Sei sulla pagina 1di 8

Incopertina KTM 790 Duke

di Federico Garbin

GUSTO DOPPIO
Abbiamo provato in anteprima il prototipo della nuova
KTM 790 Duke bicilindrica, la naked che rivoluzioner
il segmento delle medie. Potenza, elettronica
e facilit di guida non sono mai state cos alla portata

N
ei verdeggianti e fertili prati arancioni lo fa con passione. La pas-
austriaci, il gruppo Pierer ha sione spesso conduce a soddisfare
seminato qualcosa di buono, le proprie voglie cantava De Andr.
qualcosa che sta dando i suoi frutti. Ecco, lass fra le verdissime monta-
KTM cresce, cresce a dismisu- gne austriache, la voglia quella di
ra: economicamente e fisicamente. fare moto, farne sempre di pi, farle
A Mattingofen tutto un cantiere; sempre meglio. E ad un ritmo di mol-
nuovi stabilimenti e nuove strade si te novit allanno, insostenibile per la
affiancano a quella che era gi una maggior parte degli altri costruttori
struttura sconfinata ma non imperso- europei, KTM rafforza la sua presen-
nale e non alienante. za sui mercati mondiali e nei sogni
Se si ha la fortuna di poter entra- degli appassionati.
re in uno qualunque di questi luoghi Lultima scommessa si chiama 790
produttivi si possono scoprire, ed Duke che con il passato non ha in co-
lampante e immediato, i motivi che mune nulla, se non il nome e le linee
hanno portato a questo successo. In appuntite firmate dal designer
poche parole: chi costruisce le moto Kiska.

24 InMoto
Incopertina KTM 790 Duke

NEL DETTAGLIO

Incidere la strada
THE SCALPEL, lo scalpello. questo il soprannome LA STRUMENTAZIONE
con cui gli stessi tecnici hanno ribattezzato la neona-
ta 790 Duke; sebbene il vezzeggiativo tratteggi con Il display arriva dal futuro
precisione le qualit dinamiche della moto realizzata, Il layout non ancora definitivo, ma il display
appunto, per incidere la strada, ne descrive anche il TFT del prototipo 790 Duke anticipa quella che
design e le forme. sar una della strumentazioni pi complete della
La continuit stilistica con tutti i recenti modelli della categoria. Il quadro, interamente digitale, risulta
famiglia Duke infatti evidente nelle linee tese che facilmente gestibile tramite la pulsantiera sul
delineano il profilo della moto. Tutto tagliente: il pro- blocchetto elettrico sinistro, del tutto simile a
iettore anteriore (a led), i fianchi del serbatoio, lo stesso quella impiegata sulle bicilindriche di famiglia.
Attraverso di essa possibile intervenire su tutte le
codino snello e slanciato.
impostazioni dellelettronica.
Anche nella meccanica e nella ciclistica la genealogia
evidente: basta osservare il forcellone, il telaio a tra-
liccio o lo stesso propulsore per ritrovare il tratto tipico
della produzione KTM.
La colorazione total-black del prototipo non aiuta ad
interpretare bene le forme e le proporzioni, soprattutto
in foto, ma ci che pi sorprende nella presa di contatto
la compattezza globale e lincredibile leggerezza della
macchina. Sono entrambi frutto della semplicit delle
soluzioni e della volont di abbandonare il superfluo.
Osservate la 790 Duke: non troverete nessuna cover,
nessun vezzo barocco in aggiunta allo stretto necessa-
rio: questa la sua forza e in questo modo esprime la
sua sportivit, il suo carattere. Ci sembra inopportuno
parlare di finiture e qualit costruttiva in quanto la mag-
gior parte dei componenti impiegati sullesemplare da
noi testato erano ancora in fase prototipale.

26 InMoto
Il suo punto di forza linedito bi- aspettarvi da uno dei modelli pi at- di contenere al massimo i pesi, i co-
cilindrico frontemarcia, motore tutto tesi dellanno. sti produttivi ed offrire un mezzo di-
nuovo, pronto a far parlare di s a vertente, leggero, scattante e duttile.
lungo e sicuramente generare una COME FATTA Punto di forza, oltre al propulsore, la
famiglia di macchine di media cilin- dotazione elettronica figlia delle piat-
drata ad alte prestazioni. Un punto taforme sviluppate sulla ammiraglia
Questa moto, il cui concept sta- di partenza di famiglia, ovvero la Super Duke R.
to svelato ad EICMA lanno scorso, La cosa che maggiormente stu-
pronta a fare il suo debutto sul LA NUOVA 790 Duke nasce intorno pisce, non appena ci si mette alla
mercato; abbiamo avuto il privilegio al motore, un bicilindrico frontemar- guida, lestrema compattezza della
di provare in anteprima il pro- cia molto sofisticato. La scelta di macchina; la 790 Duke, infatti, non si
totipo, ormai quasi definitivo, e adottare questa architettura discosta molto dalle dimensioni
possiamo raccontarvi cosa potete stata dettata dalla volont della sorella monocilindrica, (la

Le linee taglienti
della 790 non
si discostano
da quelle delle
sorelle della
famiglia Duke.
La colorazione
nera del prototipo
non rende giustizia
alle forme ma
dal vivo la moto
impressiona per
compattezza.

InMoto 27
Incopertina KTM 790 Duke

690) e il feeling, una volta a bordo gas, sono lapalissiane. sore: il rumore, la verve con la quale
equiparabile. Quello che le distan- Questa nuova KTM in grado di si raggiungono i regimi pi elevati,
zia il carattere del propulsore e le mettere daccordo tutti, anche chi si ricordano i bicilindrici a V di casa.
prestazioni offerte dallo stesso; il avvicina per la prima volta ad una Le vibrazioni sono presenti ma non
nuovo bicilindrico stupisce per lin- moto di media cilindrata ed elevate interferiscono con il piacere di guida;
credibile trattabilit ai bassi regimi, prestazioni. Lo spirito austriaco lambiscono principalmente le peda-
frutto di una perfetta sincronia tra palese non appena si avvia il propul- ne e il serbatoio.
motore e parte elettronica, e per la
velocit con la quale si raggiungono
i massimi regimi disponibili. Potenza
e coppia non mancano, si percepisce
subito, e possono essere facilmente
gestite da unelettronica non anco-
ra definitiva ma gi molto a punto:
ciascuna delle mappature (quelle di-
sponibili sono tre) ha caratteristiche
molto ben delineate e le differenze, in
termini di erogazione della potenza
e velocit di risposta al comando del

28 InMoto
LA TECNICA
Il prototipo da noi provato era gi
ad un elevato livello di sviluppo; non
esistono ancora dati ufficiali ma la
Elogio della leggerezza
potenza massima dovrebbe supera- LA DUKE 790 e vuole essere la naked di media cilindra-
re di poco, quota 100 cavalli con un ta pi completa e tecnologica del mercato. E ci riesce.
peso poco inferiore di 180 kg senza La Casa austriaca ha sfruttato pienamente il suo know-
carburante. Tali prestazioni rendono how: per quanto riguarda la gestione elettronica attin-
la nuova nata una delle moto pi per- gendo alle ammiraglie di famiglia mentre dal punto
formanti del suo segmento; rispetto a di vista motoristico e telaistico ispirandosi al mondo
quelle che potrebbero essere le sue delloff-road. Uno dei punti di forza di questa moto
concorrenti pi agguerrite, la Yama- infatti la leggerezza; il bicilindrico frontemarcia stato
ha MT-07 ad esempio, si nota subito infatti sviluppando cercando di limitare al massimo gli
una maggiore propensione del ingombri e il peso dei componenti interni. Il propulsore
bicilindrico KTM alla guida spor- (ovviamente raffreddato a liquido) ha i manovellismi a
270 gradi, la distribuzione a doppio albero a valvole in
testa e quattro valvole per cilindro.
Al traliccio in acciaio vincolato un telaietto reggisella
in alluminio con funzione portante che integra una
presa daria che alimenta lairbox. Anche il forcellone (a
doppio braccio) realizzato nello stesso materiale (allu-
minio), irrigidito da nume-
rose nervature di rinforzo.
Ricchissimo il corre-
do elettronico: 3 riding
modes (sport, street e
rain) quick shifter bidire-
zionale, cornering ABS,
La sella compatta e vicina al suolo ma il comfort controllo di trazione, con-
a bordo elevato grazie al serbatoio rastremato trollo del freno motore,
e ad una ergonomia per nulla costrittiva. anti-wheelie disinseribile
e launch control. Le so-
spensioni, compreso lam-
mortizzatore di sterzo,
sono firmate WP.

InMoto 29
Incopertina KTM 790 Duke

tiva. Sebbene le caratteristiche mec- sta versatilit formale non inficia Elevatissime le
caniche suggeriscano unimpronta comunque il divertimento, n la pre- doti dinamiche
molto aggressiva della moto, la Duke cisione ciclistica. A tal proposito va della 790 Duke.
790 non una macchina estrema. La ricordato che il reparto sospensioni Alla guida
posizione di guida risulta infatti mol- vanta sofisticati elementi WP che stupisce
to ben conformata su piloti di media riescono ad interpretare perfetta- la doppia
statura; la sella compatta e molto mente il terreno riportando precisi personalit
del propulsore:
rastremata nella parte anteriore, pe- feedback al pilota.
ai bassi regimi
culiarit che la avvicina al suolo e La domanda : ci saremmo aspet-
c tutta
facilita lappoggio a terra di chi non tati qualcosa di diverso? Il concept la dolcezza che
ha la falcata lunga. Il serbatoio, nono- esposto durante la scorsa edizione serve ma
stante le linee appuntite, garantisce di EICMA suggeriva forme pi radi- ai medi e agli
un perfetto inserimento nel corpo cali ma la produzione seriale e la vo- alti la spinta
macchina e non risulta di intralcio n lont di rafforzare la presenza in un impressionante.
durante la conduzione, n in mano- mercato che ha ormai definitamente In basso,
vra. Il manubrio piuttosto largo e la abbandonato gli estremismi, hanno il prototipo
sensazione quella di governare un suggerito al management KTM di della 790 Duke
avantreno molto ben piantato a terra smussare gli angoli, almeno in ap- presentato
sebbene poco caricato. parenza. A seguito del nostro test ad EICMA 2016.
A ben vedere da una naked spor- possiamo per assicurarvi una cosa: La versione
tiva ci saremmo infatti aspettati una per trovare contendenti tecnologica- definitiva
meno estrema.
posizione pi aggressiva, ma la 790 mente paragonabili alla 790 Duke
Duke pensata per soddisfare esi- bisogna salire di categoria. Questo
genze differenti, non solo gli animi significa che un altro passo stato
degli appassionati pi pistaioli. Que- fatto, e ne guadagneremo tutti. n

JRGEN HAGER (R & D) E ADRIAAN SINKE (MARKETING DI PRODOTTO)

Il nuovo bicilindrico? Non sar solo per la Duke


IL PASSAGGIO da mono a parallelo un cambiamento per cui dovete solo esaminare le nostre linee di modelli
storico. Cosa vi ha spinto in questa direzione piuttosto attuali e precedenti per vedere dove tale motore potrebbe
che verso un bicilindrico a V? soddisfare le esigenze nostre e dei nostri clienti.
Gli ingegneri KTM non sarebbero ingegneri KTM se non La vostra moto ricca di elettronica rispetto alle dirette
avessero provato tutte le opzioni che erano a loro disposi- concorrenti. Perch questa scelta? Influenzer il prezzo
zione. Ovviamente abbiamo molte esperienze con i motori finale?
V, ma per lapproccio chiaro, compatto e dinamico che ab- Lavorando con i suoi partner, KTM riuscita a sviluppare
biamo voluto dare alla 790 Duke, un bicilindrico frontemar- alcuni dei pi avanzati aiuti alla guida elettronici, alcuni
cia avrebbe offerto un pacchetto superiore, assicurando dei quali sono stati messi in commercio per la prima volta
comunque le performance e le caratteristiche che ci si proprio da noi. Se saremo in grado di traslare tali sistemi da
aspetta da un propulsore KTM. moto come il 1290 Super Duke R per aumentare il piacere
Il monocilindrico LC4 rimarr in produzione o sar di guida al cliente e mantenere il valore, faremo questo.
soppiantato? La specifica esatta del pacchetto elettronico non ancora
KTM continuer ad impegnarsi nel LC4, il monocilindrico stata impostata per la 790 Duke, in termini di dotazione
pi potente e sofisticato del mondo. Questro motore rima- standard o opzionale. Ma essendo una KTM, ovviamente,
ne una costante per i modelli KTM e Husqvarna. qualunque sistema elettronico potr essere disattivato.
Dalla piattaforma 790 quali tipi di moto possiamo Parliamo di concorrenti dirette: quale modello conside-
aspettarci? rate il vostro riferimento nel segmento?
Naturalmente non stiamo costruendo un motore com- Ci sono cos tante moto in quello che chiamiamo il seg-
pletamente nuovo per una sola moto! KTM ha una storia di mento medio! Pensiamo che sia giusto per il cliente con-
condivisione di piattaforme per quanto riguarda i motori, frontare i vari modelli. Lobiettivo di KTM era di entrare in

30 InMoto
Labbigliamento della prova:
Spidi Giacca Warrior Tex 279,90,
Guanti STR-4 Coup 99,90,
Jeans Furios 199,90.
Scarpe XPD X-Two 239,90.
Casco X-Lite X-661 429,99.

questo mercato con un prodotto competitivo che porti la 790 Duke un ottimo punto di partenza.
orgogliosamente con s i valori fondamentali della societ: Le sfide principali di questo progetto sono state creare un
piacere, prestazioni e avventura. Lobbiettivo era ed crea- motore completamente nuovo e utilizzarlo come membro
re una motocicletta chiaramente degna del nome DUKE. stressato del telaio.
Dalla piattaforma 790 possibile creare modelli Durante la visita a KTM Techologies abbiamo visto un
diversi. Sar possibile vedere una sportiva di medie grande attenzione verso la fibra di carbonio. State pen-
dimensioni firmata KTM? sando ad un utilizzo in larga scala per questo materiale?
Questo non attualmente parte del nostro piano di svi- Per queste ragioni abbiamo questo dipartimento: per
luppo del modello. esplorare ci che possibile con materiali alternativi
Siete soddisfatti della moto? Qual stata la sfida prin- e nuovi metodi di costruzione. Se un nuovo materiale
cipale in questo progetto? aggiunge vantaggio alla macchina e al cliente, esplo-
Pi che soddisfatti! Naturalmente, se glielo avessimo per- reremo sempre le opzioni; il costo sempre un fattore
messo, i nostri ingegneri non avrebbero mai smesso di mo- che influenza quando si utilizzano processi e materiali su
dificare e semplificare. Ma prodotti ad alto volume,
ci deve essere il momento ovviamente, ma come
in cui bisogna fermare lo i nostri colleghi di KTM
sviluppo e andare in pro- Technologies hanno
duzione. KTM pronta per detto, ci sono tante di-
entrare in questo segmen- verse applicazioni e so-
to molto competitivo e lo luzioni possibili utilizzan-
fa con una moto con un do materiali compositi
motore completamente come, ad esempio, gli
nuovo: accessori.

InMoto 31