Sei sulla pagina 1di 2

ESTRATTO NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI

Controlli di accettazione su calcestruzzo ed acciaio strutturale ad opera del Direttore dei Lavori
CALCESTRUZZO INDURITO
I controlli di accettazione sono OBBLIGATORI: il Direttore dei Lavori ha lobbligo di eseguire controlli sistematici
in corso dopera per verificare la conformit delle caratteristiche del calcestruzzo messo in opera rispetto a quello
stabilito dal progetto e sperimentalmente verificato in sede di valutazione preliminare.
Il prelievo dei provini per il controllo di accettazione va eseguito alla presenza del Direttore dei Lavori, o di un tecnico
di sua fiducia, che provvede alla redazione di apposito verbale di prelievo e dispone lidentificazione dei provini
mediante sigle, etichettature indelebili, ecc.
La richiesta di prove al laboratorio deve essere sottoscritta dal Direttore dei Lavori e deve contenere precise
indicazioni sulla posizione delle strutture interessate da ciascun prelievo.
Le prove non richieste dal Direttore dei Lavori non possono fare parte dellinsieme statistico che serve per la
determinazione della resistenza caratteristica del materiale.
Quantitativo di CLS
omogeneo

Tipologia controllo
di accettazione

100 mc

Numero minimo
prelievi (*)

Note

consentito derogare dallobbligo di


prelievo giornaliero

Per ogni giorno di getto va comunque


effettuato almeno un prelievo

Tipo A
300 mc
> 1500 mc

(di cui 1 ogni 100mc)

Tipo B
(controllo statistico)

15

Per ogni giorno di getto va comunque


effettuato almeno un prelievo

(*) Ogni prelievo costituito da una coppia di cubetti prismatici (ad esempio dimensioni 150x150x150mm) o cilindrici

ACCIAIO PER CEMENTO ARMATO: BARRE E ROTOLI


I controlli di accettazione sono OBBLIGATORI: il prelievo dei campioni va effettuato a cura del Direttore dei Lavori
o di tecnico di sua fiducia, che deve assicurare, mediante sigle, etichettature indelebili, ecc., che i campioni inviati per le
prove al laboratorio siano effettivamente quelli da lui prelevati.
Ogni fornitura di acciaio deve essere accompagnata dallattestato di qualificazione del Servizio Tecnico Centrale.
Tali controlli devono essere effettuati entro 30 giorni dalla data di consegna del materiale e devono essere
campionati, nellambito di ciascun lotto di spedizione in ragione di 3 spezzoni, marchiati, dello stesso diametro, scelto
entro ciascun lotto, sempre che il marchio e la documentazione di accompagnamento dimostrino la provenienza del
materiale da uno stesso stabilimento. In caso contrario i controlli devono essere estesi ai lotti provenienti da altri
stabilimenti.
La richiesta di prove al Laboratorio autorizzato deve essere sottoscritta dal Direttore dei Lavori e deve contenere
indicazioni sulle strutture interessate da ciascun prelievo.
In caso di mancata sottoscrizione della richiesta di prove da parte del Direttore dei Lavori, le certificazioni
emesse dal laboratorio non possono assumere valenza ai sensi del presente decreto e di ci ne deve essere
fatta esplicita menzione sul certificato stesso.
Qualora la fornitura di elementi sagomati o assemblati provenga da un Centro di trasformazione, il Direttore dei
Lavori, dopo essersi accertato preliminarmente che il suddetto Centro di trasformazione sia in possesso di tutti i
requisiti previsti al 11.3.1.7, pu recarsi presso il medesimo Centro di trasformazione ed effettuare in stabilimento
tutti i controlli di cui sopra. In tal caso il prelievo dei campioni viene effettuato dal Direttore tecnico del Centro di
trasformazione secondo le disposizioni del Direttore dei Lavori; questultimo deve assicurare, mediante sigle,
etichettature indelebili, che i campioni inviati per le prove al laboratorio siano effettivamente quelli da lui prelevati,
nonch sottoscrivere la relativa richiesta di prove.
I certificati emessi dal laboratorio di prova devono contenere i valori della resistenza meccanica dellacciaio e
lesito della prova di piegamento.
Provenienza

Numero di prelievi

Unico stabilimento

Controlli da effettuarsi su ogni diametro

Differenti stabilimenti

Controlli da effettuarsi su tutti i diametri per ogni produttore

Numero e lunghezza
spezzoni di acciaio
per ogni prelievo
3 spezzoni da 120 cm

Pagina 1 di 2
Il presente documento stato riportato da fonti ufficiali. Il laboratorio non si assume alcuna responsabilit circa eventuali errori ed omissioni

ESTRATTO NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI


Controlli di accettazione su calcestruzzo ed acciaio strutturale ad opera del Direttore dei Lavori
ACCIAI PER STRUTTURE METALLICHE E COMPOSTE
I controlli di accettazione sono OBBLIGATORI: il prelievo dei campioni va effettuato a cura del Direttore dei Lavori
o di tecnico di sua fiducia che deve assicurare, mediante contrassegni o etichettature indelebili atti ad individuare il lotto
e la colata di provenienza, che i campioni inviati per le prove al laboratorio siano effettivamente quelli da lui prelevati.
I controlli in cantiere devono essere eseguiti effettuando un prelievo di almeno 3 saggi per ogni lotto di spedizione
(sono lotti spediti in ununica volta, costituiti da prodotti aventi valori delle grandezze nominali omogenee), di massimo
30 t.
Qualora la fornitura, di elementi lavorati, provenga da un Centro di trasformazione (impianto esterno alla fabbrica e/o
al cantiere, fisso o mobile, che riceve dal produttore di acciaio elementi base - barre o rotoli, reti, lamiere o profilati,
profilati cavi, ecc. - e confeziona elementi strutturali direttamente impiegabili in cantiere, pronti per la messa in opera o
per successive lavorazioni), il Direttore dei Lavori, dopo essersi accertato preliminarmente che il suddetto Centro di
trasformazione sia in possesso di tutti i requisiti previsti al 11.3.1.7, pu recarsi presso il medesimo Centro di
trasformazione ed effettuare in stabilimento tutti i controlli di cui sopra. In tal caso il prelievo dei campioni viene
effettuato dal Direttore Tecnico del Centro di trasformazione secondo le disposizioni del Direttore dei Lavori;
questultimo deve assicurare, mediante sigle, etichettature indelebili, ecc., che i campioni inviati per le prove al
laboratorio siano effettivamente quelli da lui prelevati, nonch sottoscrivere la relativa richiesta di prove.
Provenienza

Numero e lunghezza spezzoni


prelevati per ogni categoria

Stesso lotto di spedizone costituito da un massimo di 30 Ton

3 spezzoni da 50 cm

ACCIAIO PER CEMENTO ARMATO PRECOMPRESSO


I controlli di accettazione sono OBBLIGATORI: il prelievo dei campioni va effettuato a cura del Direttore dei
Lavori, o di tecnico di sua fiducia, che deve assicurare, mediante contrassegni o etichettature indelebili atti ad
individuare lotto, rotolo, bobina o fascio di provenienza, che i campioni inviati per le prove al laboratorio siano
effettivamente quelli da lui prelevati.
Deve essere effettuato un prelievo di 3 saggi provenienti da una stessa fornitura, intesa come lotto di spedizione
(sono lotti spediti in ununica volta, costituiti da prodotti aventi valori delle grandezze nominali omogenee) formato da
massimo 30 Ton, ed appartenenti ad una stessa categoria, ovvero:
 Filo: prodotto trafilato di sezione piena che possa fornirsi in rotoli;
 Barra: prodotto laminato di sezione piena che possa fornirsi soltanto in forma di elementi rettilinei;
 Treccia: 2 o 3 fili avvolti ad elica intorno al loro comune asse longitudinale; passo e senso di avvolgimento
dellelica sono eguali per tutti i fili della treccia;
 Trefolo: fili avvolti ad elica intorno ad un filo rettilineo completamente ricoperto dai fili elicoidali. Il passo ed il
senso di avvolgimento dellelica sono uguali per tutti i fili di uno stesso strato.
Qualora la fornitura di cavi preformati provenga da un Centro di trasformazione (impianto esterno alla fabbrica e/o al
cantiere, fisso o mobile, che riceve dal produttore di acciaio elementi base - barre o rotoli, reti, lamiere o profilati,
profilati cavi, ecc. - e confeziona elementi strutturali direttamente impiegabili in cantiere, pronti per la messa in opera o
per successive lavorazioni), il Direttore dei Lavori, esaminata preliminarmente la documentazione attestante il possesso
di tutti i requisiti previsti al 11.3.1.7, che il suddetto Centro di trasformazione tenuto a trasmettergli, pu recarsi
presso il medesimo Centro di trasformazione ed effettuare in stabilimento tutti i controlli di cui sopra. In tal caso il
prelievo dei campioni viene effettuato dal Direttore tecnico del centro di trasformazione secondo le disposizioni del
Direttore dei Lavori; questultimo deve assicurare, mediante sigle, etichettature indelebili, ecc., che i campioni inviati
per le prove al laboratorio siano effettivamente quelli da lui prelevati, nonch sottoscrivere la relativa richiesta di prove.
Tutte le forniture provenienti da un Centro di trasformazione devono essere accompagnate dalla documentazione di
cui al 11.3.1.7.
Provenienza

Numero e lunghezza spezzoni


prelevati per ogni categoria

Stesso lotto di spedizione costituito da un massimo di 30 Ton

3 spezzoni da 120 cm

Pagina 2 di 2
Il presente documento stato riportato da fonti ufficiali. Il laboratorio non si assume alcuna responsabilit circa eventuali errori ed omissioni