Sei sulla pagina 1di 9

Societ

Noto

La verit sulla morte


del caporale Tony Drago
Domani al Santuario

Ricordata la figura
di Giacomo Nicolaci
netino illuminato
A pagina sette

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina dodici

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
gioved 9 aprile 2015 Anno XXVIIi N. 83 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Citt. Un maxi cartellone pubblicitario la presunta carta didentit della societ

Si accerti la reale
identit della Siam

Non solo acqua ma anche servizi per gas e luce


POLITICA

Commissioni
Pi polemica
di prima

ei giganteschi cartelloni pubblicitari da qualche giorno annunciano


lentrata in vigore della
gestione del Servizio
idrico in concessione
alla SIAM Spa, e non
solo; dove in alto una
scritta recita: La Siam
appena nata, ma sei gi
in ottime mani. Un solo
interlocutore per acqua,
luce e gas.

Nella

composizione
delle nuove connessioni
comunali sarebbe stato violato larticolo 14
dello Statuto Comunale
che rende invalide sia le
designazioni nelle varie
commissioni, sia lindividuazione dei relativi presidenti. A queste
conclusioni sono giunti
i consiglieri di Progetto Siracusa, che hanno
chiesto le dimissioni del
presidente del consiglio
comunale Leone Sullo.
Lo statuto comunale fa
espresso divieto al presidente del Consiglio.
A pagina tre

di Concetto Alota

A pagina sei

Siracusa

CRONACA

Rapinarono
Compro oro
Condannti

Sei ladri
in trasferta
arrestati

armata, consumata il sette


giugno 2012.

pattuglia dei poliziotti delle Volanti, insospettita del transito notturno di un furgone.

A pagina cinque

A pagina cinque

Si sarebbero resi protago- Una


nisti della rapina a mano

Presentato il progetto Sanarti

Protezione
reddituale
per artigiani

CRONACA

Arrestato
migrante
marocchino
Cera

anche un migrante
destinatario di un ordine di
carcerazione tra i 706 sbarcati nei giorni scorsi nel porto
di Augusta. A causa dellelevato numero di migranti
giunto nel periodo di Pasqua.

Si tenuta la presentazione del sistema della bilateralit e


al Sanarti (Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa per
i Lavoratori dellArtigianato). Dopo due anni di operativit, infatti, Sanarti ha aperto le proprie iscrizioni anche a
titolari dimpresa artigiane, soci, collaboratori, lavoratori.
A pagina due

A pagina quattro

Pachino: Lho sparato io


venitemi a prendere
Nuovo colpo di scena
nellambito della faida
che sta imperversando
a Pachino. Un uomo ha
telefonato ai poliziotti del commissariato
sostenendo di essere
lautore del ferimento
A pagina sette

Cronaca di Siracusa 2
giiustizia

Magistrati
a convegno
domani
e sabato

Sicilia 9 aprile 2015, gioved

9 aprile 2015, gioved

Una due giorni di riflessione sulla professione, di ma-

gistrato, sul senso del ruolo nella societ moderna e


su quale status caratterizzi oggi tra garanzie formali
e rischi sostanziali, tra tutela reale dell indipendenza
e autonomia e criticit sostanziali (di gestione dei carichi di lavoro, di assunzione di compiti di supplenza
non propri, di sottoposizione ad una serie multipla di
fattispecie di responsabilit (professionale, disciplinare, contabile, civile, penale).

Si parler di magistratura e della giurisdizione che vogliano rappresentare - insieme ad illustri relatori riunendo idealmente il distretto di Catania nel ricordo dellamicizia e della stima per Michele Palazzolo, giudice
prima a Modica e poi a Ragusa, recentemente scomparso. Carichi di lavoro, supplenza giudiziaria, responsabilit civile e formazione del magistrato i temi da trattare
in un primo convegno a Catania domani, alle ore 16 per
poi proseguire a Ragusa sabato.

economia. presentato il progetto

Una protezione
reddituale
per le imprese
artigiane
Si tenuta la presen-

tazione del sistema


della bilateralit e al
Sanarti (Fondo di
Assistenza Sanitaria
Integrativa per i Lavoratori dellArtigianato). Dopo due anni
di operativit, infatti,
Sanarti ha aperto le
proprie iscrizioni anche a titolari dimpresa
artigiane, soci, colla-

boratori, lavoratori autonomi e loro familiari.


Abbiamo voluto questo momento informativo per le imprese perch siamo convinti che
la bilateralit in termini
di sostegno al reddito
e Sanarti possano garantire unimportante
protezione reddituale e
socio-sanitaria integrativa rispetto a quella

fornita dallo Stato e dal


Servizio Sanitario Nazionale, oltre a costituire un utile vantaggio
economico. In questo
senso Sanarti permette di coprire i buchi
di un welfare che non
copre assolutamente
il rischio dimpresa
mettendo in crisi gli
imprenditori
nellesercizio della propria

Cera anche un migrante destinata-

rio di un ordine di carcerazione tra i


706 sbarcati nei giorni scorsi nel porto
di Augusta.
A causa dellelevato numero di migranti giunto nel periodo di Pasqua,
le operazioni didentificazione si sono
protratte fino alla tarda serata di marted scorso.
Le operazioni hanno impegnato il personale dellUfficio immigrazione e del
Gabinetto di Polizia scientifica della
Questura di Siracusa nellindividuare
anche sei presunti scafisti, tre di nazionalit egiziana e due di nazionalit libica (ritenuti responsabili dello sbarco
di 257 migranti) e di un tunisino (a cui
viene addossata la responsabilit dello
sbarco di 459 migranti), tradotti nel

Libri di testo e borse di studio


Gli assegni da rititare entro il 30

assessorato alle Politiche scolastiche del comune di Siracusa invita tutti


gli aventi diritto che ancora non lavessero fatto a ritirare gli assegni relativi
al pagamento dei libri di testo per lanno scolastico 2011-2012, e alle borse di
studio per gli anni scolastici 2009-2010 e 2010-2011. Gli interessati, muniti di
documento di identit e codice fiscale, dovranno recarsi presso lufficio Impegni dei servizi finanziari del Comune, in via Arsenale 44. Termine ultimo

gioved 30 aprile: il mancato ritiro dopo questa data comporter la


definitiva perdita del beneficio.

Le commissioni continuano
a proporre polemiche
Il presidente Sullo
non avrebbe
dovuto fare parte
di due commissioni
consiliari

Nella foto, Pippo Gianninoto.

attivit dimpresa ha
spiegato il Segretario
di CNA Siracusa Pippo
Gianninoto. Rispetto
le prestazioni legate al
reddito dei dipendenti
delle imprese artigiane
stato presentato lEBAS Ente Bilaterale
per le Imprese Artigiane Siciliane che prevede provvidenze specifiche per dipendenti

e datori di lavoro sia


per i casi di imprevisti e crisi aziendali sia
per la formazione e gli
investimenti. Un sostegno estremamente concreto che permette alle
imprese di risparmiare
sui versamenti integrativi commutandoli in
servizi fondamentali.
Rispetto lassistenza
sanitaria integrativa si

Nella foto, uno degli sbarchi avvenuto ad Augusta.

carcere di Cavadonna in attesa di essere


sottoposti nelle prossime ore alludienza
di convalida dinanzi al Gip del Tribunale
di Siracusa, Michele Consiglio. Tutti gli
indagati, posti in stato di fermo dindiziato di delitto, farebbero parte di unorganizzazione libica, alla quale gli immigrati avrebbero pagato la somma di mille
dinari per imbarcarsi su una delle carrette del mare, partita da un porto libico
il 3 aprile scorso.
Lapprofondimento delle attivit investigative ha permesso al Gruppo Investigativo di Contrasto allImmigrazione
Clandestina, che opera con il coordinamento della Procura della Repubblica di
Siracusa, in collaborazione con i militari
della Guardia Costiera e i carabinieri
della Stazione di Augusta, di scovare tra

Cronaca di Siracusa

politica. tornano alla carica i consiglieri di progetto siracusa

era sbarcato il tre aprile scorso ad augusta

Destinatario di ordine
di carcerazione:
arrestato migrante

Sicilia 3

gli immigrati anche un cittadino di nazionalit marocchina, che aveva gi dimorato sul territorio italiano ed era stato
arrestato per detenzione a fini di spaccio
di sostanze stupefacenti.
Il sedicente Abdelkrim Jabrane di 31
anni, da unattenta verifica telematica e con il riscontro dei dati anagrafici
giacenti presso la Questura di Bergamo,
altri non era che la stessa persona sulla
quale pende un ordine di esecuzione per
la carcerazione, emesso il 14 novembre
2011 dalla Procura della Repubblica
presso il Tribunale di Bergamo. Luomo
stato, quindi, associato alla casa di reclusione di Brucoli per scontare il periodo di detenzione dovuto alla condanna
subita quattro anni fa.
R.L.

discusso di come, con


lestensione della copertura sanitaria anche
ai titolari dimpresa,
si consolida una scelta fondamentale delle
parti sociali dellArtigianato: la creazione
di un sistema di sanit
integrativa per tutti i
soggetti protagonisti
delle attivit artigiane.
Gli uffici di CNA sul
territorio sono pronti
fin dora ad assistere
gli imprenditori che
vorranno sottoscrivere
il Fondo o approfondirne le opportunit. Con
liscrizione al Fondo si
otterr in corso danno
il rimborso integrale
dei ticket del Servizio
Sanitario
Nazionale
e si potr utilizzare la
rete di strutture private
convenzionate per effettuare visite specialistiche ed esami, evitando lunghe liste dattesa.
Relatori al convegno, il
Direttore nazionale di
Sanarti Massimo Nozzi e Tommaso Campanile direttore di EBNA
Ente Nazionale della
Bilaterialit Artigiana. Nozzi ha spiegato
le diverse prestazioni
sanitarie coperte dal
Fondo in particolare
pacchetti maternit, visite e interventi entro i
primi 3 anni di vita del
bambino.

ella
composizione
delle nuove connessioni
comunali sarebbe stato violato larticolo 14
dello Statuto Comunale
che rende invalide sia le
designazioni nelle varie
commissioni, sia lindividuazione dei relativi presidenti. A queste
conclusioni sono giunti
i consiglieri di Progetto Siracusa, che hanno
chiesto le dimissioni del
presidente del consiglio
comunale Leone Sullo.
Lo Statuto Comunale fa
espresso divieto al Presidente del Consiglio
di fare parte delle commissioni consiliari e ci
nonostante il Presidente
Sullo si auto designato
come componente di ben
due commissioni, ponendo a rischio la legittimit
di tutto loperato del Consiglio Comunale.
Il presidente Sullo figura,
in effetti, in due commissioni consiliari, la quarta
che si occupa di Personale, Polizia Urbana, viabilit, Protezione civile,
Sport e tempo libero, Servizi demografici, Societ
partecipate,
Decentramento, Regolamento di
competenza. E inserito
anche nella quinta e ultima commissione che si
occupa di Tributi, Bilancio, Contenzioso, affari
generali, Regolamenti di
competenza.

Sotto, palazzo Vermexio.

I Consiglieri Comunali di Progetto Siracusa


non accetteranno alcuna
carica allinterno delle
commissioni consiliari,
cos come formate, ed
evidenziano la dovero-

sit delle dimissioni del


Presidente del Consiglio
Comunale che, dopo aver
omesso di esercitare le
sue funzioni di vigilanza
e controllo sulloperato
delle commissioni consi-

liari oggi agisce in palese


violazione dello Statuto
mostrando di non essere
allaltezza dei compiti di
tutore delle prerogative
dei consiglieri che lo Statuto stesso gli assegna.

Burti: Sono pronto


a farmi da parte

a nomina di Cosimo Burti alla guida della


Quinta commissione consiliare ha fatto scatenare linferno soprattutto delle polemiche
da parte dellopposizione. Per la discontinuit, spiegano i consiglieri di minoranza,
doveva farsi da parte altrimenti cos una
farsa, una presa in giro per i siracusani, dicono allunisono Castagnino, Alota e Cetty
Vinci.
Sono un supplente - ha tenuto a precisare
Burti - Sono pronto a fare un passo indietro non appena ci sar accordo su di un altro
nome, anticipa Cosimo Burti (Megafono).
Avevo gi ritirato la mia candidatura. Ma
anche per colpa della minoranza non si
trovato laccordo. Potevamo proseguire con
altre due, tre convocazioni di commissione
solo per discutere della presidenza e ripetere cos gli errori del passato. Come fos-

se una forma di responsabilit, Burti alla


fine ha accettato spinto dalle attestazioni
di stima degli altri consiglieri. Cos le
commissioni sono complete e possono ripartire i lavori. Le critiche mi sembrano
strumentali. C chi diserta appositamente
le commissioni e non questione di convocazione.

Zappulla:
Lacune
nella rielezione
di Burti
a presidente

I l

dopo Gettonopoli
doveva servire per riconquistare la fiducia
degli elettori, portare una
ventata di nuova politica
e soprattutto ad unassunzione di responsabilit
precise da parte di chi ha
commesso degli errori. Ma
cosi evidentemente non
stato". Lo dichiara lonorevole Pippo Zappulla,
parlamentare dellarea
riformista del Pd, che interviene dopo la nomina
dei cinque presidenti di
commissione consiliare al
Vermexio.
"La cabina di regia che
ha dettato in ultimo la rielezione di Cosimo Burti,
consigliere del Megafono
e gi presidente, mostra
lacune sia di carattere politico che di responsabilit
precise nei confronti di una
cittadinanza che a gran
voce ha chiesto che venisse cambiato il registro
usato finora. Opportunit
e trasparenza - continua il
parlamentare Pd - imponevano altra scelta, cos
come una vera cabina di
regia politica doveva consigliare, ovvero, di affidare
alle opposizioni - come
prassi democratica consegna - la presidenza di una
commissione. Due sono le
mosse politiche che ribadisco auspicabili in questo
momento: le dimissioni di
Antonio Sullo da presidente del Consiglio comunale,
perch chiare le sue responsabilit istituzionali,
e un atto di responsabilit
da parte del mio capogruppo al consiglio comunale
Francesco Pappalardo.
Entrambi e in chiave diversa - conclude l'onorevole
Zappulla - hanno mostrato
un aspetto grave, ovvero
insensibilit".

Cronaca di Siracusa 4

l Rapporto annuale della Guardia di


Finanza riporta che
tra frodi ai finanziamenti pubblici e
sprechi nella Pubblica Amministrazione, dove lo Stato
italiano ha subito
un danno di 4,1 miliardi di euro solo
nellanno 2014; oltre 3.700 le persone
denunciate per reati
contro la Pubblica
Amministrazione.
Sulle frodi ai finanziamenti pubblici
i finanzieri hanno
scoperto contributi
illecitamente ricevuti per quasi 1,3
miliardi; 666 milioni provenivano dai
fondi dell'Unione
europea, e 618 da
fondi dello Stato
italiano; sono state
poi accertate frodi
per 113 milioni alla
spesa previdenziale
italiana e per 141
milioni alla spesa
sanitaria. I danni
causati alle casse
dello Stato italiano
dovuti agli sprechi
nella pubblica amministrazione ammontano a 2,6 miliardi.
Complessivamente sono state denunciate
diciotto
mila persone di cui
3.745 per reati contro la Pubblica Amministrazione.
Di queste ultime,
229 sono state arrestate. A seguito
dintense indagini,
gli uomini della
guardia di finanza
hanno recuperato
e sequestrato 161
milioni dalle frodi
all'Unione europea,
164 dalle truffe ai
fondi statali, 121
dai reati contro la
Pubblica Amministrazione e 13 dalle truffe al sistema
previdenziale.
Sono stati scoperti appalti pubblici
manipolati
per
1,8 miliardi, pi di
un terzo di quelli
controllati e monitorati, e che sono
stati assegnati illecitamente nel 2014;
risultati
ottenuti
dopo che la guardia
di finanza ha effettuato verifiche su
220 appalti, per un
valore complessi-

Sicilia 9 aprile 2015, gioved

Frodi e corruzione
nel rapporto
della Finanza

Scoperti dalla Guardia di


Finanza appalti pubblici
manipolati
per 1,8 miliardi, pi
di un terzo
di quelli
assegnati
illecitamente
nel 2014

vo di 4,6 miliardi.
Complessivamente
sono state denunciate 933 persone,
di cui 44 arrestate.
Perquisizione e controlli dei finanzieri
hanno
riguardato
appalti pubblici per
complessivi 4 miliardi e 630 milioni
e dalle indagini
emerso che ben pi

di un terzo dell'importo, vale a dire


un miliardo e 793
milioni, stato assegnato in maniera
irregolare.
Su questo fronte,
l'azione delle fiamme gialle si mossa secondo due direttrici: la in fase
preventiva, attraverso lo sviluppo

di costanti sinergie
con l'Autorit nazionale anticorruzione, e l'altra, ai
fini repressivi, per
contrastare la diffusione dell'illegalit
in generale nella
pubblica amministrazione. Sono poi
quasi ottomila gli
evasori totali, soggetti completamen-

te sconosciuti al Fisco, e scoperti dalla


guardia di finanza
nel 2014, mentre
di un miliardo e
duecento milioni il
valore dei beni sequestrati per reati
tributari.
Tutti i dati riportati
sono contenuti sul
rapporto
annuale
2014 della guardia

9 aprile 2015, gioved

di finanza. Nella generalit, sono


stati 17.802 i reati
tributari scoperti e
13.062 i soggetti
denunciati, di cui
146 arrestati.
Altro
capitolo,
quello relativo alla
difesa dei consumatori italiani.
Su questo terreno
la strategia operativa si compone di
tre linee guida: il
presidio degli spazi
doganali, il controllo
economico
del territorio rappresentato
dalla
pattuglie in strada e
la ricostruzione della filiera del falso.
E lanno trascorso
ha visto sia il potenziamento delle
attivit del 117
sia lintroduzione
del Siac, il Sistema
Informativo
Anti
Contraffazione: si
tratta di una piattaforma informatica
per il supporto delle attivit operative
che offre ai cittadini informazioni
e consigli utili sul
mondo della contraffazione e, contemporaneamente,
consente ai titolari
dei marchi di concorrere fattivamente nel contrasto dei
traffici illeciti sul
territorio.

Monitorati dallunit semplice del presidio di via Testaferrata

Ventisette nuovi casi di pazienti


affetti da Hiv nel Siracusano

27

nuovi casi di AIDS di pazienti


affetti dellHiv, che sono stati registrati nello scorso anno, monitorati
nellunit semplice del presidio di
via Testaferrata che si occupa di
accogliere i pazienti e di assisterli
nelle varie fasi della malattia. Un
nuovo progetto nazionale stato
promosso con lAsp per far uscire
fuori il sommerso - come conferma
la responsabile dellunit Antonina
Franco - perch molti non sanno di
esserne affetti ed possibile curarsi
e limitare il diffondersi della malattia. Numeri sempre in crescita negli ultimi anni in provincia per questo tipo di patologia che colpisce sia
uomini che donne, italiani ed extracomunitari. Ma il personale medico
dellunit invita alla prevenzione per
evitare il diffondersi della patologia:
con le terapie infatti non si consente al virus di migrare, si permette al

paziente di sviluppare anticorpi e


soprattutto di stare meglio. Da qui
lidea di promuovere questa campagna di prevenzione e informazione,
che si inserisce nel Piano sanitario
nazionale, intitolata Aids uniti si
vince, lAids riguarda tutti, come
riportato sui manifesti che sono stati
affissi nei vari reparti degli ospedali,
per sensibilizzare la gente a fare il
test nellunit che si trova nel reparto di Malattie infettive dellUmberto I. Una campagna di prevenzione
che coinvolge anche le scuole, con
la partecipazione di medici che parleranno agli studenti su cosa fare e
su cosa sapere dellAids. Lobiettivo
della campagna soprattutto invitare i giovani a sottoporsi al test, che
pu essere fatto per i maggiorenni
anche nelle scuole, oppure nellunit ospedaliera del presidio cittadino
tutte le mattine dalle 10 oppure il lu-

ned pomeriggio dalle 16 alle 19. E


in questi giorni non si fermata la
campagna di informazione e di prevenzione che il reparto, in colla- borazione con i volontari dellAnlaids,
Antonella Lentini e Lucia Corrente,
ha promosso allingresso dellospedale cittadino, come ogni anno nel
periodo di Pasqua, per aiutare la
ricerca con la vendita di cinquanta
piantine di bonsai offrendo un contributo di 15 euro.

Sicilia 5

Cronaca di Siracusa

CRONACA.
Si erano
impossessati
di due slot
machine e di
una macchinetta cambia
valuta, trafugate nottetempo n un
bar di via Italia a Siracusa

na pattuglia dei
poliziotti delle Volanti, insospettita del
transito notturno di
un furgone preceduto
da unutilitaria nella
zona alta del capoluogo, ha ingaggiato un
inseguimento per le
strade della zona alta
della citt capoluogo culminato in viale
Santa Panagia, allaltezza con lincrocio
con via Aldo Carratore, con larresto dei
sei presunti ladri in
trasferta.
E andata male, quindi, la spedizione notturna organizzata da
sei giovani catanesi,
uno dei quali minorenne, quasi tutti residenti al quartiere Librino, finiti in manette
nellimmediatezza del
fatto. Protagonisti del
nuovo episodio di cri-

In foto, i cinque giovani catanesi autori del furto.

Sei ladri in trasferta


acciuffati dai poliziotti

Mentre il minore si trova nel carcere di Catania, gli altri


cinque, tutti giovani catanesi, sono stati processati

minalit diffusa sono


Marco Turchetti di 21
anni, Simone Alessandro Russo di 20, Giuliano Giovanni Scordino di 19, Michael
Nicotra di 22, Fabio
Manganaro di 21 e di
un minore di 17 anni,
tutti con laccusa di
furto aggravato in
concorso.
Lintervento scatta-

to alle ore 3.30 della


scorsa notte quando
una pattuglia delle
unit Volanti della
Questura di Siracusa,
transitando per il viale
Santa Panagia, ha notato un furgone Fiorino con mezza portiera
aperta che, alla vista
della pattuglia ha accelerato la corsa. Il
furgone, risultato poi

di provenienza furtiva, stato bloccato


dai poliziotti insieme
con il conducente, il
diciassettenne. A fare
da battistrada, una
Fiat Panda dentro la
quale viaggiavano gli
altri cinque indagati,
anche loro bloccati
dallarrivo di unaltra
pattuglia. Gli investigatori hanno ricostru-

ito la dinamica del


furto: i sei avevano
poco prima forzato
la serranda di un bar
sito in via Italia, impossessandosi di due
slot machine e di
una macchinetta cambiavalute, caricate a
bordo del furgone Fiorino rubato. Il bottino
si aggirerebbe intorno
a pi di un migliaio

di euro, compresi gli


80 euro custoditi nel
registratore di cassa
dellesercizio
commerciale. Sul furgone sono stati trovati
anche gli arnesi atti
allo scasso con i quali
hanno forzato la saracinesca dellesercizio
commerciale da dove
poi hanno prelevato
indisturbati le tre macchinette che mancato poco riuscissero a
trasportare a Catania o
comunque in n luogo
sicuro dove avrebbero
potuto operare con pi
tranquillit nellintento di impossessarsi
delle monete contenute allinterno. Ha dato
i suoi frutti, quindi, il
sistema di controllo
del territorio, attivato dalla Questura di
Siracusa. Anche in
questa
circostanza,
gli agenti sono riusciti a porre un argine
alla microcriminalit
sventando un furto oltre che con un lavoro
dintelligence anche
con lintesa di squadra.
Mentre il diciassettenne stato accompagnato presso listituto
di pena per minorenni
di Catania, i cinque
maggiorenni gi ieri
mattina sono comparsi dinanzi al giudice
monocratico presso il
Tribunale di Siracusa
per essere processati
col rito per direttissima.
R.L.

La vicenda si verific la mattina del 7 giugno 2012 in via Alessandro Rizza a Siracusa

Rapinarono esercizio di Compro oro


Condannati i due autori siracusani

Si sarebbero resi protagonisti della rapina a

mano armata, consumata il 7 giugno 2012,


ai danni di un esercizio Compro oro di via
Alessandro Rizza a Siracusa. Il Tribunale
penale di Siracusa ha condannato entrambi
gli autori infliggendo 4 anni e 6 mesi di reclusione a carico di due siracusani, Mario
Moria, e 3 anni nei confronti di Diego Blanco. I due imputati, assistiti rispettivamente
dagli avvocati Giorgio DAngelo e Junio
Celesti, sono stati arrestati a seguito delle
indagini svolte dai poliziotti della squadra
mobile della Questura di Siracusa.
Lepisodio avvenne nella mattinata di tre
anni fa. Due individui, sotto la minaccia
dellarma, hanno costretto la commessa ad In foto, Mario Moria e Diego Blanco.
aprire la cassaforte; dopo averla imbavagliata e legata a una sedia, si sono impossessati sersi liberata, ha lanciato lallarme al 113.
della somma di 3 mila e 500 euro. Nellin- Le indagini hanno permesso ai poliziotti
tento di coprirsi la fuga, hanno mandato in della mobile di rintracciare nel pomeriggio,
frantumi limpianto di registrazione della il venticinquenne Diego Blanco.
videosorveglianza, scappando poi a bordo Nel proseguo delle indagini, il 25 giugno
di un ciclomotore. La commessa, dopo es- dello stesso anni, gli agenti della squadra

mobile hanno eseguito una misura cautelare


in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di
Siracusa, nei confronti del ventunenne Mario
Moria. Dallistruttoria dibattimentale emerso che a impugnare la pistola sarebbe stato il
Moria.

societ 6

Dei

giganteschi
cartelloni pubblicitari da qualche giorno annunciano lentrata in vigore della
gestione del Servizio idrico in concessione alla SIAM
Spa, e non solo;
dove in alto una
scritta recita: La
Siam appena nata,
ma sei gi in ottime
mani. Un solo interlocutore: per acqua,
luce e gas c chi ti
ascolta; un numero verde (800 582
273) campeggia e
invita i cittadini a
chiamare per i tre
servizi, inoltre lo
stesso numero stato indicato ufficialmente e pi volte
per la segnalazione
dei guasti alla rete
idrica dei comuni di
Siracusa e Solarino.
Fin qui unapparente pubblicit innocente e chiara; ma a
ben vedere la firma
apposta sul manifesto in basso a destra
della SIAM Spa.
La societ soggetto
giuridico formata
dalla spagnola Dam
e dalla siracusana
Onda; le due aziende che insieme si
sono
aggiudicato
la gestione del Servizio idrico per i
comuni di Siracusa
e Solarino, ma non
del gas e della luce,
come si potrebbe
evincere dalla scritta sul cartellone
pubblicitario,
almeno che nel relativo contratto non
vi siano condizioni
particolari che autorizzano le societ Siam Spa anche
alla gestione di gas
e luce, insieme con
Onda e viceversa. Si
condensa cos apparentemente che i tre
servizi, acqua, gas e
luce, sono tutti inclusi. A questo punto sarebbe giusto
informare la cittadinanza di Siracusa
e di Solarino sulle reali condizioni
contrattuali, al fine
di non creare confusione, altrimenti
si potrebbe trattare
di pubblicit ingannevole e il risultato
generato potrebbe
rappresentare un interesse diverso dal-

Sicilia 9 aprile 2015, gioved

Siam, che centrano


la luce e il gas?

Un cartellone e un unico numero verde per tre servizi

Il cartellone pubblicitario della Siam.

la gestione del solo


servizio idrico per il
quale la SIAM Spa
ha il titolo, il diritto
e il beneficio.
Il manifesto in
effetti firmato sia
dalla SIAM Spa,
cos come dalla spagnola DAM e dalla
siracusana ONDA,
quindi dalle due societ legate insieme
attraverso la Servizi Integrati Acque
del
Mediterraneo
(SIAM Spa), titolare della gestione del
Servizio idrico per i
comuni di Siracusa
e Solarino, come se
fossero fusi in una
sola azienda in consolidata collaborazione consortile. Il
tutto ha gi creato
una serie di situazioni di confusione
da parte dei cittadini
che non capiscono a
chi hanno in effetti
telefonato e dove la
risposta automatica
riferisce: Servizio
clienti Onda Energia
e Gas, e Siam per il
Servizio Idrico dei
comuni di Siracusa
e Solarino. Come
si pu ben capire la
confusione palese: Ma si trattato
di un fatto causale
oppure di una trovata pubblicitaria per
accumulare clien-

ti nellambito del
servizio gas e luce,
visto che gi quello
idrico scontato dal
contratto di gestione
firmato e controfirmato dai comuni di
Siracusa e Solarino?
E ancora: Il numero
verde condominiale e non solo
per le chiamate del
Servizio idrico dei
comuni di Siracusa
e Solarino, oppure
no?
Le domande sono
state poste da alcuni
cittadini che si sono
trovati davanti tale
siffatta situazione,
oltre che preoccupati di avere forse
sbagliato numero,
o chiss che cosa,
anche in considerazione del fatto che
la giungla dei proponenti
contratti
pi favorevoli nel
settore energia e
gas oggi una giungla; cos come gli
avvisi a diffidare e
pubblicati a cura
dei maggiori gestori
dei servizi di gas e
luce sono continue e
martellanti.
Come si ricorder,
la Spagnola Dam
in quota maggioritaria, insieme alla
siracusana Onda in
partecipazione
di
minoranza, hanno

costituito la SIAM
Spa a cui stato
affidata per dodici mesi la gestione
e la manutenzione
del Servizio idrico per i comuni di
Siracusa Solarino,
rinnovabili per altri
ventiquattro nelle
more di una legge
regionale che riordini il settore o di
altro. Questo ha gi
permesso il ripristino della gestione
del Servizio idrico
da parecchi mesi in
regime di provvisoriet e carente, ma
anche lassunzione
degli ottantacinque
operatori ex Sogeas/Sai8 che formeranno lorganico dei
tecnici e degli amministrativi presso
la Siam Spa; inoltre, stato gi attivato e pubblicizzato
il numero verde per
la segnalazione dei
guasti e o altro: 800
582 273.
Ma tutta la vicenda
fin dallinizio stata disturbata, dalle mille polemiche
scaturite nellambito politico con un
continuo ping pong
di accuse e denunce
tra la maggioranza e lopposizione
al Vermexio, fino
a sfociare in unin-

chiesta giudiziaria
per la gara dappalto
sullaffidamento del
Servizio idrico nei
comuni di Siracusa
e Solarino, formalizzata con un voluminoso fascicolo il
14 giugno del 2014.
Coordinata dal Procuratore capo della Repubblica di
Siracusa, Francesco
Paolo Giordano e
affidata al sostituto
Giancarlo Longo,
con lipotesi di reato di abuso dufficio
e turbativa dasta,
linchiesta
dovr
ora far luce su alcuni aspetti poco chiari e denunciati a pi
riprese da pi parti.
Unindagine a carico di pi persone
che a vario titolo
sarebbero coinvolte
nellinchiesta sfociata anche dalla
denuncia di turbativa dasta presentata a suo tempo dal
Sindaco di Siracusa
Giancarlo Garozzo nei confronti
dignoti che, a suo
dire, avrebbero interferito
pesantemente sullo svolgimento delliter sul
bando di gara per
laffidamento
del
servizio idrico nei
due comuni e a tal
fine dopo il fallimento della Sai8.
Sullindagine
in
corso vige il massimo riserbo da parte
degli inquirenti che
stanno passando al
setaccio la corposa documentazione
acquisita, e nello
stesso tempo ascoltato pi persone
informate dei fatti
e dei tanti possibili
risvolti denunciati dallopposizione
e da altri soggetti;
spiccano tra tutti
il consigliere Castagnino e lon.
Vinciullo gi sentiti
dalla polizia giudiziaria per le notizie
di reato connesse

Sicilia 7

9 aprile 2015, gioved

alle
dichiarazioni rilasciate, sia al
consiglio comunale, sia in pubblico
attraverso i media;
ma molto di pi
lattivit dei Grilli
aretusei che contestarono metodo e
sistema della gara
per laffidamento, a
loro dire, fuori dalle
norme di legge. Per
atto dovuto risulterebbero iscritti nel
registro delle notizie di reato modello 21 - il Sindaco di
Siracusa, Giancarlo
Garozzo e lIng.
Capo del Comune
di Siracusa, Natale Borgione, cos
come altre persone
coinvolte a vario
titolo. Sui particolari delle indagini
negli ambienti investigativi nessuna
conferma e nessuna
smentita. Le ultime
notizie che trapelano dal Palazzo di
Giustizia sono relative al lavoro a pieno ritmo svolte dal
consulente
nominato dalla Procura
della Repubblica e
dagli uomini della
guardia di finanza.
Si tratta dellIngegner Luigi Boeri il
cui studio associato
si occupa da sempre
nel campo ambientale, degli appalti
pubblici, delligiene e della sicurezza
dei luoghi di lavoro,
come anche della
consulenza legale
nelle gare dappalto.
Lindagine ha registrato gi lacquisizione a pi riprese
dei documenti presso gli uffici del Comune di Siracusa.
Furono i carabinieri
a prelevare i primi
atti dufficio e dopo
una quindicina di
giorni, invece gli
uomini della guardia di finanza acquisirono unulteriore
documentazione,
probabilmente
su
richiesta del perito
della Procura appena nominato. Ma
su tutta questa velenosa faccenda, si
sono riaccese luci e
ombre, grida e sussurra. Il resto sar la
cronaca dei prossimi giorni.
Concetto Alota

Cronaca di Siracusa

dopo la gambizzazione di un pachinese

Venitemi a prendere
sono io lautore
del ferimento
N

uovo colpo di scena


nellambito della faida che
sta imperversando a Pachino. Un uomo ha telefonato
ai poliziotti del commissariato sostenendo di essere
lautore del ferimento di un
uomo, avvenuto luned mattina al mercato ortofrutticolo di Pachino. Nelle prime
ore della mattinata odierna,
gli agenti della Polizia hanno, quindi, sottoposto in
stato di fermo di indiziato di
delitto, Corrado Vizzini di
51 anni di Pachino, gi noto
alle forze di Polizia, deve
adesso rispondere del reato
di tentato omicidio consumato nei confronti di Anto-

Corrado Vizzini.

In manette finito Corrado Vizzini, padre del 29enne


posto in stato di fermo marted scorso dai militari
nio Dimaiuta, ma anche per
detenzione e porto illegale
di arma da fuoco. Il Vizzini,
infatti poco dopo mezzanotte dell8 aprile, ha segnalato
ai poliziotti telefonicamente
la sua presenza in viale Aldo
Moro, manifestando la volont di costituirsi poich
responsabile del ferimento
di Dimaiuta, raggiunto agli
arti inferiori da una serie di
colpi di pistola. Gli agenti,
giunti nel luogo indicato,
hanno prelevato il Vizzini
e lo conducevano nei locali

del Commissariato di Pubblica Sicurezza e da l in


carcere. Corrado Vizzini di
fatto si aggiunge a Giovanni
Vizzini, il figlio dello stesso
indagato, arrestato dai carabinieri nella giornata di ieri
a seguito delle indagini proprio legate al tentato omicidio del luned dellAngelo a
Pachino.
Marted scorso, invece, era
stato sottoposto a fermo di
indiziato di delitto il figlio
di 29 anni, gi noto alle
forze dellordine per i suoi

precedenti di polizia per reati contro la persona ed in


materia di sostanze stupefacenti, individuato quale
autore del tentato omicidio
di Antonino Di Maiuta verificatosi alle ore 11 circa di
ieri.
Il Di Mauta, a bordo della
propria autovettura, giungeva nei pressi del mercato
ortofrutticolo di Pachino.
Sceso dalla propria macchina, luomo veniva avvicinato da unutilitaria di colore
chiaro dalla quale scendeva

Giovanni Vizzini il quale


esplodeva alcuni colpi di
pistola in direzione del Di
Maiuta. Questi, nellintento di ripararsi, si buttava a
terra venendo raggiunto da
altri colpi di pistola. Subito dopo il Vizzini, risalito
a bordo dellautovettura, si
dava alla fuga.
Immediatamente soccorso
dai passanti, il Di Maiuta
veniva trasportato presso il
PTE di Pachino per le prime
cure mediche e successivamente spostato in ospedale per gli accertamenti del
caso. Luomo ha riportato
diverse ferite alle gambe.
R.L.

Studiosi e cittadini si sono dati appuntamento per un convegno

Noto ricorda Giacomo Nicolaci


tra feudalesimo e illuminismo
Le autorit cittadine, e gli studiosi un coro

unanime ieri sera per ricordare ed esaltare la


figura di Giacomo Nicolaci (1711 1760) un
uomo con comprovate difficolt fisiche ma
dallingegno audace e dalla mente fine a cui,
non a caso, stato dedicato il convegno dal
titolo Una vita tra feudalesimo ed illuminismo. Il momento stato pensato e creato ad
hoc per inaugurare la lapide sepolcrale proprio di Giacomo Nicolaci, che ritrovata negli
anni 50 presso il complesso dei Cappuccini,
e per motivazioni rimaste ignote, fu portata a
Belludia, e custodita in una chiesetta. Da ieri
sera installata nellandrone di Palazzo Nicolaci, palazzo costruito proprio dallingegno
di Giacomo Nicolaci che , dunque, se volete tornato a casa. Proprio il Sindaco Corrado
Bonfanti ha aperto la serata dedicata a Gia-

como e a tutta la famiglia Nicolaci, alla sua


storia, allimportanza della valorizzazione dei
Beni artistici, che deve avere come finalit la
fruizione degli stessi. Successivamente hanno
preso la parola lAssessore alla Cultura Cettina Raudino, lAssociazione Bianco Pietra,
con il suo Presidente ed il restauratore della
lapide, con una dettagliata relazione sullopera, larchitetto Spataro della Soprintendenza,
larchitetto Di Dio, dellUfficio Comunale
Unesco, con le linee guida del progetto di
installazione ( uso di materiali compatibili,
soluzioni tecniche reversibili, testi in italiano
e in inglese e predisposte per il braille), per
giungere allappassionata relazione della dottoressa Eleonora Nicolaci che ha tratteggiato
sapientemente non solo la vicenda della lapide.

Il convegno su Nicolaci.

si tiene sabato prossimo nella sala Fratantonio di Avola

Un convegno per studiare


il futuro di Cavagrande

Un luogo di incommensurabile bellezza visi-

Cavagrande di Cassibile.

tato ogni anno da migliaia di turisti, ma dilaniato e mortificato dai soliti incendi di inizio
estate. Occorre trovare soluzioni, immaginare
interventi efficaci a tutela di questo patrimonio di tutti. Se ne parler sabato prossimo alle
ore 16 nella Sala Fratantonio di Avola, per
iniziativa di Associazione Acquanuvena, Archeoclub Noto, Legambiente, Natura Sicula,
Ente Fauna Siciliana, Notoambiente, Associazione Sciami. 30 anni di riserva naturale

orientata Cava Grande del Cassibile un futuro


da programmare questo il titolo della conferenza che vedr gli interventi di: Antonio De
Marco, Azienda Forestale di Siracusa, Tonino Perna, gi Presidente del Parco nazionale
dellAspromonte, Beatrice Basile, Soprintendenza Beni e Attivit Culturali di Siracusa,
Luca Cannata, Sindaco di Avola, Corrado
Bonfanti, Sindaco di Noto, Pierpaolo Coppa,
Assessore allAmbiente Comune di Siracusa.
Moderer la giornalista Stefania Festa.

SOCIET 8

9 aprile 2015, gioved

Sicilia 9 APRILE 2015, GIOVED

La rappresentazione teatrale pur


attingendo alla
tradizione popolare medievalecristiana ha richiamato aspetti della
rappresentazione
per eccellenza,
quella classica,
con il suo racconto
fra lumano e il
divino, tra le azioni dell'uomo e il
volere degli di

di Giovanna Marino

avvero toccante
stata la rappresentazione
della resurrezione di
Uomo
chiamato
Ges, il Figlio di
Dio, l'atteso Messia nel salone del
Circolo Giardino
allestita da medici
e mogli di medici:
Michele Stornello
(Ges),
Mariannella
Mangiafico
Valenti, la quale ha
curato la stesura
del testo tratto dalla cultura popolare (Maria), Bruno
Maltese
(Pietro),
Elettra DAnnibale Stornello, anche
nel coro (Maria
Maddalena), Salvatore Pappalardo
(nella doppia veste del Cireneo che
porta per un tratto
la croce a Ges e
dell'apostolo Giovanni), Marisa Pupillo Mangano anche fra il coro (la
portinaia che riconosce Pietro come
seguace di Ges),
Anna
Sarnataro
Correnti e Flavia
Bordone Cusmano
anche fra il coro (le
pie donne che condividono il dolore
di Maria per il Figlio, un Uomo perfetto in ogni azione,
che ha portato gioia
liberando la gente dalle sofferenze
fisiche e spirituali,
nel vederLo trattato
come un malvivente, tradito e ingiuriato, sputato e beffeggiato, fustigato
e crocifisso). Ma,
tuttavia, cos come
Egli stesso aveva
annunciato, dopo
tanta crudelt a tre
giorni dalla morte
avvenne la resurrezione donandola
agli altri uomini del
passato, del presente e del futuro, divenendo il Redentore e il Salvatore
dell'umanit.
La
rappresentazione teatrale pur
attingendo alla tra-

La rappresentazione
della resurrezione
di uomo chiamato Ges,
il figlio di Dio, atteso messia
dizione
popolare
medievale-cristiana ha richiamato
aspetti della rappresentazione per
eccellenza, quella
classica, con il suo
racconto fra l'umano e il divino, tra le
azioni dell'uomo e
il volere degli di.

Tant' che al centro


della scena (a volte
di lato) c' sempre
l'altare di Dioniso,
il dio che ebbe largo culto in Grecia
presso il popolo discendente da Jafet.
Infatti un ruolo insostituibile
nello
spettacolo dialettale

hanno avuto il coro


costituito, oltre alle
coriste citate, Lucilla Scrofani Maltese, Tilde Di Mauro
Librio, Danila Rosa
Binetti, Rosa Russo
Bosco, Maria Piazza, le corifee Lucia
Cavaleri Broggi e
Giusy Piraneo Bu-

colo, la scelta dei


brani musicali e la
direzione del coro
affidata a Giuseppina Stella, il fine narratore per la voce di
Elio Miano.
L'intera messa in
scena stata armonica nel rapporto
tra parole e suoni,

gesti e movimenti,
lievi, dei protagonisti come a non turbare la loro stessa
emozione e quella
del pubblico nella
comprensione
dell'evento vissuto
dai personaggi che
furono testimoni di
quel concitato momento tanto triste e
doloroso tramutato
dallo stesso Ges
in letizia, l'Uomoil Dio dei miracoli
con la sua resurrezione. Le donne
devote come Maria
hanno indossato il
lutto, il nero che
precede la luce, il
giorno, la vita, la
nascita e la resurrezione annunciata con il festante
scampanio
della
gloria del Signore,
la vittoria sul male
e sulla morte. Egli
la via, la verit, la
vita. Egli soltanto
il Redentore e il
Salvatore dell'umanit, di ogni uomo,
di ogni donna che
ha fiducia in Lui
e quindi nella Sua
legge.
In questo epilogo il
messaggio per una
riflessione sul senso della Pasqua, che
vuol dire passaggio
da una condizione
di schiavit a una di
libert dalla morte
spirituale e da quella fisica.
Infatti l'angelo della
morte pass oltre le
case segnate con il
sangue dellAgnello e lesercito del
faraone non raggiunse il popolo di
Dio per distruggerlo perch esso pass a piede asciutto il
mar Rosso incamminandosi, uscito
da quel passaggio
terroso, verso la terra promessa.
Similitudine del nostro cammino sulla
terra se ci legheremo a Ges, l'unico
intermediario
fra
Dio Padre e l'uomo,
se vogliamo onorare la vita ed essere
vittoriosi.

Sicilia 9

societ

Non andata
bene ad alcu- Violenza di genere
ni corrieri di Maggio (Pd):
stupefacenti:
Approvati i nuovi
4 kg di hashish standard strutturali
sequestrati
ed organizzativi per
a Palermo
centri antiviolenza
e 2 quelli
sequestrati a
e casa di accoglienza
Brescia,
La nostra Regiocon relativo
ne ha compiuto un
arresto dei
grande passo nella
lotta alla violenza di
responsabili
genere con il decreto

Polizia ferroviaria:
consuntivo Pasqua 2015
I

l periodo delle
festivit pasquali
ha visto il consueto incremento
dei servizi della
Polizia Ferroviaria in relazione al
maggior afflusso di viaggiatori.
Oltre 10 milioni
le persone che in
questi giorni si
sono servite del
mezzo ferroviario per raggiungere localit di
villeggiatura
o
citt darte, per
un totale di 9.000
treni giornalieri.
Nella settimana
di Pasqua la Polizia Ferroviaria ha
impiegato oltre
3.000 pattuglie in
stazione e circa
670 a bordo treno, assicurando
la propria presenza su 1.466 convogli ferroviari
(con una media
di circa 250 treni al giorno).
Sono stati inoltre
predisposti 246
servizi antiborseggio in abiti civili sia negli scali
che sui convogli.
Grazie a tale dispositivo la Specialit ha tratto
in arresto ed indagato in stato di
libert rispettivamente 18 e 164

Furti in ambito ferroviario in calo


rispetto lo scorso anno
persone, procedendo complessivamente a 12.435
controlli. Tempi
duri per i L.O.F.
(Ladri Operanti
in Ferrovia) che
in diversi casi
sono stati sorpresi allopera nelle citt darte: il
caso della banda
di tre cittadini
romeni, due uomini ed una donna, colti sul fatto
mentre tentavano
di sottrarre il portafogli ad ignari
turisti giappone-

si a Firenze. Pi
laboriose le indagini che hanno
portato la Polizia
Ferroviaria
di
Pordenone ad individuare il ladro
seriale di macchinette self service.
In questo caso
non bastato al
reo scegliere di
volta in volta le
distributrici
di
bevande lontane
dalle telecamere: i rilievi della
Polizia Scientifica hanno consentito di isolare,

allinterno della
macchinetta,
le
uniche impronte digitali non
riconducibili
a
dipendenti della
ditta fornitrice di
snacks e bevande. Il riscontro
in banca dati ha
fatto emergere a
suo carico oltre
sessante episodi
analoghi in tutta
Italia.
Non andata
bene nemmeno
ad alcuni corrieri di stupefacenti che avrebbero

dovuto rifornire
i mercati di altre
citt proprio in
occasione delle
festivit: 4 i kg
di hashish sequestrati a Palermo
e 2 quelli sequestrati a Brescia,
con relativo arresto dei responsabili.
La delittuosit
apparsa in flessione
rispetto
ai livelli dello
scorso anno con
il passaggio da
164 a 158 furti.
In particolare i
furti in stazione
sono passati dai
56 dello scorso
anno ai 46 della
settimana di Pasqua 2015, con
una riduzione del
17%.
E altres proseguita lazione di
contrasto al fenomeno dellabusivismo nelle
principali stazioni ferroviarie con
7 servizi di controllo straordinario del territorio
e la conseguente sanzione nei
confronti di chi
stato sorpreso ad
esercitare attivit
commerciali
senza le previste
autorizzazioni e,
pi in generale,
ad arrecare molestie ai viaggiatori.
Il personale della
Specialit durante queste giornate ha rintracciato
22 minori che si
erano allontanati.

del presidente Crocetta che ha approvato i nuovi standard


strutturali ed organizzativi per i Centri
antiviolenza, Casa di
accoglienza ad indirizzo segreto e Casa
di accoglienza per
gestanti e madri con
figli. Lo afferma in
una nota il deputato
Pd Mariella Maggio,
che aggiunge: Il
decreto presidenziale, del 31 marzo (il
numero 96/2015), fa
riferimento alla Convenzione di Istanbul,
che nel 2013 stata
definitivamente ratificata dal Parlamento italiano. Gli standard strutturali ed
organizzativi approvati spiega Maggio
- hanno la finalit di
garantire uniformit
diffusa dei requisiti
e qualit dei servizi
per meglio prevenire
e contrastare la violenza intra-familiare
e altre specifiche
forme di violenza
contro le donne, di
proteggere e fornire
sostegno alle vittime. Il decreto specifica la parlamentare regionale d un
tributo a tutte quelle
donne e a quei minori vittime di violenza
ed ha tra i suoi principali obiettivi l'individuazione di una
strategia condivisa
e riconosce ufficialmente la necessit
di azioni coordinate
tra tutti gli attori a
vario titolo coinvolti
nella presa in carico
delle vittime per la
prevenzione e il contrasto del fenomeno.

societ 10

Sicilia 9 aprile 2015, gioved

Sulle Province, battuto


Governo e la sua maggioranza

Il percorso.

e Programmazione
allARS. Una disfatta assoluta, una
vera e propria Caporetto, con la quale
viene travolto non
solo il presidente
Crocetta ma soprattutto la sua inesistente maggioranza, che, ancora una
volta, ha dimostrato
tracotanza e incapacit al dialogo.
Adesso, ha con-

tinuato
lon.
Vinciullo, sar necessario approvare
una norma legislativa che consenta
il mantenimento in
vita dei commissari
nominati, nellattesa che si possa
approvare la manovra finanziaria,
cos come avevamo
chiesto, e poi si possa ritornare a discutere un Disegno di

Legge che non poteva assolutamente


essere
approvato
dalla maggioranza
dellAula.
Da mesi, ha concluso lon. Vinciullo,
ripetevo che mai e
poi mai il testo sarebbe stato approvato
dallAssemblea e quello che ho
detto, questa sera
diventato fatto certo
e concreto.

Lentini, occorre istituire gli stalli rosa riservati alle mamme

Stalli rosa a Lentiniper agevolare la gestazione delle donne


in gravidanza.
Lo propone lassociazione Scattando che
invita il sindaco ad
emettere un ordinanza per istallare tale
spazio riservato alle
donne in gravidanza,
nei punti nevralgici
della citt.
E nostro intento

Leggere un gusto
a Noto il giornalista
Corrado Stajano

eggere /e un gusto la rassegna


letteraria 2014/2015 proposta dall'Assessorato alla Cultura e al Turismo ed
organizzata dalla ProcivArci Noto,
in collaborazione con Liber Liber di
Noto e la Cantina Planeta, torna mercoled prossimo, 15 aprile, alle ore 18,
nel Salone delle Feste di Palazzo Nicolaci. E aprile sar davvero uno step
importante per il fortunato "aperibook" netino che fa incontrare letteratura
e cibo, scrittore e cuoco per un unica
proposta; protagonista del mese sar
Corrado Stajano, giornalista e scrittore (nella foto), vincitore del Premio
Volponi alla carriera 2014.

Una disfatta
assoluta, una
vera e propria
Caporetto, con
la quale viene
travolto non
solo il presidente Crocetta ma
soprattutto la
sua inesistente
maggioranza
on ha avuto
nemmeno inizio la
discussione del Disegno di Legge sulle Province perch,
alla prima votazione utile, il Governo stato battuto,
umiliato e costretto
a battere in ritirata.
Lo dichiara lon.
Vincenzo Vinciullo,
Vice Presidente Vicario della Commissione Bilancio

9 aprile 2015, gioved

dice il presidente
dellassociazione, la
dott.ssa Maria Migliore promuovere tale iniziativa
allamministrazione
comunale di Lentini,
perch ogni donna,
in stato di gravidanza
deve essere agevolata
per poter compiere,
autonomamente, tutto
ci che riguarda il periodo di gestazione.

Maria Migliore

I luoghi dove inserire


gli stalli rosa, proposto dallassociazione

Scattando, sono: le
farmacie, laboratori di
analisi cliniche, studi
medici, distretto Asp,
ospedale e palazzo
municipale.
Riteniamo continua la dott.ssa Migliore che, tale iniziativa, rappresenti un
senso di civilt e di
sensibilit alla quale
una comunit non pu
fare a meno.

Ma soprattutto netino, che torna nella


sua terra dopo tantissimi anni e da cui
si era allontanato non proprio benissimo a causa del libro "Patrie smarrite" in cui fustig la sua comunit
e gli abitanti. A conversare con l'autore, dopo la presentazione di Giusi
Farina, ProcivArci Noto, ricordando
che la degustazione, con ticket, sar a
cura del Ristorante "CantineModica"
di Noto, nella serata a cui si dato,
appunto, il tema di"Patrie ritrovate",
saranno Cettina Raudino e Paolo Di
Stefano, con cui si approfondiranno,
oltre a "Patrie smarrite" anche "Il sovversivo", "La stanza dei fantasmi" e
"Destini, testimonianze di un mondo
perduto". E proprio il vice Sindaco ed
Assessore alla Cultura Cettina Raudino ci evidenzia il profondo significato di questa scelta: "L' importanza
sicuramente da legarsi al suo libro
"Patrie smarrite" in cui l'analisi dolente ed appassionata di Corrado Stajano
fotograf la nostra comunit alla fine
degli anni 90.
Quanto scritto contribu a formare le
coscienze, compresa la mia. stato
formativo perch si evidenziava la
grande voglia di cambiamento frustrata, per, da una tendenza all'immobilismo, propria di una certa mentalit
che va contro chi ha voglia di fare.
Oggi che Stajano si appresta a tornare a Noto, con cui ha un grande legame, la volont quella di mostrargli
una Citt in evoluzione e nel contempo chiedere di aiutarci a leggerla con
gli occhi di un intellettuale di grande
spessore, quale egli . Insomma ci
aspettiamo un momento ricco di riflessioni e spunti di dibattito, e sicuramente utile a confrontarci con una
domanda in testa: siamo veramente
cambiati?".

Ledificio trasformato in una discarica abusiva

Degrado dellimmobile
dellex Enaoli di Priolo

Sicilia 11

societ

societ

Servizio civile
Il Progetto
Archimede
apre al mondo
Lo stabile che stato dismesso da oltre
venti anni dopo essere stato in uso all'Aias del lavoro

L egambiente

di
Priolo lancia un appello alla Regione ed
al Comune di Priolo
per chiedere di recintare l'area dell'immobile dell'ex Enaoli, in
contrada Biggemi,
a Priolo e mettere
fine al degrado in cui
versa.
Lo stabile che stato
dismesso da oltre
venti anni dopo essere
stato in uso all'Aias,
stato preso di mira
di recente dai vandali
che hanno asportato
le suppellettili che si
trovavano all'interno
della palazzina, infissi ed anche alcune
serrande, mentre le
pareti agli ingressi e
le sale interne sono
state deturpate con
gli spray.
L'area esterna, che si
trova a ridosso della
sede del Ciapi, stata
trasformata in una discarica abusiva dove
sono stati abbandonati ormai da tempo
pannelli in amianto,
fusti con materiale in-

Sopra, lo stabile dellEnaol ricettacolo dimmondizia.

dustriale, pneumatici,
cavi elettrici e parti di
mobili oltre a residui
edili.
La sede dell'ex Enaoli, dopo che stato
smantellato il cancello e divelte le recinzioni stata cos
interamente vandalizzata. Proprio per
mettere fine a questo

scempio, nei mesi


scorsi il componente
del circolo l'Anatroccolo di Legambiente,
Pippo Giaquinta aveva inviato un esposto
alla Procura chiedendo di chiudere
l'area esterna dell'ex
Enaoli e ravvisando
la presenza anche di
rifiuti pericolosi. La

struttura di propriet della Regione che


l'ha an- che inserita in
un piano di alienazione, ma al momento
l'immobile completamente aperto
ed in alcuni casi ha
rappresentato anche
una meta preferita
per i senzatetto ed i
tossicodipendenti.

Socialisti: I cittadini priolesi hanno adesso una fermata bus decente

Rimessa a nuovo la pensilina


da tanto tempo fatiscente

Dopo l'intervento del Psi sulla principale ferma-

ta bus di Priolo Gargallo, in via della Pentapoli


vicino piazza Nassiryia, il comune di Priolo ha
finalmente sistemato la pensilina che ormai da
tanto tempo era fatisciente e distrutta - esordisce
cos Christian Bosco -. I cittadini priolesi hanno
adesso una fermata bus dove potersi riparare sia
dalla pioggia sia dal caldo che arriver tra pochi
mesi, anche se la riteniamo non completa del tutto
poich vi mancano le pareti laterali che proteggono
le persone in caso di vento.
Il lavoro dei socialisti - conclude Christian
Bosco - per far cambiare la qualit della vita alla
citt priolese continua e lo dimostrano le tante
denunce e segnalazioni fatte su problemi che sono
stati segnalati e sempre risolti e che, inoltre, tante
persone ormai si rivolgono direttamente a noi per
risolvere i problemi della citt.

l via il Progetto
Archimede per il servizio civile con l'Adoc**
Siracusa. Lassociazione
siracusana informa che
possibile scaricare il Bando* sul sito www.serviziocivile.gov.it, rivolto ai
giovani in et compresa
tra i 18 e i 28 anni (la soglia per tutti coloro che
non compiano i 29 anni
per tutta la validit del periodo del servizio civile,
ovvero 12 mesi dall'avvio
in servizio).
I giovani che sono interessati ad effettuare il
servizio civile all'Adoc,
dopo aver scaricato la
documentazione, dovranno inviare tutto tramite la
posta certificata allindirizzo adocsr@pec.libero.
it (o per raccomandata
con ricevuta di ritorno) o
consegnando la domanda
alla sede Uil di via Arsenale 38 entro il 16 aprile
2015 alle 14, pena la non
ammissione alla selezione.
Gli interessati possono
prendere conoscenza del
progetto attraverso le
schede allegate. Coloro
che saranno ritenuti in
regola con i documenti
potranno prendere conoscenza della data di selezione che si effettuer a
Siracusa nei locali dell'associazione di via Arsenale 38.
Un servizio importante
per la nostra associazione
ha sottolineato il presidente provinciale dellAdoc Vincenzo Bencivinni
che permetter ad alcuni giovani che supereranno il colloquio dopo la
chiusura delle domande
di ammissione, di poter
essere gradualmente inseriti nel mondo del lavoro,
attraverso i nostri uffici.
Si tratta di un periodo
limitato e non potrebbe
essere diversamente, ma
gi un passo avanti poich dopo il diploma molti
giovani hanno enorme
difficolt ad inserirsi professionalmente.

SPECIALE 12

Sicilia 9 aprile 2015, gioved

La morte del caporale Tony Drago tra misteri


dubbi e un parallelismo con il par Lele Scieri

Lincertezza viene fuori anche dai risultati dallautopsia


di Concetto Alota

La vicenda legata alla tra-

gica morte del militare siracusano Antonio Drago, Tony


per gli amici, che secondo
la prima versione ufficiale
sarebbe salito al terzo piano
della palazzina 24 nella caserma dove prestava servizio
come caporale e si sarebbe
lanciato nel vuoto, non regge
al confronto dei fatti. Morto a
soli venticinque anni mentre
prestava servizio militare a
Roma, nello squadrone di
rappresentanza del reggimento Lancieri di Montebello, il
corpo del militare Antonio
Drago fu scoperto domenica
6 luglio del 2014 da alcuni
militari di pattuglia durante
un controllo di routine. Gli
investigatori sostennero fin
dal primo momento la tesi di
alcuni colleghi del suicidio,
ma i dubbi cominciarono
subito a percorrersi lungo la
strada delle indagini. Antonio
Drago, dissero, si ucciso
lanciandosi nel vuoto. Lha
fatto alle sei del mattino,
quando era pi difficile,
essere visto e quindi aiutato
da qualcuno; tra le probabile
cause che si sia ucciso per una
delusione damore. Questo fu
quello che a caldo i colleghi
del militare raccontarono agli
investigatori che si occuparono del caso; ma i dubbi che
possa trattarsi di un caso di
nonnismo sono oggi ancora
pi che valido. I genitori di
Tony non hanno mai creduto
che il loro ragazzo si tolto
la vita.
Qualche dubbio venne fuori
anche dai risultati dallautopsia. Il corpo ritrovato
fuori asse dal raffronto con
la finestra da cui si sarebbe
lanciato nel vuoto faceva
intravedere una notevole
discrepanza con la logica
deduzione. Stessa cosa per
le ferite sulla schiena che non
risultarono compatibili con
la caduta e che apparivano
risalenti ai giorni precedenti
il fatto. Stessa cosa per le
fratture alle mani.
Lipotesi del suicidio da
scartare dicono i genitori.
Era venuto in licenza pochi
giorni prima e non aveva dato
nessun segno di particolare
sofferenza. Al suo rientro
in caserma aveva chiesto di
prolungare la sua presenza
nellesercito per un altro

La caserma del reggimento dei Lancieri di Montebello, su via Flaminia Vecchia, a Roma
dove stato trovato il corpo senza vita di un militare siracusano Antonio Drago.

anno. La sera prima della


morte era andato in discoteca. Non sembrano comportamenti di chi ha deciso
di non avere pi un futuro,
insistono i genitori di Tony.
A Roma aveva quella che
la stessa mamma definisce
una seconda famiglia. La
fidanzata e i genitori della
ragazza. vero che con la
fidanzata stava attraversando
un rapporto con alti e bassi,
ma era nella norma e questo
non pu mai giustificare
una decisione cos grave da
togliersi la vita.
Lipotesi del suicidio non
regge alla fatta dei conti.
Elementi di dubbio anche
sullabbigliamento che al
momento del ritrovamento
i vestiti indossati non sembravano adatti a un soldato
che si sveglia la mattina per

andare incontro alla morte


volontariamente. Non era il
tipo che per amore si sarebbe
tolto la vita. Cos dichiarano
pi volte gli amici pi intimi
di Tony Drago. Sotto accusa
ancora stavolta sarebbe il
nonnismo, come in un
parallelismo con il caso del
par siracusano Emanuele
Scieri.
Con il termine nonnismo
spesso comunemente indicato un insieme di prove
dolorose o di pratiche ritualizzate, destinate a simboleggiare l'integrazione di un
individuo in un particolare
gruppo sociale, la propria
forza e capacit in una condizione di lotta al pi forte
e al pi bravo.
Si pu manifestarsi in determinati contesti e tra
categorie di soggetti come

Il caporale siracusano Antonio Drago in missione.

ad esempio: studenti, militari, professionisti, anche


se spesso pu essere conseguenza di semplice mobbing. Riguarderebbe quindi
i gruppi sociali organizzati;
tuttavia spesso utilizzato
per indicare comportamenti
vessatori nell'ambito del
termine "nonnismo" che si
rif alla parola nonno,
che gergalmente identifica il membro anziano del
gruppo, in contrapposizione
al "nipote", cio al novizio,
alla recluta, al novellino, agli
ultimi arrivati in caserma.
Nella fenomenologia del
nonnismo si parte dai semplici atti di superiorit, insulti
pesanti, scherzi balordi e
insensati, fino ad atti di gravit maggiore: furto, lesioni,
disturbo costante psicofisico
della vittima, atti di persecuzione, denigratori, discriminatori e di devastazione,
ed anche di tipo razzista. In
particolare, esso spesso
utilizzato per riferirsi ad
alcuni tipi di atti e pratiche
persecutorie all'interno delle
forze armate. Spesso si risolvono invece in veri e propri
atti persecutori, di forza, fini
a se stessi, con vessazioni di
ogni sorta, fino a sfociare, in
casi non rarissimi, persino
nella violenza fisica con il
sangue e nellomicidio, cos
come al possibile suicidio
per la disperazione accumulata. Bench all'interno delle
forze armate il nonnismo sia
generalmente vietato e scoraggiato, talvolta non pochi
ufficiali tendono a minimiz-

zarlo, spesso per ragioni di


opportunit che sfocia in
omert, in un codice donore
militare, come in una regola
mafiosa. Sostanzialmente
si sovente tradotto in uno
strumento di pressione e di
ricatto per sottomettere un
soggetto, o per fargli compiere diverse azioni contro
la propria volont, oppure
anche per eliminare un
soggetto da un determinato
contesto.
A volte stato, pi o meno
consapevolmente, un mezzo per la regolazione delle
gerarchie all'interno della
truppa, della camerata, soprattutto nei confronti dei
soldati pi giovani, generalmente le reclute, o anche
inesperti, prefigurandosi
come un'alternativa ufficiosa
alla linea di gerarchia militare di comando formale,
per mantenere certi equilibri
all'interno di unit e reparti.
Per questo motivo le gerarchie, soprattutto ufficiali,
subalterni e sottufficiali,
tendono a ignorarlo, almeno
fino a quando gli atti non
superano i livelli di gravit
tali da dare luogo a scandalo pubblico, in genere
in seguito a gravi infortuni
o alla morte di un soldato
recluta perch tra i nonni
vige un codice di rispetto
reciproco. Il fenomeno pare
essere pi frequente negli
stati che adottano un esercito
di massa.
Per decenni in Italia la tendenza stata di minimizzare
o a negare le colpe delle
gerarchie militari, nonch di
ostacolare la pubblicit degli
episodi che accadevano con
la consegna del silenzio.
Negli Anni Ottanta e negli
Anni Novanta gli episodi di
nonnismo cominciarono a
emergere con pi frequenza
e a diventare di dominio
pubblico, al punto da indurre
la classe politica a progettare
il superamento del servizio
militare obbligatorio; soprattutto dopo la morte del
par siracusano Emanuele
Scieri, che prestava servizio
presso la Brigata Folgore,
la cui morte avvenne nel
1999 in circostanze mai del
tutto chiarite, nella Caserma
"Gamerra" sede del Centro
Addestramento Paracadutisti di Pisa. Le indagini
rivelarono che il corpo del

9 aprile 2015, gioved

I genitori non hanno mai creduto allipotesi del suicidio suggerito


agli investigatori a caldo dai colleghi di Tony. Sotto accusa.
ancora stavolta, sarebbe il nonnismo. Le indagini rimangono
in un vicolo cieco tra omert e il vecchio codice donore militare
giovane siracusano era gi
morto da diverso tempo. Il
caso scosse l'opinione pubblica, ma soprattutto port
alla scoperta di una "politica" che, anzich arginare e
perseguire atti di nonnismo,
li nascondeva e addirittura li
tollerava. Ancora oggi quel
misterioso crimine rimane
irrisolto.
Sulla vicenda Scieri ci furono
alcune interrogazioni parlamentari, come ad esempio
quelle da parte di un gruppo
di deputati alla Camera. Nel
2014 una mozione del consiglio comunale di Pisa ha
avuto per oggetto la richiesta
della riapertura delle indagini
sulla morte del militare italiano Emanuele Scieri.
La terza Sezione Civile della
Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza 26 febbraio 2013, n. 4809 ha stabilito
che, qualora gli episodi di
nonnismo, patiti durante un
solo mese di servizio militare,
aggravino i problemi psichici
di un individuo, l'obbligo a
carico del Ministero della
Difesa, di risarcimento del
danno.
Sul caso di Emanuele Scieri
si scritto tanto, ma ad oggi
nessuna verit venuta fuori.
Ci sono state drammatiche
controversie, testimonianza
che poi si sono tutte rivelate
inutili depistaggi.
Una versione racconta che era
stato trovato morto la mattina
del 16 agosto scorso nella caserma Gamerra di Pisa, come
di un omicidio certo. E' quella
di Mario Ciancarella, teste
che racconta ai microfoni di
RaiNews24 i retroscena della
morte del par. Racconta
che quella notte, i "nonni"
avrebbero costretto Emanuele Scieri a salire sulla scala.
Mentre era l appeso, uno di
loro gli avrebbe schiacciato la
mano con un piede facendolo
precipitare.
Fu allora che Emanuele
Scieri cadde dall'alto della
scala, schiantandosi sui tavoli
accatastati proprio l sotto.
Una brutta caduta, ma non
fatale per il par. A ucciderlo,
secondo il teste, sarebbe stata
la paura. I "nonni", racconta
Ciancarella, a quel punto
persero "tutta la loro baldanza, si trovarono di fronte un
ragazzo boccheggiante che
non era morto, e che forse
poteva essere salvato". E si

Domani alle
ore 19 nella
Sala Giovanni
Paolo II, presso
il Santuario
della Madonna
delle Lacrime,
si terr
un incontro
in memoria
del caporale
Tony Drago
Intranuovo

Foto recente di Antonio Drago; sotto, il par Emanuele Scieri morto


anche lui in modo misterioso allinterno della caserma Gamerra.

rivolgono a un sottufficiale
di giornata, un ufficiale
dispezione. Il consiglio
che ricevono agghiacciante: l'unica possibilit per
uscirne indenni era vegliare
Emanuele Scieri finch non
fosse morto. E cos fanno.
Questo il racconto di Mario
Ciancarella, ufficiale pilota
dell'aeronautica fino al 1983,
poi uscito dalle forze armate,
sentito anche per la strage di
Ustica, ma considerato teste
inaffidabile da Rosario Prio-

re, il magistrato che indag


sul disastro aereo. Ma la circostanza non confermata;
dunque, una testimonianza
di seconda mano, frutto di
una telefonata anonima di
un presunto commilitone
del par morto. E' lo stesso
teste ad ammetterlo: "Ho
ricevuto quella telefonata un
mese circa dopo la morte di
Scieri e ho riferito quanto mi
fu detto in quelloccasione al
sostituto procuratore Giambartolomei e al procuratore

Iannelli, al quale ho anche


indirizzato una decina di
pagine di memoria".
Una testimonianza che prende tutti in contropiede, il
procuratore di Pisa Enzo Iannelli, che conduce l'inchiesta
sulla morte di Emanuele
Scieri e che ha gi ascoltato
Ciancanella e il procuratore militare di La Spezia
Giovanni Ballo: "La ricostruzione da lui fornita pu
essere anche compatibile, in
linea teorica, ma mancano
fonti di prova o elementi di
riscontro. Se, ad esempio
avesse registrato quella telefonata, oppure individuato
il numero di apparecchio da
cui proveniva, come oggi
possibile, forse sarebbe stato
utile".
Insorge l'associazione dei
genitori dei soldati che
chiede la salvaguardia del
testimone, "perch sappiamo cosa succede in questi
casi" e chiede al presidente
della Repubblica, la chiusura
definitiva della Folgore perch "non ammissibile una
cultura criminale di questo
genere".
Segu uninterrogazione a
risposta orale presentata
dallon. Delmastro delleVedove Sandro di Alleanza
Nazionale, Al Ministro
della difesa, che diceva:
Premesso che l'ex ufficiale
dell'Aeronautica militare
Mario Ciancarella stato
arrestato, in data 8 luglio
2000, dai Carabinieri del

Sicilia 13

SPECIALE

nucleo operativo di Pisa per


calunnia, in esecuzione di un
ordine di custodia cautelare
emesso dal Gip dottor Antonio Di Bugno nell'ambito
dell'inchiesta sulla morte
dell'allievo paracadutista
Emanuele Scieri, avvenuta
il 14 agosto 1999 all'interno
della caserma Gamerra; il
provvedimento, richiesto
dal procuratore della Repubblica di Pisa dottor Enzo
Iannelli, fa riferimento a
una deposizione resa il 28
febbraio 2000 dal Ciancarella allo stesso magistrato,
deposizione con la quale
il fantasioso sottufficiale
aveva sostenuto che il paracadutista tragicamente
scomparso era stato costretto
da commilitoni a salire sulla
scala, che il giovane Scieri
era stato volontariamente
colpito a una mano e che,
caduto a terra rovinosamente, era stato vegliato
fino alla morte dagli stessi
commilitoni; il Ciancarella,
che immancabilmente aveva
ripetuto tali affermazioni ad
alcuni organi di stampa, aveva spiegato di avere appreso
tale versione dei fatti da un
interlocutore telefonico che
aveva voluto conservare l'anonimato; il Ciancarella, che
gi aveva deposto nell'ambito del procedimento relativo
alla strage di Ustica e che
era gi stato giudicato non
credibile dal Giudice Rosario Priore, non aveva dato
ovviamente alcun riscontro che potesse attribuire
un minimo di credibilit
alla propria versione; gravissimo stato il danno
all'immagine dell'esercito e,
segnatamente, della brigata
paracadutisti Folgore,
inferto dalla deposizione,
ampiamente diffusa dagli
organi di stampa, resa dal
sottufficiale Ciancarella:
se ritenga assolutamente
necessario tutelare il buon
nome delle Forze armate
italiane e, nel caso di specie,
della brigata paracadutisti
Folgore, attraverso la
formale costituzione di parte civile nel procedimento
per calunnia contro Mario
Ciancarella per ottenere, nel
caso di conferma giudiziale
della penale responsabilit
del sottufficiale, la giusta
pena e un adeguato risarcimento di tutti i danni di
natura non patrimoniale
subti dalle Forze armate
italiane.
Mario Ciancarella, per la
cronaca, dopo stato sempre assolto.
Domani alle ore 19,00
nella Sala Giovanni Paolo
II, presso il Santuario della
Madonna delle Lacrime, si
terr un incontro in memoria del caporale Tony Drago
Intranuovo.

Cultura 14

Sicilia 9 APRILE 2015, GIOVED

Il teatro greco
cera prima dei Greci?
di Arturo Messina

In occasione del LXI


Ciclo delle Rappresentazioni Classiche,
nella cavea del colle
di Temenite, in questi
giorni si stanno facendo delle opere di
restauro. Per questo
motivo la V edizione della Via Crucis,
che si svolge al teatro
greco per iniziativa dellarcivescovo
Mons. Salvatore Pappalardo, si svolta
costringendo
circa
mille fedeli a rimanere
in piedi per assistervi
al freddo della serata,
nonostante la settimana precedente fosse
iniziata- ma solo nel
calendario!...- la primavera
Generalmente
tale
stupendo contenitore
teatrale allaperto, che
il pi grande della
Sicilia
(competeva
con quello di Atene e
di Epidauro e il pi
importante oggi nel
mondo della cultura
classica, viene chiamato teatro greco.
Ci inesatto, come
inesatto chiamare
castello quello che
invece la fortezza
Eurialo.
Il motivo stato largomento duna delle conversazione che
dallo scorso agosto si
tengono al Cenacolo
della siracusanit, il
mini-museo che Antonio Randazzo ha
realizzato dal suo garage di via Alessandro Scilla, dove ogni
marted chiunque pu
liberamente recarsi a
conversare di storia,
lingua,
letteratura,
arte, problemi culturali e sociali (e non
politici!) della citt
aretusea.
Castello- ha riferito quelledificio dove
c un castellano con
una sua corte, mentre
in
quellimponente
costruzione militare
cerano solo militari,
cos come solamente
militari cera a Casmene .
La cavea del colle
di Temenite non da
definirsi teatro greco: stato il risultato
della conversazione,
cui hanno partecipato
diversi uomini di cultura; ci perch esiste-

E stato largomento tenutosi il 31 Marzo scorso al Cenacolo della siracusanit,


dove Antonio Randazzo ne ha presentato il suo pregevole documentario
va ancor prima della
venuta dei Greci, i
quali lo trasformarono secondo il loro modello. Infatti questo
risale al V.IV secolo
a.C.: lha dimostrato
il documentario re-

so allisola di Ortigia,
le acque dilavanti dal
Temenite e dalla via
dei Sepolcri, ridussero al suo parziale
interramento e come
tutti i monumenti antichi, esso divenne

approfittarono anche
di apecie di fronte
di cava offerta dalle
singole gradinate per
ritrarne anche molti
blocchi. La parte alta
della cavea e delledificio scenico, rea-

le condutture e degli
scarichi dacqua del
canale Galermi, e ci
danneggi ancor pi
le gradinate del teatro,
che ne fu seppellito!
A disseppellirlo ebbe
per primo lidea, dal

La cavea
del colle di
Temenite non
da definirsi
teatro greco:
stato il risultato della
conversazione, cui hanno
partecipato
diversi uomini
di cultura

In alto, Teatro Greco in restauro;


A fianco, scena delle rappresentazioni.
alizzato dallo stesso
Antonio Randazzo,
avvalendosi della pi
quotata e autorevole
bibliografia e rifacendosi alle relative vicende storiche. Nulla sappiamo-si dice,
infatti, nel pregevole
filmato da lui stesso
realizzato- del teatro
di Siracusa dalla caduta dellimpero romano al secolo XVI.
Infatti, abbandonato e
venuto a trovarsi lontano dallabitato, che
si era ridotto ben pre-

una cava da cui si ricavava materiale per


nuove costruzioni: lo
testimonia la latomia
del paradiso a ridosso della stessa cavea,
dove vediamo ancora
la famosa grotta dei
cordari e soprattutto lancor pi famosa
grotta che il Caravaggio defin orecchio
di Dionisio. Le trace
del lavoro dei cavatori
di pietra provano che
essi non si accontentarono di asportarne i
conci lavorati, ma si

lizzati in blocchi di
pietra, furono aspoertati dagli Spagnoli di
Carlo V tra il 1550 e
i1 1551 e furono utilizzati per la costruzione dei bastioni di
San Filippo e di Santa
Lucia in Ortigia. Nella parte superiore della cavea si riversava
lacqua, per cui vennero costruiti dei mulini che ovviamente
arrecarono altri gravi
danni, cui si aggiunse la costruzione di
strade daccesso, del-

1756, Cesare Gaetani,


che ne intu limportanza, anche se non
si rese conto della sua
effettiva grandezza,
dei suoi 67 ordini di
gradini, che potevano
contenere ben quindici mila spettatori.
Una domanda che si
rivolta durante la conversazione a questo
punto stata:-Come
mai gli antichi abitatori del territorio scelsero questo luogo per
il teatro? La risposta
stata perch l cera

lacqua, che serviva a


tutta la popolazione,
che vi si recava e stava l tutta la giornata,
perch gli spettacoli
durava giornate intere e tutti ci andavano
gratuitamente, mangiavano senza pagare,
perch pagavano i nobili, coloro che possedevano e non come
oggi che, chi possiede ed al comando
dellamministrazione
pubblica, prende sempre di pi, legalmente
e illegalmente) possibilmente vomitavano (ed alle uscite
non cerano i cosiddetti vomitori che
servivano anche per
vuotarsi lo stomaco e
ricominciare a mangiare?). Del resto, in
quel cos ampio luogo
non vi era solamente il
teatro: serviva anche
per le assemblee, alle
quali partecipavano
tutti i cittadini; serviva anche come luogo
di sepoltura, lungo la
strada attigua Era
anche un luogo sacro
fin dai primi abitanti,
che certo non furono i
greci: ecco perch teatro antico e non teatro
greco!
Come teatro greco
significa che quello
che stato risuscitato ,traverso le varie
epoche, le varie fasi,
allo stile di quelli greci. Difficile la
ricostruzione ideale
che hanno fatto gli
studiosi ed pi difficile per la diversit
delle congetture. La
parte pi difficile da
ricostruire indubbiamente la parte scenica,
il palazzo reale, perch rimangono solo
le tracce in negativo
tagliate nella roccia,
se si pensa pure che il
primo teatro fu di legno nel VI secolo a. C.
Il palcoscenico era un
po pi alto; si faceva
solo la commedia e recitavano solo i maschi:
per fare le femmine
bisognava vestirsi e
mettere la maschera
da femmina! Il primo
commediografo-attore
fu il siracusano Sofrone: e poteva essere diversamente, se ancora
oggi son tanti che dicono che i pi buffoni
sono i nostripolitici
e amministratori?

9 aprile 2015, gioved

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Mentre sul campionato scorrono i titolo di coda

Si fa sul serio solo su due campi


il De Simone e il DAlcontres

Legato al risultato di Barcellona il controribaltone auspicato


dal Siracusa Il tecnico della San Pio, Platania, fiducioso:
sfuggiti i play-off vogliamo chiudere in bellezza

arlo
Platania
tecnico della San
Pio X, il teorico
del calcio che sostiene il vantaggio di chi insegue
rispetto a chi conduce, intervistato
alla fine del vittorioso incontro di
domenica scorsa
sullIgea Virtus,
sosteneva che il
segreto del successo della propria squadra era
la forza dei nervi
distesi. Una forza
che scaturisce dal
non aver pi nulla da chiedere al
campionato, una
volta perduto il
treno dei play-off
e centrato lobiettivo minimo della
salvezza. In queste condizioni di
assoluta tranquil-

lit tutto quello


che arriva grasso che cola e appartiene al novero
delle soddisfazioni che riscattano
una stagione che,
detto per inciso,
per la San Pio non
stata molto fortunata. Il discorso
fatto a proposito
del successo sui
barcellonesi, che
si erano presentati a Mascalucia
forti di un filotto di otto vittorie
consecutive, lultima delle quali
ottenuta proprio a
spese del Siracusa
e quindi desiderosi di allungare,
si proietta minaccioso
anche
sullincontro
di
domenica prossima al De Simone

che concluder il
campionato,
un
incontro che vedr da una parte
il Siracusa che
lotter solo per la
vittoria e gli etnei che pur senza
dannarsi lanima
ribatteranno colpo su colpo per
finire in bellezza.
Carlo
Platania dovr fare a
meno di uno dei
due centrali, Sapienza,
espulso
nellincontro precedente, ma non
dovrebbe influire
pi di tanto sulla
solidit della difesa etnea, reparto di eccellenza
di una squadra
che vuol finire
in bellezza. Sul
Siracusa poco da
dire. Se si illuder

Il tecnico del San Pio Carlo Platania.


di poter affrontare la San Pio con
il pensiero tutto
rivolto al risultato che arriver
da Barcellona, gli
azzurri
rischiano seriamente di
complicarsi
la
vita, essendo la
San Pio complesso da prendere
con le pinze, specialmente se si
far guidare dallo
spirito di solidariet territoriale
per lo Scordia.

Per gli azzurri


quindi altra brutta gatta da pelare,
anche nellultima
di
campionato
che la maggior
parte delle squadre gioca ormai
per onore di firma.
Ma al punto in
cui si trova anche
il Siracusa ha ben
poco da perdere. Deve giocare
per vincere, non
tanto per regalare un inutile con-

tentino ai propri
tifosi, quanto per
giocarsi lultimissima carta che gli
rimane in mano
per arrivare al
controribaltone.
E se la partita che
si giocher allo
Stagno DAlcontres avr, come
si spera, il crisma
della regolarit,
quella del De Simone non pu cogliere il Siracusa
impreparato.
Armando Galea

Calcio a 5, Le Formiche men


ad un passo della promozione

La maschile de Le Formiche conquista i

play off e la vetta della classifica sfiorando


la promozione diretta. Ottima chiusura
di campionato per la formazione guidata
da Peppe Sarci che conclude in vetta alla
classifica distaccando di misura il Citt di
Canicattini ed accedendo ai play off per
la promozione.
Una stagione da incorniciare per Bianchini e compagni che dopo un inizio incerto
nella prima fase del campionato, dall'inizio del 2015 collezionano 12 vittorie e una
sola sconfitta, proprio ad opera della ex
capolista Citt di Canicattini. L'appuntamento con la sfida play off si giocher tra
due settimane al PalaLobello, contro la
vincente tra le formazioni del Carlentini
e I Bruchi, rispettivamente terza e quarta
classificata.

Calcio, ultimo atto


per la Citt di Siracusa
domenica contro il San Pio

aler il sipario, domenica, sul campionato di Eccellenza girone B. Al Nicola


De Simone il Citt di Siracusa affronter
la Catania San Pio X alle ore 16.00. Nel
girone dandata (era il 13 dicembre 2014)
gli azzurri simposero in quel di Mascalucia per tre reti a due. Contino (doppietta) e
Fichera i marcatori. Mascara e compagni
si sono ritrovati questo pomeriggio, dopo i
due giorni di sosta per le festivit pasquali,
al De Simone per la prima sessione setti-

manale. Clima sereno e squadra vogliosa di


scendere in campo e ottenere il massimo dalla sfida agli etnei. Vincere e aspettare buone
nuove da Barcellona Pozzo di Gotto. Qualora cos non fosse, il successo sui biancorossi
garantirebbe, quantomeno, laccesso diretto
alla fase nazionale dei play off. Non certo un
dettaglio evitare gli spareggi regionali. Per
far ci mister Anastasi potr contare su tutti gli effettivi a disposizione non essendoci
squalificati. La societ invita i tifosi e tutti
gli sportivi siracusani a far quadrato attorno
alla squadra in questo delicato e fondamentale frangente della stagione. Gi da gioved
9 aprile sar possibile acquistare i biglietti di
Citt di Siracusa vs Catania San Pio X presso
i consueti punti vendita.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 9 aprile 2015, gioved

Il tecnico:
La squadra
fin qui stata
impeccabile
e non posso
che essere
soddisfatto

In foto, il nuovo look


del sito dell'Ortigia

Pallanuoto Ortigia, Leone:


Pronti a giocarcela contro tutti
I

l Circolo Canottieri
Ortigia
comunica che
online la versione rinnovata del
sito internet ufficiale. Digitando
lindirizzo www.
canottieriortigia.
it si aprir la nuova schermata, ora
pi intuitiva e di
facile lettura, ricca anche di nuovi
contenuti.
Alle sezioni riguardanti lorganigramma societario, la storia e la
biografia di Paolo
Caldarella, sono
state
aggiunte,
infatti, quelle dedicate alle prime
squadre, sia maschile sia femminile, alle squadre
giovanili Under
e al nuoto (in aggiornamento).
Cliccando su ogni
sezione, si aprir
un men di scelta
da dove sar possibile visualizzare il calendario
del campionato di
competenza, con
i risultati, le clas-

Cliccando su ogni sezione si aprir un men di scelta da dove


sar possibile visualizzare il calendario del campionato
sifiche e le rose
delle squadre.
Altra
novit
importante
riguarda la parte
interamente dedicata agli sponsor
e quella dedicata ai comunicati
stampa e alle foto
gallery che, periodicamente, sar
aggiornata con le
notizie pi recenti
sullattivit sportiva della societ
biancoverde.
Si comunica, infine, che sono

ripresi gli allenamenti dei ragazzi


di Gino Leone,
impegnati sabato
pomeriggio alla
Caldarella contro
la Rari Nantes
Nuoto
Salerno
(arbitri
Collantoni e Luciani),
e quelli dellOrtigia rosa di Valentina Ayale, che
scender in acqua
(sempre alla Caldarella) domenica
mattina contro la
formazione della
Pol. Mimmo Fer-

rito, attualmente
al comando della
classifica di serie
B, a tre lunghezze
di distanza dalle
biancoverdi.
Intanto proseguono gli allenamenti
dei biancoverdi in
vista ella ripresa
del campionato,
il tecnico dell'Ortigia Leone ha dichiarato: Nonostante le quattro
sconfitte consecutive nel campionato di A2, non
facciamo drammi

e, ribadisco quanto gi detto in


precedenza che,
sono
entusiasta
del lavoro della
mia squadra.
Quella contro la
Roma stata una
sconfitta che mi
ha lasciato amareggiato a met,
perch abbiamo
perso i tre punti ma ho rivisto
sprazzi di buon
gioco e la giusta
cattiveria nei miei
ragazzi. Sappiamo che dora in
poi saranno cinque finali, ma il
nostro obiettivo
rimane quello di
centrare i play
off.
La squadra fin qui
stata impeccabile e non posso che
esserne soddisfatto. Questa sosta ci
servita per ritrovare entusiasmo
e quella serenit
che nelle ultime
gare cera venuta a mancare, ma
noi siamo qui e
ce la giocheremo
fino alla fine.

Tennis,
l'aretuseo
Alessio Di
Mauro ottiene
il pass per gli
internazionali
BNL d'Italia
Grande

affluenza di pubblico al
Ct Montekatira
di San Gregorio
di Catania che
ha ospitato una
delle
ventidue
prove di pre-qualificazione agli
Internazionali
BNL dItalia che
si disputer dal 7
al 17 maggio. La
manifestazione
qualifica i due
vincitori dei tabelloni maschile
e femminile.
Questi
tornei,
nel giro di pochi anni hanno
raggiunto
una
grossa popolarit
e gli elenchi dei
partecipanti
si
ingrossano sempre di pi, infatti
di anno in anno il
record dei partecipanti viene battuto. Ma non
solo un successo
quantitativo, ma
anche di qualit.
Al Montekatira,
unica tappa siciliana, 195 iscritti
nel maschile e 74
nel femminile,
a vincere sono
stati Alessio Di
Mauro e la svizzera Lisa Sabino.
Nel
tabellone
maschile, affermazione, come
da pronostico, di
Alessio Di Mauro che, nonostante da questanno
non frequenti pi
il circuito ATP,
ha mostrato di
avere
ancora
qualche marcia
in pi rispetto
agli avversari incontrati. Sei soli
games al passivo
per Di Mauro.
S.C.