Sei sulla pagina 1di 25
Centro di competenze sulla gestione del costruito Master in Real Estate 2006 Corso: ARCHITETTURA E

Centro di competenze sulla gestione del costruito

Master in Real Estate 2006

Corso: ARCHITETTURA E IMPIANTI – Sessione 2

Requisiti ed esigenze prestazionali del sistema Edificio-Impianto

Prof. Giuliano Dall’O’

Master Real Estate

Centro di competenze sulla gestione del costruito ESIGENZE, REQUISITI, PROGETTO IMPIANTISTICO PROGETTO IMPIANTISTICO

Centro di competenze sulla gestione del costruito

ESIGENZE, REQUISITI, PROGETTO IMPIANTISTICO

PROGETTO IMPIANTISTICO

QUALITÀ DELL’ABITARE
QUALITÀ DELL’ABITARE

ESIGENZE

REQUISITI

Progettare gli impianti vuol dire dare una risposta concreta a esigenze che l’Architettura, da sola, non è in grado di soddisfare pienamente: comfort, sicurezza, flessibilità, funzionalità, qualità della vita

Centro di competenze sulla gestione del costruito CLASSE DI ESIGENZA: SICUREZZA Insieme delle condizioni relative

Centro di competenze sulla gestione del costruito

CLASSE DI ESIGENZA: SICUREZZA

Insieme delle condizioni relative all’incolumità degli utenti, nonché alla difesa e alla prevenzione di danni dipendenti da fattori accidentali, nell’esercizio del sistema edilizio.

SOTTOCLASSI DI ESIGENZA

Sicurezza staticadel sistema edilizio. SOTTOCLASSI DI ESIGENZA Sicurezza agli urti Sicurezza elettrica Sicurezza alle

Sicurezza agli urtisistema edilizio. SOTTOCLASSI DI ESIGENZA Sicurezza statica Sicurezza elettrica Sicurezza alle folgorazioni Sicurezza al

Sicurezza elettricaDI ESIGENZA Sicurezza statica Sicurezza agli urti Sicurezza alle folgorazioni Sicurezza al fuoco Sicurezza

Sicurezza alle folgorazioniSicurezza statica Sicurezza agli urti Sicurezza elettrica Sicurezza al fuoco Sicurezza alle manovre Sicurezza alla

Sicurezza al fuocoagli urti Sicurezza elettrica Sicurezza alle folgorazioni Sicurezza alle manovre Sicurezza alla forma Sicurezza di

Sicurezza alle manovreelettrica Sicurezza alle folgorazioni Sicurezza al fuoco Sicurezza alla forma Sicurezza di gestione dei flussi

Sicurezza alla formaalle folgorazioni Sicurezza al fuoco Sicurezza alle manovre Sicurezza di gestione dei flussi energetici Master Real

Sicurezza di gestione dei flussi energeticifolgorazioni Sicurezza al fuoco Sicurezza alle manovre Sicurezza alla forma Master Real Estate ( fonte: UNI

Master Real Estate

alle manovre Sicurezza alla forma Sicurezza di gestione dei flussi energetici Master Real Estate ( fonte:

(fonte: UNI 8289/81)

3

Centro di competenze sulla gestione del costruito CLASSE DI ESIGENZA: BENESSERE Insieme delle condizioni relative

Centro di competenze sulla gestione del costruito

CLASSE DI ESIGENZA: BENESSERE

Insieme delle condizioni relative a stati del sistema edilizio adeguati alla vita, alla salute e allo svolgimento delle attività degli utenti.

SOTTOCLASSI DI ESIGENZA

Benessere termico (termoigrometrico)delle attività degli utenti. SOTTOCLASSI DI ESIGENZA Benessere acustico Benessere luminoso Benessere tattile

Benessere acusticoSOTTOCLASSI DI ESIGENZA Benessere termico (termoigrometrico) Benessere luminoso Benessere tattile Benessere

Benessere luminosoBenessere termico (termoigrometrico) Benessere acustico Benessere tattile Benessere respiratorio-olfattivo Benessere

Benessere tattile(termoigrometrico) Benessere acustico Benessere luminoso Benessere respiratorio-olfattivo Benessere antropodinamico

Benessere respiratorio-olfattivoBenessere acustico Benessere luminoso Benessere tattile Benessere antropodinamico Benessere psicologico Master Real

Benessere antropodinamicoluminoso Benessere tattile Benessere respiratorio-olfattivo Benessere psicologico Master Real Estate ( fonte: UNI

Benessere psicologicoBenessere tattile Benessere respiratorio-olfattivo Benessere antropodinamico Master Real Estate ( fonte: UNI 8289/81 ) 4

Master Real Estate

respiratorio-olfattivo Benessere antropodinamico Benessere psicologico Master Real Estate ( fonte: UNI 8289/81 ) 4

(fonte: UNI 8289/81)

4

Centro di competenze sulla gestione del costruito CLASSE DI ESIGENZA: FRUIBILITA’ Insieme delle condizioni relative

Centro di competenze sulla gestione del costruito

CLASSE DI ESIGENZA: FRUIBILITA’

Insieme delle condizioni relative all’attitudine del sistema edilizio a essere adeguatamente usato dagli utenti nello svolgimento delle attività

SOTTOCLASSI DI ESIGENZA

Attrezzabilitànello svolgimento delle attività SOTTOCLASSI DI ESIGENZA Comodità d’uso e di manovra Transitabilità e agibilità

Comodità d’uso e di manovradelle attività SOTTOCLASSI DI ESIGENZA Attrezzabilità Transitabilità e agibilità Flessibilità d’uso Master

Transitabilità e agibilitàDI ESIGENZA Attrezzabilità Comodità d’uso e di manovra Flessibilità d’uso Master Real Estate ( fonte: UNI

Flessibilità d’usoAttrezzabilità Comodità d’uso e di manovra Transitabilità e agibilità Master Real Estate ( fonte: UNI 8289/81

Master Real Estate

d’uso e di manovra Transitabilità e agibilità Flessibilità d’uso Master Real Estate ( fonte: UNI 8289/81

(fonte: UNI 8289/81)

5

Centro di competenze sulla gestione del costruito CLASSE DI ESIGENZA: ASPETTO Insieme delle condizioni relative

Centro di competenze sulla gestione del costruito

CLASSE DI ESIGENZA: ASPETTO

Insieme delle condizioni relative alla fruizione percettiva del sistema edilizio da parte degli utenti degli utenti.

SOTTOCLASSI DI ESIGENZA

Regolarità geometricada parte degli utenti degli utenti. SOTTOCLASSI DI ESIGENZA Attitudine a ricevere finiture diversificate Master Real

Attitudine a ricevere finiture diversificatedegli utenti degli utenti. SOTTOCLASSI DI ESIGENZA Regolarità geometrica Master Real Estate ( fonte: UNI 8289/81

Master Real Estate

ESIGENZA Regolarità geometrica Attitudine a ricevere finiture diversificate Master Real Estate ( fonte: UNI 8289/81 )

(fonte: UNI 8289/81)

6

Centro di competenze sulla gestione del costruito CLASSE DI ESIGENZA: GESTIONE Insieme delle condizioni relative

Centro di competenze sulla gestione del costruito

CLASSE DI ESIGENZA: GESTIONE

Insieme delle condizioni relative all’economia di esercizio del sistema edificio

SOTTOCLASSI DI ESIGENZA

Mantenimento dell’integritàonomia di esercizio del sistema edificio SOTTOCLASSI DI ESIGENZA Manutenzione Master Real Estate ( fonte: UNI

Manutenzionedel sistema edificio SOTTOCLASSI DI ESIGENZA Mantenimento dell’integrità Master Real Estate ( fonte: UNI 8289/81 )

Master Real Estate

edificio SOTTOCLASSI DI ESIGENZA Mantenimento dell’integrità Manutenzione Master Real Estate ( fonte: UNI 8289/81 ) 7

(fonte: UNI 8289/81)

7

Centro di competenze sulla gestione del costruito CLASSE DI ESIGENZA: INTEGRABILITA’ Insieme delle condizioni relative

Centro di competenze sulla gestione del costruito

CLASSE DI ESIGENZA: INTEGRABILITA’

Insieme delle condizioni relative all’attitudine delle unità e degli elementi del sistema edilizio a connettersi funzionalmente tra loro.

.

SOTTOCLASSI DI ESIGENZA

Integrabilità impiantisticafunzionalmente tra loro. . SOTTOCLASSI DI ESIGENZA Coordinamento dimensionale Integrabilità funzionale Master

Coordinamento dimensionaleloro. . SOTTOCLASSI DI ESIGENZA Integrabilità impiantistica Integrabilità funzionale Master Real Estate ( fonte: UNI

Integrabilità funzionaleDI ESIGENZA Integrabilità impiantistica Coordinamento dimensionale Master Real Estate ( fonte: UNI 8289/81 ) 8

Master Real Estate

impiantistica Coordinamento dimensionale Integrabilità funzionale Master Real Estate ( fonte: UNI 8289/81 ) 8

(fonte: UNI 8289/81)

8

Centro di competenze sulla gestione del costruito CLASSE DI ESIGENZA: SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE Insieme delle

Centro di competenze sulla gestione del costruito

CLASSE DI ESIGENZA: SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE

Insieme delle condizioni relative al mantenimento e al miglioramento degli stati dei sovrasistemi di cui il sistema edilizio fa parte

SOTTOCLASSI DI ESIGENZA

Controllo dell’impatto ambientaledi cui il sistema edilizio fa parte SOTTOCLASSI DI ESIGENZA Controllo dell’uso delle risorse Master Real

Controllo dell’uso delle risorseedilizio fa parte SOTTOCLASSI DI ESIGENZA Controllo dell’impatto ambientale Master Real Estate ( fonte: UNI 8289/81

Master Real Estate

Controllo dell’impatto ambientale Controllo dell’uso delle risorse Master Real Estate ( fonte: UNI 8289/81 ) 9

(fonte: UNI 8289/81)

9

Centro di competenze sulla gestione del costruito CLASSE DI ESIGENZA E SERVIZI IMPIANTISTICI Master Real

Centro di competenze sulla gestione del costruito

CLASSE DI ESIGENZA E SERVIZI IMPIANTISTICI

Centro di competenze sulla gestione del costruito CLASSE DI ESIGENZA E SERVIZI IMPIANTISTICI Master Real Estate
Centro di competenze sulla gestione del costruito CLASSE DI ESIGENZA E SERVIZI IMPIANTISTICI Master Real Estate
Centro di competenze sulla gestione del costruito IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE - REQUISITI Garantire la qualità

Centro di competenze sulla gestione del costruito

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE - REQUISITI

Garantire la qualità termoigrometrica e la salubrità (intesa come purezza dell’aria) degli spazi confinati in funzione delle attività che devono essere svolte al loro interno

.

Requisiti prestazionali

Controllo dei fattori ambientali efficiente (temperatura, umidità relativa, velocità e purezza dell’aria) efficiente (temperatura, umidità relativa, velocità e purezza dell’aria)

Sicurezza elevataumidità relativa, velocità e purezza dell’aria) Impatto acustico limitato Risparmio energetico Requisiti

Impatto acustico limitatovelocità e purezza dell’aria) Sicurezza elevata Risparmio energetico Requisiti gestionali Affidabilità dei

Risparmio energeticodell’aria) Sicurezza elevata Impatto acustico limitato Requisiti gestionali Affidabilità dei componenti e dei

elevata Impatto acustico limitato Risparmio energetico Requisiti gestionali Affidabilità dei componenti e dei

Requisiti gestionali

Affidabilità dei componenti e dei sistemiacustico limitato Risparmio energetico Requisiti gestionali Manutenibilità Flessibilità gestionale Master Real Estate

Manutenibilitàenergetico Requisiti gestionali Affidabilità dei componenti e dei sistemi Flessibilità gestionale Master Real Estate 11

Flessibilità gestionaleRisparmio energetico Requisiti gestionali Affidabilità dei componenti e dei sistemi Manutenibilità Master Real Estate 11

Master Real Estate

11

Centro di competenze sulla gestione del costruito IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE - DEFINIZIONI Master Real Estate

Centro di competenze sulla gestione del costruito

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE - DEFINIZIONI

Centro di competenze sulla gestione del costruito IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE - DEFINIZIONI Master Real Estate 12
Centro di competenze sulla gestione del costruito IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE - DEFINIZIONI Master Real Estate 12

Master Real Estate

12

Centro di competenze sulla gestione del costruito IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE - DEFINIZIONI Umidità Umidità specifica

Centro di competenze sulla gestione del costruito

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE - DEFINIZIONI

Umidità Umidità specifica specifica Temperatura Temperatura di di rugiada rugiada Temperatura Temperatura bulbo bulbo
Umidità Umidità specifica specifica
Temperatura Temperatura di di rugiada rugiada
Temperatura Temperatura bulbo bulbo umido umido
Temperatura Temperatura di di rugiada rugiada Temperatura Temperatura bulbo bulbo umido umido Master Real Estate 13

Master Real Estate

13

Centro di competenze sulla gestione del costruito IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE – GRANDEZZE E STRUMENTI Termometro

Centro di competenze sulla gestione del costruito

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE – GRANDEZZE E STRUMENTI

Termometro IR

DI CLIMATIZZAZIONE – GRANDEZZE E STRUMENTI Termometro IR Misura la temperatura superficiale delle pareti (°C)

Misura la temperatura superficiale delle pareti (°C)

Psicrometro

la temperatura superficiale delle pareti (°C) Psicrometro Misura temperature e umidità relativa (%) Anemometro

Misura temperature e umidità relativa (%)

Anemometro

Misura temperature e umidità relativa (%) Anemometro Misura la velocità dell’aria (m/s) Temperature (a bulbo

Misura la velocità dell’aria (m/s)

Temperature (a bulbo secco, a bubo umido, di rugiada, superficiale) (°C) umido, di rugiada, superficiale) (°C)

Velocità dell’aria (m/s) (m/s)

Master Real Estate

14

Centro di competenze sulla gestione del costruito IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE – GRANDEZZE E STRUMENTI Trasduttore

Centro di competenze sulla gestione del costruito

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE – GRANDEZZE E STRUMENTI

Trasduttore asimmetria temperatura radiante

Trasduttore temperatura dell’aria

Trasduttore temperatura superficiale

Trasduttore

umidità relativa

Trasduttore

velocità dell’aria

umidità relativa Trasduttore velocità dell’aria Sistema completo Convertitore Interfaccia esterna
umidità relativa Trasduttore velocità dell’aria Sistema completo Convertitore Interfaccia esterna
umidità relativa Trasduttore velocità dell’aria Sistema completo Convertitore Interfaccia esterna
umidità relativa Trasduttore velocità dell’aria Sistema completo Convertitore Interfaccia esterna
umidità relativa Trasduttore velocità dell’aria Sistema completo Convertitore Interfaccia esterna
umidità relativa Trasduttore velocità dell’aria Sistema completo Convertitore Interfaccia esterna

Sistema

completo

Convertitore

Interfaccia esterna

Sistema completo Convertitore Interfaccia esterna Convertitore Analogico/Digitale D/A • Convertitore di

Convertitore Analogico/Digitale

D/A • Convertitore di unità • Linearizzazione • Segnale di calibrazione • Selettore del modo
D/A
• Convertitore di unità
• Linearizzazione
• Segnale di calibrazione
• Selettore del modo

Microcomputer

• Orologio

• Calcolatore statistico

• Memoria

Tastiera Display
Tastiera
Display

Pannello frontale

Master Real Estate

15

Centro di competenze sulla gestione del costruito IMPIANTI DI CLIMATIZZAZION E – LE ZONE DEL

Centro di competenze sulla gestione del costruito

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE – LE ZONE DEL BENESSERE

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZION E – LE ZONE DEL BENESSERE I fattori che interagisco no nella definizione

I fattori che interagiscono nella definizione del benessere termico sono molteplici e dipendono sia dalle condizioni ambientali che da quelle individuali:

• Temperatura, umidità e velocità dell’aria

• Temperatura media radiante delle pareti

• Abbigliamento individuo e attività svolta

Master Real Estate

Benessere estivo

Benessere invernale

delle pareti • Abbigliamento individuo e attività svolta Master Real Estate Benessere estivo Benessere invernale 16

16

Centro di competenze sulla gestione del costruito IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE – BENESSERE TERMICO “Atteggiamento

Centro di competenze sulla gestione del costruito

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE – BENESSERE TERMICO

“Atteggiamento mentale di soddisfazione per l’ambiente dal punto di vista termico”

(UNI EN-ISO-7730)

UTENTE Abbigliamento attività PMV PPD Temperatura media radiante delle pareti Temperatura Umidità relativa
UTENTE
Abbigliamento
attività
PMV
PPD
Temperatura
media
radiante
delle pareti
Temperatura
Umidità relativa
Velocità dell’aria
Temperatura Umidità relativa Velocità dell’aria Indicatori del comfort: PMV – Voto medio prevosto PPD

Indicatori del comfort:

PMV – Voto medio prevosto PPD – percentuale di insoddisfatti

IMPIANTI ED EDIFICIO

IMPIANTI

Master Real Estate

17

Centro di competenze sulla gestione del costruito IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE – BENESSERE TERMICO PMV (Predicted

Centro di competenze sulla gestione del costruito

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE – BENESSERE TERMICO

PMV (Predicted Mean Vote) Varia da -3 a +3 Le condizioni ideali si ottengono con:
PMV (Predicted Mean Vote)
Varia da -3 a +3
Le condizioni ideali si ottengono
con:
PMV compreso tra -0,5 e 0,5
(ISO Standard 7730)
PPD (Predicted Percentage of
Dissatisfied)
Varia da 0 a 100
Secondo le ISO Standard 7730
PPD deve essere inferiore al 10%

Master Real Estate

18

Centro di competenze sulla gestione del costruito IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE - REQUISITI Garantire il comfort

Centro di competenze sulla gestione del costruito

IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE - REQUISITI

Garantire il comfort illuminotecnico in funzione delle attività che devono essere svolte (compito visivo) all’interno e all’esterni dell’edificio

.

Requisiti prestazionali

Controllo dei fattori ambientali (illuminamento, luminanza, contro llo dell’abbagliamento, resa del colore) (illuminamento, luminanza, controllo dell’abbagliamento, resa del colore)

Risparmio energeticocontro llo dell’abbagliamento, resa del colore) Requisiti gestionali Affidabilità dei componenti e dei

dell’abbagliamento, resa del colore) Risparmio energetico Requisiti gestionali Affidabilità dei componenti e dei

Requisiti gestionali

Affidabilità dei componenti e dei sistemidell’abbagliamento, resa del colore) Risparmio energetico Requisiti gestionali Manutenibilità Master Real Estate 19

Manutenibilitàdel colore) Risparmio energetico Requisiti gestionali Affidabilità dei componenti e dei sistemi Master Real Estate 19

Master Real Estate

19

Centro di competenze sulla gestione del costruito IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE – GRANDEZZE E STRUMENTI Luxmetro

Centro di competenze sulla gestione del costruito

IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE – GRANDEZZE E STRUMENTI

Luxmetro

IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE – GRANDEZZE E STRUMENTI Luxmetro Misura l’illuminamento (lx) Fotometro Misura

Misura l’illuminamento (lx)

Fotometro

E STRUMENTI Luxmetro Misura l’illuminamento (lx) Fotometro Misura illuminamento, luminanza, radianza IR e UV

Misura illuminamento, luminanza, radianza IR e UV

Intensità luminosa (cd): esprime la quantità di energia luminosa emessa in una specifica direzione Illuminamento (lx): esprime (cd): esprime la quantità di energia luminosa emessa in una specifica direzione
di energia luminosa emessa in una specifica direzione Illuminamento (lx): esprime l’entità della luce che Illuminamento (lx): esprime l’entità della luce che investe una certa superficie

Luminanza (cd/m 2 ): esprime l’entità ella luce emessa da u na sorgente di dimensioni estese (cd/m 2 ): esprime l’entità ella luce emessa da una sorgente di dimensioni estese nella direzione dell’osservatore

20

Master Real Estate

Centro di competenze sulla gestione del costruito IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE – EFFICIENZA ENERGETICA   Efficienza

Centro di competenze sulla gestione del costruito

IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE – EFFICIENZA ENERGETICA

 

Efficienza

Resa

 

Temp.

Tempo di

Tipo di lampada

(lm/W)

cro-

Durata media

di colore

accensione

matica

(ore)

(K)

(minuti)

(Ra)

ad incandescenza

10÷20

100

1.000

2.700÷3.000

0

alogene a tensione di rete

13÷22

100

2.000

3.000

0

alogene con riflettore incorporato a bassissima tensione

17÷18

100

3.000

3.000

0

tubolari fluorescenti

50÷95

85÷96

5.000÷7.500

3.000÷6.300

0

fluorescenti compatte

50÷70

85÷98

5.000

2.700÷5.400

0

ai vapori di mercurio ad alta pressione

30÷60

<65

10.000÷12.000

3.000÷4.200

4÷6

ai vapori di mercurio a luce miscelata

30÷50

45÷75

5.000÷10.000

3.000÷4.200

4÷6

ad alogenuri metallici

80÷95

65÷95

6.000

2.700÷3.000

4÷6

al sodio ad alta pressione

90÷120

20÷80

5.000÷12.000

2.000÷2.500

1÷5

a vapori di sodio a bassa pressione

180

0

8.000÷10.000

1.700

9÷12

ad induzione

65

85

60.000

3.000÷4.000

0

1.700 9 ÷ 12 ad induzione 65 85 60.000 3.000 ÷ 4.000 0 Consumo Resa Master

Consumo

Resa

Master Real Estate

1.700 9 ÷ 12 ad induzione 65 85 60.000 3.000 ÷ 4.000 0 Consumo Resa Master
1.700 9 ÷ 12 ad induzione 65 85 60.000 3.000 ÷ 4.000 0 Consumo Resa Master
1.700 9 ÷ 12 ad induzione 65 85 60.000 3.000 ÷ 4.000 0 Consumo Resa Master
1.700 9 ÷ 12 ad induzione 65 85 60.000 3.000 ÷ 4.000 0 Consumo Resa Master

21

Centro di competenze sulla gestione del costruito IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE – CRITERI PROGETTUALI Quantità di

Centro di competenze sulla gestione del costruito

IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE – CRITERI PROGETTUALI

Quantità di luce: esprime la possibilità di svolgere un determinato compito Quantità di luce : esprime la possibilità di svo visivo visivo

delle

condizioni luminose in un ambientedi svo lgere un determinato compito visivo delle Grado di diffusione della luce : si riferisce

Grado di diffusione della luce: si riferisce alla direzionalità della luce, ai Grado di diffusione della luce possibili effetti d’ombra ottenibili in uno spazio e alla forza delle possibili effetti d’ombra ottenibili in uno spazio e alla forza delle ombre

Provenienza della luce: definisce la direzione delle ombre e quindi quale Provenienza della luce parte degli oggetti risulterà in ombra; parte degli oggetti risulterà in ombra;

Colore della luce: si riferisce al colore della luce prodotta dai dispositivi

d’illuminazione utilizzati e dalla sua capacità di modificare la percezione degli oggetti presenti nel campo visivo a capacità di modificare la percezione degli oggetti presenti nel campo visivo

Variabilità delle condizioni di luce: esprime come e quanto le condizioni Variabilità delle condizioni di luce della luce siano stabili o variabili nel tempo della luce siano stabili o variabili nel tempo

Variazione

spaziale

del

livello

luminoso:

esprime

la

gerarchia

Master Real Estate

22

Centro di competenze sulla gestione del costruito PARAMETRI AMBIENTALI DI RIFERIMENTO - RESIDENZE Indici di

Centro di competenze sulla gestione del costruito

PARAMETRI AMBIENTALI DI RIFERIMENTO - RESIDENZE

Indici di affollamento

Soggiorni, camere letto

 

0,04 persone/m 2

 

Requisiti termoigrometrici

Temperatura ambiente invernale

 

20÷21 °C

Umidità relativa interna invernale

 

35÷45 %

Temperatura ambiente estiva

 

25÷26 °C

Umidità relativa interna estiva

 

45÷55 %

Portata d’aria esterna o di estrazione soggiorni, camere da letto cucina bagni NON AERATI DIRETTAMENTE

 

27÷40 m 3 /h a persona sola estrazione sola estrazione (5 vol/h)*

Velocità dell’aria consentita riscaldamento raffrescamento

   

0,05÷0,15 m/s

 

0,05÷0,20 m/s

Ambiente da illuminare

Illuminamento

Tonalità

Indice di

Classe di

di esercizio

di colore

resa

abbagliamento

(lx)

(W - calda; I- neutra; C- fredda)

cromatica

(G)

(Ra’)

zona di conversazione o passaggio cucina zona dei pasti bagno, illuminazione generale bagno, zona specchio camere, illuminazione generale camere, letti camere, zona armadi

50-100-150

W

1A

A

200-300-500

W

1A

A

100-150-200

W

1A

A

50-100-150

W

1A

B

200-300-500

W

1A

B

50-100-150

W

1A

B

200-300-500

W

1A

B

200-300-500

W

1A

B

Master Real Estate

scale, ascensori

100-150-200

W,I

2

D

Estate scale, ascensori 100-150-200 W,I 2 D * Valore indicativo, fare riferimento ai regolamenti

* Valore indicativo, fare riferimento ai regolamenti edilizi e d’igiene Indici di affollamento e requisiti termoigrometrici per gli edifici residenziali (fonte: elaborazione da UNI 10339 e da riferimenti legislativi in vigore)

Requisiti illuminotecnici per gli

edifici residenziali. (fonte: UNI

10380)

23

Centro di competenze sulla gestione del costruito PARAMETRI AMBIENTALI DI RIFERIMENTO - UFFICI Indici di

Centro di competenze sulla gestione del costruito

PARAMETRI AMBIENTALI DI RIFERIMENTO - UFFICI

Indici di affollamento

Uffici singoli Uffici open-space Locali riunione Centri elaborazione dati

persone/m 2

persone/m 2

persone/m 2

persone/m 2

Requisiti termoigrometrici

Temperatura ambiente invernale

20÷21 °C

Umidità relativa interna invernale

35÷45 %

Temperatura ambiente estiva

25÷26 °C

Umidità relativa interna estiva

45÷55 %

Portata d’aria esterna o di estrazione uffici singoli uffici open-space locali riunione centri elaborazione dati servizi (sola estrazione)

39,6 m 3 /h a persona (*) 39,6 m 3 /h a persona (*) 36 m 3 /h a persona (*) 25,2 m 3 /h a persona (*) 8 vol/h (*)

Velocità dell’aria consentita riscaldamento raffrescamento

0,05÷0,15 m/s

0,05÷0,20 m/s

Ambiente da illuminare

Illuminamento di

Tonalità

Ra’

G

esercizio (lx)

di

colore

uffici generici, dattilografia, sale computer uffici per disegnatori e per progettazione sale per riunioni scale, ascensori

300-500-750

W,I

1B

B

500-750-1000

W,I

1B

B

300-500-750

W,I

1B

B

100-150-200

W ,I

2

D

Master Real Estate

1B B 100-150-200 W ,I 2 D Master Real Estate Indici di affollamento e requisiti termoigrometrici

Indici di affollamento e requisiti termoigrometrici per gli edifici per uffici (fonte: elaborazione da UNI

10339 e da riferimenti legislativi in vigore)

Requisiti illuminotecnici

per gli edifici per uffici.

(fonte: UNI 10380)

24

Centro di competenze sulla gestione del costruito L’INVOLUCRO COME INTERFACCIA TRA ARCHITETTURA E IMPIANTI griglia

Centro di competenze sulla gestione del costruito

L’INVOLUCRO COME INTERFACCIA TRA ARCHITETTURA E IMPIANTI

L’INVOLUCRO COME INTERFACCIA TRA ARCHITETTURA E IMPIANTI griglia pelle esterna intercapedine schermatura
griglia pelle esterna intercapedine
griglia
pelle esterna
intercapedine

schermatura solare

griglia pelle esterna intercapedine schermatura solare p e l l e interna aperture spessore minimo =

pelle

interna

aperture

spessore minimo = 1/3

2/3
2/3

Schema tipo di intercapedine a ventilazione naturale

Master Real Estate

25