Sei sulla pagina 1di 4

UDA CLASSE 1ªA

a.s. 2018-2019

Prof. Marmentini Andrea

Disciplina IRC

UNITA’ DI APPRENDIMENTO

Denominazione ACCOGLIENZA E COSTRUIRE BUONE RELAZIONI.

Compito/Prodotto NESSUNO: si richiede agli studenti la partecipazione e la disponibilità a condividere


la propria esperienza nei modi che ciascuno ritiene più corrispondenti alla propria
indole.

Competenze mirate Maturare comportamenti di collaborazione e di fiducia per la formazione di un buon


gruppo classe

Conoscenze Abilità

Natura e valore delle relazioni umane e sociali Operare scelte morali, circa le esigenze dell’etica
alla luce della rivelazione cristiana e delle istanze professionale, con confronto coi valori cristiani.
della società contemporanea.
Il dono dell’altro Saper esprimere, con le proprie specifiche modalità, le
emozioni che emergono dagli argomenti trattati.

Utenti destinatari Classi prime

Prerequisiti Nessuno

Fase di applicazione Un unico modulo da 4 ore.

Tempi 4 lezioni/settimane

Esperienze attivate Giochi di ruolo e riflessioni sulla propria vita.

Metodologia Lezioni frontali, lettura ad alta voce, condivisione a coppie e in classe.

 Strumenti Racconti, Giochi di ruolo.

Valutazione In base alla partecipazione.


UNITA’ DI APPRENDIMENTO

Denominazione PREMESSE METODOLOGICHE: REALISMO

Compito/Prodotto Esercitazione: valutazione e critica di un aspetto della tradizione

Competenze mirate Attraverso una osservazione attenta, intera e appassionata del reale si prende
coscienza della ‘esperienza elementare’ dell’uomo: le sue evidenze ed esigenze
costitutive (esigenza di verità, felicità, amore, giustizia), che rendono tutti gli uomini
partecipi del medesimo paragone e impeto nell’affronto del reale.

Conoscenze Abilità

Realismo Comprendere che si può affrontare correttamente


Esperienza elementare l’esperienza religiosa solo a partire dall’impegno con la
Partire da sé in azione propria vita intera e non solo alcuni aspetti
L’impegno con la vita

La tradizione Acquisire il valore della tradizione e del presente


La realtà materiale e la realtà spirituale all’interno dell’impegno personale con la vita.

Saper esprimere senza timore, in qualche occasione, il


proprio parere sugli argomenti trattati.

Utenti destinatari Classi prime

Prerequisiti Nessuno

Fase di applicazione Un unico modulo da 9 ore.

Tempi 9 lezioni/settimane

Esperienze attivate Riflettere in maniera critica sulla propria esperienza

Metodologia Lezioni frontali, drammatizzazioni, multimedia.

 Strumenti Appunti e schede del docente, video

Valutazione Verifica finale e partecipazione alle lezioni.


UNITA’ DI APPRENDIMENTO

Denominazione NATURA DEL SENSO RELIGIOSO

Compito/Prodotto Ricerca di documentazione musicale giovanile che documenti il senso religioso.

Competenze mirate Il senso religioso si definisce come la natura dell’io in quanto si esprime in una
domanda radicale di significato. Questa domanda è inevitabile e pone l’esigenza di
una risposta totale.
Accorgersi di questa domanda nelle relazioni con i diversi aspetti della realtà

Conoscenze Abilità

I grandi interrogativi dell’uomo: il senso della vita Cogliere la natura del senso religioso, inteso come
e della morte, della sofferenza, dell’amore, della domande sul senso ultimo della vita e della realtà.
fatica, del futuro…

L’esperienza umana come esperienza di una Scoprire il valore della ragione nel suo essere esigenza
mancanza: il “senso religioso”. di spiegazione totale e quindi identificare il vertice della
sua ricerca nell’apertura al mistero.

Utenti destinatari Classi prime

Prerequisiti Nessuno

Fase di applicazione Un unico modulo da 9 ore.

Tempi 9 lezioni/settimane

Esperienze attivate Riflettere in maniera critica sulla propria esperienza

Metodologia Lezioni frontali, drammatizzazioni, multimedia.

 Strumenti Appunti e schede del docente, video

Valutazione Verifica finale e partecipazione alle lezioni.


UNITA’ DI APPRENDIMENTO

Denominazione ITINERARIO DEL SENSO RELIGIOSO

Compito/Prodotto La proposta per tutti gli alunni è provare a esprimere lo stupore verso la realtà
attraverso la realizzazione di una foto.

Competenze mirate Comprendere che la formula dell’itinerario al significato ultimo della realtà è quella
di vivere sempre intensamente il reale senza preclusioni, cioè senza rinnegare o
dimenticare nulla.
Conoscenze Abilità

Lo splendore del bello: Lo stupore della presenza Riconoscere la realtà come segno di “Altro” che dà
La meraviglia del vero: ordine e provvidenza senso ad ogni cosa e identificare dentro la vita
La gioia del bene: la legge nel cuore quotidiana l’esperienza del segno come esperienza
reale che rimanda al mistero.

Segni e simboli della vita religiosa Riconoscere il valore del linguaggio religioso, in
articolare quello cristiano-cattolico, nell'interpretazione
della realta'.
Utenti destinatari Classi prime

Prerequisiti Nessuno

Fase di applicazione Un unico modulo da 8 ore.

Tempi 8 lezioni/settimane

Esperienze attivate Riflettere in maniera critica sulla propria esperienza

Metodologia Lezioni frontali, drammatizzazioni, multimedia.

 Strumenti Appunti e schede del docente, video

Valutazione Verifica finale e partecipazione alle lezioni.