Sei sulla pagina 1di 3

18 settembre 07 IL MONDO ASTRALE (indicazioni per avere sogni pi lucidi) Nb: chi racconta i

propri sogni perde la capacit di interpretarli e di averne esperienza Bisogna approfondire la


disciplina nel mondo fisico cos da avere disciplina nel ricordare i sogni. Il mondo astrale pi reale
del mondo fisico ma la macchina umana nel codificare il mondo astrale perde moltissime
informazioni cos da sembrare irreale. Se non si hanno buone esperienze si rischia di essere
ingannati nel codificarle. Il linguaggio del mondo dei sogni la coscienza, i sogni sono sempre
indicazioni per condurre la propria vita, anche quando sogniamo altre persone, anche conoscenti,
spesso stiamo sognando una parte di noi che ritroviamo in queste persone. Bisogna imparare il
dialogo nei mondi, si svegli tanto nel mondo fisico quanto nel mondo astrale. Quando si vuole
trasmettere lesperienza astrale questa perde moltissimo, il mondo delle emozioni quindi appena
svegli si ha lemozione relativa al sogno ma non al concetto. Il collegamento fra il mondo astrale e
quello fisico nel fegato, perch lorgano delle emozioni ed li che si trasformano le impressioni,
li si raggiunge il pi alto contenuto di sangue, e nel sangue viaggia la psiche. Il fegato quindi ci
che pi soffre, per emozioni negative, cattiva alimentazione, sofferenza. Il sangue passa nel fegato
perch questo funzionando come un filtro lo pulisce, il sangue infatti veicola sia coscienza che ego,
lo filtra anche fisicamente e lo immagazzina scisso. Il 60% dei nostri sogni inquinato dal fegato
congestionato. IL FEGATO E LASTRALE In merito al fegato: Lo sforzo che fa il fegato per
estrarre shakti dagli alimenti, (la shakti lespressione dello Spirito Santo cibo, siamo vivi perch
mangiamo la parte viva del cibo, il fegato capta la shakti attraverso i cibi satwici). Bisogna
mangiare meno possibile cibi tamasici senza estrarre shakti. (( capitolo sulla vergine nel trattato
esoterico di astrologia ermetica) Trasformazione delle impressioni; ognuno ha i cuoi chakra e le
sue chiese, ognuno con il proprio colore, questo colore il riflesso di come si sta esprimendo questo
chakra. Ogni chakra proietta una luce nellastrale, e quando si proiettano queste luci come una luce
bianca si ha LA DONZELLA DEI RICORDI (( trattato di medicina), che quindi la luce che si
proietta in astrale e non una fanciulla, ogni qualvolta si manifesta un ego si brucia una di queste
luci, ad esempio con lira si brucia la luce del plesso solare, quando si bruciano tutte le luci in
astrale tutto buio. Capacit di estrarre i grassi; se il fegato non lavora bene con i grassi intasato.
Si deve cercare un licotropico cio qualcosa che aiuti a processare i grassi (es. limone, vitamina B,
.). Linvidia lego pi difficile da trasformare e brucia tutta la donzella dei ricordi dal fegato in
gi. Non si possono dare al fegato cibi o ambienti n troppo freddi n troppo caldi Attenzione con i
fritti, qualsiasi grasso saturo o bruciato impasta il fegato( chi mangia maiale non pu trasmutare per
tre settimane e se lo fa permette che entrino soprattutto lussuria e pigrizia). Cercare supporti che
aiutino il fegato nella sua pulizia, (es erbe, mantram, la H sonora nella posizione con una gamba in
ginocchio e laltra tesa, le braccia allindietro e piegati pronunciare una H sonora, come il suono di
una caffettiera). Mantralizzare per metterlo in moto, per provocare una vibrazione che faccia
muovere il fegato al meglio. DISCIPLINA Cambiamento di atteggiamento nel centro di gravit
Alimentazione Trasformazione delle impressioni: si patisce un piccolo dolore che una volta digerito
lascia per la pace, si comincia a trasformare quando ci si accorge di cose di cui prima non ci si
accorgeva 1. Assumere il complesso di VITAMINA B: meglio con il cibo 2. Non mangiare 5-6 ore
prima di coricarsi 3. Ricordo di s: (bevendo acqua (quando ci si corica e quando ci si sveglia (nei
lavori esoterici nel lumisiale (catene, liturgie,) Bere prima di addormentarsi una tisana di ruta (un
cucchiaino in una tazza dacqua), lelementale della ruta prepara lambiente per rilassarsi nella
notte. Mantram FA-RA-ON: 1. asana delluomo morto 2. relax 3. concentrarsi sulle piramidi
degitto 4. mantralizzare . respiro)RAAAA(respiro)OOONNN , ogni sillaba vibra in un posto
preciso 5. quando ci si sta addormentando ci si alza, o si in astrale o si svegli e si riprova si deve
avere molto sonno fisi e bisogna essere integrati con il proprio Essere. Il mantram si pu fare anche
mentalmente, ma tutte le sere. Nota bene: - Per la seconda settimana anzich la ruta si usa un infuso
di : 5g di assenzio, 20g di rosmarino, 20g di salvia in un litro dacqua e se ne beve mezzo litro al
giorno. Usare vestiti in fibra naturale per dormire, anche le coperte e le lenzuola. Nella camera ci
devono essere fiori, profumo di sandalo, aria pulita e ordine Scrivere i sogni Nota benissimo: Per
chi proprio non ne pu fare a meno, massimo 1 o 2 caff al giorno, ma NO ALCOOL e NO
SIGARETTE Bisogna imparare a provocare il sonno fisiologico, innanzitutto non avendo emozioni
negative, indispensabile dormire al buio. Tutta la disciplina va fatta senza cercare il risultato
(regola n.5 del mago), senza aspettativa. La valeriana va bene una volta ogni tanto per non
diventarne dipendenti, tutte le erbe per il sistema nervoso vanno prese la sera perch ricostituiscono
il sistema e lo potenziano. Se si esce in astrale ci si diriga verso la chiesa gnostica Pratica con il
gatto nero: si chiede allelementale del gatto che ci porti in astrale, il gatto il astrale ha infatti il
100% di coscienza libera perch non ha intelletto, e lintelletto blocca lastrale, la mente proietta nei
mondi interni ci che vuole.

ottobre 2007 LASTRALE - 2 parte DISCIPLINA (dal 2 al 9 ottobre)


Serve per svegliare la coscienza, per avere sogni lucidi, per vincere la mancanza di forza di volont,
per dialogare con se stessi, per uccidere lego; se la disciplina cosciente ci si sente pi forti, si
sente maggiormente lanelito e quando si fallisce ci si sente amareggiati (non in senso vittimista).
PURGANTE: Nei nostri intestini si trovano i nostri inferni, le radici prendono sempre cibo dai
mondi -inferni, in questa settimana questa pratica si fa UN SOLO giorno e possibilmente in un
giorno in cui non si lavora, si sceglie UNA SOLA delle seguenti opzioni: OLIO DI RICINO: un
cucchiaio la mattina a digiuno, si pu diluire in un succo darancia. RABARBARO: la radice
essiccata e polverizzata, un cucchiaino da the ( o due da caff ) la mattina a digiuno. SALE DI
EPSON(o sale inglese o magnesia), CREMOR TARTARO, RABARBARO: un cucchiaino da caff
di ciascuno nel medesimo bicchiere dacqua; questo purgante si deve utilizzare massimo una volta
ogni 6 mesi, pulisce anche il fegato, si prende anchesso la mattina a stomaco vuoto. 2- Non
mangiare tre ore prima di andare a letto 3- RICORDO DI SE: bevendo acqua, alzandosi e
coricandosi nel letto, nella liturgia e durante tutte le attivit nel lumisial, durante la doccia, recitando
la preghiera al LOGOS SOLARE rivolti verso il sole e dedicandole cinque minuti. ORAZIONE AL
LOGOS SOLARE Oh tu Logos Solare, emanazione ignea, Cristo come sostanza e coscienza,vita
potente grazie alla quale tutto avanza, vieni verso di me e penetrami, illuminami, bagnami,
trapassami risveglia in me tutte quelle sostanze ineffabili che sono parte tanto di te, quanto di me
stesso. Forza universale e cosmica, energia misteriosa, io ti scongiuro, vieni verso di me, poni
rimedio alle mie afflizioni, cura questo mio male e allontana da me questa sofferenza affinch abbia
armonia, pace e salute. Te lo chiedo nel tuo sacro nome come i misteri e la chiesa Gnostica mi
hanno insegnato, affinch tu faccia vibrare in me tutti i misteri di questo piano e dei piani superiori
e che queste forze riunite concorrano al miracolo della mia guarigione. Continuare a prendere
sciroppo TC o in alternativa: 5g di assenzio, 20 g di rosmarino e 20 g di salvia in due litri dacqua
(che basta cos per due giorni, la si prepara nuovamente poi per quelli successivi). Vestirsi con fibre
naturali, anche per dormire e per la biancheria del letto. Dormire in una camera ordinata, profumata
ed arieggiata. Pratica con la SFERA DI CRISTALLO: per un riposo tranquillo e riparatore, il
cristallo di rocca accumula luce soprattutto in forma sferica ( perch una forma archetipale, un
sole), poich il sole fino a mezzogiorno emana luce ultravioletta e dopo mezzod quella infrarossa si
mette la sfera dentro un vaso di vetro blu e la si espone alla luce solare non oltre il mezzogiorno, poi
la si toglie e la si avvolge in un cellophane blu e si pone sul nostro altare vicino alla candela, la sera
si prende la palla che ha accumulato tutta la luce fino al sole Sirio ci si corica e la si passa fra le due
mani vicino al cuore chiedendo al Cristo Sole ARMONIA, chiedendo di essere guariti nel sistema
nervoso, che ci aiuti a riposare, che ci dia pace e tranquillit nella notte. Se non ancora stata pulita
la si mette in acqua e sale per tre giorni prima di usarla. Non assumere alcool, solo quello contenuto
nelle medicine. MANTRAM: FA-RA-ON (quello dato per eccellenza in questa epoca) TAI-RE-RE-
RE LA-RA (il pi potente) RUS-TI (che il nome di un Maestro) ESERCIZI: per fortificare le
viscere addominali: 20 addominali per fare un massaggio alla colonna vertebrale, dove c tutto il
bene e il male di una persona, si fanno 4 esercizi: in piedi con le gambe leggermente aperte, si flette
il tronco, inspirando si ruota il busto salendo verso sinistra vocalizzando mentalmente HAM, si
prosegue ruotando verso destra e scendendo espirando e vocalizzando sonoramente SAH; questo
esercizio si fa anche partendo da destra. Seguendo lo stesso principio si fa un esercizio leggermente
differente dove il tronco anzich ruotare semplicemente si flette inspirando si pensa HAM ed
espirando ci si arcua leggermente allindietro e si pronuncia SAH, da questa posizione si inspira
pensando HAM si ritorna eretti e flettendosi nuovamente in avanti si espira e si pronuncia SAH. I
successivi due esercizi sono identici ma il busto sta fermo e ci che gira o si flette solo il capo,
facendo molta attenzione a non fare alcun movimento brusco, tutto va fatto con estrema attenzione
ed armonia ( per chiarimenti si pu consultare il libro sugli esercizi del M Samael, questi si
trovano nella parte degli esercizi di monastero e di trasmutazione) Ci si appoggia a terra sul
ginocchio sinistro tendendo la gamba destra, si in spire ed espirando si scende con il tronco sulla
gamba tesa pronunciando una H ( o G) molto sonora, quasi una caffettiera, o il verso di un felino
molto aggressivo, le braccia sono tese indietro si fa per sette volte e poi si cambia lato.