Sei sulla pagina 1di 10

FOGLIO INFORMATIVO

MUTUO PENSANDO AL FUTURO LTV < = 80%

IPO00187

Mutuo ipotecario destinato a persone fisiche clienti o potenziali clienti della Banca.
Una formula pensata per accompagnare i clienti o potenziali clienti della Banca nellacquisto, costruzione,
ristrutturazione della prima casa agevolandoli nella fase iniziale dellinvestimento.

INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO

RovigoBanca Credito Cooperativo Societ Cooperativa


Sede legale/amministrativa: Via Casalini, n. 10 - 45100 ROVIGO
Tel.: 0425-427811 - Fax: 0425-28005
Email: segreteria@rovigobanca.it - PEC: segreteria@pec.rovigobanca.it
Sito internet: www.rovigobanca.it
Cod. ABI 08986.2 - Codice Fiscale/P.Iva 01088920291
Iscritta allAlbo delle banche tenuto dalla Banca dItalia al n. 5359.5
Iscritta allAlbo delle societ cooperative n. A156645
Registro delle Imprese della CCIAA di Rovigo REA n. 125998
Aderente al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo
e al Fondo di Garanzia degli Obbligazionisti del Credito Cooperativo

CHE COS'E' IL MUTUO


Il mutuo un finanziamento a medio-lungo termine. In genere la sua durata va da un minimo di 5 a un massimo di 30
anni.
Di solito viene richiesto per acquistare, ristrutturare o costruire un immobile. Pu servire anche per sostituire o
rifinanziare mutui gi ottenuti per le stesse finalit.
Il mutuo pu essere garantito da ipoteca su un immobile e in questo caso si chiama ipotecario.
Il cliente rimborsa il mutuo con il pagamento periodico di rate, comprensive di capitale e interessi, secondo un tasso
che pu essere fisso, variabile, misto o di due tipi. Le rate possono essere mensili, trimestrali, semestrali o annuali.

I TIPI DI MUTUO E I LORO RISCHI


Mutuo a tasso fisso
Rimangono fissi per tutta la durata del mutuo sia il tasso di interesse sia limporto delle singole rate.
Lo svantaggio non poter sfruttare eventuali riduzioni dei tassi di mercato.
Il tasso fisso consigliabile a chi vuole essere certo, sin dal momento della firma del contratto, della misura del tasso,
degli importi delle singole rate, e dellammontare complessivo del debito da restituire, indipendentemente dalle
variazioni delle condizioni di mercato.

Mutuo a tasso variabile


Rispetto al tasso iniziale, il tasso di interesse pu variare, con cadenze prestabilite, secondo landamento di uno o pi
parametri di indicizzazione (ad esempio il tasso Euribor) fissati nel contratto.
Il rischio principale laumento imprevedibile e consistente dellimporto o del numero delle rate.
Il tasso variabile consigliabile a chi vuole un tasso sempre in linea con landamento del mercato e pu sostenere
eventuali aumenti dellimporto delle rate.

Mutuo a tasso variabile con CAP e FLOOR


Rispetto al tasso iniziale, il tasso di interesse pu variare, con cadenze prestabilite, secondo landamento di uno o pi
parametri di indicizzazione fissati nel contratto. Il rischio principale laumento imprevedibile e consistente dellimporto
o del numero delle rate. Nel caso del mutuo con CAP, il tasso di interesse varia in relazione allandamento dei
mercati finanziari, secondo il parametro di riferimento stabilito contrattualmente, ma nel periodo previsto non potr
superare il tasso massimo contrattualizzato (CAP). Nel caso del mutuo con FLOOR, il tasso di interesse varia in
relazione allandamento dei mercati finanziari, secondo il parametro di riferimento stabilito contrattualmente, ma nel
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 01/05/2016

(ZF/000007068)

Pagina 1 di 10

periodo previsto non potr essere inferiore al tasso minimo contrattualizzato (FLOOR). Il tasso variabile consigliabile
a chi vuole un tasso sempre in linea con landamento del mercato e pu sostenere eventuali aumenti, anche
significativi, dellimporto delle rate. In particolare, il mutuo con CAP consigliabile a chi desidera avere in pi la
sicurezza di conoscere il valore massimo che il tasso di ammortamento pu raggiungere, in quanto stabilito in
contratto.

Mutuo a tasso misto


Il tasso di interesse pu passare da fisso a variabile (o viceversa) a scadenze e/o a condizioni stabilite nel contratto.
Il contratto indica se questo passaggio dipende o meno dalla scelta del cliente e secondo quali modalit la scelta
avviene.
Vantaggi e svantaggi sono alternativamente quelli del tasso fisso o del tasso variabile.
Il tasso misto consigliabile a chi al momento della stipula preferisce non prendere ancora una decisione definitiva sul
tipo di tasso.

Mutuo a due tipi di tasso


Il mutuo suddiviso in due parti: una con il tasso fisso, una con il tasso variabile.
Il doppio tasso consigliabile a chi preferisce una soluzione intermedia tra il tasso fisso e il tasso variabile,
equilibrando vantaggi e svantaggi di ciascuno.

CHE COS'E' IL MUTUO PENSANDO AL FUTURO LTV < = 80%


Il mutuo PENSANDO AL FUTURO un finanziamento a medio-lungo termine, garantito da ipoteca sostanziale di
primo grado sullimmobile. La sua durata va da un minimo di 5 ad un massimo di 25 anni.
E destinato ad acquisto, costruzione o ristrutturazione dellabitazione principale, intendendosi quella nella quale la
persona fisica, che la possiede a titolo di propriet o altro diritto reale, o i suoi familiari, dimorano abitualmente.
Con il contratto di mutuo ipotecario la banca consegna una somma di denaro al cliente che si impegna a rimborsarla,
unitamente agli interessi, secondo un piano di ammortamento definito al momento della stipula del contratto stesso.
Il rimborso del mutuo ipotecario PENSANDO AL FUTURO avviene mediante il pagamento periodico di rate
comprensive di capitale e interessi, ad un tasso fisso per il primo anno, variabile in base allEuribor negli anni
successivi. Le rate sono mensili. Nellipotesi che il cliente non riesca, per qualunque motivo, a restituire la somma
ricevuta dalla banca, questa potr procedere alla vendita dellimmobile ricevuto in ipoteca al fine di soddisfare il proprio
credito.
Al cliente viene reso noto il tasso annuo effettivo globale (TAEG), cio un indice che esprime il costo complessivo del
credito a suo carico espresso in percentuale annua del credito concesso.
A copertura del rimborso del credito derivante dal finanziamento il cliente ha la possibilit di aderire ad una polizza
assicurativa a fronte dei rischi morte per infortunio e malattia o invalidit totale e permanente da infortunio e malattia
calcolato in percentuale del capitale assicurato per la durata del finanziamento. Per le coperture assicurative
consultare gli estratti delle polizze disponibili presso le Filiali della Banca.

Rischi specifici legati alla tipologia di contratto


La presente tipologia di mutuo non include componenti derivative anche implicite.
Tra i principali ulteriori rischi, vanno tenuti presenti:
in presenza di un giustificato motivo, la banca pu variare in senso sfavorevole le condizioni economiche applicate
al mutuo (ad esempio aumento di commissioni o spese);
la banca pu sciogliere il contratto per ritardato o mancato pagamento anche solo di una rata. Lo scioglimento del
contratto comporta la restituzione immediata del debito residuo;
se il cliente non pu saldare il debito, la banca pu agire in via giudiziaria. Se c un fideiussore, anche lui tenuto
a rimborsare quanto dovuto;
lintermediario pu inoltre segnalare il cliente non affidabile alla Centrale dei Rischi, segnalazione che
compromette la possibilit di ottenere finanziamenti in futuro.
Per saperne di pi:
La Guida pratica al mutuo, che aiuta a orientarsi nella scelta, disponibile sul sito www.bancaditalia.it, presso tutte le
filiali della banca e sul sito della banca www.rovigobanca.it.

PRINCIPALI CONDIZIONI ECONOMICHE

QUANTO PU COSTARE IL MUTUO IPOTECARIO


Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)
Nel caso di mutui che prevedono un tasso variabile, il TAEG ha valore puramente esemplificativo, essendo

FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 01/05/2016

(ZF/000007068)

Pagina 2 di 10

calcolato sulla base di un valore iniziale del tasso ed ipotizzando che questultimo rimanga immutato per tutta la
durata del contratto.
Capitale: 100.000,00
Durata del finanziamento (anni): 10
T.A.E.G.: 2,13%
Oltre al TAEG vanno considerati altri costi, quali le spese e le imposte per la stipula del contratto e liscrizione
dellipoteca, nonch le spese di assicurazione dellimmobile ipotecato.
Importo massimo finanziabile

Massimo 300.000,00

Durata

Massimo 25 anni

TASSI
1%
Minimo: 1%
Tasso Di Interesse, Parametro Di Indicizzazione E
Valore effettivo attualmente pari a: 1%
Spread
Dopo il primo anno: EURIBOR 365 3M MMMP ARR. 0,10
SUP. + 1,95 punti perc. con un minimo del 1,95%.

Tasso Di Interesse Di Preammortamento

1%
Minimo: 1%
Valore effettivo attualmente pari a: 1%
Dopo il primo anno: EURIBOR 365 3M MMMP ARR. 0,10
SUP. + 1,95 punti perc. con un minimo del 1,95%.

Tasso Di Mora

3 punti percentuali
in pi del tasso in vigore

SPESE
Spese per la stipula del contratto
Spese Istruttoria

Spese Perizia

Vedere il dettaglio nella sezione ALTRE SPESE DA


SOSTENERE.

600,00

Coperture Assicurative Complessive

Vedere il dettaglio nella sezione ALTRE SPESE DA


SOSTENERE.

Min. . 100,00 Max. . 400,00 pi spese di trasferta


Spese Intervento Procuratore (per la sottoscrizione di atti
applicando le tariffe ACI ai km percorsi e rimborso a pi di
notarili effettuati al di fuori dei locali della Banca)
lista in caso di pernottamento
Abbandono Domanda Di Finanziamento

0,2% con un minimo di 50,00 ed un massimo di 150,00

Spese per la gestione del rapporto


Gestione Pratica

Non prevista

Spese Incasso Rata - Pagamento Per Cassa


Spese Incasso Rata - Addebito Diretto
RovigoBanca
Spese Incasso Rata - Tramite SDD

5,00

c/c

2,50

Su

7,00

Spese Per Avvisi

5,00

Spese Per Primo Sollecito

5,00

Spese Per Secondo Sollecito

10,00

Trasparenza Documentazione Periodica - Posta

2,50

Trasparenza Documentazione Periodica - On Line

0,00

Se le condizioni economiche in vigore a fine anno non sono cambiate rispetto alla comunicazione precedente, il
documento di sintesi non verr inviato. Il cliente potr, comunque, in qualsiasi momento ottenere gratuitamente copia
del documento di sintesi con le condizioni economiche in vigore. Qualora il cliente abbia scelto il regime di
comunicazioni telematiche, potr richiedere il documento di sintesi aggiornato in qualsiasi momento tramite il servizio
di Banca Virtuale o ottenerne tempestivamente copia per posta elettronica.
Invio Documenti Variazione Condizioni

0,00

Informativa Precontrattuale

0,00

FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 01/05/2016

(ZF/000007068)

Pagina 3 di 10

Spese Per Restrizione Ipotecaria

100,00 oltre alle spese e competenze notarili

Spese Rinnovo Ipoteca

150,00 oltre alle spese e competenze notarili

Cancellazione Ipoteca A Mezzo Atto Notarile (su richiesta


del mutuatario)
Cancellazione Ipoteca Con Procedura Art. 13 L.49/2007
(decreto Bersani bis)
Estensioni Ipotecarie

150,00 per unit immobiliare oltre alle spese e


competenze notarili

Spese Di Espromissione

0,25% sull'importo espromesso

Spese Di Frazionamento

50,00 per ogni quota, con un minimo di 150,00 ed un


massimo di 1.000,00

0,00
250,00 oltre alle spese e competenze notarili

Commissione Di Rinegoziazione
1,00% su capitale residuo con un minimo di 200,00
Spese Variazione Durata Mutuo/Riduzione Somma Per 200,00 oltre alle spese e competenze notarili
La Quale L'Ipoteca E' Iscritta

200,00
Accollo Mutuo
(oltre alle spese e competenze notarili, ove previste)
Sospensione Pagamento Rate

30,00 salvo le richieste di sospensione rientranti


nell'ambito di specifici accordi istituzionali, per le quali
saranno applicabili le regole ivi previste

Stampa Elenco Condizioni

Penale Per Estinzione Anticipata Mutuo

0,00
(sull'importo del capitale estinto anticipatamente, dovuta
anche in caso di risoluzione). Non applicata se ricorrono i
casi previsti dall'art. 7 della L. 49/2007 (Decreto Bersani
bis) fatti salvi i limiti di cui all'accordo ABI-Consumatori del
maggio 2007

Penale Per Decurtazione

0%
(sull'importo del capitale decurtato). Non applicata se
ricorrono i casi previsti dall'art. 7 della L. 49/2007 (Decreto
Bersani bis), fatti salvi i limiti di cui all'accordo ABIConsumatori del maggio 2007

1,00

PIANO DI AMMORTAMENTO
Tipo Di Ammortamento

FRANCESE A RATE COST. POSTIC.

Tipologia Di Rata

COSTANTE

Periodicit Delle Rate

MENSILE

Modalit Pagamento Interessi

INTERESSI POSTICIPATI

Modalit Calcolo Interessi

MATEMATICA

Tipo Calendario

GIORNI COMMERCIALI / 360

ULTIME RILEVAZIONI DEL PARAMETRO DI RIFERIMENTO


EURIBOR 365 3M MMMP ARR. 0,10 SUPERIORE
Valore medio mensile dellEURIBOR (Euro Interbank Offered Rate) a 3 mesi calcolato secondo il criterio di calcolo
giorni effettivi/365, riferito al mese precedente quello di applicazione, pubblicato di norma su Il Sole-24 Ore ovvero su
altre pubblicazioni equipollenti, arrotondato ai 10 centesimi superiori.
La revisione del parametro di riferimento cos calcolato avr effetto dal primo giorno di ogni mese.

EURIBOR 365 3M MMMP ARR. 0,10 SUPERIORE


Data

Valore

01.05.2016

-0,2%

01.04.2016

-0,2%

01.03.2016

-0,1%

Prima della conclusione del contratto consigliabile prendere visione del piano di ammortamento
personalizzato allegato al documento di sintesi.
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 01/05/2016

(ZF/000007068)

Pagina 4 di 10

CALCOLO ESEMPLIFICATIVO DELL'IMPORTO DELLA RATA


Tasso di
applicato

1%
1%
1%
1%
1%

interesse Durata
del Importo della
finanziamento (anni)
mensile
per
capitale
di:
100.000,00
5
1.709,37
10

876,04
15

598,49
20

459,89
25

376,87

rata Se
il
tasso
di Se
il
tasso
di
un interesse aumenta del interesse diminuisce
2% dopo 2 anni
del 2% dopo 2 anni

1.790,71
979,87
712,83
581,70
504,90

1.709,37
876,04
598,49
459,89
376,87

La variazione + 2% e 2% vale solo per i mutui che hanno una componente variabile al momento della stipula.

Il Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM) previsto dallart. 2 della legge sullusura (l. n. 108/1996), relativo ai contratti
di mutuo, pu essere consultato in filiale e sul sito internet (www.rovigobanca.it).

SERVIZI ACCESSORI
Spese Per Rilascio Certificazione Interessi

15,00

Spese Per Ricerca E Copia Documentazione (per singolo Recupero


spese
effettivamente
documento)
preventivamente comunicate
Spese Per Dichiarazione Di Sussistenza Debito/Credito

sostenute

100,00

ALTRE SPESE DA SOSTENERE


Al momento della stipula del mutuo il cliente deve sostenere costi relativi a servizi prestati da soggetti terzi:
Spese perizia (*)
(*) Voce di spesa a carico del cliente, necessaria per la valutazione dellimmobile e riconosciuta al soggetto (societ o
singolo perito) che la esegue.
Per tipologia mutuo ipotecario prima casa privati sar affidata ad un perito, scelto nellambito dellelenco dei
soggetti accettati o indicati dalla Banca disponibile presso tutte le Filiali, con una spesa massima di 300,00; nel
caso di S.A.L. (stato avanzamento lavori) prevista una spesa aggiuntiva massima di 220,00 per ogni S.A.L.
Per tutte le altre tipologie sar affidata ad una societ di valutazione immobiliare indicata dalla Banca, per una
spesa cos determinata:
Scaglioni
Importo finanziato
fino a 363.000
da 363.001 a 1.210.000
da 1.210.001 a 2.420.000
da 2.420.001 a 4.840.000
oltre 4.840.000

Tipologia dellimmobile (prima valutazione)


Residenziale Terziario/Industriale Commerciale/Ricettivo
455,00
795,00
1.135,00
1.590,00
a preventivo

475,00
810,00
1.135,00
1.745,00
a preventivo

500,00
870,00
1.250,00
1.745,00
a preventivo

S.A.L.
Tutte le
tipologie
220,00
220,00
220,00
220,00
a preventivo

Coperture Assicurative Obbligatorie

Il cliente tenuto a stipulare una Polizza Assicurativa


Incendio fabbricati che copra tutti i rischi materiali e diretti
che possono riguardare il FABBRICATO. La polizza dovr
essere commisurata al valore ipotecario del bene immobile
dato in garanzia.

Imposta Di Bollo

Come da legge attualmente in vigore

Aliquota D.P.R. 601

0,25%, 2,00% o esente secondo la prescrizione di legge

Imposta D.P.R. 601

Importo calcolato in base all'aliquota

FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 01/05/2016

(ZF/000007068)

Pagina 5 di 10

TEMPI DI EROGAZIONE
Durata Dell'istruttoria

Entro 60 giorni dalla presentazione della documentazione


completa

Disponibilit Dell'importo

Stesso giorno della stipula

ALTRO
Imposte E Tasse Presenti E Future

A carico del cliente, secondo legge

Recupero Delle Spese Di "Trasparenza"

In occasione
comunicazione

Grado Dell'ipoteca A Garanzia

1 grado

della

prima

rata

successiva

alla

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE

La/e polizza/e assicurativa/e accessoria/e al finanziamento /sono facoltativa/e e non


indispensabile/i per ottenere il finanziamento alle condizioni proposte.
Per maggiori informazioni sulla polizza assicurativa e in particolare sul dettaglio delle coperture, dei relativi limiti, dei
costi, della facolt di recesso e delle retrocessioni riconosciute allintermediario, si rimanda al rispettivo Fascicolo
Informativo, disponibile sul sito internet della Compagnia di assicurazione o che pu essere richiesto dal cliente presso
le filiali della banca stessa.
In caso di estinzione anticipata, i costi assicurativi saranno rimborsati, per la parte di premio non goduta, secondo le
modalit disciplinate nel contratto di assicurazione.
L'importo della rata qui riportato relativo al premio assicurativo che dovrebbe essere corrisposto dal cliente nel caso
in cui abbia gi sottoscritto la polizza assicurativa facoltativa e potrebbe dunque subire una lieve variazione se la
stessa polizza assicurativa fosse stipulata nei giorni successivi alla stipula del finanziamento.
Nel caso in cui non sia stata sottoscritta una polizza assicurativa facoltativa, oppure sia stata sottoscritta una polizza
assicurativa facoltativa ma non sia stata finanziata, limporto della rata qui sotto riportato corrisponde a quello della
rata prevista nel piano di ammortamento relativo al finanziamento erogato.
Tasso di
applicato

1%

interesse Durata
del Importo della
finanziamento (anni)
mensile
per
capitale
di:
5.000,00
25

18,84

rata Se
il
tasso
di Se
il
tasso
di
un interesse aumenta del interesse diminuisce
2% dopo 2 anni
del 2% dopo 2 anni

25,25

18,84

ESTINZIONE ANTICIPATA, PORTABILITA' E RECLAMI

FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 01/05/2016

(ZF/000007068)

Pagina 6 di 10

Estinzione anticipata
Il cliente, fuori dai casi di cui allarticolo 7 della legge 40 del 02/04/2007, fatti salvi i limiti di cui allAccordo ABIConsumatori, siglato in data 2 maggio 2007, con il consenso della banca, pu estinguere anticipatamente in tutto o in
parte il mutuo, con un preavviso stabilito dal contratto, pagando unicamente un compenso omnicomprensivo stabilito
dal contratto.

Procedura semplificata per la cancellazione delle ipoteche


Ai sensi dellart.13, commi da 8-sexies a 8-terdecies, del D.L. 31 gennaio 2007, n. 7, convertito in legge dalla L. 2
aprile 2007, n. 40, la Banca comunica allAgenzia del Territorio competente, entro 30 giorni dalla data in cui il mutuo
estinto, lestinzione dellobbligazione medesima. LAgenzia del Territorio, acquisita tale comunicazione di estinzione
dellobbligazione e verificata la mancanza di una dichiarazione di permanenza dellipoteca, procede a cancellare
lipoteca medesima dufficio, cio senza necessit di unapposita domanda, entro il giorno successivo alla scadenza
del termine di trenta giorni dallestinzione dellobbligazione.
Il rilascio, da parte della Banca, della dichiarazione di cui sopra non comporta alcuna spesa a carico del cliente.

Recesso della banca


In determinate ipotesi (ad es.: mancato pagamento delle rate; vicende riguardanti il cliente o gli eventuali garanti che
incidendo sulla loro situazione patrimoniale, finanziaria o economica pongono in pericolo la restituzione delle somme
alla banca), il contratto si scioglie, automaticamente o a richiesta della banca, che, conseguentemente, ha diritto di
ottenere limmediato pagamento di quanto dovutole.

Portabilit del mutuo


Nel caso in cui, per rimborsare il mutuo, il cliente ottenga un nuovo finanziamento da unaltra banca/intermediario, il
cliente non deve sostenere neanche indirettamente alcun costo (ad esempio commissioni, spese, oneri e penali). Il
nuovo contratto mantiene i diritti e le garanzie del vecchio.
La disciplina di cui sopra si applica se il cliente una persona fisica o una micro-impresa.

Tempi massimi di chiusura del rapporto


La banca conclude gli adempimenti connessi alla richiesta del mutuatario entro 15 giorni decorrenti dalla data di
integrale pagamento di quanto dovutole a seguito del recesso

Reclami
I reclami vanno inviati allUfficio Reclami della banca (via Casalini, n.10 CAP 45100 - ,indirizzo di posta elettronica:
ufficio.reclami@rovigobanca.it indirizzo di PEC: segreteria@pec.rovigobanca.it) che risponde entro 30 giorni dal
ricevimento.
Se il cliente non soddisfatto o non ha ricevuto risposta entro i 30 giorni, prima di ricorrere al giudice tenuto a
rivolgersi a:
Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Per sapere come rivolgersi allArbitro si pu consultare il sito
www.arbitrobancariofinanziario.it., chiedere presso le Filiali della Banca d'Italia, oppure chiedere alla banca.
Conciliatore BancarioFinanziario. Se sorge una controversia con la banca, il cliente pu attivare una
procedura di conciliazione che consiste nel tentativo di raggiungere un accordo con la banca, grazie
allassistenza di un conciliatore indipendente. Per questo servizio possibile rivolgersi al Conciliatore
BancarioFinanziario (Organismo iscritto nel Registro tenuto dal Ministero della Giustizia), con sede a Roma,
Via delle Botteghe Oscure 54, tel. 06.674821, sito internet www.conciliatorebancario.it
Resta salva la facolt di rivolgersi al giudice nel caso in cui il Cliente non fosse soddisfatto della decisione dellABF o la
mediazione si dovesse concludere senza raggiungimento di un accordo.
Se il cliente intende rivolgersi al giudice egli se non si gi avvalso della facolt di ricorrere ad uno degli strumenti
alternativi al giudizio sopra indicati deve preventivamente, pena limprocedibilit della relativa domanda, rivolgersi
allABF oppure attivare una procedura di mediazione finalizzata alla conciliazione presso il Conciliatore
BancarioFinanziario. Le parti possono concordare, anche successivamente alla conclusione del contratto, di rivolgersi
ad un organismo di mediazione diverso dal Conciliatore BancarioFinanziario purch iscritto nellapposito registro
ministeriale.

LEGENDA
Accollo
Imposta sostitutiva

Contratto tra un debitore e una terza persona che si impegna a pagare il


debito al creditore.
Imposta pari allo 0,25% della somma erogata, per mutui superiori a 18 mesi,
sull'ammontare del finanziamento nel caso di:
- acquisto, costruzione o ristrutturazione della propria prima casa,
destinandola ad abitazione principale;
- destinazione del finanziamento al ripristino della liquidit del cliente nonch
generiche esigenze di spesa da parte di persone fisiche.
Limposta sostitutiva pari al 2,00% dellammontare del finanziamento negli

FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 01/05/2016

(ZF/000007068)

Pagina 7 di 10

Istruttoria
Ipoteca

Parametro di indicizzazione (per i


mutui a tasso variabile)/ Parametro
di riferimento (per i mutui a tasso
fisso)
Piano di ammortamento

Piano di ammortamento francese

Piano di ammortamento italiano


Piano di ammortamento tedesco

Quota capitale
Quota interessi
Rata costante
Rata crescente
Rata decrescente
Rimborso in ununica soluzione
Spread
Tasso annuo
(TAEG)

effettivo

Tasso
di
interesse
preammortamento

globale

di

Tasso di interesse nominale annuo


Tasso di mora
Tasso effettivo
(TEGM)

globale

Tasso floor
Tasso cap
Fondo di Garanzia MCC

Service ICCREA

S.G.F.A.

medio

altri casi.
Pratiche e formalit necessarie alla erogazione del mutuo.
Garanzia su un bene, normalmente un immobile. Se il debitore non pu pi
pagare il suo debito, il creditore pu ottenere lespropriazione del bene e
farlo vendere.
Parametro di mercato o di politica monetaria preso a riferimento per
determinare il tasso di interesse.
Qualora il valore del parametro di indicizzazione dovesse scendere al di
sotto dello zero, il finanziamento continuer ad essere remunerato dai soli
punti di maggiorazione previsti (spread).
Piano di rimborso del mutuo con lindicazione della composizione delle
singole rate (quota capitale e quota interessi), calcolato al tasso definito nel
contratto.
Il piano di ammortamento pi diffuso in Italia. La rata prevede una quota
capitale crescente e una quota interessi decrescente. Allinizio si pagano
soprattutto interessi; a mano a mano che il capitale viene restituito,
l'ammontare degli interessi diminuisce e la quota di capitale aumenta.
Ogni rata composta da una quota di capitale sempre uguale per tutto il
periodo di ammortamento e da una quota interessi che diminuisce nel tempo.
Prevede una rata costante e il pagamento degli interessi in anticipo, cio
all'inizio del periodo in cui maturano. La prima rata costituita solo da
interessi ed pagata al momento del rilascio del prestito; lultima costituita
solo dal capitale.
Quota della rata costituita dallimporto del finanziamento restituito.
Quota della rata costituita dagli interessi maturati.
La somma tra quota capitale e quota interessi rimane uguale per tutta la
durata del mutuo.
La somma tra quota capitale e quota interessi aumenta al crescere del
numero delle rate pagate.
La somma tra quota capitale e quota interessi diminuisce al crescere del
numero delle rate pagate.
Lintero capitale viene restituito tutto insieme alla scadenza del contratto.
Durante il rapporto le rate sono costituite dai soli interessi.
Maggiorazione applicata ai parametri di riferimento o di indicizzazione.
Indica il costo totale del mutuo su base annua ed espresso in percentuale
sull'ammontare del finanziamento concesso. Comprende il tasso di interesse
e altre voci di spesa, ad esempio spese di istruttoria della pratica e di
riscossione della rata.
Il tasso degli interessi dovuti sulla somma finanziata per il periodo che va
dalla data di stipula del finanziamento alla data di scadenza della prima rata.
Alcune spese non sono comprese, per esempio quelle notarili.
Rapporto percentuale, calcolato su base annua, tra linteresse (quale
compenso del capitale prestato) e il capitale prestato.
Maggiorazione del tasso di interesse applicata in caso di ritardo nel
pagamento delle rate.
Tasso di interesse pubblicato ogni tre mesi dal Ministero dellEconomia e
delle Finanze, come previsto dalla legge sullusura. Come prescrive la legge,
il limite oltre il quale gli interessi sono da considerarsi usurari si ottiene
aumentando i tassi medi di un quarto e aggiungendo un margine di ulteriori
quattro punti percentuali. La differenza tra il limite e il tasso medio non pu
essere superiore a otto punti percentuali. Per verificare se il tasso applicato
al rapporto usurario bisogna confrontarlo con il tasso limite e accertare che
quanto richiesto dalla banca/intermediario non sia superiore.
Tasso minimo contrattuale a favore della banca.
Tasso massimo contrattuale a favore del cliente.
E un fondo istituito presso il Ministero per lo Sviluppo Economico, gestito da
MCC (Medio Credito Centrale Spa).
Ha lo scopo di favorire laccesso al credito delle Piccole e Medie Imprese
(PMI) attraverso il rilascio di una garanzia pubblica sui finanziamenti erogati
dalle Banche.
E la societ di outsourcing individuata dalla nostra Banca per gestire le
richieste di accesso al Fondo di Garanzia MCC presentate dalle Imprese
nostre clienti.
Societ gestione fondi per l'agroalimentare
- societ di scopo a
responsabilit limitata al 100% di propriet dell'ISMEA.
S.G.F.A. gestisce ad oggi gli interventi per il rilascio delle garanzie dirette e
delle garanzie sussidiarie, che il legislatore ha attribuito ad ISMEA,
mutuandoli rispettivamente dalla Sezione Speciale del FIG (Fondo
interbancario di garanzia) e dal FIG stesso.

FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 01/05/2016

(ZF/000007068)

Pagina 8 di 10

SEPA
(Single Euro Payments Area)

Area Unica per i Pagamenti in Euro; l'area che, facendo seguito


all'introduzione dell'euro, rappresenta un ulteriore e decisivo passo in avanti
verso la piena realizzazione del mercato unico europeo.
Stati appartenenti allArea Unica dei Single Euro Payments Area (Area Unica dei Pagamenti in Euro): comprende
Pagamenti in Euro
i paesi nei quali i consumatori e le imprese possono effettuare e ricevere
(SEPA)
pagamenti in euro alle stesse condizioni, diritti e doveri.
Paesi UE (Unione europea): Italia, Germania, Francia, Spagna, Portogallo,
Austria, Olanda, Belgio, Lussemburgo, Danimarca, Grecia, Svezia, Finlandia,
Gran Bretagna, Irlanda, Cipro, Estonia, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia,
Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Slovenia, Ungheria, Bulgaria,
Romania;
Paesi EEA (Spazio economico europeo): Islanda, Liechtenstein, Norvegia;
Paesi non soggetti al Regolamento CE 924/2009: Svizzera e Principato di
Monaco.
SDD Core
Tipologia di servizio Sepa Direct Debit utilizzabile dal beneficiario nei
confronti di qualsiasi pagatore.
SDD B2B
Tipologia di servizio Sepa Direct Debit Business to Business utilizzabile dal
beneficiario esclusivamente nei confronti di pagatori che non rivestono la
qualifica di consumatori.
Consumatore
La persona fisica che agisce per scopi estranei allattivit imprenditoriale,
commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta.
Microimpresa
Impresa che occupa meno di 10 addetti e realizza un fatturato annuo o un
totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro.
Cliente al dettaglio
Consumatori; le persone fisiche che svolgono attivit professionale o
artigianale; gli enti senza finalit di lucro; le micro-imprese.
Cliente che non riveste la qualifica Cliente che non rintra nella categoria di cliente al dettaglio, come ad esempio
di cliente al dettaglio
le Imprese che occupano 10 o pi addetti e realizzano un fatturato annuo o
un totale di bilancio annuo pari o superiore a 2 milioni di euro.

Accordo ABI Consumatori del 2 maggio 2007


Tabelle per estinzione anticipata dei finanziamenti
MISURA MASSIMA DELLE PENALI APPLICABILI IN SEDE DI ESTINZIONE ANTICIPATA
(TOTALE O PARZIALE) DEI MUTUI IMMOBILIARI
EX ART. 7, COMMA 5, DEL DECRETO LEGGE, 31 GENNAIO 2007, N. 7, CONVERTITO NELLA
LEGGE 2 APRILE 2007, N. 40, PUBBLICATA SUL SUPPLEMENTO ORDINARIO (N. 91/L) ALLA
GAZZETTA UFFICIALE, 2 APRILE 2007, N. 77.
II 2 maggio 2007 l'Associazione Bancaria Italiana (di seguito ABI) e le Associazioni dei consumatori
rappresentative a livello nazionale (di seguito Associazioni dei consumatori), hanno raggiunto un Accordo - ai
sensi dall'art. 7, comma 5, del decreto-legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito nella legge 2 aprile 2007, n. 40 determinando la misura massima dell'importo della penale dovuta per il caso di estinzione anticipata o parziale
dei contratti di mutuo secondo quanto previsto dall'art. 7, comma 5, del predetto decreto legge.
Le misure massime delle penali o di ogni altro patto equivalente o aggiuntivo (di seguito penali), ai fini dellart. 7,
comma 1, del predetto decreto legge, sono determinate nel modo seguente:
a) contratti di mutuo a tasso variabile
0,50%;
0,20% nel terzultimo anno di ammortamento del mutuo;
0,00% negli ultimi due anni di ammortamento del mutuo.
b) per i contratti di mutuo a tasso fisso stipulati antecedentemente al 1 gennaio 2001
0,50%;
0,20% nel terzultimo anno di ammortamento del mutuo;
0,00% negli ultimi due anni di ammortamento del mutuo.
c) per i contratti di mutuo a tasso fisso stipulati successivamente al 31 dicembre 2000
1,90% nella prima met del periodo di ammortamento del mutuo;
1,50% nella seconda met del periodo di ammortamento del mutuo;
0,20% nel terzultimo anno del periodo di ammortamento del mutuo;
0,00% negli ultimi due anni di ammortamento del mutuo.
d) per i contratti di mutuo a tasso misto
d.1) stipulati antecedentemente al 1 gennaio 2001, le misure massime delle penali applicabili sono individuate
secondo quanto stabilito ai punti a) e b);
d.2) stipulati successivamente al 31 dicembre 2000, per i quali la variazione della tipologia di tasso (dal fisso al
variabile o viceversa) prevista contrattualmente con cadenze periodiche inferiori o uguali ai due anni, le
misure massime delle penali applicabili sono individuate secondo quanto stabilito al punto a) relativamente ai
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 01/05/2016

(ZF/000007068)

Pagina 9 di 10

mutui a tasso variabile;


d.3) stipulati successivamente al 31 dicembre 2000, per i quali la variazione della tipologia di tasso (dal fisso al
variabile o viceversa) prevista contrattualmente con cadenze periodiche superiori ai due anni, le misure
massime delle penali applicabili sono individuate secondo quanto stabilito al punto a) ovvero al punto c) a
seconda che, al momento dell'estinzione anticipata del mutuo, l'ammortamento del finanziamento sia regolato
rispettivamente a tasso variabile o a tasso fisso. In questa seconda ipotesi (cio, vigenza del tasso fisso) il
periodo di ammortamento da considerare - ai fini della applicazione delle misure massime delle penali dello
1,90% o dello 1,50% ai sensi del punto c) - circoscritto alla parte dello stesso regolata al tasso fisso, vigente al
momento dell'estinzione anticipata del mutuo.
Clausola di salvaguardia. Le penali contrattualmente previste in misura pari o inferiore alle misure massime
sopra indicate sono ridotte come segue:
1) nei mutui di cui alle lettere a) e b) - 0,20%;
2) nei mutui a tasso fisso di cui alla lettera c) - qualora la misura della penale contrattuale sia pari o superiore a
1,25 punti percentuali - 0,25%;
3) nei mutui a tasso fisso di cui alla lettera c) - qualora la misura della penale contrattuale sia inferiore a 1,25
punti percentuali - 0,15%.

FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 01/05/2016

(ZF/000007068)

Pagina 10 di 10