Sei sulla pagina 1di 33

NUCLEARE E…

Qualche esempio “pavese”


L‟energia nucleare è…
• diabolica?  Hiroshima
• catastrofica?  Chernobyl
• conveniente?  centrali nucleari
• utile alla società?
 applicazioni tecnologiche,
industriali, mediche, farmaceutiche…
Tra i tanti possibili,
qualche esempio che ha coinvolto
l‟Università e la Sezione INFN di Pavia

Paolo Montagna
Ricercatore in Fisica Nucleare all’Università di Pavia e all’INFN Sezione di Pavia
Docente di Fisica Medica e Radioattività nei corsi di laurea delle Professioni Sanitarie Tecniche

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.1


07/07/10
Produzione di energia nucleare:
fissione e fusione

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.2


07/07/10
Fusione nucleare
I nuclei leggeri (Z<15), in condizioni particolari (es. altissime
temperature) in cui riescono ad avvicinarsi l‟un l‟altro a piccolissime
distanze, possono fondersi a due a due in nuclei più pesanti.

Nella fusione viene


emessa energia:
alcuni MeV
(contro i 20 eV
delle reazioni chimiche)

Nel Sole, a ogni secondo,


564500 kg di idrogeno
si convertono in 560000 kg di elio;
i restanti 4500 kg diventano energia
che viene irraggiata nello spazio.

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.3


07/07/10
Fissione nucleare
I nuclei pesanti (A>200), se bombardati ad es. con neutroni,
tendono a decadere spezzandosi in due nuclei di massa circa metà
di quella di partenza, emettendo inoltre altri neutroni,
che possono provocare una reazione a catena.

Nella fissione viene


emessa energia:
circa 200 MeV
(contro i 20 eV
delle reazioni chimiche)

1g di fissione 
30000 kWh di energia
235 236 * 144 89 = consumo familiare
n 92 U 92 U 56 Ba 36 Kr 3n di 5 anni!!!
140 94
54 Xe 38 Sr 2n
P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.4
07/07/10
Reazioni a catena

La fissione
può avvenire
con reazioni
a catena.

Se controllata, è una enorme sorgente di energia!


Se incontrollata, ha effetti devastanti!
P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.5
07/07/10
Il reattore nucleare
• contenitore (grafite) Pila di Fermi,
• nocciolo:
combustibile (miscela isotopi di uranio)
Chicago 1942
moderatore (acqua)
assorbitore (barre di controllo: boro e cadmio)

Sollevando o abbassando le barre di controllo,


è possibile innescare o bloccare la reazione a catena.

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.6


07/07/10
Stato critico del reattore

Condizione di criticità:
n.di neutroni prodotti =
n.di neutroni utilizzati
per alimentare la reazione

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.7


07/07/10
L‟energia nucleare è anche utile…

Tantissime applicazioni Tra i tanti possibili, alcuni esempi “pavesi”:


dell’energia nucleare -Sminamento umanitario (INFN)
in senso pacifico -Ispezione carghi – ricerca sostanze illecite (INFN)
e “utile alla società”, - Esame sofisticazione sostanze (LENA)
in particolare - Terapia tumorale BNCT (LENA)
in ambito medico - Produzione di radiofarmaci per la PET (LENA-ciclotrone)
(diagnostico/terapeutico) - Adroterapia (CNAO)

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.8


07/07/10
INFN – Progetto Explodet

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.9


07/07/10
Lo sminamento umanitario
L‟energia nucleare, così devastante in guerra, può essere una preziosa
alleata in tempo di pace. Un esempio: le MINE ANTIUOMO.
Ogni anno: 20000 vittime per “vecchie” mine antiuomo (20% bambini).

Sminamento troppo costoso:


ispezione del terreno con sensori
di anomalia  allarme  estrazione
e neutralizzazione esplosivo
tempo: > 30 minuti
costo: 300-1000 $
falsi allarmi: 99 %

Tutti gli esplosivi contengono azoto in gran quantità (20-30%,


contro il <2 % normale)  I terreni minati sono ricchissimi di azoto

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.10


07/07/10
Il nucleare contro le mine antiuomo
INFN Pavia, Padova, Bari, 1999-2002
Bombardando con neutroni il terreno, si può rivelare
una anomala quantità di azoto.
Reazione di cattura neutronica:
14N + n  15N + (E =10.8 MeV)

Metodo proposto:
• tubo portatile (dimensioni 50 cm)
azionato da robot
• neutroni da fissione spontanea di 252Cf
• rivelazione dell‟energia mediante scintillatori
• analisi automatica (computer)
durante le successive ispezioni
• intervento umano solo dopo la conferma

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.11


07/07/10
INFN – Progetto Euritrack

Progetto europeo EURITRACK


(EURopean Illicit TRAfficking Countermeasures Kit, 2004-07):

Tecnologia innovativa per l‟ispezione dei container carichi nei porti marittimi,
per aumentare la sicurezza senza diminuire il flusso della merce in transito.

Ispezione dei carghi tramite bombardamento con neutroni veloci:


possibilità di analizzare materiali di notevole spessore,
misurandone la composizione chimica
per poter distinguere droghe o materiali esplosivi
nascosti all'interno del container.
P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.12
07/07/10
Ispezione di container con neutroni
"Tagged Neutron Inspection System“ (TNIS).
Il volume sospetto del container,
precedentemente individuato da una radiografia
a raggi X, viene investito da una sorgente di
neutroni da 14 MeV, prodotti dalla reazione
deuterio-trizio, che produce anche una d+tn+α
particella alfa in direzione opposta al neutrone.
La rivelazione contemporanea dell’energia
dei raggi gamma secondari emessi dai nuclei
bersaglio (a energie caratteristiche), e della
direzione e del tempo di emissione delle
particelle alfa, permette una dettagliata
analisi chimica delle sostanze colpite, e
quindi l’individuazione di particolari
sostanze pericolose o nocive in base
alla loro composizione chimica.

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.13


07/07/10
Una lettura consigliata
Recensione da: Le Scienze, dicembre 2007, n. 472

Giancarlo Nebbia
Nucleare: il frutto proibito
Bompiani, Milano, 2007 - pp. 250 - euro 12,00
Se, come sembra, qui da noi riprenderà il dibattito sull'impiego dell'energia
nucleare, segnatevi questo libro. Sarà molto utile per evitare le insidie della
disinformazione, da qualunque parte esse provengano (il partito dei pro e
il partito dei contro). E' bene chiarire subito che Giancarlo Nebbia è un
fisico nucleare, e tra le altre cose è primo ricercatore dell'Istituto di Fisica
Nucleare e consulente per l'Agenzia internazionale per l'energia atomica nel campo delle
tecnologie nucleari applicate alla sicurezza. Dunque la visione dell'autore sull'impiego
dell'energia atomica è chiara: si può fare. Ma l'impostazione del libro non vuole argomentare il
si di Nebbia all'atomo, almeno non in modo diretto e militante tipico di altri scritti su questo
tema. L'autore, piuttosto spiega perché è sbagliato considerare la fisica nucleare come uno dei
grandi mali procurati dalla scienza moderna. E l'argomentazione è ricca di numeri e statistiche
su cui ragionare, di fatti travisati o mistificati da chiarire ( per esempio l'impatto del disastro di
Chernobyl e quello di Bhopal), di applicazioni che sul nucleare si basano e troppo spesso non
viene ricordato, o meglio, spiegato (per esempio le applicazioni nella medicina e nell'arte).
Nebbia non sfugge al lato oscuro del nucleare (in primo luogo gli armamenti e il rischio di
prolificazione globale) che però non può essere l'unica visione di un sapere che ha dato e molto
sta dando ancora oggi all'umanità.
Giovanni Spataro
P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.14
07/07/10
Il CNAO di Pavia

Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.15


07/07/10
Cosa sono gli adroni?
Adroni = particelle che risentono dell‟interazione nucleare forte

elettrone “e”
… di fatto sono tutte
le particelle presenti
Gli “adroni”
Gli “adroni” sono
sono
nel nucleo atomico: fatti di
di quark
quark
protoni e neutroni fatti
in numero variabile
atomo

In adroterapia ionecarbonio
ione carbonio= =
si utilizzano 6 protoni
6 protoni + 6
+ 6 neutroni
• Protoni neutroni
• Ioni carbonio 12C6+ protone o
neutrone
quark “u” o “d”
quark “u” o “d”

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.16


07/07/10
Le particelle nella materia
Le particelle cariche (elettroni, protoni,
nuclei) penetrano nei corpi cedendo energia,
grazie alle interazioni coulombiane con gli
elettroni atomici della materia attraversata.
Le particelle neutre (neutroni, fotoni)
vengono invece assorbite in modo
esponenziale.

In entrambi i casi l’effetto è la ionizzazione


e/o eccitazione degli atomi della materia
(danno biologico cellulare).

Un fascio di particelle cariche percorre un


tratto di strada ben preciso a seconda della
sua energia. Un fascio di particelle neutre
invece diminuisce gradualmente di intensità,
ma è in grado di attraversare anche grandi
distanze senza esaurirsi completamente
(es. raggi X)

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.17


07/07/10
Gli adroni nella materia
Quando un adrone (particella carica pesante) entra nella materia viene progressivamente rallentato
da numerosi urti con gli elettroni atomici del corpo. La probabilità di tali collisioni aumenta con il
diminuire dell’energia della particella. Quindi i fasci di ioni carichi perdono gran parte della loro
energia cinetica iniziale in una zona relativamente stretta al termine del loro percorso
(picco di Bragg), mentre l’energia rilasciata nel tratto iniziale è relativamente bassa.

RILASCIO DI ENERGIA DI DIVERSE RADIAZIONI NEL TESSUTO BIOLOGICO

PICCO DI BRAGG GRAFICO


della dose
assorbita (in %)
raggi X
in funzione
protoni della profondità
del tessuto

elettroni raggi gamma


Gli adroni permettono di
irradiare tumori profondi
risparmiando le cellule sane!
P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.18
07/07/10
Idea base dell‟adroterapia

Gli adroni
permettono di
irradiare
tumori profondi
risparmiando
le cellule sane!

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.19


07/07/10
Adroterapia: come e perché
Il picco di Bragg…
La radioterapia convenzionale
si può “allargare”
utilizza elettroni e raggi X
quanto necessario
Ma ci sono dei problemi:
Dose biologica effettiva [%]

variando l‟energia!!!
• Gli elettroni non penetrano in profondità
• I raggi X rilasciano alte dosi prima del
bersaglio, e dosi basse anche dopo
• Entrambi hanno alta dispersione laterale

Con gli adroni si riesce a penetrare alla


profondità desiderata variando l„energia
ottenendo un rilascio conforme alle
dimensioni del tumore
 picco di Bragg allargato
e rilasciando una dose inferiore prima
del picco e nulla/piccola dopo il picco
Profondità in acqua [cm]

Ioni carbonio 12C6+ rispetto ai protoni:


Vantaggi: maggior LET, minor dispersione laterale  minor dose prima del tumore
Svantaggi: frammentazione nucleare  maggior dose dopo il tumore

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori - 20 -


07/07/10
Radioterapia e adroterapia
Gli adroni permettono di
Photons Protons
• irradiare tumori profondi
Raggi X Protoni • in modo conforme
alle loro dimensioni
• risparmiando le cellule sane!

Ma allora l‟adroterapia
è sempre migliore
della radioterapia?
NO, dipende…

L‟adroterapia non sostituisce la radioterapia convenzionale, che anzi mantiene la sua


validità per la maggior parte dei tumori, ma è un‟arma in più a disposizione dei pazienti
e dei medici in situazioni particolari. Solo valutando ogni singolo caso si può stabilire
l‟approccio terapeutico migliore, ed eventualmente l‟opportunità di ricorrere
all‟adroterapia. Questa potrà essere utilizzata in aggiunta o in sostituzione
di trattamenti più tradizionali, radioterapici, chirurgici o farmacologici.

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.21


07/07/10
Ma gli adroni dove li prendiamo?
TIPO DI PARTICELLE:
Elettroni, protoni, ioni pesanti

ENERGIA (in elettronvolt: 1 eV = 1.6 ∙10-19 J):


Bassa (10-100 MeV), media (100 MeV – 1 GeV), alta (>1 GeV )

INTENSITA‟:
N.particelle al secondo e al cm2
ACCELERATORI
DUE CATEGORIE PRINCIPALI:
A bersaglio fisso (elettrostatici o ciclici) DI PARTICELLE
A collisione (colliders)

ACCELERATORI CICLICI
Lineari (per iniettare le particelle)
Circolari (per raggiungere le energie desiderate)
P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.22
07/07/10
Il ciclotrone
In campo magnetico, gli ioni carichi seguono
traiettorie circolari in due camere
semicircolari chiamate D connesse a un
potenziale oscillante. Quando gli ioni sono
all’interno dei D sentono solo il campo
magnetico e la loro traiettoria è circolare.
Nel gap tra i due D vengono accelerati da un
campo elettrico. Ad ogni semigiro il campo
elettrico tra i D viene invertito.

Forza di Lorentz  F = qvB = mv2/r  v = qBr/m


Energia massima: E = ½ mv2
limitata dal valore del raggio e del campo magnetico!
… e se non basta?...

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.23


07/07/10
Il ciclotrone di Pavia
Produzione di radiofarmaci (18F) per la PET
presso il LENA dell‟Università di Pavia
www-1.unipv.it/cylena/

Diametro esterno del magnete: 2 m


Altezza totale: chiuso 2,22 m, aperto 2,87 m
Peso: 22 Tonnellate
Ioni: estratti: H+, D+; accelerati: H-, D-
Energia: protoni: 18 MeV; deutoni: 9 MeV
Numero di porte per i bersagli: 8
Fasci estratti contemporaneamente: 2
Consumo di corrente: < 50 KW
Intensità campo magnetico principale: 1,3 Tesla
Radiofrequenza: 10 KW a 42 MHz

IN FUNZIONE DAL 12 LUGLIO 2007

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.24


07/07/10
Il sincrotrone
L‟energia ottenibile mediante ciclotrone è limitata.
Un aumento di energia richiederebbe dimensioni e costi enormi.

SINCROTRONE
Idea: campo magnetico gradualmente crescente.
Le particelle percorrono la stessa orbita ma a velocità sempre maggiore.

L’orbita delle particelle è mantenuta


costante, il campo magnetico viene applicato
solo sulla circonferenza. Ad ogni passaggio,
l’energia aumenta, e anche il campo
magnetico deve aumentare per mantenere il
raggio costante.

Teoricamente
non ci sono limiti all’energia
salvo dimensioni e costi dei magneti.

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.25


07/07/10
LHC – Cern Ginevra

Large Hadron Collider protoni-protoni (o ioni pesanti)


Circonferenza 27 km - Energia massima 14 TeV = 1.4 · 1013 eV
Inizio attività 10/09/08 - fascio singolo di protoni da 1 TeV
Interruzione 19/09/08 - Ripresa 23/11/09
Prime collisioni 30/03/10 - due fasci di protoni da 3.5 TeV
P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.26
07/07/10
Adroterapia… e come si fa?
Terapia con adroni =
far giungere ai pazienti fasci di protoni o ioni carbonio
alle energie opportune per 6-7 sedute da pochi minuti ciascuna.
Nelle vicinanze di
Centri per l‟adroterapia centri ospedalieri!
1) INIEZIONE  linac: acceleratore lineare
Protoni o ioni (da idrogeno o carbonio ionizzato) vengono accelerati
da un campo elettrico e introdotti nell‟anello di accelerazione

2) ACCELERAZIONE  sincrotrone: acceleratore circolare


Le particelle vengono mantenute in orbita circolare e fatte girare a
velocità sempre crescente per mezzo di un campo magnetico che
aumenta gradualmente

3) ESTRAZIONE  linee di fascio


Sempre per mezzo di campi elettromagnetici, i protoni o ioni vengono
fatti uscire dall‟anello e inviati a una delle diverse sale di
trattamento dove colpiscono il paziente, posizionato tramite congegni
elettronici e monitorato online.

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.27


07/07/10
Adroterapia in Italia e nel mondo
IN ITALIA
• CENTRO DI PROTONTERAPIA ATTIVO A CATANIA
• CENTRO CNAO IN COSTRUZIONE A PAVIA
• CENTRO DI PROTONTERAPIA IN PROGETTO A TRENTO

NEL MONDO
CENTRI IN:
• USA
• GIAPPONE
• SVIZZERA
• CINA
• GERMANIA
• FRANCIA
• COREA

40000 pazienti con p


2500 pazienti con C

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.28


07/07/10
Come funzionerà il CNAO

• Il centro CNAO dovrebbe entrare in funzione entro la prima metà del 2011
• Funzionerà in day-hospital
• L‟80% dei trattamenti sarà con ioni carbonio, il 20% con protoni
• Ci saranno tre sale di trattamento; in una di esse il fascio arriverà
anche verticalmente
• Per l‟iniezione si utilizzerà un unico acceleratore
LINAC sia per protoni che per ioni carbonio
• Il sincrotrone ha diametro di 25 metri
• Le sorgenti e l‟iniettore sono sistemati all‟interno
del sincrotrone
• Attraverso un sistema di magneti, gli adroni
1
accelerati alle energie necessarie verranno 2 3
estratti dal sincrotrone e deviati in una delle
tre sale di trattamento
• In una seconda fase si allestiranno altre sale 25 m

sperimentali per attività di ricerca con gli adroni


in radiobiologia nei tempi di non utilizzo clinico

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.29


07/07/10
Visita al CNAO
http://server11.infn.it/video/multimedia/foto/cnao2009/index.htm

Foto febbraio 2009

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.30


07/07/10
Stato attuale e prospettive
L‟80% delle sedute saranno
dedicate al trattamento 18 gen.2010: Visita ministri
con ioni carbonio Fazio, Tremonti, Bossi
di tumori radioresistenti 15 feb.2010: Inaugurazione “politica”
(es. polmoni, pancreas, fegato,
tiroide, distr.cervicale),
1° sem.2010 (6 mesi):
cioè difficilmente aggredibili
Qualificazione del fascio: test di
con la radioterapia tradizionale.
energie e posizionamento nelle sale
di terapie

Ogni sessione durerà


2° sem.2010 (6 mesi):
20-30 minuti. Studio radiobiologico: irradiazione di
A regime (2013?) cellule animali (sperimentazione su
si potranno tenere mille topolini)
circa 19000 sessioni
di trattamento all‟anno 1° sem.2011:
(6-7 sedute ciascuno Inizio sperimentazione clinica
per 3500 pazienti) su 150 pazienti

P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.31


07/07/10
In conclusione…
A Pavia, da decenni, l‟Università e l‟INFN svolgono ricerche molto avanzate
nell‟ambito della Fisica Nucleare e Subnucleare.
Sono ricerche complesse, costose, poco comprese dall‟opinione pubblica.
La domanda ricorrente è: a cosa servono? perché spendere tanti soldi?
Eppure, da quei lunghi anni di studi, spesso senza evidenti scopi pratici,
sono nate applicazioni tecnologiche, industriali, mediche, farmaceutiche,
di indubbio valore “sociale”.
Pavia ospita già un reattore nucleare
e un ciclotrone per la produzione di radioisotopi.
Ora sta nascendo il CNAO, uno dei pochi centri al mondo
in cui verrà effettuata la terapia oncologica con ioni carbonio.
Pavia avrà un centro di assoluta eccellenza a livello mondiale,
in un ambito scientifico estremamente multidisciplinare,
dove la Fisica si pone al servizio della Medicina
utilizzando le più sofisticate tecniche dell‟Ingegneria.
Inoltre - non ultimo… - il CNAO offrirà numerosi posti di lavoro
estremamente specializzato e stimolante a molti fisici,
ingegneri, medici oncologi, tecnici di radiologia, biologi,…
P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.32
07/07/10
P.Montagna Il nucleare e... - Stage Scuole Superiori pag.33
07/07/10