Sei sulla pagina 1di 8

Il metano per i trasporti - Le ragioni di una scelta

IL METANO PER I TRASPORTI


Dal passato

al futuro

LE RAGIONI DI UNA SCELTA


FEDERAZIONE NAZIONALE DISTRIBUTORI E TRASPORTATORI DI METANO

Il metano per i trasporti - Le ragioni di una scelta

INTRODUZIONE
Il carburante metano - Il suo sviluppo fra passato e presente
L'utilizzo del metano quale "carburante" per i mezzi di trasporto (auto,
camion, bus, treni) in Italia risale agli anni '30 e '40. Fino alla met degli anni '50
erano operative pi di 1.300 stazioni di rifornimento, Sicilia compresa. Alla fine del
'40 circolavano 83.000 autocarri, di cui 1.300 a metano, mentre i veicoli erano
97.000 di cui 5.000 a metano.
All'epoca il metodo di rifornimento ai veicoli pi diffuso era l'intercambio ci vale a dire che il rifornimento del veicolo avveniva mediante la sostituzione della
bombola vuota con una piena. Con questo sistema si garantiva il servizio su tutto il
territorio nazionale, anche nelle zone prive di pozzi e di metanodotti. Per valutare
l'importanza della rete distributiva del metano autotrazione in quel periodo, si
deve considerare che fino alla met degli anni '50 erano in circolazione in Italia
non pi di 400 mila veicoli, dei quali circa il 3% era a metano. La societ Agip
pubblicizzava nei propri punti di vendita e lungo le strade il metano come il
carburante principale, poi venivano benzina e gasolio.
Negli anni '60, l'avvento sul mercato della benzina a poco prezzo rese meno
popolare lutilizzo del metano. Gli impianti di distribuzione erano destinati a sparire.
In 10 anni pi del 90% dei distributori cessava l'attivit. Nella met degli anni '60
solo 95 impianti restarono operativi, per lo pi situati nel Nord Italia.
Poi le cose sono cambiate. Le crisi petrolifere del '73 e del '78 hanno
riportato linteresse verso il metano. Alla fine degli anni '70 erano in attivit 217
distributori ed altri 100 gi autorizzati sarebbero stati costruiti se lo sviluppo
della rete non fosse stato scoraggiato da una politica fiscale del governo, ispirata dai
concorrenti, preoccupati del rapido sviluppo di questo prodotto, che in pochi anni
aveva raddoppiato i propri consumi e quasi triplicato le stazioni di rifornimento.
Infatti, per effetto della tassazione introdotta dal Governo nel 1976, il prezzo
alla colonnina del metano per auto era passato da 67 a 200 Lire/Mc (circa
0,930/Mc, pari a 1,307/kg di oggi!).
Per ristabilire gli equilibri di mercato con gli altri prodotti ed iniziare di
nuovo a lavorare con programmi e prospettive concrete ci sono voluti quasi 20 anni.
Solo all'inizio degli anni '90 si verificata una ripresa dello sviluppo del settore
grazie ad un migliore contesto economico, commerciale e politico che si poi
successivamente consolidato.
Attualmente operano sul territorio nazionale oltre 600 impianti di
rifornimento di metano, di cui 16 in autostrada. Molti altri sono in costruzione e in
progetto, anche sulle autostrade.
In sostanza si sta progettando e realizzando una rete distributiva del
metano, non come prodotto marginale e transitorio, bens come carburante

Il metano per i trasporti - Le ragioni di una scelta

pulito e soluzione pronta e consolidata per il futuro.


E' UN CARBURANTE CHE NASCE ECOLOGICO
A differenza delle benzine e del gasolio, il carburante metano non si ottiene
attraverso complicati e costosi processi di raffinazione, che inevitabilmente vanno a
gravare sul prezzo di vendita al pubblico. Fin dall'origine pronto all'uso come
carburante ecologico.
NON E' CAUSA DI INQUINAMENTO INDOTTO DA TRASPORTI
Un problema importante legato ai carburanti per autotrazione (benzina,
gasolio e gpl) quello del loro trasporto, dai luoghi di estrazione, produzione
(raffinerie) ai luoghi di consumo (distributori stradali).
A differenza degli altri prodotti, invece, il metano non necessita del
trasporto con autocisterne, che a loro volta hanno emissioni inquinanti, e non
incrementa il traffico di superficie, contribuendo quindi a diminuire i rischi di
incidenti stradali e il fenomeno dell'inquinamento indotto da traffico pesante.
E' IL CARBURANTE CON MINORI EMISSIONI
Il settore dei trasporti concorre pesantemente (oltre il 50%) al fenomeno
dell'inquinamento atmosferico, la cui gravit emerge in misura preponderante nelle
aree urbane.
L'impiego del metano come carburante per veicoli sia pubblici che
privati consente di ridurre notevolmente una vasta gamma di emissioni.

VALENZA AMBIENTALE METANO PER AUTO


0
DIFFERENZA IN VALORE %

0
-20

-18 -14

-40
Metano vs Benzina

-60

Metano vs Gasolio

-80

-72

-100

-100
-120

-95

% CO2

% PM

% NOX

Metano vs Benzina

-18

-72

Metano vs Gasolio

-14

-100

-95

Il metano per i trasporti - Le ragioni di una scelta

HA ELEVATO CONTENUTO ENERGETICO


Il metano ha caratteristiche intrinseche che lo rendono adatto all'impiego
motoristico, senza necessit di aggiunta di additivi, ed un contenuto energetico
maggiore rispetto ad altri carburanti (metano = 8300 kcal/mc.; benzina = 7700
kcal/lt.; gpl = 5500 kcal/lt.; gasolio = 8500 kcal/lt.)1 .
In particolare, il suo elevato potere antidetonante , superiore a 120 ottani,
ne consente l'utilizzo in motori a ciclo Otto ad elevato rapporto di compressione con
sensibile miglioramento del rendimento e riduzione dei consumi.
E' UN CARBURANTE SICURO
Infiammabilit
Il metano ha il pi alto punto di infiammabilit rispetto a tutti gli altri
carburanti. La sua temperatura di autoaccensione infatti doppia (595C) rispetto
ai combustibili liquidi e la concentrazione di combustione (5%) molto maggiore
della benzina (1%) e del gasolio (0.5%), fattori che contribuiscono ad abbassare
notevolmente il rischio di incidente con sviluppo di incendio.
Volatilit
Il metano ha densit e peso specifico inferiore rispetto all'aria (aria = 1,29
kg/mc.; metano = 0,71 kg/mc.), quindi, in caso di perdite di qualsiasi natura, esso
tende a volatilizzarsi, a salire verso l'alto disperdendosi in atmosfera, senza
ristagnare a terra e senza cos dare luogo a pericolose concentrazioni.
Anche in caso di sinistro con fuoriuscite di prodotto da apparecchiature,
motore o serbatoio, il metano immediatamente si volatilizza scongiurando
leventuale rischio di incendio, mentre altri prodotti, ristagnando dentro, sotto o
nelle adiacenze del veicolo, danno origine ed alimentano leventuale incendio.

NON CREA PROBLEMI DI PARCHEGGIO


Ai veicoli alimentati a metano consentito il parcheggio in tutte le
autorimesse, anche interrate, senza alcun limite strutturale, come sancito dal
Decreto Ministero Interno 01/02/86, in quanto questo carburante ha densit
inferiore a quella dell'aria.

Equivalenza a kg:

- metano = 11.600 kcal/kg;


- benzina = 10.300 kcal/kg;
- gpl = 10.000 kcal/kg;
- gasolio = 10.200 kcal/kg.

Il metano per i trasporti - Le ragioni di una scelta

E' ECONOMICO
A parit di chilometri percorsi, attualmente l'utilizzo del metano permette
di risparmiare fino al 65% rispetto alla benzina. In base al chilometraggio annuo
di un'auto ed al suo consumo medio possibile calcolare il risparmio ottenibile, che
pu cos essere riassunto:

km/anno: 5.000 - Risparmio in /anno:


km/anno: 10.000 - Risparmio in /anno:
km/anno: 15.000 - Risparmio in /anno:
km/anno: 20.000 - Risparmio in /anno:
km/anno: 25.000 - Risparmio in /anno:
km/anno: 30.000 - Risparmio in /anno:
km/anno: 35.000 - Risparmio in /anno:
km/anno: 40.000 - Risparmio in /anno:
km/anno: 45.000 - Risparmio in /anno:
km/anno: 50.000 - Risparmio in /anno:

270 - 400
540 - 800
810 - 1.200
1.080 - 1.600
1.350 - 2.000
1.620 - 2.400
1.890 - 2.800
2.160 - 3.200
2.430 - 3.600
2.700 - 4.000

Anche rispetto agli altri due carburanti possibile ottenere notevoli risparmi:

fino al 30% nei confronti del Gpl;


fino al 45% nei confronti del Gasolio.

PROTEGGE IL MOTORE
Il metano protegge il motore e ne sfrutta al meglio le possibilit. Il metano
brucia nella camera di combustione senza lasciare depositi carboniosi e, oltre a
non incrostare i componenti, contribuisce a far durare maggiormente nel
tempo anche l'efficacia dell'olio lubrificante.

Il metano per i trasporti - Le ragioni di una scelta

FRUISCE DI ECOINCENTIVI
INCENTIVI NAZIONALI (persone fisiche e giuridiche, ad esclusione degli autotrasportatori)
Tipo veicolo
VEICOLI
NUOVI
(omologati dal
costruttore)

Categoria
Euro 4
CO2<120 g/km

Euro 4
CO2 >120 g/km

Importo
2.000

1.500

Note

Durata
Veicoli acquistati dal
03/10/06 al 31/12/2009
Fiat Panda NP, Punto NP, Citroen C3
e immatricolati entro il
31/03/2010
Veicoli acquistati dal
03/10/06 al 31/12/2009
e immatricolati entro il
31/03/2011

Tutti gli altri veicoli


nuovi omologati dal costruttore

ALTRE AGEVOLAZIONI (CUMULABILI):

ROTTAMAZIONE

Specifiche
veicoli rottamati
Un veicolo Euro 0, 1 o 2
immatricolato entro il
31/12/1996
Due veicoli Euro 0, 1 o
2 immatricolati entro il
31/12/1996

Tipologia
veicolo acquistato
Con emissioni CO2 = 140 g/km

Importo
700

Con emissioni CO2 = 120 g/km

800

Con emissioni CO2 = 140 g/km

1.200

Con emissioni CO2 = 120 g/km

1.300

Un veicolo commerciale
Euro 0 o Euro 1
immatricolato entro il
31/12/1998

Stessa tipologia e massa di quello


1.500
rottamato, massa < 3.000 kg
Stessa tipologia e massa di quello
2.500
rottamato, massa 3.000-3.500 kg

Durata

Fino al 31/12/2008,
previa conversione in
legge del DL n. 248
del 28/12/2007
(Decreto Mille
Proroghe) *

ESENZIONE BOLLO: prevista, solo in caso di rottamazione (come da tabella precedente), per un anno (tre anni
se il veicolo rottamato un Euro 0).
Tipo veicolo

VEICOLI
TRASFORMATI

Categoria

Tutte le categorie

Importo

350 (gpl)
500 (metano)

Note
Dal 1 gennaio 2008
stato eliminato il limite
temporale (3 anni
dallimmatricolazione)
entro cui trasformare il
veicolo

Durata
Fino ad esaurim.
fondi:
2008: 52 milioni
2009: 102 milioni,
previa conversione in
legge del DL n. 248 del
28/12/2007 (Decreto
Mille Proroghe) *

* Al momento di andare in stampa il DL Mille Proroghe non ancora stato convertito in legge.

ALTRE AGEVOLAZIONI:
I veicoli Euro 0, Euro 1, Euro 2 e Euro 3 a metano o gpl (nuovi o trasformati) non hanno la maggiorazione del
bollo introdotta dalla Finanziaria 2007 per queste categorie di veicoli.

Il metano per i trasporti - Le ragioni di una scelta

HA UN SISTEMA DISTRIBUTIVO IN COSTANTE SVILUPPO


La rete di distribuzione italiana del metano per auto conta attualmente oltre
600 impianti aperti, ed in fase di forte espansione. Altri 112 impianti sono in
costruzione o di imminente apertura2 , alcuni dei quali anche sulla rete
autostradale e nelle regioni meridionali, fino ad oggi penalizzate dalla scarsa
presenza di stazioni di rifornimento.
La totalit dei punti vendita, dotata delle pi moderne tecnologie in fatto
di erogazione (erogatori ponderali), che rendono il rifornimento pratico e veloce,
simile a quello dei carburanti liquidi .
SI RIFORNISCE IN TRE MINUTI
Il tempo richiesto per il rifornimento di circa 3 minuti per una vettura e
5-10 minuti per un mezzo pesante quale un autobus. Ci ha contribuito a rendere il
metano per auto un carburante del tutto paragonabile agli altri prodotti per
autotrazione. E in corso di approvazione presso il Ministero dellInterno la norma
tecnica per il rifornimento in modalit self-service.
E PARTICOLARMENTE INDICATO PER IL TRASPORTO PUBBLICO E LE
FLOTTE
I seguenti automezzi sono adatti ad essere alimentati a metano:
Autobus urbani e suburbani;
Minibus;
Taxi;
Furgoni e veicoli per il trasporto leggero, adibiti alla distribuzione ed alla
raccolta delle merci;
Veicoli per il trasporto di persone o merci facenti parte delle flotte di aziende
operanti nei servizi o nel territorio urbano;
Autocompattatori per la raccolta dei rifiuti urbani;
EPROMOSSO A LIVELLO EUROPEO
Il piano di azione messo a punto a livello Comunitario dalla Direzione Generale
Energia e Trasporti prevede la promozione di tre soli carburanti alternativi (metano,
idrogeno e biocarburante), con lobiettivo di sostituzione dei prodotti petroliferi da
qui al 2020.
Per il metano (CNG) prevista una quota percentuale di mercato del 10% contro
il 5% per lidrogeno e il 6% per il biofuel.
2

Aggiornamento a Febbraio 2008.

Il metano per i trasporti - Le ragioni di una scelta

FEDERAZIONE NAZIONALE DISTRIBUTORI E TRASPORTATORI DI METANO


Via Alberelli, 1 - 40132 BOLOGNA - Tel. 051/400357 - Fax 051/401317
e-mail: info@federmetano.it
sito web: www.federmetano.it