Sei sulla pagina 1di 8

to il mio orizzonte unicamente a

quella interpretata nell’ambito


“istituzionale” o all’interno del qua-
dro dei partiti, e non intendo tanto
Elezioni sì, no, forse… d’anarca o ribelle jüngeriano, ma “quella al servizio dei cittadini”
È ormai dal mese di agosto, gra- anche di spiriti liberi, in giro mi quanto quella che vuole “allevare”,
zie all’ennesima giravolta finiana, pare di vederne davvero pochi che vuole educare le anime, e non
che non passa giorno senza che (d’altronde sono condizioni che sfruttarle ed intossicarla per inte-
si parli (non sempre con cognizio- mal si conciliano con la quantità), ressi di ordine tutt’altro che edifi-
ne) di elezioni. di individualisti, egoisti e stolti, cante, come sono soliti fare i poli-
Gli annunciati “colpi di scena” si invece, fin troppi; l’atomizzazione, ticanti.
sprecano, l’adrenalina è tanta che scambiata per anticonformismo Ma torniamo al tema elezioni.
verrebbe da...sbadigliare. ed indipendenza, regna sovrana! Credo che la caduta del governo
Abbiamo però scelto di far politica Sono assolutamente convinto che in questo delicato frangente socio
in un partito, l’opzione elettorale sia giusto e doveroso occuparsi di -economico possa francamente
diviene quindi pressoché impre- politica in prima persona, perché considerarsi una iattura.
scindibile e liquidare il tutto con la politica si interessa comunque Non avendo padrini politici, posi-
un troppo comodo (anche se ten- di noi, eccome, anche se noi, inve- zioni di rendita da difendere o in-
tatore) ”uno sbadiglio vi seppelli- ce, ce ne disinteressiamo, la capacità di analisi critica verso
rà” non può far parte del nostro snobbiamo o ne siamo disgustati. l’operato del governo Berlusconi
modo di pensare (e quindi di agi- Piaccia o meno. Siamo noi (che ha le sue colpe e i suoi limiti),
re). l’oggetto dei politici! affermo quanto sopra preoccupa-
E poi, onestamente, figure E per Politica, sia chiaro, non limi- tissimo delle eventuali alternative:

IERI IL BIGLIETTO NOMINALE, OGGI LA Ragionate un attimo. scorso anno. Per quale motivo
TESSERA DEL TIFOSO...A QUANDO Ormai i portafogli di ogni cittadino secondo voi? La crisi economica?
L’IMPRONTA DIGITALE? italiano sono gonfi non di denaro Sul sito dell’Osservatorio Naziona-
Sì, lo ammetto, sono incazzato contante, ma di decine di imman- le sulle Manifestazioni Sportive
nero! cabili cards: bancomat, carte di (altro bel organo democratico,
Incazzato nero non solo e non tan- credito, tessere raccogli punti di trasparente, equo, super partes e
to per la tessera in sé, concepita, iper-mega-supermercati, librerie, soprattutto “competente”) c’è la
voluta e ormai resa operativa da pompe di benzina, cinema, pale- descrizione della tessera del tifo-
politicanti che non sanno cosa stre e chi più ne ha più ne metta. so: È uno strumento di fidelizzazio-
significhi (e quindi non possono Ognuna di queste tessere “offre ne che identifica i tifosi di un club
rispettare) la parola passione, un servizio”, ovvero: tu paghi una o della Nazionale. Il rapporto che
non dico ideale (sarebbe preten- tal quota ad un soggetto e questo si instaura con la società sportiva
dere troppo!), ma nemmeno spor- ti “fidelizza” ricambiando questa è analogo a quello che il mondo
tiva, come in questo caso. Politi- tua scelta (?) con un qualche commerciale pone in essere quo-
canti che troppo spesso, da cinici “vantaggio” solitamente di carat- tidianamente con i suoi miglior
e freddi calcolatori di voti poten- tere economico. clienti quando vende i propri pro-
ziali, sono pronti a sfruttare i riflet- Ecco il punto. dotti. Tutti i dati personali comuni-
tori di una luccicante e tempora- Quale caspita di servizio offre ‘sta cati dai tifosi sono conservati solo
nea passerella di un palcoscenico tessera del tifoso se già in parten- dalle società sportive e utilizzati
fatuo e caduco, dove recitano da za vìola il tuo insindacabile diritto per promuovere tutte le attività e
comparse di quel tragicomico tea- di uomo libero ad assistere ad le agevolazioni offerte ai propri
trino che è la politica italiana...per uno spettacolo pubblico? clienti (convenzioni con aziende di
assecondare inconfessabili inte- Quale servizio ti offre se per aver- trasporto e di ristoro, corsie dedi-
ressi economico-finanziari. la devi, a prescindere, richiederla cate, borsellino elettronico e mol-
No, dicevo, non sono incazzato (indirettamente) alla questura ed to altro)!!!
con loro, ci mancherebbe (ben essere inserito nell’ennesima lista Il calcio quindi come una gigante-
altro e ben di peggio han fatto...e di schedatura/proscrizione? sca azienda, coi suoi steps, as-
faranno!), ma con chi accetta pas- Quale vantaggio ti offre se, oltre- sets, targets, equilibri finanziari,
sivamente questo obbrobrio, que- tutto, devi pagarla? programmazioni televisive...solo
sto sopruso sistematico di ogni Faccio notare che l’abbonamento business, nient’altro che busi-
libertà individuale che è la tessera alle partite dell’Hellas Verona co- ness!
del tifoso! sta quest’anno il 1:% in più dello La tessera, dunque, è uno stru-
Riportiamo qui di seguito il pensie- sono i cattivi, dunque, non sono le luogo infernale popolato dai rifiuti
ro di un lettore de L’Arena appar- società sportive. È la polizia. della società!
so nella rubrica “Lettere al Diret- La tessera del tifoso, questa spe- Io preferisco andare contro cor-
tore” sul numero di domenica 29 cie di carta di credito poliennale, è rente. Per me i ragazzi delle curve
agosto 2010. Per la sostanziale pertanto una sorta di laboratorio non sono necessariamente dei
concordanza di Fronte dell’Essere in cui si cominciano a sperimen- delinquenti. Non sono, solo per-
con quanto ivi esposto, abbiamo tare sistemi da Grande Fratello. ché lo dice la televisione, necessa-
deciso di pubblicarla omettendo il Si comincia così. Si comincia a riamente violenti e pericolosi. So-
nome dell’autore a noi sfortunata- stabilire chi può entrare e chi non no ragazzi che vivono di passione,
mente sconosciuto. può entrare negli stadi. Domani lo di attaccamento alla bandiera, di
Leggo su L’Arena che è si potrà fare con i concerti. E poi amicizia, di fedeltà. Hanno i loro
(finalmente) aperta la campagna con i raduni di ogni tipo. E poi con riti e il loro codice d’onore. Al
abbonamenti dell’Hellas Verona. gli spostamenti individuali. Vuoi massimo canalizzano la loro rab-
Prima osservazione: la squadra è andare da qualche parte? Chiedi- bia simulando una guerra che non
nettamente più scadente di quella lo alla Questura. Senti preventiva- c’è più, una rivoluzione tramonta-
dello scorso anno. mente se è d’accordo oppure no. ta da decenni.
L’abbonamento costa il 1:% in O se è meglio che tu te ne resti a Certo chi detiene il potere preferi-
più con il diritto di vedere una par- casa, in nome dei superiori inte- sce generazioni di ragazzi che si
tita in meno (la prima partita, col ressi dell’ordine pubblico. Cosa ci istupidiscono davanti alle chat,
Como, è a pagamento). Ma que- vuole a spostare questa logica nel davanti ai social network, davanti
sto sarebbe niente! campo delle manifestazioni politi- alla paytv. Sono sicuramente più
Leggo «il rilascio che e sindacali? facili da manipolare, da neutraliz-
dell’abbonamento è subordinato Per ora non ci sono problemi. Il zare, da asservire.
alla richiesta della tessera del tifoso, l’ultras non è più il ragazzo Ecco perché, caro vecchio Hellas,
tifoso». Per avere la tessera del della porta accanto. È una specie quest’anno per quel che mi ri-
tifoso, io, normale cittadino, devo di delinquente a piede libero che guarda, niente abbonamento.
fare richiesta alla Società che pe- chissà cosa combina o cosa po- Sempre «Forza Verona» ma a
rò (attenzione!) deve chiedere il trebbe combinare. Non lo ripeto- queste condizioni io, allo stadio,
permesso alla Questura del luogo. no sempre anche quelli della tele- non ci andrò più.
A decidere chi sono i buoni e chi visione? Il mondo delle curve: un
mento di marketing e allo stesso dell’intero programma. cambio di virtualità!
tempo anche uno strumento di L’Osservatorio Nazionale sulle Aprite gli occhi!
controllo calato su chiunque la Manifestazioni Sportive vuole cre- Vuol dire gonfiare le casse di mo-
possegga (chi ha già a proprio are una categoria di “tifosi ufficia- neta elettronica di istituti bancari
carico un provvedimento di DA- li” fidelizzati sì, ma al consumismo e finanziarie, pronti a darsi batta-
SPO è evidentemente già sogget- piuttosto che al gioco del calcio. glia fino all’ultimo tifoso.
to a tutta una serie di limitazioni e La tessera del tifoso che divide in Fidelizzazione sì, ma economica!
non potrebbe comunque accede- buoni e cattivi, scremando nomi- Che poi sia una schedatura di
re allo stadio) grazie alla tecnolo- nativi e casellari giudiziari nelle massa se l’è lasciato sfuggire Pla-
gia RFID (Radi Frequenza Identifi- black list delle questure, arrivando tinì, Presidente UEFA, che sia un
cazione a Distanza) che viene uti- a stimare qualcosa come 4 milio- ricatto lo hanno detto Zamparini
lizzata per marchiare le mandrie ni (!!!) di potenziali consumatori...4 del Palermo e Starace del Lecce,
o seguire le merci durante i viag- milioni di tifosi da moltiplicare per che sia un’imposizione lo hanno
gi! i 10€ (circa) per tessera...1€ il ammesso Mencucci della Fiorenti-
Questa stramaledetta tessera è costo medio di una movimentazi- na e Leonardi del Parma.
strategicamente calata dall’alto, one standard...non risulterà com- La tessera del tifoso non è un ob-
incubata in due anni di misteriose plicato rendersi conto bligo di legge, non c’è una legge a
trattative tra FIGC, CONI, Leghe dell’ammontare (solo per restare sostenerla e per questo genera
(Calcio, Pro e Dilettanti) e società ai costi della card) di questo enor- deregulation selvaggia che mina
di servizi (Telecom, Visa, Master- me affare. diritti fondamentali dei cittadini e
card,etc.) senza che nessuno ab- Il tifoso spende così moneta elet- libertà garantite dalla Costituzio-
bia mai cercato di dialogare (e tronica fin tanto che ricarica la ne.
nemmeno tentato di farlo) coi tifo- tessera con moneta cartacea. Il Per non parlare della privacy
si, cioè con gli utenti finali paradiso delle banche: liquidità in (micro chip RFID)…
Il TAR del Lazio valuterà e Cesena non danno la tessera ai tifoso è una battaglia per la libertà
l’incostituzionalità dell’Art. 9 tifosi con carichi pendenti, ma individuale e collettiva che riguar-
L41/07 (DASPO a vita!) escluso questo principio altrove non vale e da tutti: i tifosi che amano una
come d’incanto dai contratti di se hai un carico pendente, ad e- squadra e il calcio come coloro
adesione. sempio a Roma, la tessera te la che non hanno mai messo piede
Tirando un po’ le somme, il pano- danno. Il Sassuolo informa circa il in uno stadio. No alla schedatura
rama è decisamente desolante micro chip RFID nel contratto, gli preventiva, no alla tessera del tifo-
perché, come se tutto ciò non ba- altri clubs no. Insomma: questo sì, so!
stasse, ognuno fa per sé. Ogni quello no, al Nord sì, al Centro for- Alessandro Castorina
società fa all’italiana, cioè come le se, al Sud no!
pare. Verona, ma anche Modena La battaglia contro la tessera del

“(…) è uno strumento per tenere i Spesso si cita ad esempio per la lano dietro la Tessera del Tifoso in
violenti lontano dagli stadi” Rober- lotta alla “piaga dei tifosi violenti” merito alla quale lo stesso Capo
to Maroni, Ministro dell’Interno. modello inglese: anche qui, andan- della Polizia Antonio Manganelli
Uno strumento quindi di lotta con- do a verificare i dati, tra l’altro ha dichiarato “La tessera nasce
tro la violenza, almeno secondo quasi mai resi noti, ci si può ren- storicamente per motivi di marke-
l’esponente leghista. dere conto quanto il modello sia ting, perché si va verso una cultu-
Sarebbe interessante indagare il lontano dall’essere vincente in ra della privatizzazione degli stadi.
perché in Italia si cerchi reiterata- relazione a numero di arresti, di Le società sono imprese con fini
mente di falsare la percezione del divieti di accesso agli stadi, di feri- di lucro, e sono tra le poche azien-
cittadino medio facendo passare ti, cifre enormi rispetto alla realtà de che ancora non conoscono la
il problema (non più grave di altri) italiana. loro clientela”!
della violenza calcistica come una Molti ignorano che proprio in ma- Marketing speculativo, bocciato
vera emergenza nazionale. teria di contrasto alla violenza ne- senza riserve anche dal Presiden-
Eppure i nudi dati ministeriali gli stadi l’Italia ha già tra le norme te dell’UEFA. Uno strumento dia-
smentiscono questa strana ten- più restrittive in assoluto (biglietto bolico di un prodotto senza cuore
denza. Mistero… nominale, DASPO, flagranza diffe- per il neo-calcio che vuole fare a
Oltretutto la stragrande maggio- rita, pre-filtraggi, tornelli, teleca- meno dei tifosi (indesiderati) che
ranza degli episodi di violenza av- mere a circuito chiuso, etc.) n o n s i a n o q u e l l i
vengono all’esterno degli impianti La Tessera del Tifoso crea condi- “ufficiali” (anestetizzati) usciti dalla
sportivi, mentre la Tessera del zioni di extraterritorialità e di peri- scrematura politically correct del-
Tifoso, con la sua sgangherata e colosa discrezionalità laddove le liste di proscrizione che passa-
paradossale concezione, rischia applica principi non validi per altri no preventivamente dalle Questu-
seriamente di riportare la violenza luoghi e manifestazioni pubbliche. re. Non più tifosi ma clienti alfanu-
all’interno degli stadi: un tifoso (o È bene sapere che la Tessera del merici, codici a barre, e micro-
un gruppo) privo della Tessera, in Tifoso non ha alcun fondamento chip radio frequenza
mancanza di altre eventuali limita- normativo, basandosi su di una d’identificazione a distanza (che
zioni previste (trasferta vietata, circolare amministrativa, quindi permette la tracciatura di sposta-
partita a porte chiuse o il più sem- semplice direttiva a Prefetti e menti e abitudini). Calcio moder-
plice e ricorrente divieto di acqui- Questori. no...carte prepagate al consumo,
sto del tagliando per i non resi- Si attente per fine anno l’esito di abbonamenti in pay per view, ca-
denti ed incedibilità dello stesso), una iniziativa giudiziale innanzi al lendari estratti dall’urna di Piazza
può recarsi in trasferta e acqui- Tar del Lazio che ne valuterà Affari, flussi economici d’alta fi-
stare un biglietto di un settore l’incostituzionalità. nanza e revisione di piani regola-
diverso da quello destinato alla La Tessera del Tifoso contrasta tori per sbloccare progetti di cen-
tifoseria ospite e mischiarsi agli una legge dello Stato (Art. 8 Leg- tri multifunzionali. Portafogli con-
sportivi locali, con tutte le poten- ge 4 aprile 2007 N.41), quella tro coronarie, moneta contro sen-
ziali pericolosità del caso. varata dopo la morte a Catania so d’appartenenza, sogno che di-
La Tessera del Tifoso, che dovreb- dell’Ispettore di Polizia Filippo Ra- viene virtuale, preconfezionato.
be appunto tenere lontani i violen- citi e va contro il Codice di Giusti- Eccolo l’antidodo sicurezza, alla
ti e quindi sgravare l’impegno del- zia Sportiva della F.I.G.C. (Titolo I faccia del garantismo e del Dirit-
le Forze dell’Ordine dai servizi da delle norme di comportamento, to, che odora tanto di tecniche
stadio, ha portato, secondo i dati primo comma dell’Art.12, sperimentali di controllo di massa
delle prime giornate del campio- “Prevenzione di fatti violenti”). e ardite peripezie giurisprudenzia-
nato, ad un aumento di agenti di Queste e tante altre, troppe, le li.
circa 13mila unità! anomalie, tutte italiane, che si ce- Luca Zampini
In origine fu il megalitismo. Stone- dell’Imperium, seppellivano i pro- prime avanguardie indo-europee
henge nelle isole britanniche, Car- pri morti in grandi tumuli detti dei Latini, che si lasciarono alle
nac in Bretagna, i nuraghi in Sar- Kurgan o in campi di urne nelle spalle i fratelli Camuni incisori di
degna, la Gigantéa a Gozo (Malta), quali riponevano le ceneri dei pro- pietra e i fieri Veneti allevatori di
con le loro notevoli implicazio- cavalli, devoti a Reitia. Già da
ni archeo-astronomiche, sono prima del tempo, in questa
le espressioni più note di que- sacra terra regnava Giano
sta civiltà. Questi monumenti padre, Dio degli inizi, che vi ac-
rappresentano altrettante colse Saturno fuggitivo. Celato-
vestigia della fase aurorale si nel Lazio, Saturno vi portò
della spiritualità europea. l’aurea età in cui si apprendo-
Questi nostri antenati dalla no i rudimenti dell’agricoltura
sapienza antica adoravano la e i fondamenti della civiltà. Fu-
Dea Madre e il Disco Lunare, rono suoi discendenti Pico,
il Cervo iniziatico e regale e il caro ai giovani che nelle pri-
Cigno caro dalla notte dei mavere sacre si spargevano
tempi agli abitanti della Ligu- per la penisola dando vita a
ria. Profondi conoscitori della fiere nazioni come quella dei
volta del cielo notturno e dei Volsci armati di spiedo e belli-
suoi astri, che scrutavano dal- cosi Sanniti, e Fauno, i cui vati-
le cime dei monti cariche di cini potevano ascoltarsi
potenza numinosa (penn), rea- nell’antro solforoso che giace-
lizzavano millenni prima va nella campagna laziale. Con
dell’era volgare monumenti la figlia di re Latino, Lavinia, la
mirabili, attingendo a cono- stirpe saturnia si congiunse
scenze tecniche sorprendenti con quella dell’esule Enea figlio
per l’epoca e tutt’ora inspiega- di Venere. I discendenti
bili per gli stessi studiosi. dell’eroe troiano, dando vita
Nelle incisioni rupestri della alla stirpe che per molti secoli
Val Camonica fa la sua com- regnerà prima su Alba Longa
parsa la ruota solare, simbolo e poi sull’Urbe che diverrà
cosmico che già testimonia l’eterno centro sacrale
tardivi innesti di diversa matri- dell’Occidente, Roma divina,
ce etnica. pri congiunti arsi sulle pire fune- trasformarono il mito in storia, in
Questa spiritualità si intreccia con bri. Portavano con sé il culto del una Città i cui cittadini erano simili
quella più specificamente indo- Dio Padre Celeste (Dyeus Pater, a Dei.
europea, allorchè dalla Urheimat che nell’Ellade sarà lo Zeus olimpi- E quella città, alla cui costruzione
(sarmatica o nordica che fosse in co; o Werunos, il Varuna vedico): grandemente contribuirono la pie-
età protostorica, ma probabilmen- culto questo che condividevano tà religiosa e il genio civile del po-
te artica in tempi ancor più vicini anche le vicine stirpi turaniche polo etrusco, strinse un patto
all’origine) sciamarono altri tra i della grande pianura sarmatica, sempiterno con gli Dei (la Pax De-
nostri antenati, destinati a incro- sotto il nome di Tengri. Altre divini- orum).
ciarsi e a fondersi con i primi: Bal- tà indo-europee che con vari nomi E da quella città scaturì un Impero
ti, Slavi, Elleni, Germani, Italici, Illiri sono attestate dalle sponde come mai il mondo ne vide né pri-
e Celti fondarono il variopinto mo- dell’Egeo ai freddi mari del Nord ma né dopo, germogliato da Cesa-
saico di nazioni e stirpi, i cui di- sono Maworts guerriero (il nostro re discendente di Iulo, il cui figlio
scendenti imbevuti di religiosità Marte italico) e Perkwunos tonan- adottivo Augusto ripristinò, quale
cosmica e di “spirito faustiano” te (il Perkunas dei Balti o il Perun Pontefice Massimo, i culti aviti e il
furono la luce del mondo per di- pal eo - sl a vo ), d ef i ni to co n costume degli avi e unificò le genti
versi secoli a venire, fino al tempo l’aggettivo Wotenos (il furioso, da italiche in un solo giuramento
crepuscolare odierno. cui il germanico Wotan, Odino) e (Coniuratio Italiae) e le terre itali-
Guerrieri a cavallo armati chiamato anche Tenhros (il Thor che in una sola Patria delimitata
dell’ascia bipenne da combatti- dei Germani e il Taranis dei Celti). da saldi confini e cantata dal vate
mento, che diverrà secoli e secoli E veniamo all’Italia, patria nostra. Virgilio.
dopo il simbolo stesso Nel Lazio arrivarono da Nord le
E sotto quell’Impero, sotto quella profonda crisi della società e an- Santi, la Vergine della nuova reli-
legge comune prosperarono i di- cor più delle coscienze, che si insi- gione facevano capolino gli antichi
scendenti di quelle nazioni arie nuò fino nella corte imperiale e Dei: Giove dietro Dio Padre; la
d’Europa che secoli prima si era- spinse Imperatori inetti a ripudia- Grande Madre mediterranea die-
no mosse dalla originaria patria re il patto originariamente sotto- tro la Madonna; Thor o Marte die-
artica. Organizzati nell’ordine im- scritto da Romolo con gli Dei (Pax tro San Michele Arcangelo, Apollo
periale come in un riflesso Deorum), che aveva propiziato la dietro il Cristo Pantocratore; men-
dell’ordine cosmico, lieti di vivere nascita, la crescita e la conserva- tre dietro la Croce si poteva intra-
in armonia con la natura e le sue zione dello Stato romano. vedere l’albero cosmico Yggdrasil.
forze arcane, colmi di Pietas ver- Gli antichi culti furono perseguitati Queste reminiscenze sono indice
so gli Dei, amavano la vita in tutte e i fedeli si ritirarono sempre più di una religiosità domata ma non
le sue manifestazioni e attingeva- lontano nelle campagne e tra i sconfitta, pronta a riemergere
no, tramite l’ascesi guerriera delle monti. Per molti secoli l’antica fe- quando la ruota cosmica avrà
leghe maschili o l’ascesi iniziatica de sopravvisse in questi remoti completato il suo giro e finché la
delle varie correnti sapienziali, uno luoghi. Interi popoli come quello stirpe autoctona non sarà som-
stato corrispondente a qualcosa sassone, che fino all’ultimo difese mersa e vinta dalle genti deserti-
che è “più che vita”. Un ciclo era Irminsul poi distrutto da mani sa- che portatrici del monoteismo
però destinato a chiudersi, il com- crileghe, o i baltici schiacciati dai abramitico.
piersi di un Fato ineluttabile era “teutonici” crociati del Nord, paga- Oggi si parla di radici cristiane o
destinato a portare alle sue ulti- rono con il genocidio la difesa addirittura giudaico-cristiane
me conseguenze le sorti dell’identità nazionale e religiosa. dell’Europa. Ma la Storia ci inse-
dell’Impero. L’avita Tradizione si I culti sconfitti si presero la loro gna che le confessioni abramiti-
stava occultando, nascondendosi rivincita, perché la nuova religione che sono innesti forestieri nel vec-
agli occhi degli uomini. venuta da Oriente stabilì i suoi sa- chio continente e che le radici spi-
L’esecrabile fame dell’oro, la negli- celli negli stessi luoghi dove si er- rituali di noi Europei e di noi Italiani
genza dei culti patrii e la mesco- gevano i templi di quella antica. E affondano sicuramente altrove.
lanza delle genti produssero una dietro le persone della Trinità, i lucacancelliere@gmail.com

governo tecnico o ritorno al pas- scones alberghino unicamente dei puristi, dei moralisti.
sato centrosinistro (magari allar- spiriti autenticamente patriottici, Tranquilli, non sono andato in bro-
gato!). Nell’uno o nell’altro caso fieri oppositori dell’atlantismo e do di giuggiole per il Silvio naziona-
una vittoria del partito strenui difensori della sovranità le, ma credo che Berlusconi sarà
(trasversale) dell’anti-Italia, di quei nazionale, tutt’altro...ma il modus probabilmente l’unico tra i politici
gruppi che operano per distrug- operandi talvolta imprevedibile e italiani di spessore di fine anni ‘9:
gerne ogni autonomia sullo scena- asimmetrico dell’uomo di Arcore inizio 2000 da ricordare tra qual-
rio internazionale, per cancellarne (specie in politica estera) e di al- che decennio; vuoi anche per tota-
l’apparato industriale, per ridurla cuni suoi stretti collaboratori di le assenza di figure carismatiche
a semplice mercato di sbocco e di area ex socialista (direi “craxiani”), e di rilievo alternative (ad eccezio-
assorbimento di uomini e merci di il suo marcato attivismo, ne forse di Bossi). I suoi stessi
altri Paesi. Per i traditori a libro l’inclinazione populista e a tratti irriducibili nemici, che lo scambia-
paga della City e di Wall Street, bonapartista, lasciano ancora no per l’incarnazione del demonio,
che vogliono impedire con tutti i q u a l c h e m a r g i n e qualora assurgono alle cronache
mezzi il dispiegarsi in politica in- all’immaginazione in tema di sce- nazionali e internazionali lo fanno
ternazionale di tutte le potenzialità nari futuri da costruire. Spazi di so vente per ri fl es so del
geopolitiche dell’Italia, Berlusconi agibilità politica potrebbero crear- “Cavaliere” (che è il responsabile
rappresenta un problema più si. Individuarli e farsene portaban- primario delle loro fortune politi-
grande di quello rappresentato a diera è una sfida non da poco, co- che!), Fini ne è l’esempio più re-
suo tempo da Enrico Mattei, e va sì come è una scelta non da poco cente in ordine cronologico...
quindi abbattuto. accettare tale sfida o chiudersi Luca Zampini
Ben inteso, non è che tra i berlu- nel castello incantato dei duristi,
Concludiamo con quest’altro bel italiani però, mosso da motivazioni mezzo secolo di divisioni. Ieri Scal-
esempio illuminante il “giro di boa” di ordine ideologico, non “ratificò” faro non ha fatto quello che se-
iniziato lo scorso numero di Fron- tale accordo facendo fallire il ten- condo noi occorreva fare, perché
te Dell’Essere sull’ineffabile figura tativo riconciliatore. anche quel riferimento alla pietà
di Gianfranco Fini. Il presidente dell’allora M.S.I. Gian- verso tutti i morti ci è apparso
Siamo nel lontano 1993, il conte- franco Fini fu molto duro sulla vi- dettato più da spirito cristiano
sto è quello del tentativo di riappa- cenda e manifesto pubblicamente che da consapevolezza che se
cificazione tra combattenti del il suo disappunto in un commento dopo mezzo secolo si continua a
regio esercito del Sud e Forze Ar- rilasciato all’agenzia Adnkronos ritenere che l'Italia debba basarsi
mate della R.S.I. (che non ebbero (era il 9 settembre 1993) : 8 set- sulla apologia di una guerra civile
modo di scontrarsi tra loro duran- tembre: Fini, "Scalfaro ha perso si continua a discriminare una
te il periodo della “guerra civile”), un'occasione". Padova, 9 set. - parte di italiani e quindi si pongo-
divisi forse su tutto ma uniti dal (Adnkronos)- "Ieri si è persa una no condizioni di mancata concor-
vincolo comune a entrambi ai vin- importante occasione per decre- dia'". '"Noi siamo sostenitori della
coli dell’ordinamento militare; da tare la fine dell'apologia della pacificazione nazionale dal primo
una parte l’Ass. Naz. Combattenti guerra civile'". Lo ha detto il segre- momento in cui i nostri deputati
FFAA Regolari Guerra di Libera- tario del Msi, Gianfranco Fini, nel sono entrati in Parlamento nel
zione del Gen. Luigi Poli (una delle corso di una conferenza stampa '48 e sfido chiunque a dire che la
3 esistenti unitamente a quella di in occasione dell'apertura del pacificazione nazionale sia stata
area cattolica del sen. Taviani e a meeting del polo nazionale di de- ostacolata dal Msi. Anche recen-
quella “rossa” di Boldrini), stra in programma da stasera a temente le polemiche più feroci
dall’altra l’Unione Nazionale Com- domenica al parco Prandina di alla possibilità di una stretta di
battenti della Repubblica Sociale Padova. Ecco il testo della dichia- mano simbolica di fronte a Scalfa-
Italiana dell’on. Giulio Cesco Baghi- razione di Fini: '"Lo stesso storico ro sono giunte da Boldrini, Taviani,
no. Nell’intento di riappacificare Renzo De Felice spiega come l'8 dai nostalgici della guerra civile e
ufficialmente i membri delle due settembre del '43 sia stato il mo- della Resistenza. Del resto li capi-
Associazioni, Poli (già sen. Demo- mento di rottura dell'identità na- sco, perché se non potessero più
cristiano) e Baghino siglano un zionale. Prima di questa ricorren- dire agli italiani di aver fatto la Re-
accordo e scrivono, nel più stretto za, dopo 50 anni, vi era stato da sistenza, non potrebbero dire più
riserbo, all’allora Presidente della parte del generale Poli, delle forze nulla".
Repubblica Oscar Luigi Scalfaro che combatterono al sud i tede- Sì, è proprio Gianfranco Fini a par-
perché conceda loro udienza e schi, e da parte dell'on. Baghino, lare, 17 anni or sono, non erano
suggelli una pace definitiva in con- della Repubblica Sociale Italiana, ancora i tempi del “Fascismo ma-
comitanza della data dell’8 set- l'invito a Scalfaro per un atto sim- le assoluto”...
tembre. Il Presidente di tutti gli bolico che ponesse fine a questo Luca Zampini
due giganti come D’Annunzio e
Marinetti, probabilmente ha inte-
so riferirsi alla passione di poeta-
guerriero del primo e alla frenesia
“L’USCOCCO FIUMANO GUIDO KELLER. dalla formazione del gruppo yoga del creatore-rivoluzionario del se-
Fra d’Annunzio e Marinetti” di Al- “Unione degli spiriti liberi tendenti condo. Credo comunque che lo si
berto Bertotto, Sassoscritto Edi- alla perfezione” (simbolo, una sva- possa annoverare tranquillamen-
tore (Collana “Onice”), 2::9, stica) alla ventura caotica e miste- te tra gli “anarchici di destra”.
ppgg. 191, € 15,00 riosa in giro per il mondo, dalla Animo contemplativo, innamorato
In questo bel volu- partecipazione alla Marcia su Ro- della bellezza e del mistero della
metto l’autore A. ma alla sua personale adesione al natura, indisciplinato, selvaggio
Bertotto condensa Futurismo e al Fascismo, dalla ma raffinato, esteta, goliardico,
la biografia roman- sua crisi economica che lo portò nudista e animalista (addestrava
zata di una delle a vivere in una polverosa pensione gufi e aquile), amante dell’arte,
figure più originali di Ostia fino alla morte in un grot- combattente cavalleresco, corag-
dei primi del ‘9::: tesco incidente stradale in quel di gioso fino alla pazzia, patriota ge-
Guido Keller. Magliano Sabina. neroso e solitario, irredentista,
Dalle origini aristo- Difficile classificare la sua figura, insofferente alla disciplina militare
cratiche alle prime stravaganze un po’ guascone e un po’ Don Chi- ma tollerato per le sue eccezionali
giovanili, dalle memorabili imprese sciotte. L’autor e, volendo capacità guerresche, sempre
aviatorie all’esperienza fiumana, “inquadrarlo” tra le figure di altri pronto ad andare in aiuto dei biso-
gnosi, coltivava grande interesse Mondiale fece parte della mitica Uomo dalle qualità straordinarie e
verso la cultura (s’interessava di squadriglia di Francesco Baracca. decisamente fuori dagli schemi,
filosofia, musica, arti figurative, A Fiume, la “città olocausta” tra- che spregiava le formalità e le
letteratura classica, scienze eso- sformata in “Città di Vita”, dove convenzioni sociali, Guido Keller,
teriche e occultismo) che apprese visse la stagione più intensa della per volontà del Vate che lo volle
però da autodidatta (scansando i sua vita, si dice fosse l’unico a po- sepolto vicino a sé, riposa presso
convenzionali metodi scolastici ter dare del tu a D’Annunzio; rico- il Vittoriale degli Italiani; Vittoriale
dell’epoca). prì l’incarico di Segretario dal cui archivio proviene quasi in-
Il suo comportamento, sotto il d’Azione e responsabile dell’Ufficio teramente l’eccezionale apparato
profilo intellettuale, si ispirava ad Colpi di Mano; creò la “Compagnia documentario di cui si giova que-
una filosofia di vita affine a quella della Guardia” (poi “La Disperata”) sto libro che in appendice ci offre:
concepita dagli antichi Elleni: culto per la difesa personale del poeta Combattimenti aerei sostenuti dal
della bellezza in ogni forma, guerriero. Keller, Motivazioni delle tre Meda-
dell’eroismo, dell’atletismo, Memorabile la beffa allegorica del glie d’Argento al valor militare,
dell’affermazione individuale, suo volo su Roma in cui lasciò ca- Consistenza dei legionari fiumani
dell’esistenza spartana. dere un pitale in ferro smaltato alla data del 18 novembre 1919,
Durante il volo era solito leggere legato a un mazzo di rape e caro- Le doti che doveva avere il legio-
Petrarca, Nietzsche, Ariosto, Leo- te su Montecitorio. nario fiumano, Come dev’essere il
pardi nella cabina del suo aereo, Il libro ci regala poi, nella sua pri- legionario tipo, I principi della Car-
in cui non mancavano mai un ser- ma parte, alcuni passaggi ta del Carnaro, La Canzone del
vizio da tè in porcellana e biscotti, dell’esperienza veronese del Kel- Carnaro, Discorso pronunciato da
che era solito servire agli ospiti. ler, impegnato ad inizio conflitto Gabriele D’Annunzio nel cimitero
Nello zaino portava sempre un (novembre 1915) nella difesa ae- fiumano di Cosala il 21 gennaio
teschio autentico e un fez nero rea della città scaligera dai bom- del 1921 e una ricca bibliografia.
d’ardito. Asso dell’aviazione pluri- bardamenti austriaci pressoché Baltikum
decorato nella Prima Guerra quotidiani.

Interessi correlati