Sei sulla pagina 1di 4

La stagione dei provoloni

Finalmente ritorna la Soap di Ella.


Quasi sicuramente non fregher a nessuno, ma a me non costa nulla scriverla e a voi non costa nulla
leggerla. Quindi non ci perde nessuno dei due.
da pi di un anno che non aggiornavo la soap e ne sentivo la mancanza. L'ultima volta, avevo
scritto di un uomo (quale? Io parlo sempre di uomini). Be', dovrei andarmi a rileggere l'ultima
puntata e capire di quale uomo si tratti.
Ma siccome tutto ci che vecchio non mi interessa. Quello che stato stato... Io vado avanti per
la mia strada, che a quanto pare, sempre piena di avventure.
Avevo deciso di non aggiornare pi la soap, ma dopo gli ultimi sviluppi (non mi capitava un
rimorchio dai tempi di Adamo ed Eva), ho deciso di venirvi a spettegolare la mia nuova conquista.
Anzi no, c' stato prima il ragazzo di Milano a cui ho detto che sono sposata e con prole.
Improvvissamente per, sono diventata vedova e senza figli. Poi il ragazzo conosciuto in montagna,
che amava me, ma sentiva l'ex. Poi, il fotografo ungherese. Diciamo che l stato pi un flirt
platonico che altro e adesso...
Be', comunque non posso lamentarmi.
Dunque... le mie amiche su facebook gi hanno avuto modo di assaggiare una piccolissima parte
della storia, ma siccome sono cattiva e... cattiva, le ho lasciate sul pi bello, non rivelando pi nulla.
Come dicevo oggi, recentemente, ho avuto una brutta esperienza alla posta. In realt, sono stata
vittima di un disservizio; per l'essatezza il postino aveva pensato bene che per me non fosse
importante ricevere la posta, obbligandomi ogni volta andare alla posta del mio paese che dista una
decina di chilometriper andarla a ritirare. Purtropo non posso nemmeno pensare che fosse una cosa
voluto. Alla posta del mio paese, ci son solo donne. Quindi a questo signore non gli andava a
schiacciare il suo ditino sul mio citofono.
Una decina di gioni fa, approfittando del fatto che dovevo fare una raccomandata, sono andata in
posta e, ho chiesto come fare per ricevere la posta a casa, dato che il postino aveva dimenticato che
anch'io abitassi dove abitano gli altri.

Mi stato detto che avrei dovuto fare reclamo scritto presso di loro. Non c'ho pensato due volte e lo
fatto. Tutto finito l. Non ha saputo pi nulla, fino a oggi pomeriggio, quando ho ricevuto una
inattesa telefonata.
Il numero mi era estraneo e, come spesso accade, quando non conosco il numero, assumo quella
voce da gattina che fa le fusa. (Non si sa mai chi possa esserci dall'altro lato del telefono).
E infatti, come volevasi dimostrare c'era un uomo.
LUI: (voce distinta tendente un po' al Renzi) La signora XXXX?
IO: Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii (voce sdolcinata da gatta in calore)
LUI: Signora la cantatto perch mi arrivato il suo reclamo in merito al postino
IO: Ahhhhhhhh (voce delusa) capisco. Mi dica.
LUI: Signora, io sono il direttore della filiale, mi chiamo (nome di fantasia) Aristide Zucconi
volevo venire a una sistemazione tra di noi, per via della mancata consegna della posta.
A quel punto io che ero gi diventata un cubetto di ghiaccio sciolto al sole mi sono detta. Eh, va
bene! Risolviamo questa cosa
LUI: Le garantisco che il postino consegner sempre la posta, solo che lui mi faceva dei problemi in
merito alla lontananza tra la cassetta e il citofono.
IO: Capisco
LUI: Se potessimo trovare
IO: (Gi un po' seccata. Mi ero fatta il mio film mentale) Senta che dice se faccio mettere la cassetta
della posta vicino al citofono?
LUI: Wow, sarebbe fantastico.
IO: Siamo d'accordo cos, allora! Grazie della telefonata. (non vedevo l'ora di liquidarlo)
LUI: No, aspetti. Comunque io mi chiamo Aristide, posso chiamarla Ella?
IO:(Ok iniziata la stagione dei provoloni) S, certo! (ennessimo caciottaro di turno. Ma quando
incontrer un mozzarellaro come si deve?)
LUI: Scusa Ella se ti faccio la domanda, ma dalla voce mi sembra di capire che sei una ragazza.

IO (Ok, il film ricominciato) S, ho trent'a.... Ho ventinove anni (bugia, grande bugia)


LUI: Ma dai?! Io trentaquattro. Siamo coetanei. La mia ex ha trent'anni.
IO: (evvai! Tombola! Adesso vuoi per caso raccontarmi della ex, della ex, della ex, della ex...?)
Cos giovane? (capirai come se a me fregasse qualcosa di lui e dell'et)
LUI: Senti Ella, facciamo una cosa, io ti lascio anche il mio cellulare privato, cos per qualunque
cosa mi chiami direttamente, se poi, potessi fare un salto qui, cos ti offro un caff e mi scuso per
l'inconventiente. Anche se dall'indiirizzo che hai lasciato ho visto che abitiamo vicini. Io sono
all'inizio della strada.
IO (Wow, non certo uno che perde tempo. Fantastico! Provolone che abitia vicino casa... Prendere
nota) S, ma non so quando posso passare. (bugia, grande bugia)
LUI: Che ne dici luned?
IO: luned?
LUI: Non puoi? (voce preoccupata)
IO: No, che.... (pensare alla pi grande palla delle mia vita. Perch devo andare a parlare con un
tizio che potr pure avere trentaquattro anni, ma magari super fidanzato con moglie e quattro figli
a carico?! E la storia della EX tutta una messa in scena per rimorchiare?) Ho una visita. (bugia,
grnade bugia)
LUI: Nulla di serio, spero.
IO (Ma che te ne frega?!) No, no (tagliamo la testa al toro, altrimenti questo tra un po' mi fa la
scheda sanitaria per telefono) Facciamo una cosa ti chiamo luned e ci mettiamo d'accordo.
IO: Ti aspetto. Passa quando vuoi, io sono qui fino tre. Comunque stavo pensando, dato che
abitiamo vicini perch non ci prendiamo un aperitivo al bar da Maurizio? Lo conosci, vero?
IO (Provolone alla riscossa) S, s, lo consoco. solo che in realt parto.
LUI: E dove vai?
IO: (In capo al mondo, lontano da te e tra una decina d'anni quando ti sarai sposato) Firenze (Non
vero una cippa)
LUI: Bello! Per lavoro o per svago con iltuo fidanzato.
IO: (OK, credo che adesso siamo giunti al limite) Scusami tanto, ma ho un'altra telefonata.
Ti chiamo per luned. Ciaooooo

Chiudo il telefono e... sbuffo. La provola da fresca diventata stagionata.


In trent'anni di onorata carriera da donna single, allupata, fidanzata, arrapata ecc... Non mi era
ancora mai capitato un rimorchio del genere.
Aggiunger anche questa alla mia lunga lista di: Quanti modi ci sono per rimorchiare una donna.
Mie care amiche, come sempre se vi piaciuto il mio racconto giornaliero, lasciatemi un like e un
commentino.
Ah, a proposito, se riesco domani caricher una nuova cosa. Non vi dico nulla, spero solo che possa
piacervi.
Con affetto
Ella