Sei sulla pagina 1di 5

Energia idroelettrica

Una centrale idroelettrica un insieme macchine di ingegneria


idraulica posizionate in successione tra loro allo scopo di ottenere la
produzione di energia elettrica da masse di acqua in movimento.
Esistono vari tipi di centrale:
Centrali a salto che sfruttano grandi altezze di caduta disponibili nelle
regioni montane.
Centrali ad acqua fluente sfruttano invece grandi masse di acqua fluviale
che superano piccoli dislivelli; per far questo per il fiume deve avere
una portata considerevole e un regime costante.
Entrambi le centrali sfruttano gli stessi principi fisici ottenendo cos la
stessa finalit.
Le centrali a salto sono munite di una diga (sbarramento) che intercetta il
corso d'acqua creando un invaso che pu essere un serbatoio, o

itazionale il lavoro che compie la forza peso per portare un corpo da una quota a ad una
un bacino, dove viene tenuto un livello pressoch' costante dell'acqua.
Questo permette di sfruttare il principio dellenergia potenziale
gravitazionale.
Lenergia potenziale gravitazionale pari allenergia da applicare su un
corpo per spostarlo verticalmente dal basso verso laltro. Infatti
questenergia di spostamento intesa come lavoro (energia), e

cinetica lenergia che possiede un corpo per il movimento che ha o che acquista.
questenergia non si annulla ma si conserva sotto forma di energia
potenziale. Quindi il bacino dacqua (corpo) che viene portato ad una
certa altezza tramite la diga, possiede lenergia potenziale massima
perch si trova allaltezza h=0 (punto soggettivo). Lacqua sar
convogliata nei canali di derivazione portandola da unaltezza h=0
allaltezza del suolo trasformando cos lenergia potenziale in energia
cinetica.

Quindi tramite la differenza di altezze che consentono il movimento


dellacqua associato alla caduta dei corpi della forza gravitazionale
(aumento della velocit al passare del tempo), consente il passaggio da
energia potenziale a cinetica. Se nellaltezza h=0 lenergia potenziale era
massima e la cinetica minima, ora invece allaltezza del suolo
lincontrario. C da definire per che la somma di queste due energie
danno come soluzione lenergia meccanica ovvero lenergia
fondamentale che permetter la formazione di energia elettrica tramite
specifiche apparecchiature.

Lacqua dopo esser convogliata nei canali di derivazione sar trasportata


fino al pozzo piezometrico.
Il pozzo piezometrico un pozzo verticale che si utilizza nelle centrali
idroelettriche.

Serve a proteggere le turbine poste a valle dal colpo dariete. Il corpo


dariete si verifica quando si ha la chiusura repentina di una valvola o
viceversa lapertura improvvisa di questultima. Quindi affinch la
pressione sia sempre la stessa e che non si verifichino deformazioni
dovute alle spinte dellacqua, il pozzo piezometrico rende costante
landamento dellacqua rendendo disponibili quantit immediate o
viceversa riducendone il flusso. Superato il pozzo piezometrico, lacqua
trasportata dalle condotte forzate, che sfruttano un ampio dislivello in
modo che lacqua acquisti grazie alla pressione una velocit maggiore,
portandola fino alla centrale dove sar convogliata nella turbina.

La turbina pu esser indicata anche come levoluzione delle pale dei


mulini di un tempo che usavano lacqua come fonte motrice per la

macina. La turbina formata da parti fisse come il distributore (statore) e


da parti mobili come il girante (rotore). Il fluido (acqua) agisce sulla
palettatura mettendola in moto e cedendo energia meccanica al rotore.
Inoltre tutte le turbine presentano una cassa chiamata parte statorica,
che ha il compito di indirizzare o regolare il flusso.

Insieme alla turbina collegato lalternatore tramite lalbero (asse), che


permette il passaggio da energia meccanica (di rotazione) a energia
elettrica. Anche nellalternatore, le componenti principali sono lo statore
e il rotore che permettono la conversione in energia elettrica tramite la
legge di Faraday. Inoltre questo tipo di conversione chiamata anche
elettromeccanica, porta anche a buoni rendimenti che si avvicinano al
100%. Dopo la conversione in energia elettrica, ora lenergia deve esser
trasportata a grande distanza.

Si utilizza il trasformatore, un componente formato da un nucleo di ferro


avvolto da due spire di rame (uno riceve energia dalla linea di
alimentazione, mentre laltro collegato ai circuiti di utilizzazione) . Il
trasformatore infatti permette il trasporto di energia elettrica da un
circuito ad un altro modificandone le caratteristiche (abbassa lintensit
della corrente aumentandone la tensione). La corrente passata quindi
tramite cavi e tralicci che ne consentono il passaggio fino al luogo
desiderato, dove sar presente un nuovo trasformatore che alzer
lintensit e abbasser la tensione in modo da permettere alla corrente di
esser sfruttata per luso quotidiano. Lacqua che per stata utilizzata,
pu esser riutilizzata perch viene restituita in alveo tramite strutture
che sfruttano il minimo della corrente generata durante il giorno per
poter pomparla nei canali di derivazione del verso opposto (verso la
diga).