Sei sulla pagina 1di 3

Fisiologia ANDRE 1 LEZIONE

Tutte le cellule hanno la caratteristiche di essere caricate elettricamente, non lo sono


solo quelle muscolari o nervose.
DEFINIZIONE DI POTENZIALE DI MEMBRANA: dato dalla differenza della [] degli ioni a
cavallo della membrana. Lo hanno tutte le cellule. Abbiamo una cellula con un
eccesso di cariche negative allinterno e di cariche positive allesterno: se andiamo a
registrare il potenziale, inteso come differenza di potenziale, con un elettrodo
esplorante allinterno e un elettrodo esplorante nel bagno che circonda la cellula, si
osserva una differenza di potenziale che didatticamente -70MilliVolt perch si
suppone che il potenziale del bagno esterno sia 0. Questa registrazione viene fatta con
aghi molto sottili di solito di tungsteno o micro pipette di vetro sottilissime che
vengono riempite di solito NaCl 4 molare altamente concentrata di ioni che porta bene
le cariche elettriche. Cosa succede quando posiziono i due elettrodi allesterno?
Otterr una differenza di potenziale 0. Non appena lelettrodo penetra dentro avr uno
sbalzo di potenziale la cui ampiezza di solito -70 mVolt. Questo potenziale di
mantiene costante e per questo viene chiamato potenziale di membrana a RIPOSO.
Se contiamo il totale di cariche negative allinterno e allesterno, vediamo che la
cellula a fini pratici pu essere considerata elettricamente neutra, tutto deve essere
visto in relazione al pezzettino di membrana. La differenza di distribuzione di cariche
mi genera un potenziale di membrana.
Che cosa hanno di caratteristico le cellule? E in particolare come formata la
membrana? Da un doppio strato fosfolipidico attraversato da proteine di membrana.
Ai fini della genesi del potenziale di membrana sono importanti delle particolari
proteine di membrana detti CANALI IONICI: ne esistono di vari tipi ma quelli importanti
sono quelli detti PASSIVI.
Cosa sono i canali ionici? Sono strutture proteiche con conformazione a canale, formati
da sub-unit cilindriche che si aggregano in maniera ordinata per formare un poro che
attraversa la membrana. Il poro centrale un canale attraverso il quale gli ioni,
caricati o +, possono passare tranquillamente. Che vuol dire che sono PASSIVI?
Canali sempre aperti (a differenza di quelli responsabili della genesi del potenziale
dazione che invece si aprono o si chiudono in base al Voltaggio).
Unaltra caratteristica dei canal ionici quella di essere selettivi: esempio canali che
fanno passare solo Na, solo Ca, solo K e canali che fanno passare Na e K. Ci dovuto
al fatto che di solito gli ioni si circondano di acqua di idratazione che aumenta il loro
volume per cui il canale pu essere conformato in modo tale da adattarsi al volume
dello ione, fungendo da filtro.
Supponiamo di avere una cellula inizialmente caricata 0 e di avere una concentrazione
di K > allinterno rispetto che allesterno. Cosa succede se io apro questi canali al K? Il
K tende ad uscire per il gradiente di concentrazione. Il K che esce, caricato
positivamente, porta via cariche + dallinterno. Questo processo andr avanti fino a
quando la [] interna del K eguaglia quella esterna. Tuttavia entra in gioco la forza
ELETTRICA: abbiamo quindi una F chimica che spinge il K fuori e una Elettrica che
attira il K verso linterno. Inizialmente poich la distribuzione di cariche a cavallo delle
membrana debole, anche la F elettrica sar debole. Ma man mano che i K si

accumulano a cavallo della membrana anche la F elettrica cresce. La membrana con


luscita del K si carica, si iperpolarizza, e si assiste a un voltaggio che da 0 si carica
negativamente.
Ci sar un momento in cui aumentando la polarizzazione della membrana, F elettrica
e F chimica si bilanciano. In questo momento cosa succede? Che il numero di K che
esce uguale al numero di quelli che entrano. Ci avviene per un determinato valore
di potenziale di membrana che il POTENZIALE DI EQUILIBRIO per quel determinato
ione. Questo pu essere calcolato tramite la legge di Nerst: si ottiene eguagliando il
lavoro chimico al lavoro elettrico.
Se io ho una cellula idealmente che permeabile solo al K come faccio a calcolare il
suo potenziale di membrana? Con la legge di Nerst perch mi fa trovare il potenziale di
equilibrio, potenziale a cui lo ione si trova in equilibrio: per il K quello di equilibrio
corrisponde a quello di membrana.
In genere il potenziale di membrana equivale al potenziale di equilibrio di un solo ione
per le cellule gliali che hanno numerosissimi canali passivi al K ma non per le cellule
nervose, poich per queste ultime la situazione pi complicata. Queste hanno canali
passivi per il K e anche per il Na. Quelli del Na sono molto minori di numero rispetto a
quelli del K quindi il flusso di ioni meno.
Come si muove il Na allinterno della cellula? Esso poco concentrato allinterno e
molto allesterno. Se io apro dei canali per il Na esso tende a entrare sia per il
gradiente di [] che per quello elettrico. Quanta corrente porta? Poca, perch il numero
di canali disponibili per il passaggio del Na sono di solito scarsi. Se io faccio entrare Na
allinterno la cellula si depolarizza. La depolarizzazione allinizio debole ma mi
genera una piccola forza che mi fa uscire K. Continua a entrare Na che porta una certa
corrente in ingresso, la membrana si depolarizza ulteriormente e la corrente al K
aumenta. Quando le due forze trovano un punto di equilibrio, il flusso netto di corrente
sar uguale a 0 e la cellula non si caricher pi. Avremo ottenuto un nuovo potenziale
di membrana. Quindi in conclusione il potenziale di membrana di riposo si trova a quel
potenziale in cui il flusso di cariche entrante dovuto al Na bilanciato dal flusso di
cariche uscente dovuto al K.
Nella cellula continuamente entra un pochino di Na ed esce un pochino di K e la cellula
alla fine si scaricherebbe: ma le [] degli ioni rimangono costanti perch ci sono queste
pompe che riportano dentro i K e fanno uscire i Na pompe Na-K che mantiene
lequilibrio.
Il flusso di corrente portato dallo ione Na e dallo ione K, o da uno ione in generale, pu
essere espresso da una formula: la permeabilit o conduttanza la capacit di far
passare quello ione, quindi la presenza o meno di canali per quel determinato ione. La
forza che spinge lo ione a cavallo pure rappresentato ed definibile come il
(potenziale di membrana) (potenziale di equilibrio per quello ione).
Quindi ad esempio per il K, la corrente ionica al K = alla conduttanza al potassio x
(potenziale di membrana-potenziale di equilibrio per il potassio). Nella cellula a riposo
la conduttanza al K elevata e bassa per il Na. Se il potenziale di membrana = al
potenziale di equilibrio la carica 0.

Equazione di goldman: permette di esprimere in termini quantitativi il contributo dei


diversi ioni al potenziale di membrana a riposo.
47minuti
Il potenziale dazione cosa ? un fenomeno del tutto o nulla che si manifesta con una
transitoria inversione della polarizzazione della membrana spesso seguita da una fase
di iperpolarizzazione per poi tornare al potenziale di membrana a riposo. La durata
circa di 1-2 millisecondi nei neuroni. La cellula viene inizialmente caricata a -60Mv ,
emette un potenziale di azione fino ad arrivare quasi al potenziale di equilibrio del Na
seguito da una iperpolarizzazione. A cosa dovuto? Quali caratteristiche ha? Dipende
dai canali attivi voltaggio dipendenti, canali ionici sensibili ad una specifica specie
ionica. La loro conformazione varia in base al voltaggio della cellula: sono dotati di
cancelli caricati come de dipoli e che si orientano in funzione del potenziale di
membrana. Se cambia questultimo loro si aprono o chiudono.