Sei sulla pagina 1di 3

COMBINAZIONE LINEARE

è un'operazione principalmente usata nell'ambito dell'algebra lineare. Una combinazione lineare di alcuni elementi
di uno spazio vettoriale è un'espressione del tipo

a1v1+...+anvn
dove I v1 sono elementi dello spazio vettoriale e gli a1 sono scalari. Il risultato di questa combinazione è un
nuovo elemento dello spazio. Questa nozione molto generale si applica in vari contesti: si possono scrivere ad
esempio combinazioni lineari di vettori nel piano o nello spazio, di matrici, di polinomi o di funzioni.

SPAZIO VETTORIALE
detto spazio lineare, è una struttura algebrica composta da:

un campo, i cui elementi sono detti scalari;


un insieme, i cui elementi sono detti vettori;
due operazioni binarie, dette somma e moltiplicazione per scalare, caratterizzate da determinate proprietà.

ALGEBRA LINEARE
è la branca della matematica che si occupa dello studio dei vettori, spazi vettoriali (o spazi lineari), trasformazioni
lineari e sistemi di equazioni lineari. Gli spazi vettoriali sono un tema centrale nella matematica moderna; l'algebra
lineare è usata ampiamente nell'algebra astratta, nella geometria e nell'analisi funzionale. L'algebra lineare ha
inoltre una rappresentazione concreta nella geometria analitica.

ALGEBRA
è una branca della matematica che tratta lo studio di strutture algebriche, relazioni e quantità.

MATEMATICA
è la disciplina che studia le quantità (i numeri), lo spazio, le strutture e i calcoli.

LINEARE
lineare un’equazione o un’espressione algebrica in cui l’indeterminata o le indeterminate compaiono al primo
grado: si parla così di combinazione lineare, condizione lineare, equazione lineare, funzione lineare ecc.; la
denominazione deriva dal fatto che l’equazione cartesiana di una linea retta nel piano è di questo tipo. In senso
più esteso si dice lineare un ente le cui proprietà dipendono in maniera essenziale dalle proprietà delle equazioni
l.: si parla per es. di equivalenza lineare dicurveo di superfici, spazio lineare, varietà lineare ecc.
In un senso molto generale si chiama operatore lineare un operatore A tale che, comunque si prefissino una
costante c e, almeno entro certi limiti, due funzioni f(x) e g(x), risulti
ENNUPLA
tupla o più propriamente tupla ordinata, una collezione o un elenco ordinato di n oggetti. Di tali oggetti si dice che
appartengono alla ennupla, ed essi si chiamano anche elementi, o membri, della ennupla.
Una n-pla ordinata si distingue da un insieme di n elementi in quanto fra gli elementi di un insieme non è dato
alcun ordine. Inoltre gli elementi di una ennupla possono anche essere ripetuti.

i-ESIMO
che si trova nella posizione i .

STRUTTURA ALGEBRICA
è un insieme S, chiamato insieme sostegno (della struttura), munito di una o più operazioni che
possono essere nullarie, unarie, binarie e che sono caratterizzate dal poter avere proprietà quali
commutatività, associatività e distributività.

INSIEME
un raggruppamento di oggetti rappresenta un insieme se esiste un criterio oggettivo che permette di
decidere univocamente se un qualunque oggetto fa parte o no del raggruppamento

OPERAZIONE NULLARIA
è un'operazione che non ha alcun operando. Un'operazione nullaria su un insieme S non è altro che un
elemento s dell'insieme.
Nell'algebra universale le operazioni nullarie permettono di definire un elemento neutro: f( )=e.

OPERAZIONE UNARIA
è un'operazione con un solo operando. Per esempio, la negazione logica è un'operazione unaria sui
valori di verità e l'elevamento al quadrato è un'operazione unaria nei numeri reali. Un'altra operazione
unaria è il fattoriale, n!. Un'operazione unaria nell'insieme S non è altro che una funzione S → S.

OPERAZIONE BINARIA INTERNA


Dato un insieme A, si dice operazione binaria interna un qualunque metodo di calcolo che associ a due
elementi dell'insieme un altro elemento dell'insieme stesso.
OPERAZIONE INTERNA
Operazione interna

Relazione di un insieme con se stesso che ad alcuni elementi (chiamati operandi) fa corrispondere un
elemento dell'insieme stesso. Per esempio l'operazione somma è una operazione interna per i numeri
naturali (la somma di due naturali è sempre un naturale); viceversa l'operazione sottrazione non lo è (è
però interna all'insieme dei numeri interi). Le operazioni interne si possono raggruppare in base al
numero di operandi:

operazione unaria quando è presente un solo operando (per esempio l'inversione di segno per i
numeri relativi, la negazione in algebra booleana, la complementarità in insiemistica, ecc.)
operazione binaria quando si applica a due operandi. Sono le operazioni più frequentemente
usate (somma, moltiplicazione, unione e intersezione insiemistica, ecc.)
operazione ternaria quando si applica a tre operandi. Esempio: siano x, y, z tre vettori, e sia
<x,y> il prodotto scalare, allora l'operazione T(x,y,z) =<x,y> z + <x,z> y + <y,z> x è una operazione
ternaria.
in generale: operazione n-aria quando si applica ad n operandi (n è la arietà dell'operazione)

FUNZIONE
è una relazione tra due insiemi, chiamati dominio e codominio della funzione, che associa a ogni
elemento del dominio uno e un solo elemento del codominio.