Sei sulla pagina 1di 1

VI I TARANTO CITTÀ Martedì 6 aprile 2010

LA CRISI L’ILVA
«La ripresa dei mercati tarda ad arrivare
l’azienda senta il dovere etico come la Fiat
LA POLITICA
«Serve una moralizzazione. A enti locali
Regione e parlamentari dico
IL SEGRETARIO NAZIONALE UILM e assuma i lavoratori precari» basta con le polemiche o Taranto imploderà»

«Ma il futuro non è più l’acciaio»


Palombella: la situazione è insostenibile, si rischia il suicidio sociale dei giovani
FULVIO COLUCCI ma. Dei treni non parliamo. Le infra-
strutture fanno la differenza. Il nu-
l «Non voglio equivoci, ma il futuro mero uno della Fiat mi chiedeva iro-
di Taranto non è più l’acciaio. Bisogna nicamente: ma come si arriva a Lecce?
porsi obiettivi diversi». Il linguaggio di Gli americani, ogni volta che devono
Rocco Palombella resta asciutto. La spostarsi al Sud, si mettono le mani nei
parlata semplice, schietta, anche ora capelli. Mi piacerebbe girare la rifles-
che guida la Uilm nazionale: «Sollevo sione ai parlamentari».
un polverone, ma non vedo alternative. Già, la politica...
Diranno: non lo sapevi? Certo, non sco- «Se non siamo in grado di far muovere
pro nulla di nuovo; ma il domani non le persone figuriamoci le merci. L’in-
può essere la fabbrica del Gruppo Riva. vito agli enti locali, alla Regione Pu-
La situazione è insostenibile. Al di là glia, ai parlamentari è quello di smet-
delle pur decisive terla con gli scontri.
questioni ambienta- Bisogna ragionare
li. Continuare per de- sulle logiche d’inte-
cenni con una sola at- resse territoriale. La
tività produttiva si- Lega Nord ha inter-
gnifica il suicidio so- cettato i bisogni dei
ciale di migliaia di cittadini sulla base
giovani. Lo dimo- di richieste semplici
strano la crisi, la cas- e concrete: servizi,
sa integrazione e le viabilità, efficienza
difficoltà occupazio- amministrativa, con-
nali». trollo del territorio,
Il caso dei 605 sicurezza, lavoro. Ho LE FACCE DEL LAVORO I giovani precari Ilva hanno manifestato davanti all’azienda. Le foto sono finite sul social network Facebook
precari per esem- SCHIETTO Rocco Palombella incontrato ragazzi
pio. con fior di lauree. La

Call center, cercasi soluzione


«Quei ragazzi vanno subito assunti. Il domanda è sempre la stessa: dove an-
Gruppo Riva deve dare un segnale nel- dremo a lavorare? Questa è gente che
la direzione della ripresa. Un atto di fuori Taranto troverebbe posto in cin-
coraggio, certo, perché il mercato non que minuti. Basta con le lacerazioni di
è ancora ripartito e le sofferenze pro- una politica che va moralizzata. Basta
duttive sono visibili. L’Ilva è una gran- con gli scontri di basso profilo o Ta-
de azienda e deve perseguire non solo ranto imploderà. E sarà il suicidio so- l «Tra le sorprese amare uscite dall’uovo di Pasqua per governo Berlusconi ha favorito di fatto i call center con
obiettivi di produzione e redditività, ciale soprattutto di migliaia di giovani. Taranto è il “regalo” fatto alla città da Teleperfomance manodopera precaria che potevano offrire servizi a sotto
ma anche sociali. L’assunzione dei la- Chi ha il coraggio di assumersi questa con il licenziamento di ben 674 addetti». A ricordarlo è il costo».
voratori precari è questione etica. La responsabilità storica?». neoeletto consigliere regionale di Sel, Alfredo Cervellera. «Non c’è giustificazione logica all’aumento degli esu-
stessa che investe la Fiat. Nel primo Ma se non c’è l’Ilva domani, in Il suo intervento conferma la frenetica ricerca di una beri per Taranto - dichiara Cervellera - e ad una ri-
mese di lavoro a Roma ho avuto modo cosa sperare? mediazione politica alla crisi. Domani, infati, i segretari duzione per Roma, dove è certamente più facile assorbire
di incontrare i vertici del Gruppo to- «Ho ragionato di questo col ministro dei sindacati di categoria - Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom la disoccupazione. La situazione è drammatica: già il
rinese e di parlare della vicenda di Sacconi, con Sviluppo Italia e Finmec- Uil - incontreranno a Palazzo di città il sindaco Ezio sindaco ha dichiarato il sostegno dell’intera città a questa
Termini Imerese. La Fiat ha dichia- canica. L’esperienza Alenia, per esem- Stefàno e l’assessore al Lavoro Piero Bitetti. vertenza, sarebbe utile che anche la Provincia e tutti i
rato: andremo via nel 2011, ma ho un pio, potrebbe essere replicata in altre Nella sua nota Cervella ricorda come in campagna neo eletti alla Regione facciano fronte unito a favore dei
vincolo: rioccupare tutti quelli che forme. Io sponsorizzo un territorio in elettorale sia stato davanti al call center: «Sono rimasto lavoratori messi in mobilità da Teleperformance per far
hanno perso il posto di lavoro. L’Ilva grado di offrire professionalità. Coin- colpito dai tanti giovani e soprattutto dalle tantissime muovere il governo nazionale e quello regionale su que-
non può sfruttare la crisi per eludere la volgerò la politica, ma deve dare uno donne che vi lavorano: è una delle poche realtà al Sud sta vicenda. Nei prossimi cinque anni dell’Amministra-
sua posizione sociale». scatto di reni e non piegarsi, per esem- dove hanno trovato prima occupazione molti giovani e zione regionale i consiglieri tarantini devono nella so-
Le sue dichiarazioni sul futuro di pio, alla logica dell’area di crisi. Senza sopratutto neo laureati. I dirigenti di Teleperformance stanza fare squadra nell’interesse del territorio, al di là
Taranto mettono in crisi il «si- progetti non andiamo da nessuna par- hanno trattato questi giovani - sottolinea il neoeletto con- degli schieramenti politici di appartenenza».
stema». La lontananza permette te. E non possiamo essere più consi- sigliere regionale - come una merce: prima li hanno sfrut- «Io - conclude il consigliere regionale di Sinistra eco-
di guardare alla città con occhi derati come il solito territorio senza tati al massimo, li hanno assunti utilizzando gli aiuti logia e libertà - mi impegno a farlo a partire da mercoledì
diversi? idee che intercetta fondi in nome economici provenienti dalla Regione per la loro stabi- prossimo quando il lavoratori di Teleperformance ver-
«Basta viaggiare per capire. Oggi, se dell’assistenzialismo. Così non funzio- lizzazione e ora che non servono più li scaricano. Col- ranno a protestare sotto Palazzo di Città e vorrei che
devo andare in aereo da Taranto a Pa- na più. L’economia e la storia hanno pisce molto che tutto questo avviene sotto Pasqua e ad insieme a me ci siano i colleghi eletti nella massima
lermo, sono costretto a passare da Ro- bocciato il modello». urne appena chiuse, né sono giustificati dal fatto che il assise regionale».

LA PROPOSTA «TARANTO LIBERA» SUI PASCOLI ALLA DIOSSINA: DIFENDERE GLI ALLEVATORI E IL PRINCIPIO CHE CHI INQUINA PAGA SENZA CHIEDERE SOMME IN ANTICIPO ALLO STATO evitare qualsiasi passaggio
che addossi allo Stato subito

«Una tassa per chi inquina»


la spesa, confermando però la
necessità che ci sia un so-
stegno agli allevatori in cri-
si.
«Credo sarebbe utile – sot-
tolinea la portavoce di Ta-
ranto libera Daniela Spera -
l Taranto libera non è con- somme a titolo di indennizzo MATTANZA pensare a una tassa per chi
traria al risarcimento degli salvo poi rivalersi sulle azien- Le pecore inquina. Questa potrebbe fun-
allevatori «ma rispettiamo il de che inquinano una volta della masseria zionare da deterrente efficace
principio “chi inquina paga” accertata la loro responsabi- Fornaro. Le verso le industrie. Una legge
senza passare dallo Stato». E' lità. analisi che prevede una tassa e che
la portavoce Daniela Spera a Il punto è delicato perché la confermarono tenga, appunto, in debito con-
entrare nel dibattito scaturito vicenda dell'inquinamento la contamina- to la situazione “storica” del-
dalla proposta di «Altama- delle masserie situate nella zione da l'area tarantina. Per chi ha già
rea». zona industriale è sotto la diossina. inquinato la tassa dovrebbe
Il cartello ambientalista, lente d'ingrandimento della Centinaia gli fissare dei criteri in base ai
nei giorni scorsi, ha lanciato magistratura. L'inchiesta sta animali quali si paghi. Criteri ogget-
l’idea di una legge per il ri- valutando, infatti, le ipotesi abbattuti tivi e che non possono essere
sarcimento degli allevatori relative alle responsabilità messi in discussione. Il ra-
danneggiati dalla diossina sul delle emissioni di diossina an- gionamento – aggiunge Da-
modello del decreto governa- che se la soluzione non sem- niela Spera – è legato proprio
tivo varato per gli allevatori bra ancora vicina e sono in all'aspetto della presenza sto-
campani vittime delle emis- corso ulteriori analisi. rica delle aziende nel nostro
sioni degli inceneritori. La Giorni fa, sul punto, sono gli ecologisti e ad affinare la delle ragioni storiche dell'in- sta di risarcimento, non vi era territorio e al fatto che risulti
proposta prevede il risarci- intervenuti anche due par- proposta. Più cauto il depu- quinamento a Taranto. alcun escamotage propagan- difficile individuare con ra-
mento per i capi abbattuti e lamentari in ragione del fatto tato del Popolo della libertà La famiglia Fornaro, pro- distico alla vigilia delle ele- pidità i responsabili dell'in-
per le attività che hanno su- che la proposta di legge so- Pietro Franzoso. Bollando l'i- prietaria di una delle mas- zioni regionali. quinamento e del degrado am-
bito un pesante ridimensio- stenuta da «Altamarea» do- niziativa come «trovata elet- serie «simbolo» della mattan- «Il principio chi inquina bientale. I criteri in base ai
namento economico, per vrebbe essere presentata alle toralistica» non ha però chiu- za di capi di bestiame con- paga è sancito dalle leggi eu- quali fissare la tassa sareb-
esempio la distruzione di cen- Camere come iniziativa di de- so la porta al dialogo rin- taminati dalla diossina, ha poi ropee, perché non rispettarlo bero legati al tempo di per-
tinaia di litri di latte risultato putati locali. Il parlamentare viandolo a dopo le elezioni. Il replicato al parlamentare di e non applicarlo anche da manenza dell'industria sul
contaminato da diossina. Se- del Partito democratico, Lu- confronto secondo Franzoso, centrodestra, respingendo noi?» si chiede il comitato territorio, alle aree occupate,
condo «Altamarea» dovrebbe dovico Vico, si è detto subito dovrebbe tener conto dell'in- l’accusa di Franzoso. Secondo Taranto libera. Il gruppo am- alle sostanze emesse». [fulvio
essere lo Stato ad anticipare le disponibile a confrontarsi con chiesta della magistratura e gli allevatori, dietro la richie- bientalista ritiene necessario colucci]