Sei sulla pagina 1di 4

STATUTO DELLASSOCIAZIONE

AMICI DEL MUSEO E DEI MONUMENTI ED OPERE DI ANTICHITA ED ARTE

ART. 1
costituita in Ariano Irpino lAssociazione Amici del Museo e dei Monumenti ed Opere di Antichit
ed Arte del suo territorio, la quale una Organizzazione non lucrativa di utilit sociale (ONLUS) e
non distribuisce utili, avanzi di gestione e quantaltro previsto dallarticolo 10 comma 1 lettera d)
del D.Leg.vo 4/12/1997 nr.460. Essa si propone di:
a. diffondere, attraverso la promozione o la partecipazione alle pi opportune ed idonee
iniziative, la conoscenza o la fruizione di quei valori che vedono, nel Museo e nei
Monumenti ed Opere di Antichit ed Arte, centri ed occasioni di incontro, di
approfondimento e di ricerca culturale;
b. Incrementare il patrimonio del Museo di Propriet del Comune di Ariano Irpino,
promuovendo ed incoraggiando acquisti, lasciti, donazioni e depositi che siano pertinenti
alle finalit del Museo, prestando anche ogni assistenza per lo svolgimento delle relative
pratiche;
c. Promuovere le iniziative culturali a favore della collettivit ed in particolar modo a favore
dei giovani attraverso conferenze, dibattiti, mostre, concerti, cicli di lezioni, visite a Musei e
Monumenti, tutto per lesclusivo perseguimento di finalit di solidariet sociale e con
lobbligo di osservare il divieto di svolgere altri tipi di attivit diverse da quelle previste
nello scopo sociale.
ART.2
LAssociazione ha sede in Ariano Irpino presso il Museo Civico, e aderisce alla Federazione Italiana
Amici dei Musei (F I D A M )
ART. 3
Pu far parte dellAssociazione chiunque ne faccia richiesta, abbia la maggiore et e versi la quota
sociale annua. Il versamento della quota sociale annua condizione imprescindibile per acquisire e
conservare la qualit di socio. Sullaccettazione delle domande di ammissione delibera
discrezionalmente ed inappellabilmente il Consiglio Direttivo.
I Soci sono: benemeriti, sostenitori ed ordinari.
Soci benemeriti sono quanti fanno donazioni al Museo Civico.
Soci sostenitori sono Enti, Societ e Persone che si distinguono con elargizioni in denaro.
Soci ordinari sono coloro che sottoscrivono una quota fissa annuale.
I soci benemeriti e i soci sostenitori, per lanno della donazione sono considerati anche soci
ordinari.
Gli Enti e le Societ hanno diritto ad un solo voto da esprimersi mediante un rappresentante da
essi indicati. La quota discrizione viene fissata annualmente dai Soci.

Liscrizione decorre dalla data del versamento fino al 31 dicembre di ogni anno. Le iscrizioni
possono essere accettate dal 1 gennaio al 31 marzo. Il rinnovo consentito fino alla prima seduta
dellAssemblea nellanno; spirato tale termine si intende decaduto.
I soci godono di eguali diritti e sono tutelati dalle vigenti disposizioni.
ART. 4
Per lesclusiva attuazione dei propri scopi lAssociazione si avvale delle quote e dei contributi
diversi di Enti, Istituti e Privati, di eventuali elargizioni, donazioni offerte e lasciti. Tale patrimonio
di danaro, di beni nonch gli utili ed avanzi di gestione, fondi, riserve o capitale non possono
essere distribuiti, anche in modo indiretto, a soci o a Privati, salvo quanto imposto per legge.
ART. 5
Gli Organi dell'Associazione sono :
a.
b.
c.
d.

L'Assemblea dei Soci ;


Il Consiglio Direttivo ;
Il Presidente ;
Il Collegio dei Revisori dei Conti.

Tutte le cariche sociali non prevedono alcuna remunerazione.


ART. 6
L'Assemblea dei Soci, che Organo Sovrano, costituita da tutti i Soci in regola con il pagamento
della quota annuale di associazione. Essa convocata dal Consiglio Direttivo quando lo ritenga
opportuno, oppure quando ne venga avanzata richiesta da almeno un terzo dei Soci, in regola con
il pagamento della quota associativa. L'Assemblea straordinaria quando l'argomento posto
all'ordine del giorno concerne modifiche allo statuto; Ordinaria in tutti gli altri casi.
Deve essere convocata almeno una volta l'anno, nel 1 trimestre per discutere e deliberare sul
rendiconto economico e finanziario, sulle linee programmatiche e sul bilancio preventivo. Sono di
competenza dell'Assemblea ordinaria la elezione dei componenti del Consiglio Direttivo e del
Collegio dei Revisori dei Conti. Gli atti deliberati dal Consiglio vengono adeguatamente
pubblicizzati mediante affissione all'Albo dell'Associazione presso il Museo Civico di Ariano.
L'Assemblea viene convocata a mezzo di avviso a firma del Presidente o di chi lo sostituisce
almeno 6 giorni prima della data della riunione. L'avviso di convocazione viene pubblicato all'Albo
dell'Associazione e comunicato ai Soci. L'avviso di convocazione deve dare notizia degli argomenti
posti all'ordine del giorno, della data, dell'ora in cui si svolger la riunione.
ART.7
L'Associazione, sia ordinaria che straordinaria pu tenersi in prima convocazione quando sia
presente o rappresentata la maggioranza assoluta dei Soci. In seconda convocazione qualunque
sia il numero dei presenti e comunque non inferiore ai 6 soci, escluso le deleghe. L'Assemblea
delibera in sede straordinaria o ordinaria col voto favorevole della maggioranza dei soci
intervenuti.
2

ART.8
ammesso farsi rappresentare mediante delega scritta conferita ad altro Socio che abbia diritto a
partecipare all'assemblea. Ciascun Socio non pu ricevere pi di una delega.
ART.9
L'Assemblea presieduta dal Presidente dell'Associazione, in sua assenza dal Vice-Presidente o in
assenza di questi dal Socio pi anziano per iscrizione. In caso di parit di anzianit di iscrizione
prevale l'anzianit di et.
ART.10
Le votazioni hanno luogo - per alzata di mano - salvo diversa decisione dell'Assemblea.
ART.11
Il Consiglio Direttivo composto da 5 membri oltre il Presidente. Uno dei componenti svolge le
funzioni di Tesoriere. Esso viene eletto, secondo il principio di libert e con il criterio del singolo
voto di cui all'articolo 2532, secondo comma, del Codice Civile, dura in carica 3 anni. In caso di
decadenza o dimissioni di uno o pi componenti del Consiglio Direttivo l'Assemblea procede entro
60 giorni alla sostituzione. I nuovi Consiglieri restano in carica fino alla scadenza dell'intero
Consiglio.
ART.12
Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno una volta ogni tre mesi, su convocazione del Presidente,
che ne dirama gli avvisi - anche telefonicamente - almeno un giorno prima della data di riunione.
Delibera validamente quando sono presenti almeno tre membri; a parit di voti prevale il voto del
Presidente. Pu essere convocato quando ne fa richiesta almeno un terzo dei componenti.
Il Consiglio Direttivo, prepara, discute e delibera sul rendiconto annuale economico e finanziario,
sul bilancio preventivo da sottoporre in all'Assemblea, e su tutto quanto serve il raggiungimento
degli scopi sociali. Ha facolt di nominare "Soci onorari persone che abbiano acquisito particolari
benemerenze verso il Museo Civico". Alle sedute possono assistere i Soci.
ART. 13
Il Presidente rappresenta legalmente, a tutti gli effetti, l'Associazione e ne dirige l'attivit. Il VicePresidente sostituisce il Presidente nei casi di sua assenza.
ART.14
Il Tesoriere provvede all'amministrazione delle entrate e delle spese e del patrimonio sociale,
redige il rendiconto economico - finanziario ed il bilancio preventivo. Il Tesoriere, unitamente al
Presidente, autorizzato a versare o prelevare le somme, che saranno depositate su conto
corrente o libretto intestato all'Associazione ed acceso presso un Istituto di Credito e/o Ufficio
Postale.

ART.15
Il Collegio dei Revisori dei Conti, in numero di tre, vigila sull'andamento della gestione finanziaria e
relaziona sul conto consuntivo annuale. I Revisori sono scelti tra i Soci in regola con i pagamenti
della quota associativa.
ART.16
In caso di scioglimento dell'Associazione, da deliberarsi col voto favorevole di almeno due terzi dei
Soci in regola con il pagamento della quota annuale di associazione le attivit nette patrimoniali
andranno a beneficio del Museo Civico del Comune di Ariano Irpino. Qualora non venga raggiunta
la maggioranza sopra indicata in almeno due sedute consecutive il Sindaco della Citt di Ariano
provvede allo scioglimento.
ART.17
Simbolo dell'Associazione : Colonna romana con croce longobarda, in calce al quale compare la
dicitura "Associazione Amici del Museo di Ariano Irpino - ONLUS -".
ART.18
Il Consiglio Direttivo pu dichiarare la decadenza e disporre l'espulsione dalla Associazione del
socio indegno. La indegnit si verifica per :
a. Cause intentate nei confronti dell'Associazione;
b. Uso e/o abuso dell'Associazione per fini personali.
ART.19
Per tutto quanto non previsto nel presente Statuto si applicano le disposizioni vigenti in materia di
ONLUS.