Sei sulla pagina 1di 1

Analisi dei dati sperimentali e statistica

Università Cattaneo - LIUC

Prova parziale del 16.11.10 (A)

Creare un file dati con MS Excel o OpenOffice Calc, in Italiano o Inglese. Assegnare come nome del file il proprio numero di matricola (mantenendo l’estensione di default, xls oppure ods). Alla fine della prova copiare il file nella cartella f:\esami\adss\lgxx, dove xx è il numero del PC che si sta usando.

Attenzione: dato che la responsabilità per ogni eventuale malfunzionamento del calcolatore o della rete durante lo svolgimento della prova non è imputabile al docente, è interamente a carico di ogni studente/ssa di provvedere a ridurre la probabilità di perdita di dati per malfunzionamenti o errori, in particolare memorizzando frequentemente il file che contiene il proprio lavoro sul disco locale o direttamente nella cartella di rete indicata sopra.

Attenzione: nel corso della prova non è concessa la consultazione di materiale su file diverso da quello che è memorizzato localmente sul calcolatore che si usa, né – ovviamente – è concesso di trasferire ad altri informazione su un qualsiasi tipo di supporto.

Suggerimento: non lasciarsi trarre in inganno da eventuali problemi dovuti al formato delle celle o al separatore decimale.

Per tutte le richieste che seguono, organizzare il file dati in un solo foglio di lavoro chiaramente strutturato, in particolare con titoli / didascalie / legende espliciti per ogni elemento introdotto. Scrivere nella cella A1 del foglio il proprio numero di matricola e nome.

Generare la successione x i , i = 0,1,

derivata discreta di x i e infine la successione z i in cui z i =y i +w i , essendo w i un numero casuale estratto da una distribuzione uniforme nell’intervallo [ 0,4; 0,4]. Visualizzare tali successioni in un opportuno grafico. Trattando x i , z i come un campione bivariato, calcolarne il coefficiente di correlazione campionaria, possibilmente senza usare le apposite funzioni del foglio di calcolo, e commentare il significato del valore che si ottiene, con un breve testo in una cella a fianco. Visualizzare tale campione in un opportuno grafico. Controllare numericamente la correttezza della regola della varianza somma per il campione x i +z i , e commentare il significato del risultato che si ottiene, con un breve testo in una cella a fianco. Infine, a partire dal campione z i calcolare la distribuzione a frequenze relative non cumulate, con categorie scelte opportunamente, e visualizzare tale distribuzione in un opportuno grafico.

,32,

in cui x i =2 sin(0,2 i). Generare quindi la successione y i