauf Stutzenkleber.
Sulla testa dei supporti dovrà essere applicata la guarnizione con funzione di taglio acustico.
Nel caso di altezze superiori a 500 mm i supporti dovranno essere collegati tra loro con appositi profili metallici.
Il raccordo a parete prevede l’inserimento di una fascia perimetrale costituita da un apposito feltro in fibra minerale
di sp. 10 mm.
Le lastre posate a giunti sfalsati verranno collegate tra loro applicando due cordoni di apposita colla sui bordi
maschio-femmina; la colla che fuoriesce, una volta solidificata, dovrà essere rimossa con una spatola.
secondo strato realizzato in lastre Knauf GIFAfloor® LEP di spessore 18 mm sarà posto in opera incrociato e incollato
al primo con la speciale colla Knauf.
Successivamente si procederà alla fresatura in opera per alloggiare la tubazione per la climatizzazione radiante (questa
esclusa dall’offerta). La sigillatura della tubazione verrà realizzata mediante posa dello stucco Knauf Uniflott steso in
un filo continuo lungo lo sviluppo della fresatura previa pulizia della stessa.

In caso di applicazione di pavimenti resilienti sottili (PVC, linoleum, moquette), si eseguirà la completa rasatura della
superficie con l’autolivellante Nivellierspachtel F415, per uno spessore minimo di 2 mm. Nel caso di rivestimento cera-
mico la sigillatura della tubazione con Knauf Uniflott non sarà necessaria.
Le modalità di posa saranno conformi alle prescrizioni del produttore.
(1) Vedi Scheda Tecnica Knauf F18

Botola d'ispezione per pavimenti sopraelevati GIFAfloor® in lastre in


GessoFibra Knauf
Fornitura e posa in opera di botola d'ispezione, per pavimenti sopraelevati GIFAfloor® delle dimensioni di:
- 600 x 600 mm
con lastra in GessoFibra Knauf DB-FHB, spessore 34/38/40 mm, completa di profilo di congiunzione per lastre FHB
sp. 25 e DB-FHB sp. 34 in alluminio / FHB sp. 28 e DB-FHB sp. 38 / FHB sp. 32 e DB-FHB sp. 40, inclusa la
formazione dell'apertura nel pavimento e la predisposizione dei piedini integrativi di supporto (1).
La posa in opera avverrà secondo le prescrizioni indicate dal produttore.
(1) Vedi Scheda Tecnica Knauf F18

42_43
www.knauf.it

@ knauf@knauf.it

Sede: Stabilimento Sistemi a Secco: Stabilimento Sistemi Intonaci: K-Centri:


Castellina Marittima (PI) Castellina Marittima (PI) Gambassi Terme (FI) Knauf Milano Knauf Venezia Knauf Pisa Knauf Napoli
Tel. 050 69211 Tel. 050 69211 Tel. 0571 6307 Rozzano (MI) Padova (PD) Castellina Marittima (PI) San Nicola La Strada (CE)
Fax 050 692301 Fax 050 692301 Fax 0571 678014 Tel. 02 52823711 Tel. 049 71650 11 Tel. 050 692253 Tel. 0823 218311

Tutti i diritti sono riservati ed oggetto di protezione industriale. Le modifiche dei prodotti illustrati, anche se parziali, potranno essere eseguite soltanto se esplicitamente autorizzate dalla società Knauf s.a.s. di Castellina Marittima (PI).
Tutti i dati forniti ed illustrati sono indicativi e la società Knauf s.a.s. si riserva di apportare in ogni momento le modifiche che riterrà opportune, in conseguenza delle proprie necessità aziendali e dei procedimenti produttivi.