You are on page 1of 82

4

1
0
2
o
n
r
e
Inv

Inverno 2014

Indice
Regali fai da te
Calendario dellAvvento
Portalumini
Ghirlanda di abete
Rollata
Fiori sospesi nellaria

I biglietti augurali illustrati


Regali
Il calendario dellAvvento del falegname
Decorazioni con i pizzi a tombolo
Idee regalo
I biglietti augurali a punto croce
La stella di legno
Ginger scaldacuore
Colori e sapori su una tela blu
Crostate
Il the alle cinque
Addobbi - Le noci dorate
Gli omini di panpepato
Lecca lecca di tessuto
Addobbi di legno e pizzo
Addobbi con motivi alpini
Addobbi a forma di albero
Stampe fai da te
Addobbi natalizi di carta
Pontarlier
Dicembre misterioso

Petra Slapar
direttore responsabile
Sandra Pohole, K8 dizajn
design e impaginazione
Andra Fila
logo
Jasna Simoneta, Tanja Tuta
redazione
PKDV, SVETOVANJE, d.o.o.
Web: www.casaetrend.it
Contatto: info.it@casaetrend.it
dicembre 2014
n. 12

Inverno 2014

Editoriale
Il cioccolato, le arance e le noci sono i
grandi protagonisti delledizione natalizia
della nostra rivista. Ci siamo dedicati ai
regali che potrete preparare con le vostre
mani, cos gustosi che probabilmente
non riuscirete nemmeno a regalare e
preferirete tenerli per voi, servendoli sulla
vostra tavola festiva. Abbiamo fatto visita
alla famosa pasticceria Ginger a Trieste e
ci siamo dati da fare per trovare dei dolci
perfetti da regalare. Per non limitarci al
cibo abbiamo realizzato anche 9 idee fai
da te per addobbi e regali, utilizzando le
tecniche della stampa e del disegno. Per le
confezioni dei vostri regali vi proponiamo
di decorare con le vostre mani la carta
per avvolgerli. Speriamo che le nostre
proposte possano rallegrare e rendere pi
creativo questo dicembre. Vi auguriamo un
periodo prenatalizio tranquillo, godetevi
ogni singolo giorno, state in compagnia
dei vostri cari e soprattutto, cercate
di stare allaria aperta. Anche le notti
invernali hanno il proprio fascino.
Ah, quasi dimenticavo: vi piace il nostro
nuovo logo?
Petra Slapar

Inverno 2014

Autori
PETRA SLAPAR
Per il 2015 vi auguro che
tutti i problemi siano ultra
facili da risolvere.

JASNA SIMONETA
Vi auguro delle feste
calorose, con tante
parole gentili per
tutti coloro che vi
circondano.

TJAA BRAJDIH
Un Natale pieno
di calore che scaldi
il cuore sotto un
soffice maglione.

KLEMEN BRUMEC
Vi auguro che nel
2015 riusciate a fare
finalmente quella
cosa che desiderate
tanto ma che era
rimasta nel cassetto
per tanto tempo.

MATEJA DOBRAVEC
Che lanno nuovo
porti ogni giorno dei
bei momenti in cui il
tempo si fermer per
lasciare posto a idee
formidabili. Che ogni
giorno si trasformi in
un giorno di festa!

Inverno 2014

VESNA VOGRIN
Che il 2015 sia un
anno ancora pi felice,
pieno damore, sorrisi,
momenti creativi e
ovviamente di biscotti al
cioccolato.

SUZANA LEBIR
Che sia un 2015
meraviglioso!

TANJA TUTA
Questanno
vi auguro che
i problemi si
sciolgano come
neve al sole!

JANJA PRIVEREK
A tutti i lettori auguro
tante idee creative, una
pi pazza dellaltra!

IVA VIVIANA DORIA


Che i giorni siano
disseminati di polvere
argentata della felicit, e
che le notti si popolino di
affascinanti misteri.

VALENTINA VOVK
Che le promesse
fatte a capodanno
questanno diventino
realt.

KAJA PODRAJ
Vi auguro tanta pace
durante le festivit, e
che le strade dellanno
nuovo siano lastricate
di petali e fiori.

TEJA PINTARI
Nellanno nuovo
prendetevi del tempo
per voi stessi e
lasciatevi andare
alla creativit.

Inverno 2014

Le riviste
online di

Inverno 2014

Calendario dell'Avvento

Realizzazione: Mateja Dobravec


Foto: Klemen Brumec

Visitate il nostro calendario dell'Avvento e cercate le idee che giorno


per giorno abbiamo preparato per voi.

Inverno 2014

Realizzazione e foto: Mateja Dobravec

Vasetti portalumini

Inverno 2014

Preparate:
vasetti di vetro
pasta modellabile fimo
stampini per i biscotti

Stendete la pasta
modellabile e ritagliate un
rettangolo che abbia per
dimensioni il perimetro del
vasetto e la sua altezza.
Ritagliate le sagome con
gli stampini. Avvolgete la
pasta intorno al vasetto, in
modo che la pasta combaci
perfettamente. Mettete
in forno a 110C per
30 minuti.
L'idea in pi:
potete utilizzare anche
la pasta Das o la pasta
al sale, in questo caso
lasciate il vasetto
ad asciugare, senza
metterlo nel forno
al posto degli stampini
per i biscotti potete
utilizzare anche degli
altri attrezzi o ritagliare
dei decori pi complessi
con un coltellino

Inverno 2014

La ghirlanda di abete

Preparate:



10

base per ghirlande


filo di ferro sottile
rami d'abete
nastro decorativo

La base per la ghirlanda


si pu preparare anche
con del filo di ferro
attorcigliato, oppure potete
procurarvi delle basi di
paglia su di cui andrete a
sovrapporre degli strati di
rami d'abete. Quest'anno
abbiamo voluto realizzare
una ghirlanda molto
semplice. Per fissare i
rami utilizzate del filo di
ferro sottile, fissando il
ramo sottostante per poi
nascondere il filo con
lo strato sovrapposto.
Quando avrete ricoperto
tutto il perimetro, fate un
bel fiocco con il nastro
decorativo.

Inverno 2014

Realizzazione: Kaja Podraj, Foto: Klemen Brumec

Inverno 2014

11

Il calendario dell'avvento

del falegname

12

Inverno 2014

Illustrazione:

iva Viviana Doria


Foto:

Klemen Brumec

Il calendario dell'avvento di quest'anno potete realizzarlo direttamente nella legnaia di casa


vostra. Prendete un tronchetto e tagliatelo a dischetti. Con un pennarello bianco e uno nero disegnate i numeri da 1 a 24, alternando vari stili. Potete anche decorare i dischetti con delle allegre
illustrazioni, ad esempio con fiocchi o rami di abete. Potete incollarli alla parete con del nastro
biadesivo oppure su una lavagna. Potreste anche dotarli di fori e appenderli su del filo di nylon
ad un appendino o su un ramo). Formate la sagoma di un albero di Natale. Sul dorso potete
nascondere un messaggio con la buona azione del giorno oppure un piccolo regalino per ogni
giorno di dicembre. Il regalo potrebbe essere costituito da una bella passeggiata rilassante tra i
campi oppure un giro a vedere le luminarie. Quello di dicembre spesso un mese molto impegnativo, perci regaliamoci soprattutto una buona dose di attenzioni e di momenti di tranquillit.

Inverno 2014

13

Ricetta e foto: Mateja Dobravec

La rollata

14

Inverno 2014

Ingredienti:
5 uova
120 g cioccolato
fondente
100 g zucchero
400 ml panna
montata
200 ml panna da
montare
200 300 g frutti
di bosco

50 g cioccolato
fondente per
decorare

Preparate una teglia rettangolare grande e rivestitela con della carta da forno. Ungete la carta con del burro o dell'olio. Scaldate il forno a 200C. Fate fondere il cioccolato
a bagnomaria o nel microonde. Dividete le uova e montate gli albumi a neve. Aggiungete lo zucchero e montate finch la neve diventa lucente, quindi amalgamate delicatamente i tuorli e il cioccolato. Versate nella teglia e mettete in forno per 10 minuti.
Quando il pan di Spagna pronto toglietelo dal forno e rigiratelo su un altro foglio
di carta da forno o un canovaccio. Lasciate raffreddare.
Spalmate con la panna montata e farcite con la frutta. Arrotolate e mettete in frigorifero per almeno due ore.
Fate fondere il cioccolato, mettetelo in una sacca da pasticcere con il foro piccolo.
Disegnate delle decorazioni di cioccolato sulla carta da forno e lasciatele al fresco a
solidificare.
Spalmate la rollata con la panna montata rimanente e decoratela con le decorazioni
di cioccolato.

Inverno 2014

15

Fiori

sospesi

nell'aria
In un primo momento la vista
pare ingannarci. S, perch
delle piante appese al soffitto con dei fili quasi invisibili
non si erano mai viste. Ma da
qualche anno stanno prendendo piede anche da questa
parte del mondo e noi abbiamo incontrato Gloria LaPorta e Viviana Locatelli, le due
anime di Keiki, un'avventura
tutta milanese nell'antica arte
dei kokedama.
Il kokedama un'antica
tecnica giapponese per coltivare le piante utilizzando
particolari sfere da appendere nell'ambiente. Gloria e
Viviana raccontano: La nostra storia nasce dalla passione comune per i fiori e per
le piante. Le orchidee sono la
nostra malattia, e sfogliando e leggendo riviste di set16

tore abbiamo scoperto che anche loro possono gioire e farci


gioire se adagiate in queste coreografiche sfere di muschio
chiamate kokedama.
Una passione da concretizzare, in un momento che poco
favorevole alle piccole imprese.
Nei momenti di crisi bisogna creare e dare voce a nuovi progetti ed per questo che abbiamo pensato ai kokedama che nel nostro paese sono ancora molto sconosciuti. Cos

Inverno 2014

bbiamo scelto il nome Keiki . Keiki il


a
nome che i coltivatori di orchidee danno ai
giovani getti completi di radici (veri e propri
cloni) che nascono sullo stelo di unorchidea.
Quali sono le peculiarit dei kokedama?
Quali piante possono essere coltivate in questo modo? L'arte del kokedama nasce in
Giappone circa nel 1600 e consiste nella tecnica di coltivare una pianta esternamente al
vaso in cui cresciuta per poterne ammirare
la bellezza e la semplicit, raccontano. Tutte
le piante possono diventare kokedama, hanno bisogno di molta luce ed consigliabile
irrorarle per immersione. Nel caso specifico
delle orchidee, esse vanno nebulizzate molto
e immerse poco.
Vi venuta voglia di regalare o perch
no, regalarvi un kokedama per Natale? Per
il prossimo Natale realizzeremo moltissimi
kokedama con stelle di natale, ellebori ed
ogni altro genere di pianta natalizia e, come
sempre, speriamo con tante orchidee.
E noi gi cerchiamo di immaginare i delicati ellebori sospesi di fronte ad una finestra
affacciata su un bel paesaggio innevato.

Inverno 2014

17

Quando le serate si allungano, si diffonde nelle nostre case il profumo di tante prelibatezze. Per voi abbiamo preparato quattro idee per i regali di Natale da gustare subito:
i brownies, le arance candite al cioccolato, i cracker di farro e il salame di cioccolato.
Per rendere pi accattivanti questi dolci cos semplici vi proponiamo di avvolgere il salame in
una carta da forno marrone
e di decorarla con dei simpatici adesivi. I brownies
sono molto belli adagiati in
una conserva di vetro da addobbare con un nastro decorativo. Per i cracker cercate una scatola di cartone
da decorare con del sempreverde e un nastro luccicante. Le arance candite
invece staranno benissimo
in un vasetto di vetro decorato con un nastro colorato.

Regali
fai da te

Crinkles -

I biscotti con le crepe












120 g cioccolato fondente


170 g farina
40 g cacao in polvere
un cucchiaino di lievito in polvere
120 g burro
160 g zucchero
1 bustina di zucchero vanigliato
2 uova
500 ml latte
un pizzico di sale
zucchero a velo e zucchero semolato

In un tegame fate fondere il cioccolato


a bagnomaria e aspettate che si raffreddi
un po'. Unite la farina e il lievito in
polvere. Con lo sbattitore lavorate
il burro, lo zucchero e lo zucchero
vanigliato, quindi unite anche le uova e
il sale. Amalgamatevi il cioccolato fuso.
Man mano aggiungete il latte e la farina
con il lievito in polvere. Il composto deve
risultare un po' liquido. Lasciatelo in
una bacinella e coprite con la pellicola.
Mettete nel frigorifero per almeno 4 ore.
Scaldate il forno a 175C.
18

Con due cucchiaini formiamo una


quenelle (in questo modo l'impasto non
si attaccher alle mani). Passatela nello
zucchero semolato, quindi formate una
pallina di ca. 3 cm e passatela nello
zucchero a velo. Mettete le palline su
una teglia rivestita di carta da forno
distanziandole di 5 cm. Cuocete per
12 minuti. Conservate i biscotti in una
scatola chiusa, in modo che non perdano
in fragranza.

Inverno 2014

Ricette e foto: Mateja Dobravec

Inverno 2014

19

20

Inverno 2014

3 arance grandi
2 tazze di zucchero
mezza tazza d'acqua
cioccolato fondente con almeno 70%
di cacao

Tagliate alle arance la cima e il fondo


e tagliatele a spicchi. Togliete la polpa,
in modo che rimanga solo la buccia.
Affettate la buccia a strisce di ca. 0,5 cm.
Mettete le bucce in un tegame
nell'acqua fredda e portate a bollore,
quindi eliminate l'acqua e sostituitela con
dell'acqua fredda. Ripetete questo passo
almeno tre volte, cos facendo la buccia
diventer meno amara.

Fate sgocciolare le bucce cotte.


In un tegame preparate lo sciroppo
di zucchero. Portate a bollore l'acqua
con lo zucchero e fate sobbollire per ca.
9 minuti. Se avete un termometro da
cucina, la temperatura non dovrebbe
superare i 110C. Quindi aggiungete le
bucce, mescolate e cuocete per 40 minuti,
finch diventano trasparenti.
Sgocciolate le bucce (fate attenzione
allo sciroppo bollente!) e adagiatele sulla
carta da cucina una ad una, ben separate.
Lasciatele asciugare per qualche ora.
Fate sciogliere il cioccolato, intingetevi
le bucce e adagiatele sulla carta da forno
in modo che il cioccolato solidifichi.

Arance candite al cioccolato

Inverno 2014

21

Cracker di farro

220 g farina di farro


mezzo cucchiaino di sale
mezzo cucchiaino di bicarbonato
110 g burro
qualche cucchiaio di acqua
fredda
semi vari (zucca, girasole,
sesamo ...)
22

Unite la farina, il bicarbonato e il sale per farne


un impasto. Nel caso non legasse, aggiungete un
po' di acqua fredda fino ad ottenere un panetto
liscio. Aggiungete i semi vari e amalgamate bene.
Stendete con un mattarello fino ad ottenere uno
spessore di qualche millimetro. Tagliate l'impasto
secondo le vostre esigenze e mettete in forno a
180C fino a doratura.

Inverno 2014

Inverno 2014

23

24

Inverno 2014

Salame al cioccolato

200 g biscotti integrali


2 uova
100 g zucchero
zucchero vanigliato
100 g burro
50 g cacao
50 g nocciole tritate
zucchero a velo

Tritate i biscotti nel mixer.


Mettete un tegame a
bagnomaria e lavoratevi
le uova con lo sbattitore,
lo zucchero e lo zucchero
vanigliato, aggiungete il
burro e il cacao. Mescolate
in modo che si addensi e
mettete da parte. Fatelo
raffreddare un po', quindi
aggiungete i biscotti tritati
e le nocciole. Formate il
salame e avvolgete nella
pellicola. Lasciate in
frigo finch diventa ben
solido. Togliete la pellicola,
passatelo nello zucchero a
velo e tagliate a fettine.

Inverno 2014

25

Foto: Klemen Brumec, Idea e realizzazione: Andrejka L. Kofol (The Idria Lace), Design pizzi

Addobbi natalizi

con i pizzi a tombolo


Regali

Anche il regalo pi semplice, come ad esempio una


scatola di biscotti casalinghi, diventer un regalo
speciale se lo decoreremo con dei piccoli pizzi
fatti a mano. Scegliete il motivo che pi si addice
al ricevente. Prendete della carta bianca, degli
acquerelli e un pennello largo. Decorate a piacere
la carta e lasciatela asciugare, quindi confezionate
il regalo e legatelo con un bel filo decorativo,
addobbandolo con i pizzi.

Il pizzo a tombolo un
classico che troveremo
in numerose case, molto
raramente per ne troveremo
delle interpretazioni pi
audaci rispetto alla solita
tovaglia o centrino. Noi
abbiamo accettato la sfida e
abbiamo provato a utilizzarlo
nelle decorazioni natalizie,
in abbinamento con i colori
pastello e delle superfici
ruvide e grezze, come il
legno antico e la lamiera che
mettono in risalto la loro
delicatezza.
26

Inverno 2014

i: Anja Petek (The Idria Lace), Irma Pervanja, Realizzazione pizzi: Marta Logar (The Idria Lace)

Torta

I dolci natalizi possono essere abbelliti con


l'uso di piccoli festoncini composti da pizzi
a fiocco di neve. Infilate i fiocchi di neve
su un filo d'acciaio sottile e fissatelo su
dei bastoncini di legno. Potete aggiungere
anche una bella scritta augurale che
trionfer sulla vostra tavola.

Inverno 2014

27

Cuore

Con del filo di ferro formate un cuore doppio,


facendo attenzione a creare dei piccoli anelli
per legare i pizzi. Legate il cuore a un nastro
decorativo con un fiocco. Legate i pizzi agli
anelli. Potete appendere il cuore sopra il tavolo,
oppure sulla porta o su una parete colorata della
vostra casa.

Siamo nel 2020. I pizzi a tombolo sono diventati un must per ogni giovane donna le
adolescenti con i loro abbinamenti con pizzi dai colori sgargianti, le cosmopolite che nelle
serate calde passeggiano con vestiti ornati di pizzo, le amanti del vintage che non rinunciano
ai dettagli di pizzo, e addirittura le trasgressive che si vestono solo di nero sono riuscite a
adeguare il pizzo alle proprie esigenze. E quando scende la notte e cadono tutti i veli
il pizzo rimane.
28

Inverno 2014

Illustrazioni: iva Viviana Doria, Foto: Klemen Brumec

Il biglietto augurale

con i motivi invernali


Nonostante forse un biglietto disegnato con le
vostre mani possa sembrare un azzardo, potete
realizzare dei biglietti augurali molto semplici
ma tuttavia molto carini seguendo dei tutorial
di disegno. Scegliete un motivo con cui augurare
buone feste, disegnate una ghirlanda
e completatelo con un messaggio augurale.
Il colore spento della carta pu essere ravvivato
da piccoli fiocchi di neve disegnati con il
classico bianco o con un bel colore dorato che
lo render pi caldo.
Preparate:
cartoncino
pennarelli con punta sottile di vari colori
(nero, bianco, rosa, oro, rosso )
tutorial per le illustrazioni
Con le illustrazioni fatte a mano potete anche
realizzare degli addobbi retr. Disegnate dei
motivi natalizi su del cartoncino e ritagliatelo.
Con un ago infilate il filo decorativo e l'addobbo
pronto.

Inverno 2014

29

Disegno: iva Viviana Doria, Regali: Babushka boutique

Carta da regalo-

disegnatela con le vostre mani


Quest'anno vi
proponiamo di illustrare
la vostra carta da regalo.
Prendete vari pennarelli
colorati e decorate dei
grandi fogli di carta.
Potete scegliere diversi
motivi o disegnare tutto
con l'oro. I vostri regali
saranno ancora pi
belli se li metterete in
una bella scatola e la
avvolgerete nella vostra
carta, completando il
tutto con un bel fiocco.

Vassoio: 29,30 ,
Atomic soda - mini labo
Portafogli: 29,90 ,
Atomic soda - mini labo
Quaderno; 5,40 ,
Atomic soda - mini labo
30

Inverno 2014

Inverno 2014

31

Tazza: 7,60 , WILD & WOLF


Piatto: 12 , WILD & WOLF
Teiera: 19 , WILD & WOLF

Quadretto: 37 ,
FINO FINO
Cuscino nuvoletta: 22 ,
FINO FINO
Spilla nuvoletta: 9 ,
FINO FINO
Ballerine: 38,90 ,
URSANINA
32

Inverno 2014

Spilla doppia: 29 ,
Hana Karim
Candela profumata: 12,90 ,
Heaven sends

Scatola da cucina: 35,40 ,


Rifle Paper Co.
Schede per le ricette: 10,90 ,
Rifle Paper Co.
Sottobicchieri: 14,90 ,
Rifle Paper Co.
Diario: 13,90 ,
Rifle Paper Co.
Inverno 2014

33

Il biglietto augurale
a punto croce

Il biglietto che pare ricamato perfetto per gli amanti del vintage
Preparate:
carta millimetrica
carta spessa
una base per il biglietto
matita o pennarello
sottile
spessori per creare
l'effetto 3D
34

Sulla carta millimetrata


disegnate lo schizzo di
un motivo a punto croce.
Ricopiate il motivo su una
carta spessa e sul retro
applicate degli spessori

Inverno 2014

3D, in modo da fare da


distanziatore dalla base.
Ritagliate la carta come vi
piace, quindi attaccatela
alla base per il biglietto. Il
biglietto augurale pronto.

3
Realizzazione e foto:
Teja Pintari

Inverno 2014

35

La stella
di listelli

36

Inverno 2014

Foto: Klemen Brumec, Realizzazione: Suzana lebir

Quest'anno, per decorare le


mensole e le finestre abbiamo
deciso di provare con lo stile
minimalista. Per realizzare
una bellissima stella di legno
bastano dei listelli, anche di
recupero.
Preparate:
un listello di legno lungo
seghetto
colla per il legno
luci di Natale
Tagliate il listello in cinque
parti uguali. Disponeteli in
modo da ottenere una stella
e incollateli sugli angoli.
Se utilizzerete la stella
all'esterno rinforzatela usando
dei chiodini, in modo che
possa sopportare meglio le
intemperie. La stella ora
pronta, potete decorarla con
delle luci di Natale o inventarvi
una versione tutta vostra.

Inverno 2014

5
37

Foto: Sabrina Lorenzi, Autore: Tanja Tuta

inger Tea & Cupcakes un fenomeno


dei nostri tempi, in tutti i sensi. Il concetto di pasticceria si evoluto, oggi il
cliente vuole sedersi e degustare piano la fetta di
torta scelta con cognizione. Cos nacquero le pasticcerie con angolo caffetteria. Ginger ha perfezionato questo concetto, diventando, ora lo si pu
dire a ragione, un vero fenomeno: a poco pi di
un anno dall'apertura, Tripadvisor lo premia con
il 1 posto nella sezione della ristorazione a Trieste, scavalcando locali storici con una tradizione
solidissima.
Secondo i clienti, Ginger amore al primo assaggio: conquista per la qualit del prodotto, che
si sente subito. Entrando nel locale si viene invasi
da una miriade di vasetti di spezie e the ricercati
e da un profumo autentico di dolci fatti in casa

che proviene dalla cucina di fianco l'ingresso. Ci


avviciniamo al banco, ci facciamo aprire qualche
barattolo di the e servire qualcosa di dolce.
Chiara ci apre uno dei suoi 1001 barattoli. Le
spezie, selezionate da lei stessa con grande passione, profumano di aromi dimenticati, intensi,
che fanno viaggiare, mentre i dolci di Elena sono
fragranti e deliziosi, come una apple pie dalla crosta croccante e un ripieno ancora caldo di mele
burrose
Impossibile rimanere indifferenti. Si ha l'impressione, venendo serviti dalle proprietarie,
che il sorriso caloroso di Chiara e la dolcezza di
Elena siano entrati insieme agli altri ingredienti
nelle torte e nei the e che per questo, poco dopo
aver assaggiato, ti senti riscaldare, in effetti, da
dentro.

Ginger scaldacuore

38

Inverno 2014

La data dellinaugurazione ve la
ricordate?
Assolutamente s, era il 21 settembre 2013 e fino a 5 minuti prima che
arrivassero i primi invitati, stavamo
pulendo, pitturando, stuccando
Poi il locale ha cominciato a riem oltre ai cupcake di
pirsi e da quel momento tutto staogni forma e sapore,
to magico. Il locale traboccava di
lasciatevi deliziare
gente, si riempita anche la strada,
da una apple pie
centinaia di persone sono accorse
fatta a regola d'arte
per assaggiare i nostri dolci al ritmo
di un delizioso swing anni 40. Una
provate la lavanda
festa indimenticabile!
di Chiara: aromi da
Da quantera che ci stavate pensando?
mille e una nota
Abbiamo cominciato circa un anno
prima dellapertura. Ci sono stati imprevisti, permessi da ottenere, i lavori di ristrutturazione ecc.
Contemporaneamente abbiamo ideato limmagine coordinata, impostato la promozione, studiato
le ricette, insomma perfezionato il nostro progetto.
Provenite da settori diversi. Cos stato a far incontrare le vostre idee? Come avete capito che
Chiara era la socia giusta per Elena e viceversa?
Chiara: Il mio sogno sempre stato quello di aprire una piccola sala da t, un luogo accogliente e
familiare dove fare due chiacchiere, magari seduti
su un divano come a casa, preparare un esame o,
perch no, cominciare un romanzo. Quando Elena, indirizzata da comuni conoscenze, mi espose il
suo progetto di aprire una pasticceria, il connubio

consiglia:

Inverno 2014

sembrava perfetto. bastato assaggiare un suo Red Velvet e mi ha presa - come fa con tutti - per la gola.
Elena: Stavo cercando un posto
dove poter cucinare e vendere le mie
cupcakes. Con alle spalle 15 anni di
lavoro in ambito cinematografico e
zero esperienza nel settore del commercio e della ristorazione, quello
che mi serviva, oltre a una buona
idea, era una socia. Chiara aveva
questo bellissimo localino in posizione centrale e un sacco di esperienza in fatto di t, spezie, cioccolato e caff. Inoltre condivideva la mia
passione per le cose belle e fatte con

39

cura. Pur essendo diverse abbiamo


Se Elena fosse un dolce
trovato il modo di far convergere i
sarebbe
nostri punti di forza.
Una cupcake piena di
Quanto prende e cosa vi d Ginger
frosting alla vaniglia
in cambio dei vostri sforzi?
e con un bel po di
Siamo aperti 6 giorni su 7 e lavozuccherini colorati
riamo dalle 8 del mattino alle 21 di
on top.
sera. Talvolta non basta nemmeno
Se Chiara fosse una
e bisogna finire a casa le questioni
spezia sarebbe
amministrative e contabili. Gi poLa curcuma.
chi mesi dopo lapertura le nostre
quattro mani non bastavano pi.
Cos questanno, molto prima di quanto previsto,
abbiamo assunto una collaboratrice. E per Natale
avremo bisogno di altro aiuto perch prevediamo
settimane intense, piene di biscotti da glassare,
pacchetti da fare e cesti da riempire...
Qual il vostro bestseller?
Le cupcakes, senza dubbio. Piacciono ai bambini perch sono colorate, ai ragazzi perch sono
trendy, agli adulti perch sono belle e buone. Si
vendono cos bene perch usiamo sempre ingredienti di alta qualit e questo, ce lo confermano i
clienti, si sente.
Create voi le miscele dei t che servite e vendete?
I t per lo pi non sono miscele ma variet diverse,
con diverse lavorazioni e provenienze. Tuttavia

40

Inverno 2014

t eniamo anche delle miscele, alcune create da noi,


come ad esempio il chai, il tipico t nero speziato.
Ma non serviamo solo t: abbiamo una vasta selezione di infusi alla frutta e mangia e bevi, durante lestate abbiamo proposto t freddi di nostra
produzione, e per chi preferisce il cioccolato abbiamo quello in tazza, ovviamente fatto con cacao
di qualit finemente selezionata.
Avete gi collezionato alcune collaborazioni con
imprese importanti della zona. In che modo curate la promozione e i contatti?

Il canale pi sfruttato per la promozione quotidiana Facebook. Creare curiosit ed aspettativa


con regolarit importante. Per prendere parte ai
maggiori eventi della citt ci appoggiamo a dei gemellaggi con altre attivit. Abbiamo appurato che
la conoscenza diretta uno strumento insostituibile. Molte delle realt con cui abbiamo collaborato (Parovel, The Hub, Etnoblog ecc.) si sono avvicinate a noi perch i collaboratori erano clienti
di Ginger e hanno constatato di persona la nostra
qualit.

Inverno 2014

41

Ora che il vostro sogno si realizzato, cosa vorreste che vi riservasse il futuro?
Per il momento siamo intente a occuparci al meglio del nostro piccolo angolo in via dellAnnunziata, ma non nascondiamo lambizione di far
nascere, un domani, altri posticini come questo. Il
primo tentativo andato piuttosto bene, no? (sorridono)
Decisamente s.

Quale dei vostri prodotti


proponete a:
un giovane studente poco pretenzioso ma
con budget limitato?
Caff e cookie andr benissimo, una
colazione leggera, ma di soddisfazione a
basso costo

un uomo daffari in cerca di uno


spezzafame da portare in viaggio?
Un brownie: merenda sostanziosa, persino
se avesse problemi con glutine e lattosio

una signora esigente dal palato raffinato?


Proporrei una Victoria Sponge e un t
bianco Pai Mu Tan, freschezza ed eleganza
in entrambi i casi
42

Inverno 2014

Inverno 2014

43

Colori e sapori
su una tela blu

44

Inverno 2014

Inverno 2014

45

Foto: Tjaa Brajdih, Ricette: Zlato Jabolko

46

Inverno
zima 2014
2014

Questo capodanno lo festeggeremo al


mare. Al posto del solito abete abbiamo
utilizzato dei rami di pino nero e un vaso
in armonia con il resto delle decorazioni.
Per evitare che gli addobbi di famiglia
cadano per il vento, abbiamo utilizzato
quelli di stoffa. Il mare d'inverno con
le sue sfumature plumbee ci inonda di
silenzio e malinconia, perci abbiamo
preferito dei colori decisi e uno stile
orientale. Perline, lustrini e forme semplici
aggiungono un tocco di vivacit etnica.
Il menu richiama l'atmosfera orientale,
sulla nostra tavola si intrecciano

profumi di spezie e arance. I nostri


amici di Zlato jabolko (che abbiamo
conosciuto nell'edizione precedente)
ci hanno preparato una zuppa di
lenticchie guarnita di chicchi di
melograno, un favoloso riso nero
al curry e una profumata crostata
provenzale. Il tutto accompagnato dallo
spumante e servito su piatti e ciotole
variopinti, che insieme ai profumi
hanno pervaso i nostri sensi. Cos,
nonostante il mare d'inverno sia piatto
e dai toni un po' spenti, la nostra festa
sar colorata e ricca di stimoli.

Inverno 2014

47

Crostata provenzale
al cioccolato

48

Inverno 2014

Ingredienti:
IMPASTO
120 g burro
75 g zucchero a velo
2 tuorli
120 g farina
60 g cacao
3 cucchiai d'acqua
PER IL RIPIENO
112 g cioccolato fondente
75 g burro
6 uova
75 g zucchero
60 g cacao
5 g mandorle o pinoli in scaglie
1/3 scorze d'arancia candite (vedi
ricetta)
IMPASTO
Impastate gli ingredienti fino ad ottenere
un panetto liscio. Infarinate bene, formate
un disco piatto e avvolgetelo nella
pellicola. Ponete in frigo per almeno
mezz'ora.
Stendete un foglio di pellicola,
infarinatelo, poggiatevi sopra il disco,
infarinatelo e copritelo con altra pellicola.
Stendete con il mattarello fino a ottenere
un disco sufficentemente grande per
ricoprire lo stampo e il bordo.
Togliete la pellicola superiore e
capovolgete il disco nello stampo. Premete
l'impasto sui bordi e quindi togliete anche
l'altra pellicola.
Scaldate il forno a 190C.
RIPIENO
A bagnomaria scogliete il cioccolato,
incorporate il burro e le arance candite.
Togliete dal fuoco. A parte montate gli
albumi a neve, aggiungendo poco a poco
lo zucchero. Incorporate delicatamente i
tuorli e quindi il cacao. Prendete un terzo

di questo composto e incorporatevi con


cura il cioccolato fuso. Amalgamate bene
e quindi aggiungete il resto del composto
di albumi. Versate nello stampo e
corspargete di mandorle o pinoli. Cuocete
per 20-25 minuti.
A fine cottura fate freddare la crostata
su una grata e dopo 10 minuti toglietela
dallo stampo. Ricopritela con il resto
delle arance candite e servite con lo
sciroppo d'arancia.

LO SCIROPPO D'ARANCIA E LE
SCORZE CANDITE
Ingredienti:
4 arance bio
200 g zucchero
Sale
Togliete la scorza alle arance con
l'apposito coltellino e spremetene il
succo.
Portate a ebollizione un pentolino
d'acqua salata e cuocetevi le scorze per
un minuto. Scolate, sciacquate con acqua
fredda e ripetete il procedimento.
Quindi portate a ebollizione lo zucchero,
il succo d'arancia e le scorze e cuocete a
fuoco basso per ca. 10 minuti. In questo
modo si former lo sciroppo e le scorze
diventeranno trasparenti. Togliamole
dallo sciroppo e appoggiamole su un
foglio di carta forno. Aspettiamo che si
raffreddino e asciughino. Utilizzate 1/3
delle scorze per l'impasto e i restanti 2/3
per guarnire la crostata.

Inverno 2014

49

Zuppa di lenticchie
Ingredienti:








3 cucchiai di olio doliva


1 cucchiaino di cumino
1 cipolla tritata finemente
2 spicchi daglio
cucchiaino di pepe di
Cayenna (potete usare del
peperoncino)
1 cucchiaino di cumino in
polvere
limone (succo)
750 g di lenticchie precotte
1,5 l di brodo di pollo o di
manzo

In un tegame scaldate lolio


doliva con il cumino intero per
un minuto circa, poi aggiungete
laglio, fatelo rosolare facendo
attenzione a non bruciarlo,
aggiungete il trito di cipolla e
continuate a rosolare finch
diventa trasparente. Unite
le lenticchie cotte e coprite,
continuate la cottura per 5
minuti, in modo che gli aromi
si fondano. Aggiungete il pepe
e il brodo. Portate a bollore
e continuate la cottura per
10 minuti. Passate la zuppa
al mixer fino ad ottenere un
composto liscio e servite con
una fettina di limone e un
pizzico di cumino in polvere.

50

Inverno 2014

Inverno 2014

51

Curry al riso nero

52

Inverno 2014

Foto: Homepersonalshopper.it

tri
s
o
n
i
i
u
g
Se
o
d
e
r
r
a
'
d
i
l
consig
d
n
e
r
T
e
a
s
su Ca
PER

HOP
S
L
A
N
O
S
R
ME PE

HO

Inverno 2014

53

i
oc
n
i
d
a
t
a
t
cros

54

Inverno 2014

con cros
m tata
ar
m al m
ell
at arz
a
d apa
i
la ne
m
p on
i

cr

crostate
e
t
a
v
o
r
t
i
r

os

ta
ta

al

ci

occ

ol

at

cros
Lin tata
zer 2014
Inverno

55

Preparazione e foto: Mateja Dobravec

Crostata
Impasto base per la crostata:




125 g burro
1,2 tazza di farina
mezzo cucchiaino di zucchero
un pizzico di sale
4 cucchiai di acqua fredda

Tagliate il burro freddo a dadini,


mettetelo nel mixer, aggiungete la
farina, lo zucchero e il sale. L'impasto
risulter bricioloso. Aggiungete 4
cucchiai d'acqua fredda, in modo che
si formi una palla. Sul piano di lavoro
stendete l'impasto con un mattarello.
Rivestite uno stampo per crostate e
ritagliate gli avanzi che utilizzerete per
le decorazioni.

Crostata
al cioccolato
56

Inverno 2014

Per una crostata piccola del


diametro di 12 cm preparate:
250 ml latte
una bustina di budino al
cioccolato
50 g cioccolato fondente
4 cucchiai di zucchero
20 g burro

In 50 ml di latte freddo stemperate la polvere


per il budino e lo zucchero. Portate a bollore il
resto del latte e versatevi il composto per il budino.
Aggiungete il cioccolato e cuocete finch il budino
si addensa e il ciocclato si fonde. Quando mettete
da parte il budino, aggiungete il burro e fate
raffreddare.
Rivestite la teglia con l'impasto e versatevi
il budino. Decoratelo con il resto dell'impasto e
cuocetelo a 180C per ca. 20 minuti, fino a quando
l'impasto dorato.

Inverno 2014

57

Crostata alle noci

Per una piccola


crostata di 12
cm di diametro
preparate:

Tritate le noci e
aggiungete loro le
spezie. Separate
l'albume e il
tuorlo e montate
l'albume a neve.
Quindi incorporate
delicatemente il
tuorlo, lo zucchero
e le noci speziate.
Rivestite lo stampo
con l'impasto e
versatevi la farcia,
decorate con gli
avanzi dell'impasto
e cuocete a 180C
per 20 minuti ca.,
finch l'impasto
ben dorato.

100 g noci
spezie per il
panpepato o
della cannella
2 cucchiai di
zucchero
1 uovo

58

Inverno 2014

Crostata Linzer
Ingredienti:
marmellata di frutti
misti
zucchero a velo

Rivestite lo stampo con l'impasto e spalmatelo


abbondantemente con la marmellata. Decorate
con gli avanzi dell'impasto e cuocete a 180C
per 20 minuta ca., finch l'impasto ben dorato.

Inverno 2014

59

Crostata al marzapane e

marmellata di lamponi

Per una piccola crostata di 12 cm di diametro


preparate:
150 g marzapane
marmellata di lamponi
Rivestite lo stampo
con l'impasto e
spalmatelo con
un cucchiaio di
marmellata di
lamponi. Stendete
il marzapane
e formate un
disco delle stesse
dimensioni dello
stampo. Appoggiate
il marzapane nello
stampo e spalmatelo
con qualche cucchiaio
di marmellata al lampone.
Decorate con gli avanzi
dell'impasto e cuocete a 180C per 20
minuta ca., finch l'impasto ben dorato.

60

Inverno 2014

Servizio da the: Zisha, Foto: Petra Slapar

L'inverno la stagione in cui forse beviamo pi


volentieri del the. Noi abbiamo immaginato un bel
the alle cinque in compagnia, per fare quattro chiacchiere e assaporare degli ottimi biscotti.

Il the alle cinque

Inverno 2014

61

Realizzazione e foto: Tjaa Brajdih

Addobbi
- le noci
dorate
62

Inverno 2014

Con i gusci delle noci


potete realizzare
facilmente dei bellissimi
addobbi natalizi.
Noi li abbiamo realizzati in
abbinamento con le perline
acriliche nei colori dell'oro
e dell'azzurro.
Per questi addobbi
preparate dei gusci di noce,
spray acrlico dorato, perle
acriliche o altri accessori a
scelta, colla a caldo o colla
a presa veloce e spago.

Innanzitutto colorate i
gusci con il colore dorato.
Una volta asciutti, decorate
le noci intere incollandovi
sulle estremit le perline
acriliche. Non scordatevi
lo spago per appendere gli
addobbi.
I gusci vuoti vanno riempiti
con delle perline bianche,
in modo che sembrino dei
piccoli tesori.
Con questi addobbi potete
decorare l'albero di Natale
oppure appenderli su
rami secchi da mettere
in un bel vaso. In questo
modo otterrete un bel
centrotavola natalizio.

Inverno 2014

63

Omini di
panpepato
64

Inverno 2014

Ricetta: Mateja Dobravec, Foto: Klemen Brumec


Ingredienti:






500 g farina tipo 500


un cucchiaino di bicarbonato di sodio
150 g burro
150 g zucchero a velo
2 uova
150 g miele scaldato e raffreddato
un pizzico per ognuna delle seguenti spezie: cannella, zenzero,
noce moscata, chiodi di garofano, coriandolo, cardamomo
(oppure utilizzate l'apposita miscela per il panpepato)

Per preparare del panpepato


scuro sostituite un cucchiaino
di farina con del cacao.
Amalgamate gli ingredienti,
avvolgete il panetto nella
pellicola e mettete in frigorifero
per due ore, dopodich sar
pronto per essere lavorato,
dato che il burro e il miele
solidificheranno a sufficenza.
Stendete l'impasto su un piano
di lavoro infarinato. Con degli
stampini formate dei biscotti.
Adagiateli su una teglia
rivestita di carta da forno e
cuocete a 180C, in modo che
diventi scuro solo il retro del
biscotto (di solito 10-12 minuti).
Il tempo di cottura va adeguato
al colore dei biscotti, in modo
che rimangano morbidi.

Inverno 2014

65

Quest'anno abbiamo
deciso di cambiare un po'
gli addobbi dell'albero
di Natale. Per evitare
per dei nuovi acquisti,
abbiamo cercato degli
avanzi di panno e degli
stuzzicadenti e ne
abbiamo realizzato dei
lecca lecca bicolori.

I lecca lecca
di panno

Preparate:



2
66

panno in due colori


colla vinilica
stuzzicadenti
ago e filo

Tagliate il panno a nastri


sottili. Appoggiate un
nastro di un colore
sull'altro, stendendo
prima tra di loro un po'
di colla. Arrotolate bene
i due nastri su se stessi
aggiungendo la colla,
in modo che il lecca
lecca mantenga la sua
forma. Infine infilatevi

lo stuzzicadenti. Per
appendere i lecca lecca
sull'albero passate del filo
nel lecca lecca e annodate.
L'addobbo ora pronto.
I lecca lecca possono
essere utilizzati come
addobbi per l'albero di
Natale ma anche come
decorazione sulle tartine
o sui dolci.

Inverno
zima 2014
2014

Foto: Klemen Brumec, Realizzazione: Suzana lebir

10

11

Inverno 2014

67

L'addobbo
di legno e pizzo
68

Inverno
zima 2014
2014

Realizzazione e foto:
Teja Pintari

Preparate:








due basi in legno


un avanzo di pizzo
filo
ago
matite o pennarelli
colorati
forbici
colla
nastro biadesivo
lacca acrilica in spray

Imbastite il nastro di
pizzo e fatelo arricciare
in modo da dargli una
forma rotonda che sia pi
grande della base in legno.
Annodate il filo e tagliate
il pizzo in eccedenza. Con
il filo formate il laccio
per appendere l'addobbo
all'albero. Decorate le
basi in legno con i vostri
motivi preferiti e laccatele
con la lacca acrilica. Su
di una delle basi in legno
attaccate dei pezzetti di
nastro biadesivo e fissatela
sul pizzo. Ripetete questo
passo con l'altra base. Al
posto del nastro potete
utilizzare anche della colla
per il legno.

Inverno 2014

69

Realizzazione e foto: Tjaa Brajdih

Gli addobbi con


i motivi alpini

70

Inverno 2014

Su degli addobbi natalizi semplici ed eleganti abbiamo


ricreato dei motivi tradizionali delle Alpi, delicati e
colorati allo stesso tempo.
Preparate:




asta modellabile bianca


p
stampo per i biscotti
mattarello
pennarello indelebile per i disegni
nastro decorativo o spago

Stendete la pasta modellabile fino ad ottenere uno


spessore di ca. 3 mm. Per evitare di sporcare il piano
di lavoro e il mattarello potete utilizzare due fogli di
pellicola.
Con lo stampino per biscotti ritagliate le forme che
preferite. Non scordatevi del foro attraverso cui potrete
passare lo spago.
Lasciate asciugare per una notte.

Ora passiamo alla decorazione degli addobbi. Noi


abbiamo cercato su internet e in biblioteca delle idee
che provengono dall'arte popolare. Scegliete pure quella
che vi piace di pi.
Con gli addobbi potete decorare l'albero di Natale,
ma potete utilizzarli anche come segnaposto, nel
centrotavola o sulla porta. Potete regalarli come
segnapacco o utilizzarli come biglietti augurali,
scrivendo sul dorso il vostro messaggio.

Inverno 2014

5
71

Addobbi L'alberello
72

Inverno 2014

Realizzazione e foto: Tjaa Brajdih


Oltre ai materiali naturali
possiamo utilizzare anche dei
materiali di recupero che abbiamo gi in casa. Noi abbiamo
pensato di utilizzare una vecchia maglietta di cotone che abbiamo abbinato a delle perline
acriliche, in modo da realizzare degli interessanti alberelli di
Natale.

1
Tagliate a strisce regolari di ca. 3 cm la maglietta (se di jersey, il tessuto tender ad arrotolarsi da solo e alla fine avrete dei nastri di ca.
1 cm).
Per realizzare l'addobbo prendete un nastro
di ca. 50 cm e ripiegatelo a met. Annodatelo a
qualche centimetro dalla piega. Infilate una perlina.
Quindi infilate con un ago il filo all'inizio del
nastro di cotone. Aggiungete la seconda perlina
e arrotolate il nastro a forma di spirale, quindi
infilatelo di nuovo sul filo. Continuate facendo
attenzione a lasciare un spazio sempre maggiore

sulla piega, in modo da formare l'alberello.


Quando avrete ottenuto un alberello delle dimensioni stabilite, infilate l'ultima piega come
indicato sulla foto, in modo da nascondere il
capo del nastro.
Infine aggiungete l'ultima perlina e annodate
bene il filo per impedire che l'addobbo si disfi.
Alla stessa maniera potete realizzare anche
un alberello di avanzi di nastro decorativo oppure giocare con diversi abbinamenti di colore.
Le possibilit di utilizzo dei materiali di recupero sono innumerevoli, forse ne troverete uno
tutto vostro.

Inverno 2014

73

Realizzazione: Vesna Vogrin, iva Viviana Doria, Foto: Klemen Brumec

74

Addobbare con la carta


Inverno 2014

Inverno 2014

75

Vi ricordate quando a scuola ritagliavamo i fiocchi di neve di carta e i festoni per


addobbare le aule? Il bianco si adatta benissimo agli alberghi e alle case arredate
con colori decisi e ben definiti. Degli addobbi di carta bianca possono trasformarsi
in decorazioni sobrie e eleganti. Per dimostrarlo siamo tornati a trovare Martina
Gregori nel suo albergo. Per apparecchiare la tavola del cenone abbiamo utilizzato
come sottopiatti dei grandi fiocchi di neve di carta.
Per decorare il soffitto abbiamo utilizzato degli angeli di carta, appesi a sottili
fili invisibili. Affascinanti i motivi tridimensionali che si muovono leggeri nell'aria.
Gli addobbi di carta si possono utilizzare anche sulle ghirlande pi semplici, noi
abbiamo scelto un'illustrazione con i pattini da ghiaccio.

76

Inverno 2014

Inverno 2014

77

Pontarlier

- Francia

78

Inverno 2014

Quando ci trasferimmo a Pontarlier, una cittadina francese al


confine con la Svizzera, sapevo
ben poco di questo luogo. Sapevo
solo che a 900 metri s.l.m. la stagione principale doveva essere
l'inverno e l'occupazione principale dei suoi abitanti lo sci. I miei
pregiudizi sul freddo e la neve
eterni si dimostrarono infondati, nonostante le temperature
invernali scendano spesso sotto
i -20C e la primavera si faccia
attendere un po' pi a lungo rispetto alla pianura.
L'inverno per fortuna non ha
niente a che fare con la nebbia
grigia a cui ero abituata in pianura. Qui le mattinate sono avvolte
da gelate cristalline e ben presto
ne escono delle splendide giornate di sole. La neve abbondante
fonte di gran divertimento per i
bambini e con un po' di abilit ci
si abitua anche alle trappole costituite dai marciapiedi cittadini
puliti con scarsa solerzia. Quando abitavamo in centro, portavo
a spasso i bambini con la slitta,
dato che potevo facilmente tirarla sulla parte della strada dove
non era passato lo spazzaneve.
Durante le passeggiate in citt
mi piace guardare in alto per osservare le facciate delle case, ammirare le persiane colorate sulle
finestre, le pensiline che paiono
fatte di filigrana e i tetti ripidi
con decine di camini sottili, che
mi fanno tornare in mente le immagini delle illustrazioni dei libri

Testo e foto: Damjana Vahen Etlicher

per bambini. La sera le persiane


vengono chiuse accuratamente,
in modo che il caldo non fuoriesca dalle finestre, mentre di giorno vengono accupate dai gatti in
cerca di un po' di sole e da qualche rara pianta immune al freddo. Al mattino le vie prendono
vita all'apertura dei locali e dei
negozi a livelllo della strada, con
un allegro viavai che dura fino
alla pausa pranzo, quando ognuno cerca ristoro a casa o in uno
dei ristoranti cittadini. I francesi
pranzano tra mezzogiorno e l'una, al massimo all'una e mezza,
dopodich i ristoranti chiudono
e restano aperti solo i fast food.
A met novembre le strade
principali si intrecciano di luminarie, mentre sulla piazza principale sorge un villaggio di casette
di legno in cui si vendono regali,
vin brul e panpepato, accompagnato da una giostra colorata
e bancarelle piene di dolciumi.
Fino a Natale non si sente un petardo, abitudine molto apprezzata dai padroni dei cani. I cagnolini cittadini sono quasi tutti di
taglia piccola, raramente se ne
incontra uno grande.
Nel periodo prenatalizio andr spesso in centro, in particolare per prendere il formaggio, le
brioches, le uova e la verdura di
stagione venduti al mercato cittadino. E per riprendere qualche
nuova foto delle affascinanti facciate di Pontarlier.

Inverno 2014

79

Preparazione e foto: Nataa Potonik

Dicembre
Misterioso

80

Inverno 2014

Devo ammettere che a casa nostra siamo riusciti a mantenere a lungo in vita la storia sugli esseri
misteriosi che a dicembre portano tanti regali ai
bambini.
I gemelli tuttavia non si davano pace e facevano tante domande, su come faccia Babbo Natale a
entrare in tutti i camini nel corso di una sola notte
e su come certi compagni ricevano dei regali dai
propri genitori
Io e Peter ci inventavamo le storie pi incredibili e ci divertivamo talmente tanto che i gemelli alla
fine non hanno voluto pi ammettere che in realt
sapevano gi tutto. Allora abbiamo stabilito che
Babbo Natale esiste finch uno ci crede. In realt
la cosa molto semplice se non ci credi, non
Babbo Natale a portare i regali, ma sono i genitori a portarteli perch non vogliono che i figli siano tristi. Se invece ci credi, te li porta ovviamente
Babbo Natale in persona. Semplice, no?
Ma dopo dodici anni nemmeno questa storia ha
potuto reggere, specialmente dopo che i gemelli
un giorno ci hanno colti in flagrante con i regali.
Tuttavia tutti sentivamo la mancanza delle storie
sulle magiche vicende di dicembre, perci ho deciso di mettere in pratica un'idea che avevo visto
su un altro blog. E mi sono inventata il nostro #dicembremisterioso.
Che cos'?
A dicembre, il mese con le notti pi lunghe
dell'anno, in casa nostra accadono degli avvenimenti misteriosi. La notte del primo dicembre un
gruppo di dinosauri si animato, scappando poi
dal loro cassetto. La mattina dopo abbiamo trovato la corda che hanno usato per fuggire. E li abbiamo ritrovati davanti al computer. Di notte sono
andati su Google e sul monitor abbiamo trovato
questa filastrocca:
A DICEMBRE, QUANDO LA GIORNATA FINITA
NOI GIOCATTOLI PRENDIAMO VITA
NOI DINOSAURI DEL PLEISTOCENO
OVVIAMENTE NON SIAMO DA MENO
SIAMO SCAPPATI DAL NOSTRO RIFUGIO
PER FARE IN CASA UN GRAN TRIPUDIO
SU INTERNET PROVIAMO A NAVIGARE
PER VEDERE DOVE SI VA AD APPRODARE
NOI SIAMO I GRANDI DINOSAURI
TOSTI COME I MINOTAURI
DI NOTTE CE NE ANDIAMO IN GIRO
MENTRE TU DORMI COME UN GHIRO
FATE ATTENZIONE, PERCH CARI UMANI
PRESTO DOVRETE CHIAMARE
L'ACCALAPPIACANI
AHAHAHAHAH

Le rime a dire il vero lasciano a desiderare, ma


insomma, che cosa vogliamo aspettarci da un branco di dinosauri? Nei loro milioni di anni di vita si
saranno un po' arrugginiti.
In compenso le nostre notti sono diventate sempre pi movimentate. I dinosauri hanno osato sempre di pi, prima si sono mangiati una banana e
hanno sporcato tutto il piano di lavoro. O sarebbe
meglio dire che lo hanno sdinosaurato?
Poi ci si sono messi anche quelli pi piccoli che
hanno frugato tra i libri, buttandone alcuni per terra. Ovviamente erano dei libri sui dinosauri. Hanno
pure provato a disegnare, sono stati proprio bravi!
Hanno fatto giorno anche mentre stavano facendo l'albero di Natale e mentre rapivano Babbo Natale. E pure quando si sono messi a fare le frittelle.
Spesso hanno mangiato qualcosa, preferibilmente
dei vermi. Le loro pance si sono fatte sempre pi
grosse, finch un giorno hanno deposto delle uova
e si sono messi a difendere il loro nido.
Non si sono fatti mancare nemmeno la sauna,
per non parlare del tentativo di truccarsi o della
partita di basket. Un giorno li abbiamo sorpresi
che facevano le gare con le macchinine. Il colmo
stato quando li abbiamo sorpresi a scartare i nostri
regali di Natale. Casualmente avevano trovato la
scatola coi biscotti birbanti!
Poi finalmente dicembre passato e abbiamo
potuto tirare un sospiro di sollievo. Beh, fino a
quest'anno chiss che cosa ci capiter durante
questo dicembre misterioso!

Inverno 2014

81

82

Inverno 2014