Sei sulla pagina 1di 4

INTELLETTO E MONDO MATERIALE

E il polo conoscitivo dellesistenza universale, non oggetto di esperienza ma


bensi la premessa e il fondamento di ogni esperienza.
Per la scienza tradizionale verit lespressione o la candensazione in forma
accessibile alla ragione di una possibilit precedentemente contenuta
nellintelletto universale. Infatti tutto cio che appare in modo piu o meno
effimero, nellesistenza, ha il suo modello o archetipo nellintelletto universale.
Una cosa o un pensiero simbolo e misura che riflette, sul piano fisico o
psichico, il suo archetipo o essenza immutabile.
Questo espresso anche dal simbolo della tessitura: I fili verticali (ordito) sono
le essenze delle cose mentre i fili orizzontali (trama) ne rappresentano la
natura materiale soggetta al tempo, allo spazioe e alle atre condizionei del
nostro mondo.
I DUE PIANI E LA LEGGE DELLE ANALOGIE E CORRISPONDENZE
IMPORTANTE: Una visione del cosmo fondata su una tradizione spirituale puo
essere giusta in senso verticale anche se puo sembrare inesatta in una
prospettiva orizzontale, cio sul piano dellosservazione analitica e discorsiva.
Ad esempio i quattro elementi fondamentali non sono i componenti chimici
delle cose ma le determinazioni qualitative della materia in quanto tale,
cosicche invece di parlare di terra, acqua, aria e fuoco si puo parlare dei modi
di essere della materia: solido, liquido, aereo e igneo.
IL SISTEMA GEOCENTRICO ED IL SISTEMA ELIOCENTRICO
Il sistema tolemaico con la terra al centro delluniverso (sistema geocentrico)
Si basa sul concetto delluomo come immagine delluniverso. E la visione
soggettiva delluomo.
Il cielo rappresenta gli stati superiori dellessere che sono rappresentati da
diverse sfere che vanno scalate
(gerarchia dei gradi spirituali, vedi schema)
Il cielo senza stelle (sfera nona) rappresenta la frontiera tra tempo ed eternita
Il sistema copernicano con il sole al centro e la terra che gli gira intorno
(sistema eliocentrico) era un sistema gia conosciuto nellantichit. Si trattava di
un sistema che si poneva dal punto di vista di Dio anzich delluomo.
Ma la visione eliocentrica fu usata dai razionalisti per provare che la concezione
geocentrica e tute le interpretazioni spirituali ad essa legate erano un
imbroglio. La terra e luomo sono un semplice accidente e nonrappresentana
nessuna centralit. Non esiste piu un centro.
E evidente comunque che il sistema eliocentrico non toglie nulla alla visione
spirituallizzata delluniverso. Questa solo la visione dal punto di vista di Dio.
Da questo punto di vista in effetti Dio il cenro e luomo alla periferia.
Comunque il sistema eliocentrico e lavvento dellanalisi scientifica ha creato
una grossa crisi nellambito religioso che non era preparato alle nuove
scoperte.
PASSO IMPORTANTE: La filosofia razionalistica, riteneva lo spazio infinito.
Tuttavia, come una estensione fisica puo essere indefinita ma non infinita, un
nuovo passo della scienza porta alla concezione di uno spazio curvo che
rifluisce su se stesso.
SPIRITO E MATERIA

La concezione di una materia radicalmente separata dallo spirito lesito di un


modo di pensare ceh Cartesio per primo ha espresso in filosofia ma di cui non
ne certo linventore. La fisica moderna infatti sta distruggendo questa
concezione (vedi in particolare la fisica quantistica).
Si finiti per ridurre lo spirito al solo pensiero e a limitarlo alla ragione
discorsiva il che lo priva di qualunque portata universale e di conseguenza
anche di qualunque presenza cosmica o immanente ( cio che ha generato
lidealismo)
Per Cartesi spirito e materia sono radicalmente separate e si incontrano solo in
un punto, nel cervello umano. Sono quindi sue mondi distinti.
Per gli antichi la materia era quasi un aspetto di Dio. La terra che
rappresentava la materia era laspetto passivo e ricettvo mentre il cielo era
laspetto attivo o agente. Questi due poli erano inscindibili. In tutto cio che
produce la terra il cielo era presente come principio generatore mentre da
parte sua la terra dava forma e corpo alle attivit celesti. Cosi nelle civilt
arcaiche le cose erano percepite contemporaneamente in maniera sensibile e
spirituale. Quindi secondo tale visione la materia un aspetto o funzione di Dio
, non separata dallo spirito ma ne il completamento. In se essa pura
potenzialit e tutto cio che vi si puo scoprire reca limipronta del suo
cpmplemento attivo, lo Spirito o il Verbo di Dio.
Solo per luomo moderno la materia diventata una cosa e non piu uno
specchio passivo dello Spirito.
Soprattutto la materia non fu mai concepita come qualcosa che si potesse
conoscere per se stessa e indipendentemente dallo spirito (la moderna fisica
quantistica ha dimostrato che cio non possibile).
Per Cartesio la materia estensione, Guenon ha dimostrato che non esiste
estensione che non possieda anche qualche aspetto qualitativo (il regno della
quantit....).
Lanalisi della sola materia di una cosa non potr mai arrivare a dare il senso
della cosa stessa. Si puo esprimere con delle formule numeriche le differenze
dei colori o descriverli come vibrazioni differenti della luce ma un cieco non
arriver mai ad avere attraverso queste cifre la differenza tra il rosso ed il blu.
Mio:
Le formule scientifiche non potranno mai dare il senso dei suoni o dei colori, ma
solo lesperienza diretta, perch lesperienza diretta uno sguardo immediato
e completo delloggetto a 360 gradi che penetra nel senso stesso delloggetto
e ne rivela lessenza. Nessuna analisi scientifica delloggetto riuscir mai a
darela stessa visione essenziale delloggetto. E questo dimostra che loggetto
non la materia da cui composto ma piuttosto la forma che si imprime in
quella materia e che quindi superiore alla materia in quanto essa sola puo
dare un senso alla materia.
Non si puo cogliere lessenza lessenza, il contenuto, lunit qualitativa di una
cosa per mezzo di un processo progressivo di misurazione, ma solo grazie ad
una visione globale e diretta .
E anche per questo che scienza ed arte, mentre una volta erano una cosa sola,
erano sinonimi, ora sono diventate due cose rigorosamente separate, cosi
come il lavoro e larte (ogni lavoro era unarte), questo perch larte cerca
questo sguardo globale e diretto mentre la scienza viviseziona, cosi come la
bellezza oggi per la scinza non ha alcuna importanza in quanto non apre la
bench minima via verso la conoscenza.

Aristotele aveva indivisuato il concetto di Forma e di Materia.


La forma la sintesi delle qualit che costituiscono lessenza di una cosa, la
realt intelligibile della cosa, totalmente indipendente dallesistenza materiale
della cosa. Attenzione per a non confondere il significato assoluto di forma e
materia con il significato relativo di esse (materia prima e materia secunda).
Forma e materia non sono due cose scindibili ma sono complementari una
dellaltra. Infatti nion si puo concepire la materia senza una forma e non si puo
concepire una forma senza una materia in cui sia impressa. Questo vale anche
per la forma immaginata. In questo caso possiamo dire che limmaginazione
riveste di una specie di abito mentale lessenza spirituale della forma.
Cartesio attribuisce lestensione spaziale alla sola materia ma in realt ma in
realt una estensione spaziale priva di qualsiasi forma inimmaginabile, anche
la direziona spaziale di natura qualitativa, invece la materia in se
assolutamente priva di forma. Dobbiamo comunque distinguere tra materia
signata quantitate o materia secunda che gli scolastici consideravano la base
del mondo corporeo e la materia prima che puo essere intesa solo come pura
ricettivit.
I QUATTRO ELEMENTI
I quattro elementi base: fuoco , aria, acqua e terra hanno come loro base
iniziale la materia prima, poi la materia secunda, poi letere.
La tradizione rappresenta lordine degli elementi con una croce dove il centro
rappresentato dalletere o quinta essenti. Vengono anche rappresentati dal
triangolo di Salomone cio come da due triangoli incrociati. Il triangolo rivolto
verso lalto il fuoco, quello rivolto verso il basso lacqua, il triangolo rivolto
in altro con il trattino laria e il triangolo rivolto in basso con il trattino la
terra. Il Sigillo di Salomone rappresenta quindi la sintesi di tutti gli elementi e
quindi lunione degli opposti.
LA TRIPLICE UNITA NELL UOMO
Ruysbroek nel suo libro lornamento delle nozze spirituali dice che gli uomini
hanno per natura una triplice unit. La prima unit Dio poiche tutte le
creature dipendono dallunit di Dio nel loro essere, nella loro vita e nella loro
esistenza. La seconda unit quella dello Spirito, questa sempre una unit in
Dio ma considerata nel suo aspetto attivo e non di essenza. Da essa derivano il
pensiero, la ragione, la volont. La terza unit comprende la sfera delle facolt
inferiori che risiede nel cuore fondamento e origine della vita animale. Lanima
possiede nel corpo questa unit da cui procedono i cinque sensi. Questa anima
forma del corpo che anima, fa vivere e mantiene in vita.
Nellunit inferiore la vita sensoriale e animale, i nquella intermedia
reazionale e spirituale, nella piu alta la vita contenuta nella propria essenza.
Si puo parlare di Anima come materia dello spirito se intendiamo lanima come
capacit passiva e ricettiva.
A livello minerale lanima caotica corrisponde al metallo vile, in particolare al
piombo mentre loro rappresenta la condizione sana e originaria dellanima,
quella in cui lanima priva di scorie e riflette quindi perfettamente lo spirito
divino.
Occorre quindi liberare lanima dal suo stato di coaugulazione e di paralisi,. E
come se lo Spirito e lAnima dovessere essere separati in vista di seconde
nozze. La materia grezza viene dissolta e purificata per essere alla fine
nuovamente coaugulata sotto forma di un cristallo perfetto.

La forma dellanima cosi nata di nuovo si distingue comunque dallo spirito


universale in quanto appartiene ancora allesistenza limitata. Ma ora essa
trasparente alla luce dello spirito.
La dottrina dellalchimia non parla della liberazione finale (moksa). Si tratta
solo di una tappa verso la liberazione, ma di una tappa importante.