Sei sulla pagina 1di 8

Procedimento Procedimento

Ricerche di acque sotterranee (ex art.95 del T.U.1775/1933) Ricerche di acque sotterranee (ex art.95 del T.U.1775/1933) con opposizioni

Iter Iter

Verifica contenuti domanda e documentazione tecnica allegata e richiesta Verifica contenuti domanda e documentazione tecnica allegata e richiesta
versamento previsto dalla Legge 765/1973. Richiesta eventuali integrazioni. versamento previsto dalla Legge 765/1973. Richiesta eventuali integrazioni.
La documentazione ed i contenuti della domanda devono essere conformi a La documentazione ed i contenuti della domanda devono essere conformi a
1
quanto predisposto e consultabile sul sito. Verifica che il sito della ricerca quanto predisposto e consultabile sul sito. Verifica che il sito della ricerca
non ricada in area vincolata per l'attuazione del Piano Regolatore Generale non ricada in area vincolata per l'attuazione del Piano Regolatore Generale
degli Acquedotti degli Acquedotti

Resa completa la domanda ed il progetto ad essa allegato, essi vengono Resa completa la domanda ed il progetto ad essa allegato, essi vengono
2 inviati al Distretto Minerario per il parere obbligatorio previsto dall'art.95 inviati al Distretto Minerario per il parere obbligatorio previsto dall'art.95
del T.U. 1775/1933 del T.U. 1775/1933

Acquisito il suddetto parere emissione dell'avviso di presentazione della Acquisito il suddetto parere emissione dell'avviso di presentazione della
domanda con indicazione del termine per la presentazione di eventuali domanda con indicazione del termine per la presentazione di eventuali
opposizioni (venti gg. dall'inizio della pubblicazione). L'avviso viene opposizioni (venti gg. dall'inizio della pubblicazione). L'avviso viene
pubblicato sul sito on-line dell'Ufficio e presso il/i Comune/i interessato/i pubblicato sul sito on-line dell'Ufficio e presso il/i Comune/i interessato/i
3 dall'opera di captazione e dalla utilizzazione delle acque, e viene indirizzata dall'opera di captazione e dalla utilizzazione delle acque, e viene indirizzata
a chiunque possa averne interesse oltre che alla Soprintendenza BB.CC.AA. a chiunque possa averne interesse oltre che alla Soprintendenza BB.CC.AA.
(per la verifica di eventuali vincoli di tipo archeologico) ed all'Ispettorato (per la verifica di eventuali vincoli di tipo archeologico) ed all'Ispettorato
Ripartimentale delle Foreste (per la verifica di eventuale vincolo Ripartimentale delle Foreste (per la verifica di eventuale vincolo
idrogeologico) per il rispettivo parere e/o nulla-osta idrogeologico) per il rispettivo parere e/o nulla-osta

Effettuata la visita locale di istruttoria, alla quale può intervenire chiunque


Effettuata la visita locale di istruttoria, alla quale può intervenire chiunque
ne abbia interesse e nel corso della quale si redige apposito verbale, ed
ne abbia interesse e nel corso della quale si redige apposito verbale, ed
acquisiti i pareri richiesti e verificato l'esito delle pubblicazioni di cui al
acquisiti i pareri richiesti e verificato che a seguito delle pubblicazioni di cui
4 precedente punto 3, ove non vi fossero opposizioni e/o motivi ostativi, si
al precedente punto 3, ovvero in sede di visita locale di istruttoria, fossero
procede alla richiesta del versamento della tassa di concessione governativa,
state presentate opposizioni, si invia copia delle stesse alla Ditta istante
della certificazione antimafia e delle marche da bollo da apporre sul
dando un termine per le eventuali controdeduzioni
provvedimento autorizzativo.
Decorso il termine di cui al precedente punto 4, si redige una relazione di
Ricevuto quanto indicato al punto 4, si procede all'emissione del istruttoria che si invia, unitamente ai relativi atti, all'Assessorato Regionale
5
provvedimento autorizzativo delle Infrastrutture e Mobilità per l'emissione del relativo decreto
autorizzativo o di reiezione

Ricevuto il decreto di cui al precedente punto 5 si procede alla notifica alla


6
Ditta istante
Procedimento

Misura di portata (ex art.103 del T.U. 1775/1933)

Iter

Verifica contenuti domanda e documentazione tecnica allegata e richiesta


versamento previsto dalla Legge 765/1973. Richiesta eventuali integrazioni.
La documentazione ed i contenuti della domanda devono essere conformi a
quanto predisposto e consultabile sul sito.

Invio alla Ditta istante a predisporre quanto necessario per l'esecuzione della
prova di porata (impianto di sollevamento, tubo piezometrico e contatore
volumetrico installato a bocca pozzo) ed indicazione della data prevista per
il sopralluogo

Invio esito prova di portata


Procedimento Procedimento

"Nuove concessioni" derivazione acque (ex art.7 del T.U. 1775/1933),


"Concessioni preferenziali" derivazione acque (ex art.4 del T.U.
"concessioni in sanatoria" (ex art.23 comma 6 D.lgs.152/1999 e s.m.i.
1775/1933, art.34 della L.36/1994 e art.1 del D.P.R. 238/1999) e
e ex art. 96 comma 6 D.Lgs. 152/2006), varianti d'uso (ex art.49 del
"Rrinnovo concessioni" (ex artt.29-30 del T.U. 1775/1933)
T.U. 1775/1933)

Iter Iter

Verifica contenuti domanda e documentazione tecnica allegata e


Verifica contenuti domanda e documentazione tecnica allegata e
richiesta versamenti previsti dall'art.7 del T.U.1775/1933 e s.m.i.
richiesta versamenti previsti dall'art.7 del T.U.1775/1933 e s.m.i. e
e dalla Legge 765/1973. Richiesta eventuali integrazioni al fine
dalla Legge 765/1973. Richiesta eventuali integrazioni al fine di
1 di rendere ricevibile la domanda (la documentazione allegata
rendere ricevibile la domanda (la documentazione allegata deve essere
deve essere conforme a quanto previsto dal R.D. 1285/1920 e
conforme a quanto previsto dal R.D. 1285/1920 e dalla Circolare
dalla Circolare 1872/1999 dell'Assessorato Regionale LL.PP.
1872/1999 dell'Assessorato Regionale LL.PP. consultabili sul sito)
consultabili sul sito)

Resa ricevibile la domanda, richiesta all'Assessorato Regionale


Resa ricevibile la domanda, richiesta all'Assessorato Regionale
Infrastrutture e Mobilità del parere di compatibilità della
2 Infrastrutture e Mobilità del parere di compatibilità della richiesta con
richiesta con il bilancio idrogeologico (ex art.3 del
il bilancio idrogeologico (ex art.3 del D.Lgs.275/1993 e s.m.i.)
D.Lgs.275/1993 e s.m.i.)

Acquisito il parere di cui al punto 2, nel caso in cui la


derivazione non interessi diversi territori provinciali, si procede
all'emissione dell'ordinanza di ammissione ad istruttoria della
domanda con indicazione del termine per la presentazione di
Acquisito il parere di cui al punto 2, predisposizione dell'avviso di opposizioni (venti gg dall'inizio della pubblicazione) e della data
3 presentazione dalla domanda per la pubblicazione sulla G.U.R.S. e prevista per la visita locale di istruttoria (ex art.8 del T.U.
richiesta del relativo versamento alla Ditta istante 1775/1933). L'ordinanza viene pubblicata sul sito on-line
dell'Ufficio e presso il/i Comune/i interessato/i dall'opera di
captazione e dalla utilizzazione delle acque, e viene indirizzata a
chiunque possa averne interesse oltre che a diversi Enti ed
Ufficio per il rispettivo parere

Effettuata la visita locale di istruttoria, alla quale può intervenire


chiunque ne abbia interesse e nel corso della quale si redige
apposito verbale, ed acquisiti i pareri richiesti e verificato l'esito
delle pubblicazioni di cui al precedente punto 6, ove non vi
Acquisito il versamento di cui al punto 3 invio dell'avviso alla
4 fossero opposizioni e/o motivi ostativi, si procede alla redazione
Direzione della G.U.R.S. per la sua pubblicazione
di una relazione di istruttoria che unitamente alla proposta di uno
schema di disciplinare, unitamente a tutti gli atti, viene inviata
all'Assessorato Regionale Infrastrutture e Mobilità per la relativa
approvazione

Ricevuta l'approvazione dello schema del disciplinare da parte


dell'Assessorato Regionale Infrastrutture e Mobilità, si procede
Ricevuta la copia della G.U.R.S. con la relativa pubblicazione occorre alla richiesta alla Ditta istante dei versamenti previsti dal
5 attendere almeno trenta giorni nell'arco dei queli è possibile la medesimo (tassa di concessione governativa, canoni demaniali,
presentazione di domande concorrenti spese di istruttoria, eventuale deposito cauzionale) oltre alle
marche da bollo necessarie per la redazione del disciplinare di
concessione
Nel caso in cui non pervengono domande concorrenti e nel caso in cui
la derivazione non interessi diversi territori provinciali, si procede Ricevuto quanto indicato al precedente punto 5 si predispone il
all'emissione dell'ordinanza di ammissione ad istruttoria della disciplinare di concessione e si invita la Ditta istante a
domanda con indicazione del termine per la presentazione di sottoscriverlo presso questo Ufficio, alla presenza del
opposizioni (venti gg dall'inizio della pubblicazione) e della data funzionario delegato e dei testimoni. Il disciplinare così
6
prevista per la visita locale di istruttoria (ex art.8 del T.U. 1775/1933). sottoscritto viene poi repertoriato ed inviato, unitamente ai
L'ordinanza viene pubblicata sul sito on-line dell'Ufficio e presso il/i versamenti di cui al precedente punto 5, all'Assessorato
Comune/i interessato/i dall'opera di captazione e dalla utilizzazione Regionale Infrastrutture e Mobilità per l'emissione del decreto di
delle acque, e viene indirizzata a chiunque possa averne interesse oltre concessione
che a diversi Enti ed Ufficio per il rispettivo parere

Effettuata la visita locale di istruttoria, alla quale può intervenire


chiunque ne abbia interesse e nel corso della quale si redige apposito
Ricevuto il decreto di concessione, nel darne comunicazione alla
verbale, ed acquisiti i pareri richiesti e verificato l'esito delle
Ditta istante, quest'ultima viene invitata alla registrazione del
pubblicazioni di cui al precedente punto 6, ove non vi fossero
7 disciplinare ed al versamento delle somme necessarie per la
opposizioni e/o motivi ostativi, si procede alla redazione di una
pubblicazione del decreto e di uno stralcio del disciplinare sulla
relazione di istruttoria che unitamente alla proposta di uno schema di
G.U.R.S.
disciplinare, unitamente a tutti gli atti, viene inviata all'Assessorato
Regionale Infrastrutture e Mobilità per la relativa approvazione

In mancanza di domande in concorrenza eccezionale (ex art.10 del


T.U.1775/1933) ricevuta l'approvazione dello schema del disciplinare
Ricevuto il disciplinare registrato da parte dell'Agenzia delle
da parte dell'Assessorato Regionale Infrastrutture e Mobilità, si
Entrate e il suddetto versamento, si procede alla notifica del
8 procede alla richiesta alla Ditta istante dei versamenti previsti dal
decreto di concessione alla Ditta istante ed all'ivio alla G.U.R.S.
medesimo (tassa di concessione governativa, canoni demaniali, spese
di quanto necessario per la pubblicazione
di istruttoria, eventuale deposito cauzionale) oltre alle marche da bollo
necessarie per la redazione del disciplinare di concessione

Ricevuto quanto indicato al precedente punto 8 si predispone il


disciplinare di concessione e si invita la Ditta istante a sottoscriverlo
presso questo Ufficio, alla presenza del funzionario delegato e dei Ricevuta la G.U.R.S. con la suddetta pubblicazione se ne invia
9 testimoni. Il disciplinare così sottoscritto viene poi repertoriato ed una copia, unitamente al disciplinare registrato, all'Assessorato
inviato, unitamente ai versamenti di cui al precedente punto 8, Regionale Infrastrutture e Mobilità
all'Assessorato Regionale Infrastrutture e Mobilità per l'emissione del
decreto di concessione

Ricevuto il decreto di concessione, nel darne comunicazione alla Ditta


10 istante, quest'ultima viene invitata alla registrazione del disciplinare
ed al versamento delle somme necessarie per la pubblicazione del
decreto e di uno stralcio del disciplinare sulla G.U.R.S.

Ricevuto il disciplinare registrato da parte dell'Agenzia delle Entrate e


11 il suddetto versamento, si procede alla notifica del decreto di
concessione alla Ditta istante ed all'ivio alla G.U.R.S. di quanto
necessario per la pubblicazione

Ricevuta la G.U.R.S. con la suddetta pubblicazione se ne invia una


12 copia, unitamente al disciplinare registrato, all'Assessorato Regionale
Infrastrutture e Mobilità
Procedimento

Licenza di attingimento (ex art.56 del T.U. 1775/1933 e s.m.i.)

Iter

Verifica contenuto domanda, certificazione antimafia e relativa


documentazione. Ove fosse in corso di istruttoria anche una
richiesta di concessione, ex art.7 per il medesimo uso delle
acque si farà riferimento alla documentazione tecnica allegata a
tale richiesta. Ove l'uso fosse difforme da tale richiesta ovvero
non fosse stata presentata alcuna domanda intesa ad ottenere la
concessione per la derivazione di tali acque occorrerà allegare la
documentazione prevista dalla Circolare 1872/1999
del'Assessorato Regionale LL.PP. consultabile sul sito

Resa completa la domanda ove fosse necessario verificare il


piano di utilizzazione delle acque, previo invito alla Ditta
istante, viene fissata la data per il sopralluogo

Ove non vi fossero motivi ostativi si provvede al rilascio della


richiesta licenza di attingimento che non potrà avere durata
superiore ad un anno.
Procedimento Procedimento

Rilascio certificazioni
Anticipato inizio dei lavori (ex art.13 del T.U. 1775/1933)
(N.B.: non utilizzabili per l'esibizione ad altre amministrazioni pubbliche)

Iter Iter

Verifica contenuti domanda e documentazione tecnica allegata e richiesta


Verifica richiesta: richiedente coincidente con il titolare della pratica di cui versamenti previsti dall'art.7 del T.U.1775/1933 e s.m.i. e dalla Legge
si richiede la certificazione, verifica completezza pratica di cui si richiede la 765/1973. Richiesta eventuali integrazioni al fine di rendere ricevibile la
1
certificazione e regolarità, ove necessario, della corresponsione dei canoni domanda (la documentazione allegata deve essere conforme a quanto
demaniali previsto dal R.D. 1285/1920 e dalla Circolare 1872/1999 dell'Assessorato
Regionale LL.PP. consultabili sul sito)

Resa ricevibile la domanda, richiesta all'Assessorato Regionale


2 Rilascio certificazione Infrastrutture e Mobilità del parere di compatibilità della richiesta con il
bilancio idrogeologico (ex art.3 del D.Lgs.275/1993 e s.m.i.)

Acquisito il parere di cui al punto 2, nel caso in cui la derivazione non


interessi diversi territori provinciali, si procede all'emissione dell'ordinanza
di ammissione ad istruttoria della domanda con indicazione del termine per
la presentazione di opposizioni (venti gg dall'inizio della pubblicazione) e
3 della data prevista per la visita locale di istruttoria (ex art.8 del T.U.
1775/1933). L'ordinanza viene pubblicata sul sito on-line dell'Ufficio e
presso il/i Comune/i interessato/i dall'opera di captazione e dalla
utilizzazione delle acque, e viene indirizzata a chiunque possa averne
interesse oltre che a diversi Enti ed Ufficio per il rispettivo parere

Effettuata la visita locale di istruttoria, alla quale può intervenire chiunque


ne abbia interesse e nel corso della quale si redige apposito verbale, ed
acquisiti i pareri richiesti e verificato l'esito delle pubblicazioni di cui al
4 precedente punto 6, ove non vi fossero opposizioni e/o motivi ostativi, si
procede alla redazione dell'atto autorizzativo e di un foglio di patti e
condizioni da sottoporre alla sottoscrizione da parte del richiedente ed a
registrazione presso l'Agenzia delle Entrate
Procedimento

Derivazione d'urgenza (ex art.50 del T.U. 1775/1933)

Iter

Verifica richiesta e ricorrenza dei motivi d'urgenza prospettati

Nel caso di varianti ad uso potabile verifica della presenza di autorizzazione


sanitaria (ex D.A. 21/11/1992 e s.m.i.)

Effettuazione sopralluogo per la verifica del piano di utilizzazione delle


acque

Rilascio/diniego del provvedimento richiesto