Sei sulla pagina 1di 4

Il sintomo del mese

A cura di Maria Pia Prudenzano *

Alla ricerca
del sonno perduto...
Linsonnia il disturbo pi diffuso, ma non lunico

uando si parla di disturbi del sonno si pensa rappresentata di disturbi psichici (depressione, disturbo
subito allinsonnia. In effetti si tratta del ossessivo-compulsivo, eccitamento maniacale, psicosi
disturbo pi frequente, sebbene se ne acute).
conoscano quasi un centinaio di altri tipi. Alcuni soggetti, pur non avendo un vero e proprio
Un individuo si pu considerare insonne quando percepisce disturbo psichico, reagiscono a situazioni stressanti
il proprio sonno come insoddisfacente o inadeguato, troppo sviluppando un condizionamento negativo nei confronti
breve e/o poco riposante. dellambiente dove dormono di consueto: ad esempio si
Si tratta quindi di un vissuto soggettivo e non esistono addormentano facilmente sul divano, guardando la
n un tempo ideale per addormentarsi, n una durata televisione, ma quando vanno in camera da letto il sonno
ottimale del sonno, n un orario desiderabile per il risveglio scompare come dincanto.
al mattino che possano considerarsi validi per tutti. Questo disturbo viene denominato insonnia
psicofisiologica. Altre cause di
insonnia sono alcune malattie.
Linsonnia pu essere caratterizzata da difficolt
nelladdormentamento, da risvegli notturni, da
La polisonnografia consente
risveglio definitivo precoce.
di studiare la struttura del sonno
e le sue possibili alterazioni
attraverso il monitoraggio
La prevalenza di insonnia nella popolazione cresce dellelettroencefalogramma, dei
con let; fino ai 45 anni uguale nei due sessi, ma movimenti oculari, di alcuni
successivamente subisce una brusca impennata nel sesso parametri respiratori (movimenti toracici, movimenti
femminile, passando dal 20 al 40%. addominali, flusso aereo), dellelettrocardiogramma,
Nel sesso maschile un incremento dellinsonnia si dellelettromiografia del muscolo sottomentoniero e del
verifica verso i 60 anni, quando la sua prevalenza passa muscolo tibiale anteriore per i movimenti delle gambe.
dal 20 al 30%. Linsonnia viene definita occasionale Nel caso vi sia un sospetto di crisi epilettiche notturne
quando dura meno di una settimana (tra le cause vi possono sufficiente ampliare il montaggio encefalico ed utilizzare
essere un breve ricovero in ospedale, un mal di denti, etc). una videoregistrazione per ottenere un monitoraggio visivo
Linsonnia transitoria dura meno di tre settimane e pu ed una registrazione elettroencefalografia.
essere causata da interruzione dellassunzione di farmaci Multiple Sleep Latency Test (MSLT): consente di
ipnotici, stress lavorativi, familiari, etc. valutare la tendenza ad addormentarsi
Linsonnia transitoria pu anche essere ricorrente, se durante le normali ore di veglia
causata da condizioni che tendono a ripetersi nel tempo (sonnolenza) attraverso la misura del
con una certa periodicit, come dolori da ulcera peptica, tempo di addormentamento; il test
cefalea a grappolo etc. Linsonnia transitoria evolve consiste in cinque registrazioni
facilmente nella forma cronica o persistente, che si polisonnografiche eseguite in una stessa
prolunga oltre le tre settimane ed pi difficile da curare. giornata, intervallate da periodi di due
ore e con inizio alle 10 del mattino.
La causa pi frequente di insonnia cronica

pugliasalute - trentaquattro - aprile 2005


Norme igienico-dietetiche per prevenire l'insonnia

1. Dormire solo il tempo sufficiente per una adeguata 6. Non assumere cronicamente farmaci per dormire.
efficienza nel giorno successivo. 7. Non assumere, nel tardo pomeriggio o la sera,
2. Coricarsi a ore regolari la sera ed alzarsi sempre sostanze risveglianti (caff, the, etc).
alla stessa ora al mattino. 8. Non bere alcolici di sera.
3. Non recuperare il sonno con sonnellini pomeridiani. 9. Andare a letto solo se si ha sonno.
4. Svolgere moderato esercizio giornaliero ma non 10. Non svolgere di sera attivit mentali troppo
nelle ore precedenti il sonno. impegnative.
5. Non dormire in ambienti rumorosi n troppo caldi 11. Usare il letto solo per dormire (e per l'attivit
n troppo freddi. sessuale).

Tabella 1

fisiche (specie quelle che provocano dolore o prurito), fibromiosite sono i movimenti periodici in sonno
lassunzione di farmaci o alcol etc.. caratterizzati da stereotipati e rapidi movimenti di flessione
La diagnosi di insonnia essenzialmente clinica. La degli arti inferiori che durano pochi secondi e si ripetono
compilazione di un diario del sonno rappresenta un utile ogni 30 secondi circa. La diagnosi di questo disturbo
ausilio per la definizione del disturbo. Sono la storia clinica richiede lesecuzione di un esame polisomnografico.
del paziente e i dati dellesame obiettivo, generale e La sindrome delle gambe senza riposo si manifesta
neurologico, a suggerire di volta in volta eventuali invece in fase di addormentamento ed caratterizzata da
approfondimenti diagnostici. Ad esempio se il paziente una sgradevole sensazione alle gambe che determina un
riferisce, oltre allinsonnia, anche dimagrimento, stato impellente bisogno di muoverle continuamente o di alzarsi
ansioso, palpitazioni, verr consigliato, tra laltro, il dal letto. Il disturbo facilitato da alcune condizioni come
dosaggio degli ormoni tiroidei, degli anticorpi la carenza di ferro e la gravidanza. La diagnosi si basa
antitiroglobulina ed antimicrosomiali. sulla descrizione fornita dal paziente e non
Linsonnia occasionale e soprattutto Ladozione di necessita di polisomnografia.
quella transitoria, vanno diagnosticate e I movimenti periodici durante il sonno e
adeguate norme
curate precocemente con farmaci la sindrome delle gambe senza riposo non
ipnoinducenti (benzodiazepinici o non
igienico-dietetiche vanno curati con ipnoinducenti ma con
benzodiazepinici) ad azione rapida ed aiuta a riportare il farmaci dopaminergici.
emivita breve, che garantiscono una buona sonno alla normalit Alcuni tipi di disturbo del sonno si
efficacia, sono ben tollerati, vengono manifestano principalmente o esclusivamente
eliminati nel corso della notte consentendo buone con eccessiva sonnolenza diurna o con ipersonnia (eccessiva
performance il giorno successivo ed evitano la durata del sonno).
cronicizzazione del disturbo. Il pi frequente di essi la sindrome da apnee
Quando linsonnia si associa a disturbi psicopatologici, morfeiche, che colpisce circa il 4% della popolazione
gli ipnotici non sono sufficienti ed necessario generale ed caratterizzata da ripetuti episodi di riduzione
somministrare farmaci ansiolitici e/o antidepressivi. (ipopnea) o interruzione (apnea) del flusso daria nelle vie
Ladozione di adeguate norme igienico-dietetiche (vedi respiratorie superiori di durata > a 10 secondi che si
tabella 1) aiuta a riportare il sonno alla normalit e svolge verificano durante il sonno determinando una caduta dei
una valida azione preventiva nei confronti dellinsonnia. livelli ematici di ossigeno e bruschi passaggi da stadi di
Un altro disturbo del sonno frequente, soprattutto negli sonno pi profondi a stadi pi leggeri con frammentazione
anziani e nei soggetti affetti da insufficienza renale, del sonno.
diabete, mielopatie, polineuropatie, artrite reumatoide, Le pause del respiro che seguono fasi di forte
russamento vengono avvertite con apprensione dal partner
di letto ed proprio questultimo che spesso spinge il
paziente a recarsi dal medico.
La sindrome da apnee morfeiche pu essere causata
da una serie di condizioni tra le quali la pi frequente
lobesit che porta ad accumulo di grasso nelle pareti delle
vie respiratorie e ne rende pi difficile il mantenimento
della perviet quando, durante il sonno, esse si rilassano
e tendono a collabire (cio ad afflosciarsi).
Oltre al peso eccessivo, vi sono molte altre possibili
cause come malformazioni anatomiche delloro-faringe,

pugliasalute - trentacinque - aprile 2005


er insonnia si intende la diminuzione della quantit
di sonno nelle 24 ore, avvertita dal soggetto che si
sente meno appagato al risveglio.
La durata del sonno varia, normalmente da persona a
Linsonnia quasi sempre il sintomo di altre
condizioni morbose; tuttavia prima di
persona: c chi soddisfatto da 4 - 5 ore di sonno
per notte e c, invece, chi ha bisogno di 8 - 10 ricorrere a farmaci (che vanno
ore per dirsi appagato. presi solo su consiglio del
Il bisogno medio di una persona sana di
6 - 8 ore per notte. medico), si possono mettere
in atto comportamenti di vita
Linsonnia viene
che possono agevolare il
diversamente classificata:
normale svolgimento del
A) Rispetto allinsorgenza: periodo di sonno:
A1) insonnia del primo periodo, quando il
soggetto stenta ad addormentarsi;
A2) insonnia del periodo intermedio, quando il il letto deve essere comodo,
soggetto si sveglia una o pi volte durante la notte;
con la giusta quantit di coperte
A3) insonnia tardiva, quando il soggetto si sveglia
precocemente e non riesce pi a riaddormentarsi. rispetto alla stagione;
la stanza deve essere ben aerata, senza rumori,
B) Rispetto alle cause:
B1) insonnia psicofisica, quando si manifesta in occasione poco illuminata;
di fattori emotivi o stressanti; andare a dormire allo stesso orario, comunque
B2) insonnia secondaria a malattie psichiche: ansia, appena ci si sente stanchi;
depressione, turbe maniacali;
B3) insonnia secondaria a malattie organiche: dellapparato evitare cene abbondanti e luso serale di eccitanti
respiratorio ( bronchite cronica, asma, russamento) o (caff, alcolici, fumo);
cardiocircolatorio (alterazioni del ritmo cardiaco, asma
cardiaco, pouss ipertensive); evitare di assistere a spettacoli serali che possono
B4) insonnia secondaria ad abuso di sostanze voluttuarie turbare o eccitare la fantasia;
(alcol, caffeina, alcune droghe) o di farmaci (anfetamine). condurre vita attiva, non sedentaria;
C) Rispetto al tempo di insorgenza: utilizzare comodo abbigliamento per la notte:
C1) insonnia transitoria; pigiami o camicie senza cintole costrittive.
C2) insonnia a breve termine;
C3) insonnia cronica.

ipotiroidismo e acromegalia, per questo la diagnosi richiede Centri di riferimento in puglia


spesso il contributo di diversi specialisti (neurologo,
endocrinologo, otorinolaringoiatra, odontoiatra, Il centro per lo studio dei disturbi del sonno
pneumologo). Se non viene curata adeguatamente, la collocato presso il Dipartimento di Scienze
Neurologiche e Psichiatriche (Direttore Prof. Paolo
sindrome da apnee morfeiche pu portare a complicanze
Livrea) ed annesso alla I Clinica Neurologica
cardiocircolatorie e cerebrovascolari, data la pressoch (Direttore Prof. Paolo Lamberti).
costante associazione con ipertensione, dislipidemia ed Re s p o n s a b i l e d e l C e n t r o l a d o t t . s s a
iperglicemia. Nei casi di sospetta sindrome da apnee Mariantonietta Savarese. Presso il Centro operano
morfeiche, tra i vari accertamenti consigliati vi lesame anche il dott. Bruno Brancasi, la dott.ssa Maria
polisomnografico che consente di registrare le apnee. Pia Prudenzano con la collaborazione di numerosi
La terapia va individualizzata. medici specialisti in formazione.
Vi si accede previa prenotazione telefonando allo
Negli obesi il primo obiettivo la normalizzazione del
0805592331 (tutti i giorni dalle 12.00 alle 13.30),
peso corporeo. mediante richiesta mutualistica di visita
buona norma dormire in decubito laterale e non neurologica presso il Centro per lo Studio dei
supino soprattutto nelle apnee-posizione dipendenti. Nella Disturbi del Sonno.
maggior parte dei casi il miglioramento del respiro si
ottiene attraverso luso di CPAP (Continuous Positive Siti internet di riferimento
Airways Pressure).
La CPAP consente di evitare il collasso delle vie aeree www.sonnomed.it il sito web dellAIMS, lAssociazione
superiori (e quindi le apnee) con il passaggio di aria a Italiana di Medicina del Sonno.
pressione positiva, attraverso una mascherina nasale. In www.morfeodormiresano.it Contiene unArea pubblica
alcuni casi di sleep apnea pu essere necessario un con test interattivi, giochi, informazioni e la possibilit in
intervento chirurgico per la correzione di eventuali entrare nella Sonno Chat. presente anche unArea
destinata ai medici a cui si accede previa registrazione.
anomalie morfostrutturali.

pugliasalute - trentasei - aprile 2005


Un altro disturbo del sonno caratterizzato da eccessiva
sonnolenza la narcolessia che colpisce circa lo 0.09 %
della popolazione e possiede una forte componente genetica: Casa di cura Privata
oltre il 90% degli affetti presenta il gene dell'antigene
leucocitario umano HLA-DQB1-0602 che si trova in meno Villa Serena s.r.l.
del 30% della popolazione generale. La narcolessia si
manifesta con improvvisi ed irresistibili attacchi di sonno Direttore Sanitario: Dr. Michele Rampino
che possono durare da pochi minuti fino a pi di unora. (Aut. Reg. n 261 del 13/12/96)
Altri sintomi sono improvvise perdite del tono muscolare
(cataplessia), con cedimento delle ginocchia o lieve caduta V.le Europa, 12 71100 Foggia
del capo, soprattutto in coincidenza di particolari stati Tel. 0881/309911 - Fax 0881/309957
emotivi come il riso, paralisi del sonno caratterizzate dalla www.villaserenafg.it
sensazione di non poter fare alcun movimento al risveglio Sistema qualit certificato UNI EN ISO 9002 Certimedica
dal sonno ed infine da fenomeni allucinatori visivi o uditivi, Certificato n 3762
spesso a contenuto spiacevole, sia alladdormentamento
che al risveglio.
La diagnosi non solo clinica ma va confermata con
lo studio dellassetto di istocompatibilit e con il test CITTA' DI LECCE
MSLT (Multiple Sleep Latency Test). Il trattamento si HOSPITAL
basa sulluso di stimolanti e di antidepressivi.
Un gruppo di disturbi molto vasto quello delle
parasonnie che sono fenomeni fisici indesiderabili di Direttore Sanitario: Prof. Giuseppe Martines
natura motoria e/o comportamentale che si verificano Autorizzata dalla Regione Puglia con Det. Dir. n. 6 del 01/02/99
durante il sonno e che non sono causate da anomalie dei
processi fisiologici responsabili del sonno e della veglia. 73100 Lecce Via Provinciale per Arnesano, Km 4
tel. 0832/229111 fax 0832/229819
Questi fenomeni vanno considerati disturbi solo se si www.gruppovillamaria.it
verificano frequentemente ed in tal caso richiedono una Sede Legale: Piazza Trisi, 16 48022 Lugo (RA)
definizione diagnostica ed un trattamento. Ad esempio il Tel. 0545/909711 fax 0545/27510
bruxismo, ovvero il digrignamento dei denti durante il
sonno, se frequente pu comportare cefalea, algie
temporomandibolari, usura dei denti.
Lusura dei denti e spesso anche la genesi del disturbo

Autorizzazione Comunale N. 09/03 del 29/10/2003


possono essere trattate grazie allutilizzo di apparecchi e S. Raffaele
placche dentali, di pertinenza odontoiatrica; in caso di Cittadella della Carit
inefficacia o di parziale efficacia consigliabile una terapia Fondazione eretta in Ente Morale
con benzodiazepine.
Unaltra parasonnia molto frequente lenuresi, cio Casa di Cura ad indirizzo Riabilitativo:
Neuromotorio, Cardiologico, Respiratorio
la mancata inibizione del riflesso minzionale in sonno con
conseguente svuotamento vescicale. In questo caso occorre Direttore Sanitario Dott. Vincenzo Ruggiero
Specialista in Fisiatria
escludere patologie a carico delle vie urinarie o del sistema
nervoso. Resp. Cardiologia:
Resp. Pneumologia:
Dott. M. Orlando, Specialista in Cardiologia
Dott. C. Imperiale, Specialista in Pneumologia
La terapia si basa sia sulluso di farmaci come la Labor. di Analisi Cliniche:
Ambulatorio di Radiologia:
Dott.ssa A. Coppola, Biologa
Dott. G. D'Onghia, Radiologo
desmopressina e limipramina, che su tecniche Ambulatorio di FKT:
Poliambulatorio:
Dott. V. Ruggiero, Specialista in Fisiatria
Dott. V. Ruggiero, Specialista in Fisiatria
comportamentali. Medicina del Lavoro: Dott. G. Saltalamacchia

Piazzale Cittadella della Carit, 1 - 74100 Taranto


Tel. 099/4732111/214 - Fax 099/4732250 -
* Dirigente Medico www.cittadelladellacarita.it - e-mail: cittadella@cittadelladellacarita.it
I Clinica Neurologica. Universit di Bari

NUOVA CLINICA
Bibliografia essenziale
SAN FRANCESCO srl
NUOVA CLIONICA
SAN FRANCESCO S.R.L.
Diagnostic Classification Steering Committee. The International CASA DI CURA PRIVATA

Classification of Sleep Disorder: Diagnostic and Coding manual. American Direttore Sanitario Dott. Gerardo Di Miscio
Sleep Disorders Association Rochester, 1990. Specialista in chirurgia generale, urologia e cardioangiochirurgia
Coccagna, G. Il Sonno e i suoi disturbi. II edizione Ed Piccin Nuova ( aut. n. 170 bis del 9/11//1995 )
Libraria, Padova, 2000. Via degli Aviatori, 128 - 71100 FOGGIA
Chokroverty S. I disturbi del sonno. A cura di F. Cirignotta, S. Mondini, Tel. 0881.65.92.11 - Fax 0881.65.92.06
Time Science International Medical Publisher, Milano 2000. www.nuovasanfrancesco.it -
e-mail: info@nuovasanfrancesco.it

pugliasalute - trentasette - aprile 2005