Sei sulla pagina 1di 4

CAVITA’ ADDOMINALE

Comprende la cavità peritoneale, che però non si identifica con la cavità addominale. Addominale,
costituita anche da spazio extraperitoneale: retroperitoneale, preperitoneale, sottoperitoneale.

Sopra il diaframma segna il confine con la cavità toracica.

TERMINOLOGIA

- Foglietto, rivestono organi e parete. Si distinguono in parietale (addomino-pelvica), e viscerale (sui


visceri). Contiene il liquido peritoneale.
- Ligamenti, sono sierosi peritoneali, non connettivali, hanno funzione di rivestire l’organo e di
permettere il passaggio di vasi e nervi verso l’organo. Contenuto a volte è modesto (solo
connettivo), a volte invece è più importante e si parla di meso
- Meso, ligamenti più importanti per contenuto
- Epiploon, collegamenti fra organi
- Plica, pieghe del peritoneo date da organi. Sollevamento peritoneale dovuto alla trazione del
viscere. Possono essere occasione di ernie interne
- Cavo, fossetta, borsa, cavità, diverticolo, recessi dello spazio peritoneale

SUDDIVISIONE

Primo elemento divisore della cavità peritoneale è il mesocolon trasverso, disposto orizzontalmente,
individua due spazi: regione sovramesocolica e regione sottomesocolica. Spazi possono essere
ulteriormente suddivisi dalla presenza di altri dispositivi peritoneali (piccolo omento, mesentere).

Ontogenesi. Mesoderma laterale si organizza per generare i foglietti peritoneali. Splancnopleura e


somatopleura.

Mesoderma laterale provvede alla delimitazione della futura cavità peritoneale. Da qui è possibile
distinguere organi primitivamente extraperitoneali (abbozzi dei reni) ed organi secondariamente
retroperitoneale. Nella cavità celomatica (futura peritoneale) è presente il tubo del canale primitivo
alimentare.

MESOGASTRIO. Canale alimentare primitivo da cui origina lo stomaco. Il peritoneo costituito da due
foglietti può essere distinto in dorsale (dove si sviluppano pancreas e milza) e ventrale (parete addominale
anteriore), dove si sviluppano fegato.

PERITONEO SOVRAMESOCOLICO

Peritoneo primitivo a livello di stomaco e bulbo duodenale darà origine a ligamento gastro-frenico, -lienale,
-colico, duodeno-colico e grande omesto.
Andando verso il mesogastrio dorsale milza con ligamento pancreatico-lienale, dietro il pancreas darà
origine a fascia retroduodeno-pancreatica di Treitz e Toldt.

Mesogastrio ventrale, piccolo omento e ligamento falciforme, che lo lega alla parete anteriore.
PERITONEO SOTTOMESOCOLICO

Durante fasi primitive, mesogastrio ventrale è comunque presente ed è presente il legame con la parete
anteriore. In un secondo momento, però, scompare e rimane il mesogastrio dorsale. Dunque organi in
sottomesocolico hanno grande mobilità.

Questa divisione anteriore è netta. Ci sono margini liberi, margine libero del legamento epato-duodenale
per piccolo omento.

Arteria celiaca, mesenterica superiore ed inferiore.

Vedi slide di parte del setto trasverso e loro derivati

Canale alimentare ha origine endodermica, eccezione primo ed ultimo tratto. Dall’ectoderma della parte
iniziale origina anche l’adenoipofisi.

Endoderma: una parte dell’intestino anteriore origina dagli archi branchiali.

Vedi slide

Durante ontogenesi,q uando tronco non è sviluppato e fegato è grosso, margine non è molto distante
dall’ombelico. Crescendo, si allunga e si porta verticalmente.

LIGAMENTO FALCIFORME

Solitamente descritto come sagittale, ma collocato sul lato sinistro del fegato. Sagittare diventa se in
tensione. Ligamento non è sospensore, ma serve a limitare i movimenti laterali nel decubito laterale.
Ligamento coronario è quello sospensore.

PIEGHE PERITONEALI OMBELICALI

Una è impari mediana, che corrisponde alla presenza di ciò che rimane della regione blablabla
dell’allantoide.
Ai due lati ci sono altri due pieghe ombelicali, che vanno verso la cicatrice ombelicale date dalla blabla
arterie ombelicali. Queste finiscono nella fossetta sovravescicale. Pieghe che rimangono lateralmente, sono
dovuti ai vasi epigastrici inferiori, che risalgono verso l’altro. Si anastomizzano con la rete epigastrica
superiore.

… reg

Durante ontogenesi si forma dotto peritoneo-vaginale, che poi scomparirà. Sacco vaginale costituito da
tonaca vaginale propria periorchio e foglietto viscerale o epiorchio.
Altre componenti che erniano con il testicolo: muscolo cremastere interno componente muscolare liscia,
fascia spermatica interna o tonaca vaginale comune (interessa solo il testicolo, dipendenza della fascia
trasversale), muscolo cremastere esterno o fascia eritroide, fascia spermatica esterna di Cooper più
esterna, dipende dal muscolo obliquo esterno dell’addome, ma non in quanto tale, ma la sua fascia di
rivestimento.
Vedi slide spazi peritoneali

LOGGIA SOPRAMESOCOLICA

Chiamata anche subfrenica o toracoaddominale, subito al di sotto del diaframma. Toraco addominale
perché nonostante siano nell’addome, fruiscono della protezione della gabbia toracica.

Suddivisa in:

- Loggia sopraepato-splenica (subfrenica), divisibile in loggia epatofrenica dx (divisa in porzione


antero-inferiore e postero-superiore, per convessità del fegato a questo livello), loggia epato-
frenica sx (porzione antero-inferiore e postero-superiore, rispetto allo stomaco), loggia splenica
(estrema sx, con milza e una parte dello stomaco)
- Loggia sottoepatica in corrispondenza della faccia viscerale del fegato, porzione anteriore (gastro-
duodeno-epatica) e posteriore (epato-renale) o Tasca di Morison. In comunicazione con Loggia
retro-epiploica (borsa omentale), che rimane dietro lo stomaco.

Blablablabla reg

BORSA OMENTALE

Ingresso è dato dal foro gastro-epiploico di Winslow. Vena porta definisce il margine libero posteriore del
ligamento, oltre alla vena cava inferiore.
Attraversato il foro ci si trova nel vestibolo della borsa omentale. Questa porzione prelude alla borsa
omentale vera e propria che si trova dietro lo stomaco.

VESTIBOLO dietro il piccolo omento.


A dx si ha il forame di Winslow, da cui si arriva. A sx c’è l’istmo della borsa omentale, restringimento.
Davanti si ha il piccolo omento con la sua parte gastro-epatica. Posteriore c’è la regione celiaca, ricca di
varie componenti vascolari, linfonodi, gangli, e rami nervosi vari. Inferiormente c’è la testa del pancreas
(nell’abbraccire la prima porzione del duodeno presenta un tubercolo posteriore detto omentale) e parte
dx della piccola curvatura dello stomaco. Superiore lobo caudato del fegato e recesso superiore
(paraesofageo).

REGIONE CELIACA slide

ISTMO, orifizio che corrisponde alla porzione discendente verticale della piccola curvatura ello stomaco
(anteriormente). Posteriormente e superiormente la piega gastro-pancreatica. Posteriormente e
inferiormente la piega duodeno-pancreatica.

BORSA OMENTALE
Dx istmo. Sx prolungamento verso l’ilo della milza. Anteriormente la faccia posteriore dello stomaco in alto
e ligamento gastro-colico in basso. Posteriore corpo e coda del pancreas e vasi lienali, rene e surrene sx,
aorta e diaframma. Inferiore faccia superiore del mesocolon trasverso con il prolungamento inferiore, può
anche non esserci. Proprio qui sotto c’è la fossetta duodeno-digiunale. Potrebbe inoltre essere cos’
inferiore che il peritoneo non si chiude e va a continuarsi nel grande omento.
Superiore prolungamento superiore.

GRANDE OMENTO

Peritoneo che avanza dal mesogastrio dorsale.

LIGAMENTO LARGO DELL’UTERO

Quasi frontale. Presenta faccia anteriore, posteriore, che si uniscono alle ali. Margine superiore (che
corrisponde alla tuba: distinguiamo segmento tubarico e tubo-parietale), inferiore (ilo basale), laterale (ilo
laterale, mediale (uterino). Ligamento presenta ali, cioè delle pieghe: anteriore (più modesta, dovuta a
qualcosa che è contenuto tra i due foglietti del peritoneo del ligamento largo), posteriore (si distingue
segmento mediale, intermedio e laterale), superiore. Pieghe retto-uterine e utero-lombari.

OVAIO NON E’ RIVESTITO DA PERITONEO, ma poggia in una fossetta rivestita da peritoneo.

SPAZIO RETROPERITONEALE

Contiene organi, vasi e nervi.

Sotto peritoneo ci sono fasce pelviche. Parietali dove rivestono pelvi e viscerali dove rivestono organi.
Prendono nomi in base agli organi.

Fascia prostato-rettale era una doppia lamina peritoneale che si è fusa