Sei sulla pagina 1di 29

COMUNE DI PESCARA

ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.M. PIANO DEMANIALE MARITTIMO

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.M. PIANO DEMANIALE MARITTIMO

Il Consiglio regionale dellAbruzzo


con delibera n. 20/4 del 24.02.2015 ha approvato:
Legge regionale 17 dicembre 1997, n. 141
(Norme per l'attuazione delle funzioni
amministrative in materia di demanio
marittimo con finalit turistico ricreative),
Art. 2 - Adozione del Piano Demaniale
Marittimo (PDM)
Pubblicata sul BURA n. 13 Ordinario del 15.04.2015

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.M. PIANO DEMANIALE MARITTIMO

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.M. PIANO DEMANIALE MARITTIMO

Le Modiche ed Integrazioni del Piano Demaniale Marittimo


(PDM) sono state proposte a seguito della segnalazione da
parte delle Amministrazioni comunali costiere e delle
Associazioni di categoria a soluzione di punti di criticit ed
elementi di difficile attuazione pratica per la corretta
pianificazione e gestione del Demanio Marittimo,
sensibilizzando la struttura regionale competente ad
adeguare il Piano Demaniale Marittimo in vigenza alle
esigenze richieste dal settore del turismo balneare, in
relazione al corretto sviluppo delle strutture e servizi, a tale
scopo vocate.

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.M. PIANO DEMANIALE MARITTIMO

Lo strumento di modifica ed integrazione delle norme


tecniche del PDM stato redatto per il raggiungimento di
risultati mirati allo sviluppo delle attivit e servizi per la
crescita del sistema turistico balneare abruzzese, nel rispetto
di principi essenziali di sostenibilit ambientale e per
l'adeguamento del Piano alle esigenze attuali richieste dal
mercato.

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.M. PIANO DEMANIALE MARITTIMO

Cosa prevede lattuale testo deliberato:


Art. 1 - Finalit
, ai sensi
1
dellarticolo 2 della legge regionale 17 dicembre 1997, n. 141 (Norme per
lattuazione delle funzioni amministrative in materia di demanio
marittimo con finalit turistiche e ricreative) e dellarticolo 6 della legge
regionale 12 aprile 1983, n. 18 (Norme per la conservazione, tutela,
trasformazione del territorio della Regione) e successive modifiche
, indica le
modalit di attuazione delle funzioni amministrative ai comuni,
nella redazione
dei piani demaniali comunali in relazione al flusso turistico locale ed
extralocale ed in relazione alle caratteristiche morfologiche, ambientali e
socio economiche del proprio tessuto territoriale.

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.M. PIANO DEMANIALE MARITTIMO

Art. 7 - Funzioni dei comuni


Comma 9

approvare i piani demaniali comunali o, per i comuni


che sono gi dotati del piano spiaggia comunale,
.

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

Lattuale P.D.C. Piano Demaniale Comunale


del Comune di Pescara - atti:
adozione con delibera di C.C. n. 31 dell' 08-02-2006
approvazione con delibera di C.C. n. 164 del 12-11-2007
per gli articoli 12 comma 6
15 comma 16bis
17 comma 3 lett. g)
riadozione con delibera di C.C. n. 06 del 21-01-2008
approvazione con delibera di C.C. n. 150 dell' 08-10-2008

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

Coniugare la tutela e la salvaguardia


del bene demaniale con una crescita
economica anche innovativa
del settore turistico-ricreativo-balneare
rappresentano i capisaldi della variante al
Piano Demaniale Comunale vigente
attraverso il recepimento delle prescrizioni
e degli indirizzi del
Piano Demaniale Marittimo Regionale

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

Quali presupposti e prospettive sono alla base della formulazione del


Piano:
1.

il demanio marittimo rappresenta una risorsa indispensabile per


leconomia, considerato che la meta balneare una delle scelte
maggiori da parte dei turisti;
2. Il demanio marittimo cittadino, per la sua collocazione allinterno del
tessuto urbano risulta ancor pi vocato al perseguimento della
funzione turistico-ricreativa anche di tipo non stagionale assumendo
per il settore un elemento di straordinaria potenzialit economica;
ci comporta che il piano persegua:
1. la salvaguardia paesistico ambientale della spiaggia;
2. uno sviluppo compatibile e sostenibile nelluso del demanio
marittimo;

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

3.
4.

5.
6.
7.
8.
9.

la tutela delluso del demanio marittimo con servizi essenziali alle


fasce sociali deboli;
la salvaguardia e la tutela di particolari aree destinate a parchi e
giardini naturalistici anche oggetto di insediamento di specie di fauna
e flora protetta;
la necessit di una offerta continua di strutture e servizi di qualit;
la ricerca ed il sostegno per servizi innovativi anche in forma di
ricettivit;
il recupero della migliore e maggiore visibilit del mare e della
spiaggia;
la utilizzazione della migliore qualit architettonica dei manufatti;
il potenziamento e miglioramento delle urbanizzazioni con
particolare attenzione al decoro della riviera, della raccolta delle
acque e dei rifiuti;

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

Dati riguardanti larenile cittadino:


mq.

Superficie totale arenile

599.623,82 100,00%

Arenile in concessione

540.683,82

90,17%

58.940,00

9,83%

Spiaggia libera
Arenile in concessione

540.683,82

Superficie in concessione pavimentata

30.609,57

5,66%

Superficie in concessione con volumi

30.639,82

5,67%

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE


Dati generali arenile della Citt di Pescara
600.000,00
500.000,00

100%
400.000,00
300.000,00

79,96%

200.000,00
100.000,00
-

5,10%

5,11%

Superficie totale arenile

1
599.623,82

Superficie per la balneazione

479.434,43

Superficie pavimentata

30.609,57

Superficie occupata da volumi e tettoie

30.639,82

Superficie destinata a spiaggia libera

58.940,00

9,83%

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE


Superficie totale arenile in concessione
pari a mq. 540.683,82 con le attuali destinazioni
superficie
pavimentata
mq. 30.609,57
5,66 %

superficie con volumi


e tettoie
mq. 30.639,82
5,67 %

Superficie destinata alla


balneazione
mq. 479.434,43
88,67 %

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE


Superficie totale arenile con sviluppo dei volumi realizzabili in
applicazione attuale PDC e della nuova proposta di Piano Demaniale

Le nuove superfici per volumi e tettoie che possono essere


realizzate con il nuovo PDC ammontano a:
mq. 3.068,39 pari allo 0,51 %
Superficie da realizzarsi con volumi e tettoie in applicazione
dell'attuale PDC per mq. 2.853,25 pari allo 0,48 %
Superficie attualmente occupata con volumi e tettoie
per mq. 30.639,82 pari al 5,67 %
Arenile in concessione a n. 98 imprese balneari per mq. 540.683,82

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

E questo il dato numerico vero che si determiner con la


previsione generica contenuta del PDM di aumento del 30%
e cos come inserito nella proposta contenuta
nellart. 15 comma 5 del nuovo Piano Demaniale Comunale

mq. 3.068,39
pari allo 0,51 %
dellarenile comunale in concessione

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

Ed ancora, questa previsione assolutamente ipotetica e


generica deve trovare le condizioni di applicabilit
unitamente con altri due elementi:
Occupazione del fronte per il 25 %;
Occupazione della fascia dei servizi prevista in max 30 ml.
30 ml
25 % di

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE


Superficie totale arenile in concessione diviso tra concessioni con
pi o meno 250 mq di superficie coperta da volumi e tettoie

N. 43 concessioni con
superfici per volumi
minori di 250 mq
176.859,26 ; 33%

N. 55 concessioni con
superfici per volumi maggiori
di 250 mq 363.824,56 ; 67%

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

Superficie occupata da n. 55 strutture con pi di 250 mq


Potenzialit realizzativa
mq. 25.766,29
Superficie coperta con volumi e
tettoie
mq. 25.155,86

Superfficie in concessione
mq. 363.824,56

la differenza in
termini di nuova
superficie per volumi
e tettoie di
mq. 610,43
(0,17% parziale e
0,11% intero arenile)
ed interessa n. 15
concessioni balneari

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE


Superficie occupata da n. 43 strutture con meno di 250 mq

Superficie in
concessione
mq.
176.859,26

Volumi
attualmente
realizzati
mq. 5.483,96
3,10 % p.
1,01 % t.

Potenzialit
max
Potenzialit
realizzativa
max
con il vecchio
realizzativa con
PDC
il nuovo PDC
mq.
mq. 10.795,17
8.337,21
6,10 % p.
4,71 % p.
2,00 % t.
1,54 % t.

Differenza tra il
nuovo PDC ed il
vecchio PDC
mq.
2.457,96
1,39 % p.
0,45 % t.

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

Incremento di superfici per volumi e tettoie


tra il vecchio PDC ed il nuovo PDC
Incremento totale di superfici per volumi e
tettorie per l'intero arenile pari allo 0,57 %

mq. 3.068,39

mq. 610,43

per concessioni con sup. oltre i 250 mq.

per concessioni con sup.


inferiori a 250 mq.

mq. 2.457,96

500,00

1.000,00

1.500,00

2.000,00

2.500,00

3.000,00

3.500,00

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

Le innovazioni e le tutele
Art. 7 ATTUAZIONE
6. Per linstallazione degli impianti mobili di cui al successivo
art. 8 comma 2 lett. b) possibile utilizzare la SCIA, ai sensi
dellart.12 comma 14 del PDM regionale, con relativa
autorizzazione paesaggistica. La reiterazione annuale
dellinstallazione dei medesimi impianti, nella medesima
posizione, non soggetta, al rilascio di nuova autorizzazione
paesaggistica che avr validit fino alla scadenza prevista
dalla normativa vigente.

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

Le innovazioni e le tutele
Art. 8 IMPIANTI ED ATTREZZATURE INSISTENTI SULL'ARENILE
Art. 2 lett. b)
impianti mobili, le strutture accessorie (arredo esterno, parco giochi, attrezzature balneari,
tendaggi e gazebi, piattaforme mobili, tetti fonici, percorsi di mobilit e di accessibilit alla
concessione) e le strutture leggere di facile rimozione (come definite nella Circolare n 120 Serie I del 24.05.2001 del Ministero dei Trasporti e della Navigazione paragrafo canoni,
decimo comma) per servizi balneari di modeste dimensioni, permanenti

limitatamente alla stagione balneare,

fatta eccezione per il corridoio di libero


accesso alla battigia che deve essere mantenuto per tutto larco dellanno e le strutture
autorizzate ed assentite nel titolo concessorio pluriennale, le quali potranno permanere per
tutto larco dellanno fino alla scadenza del rapporto concessorio.
I chioschi, pur se stagionali e semplicemente poggiati a terra, non rientrano tra le strutture
mobili e in tal caso per il loro posizionamento, necessario ottenere il relativo
provvedimento abilitativo nel rispetto delle norme e dei parametri del presente PDC.

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

Le innovazioni e le tutele
Art. 10 SUDDIVISIONE DELLARENILE
4. Le zone destinate a concessioni demaniali sono costituite da fasce parallele al mare, cos
definite:
a) fascia per servizi:
estesa per una profondit non superiore al 30% di quella della concessione e comunque
non oltre i 30 (trenta) metri dal confine occidentale con le infrastrutture pubbliche,
marciapiede e pineta, ovvero con i margini delle aree private interposte alle stesse
infrastrutture. Tale fascia destinata esclusivamente per la installazione/mantenimento
degli impianti fissi e mobili Le strutture esistenti legittimate e ubicate oltre il limite sopra
citato sono fatte salve e, eccezionalmente in questi casi, leventuale collocazione di impianti
fissi e/o mobili potr avvenire oltre che nella fascia cos come sopra definita anche nellarea
ottenuta dal congiungimento perpendicolare del fronte dello stabilimento con la stessa
fascia.

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

Le innovazioni e le tutele
Art. 15 UTILIZZAZIONE DELLE ZONE DESTINATE A CONCESSIONI DEMANIALI BALNEARI
12. La barriera visiva, limitatamente agli impianti fissi, costituita da volumi e superfici
accessorie coperte che superino laltezza di metri 1,50 da terra, con lesclusione degli
impianti mobili di cui al precedente art. 8 comma 2 lett. b) e del fronte occupato dalle cabine
spogliatoio per un massimo di metri 4,00 (n. 2 file di cabine), non pu superare il 25% del
fronte concesso per le concessioni con fronte a mare superiore a metri 40 e del 30 per cento
per le concessioni con fronte a mare inferiore ai metri 40. Lesistente, legittimamente
realizzato, qualora fosse oggetto di intervento di restauro e risanamento conservativo,
ristrutturazione, nuova edificazione e/o demolizione con ricostruzione dovr rispettare tale
parametro riposizionando le medesime volumetrie in maniera perpendicolare alla linea di
battigia, allinterno della fascia per servizi di cui al precedente art.10, comma 4, lett. a) e
dietro il manufatto centrale.

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

Le innovazioni e le tutele
Art. 15 UTILIZZAZIONE DELLE ZONE DESTINATE A CONCESSIONI DEMANIALI BALNEARI
35. Le opere marittime, quali pennelli, scogliere aderenti a protezione di infrastrutture e
simili, con il preliminare assenso del competente Servizio delle Opere Marittime e Qualit
delle Acque Marine della Regione Abruzzo ed opportunamente adeguati alle norme di
sicurezza a salvaguardia della pubblica incolumit mediante limpiego di materiali naturali,
possono essere utilizzati per scopi turistico ricreativi.
36. LAmministrazione Comunale, con il preliminare assenso del competente Servizio delle
Opere Marittime e Qualit delle Acque Marine della Regione Abruzzo, pu incaricare singoli
concessionari o gruppi di concessionari di effettuare le necessarie operazioni di
manutenzione delle scogliere nei tratti di mare antistanti le relative concessioni.

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

Le innovazioni e le tutele
Art. 15 UTILIZZAZIONE DELLE ZONE DESTINATE A CONCESSIONI DEMANIALI BALNEARI

38. E consentito destinare una quota non superiore al 10%


della Superficie Coperta, cos come definita al precedente
comma 7, all'esercizio di attivit di affittacamere di cui alla L.R.
n.75/95, fermo restando ladeguamento della concessione ai
parametri del PDC vigente.

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE

Le innovazioni e le tutele
Art. 21 VIGENZA
4. Il mancato rispetto di quanto contenuto nel presente PDC,
ovvero della normativa vigente, anche per quella non
espressamente qui richiamata, determina limmediata
attivazione della procedura di decadenza della concessione
cos come prevista dallart. 47 del CdN.

COMUNE DI PESCARA
ASSESSORATO DEMANIO MARITTIMO

P.D.C. PIANO DEMANIALE COMUNALE