Sei sulla pagina 1di 16

Casa - Residenza - Politiche Sociali - Immigrazione - Diritti - Dal 1993, il giornale di strada di Bologna fondato dalle persone senza

dimora

noi non segnaliamo


L’inchiesa La cultura La città L’agenda
del mese è nelle strade migrante del mese
pag. 4 - 9 pag. 10 pag. 12 pag. 14 - 15

Il “pacco” sicurezza dei fi


figli
gli degli immigrati irregolari
irregolari, le ronde dei di legge pare averlo dimenticato o preferisce
cittadini. La società italiana, la città di Bologna non ha accelerare la corsa verso situazioni di forte
Sarà stato il bianco dei camici a stimolare la bisogno di fomentare paure, di approfondire i conflitto, piuttosto che lavorare per la solida-
fantasia perversa degli ideatori del pacchetto La sicurezza su cui si legifera in quel pacchet- solchi delle separazioni, di alimentare la cul- rietà sociale, la convivenza civile, l’arricchi-
sicurezza? to è a senso unico: parla italiano (preferibil- tura del sospetto, già troppo diffusa. mento nella diversità.
mente con accento padano) e vuole tutelare
Il razzismo che sta dietro un provvedimento una fascia di popolazione costruendole un Nei periodi di grandi difficoltà economiche, Strumenti più adatti ad affrontare una crisi
che costringe i medici a denunciare gli stra- nemico, un soggetto verso il quale indirizza- quando il rischio di perdere il proprio lavoro che da economica sta diventando sociale.
nieri irregolari alla polizia evoca i cappucci re paure, frustrazioni, insicurezze che hanno o anche solo la propria agiatezza diventa ge-
bianchi del Ku Klux Klan. altre radici. neralizzato e colpisce fasce ritenute garantite, Una parte di società ha deciso di dare segnali
l’intolleranza verso la marginalità e la creazio- di dissenso e scenderà in piazza per manife-
Non solo medici delatori, ma anche la scheda- I migranti, i senza dimora, i marginali sono la ne di nemici pubblici è purtroppo un fenome- starlo.
tura dei senza dimora (di cui abbiamo parlato minaccia, sono persone da tenere sotto con- no storicamente noto.
nel numero di febbraio), il reato di clande- trollo o da evitare. Questo è il messaggio che
stinità, l’impossibilità di registrare la nascita arriva dal Governo. Chi ha messo nero su bianco questo disegno - segue a pag 2 -

PRODURRE QUESTO GIORNALE COSTA 0,50 EURO • QUELLO CHE DATE IN PIU’ E’ IL GUADAGNO DEL DIFFUSORE
QUALSIASI RICHIESTA DI SOLDI AL DI LA’ DELL’OFFERTA LIBERA NON E’ AUTORIZZATA
Poste Italiane Spa Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L27/02/2004 N.46) ART.1 comma 2 DCB - Bo (Num. 2 per Poste Spa)
AI LETTORI dinamento Migranti di Bologna e Provin-
cia, Piazza Grande, Avvocato di strada, SOMMARIO
Fiori di Strada, l’Ufficio Lavoratori Stra-

piazza Grande Questo mese continuiamo a occuparci del


pacchetto sicurezza proposto dal Gover-
nieri della CGIL Bologna, gli studenti
specializzandi e tanti altri. Nelle pagine
dell’inchiesta trovate le loro voci e le loro
- Il pacco sicurezza
pag 1
no in carica, presto in esame alla Camera
Giornale di strada di Bologna testimonianze.
dei Deputati.
fondato dalle persone senza dimora - Ai lettori
Concludono il giornale le consuete rubri- pag 2
Lo scorso mese avevamo messo in rilievo
che su immigrazione e cultura e l’agenda
l’emendamento che vuole istituire un re-
“Tendere un giornale è meglio con gli appuntamenti del mese. - Accade davvero
gistro unico per le persone senza dimora.
che tendere una mano” pag 3
In questo numero invece ci occupiamo
Questo numero è dedicato a tutti i medici
dell’emendamento che vuole istituire di
che in Italia, attraverso tantissime asso- - L’inchiesta del mese
fatto l’obbligo di denuncia dei clandestini
*** ciazioni di volontariato, hanno dedicato pag 4, 5, 6, 7, 8, 9
per i medici.
una parte del proprio tempo e delle pro-
Proprietà prie energie per curare le persone senza - La città migrante
Il 17 marzo in tutta Italia si terranno del-
Associazione Amici permesso di soggiorno colmando una la- pag 10
le manifestazioni contro l’introduzione
di Piazza Grande Onlus cuna gigantesca, salvando una quantità
dell’obbligo.
infinita di vite e rendendo la vita migliore - La cultura è nelle strade
Direttore Responsabile di un esercito di irregolari. pag 11
Alla mobilitazione, promossa dalla So-
Bruno Pizzica
cietà Italiana delle Medicine delle Migra-
Nessuno gli ha mai chiesto di farlo e in - Giornalismo d’asfalto
zioni, partecipano associazioni di volon-
Direttore Editoriale pochi gli hanno detto grazie, ma non pag 12
tariato che si occupano di stranieri e di
Leonardo Tancredi vogliono gratificazioni: vorrebbero sola-
persone senza dimora, collettivi politici,
mente poter continuare a fare quello che - La pagina dell’associazione
gruppi informali.
Caporedattore hanno sempre fatto. pag 13
Jacopo Fiorentino
L’obiettivo è chiedere ai deputati di non
Jacopo Fiorentino - Gli appuntamenti del mese
votare l’emendamento in questione. A
*** jacopofiorentino@gmail.com pag 14, 15
Bologna, per chi vorrà partecipare, l’ap-
puntamento per tutti è alle 18 in Piazza
Redazione - Ultima
Maggiore.
via Corazza 7/8 40128 Bologna pag 16
Tel. 051 342328
Ci saranno i volontari di Sokos, il Coor-
Fax. 051 3370669

***
Comunicato stampa tà di guadagno è però vincolata al rispetto una serie di opportunità che l’Associazione
di alcune regole etiche: le persone che lo cerca di offrire nel limite delle proprie, non
www.piazzagrande.it
Piazza Grande vendono devono comportarsi in maniera enormi, possibilità: piccoli corsi di italiano,

non “sfrutta” nessuno decorosa, non devono chiedere l’elemosi- ricerca di lavoro, compilazione di curricu-
na, non devono avere comportamenti mo- lum, etc. Non siamo in grado di assicurare
lesti. Se ci viene segnalato uno di questi che queste nostre scelte siano le migliori
redazione@piazzagrande.it comportamenti (i diffusori autorizzati han- possibili. Siamo sicuri invece che per dare
Nelle ultime settimane l’Associazione Amici
no tutti un numero identificativo stampato un senso maggiore al nostro tentativo, e
di Piazza Grande Onlus ha ricevuto nume-
sul giornale, sulla casacca e sul tesserino fare in modo che chi migra a Bologna possa
rose mail e telefonate di cittadini bologne-
*** identificativo) il venditore viene subito so- diventare una risorsa per la città, c’è biso-
si che denunciavano la presenza in strada
speso. Tra i comportamenti vietati, inoltre, gna della collaborazione delle amministra-
di venditori del nostro giornale minorenni.
vi è senz’altro il divieto di farlo vendere a zioni locali, dei servizi sociali, delle forze
In alcuni casi veniva messo in dubbio di-
Distribuzione dei minori, o anche il solo sfruttare la sola dell’ordine e, non ultimi, dei cittadini.
rettamente l’operato dell’Associazione, col-
Redazione Piazza Grande loro presenza per venderlo.
pevole di presunto sfruttamento del lavoro
Auspichiamo che la partecipazione dei cit-
minorile.
*** Noi crediamo che il fatto che questo avven- tadini alla vita pubblica non si manifesti
ga, nonostante le nostre selezioni e i nostri solo in azioni repressive: la sicurezza di una
Smentiamo categoricamente qualunque
controlli, non sia imputabile al sistema di comunità si misura anche nel livello di soli-
forma di intenzionalità nella determinazio-
Idea Grafica distribuzione di Piazza Grande, bensì a fe- darietà e di cura verso gli ultimi.
ne di fenomeni di questo tipo.
Jacopo Fiorentino nomeni ben più grandi e difficilmente con-
trollabili come quello della migrazione dai Da parte nostra rinnoviamo l’impegno a fare
Dal 1993 il giornale rappresenta un modo
Paesi più poveri. tutto quanto è nelle nostre possibilità per
per far circolare i temi dell’esclusione socia-
*** evitare il diffondersi di situazioni di sfrutta-
le, e, allo stesso tempo, serve a far guada-
Davanti al massiccio aumento di senza di- mento e di tensione provocate dall’attività
gnare pochi soldi a chi lo vende, che in quel
mora provenienti da altre parti del mondo, di diffusione del giornale Piazza Grande. Ci
momento non avrebbe migliori possibilità
In Redazione dalla Romania in particolare, Piazza Grande aspettiamo però l’intervento di altre realtà
lavorative. Come scritto nella prima pagi-
Mauro Picciaiola, Marinella Elia, Carlotta ha deciso di provare a lavorare anche con cittadine per affrontare problemi importanti
na di Piazza Grande, il giornale è a offerta
Zarattini, Luisa Begani, Marika Puicher, queste persone per costruire delle opportu- come quello della povertà e dell’accoglienza
libera, e tutto quello che viene dato resta
Salvatore Pio, Salvatore Giampiccolo nità di inserimento sociale. La vendita del dei migranti.
nelle mani del diffusore. Questa opportuni-
giornale è un primo passo, seguito poi da
***

Hanno collaborato a questo numero - segue da pag 1 -


Paola Faranda, Gianni De Vincentis, Vincenzo Questo emendamento combinato all’intro- Una società divisa tra chi denuncia e chi
Conte, Michael Rossi, Sara Il 17 marzo a Bologna, come in altre 20 duzione del reato di clandestinità, compre- viene denunciato, tra chi teme e chi viene
Visintin, Antonella De Blasio, Chiara Bodini, città italiane, ci sarà il “Noi non segnalia- so nel pacchetto all inclusive, obblighereb- temuto non è il futuro nel quale ci augu-
Ernesto Gelonesi, Giorgio Grappi, mo day” promosso dalla Società italiana be i medici a svolgere il ruolo di delatori. riamo di vivere.
Coordinamento Migranti Bologna e Provincia, di medicina delle migrazioni, Medici senza Ad oggi il rifiuto dei medici di adempiere a
Massimiliano Salvatori, Roberto Morgantini. frontiere e molte altre associazioni tra le questo compito infame è stato categorico. di Leonardo Tancredi
. quali Sokos, l’associazione bolognese dei leonardotancredi@gmail.com
medici volontari che curano migranti e Piazza Grande e Avvocato di Strada hanno
*** senza dimora. aderito senza esitazioni. Non solo perché
quello in corso è un attacco diretto alla ca-
Oggetto della protesta sarà soprattutto tegoria di persone di cui abbiamo scelto di
Bologna l’abolizione del divieto di segnalazione de- tutelare i diritti, ma anche perché ritenia-
01.03.2009 gli immigrati che si rivolgono alle strutture mo leggi come questa rendono peggiore la
Anno XVI - Numero 152 sanitarie. vita di tutti.
16 pagine

Tipografia Nuova Cesat Firenze Abbonati a Piazza Grande


Registrato presso il Tribunale Per abbonarsi e ricevere ogni mese il giornale a casa propria, basta un versamento sul c/c postale n. 54400320, intestato all’Associazione
di Bologna il 15/09/1995 n°6474 Amici di Piazza Grande Onlus. Causale: “Abbonamento giornale”. Potete anche telefonare allo 051 342328 dalle 9 alle 13 alla Redazione del
giornale. Per i privati la quota indicativa di sottoscrizione è di 31 euro annue. Per enti, biblioteche e associazioni 51 euro.

2 piazza grande • n°151 • 03.09


Accade
d@vvero
Dal nostro sito, una rubrica che parla di casa, nuove povertà, diritti, immigrazione. A Bologna e non solo

11.03.09 homeless afroamericano in sedia a rotelle. su un disagio che non può essere sottovalu-
Associazioni, 2 milioni di italiani vivono «Per favore, appoggiate il piano di stimolo tato”, afferma Daniele Rosa, direttore della @@@
come immigrati del presidente Obama. Cominciate da qui... Comunicazione del Gruppo Bayer in Italia.
dal fondo». E la risposta delle istituzioni non si è fatta
Almeno due milioni di italiani verranno pri- attendere. “È un universo sconosciuto, che 06.03.09
vati della residenza da parte dei loro comu- L’idea, senza precedenti nell’ingessato e si sta espandendo con una velocità impen- Ancona. Successo per l’iniziativa
ni, perdendo così il diritto di accedere ai ser- spesso snobistico mondo letterario sabile - dice Francesca Corso, Assessore ai Ikea“riscalda la notte”
vizi di quell’Ente locale, e questo in base a newyorchese, è venuta allo stesso Talese diritti dei cittadini della Provincia di Milano
una norma inserita nel pacchetto sicurezza. che negli ultimi giorni si è improvvisato con- -, ma dal circuito virtuoso fra istituzioni e Grande successo dell’attività di Ikea Ancona
E’ questo l’allarme lanciato dalle Associazio- sulente e speech-writer per i senzatetto di mondo del volontariato può nascere qualco- “Riscalda la notte dei senza dimora”. In due
ni di volontariato che si occupano di pover- New York, dando vita a una crociata perso- sa di nuovo e di buono”. giorni raccolte ben 288 coperte, piumoni e
tà, nel corso di un incontro con i vertici del nalissima per aiutare i diseredati della Big trapunte da donare ai più bisognosi.
Pd. La prima a sollevare il problema è stata Apple a beneficiare del piano di stimolo del
Daniela Pompei, della comunità di Sant’Egi- presidente Barack Obama. «Passeggiavo nei @@@ Si è appena conclusa presso il negozio Ika
dio: “nel pacchetto sicurezza - ha ricordato pressi della casa di Bernard Madoff sull’Up- di Ancona l’iniziativa “Riscalda la notte”, che
- c’é un’articolo che stabilisce la necessità di per East Side, quando mi sono imbattuto in per due giorni ha visto impegnati volontari e
avere il certificato di idoneità sanitaria per un mendicante di mezza età che agitava un 20.02.2009 operatori dell’associazione “SS Annunziata”
la propria abitazione per poter ottenere dai contenitore di plastica nella mia direzione», Albania: sostegno per sei mila famiglie e della cooperativa “La Gemma” nella rac-
comuni la residenza”: si tratta di una norma scrive Talese sul blog City Room del New senza tetto colta di coperte e piumoni da destinare ai
pensata per contrastare gli accampamenti di York Times, di cui è stato corrispondente dal Tirana - Il governo albanese ha approva- più poveri.
casupole di fortuna tirati su da molti immi- 1956 al 1965. to un progetto di legge per fornire allog-
grati. “Attenzione - ha detto Pompei perché gi a 6000 famiglie senza tetto. Il governo Ikea ha ospitato all’interno dei suoi locali la
senza residenza non c’e diritto di accesso pagherà gli interessi dei prestiti per 3000 raccolta delle coperte ed ha invitato tutti i
ai servizi, e questo riguarderà molti italiani @@@ famiglie che in questo periodo vivono nelle suoi soci Ikea Familiy ad aderire all’inizia-
come giovani precari o anziani che vivono o case dei proprietari, e per altre 3000 fami- tiva, riconoscendo in cambio un buono da
vanno a vivere in alloggi privi dei requisiti”. 08.03.09 glie in stato di bisogno. Il Primo Ministro Sali €10 per ogni coperta/piumone consegnato.
Usa.Secondo rapporto del Centro nazio- Berisha ha affermato che “il Governo ha de-
L’allarme è stato confermato da una serie di nale sulle famiglie senzatetto un bimbo ciso di accollarsi gli interessi del credito per La risposta dei clienti Ikea è stata sbalordi-
altri interventi, a partire da quello di Paolo su cinquanta è senza casa il 6000 appartamenti, dei quali 3000 sono le tiva! In due giorni, sabato 28 febbraio e do-
Pezzana, presidente della Federazioni degli famiglie residenti nelle case dei proprietari. menica 1 marzo, i volontari hanno raccolto
organismi che si occupano dei senza fissa Un bambino statunitense su 50 e’ senza Secondo i dati recenti tale cifra rappresenta ben 288 tra coperte, piumoni e trapunte che
dimora. I ‘clochard’ delle nostre città, ha os- casa. Il dato emerge da una ricerca del Cen- la maggior parte degli abitanti albanesi, ma saranno destinati alle famiglie più bisogno-
servato, anziché essere avviati a un percor- tro nazionale Usa sulle famiglie senzatetto. gli interessi del prestito si pagheranno an- se, ai senza tetto e ai centri di accoglienza.
so di recupero e reinserimento, “se privati La ricerca e’ sul biennio 2005-06, ma il dato che per altre 3000 famiglie bisognose”. Il
dei servizi sociali dei comuni verranno get- rischia di peggiorare dopo la crisi sui mutui provvedimento, secondo Berisha, rientra in- Il responsabile delle attività sociali del ne-
tati in una situazione ancor più estrema”. e il pignoramento di molte abitazioni. fatti nel programma del Governo annunciato gozio IKEA, Davide Niemeijer e i responsa-
all’indomani delle elezioni del 2005. Berisha bili delle due organizzazioni, Simone Breccia
Sulla stessa lunghezza d’onda Antonio Mu- Il rapporto ha stimato che nel periodo preso ha detto che la decisione presa ieri, avrà e Luca Corinaldesi si sono dichiarati soddi-
molo, presidente dell’Associazione Avvocato in esame oltre 1,5 milioni di bambini non un effetto positivo nel settore delle costru- sfatti dell’iniziativa e pronti a replicarla per
di strada, che tutela i diritti dei senza fissa avevano una casa. I dati piu’ preoccupanti zioni, che è una delle maggiori componenti cercare di raccogliere ancora più coperte e
dimora. “Il pacchetto sicurezza modifica in sono emersi in Texas, Georgia, Arkansas, dell’economia albanese. riscaldare così la notte a chi ne ha veramen-
maniera gravissima - ha osservato - la leg- New Mexico e Louisiana. te bisogno.
ge sulla residenza”. “Immaginate i milioni di
italiani - ha proseguito - che già oggi vivono @@@
in case senza requisiti: pensate ai ‘bassi’ a @@@
Napoli, o ai ‘sassi’ di Matera, o a famiglie, @@@
specie al Sud, che vivono in sei in due stan- 06.03.09
ze”. Il Sunia : mancano 60 mila case 21.03.09
10.03.09 a Milano Avvocato di strada Onlus apre uno
Per altro Mumolo ha definito “un’assurdità” Un libro fotografico racconta l’emargi- sportello a Milano
un’altra norma del pacchetto sicurezza che nazione degli homeless italiani Sono 25 mila le famiglie che nel 2008 han-
prevede l’istituzione del registro dei senza no chiesto una casa popolare, ma 60 mila, Sabato 21 marzo l’Associazione Avvocato di
fissa dimora: “il ministero - ha rilevato - sa Disagio economico, disagio sociale, spesso secondo una ricognizione del sindacato in- strada Onlus inaugura ufficialmente con una
già tutto, perché i comuni hanno già i re- vissuti gomito a gomito con forme di disagio quilini Sunia e della Cgil, sono le case di cui conferenza stampa la propria sede milane-
gistri dei barboni che abitano nei dormitori psichico. Alla condizione di vita dei senza- c’è bisogno in città. «L’emergenza abitativa se.
o dei senza fissa dimora. Sarebbe l’elenco tetto è dedicato il libro fotografico “Viag- coinvolge categorie sempre nuove. Soprat-
dei cittadini di serie B”. Allarme confermato gio nell’altra dimensione, alla ricerca delle tutto giovani, che non possono sostenere le Lo sportello, che sarà attivo un giorno a set-
anche da Raffaella Milano, di “Save the Chil- “ombre”, promosso da Bayer in Italia, in rate del mutuo, studenti, coniugi separati timana e presso cui si alterneranno avvocati
dren”, la quale ha ricordato che il fenomeno collaborazione con i City Angels, volontari che si trovano senza tetto, lavoratori precari civilisti e penalisti, è ospitato dal progetto
interessa, specie al Sud, numerose famiglie di strada d’emergenza presenti in diverse e stranieri» ha detto ieri in un convegno il SOS Stazione Centrale, all’interno della sta-
povere con figli minori, che vivono in abita- città, patrocinato dal ministero delle Pari presidente dell’Aler Zaffra. zione centrale di Milano.
zioni vecchie prive di requisiti. Opportunità.
Secondo i dati di SuniaCgil, nel 2000 sono Allo sportello si potranno recare tutte le per-
@@@ Napoli, Milano, Torino, Bologna e Roma le state 7 mila le famiglie che hanno presen- sone senza dimora con problemi legali che
città che raccontano attraverso istantanee tato domanda di aiuto per pagare l’affitto, hanno bisogno di essere seguite in via giudi-
l`emarginazione più dura. Secondo i dati nel 2008 21 mila, mentre i fondi sono stati ziale o stragiudiziale. Come di regola per gli
09.03.09 Istat circa 7 milioni di italiani vivono sotto la ridotti del 30%. Intanto i canoni di locazio- standard dell’Associazione, l’assistenza le-
Lo scrittore Gay Talese consulente soglia di povertà. I più poveri senza casa e ne sono aumentati del 145% negli ultimi gale sarà solo ed esclusivamente gratuita.
dei senzatetto di New York senza assistenza sanitaria: immigrati, sen- 10 anni, del 2-3%, nel 2008, a fronte di un
za famiglia, alcolizzati e tossicomani, malati calo delle compravendite del 13%. Inoltre Alla conferenza stampa seguirà un concerto
Lo scrittore distribuisce cartelli più «stimo- di mente. Un’indagine di Astra Ricerche ha in città ci sarebbero 10 mila alloggi vuoti, della Bar Boon Band, il gruppo musicale di
lanti» ai mendicanti. Byron Breeze, un gio- dimostrato che l’Italia conta circa 10 milio- metà in realtà occupati abusivamente. «C’è senza tetto che si è formato negli ultimi anni
vane in sedia a rotelle, è soddisfatto: «Con ni di volontari, ma l`adesione è in calo del un’esplosione della morosità nelle case Aler proprio alla stazione milanese.
il nuovo cartello guadagno 10-20 dollari in circa 15%. e nelle case popolari, che raggiunge il 40%
più al giorno» - denuncia la Cgil - bisogna rivedere i ca-
“Questo libro serve a non dimenticare il noni». Il Sunia ha rilevato che «le famiglie A cura di Jacopo Fiorentino
NEW YORK — Nelle foto apparse sui giornali dramma dei senzatetto”, spiega Mario Fur- si accontentano ormai di appartamenti più jacopofiorentino@gmail.com
newyorchesi il leggendario scrittore italo- lan, presidente dei City Angels. Un appello piccoli delle loro reali necessità, puntando
americano Gay Talese, come al solito impec- rivolto alle istituzioni. “Con questo progetto sulle zone periferiche.
cabile, consegna un cartello a un giovane desideriamo mantenere viva l`attenzione

piazza grande • n°151 • 03.09 3


L’inchiesta del mese
Sokos,
siamo medici,
non spie
I 40 medici volontari del Sokos,
l’ambulatorio bolognese dedicato
alla cura di migranti e senza dimora,
hanno fatto 6.000 visite nel 2008. A nes-
suno di questi pazienti è stato mai chiesto
un documento e i medici volontari sono
fermamente determinati a continuare a
non farlo, tantomeno a denunciare even-
tuali irregolarità.

Il lavoro quotidiano di Sokos, oltre a


garantire il diritto alla salute di fasce di
popolazione marginale, è un osservato-
rio sullo stato di inclusione sociale dei
migranti che vivono a Bologna.
La Dott.ssa Natalia Ciccarello, direttore
sanitario dell’ambulatorio di via de Ca-
stagnoli, ci ha aiutato a guardare l’immi-
grazione con gli occhi di chi opera nella
sanità.

“Noi speriamo vivamente che questa legge


non passi alla camera - la dottoressa Ciccarel-
lo ci tiene a dirlo subito - altrimenti parliamo
già di leggi razziste. Adesso c’è la campagna
mediatica contro le violenze, gli stupri, ma
non bisogna pensare che gli immigrati siano Mobilitazione contro l’emendamento. Foto Coordinamento Migranti Bologna e Provincia
questi.”
mese, nel loro paese possono resistere alme- A queste paure se ne potrà aggiungere degenerazione di una patologia comune, una
Chi sono i vostri pazienti? E di cosa si no 3 mesi. Da loro 1000 euro sono una ric- un’altra, quella di farsi curare. Cosa po- semplice broncopolmonite se non lo curi de-
ammalano? chezza, noi non ci facciamo niente ormai. Gli tete fare voi medici per evitare che que- genera..
italiani dovrebbero cominciare a chiederselo sto accada?
Tra i nostri pazienti ci sono soprattutto donne, perché vengono qua. Dicono che portano via il È ipotizzabile la diffusione di un mercato
il 60-70%. Sono le badanti che ci troviamo lavoro a noi, ma quale italiana lavorerebbe 24 Se passa tutto il pacchetto noi avremo l’ob- nero della sanità?
nelle nostre case, sono le donne delle pulizie, ore su 24 con un’anziana che a volte la tratta bligo di denunciare. Se passa la legge sull’im-
sono le baby sitter, ma sono quegli operai che anche male? migrazione è un cerchio che si chiude. A me Certo, non volevo dirlo, ma anche questo ri-
lavorano duramente. Persone che fanno lavo- personalmente, e a molti miei colleghi, la cosa schio c’è. Anche perché noi italiani siamo i so-
ri molto usuranti, persone, quindi, che hanno In generale qual è il loro rapporto con la non ci tocca. In una conferenza stampa il pre- liti furbetti…
bisogno di essere seguite a livello sanitario. sanità? sidente dell’Ordine dei medici dott. Pizza ha
Le patologie osseo-articolari hanno l’incidenza detto che i medici continueranno a fare il loro Siete già scesi in piazza a Bologna all’in-
maggiore. Queste donne hanno una scolarità Nei loro paesi la sanità è a pagamento, dalla lavoro: curare tutti allo stesso modo e a non domani del passaggio in Senato del pac-
alta, e nel loro Paese erano impiegate in altri semplice iniezione, alla visita, per cui ci sono denunciare nessuno. Lo stesso avvocato Anto- chetto sicurezza. Quali altre iniziative
settori, non facevano certo le badanti, quindi donne che arrivano qua e non hanno mai fatto nio Mumolo che ha assicurato che gli avvocati siete pronti a mettere in campo?
non sono abituate a quel tipo di sforzo. Spo- visite ginecologiche, che non hanno mai fatto impegnati negli sportelli di avvocato di strada
stare un anziano non è un lavoro da poco. le analisi del sangue, perché costa. sono pronti a difenderci gratis nel caso ce ne Alla manifestazione c’erano molti giovani e
Tempo fa avevamo anche organizzato dei cor- Parliamo di ogni provenienza, non solo dall’Eu- fosse bisogno. (Vedi l’appello a pag 8, ndr) abbiamo raccolto 900 firme. Questo mi da un
si per insegnare qual era la postura più da ropa dell’est, ma anche tutti i paesi in guerra, Io posso essere sicura di quello che succede po’ più di fiducia. Quello che mi è dispiaciu-
tenere per evitare traumi a livello scheletri- lì non hai neanche il tempo di andare a farti qua, abbiamo un orientamento preciso e non to è l’assenza di persone di mezz’età, proprio
co. Sono frequenti anche le patologie a livello una visita. denunceremo mai. E i pazienti che varcano quelli insomma che prendono le badanti per
gastrico, capita cambiando l’alimentazione, o quella porta sanno che cosa succede, si fida- i loro vecchi, loro dovevano capire la situa-
dermatologiche, frequenti per chi vive in pro- Che tipo di assistenza potete offrire in no. Il problema è fuori da quella porta. Già zione, dovevano esserci per testimoniare che
miscuità, alloggi di fortuna o per strada; tra le questo ambulatorio? qualcuno ha detto di aver paura di andare in sono brave persone, lavoratori. Il 17 marzo ci
donne, inoltre, è diffusa l’ipertensione, anche ospedale a farsi visitare e la legge non è stata saranno manifestazioni in tutta Italia, a livello
perché nei loro paesi è curata al bisogno, op- Nel 2008 abbiamo fatto 6.000 visite tra me- ancora approvata. regionale, in prossimità del dibattito alla Ca-
pure con le erbe, invece va curata continua- dicina di base e specialistica. Al Sokos ci sono Noi cerchiamo di rassicurarli, così anche le mera. Ci siamo fatti sentire, spero che qual-
tivamente. psicologi, dermatologi, e grazie a un progetto strutture sanitarie hanno detto che mette- cuno abbia letto si sia chiesto chi siamo, si sia
Dicono che queste persone portano la tuber- abbiamo potuto acquistare un ecografo. Molti ranno dei cartelli per invitare gli immigrati a interessato al problema.
colosi, è vero c’è qualche caso, come ci sono migranti, soprattutto gli uomini che fanno più non disertarle se ne avessero bisogno. Come
casi di hiv, ma la tubercolosi si sviluppa quan- fatica a trovare un lavoro, non hanno i soldi diceva il preside della facoltà di medicina io Che reazioni avete registrato dalle istitu-
do si vive in condizioni di disagio. per pagare il ticket, anche se sono indigenti quando insegno dico che la salute è uguale zioni?
idevono pagarlo lo stesso. per tutti al di là di ogni provenienza, di ogni
Eppure si dice che gli stranieri portano le pezzo di carta. Poi c’è il nostro giuramento, è Sono tutti con noi, però quello che lascia per-
malattie… Hai citato la presenza di psicologi. Sono una questione deontologica. plessi è che diciamo sempre se passerà la leg-
frequenti le richieste di aiuto in questo ge… ma perché aspettare? Muoviamoci prima.
Gli stranieri arrivano qua sani, anche perché senso? Quali possono essere le conseguenze Possibile che nessuno sapesse che si stava
spesso vengono scelti dalla famiglia per veni- dell’approvazione della legge? Si è par- preparando questo disegno di legge? Non si
re a lavorare e mandare un contributo a casa. Sì sono 3 gli psicologi che si turnano. I mi- lato anche di un possibile rischio di epi- poteva fare qualcosa prima? Devono essere
Sono informazioni diffuse da chi non sa niente granti sono persone che si trovano a vivere demie… le associazioni a muoversi? Gli specializzandi?
dell’argomento. Gli italiani non sanno o non contesti di solitudine, lontano dai loro affetti; La Cgil? Gli immigrati? A livello politico non è
vogliono sapere e non è stata fatta una cam- a volte hanno situazioni di lavoro pesanti, non Ovvio che se viene a mancare la fiducia, non stato fatto molto.
pagna informativa su chi erano gli immigrati sempre si trovano vecchine simpatiche. Sop- ti rivolgi più a una struttura per la prevenzio-
che arrivavano in Italia. porti oggi, domani, poi hanno dei crolli psi- ne, o per la cura. Allora nasce una medicina Ti resta solo la rabbia, l’incredulità. Se passa
Dentro queste quattro mura dell’ambulatorio cologici. In alcuni casi ci sono anche retaggi nascosta, pensiamo solo alle interruzioni di il pacchetto sicurezza qualsiasi cittadino ita-
capiamo che si tratta persone che non rie- molto vecchi. gravidanza. Laddove una patologia presa in liano può denunciare l’immigrato senza per-
scono a sopravvivere nel loro paese, a causa tempo con un semplice antibiotico può essere messo, è questa la tragedia. Queste persone
delle condizioni politiche cambiate repentina- C’è la paura di star male. Arrivano da noi che curata, se trascurata fa presto a degenera- non usciranno più di casa. Aumenteranno i
mente, per cui si sono ritrovati a passare da dicono di avere male ovunque, poi capisci che re, diventa una patologia che può contagiare ricatti dei datori di lavoro. Se non fai quello
una vita agiata alla miseria più nera, oppu- è la paura di star male il loro problema. La vivendo in situazioni di sovraffollamento. Mi che ti chiedo ti denuncio. Possibile che siamo
re per le guerre. Chi arriva in Italia non lo paura di essere soli ad affrontare la malattia, chiedo se i signori che hanno partorito una arrivati a questo?
fa perché vuole di più, ma per aiutare i figli di non vedere più i figli, di non poter tornare legge come questa hanno pensato a conse-
a continuare a studiare, per sostenere i loro a casa. Ammalarsi può voler dire perdere il guenze di questo tipo, al rischio di vere e di Leonardo Tancredi
anziani. Vivono in condizioni pazzesche, con lavoro e perdere il lavoro vuol dire perdere il proprie epidemie. Ma non perché gli stranieri leonardotancredi@gmail.com
quello che riescono a guadagnare qua in un permesso di soggiorno. portano la sifilide o chissà che, piuttosto è la

4 piazza grande • n°151 • 03.09


L’inchiesta del mese

In trincea col Governo”, si sia mosso tanto rapidamen-


te, dicono entrambi, è un’ulteriore conferma
tale norma è di creare un sistema per censire,
ma questo non è un compito del medico”.
di traduzione, ma non viene utilizzato mol-
to, perché qui operiamo spesso in situazione

al pronto dell’erroneità e incostituzionalità della norma,


che, afferma Monti, “vìola il rapporto di segre- Inoltre, dice Monti, “cancellare l’articolo che
d’urgenza e per le diagnosi ci basiamo molto
sui sintomi. Devo dire che riscontro più pre-

soccorso tezza tra medico e paziente, che deve essere


sempre tutelato”.
stabilisce il divieto di segnalazione significa
creare molta confusione. Non è vietata la se-
giudizio nel personale dell’ospedale che nei
pazienti stranieri; in generale chi arriva qui ha
gnalazione, ma non è neanche obbligatoria. un’aspettativa positiva nei nostri confronti”.
La proposta contenuta nel “pacchetto si-
“Si tratta – spiega Monti - di una norma popu- Questo può gettare nel dubbio chi, come al- Secondo Monti, “questo modo di gestire il
curezza” di abolire il divieto, per medici e
lista, usata a scopo di propaganda, con cui il cuni medici, non ha solide competenze giuri- problema non porterà a niente. I pronto soc-
personale ospedaliero incaricato di pub-
Governo vuole affermare di avere il controllo diche”. corso sono già abbastanza oberati di lavoro e
blico servizio, di segnalazione dei citta-
del territorio”. Monti considera la norma grave non possono sostenere ulteriori impegni. Non
dini stranieri non in regola con le norme
ed erronea per una serie di motivi. “In primo Sia Monti che Cappuccino non hanno finora è una questione politica, di destra o sinistra,
sull’ingresso e il soggiorno, ha suscitato
luogo lede uno dei diritti fondamentali della rilevato un calo dell’afflusso di pazienti stra- ma semplicemente di buon senso. Questa
diverse reazioni non solo tra i migranti
persona, il diritto di essere curato, di ricevere nieri in ospedale. Per Monti, “se la norma sarà norma è chiaramente stata fatta da persone
ma anche in ambito medico.
assistenza sanitaria. È un diritto che non cade approvata, è probabile che ci sia una contra- non competenti in materia, che non hanno
nemmeno in tempo di guerra, tra nemici, ed zione, un calo iniziale, poi la situazione torni esperienza del lavoro ospedaliero. La norma
La Federazione Nazionale degli Ordini
è sancito dalla stessa Convenzione di Ginevra. come prima, come spesso avviene in Italia”. può poi essere recepita in maniera diversa
dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri
Il secondo problema è relativo al rispetto del Nelle strutture ospedaliere in cui lavorano ri- a seconda della struttura in cui si lavora. È
ha espresso il proprio dissenso alla nor-
codice deontologico medico. Faccio un esem- spettivamente i due medici, il rapporto con i chiaro che un chirurgo o un medico di fami-
ma, stabilendo che sarà sanzionabile per
pio pratico. Nell’ospedale c’è un’area detenu- pazienti immigrati sembra per ora piuttosto glia hanno un tipo di esperienza diversa da un
violazione del codice deontologico il me-
ti. Capita di dover curare persone che hanno buono. medico che opera in pronto soccorso e ha più
dico che segnali all’autorità la presenza
compiuto reati come lo stupro della propria occasioni di entrare a contatto con pazienti
irregolare di uno straniero che si rivolga
figlia. Al di là delle considerazioni personali, “A Budrio – spiega Cappuccino – abbiamo stranieri. È molto importante avere quotidia-
alle strutture sanitarie. Anche in ambito
il medico si impegna a curare questo pazien- molti pazienti stranieri. C’è generalmente un nità con questo tipo di situazioni per capire
locale ci sono state reazioni in sintonia
te esattamente come tutti gli altri. Compito clima di grande rispetto e fiducia reciproci tra i quali sono le dinamiche e le problematiche”.
con la Federazione Nazionale. Giancarlo
del medico è quello di curare gli ammalati, medici e tale categoria di pazienti. E’ presente
Pizza, presidente dell’Ordine dei medici
non fare osservazioni di tipo sociologico, giu- nella struttura ospedaliera anche un media- “A mio parere – conclude Monti – la norma
di Bologna, ha dichiarato che il medico
diziario o politico. In terzo luogo si crea un tore interculturale, che svolge ottimamente il è stata una mossa per conquistare l’opinio-
che denuncerà un paziente “irregolare”
problema di sicurezza pubblica dal punto di proprio lavoro. Ovviamente ci sono pazienti ne pubblica, che in questo momento ha molto
verrà sottoposto al giudizio della com-
vista igienico-sanitario. La norma, che sco- più o meno educati e corretti, anche a secon- a cuore il problema sicurezza. Lo dimostra-
missione disciplinare dell’Ordine e con
raggia gli immigrati irregolari dal presentarsi da delle aree geografiche di provenienza. Tale no anche altre iniziative, come le ronde. Non
tutta probabilità sarà sospeso dall’attivi-
in ospedale, crea il rischio del diffondersi di constatazione non comporta però ovviamente credo che il provvedimento avrà grandi esiti:
tà professionale.
malattie, per esempio la tubercolosi, che pos- alcuna discriminazione nell’erogazione dell’as- tanto rumore per nulla. Il problema però è
sono essere pericolose se non diagnosticate e sistenza da parte dei medici”. che così creiamo un nemico. Mentre, invece,
Abbiamo intervistato due medici che
curate per tempo. Infine, abbiamo problemi di sarebbe necessario aprirsi, scoprire la cultura
operano in due differenti realtà ospe-
tipo pratico e amministrativo. Il medico non è Il rapporto diretto con gli stranieri è prati- dell’altro, per creare reale integrazione e co-
daliere del territorio bolognese. Giorgio
abilitato a riconoscere l’autenticità dei docu- ca quotidiana nel pronto soccorso, che, dice noscenza. Sappiamo molto poco, e quel poco
Monti lavora presso il pronto soccorso
menti né ad eseguire fermi. Anche se arriva Monti, “è un po’ uno ‘spaccato della società’, spesso stereotipato, degli stranieri che vivono
dell’ospedale Sant’Orsola, mentre Ugo
in ospedale una persona tossicodipendente ci si trova di tutto. Qui arrivano molti stranie- in Italia”.
Cappuccino opera nella struttura ospe-
o sotto effetto di alcol che potrebbe mettersi ri, soprattutto nella fascia notturna. Spesso
daliera di Budrio.
alla guida, non siamo autorizzati a trattener- lamentano di non aver accesso ad altre strut- di Luisa Begani
lo. Perciò la norma non è di fatto applicabile. ture sanitarie. In generale il pronto soccorso
Entrambi i medici ritengono la proposta del
Ci vorrebbe un nucleo di polizia all’interno del è sempre stato un rifugio per le persone in si-
tutto inaccettabile. Riferiscono che anche tutti
pronto soccorso”. tuazione di disagio; molti homeless per esem-
i loro colleghi si sono detti contrari alla norma,
pio si rifugiano da noi. Con i pazienti stranieri
nonostante, precisano, le motivazioni al dis-
Cappuccino sottolinea un altro aspetto. “Se gli il problema principale è il gap linguistico, per-
senso varino da persona a persona,. Il fatto
organi di governo non sono in grado di con- ché molti non parlano bene l’italiano.
che l’Ordine dei Medici, solitamente “piutto-
trollare il flusso di stranieri, non vedo perché
sto lento a reagire” e “abbastanza allineato
debbano farlo fare a noi. Di fatto, l’intento di In pronto soccorso c’è un servizio telefonico

Bologna, Piazza Re Enzo. Mobilitazione contro l’emendamento. Foto Coordinamento Migranti Bologna e Provincia

piazza grande • n°151 • 03.09 5


L’inchiesta del mese

Il pacchetto
sicurezza visto
dai migranti
Intervista a Richard Amechi
presidente del Forum Metropolitano

Con le ultime misure in materia di sicu-


rezza, il Governo ha di fatto introdotto
un nuovo reato: il reato di clandestinità.
Il nesso tra l’essere straniero e l’essere
criminale sta diventando automatico.
Il Governo rileva (o per meglio dire
crea) un aumento della microcrimina-
lità, individua i colpevoli ed elabora le
soluzioni al problema: le ronde e il reato
di clandestinità, tra tutti. Diritti umani
negati a tutela della sicurezza dell’ita-
liano. Si crea nell’immaginario collettivo
la paura dello straniero, del diverso. E
nel frattempo le centinaia di migliaia di
stranieri presenti nel nostro territorio
lavorano, versano contributi che non ve-
dranno restituiti, cercano un’esistenza
dignitosa, spesso negata nel loro Paese
di origine.
Ma come stanno vivendo le scelte del
Governo, coloro che ne sono l’elemen-
to centrale, ossia gli stessi immigrati?
Abbiamo posto questa ed altre domande
a Richard Amechi presidente del Forum
Metropolitano, associazione bolognese
che raccoglie più di 50 associazioni di L’Associazione Sokos raccoglie firme contro l’emendamento. Foto Coordinamento Migranti Bologna e Provincia
migranti presenti nel territorio provin-
ciale. lioni di clandestini.
Questo non significa che bisogna riempire
l’Italia di clandestini, ma regolare in modo
Altre L’appello
iniziative ai medici
Il nuovo pacchetto sicurezza introduce
misure tali da considerare l’immigra- diverso il flusso migratorio.
zione ed il fenomeno migratorio in ge-
nerale, un reato. Qual è la percezione e Quali pensi debbano essere le azioni
concrete e gli strumenti che associazio-
di Rimini
la preoccupazione maggiore all’interno Arriva anche da Rimini la risposta alle ul-
delle comunità migranti? ni, movimenti possono mettere in campo
time misure introdotte dal pacchetto sicu-
Vedi, i politici fanno di tutto per aumentare per rispondere alle scelte del Governo?
rezza, relative alla possibilità (a breve “do- Noi medici non denunceremo
la paura degli italiani, adducendo al fatto che Credo che si possa fare poco, noi non ab-
vere”) di denuncia da parte dei medici dei
tutti i mali dell’Italia siamo noi, mentre sap- biamo il potere contrattuale ed incisivo per nessun “clandestino” non solo perché
clandestini presenti sul territorio italiano.
piamo bene che non è così. Si parla di ondate poter cambiare la situazione drammatica in
dai tempi di Ippocrate
migratorie verso l’Europa, senza ricordare le cui ci troviamo. La società civile italiana deve
Un provvedimento scellerato che condanna
cambiare la propria posizione. L’unico lavoro “Ciò che vedrò e udrò della vita
migliaia e migliaia di morti durante la tra- migliaia di persone alla perdita di un diritto
versata, i problemi, le guerre che affliggono possibile può essere fatto dalle associazioni degli uomini durante la terapia,
di base, quale la salute, e che spingereb-
tutti questi disperati, il ruolo delle industrie italiane, dai partiti politici, dai movimenti sia-
be i medici a rompere uno dei fondamenti
no essi laici o cattolici. Deve essere distrutto od anche al di fuori di essa,
in questa tratta di stranieri. Ma è l’immigra- dello stesso essere medico, ossia garantire
zione in sé a fare più notizia in Italia. Si di- il clima di odio che serpeggia fra i cittadini lo tacerò
la salute a tutti, trasformandoli di fatto in
menticano che anche noi siamo individui, che italiani, va cambiata la cultura e il modo di
detective ed inquisitori. ritenendo tali cose segrete”,
viviamo e lavoriamo assieme a loro, con il pensare della società. È necessaria una ri-
diritto di godere degli stessi diritti. voluzione culturale e la rottura di pregiudi- ma anche perché ci battiamo
In tutta Italia le contestazioni e le azioni
zi e stereotipi. Sarebbe sufficiente un po’ di
concrete di risposta alle scelte del Gover- per il diritto alla cittadinanza di tutti
Di fatto, l’introduzione del reato di clan- buonsenso.
no non sono tardate. A Rimini un gruppo
gli esseri umani, perché crediamo
destinità riduce il godimento dei diritti di medici, in costante aumento, sta diffon-
della persona. Quali sono le possibili si- Quali servizi già attivi trovi siano ottimi nei cittadini del mondo.
dendo un appello per dare voce all’indigna-
tuazioni che si vengono a creare dentro e vadano aumentati?
zione.
le comunità migranti e fra i migranti e i Deve aumentare l’informazione, la cono-
cittadini italiani? scenza reciproca, i dati che descrivano la si- Noi sappiamo che qualsiasi
La mobilitazione in atto sta, di fatto, ac-
L’Italia ha firmato i trattati delle Nazioni Uni- tuazione reale. Anche tra gli immigrati deve
celerando la costruzione, a Rimini, di un bando produce i banditi, e che
te, la Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo, che aumentare l’informazione. Dobbiamo diven-
ambulatorio popolare rivolto in particola-
tare noi stessi più consapevoli che i nostri in tempi di incertezza la paura può
afferma che tutti gli uomini nascono con pari re a stranieri e persone in difficoltà, per
dignità. Eppure oggi un immigrato clande- diritti devono essere conquistati. Dobbiamo produrre capri espiatori.
garantire a chiunque, senza distinzione di
stino non può essere più curato. Si lede il mobilitarci, attraverso forme di mobilitazione
sesso, cittadinanza e religione, il diritto alla
diritto alla salute di coloro che ne hanno più civica, cerare il dialogo con le forze politiche
salute.
bisogno proprio perché vivono in condizioni sia con quelle capaci ed in grado di ascoltar- Nessuna paura.
disperate. Il punto è che non si capisce che ci, ma soprattutto con quelle che cercano di
In seguito all’approvazione del pacchetto
questa scelta crea un problema di sicurezza cancellarci e di dipingerci come orchi.
sicurezza, votato dal Governo, anche l’am-
sanitaria per tutti siano essi cittadini stranieri Per questo cureremo
ministrazione comunale riminese sta spin-
siano essi italiani. Questi provvedimenti ren- Nello specifico, quali sono le azioni, atti-
gendo per la realizzazione di una struttura questi cittadini e non solo
dono più vulnerabili gli stranieri. La perdita vità e progetti del Forum per rispondere
pubblica dove sia possibile essere curati
e limitare i danni del pacchetto sicurez- non li denunceremo ma dichiariamo
del posto di lavoro o della casa, comportano senza fornire generalità.
la perdita del permesso di soggiorno e quindi za? il nostro impegno per la costruzione
diventa clandestino. Se l’essere clandestino Noi come Forum Metropolitano, cerchiamo di
È un segnale, un’azione che vuole contra- di una rete di cura che promuova
significa perdere tutto compresi i diritti ba- divulgare il più possibile l’informazione uti-
stare le disposizioni vigenti, modificare con
silari della persona, si rendono gli stranieri le che riguarda le nuove leggi. Cerchiamo la salute di tutti.
fatti concreti e al contempo simbolici una
maggiormente vulnerabili davanti ai propri di organizzare e preparare le associazioni di
cultura xenofoba sempre più dura ed in-
datori di lavoro. Di fatto saranno più sfrutta- stranieri a creare una reale integrazione dello
tollerante.
straniero a Bologna e provincia. Noi dobbia- Prevenzione e promozione
bili, perché la paura di diventare clandestino
e di essere condannato a non esistere più mo essere lo strumento ed il canale per ga- della salute cominciano da qui.
Di seguito riportiamo l’appello dei medici
come persona, fa accettare anche le condi- rantire la maggiore integrazione possibile.
riminesi perché possa diffondersi, contami-
zioni lavorative ed abitative peggiori. nare e accrescere il numero dei no al pac-
Neanche negli USA ci sono leggi di questo di Sara Visintin Organizziamoci!
chetto sicurezza!
tipo nonostante siano presenti più di tre mi-

6 piazza grande • n°151 • 03.09


L’inchiesta del mese

Migranti to non solo è incostituzionale, ma aggraverà


anche la condizione di vita e di lavoro dei mi-
Italia è legata al contratto di lavoro. Se si
viene licenziati o se scade uno dei tantissimi La paura
usa e getta granti. Infatti, sappiamo che i migranti privi
di permesso di soggiorno lavorano in nero,
contratti a tempo determinato, il migrante
rischia di perdere il permesso di soggiorno, è già diffusa
in particolare nei cantieri. Anche per questo diventare clandestino, essere rinchiuso nei
Intervista a Mattero Battistini, Coordi-
subiscono un maggior numero di infortuni centri di detenzione in attesa di espulsione. Intervista a Roberto Morgantini, Segre-
namento Migranti Bologna e Provincia
sul lavoro e sono più soggetti a malattie. Poco importa se sei in Italia da dieci o venti tario del Centro Lavoratori Stranieri Cgil
Questo emendamento aumenterà ancora di anni, se hai dei figli nati qui, se sei proprieta- Bologna
Il disegno di legge 733, parte del cosid-
più la discriminazione che i migranti (regolari rio di una macchina o di una casa: te ne devi Immigrazione e lavoro nero, in Italia, sono
detto “pacchetto sicurezza”, contiene
e irregolari) subiscono ogni giorno a causa andare! In tempo di crisi, questa situazione fenomeni strettamente connessi. Nessun mi-
una serie di emendamenti che incidono
del razzismo istituzionale favorito dalla legge rischia di esplodere perché i migranti sono grante, o quasi, arriva con un permesso di
direttamente su diversi aspetti della vita
Bossi-Fini e da tutto il pacchetto sicurezza. i primi ad essere licenziati o messi in cassa soggiorno, per tutti la regolarizzazione avviene
dei migranti in Italia. Il ddl, tra le altre
integrazione. E il governo che cosa fa? Inve- dopo un periodo di “clandestinità” e di lavoro
cose, prevede una tassa di 200 euro per
Quali sono state le reazioni degli immi- ce di tutelare tutti i lavoratori, italiani e mi- in nero. Secondo il dossier sull’immigrazione
le pratiche relative a rilascio e rinnovo
grati che avete raccolto a proposito di granti, dalla crisi mette gli uni contro gli altri: della Caritas questo fenomeno nel 2008 ha
del permesso di soggiorno, l’istituzione
questo emendamento? formula l’equazione migrante-criminale, co- interessato circa 350.000 migranti (un dato
di una sorta permesso di soggiorno a
struisce nuovi centri di detenzione e allunga probabilmente sottostimato a causa della dif-
punti, l’introduzione del reato di ingres-
Le reazioni sono sempre più forti: sono un la durata di reclusione, istituisce il reato di ficoltà di rilevazione) su 2 milioni e 700 mila
so e soggiorno irregolare, oltre a una se-
misto di rassegnazione, disperazione e rab- clandestinità e mette pure una tassa sul rin- lavoratori migranti regolari.
rie di norme che renderanno più difficile
bia. Sembrava che la Bossi-Fini, con i cen- novo del permesso. Il rimedio del governo Se a questi lavoratori, già privi delle tutele dei
non solo l’acquisizione della cittadinan-
tri di detenzione (introdotti in realtà dalla alla crisi è svuotare le tasche dei migranti loro colleghi in regola, si nega anche l’accesso
za ma anche il matrimonio tra stranie-
Turco-Napolitano), il legame tra permesso di prima di espellerli. D’altra parte, il legame alle cure mediche, parlare di schiavitù non è
ri “irregolari”. Infine, il provvedimento
soggiorno e contratto di lavoro, i lunghissimi tra permesso di soggiorno e contratto di la- più un’esasperazione ideologica.
più contestato è quello che prevede la
tempi di attesa e il costo di 72 euro per ogni voro ha questo obiettivo: trattare i migranti Roberto Morgantini, segretario del Centro la-
cancellazione del divieto di denuncia da
rinnovo del permesso, fosse il culmine cui si come forza lavoro usa e getta. voratori stranieri della Cgil di Bologna, eviden-
parte del personale medico e sanitario
potesse arrivare. Invece, evidentemente non zia i rischi contenuti nel pacchetto sicurezza.
nel caso di cure prestate a cittadini stra-
c’è limite al peggio: non solo questo emen- Mentre il flusso migratorio mondiale è in “Quello che mi colpisce di più è che la sicu-
nieri in condizioni di soggiorno irregola-
damento è chiaramente razzista, ma introdu- continuo aumento, in modo inarrestabile rezza di cui si parla, quella sul lavoro, reale o
re. Le associazioni di medici e migranti
ce anche la tassa sul permesso di soggiorno direi, la tendenza dei governi (non solo percepita, è soltanto quella degli italiani. Gli
si sono mobilitati in segno di protesta.
che si presenta come una vera e propria ra- italiano) è quella invece di scoraggiare e stranieri regolari in Italia sono 4 milioni. Per-
Coordinamento Migranti Bologna e Pro-
pina del salario dei migranti. Specie in questi limitare l’immigrazione e l’integrazione. sone con gambe e braccia che vivono in que-
vincia, attivo sul territorio bolognese
tempi di crisi. A vostro parere, perché questo parados- sto paese. Una famiglia di peruviani non ha
per difendere i diritti degli stranieri,
so? Non si rischia così di creare ulteriori lo stesso bisogno di sicurezza di una famiglia
ha manifestato la propria opposizione
Che conseguenze potrebbe avere problemi sociali, come segregazione e italiana?”
all’emendamento, organizzando diverse
l’emendamento qualora il ddl passasse diffidenza? E potrebbe diventare a senso unico anche la
iniziative di protesta. Abbiamo intervi-
anche alla Camera? sicurezza della cura. Gli stranieri fanno i lavori
stato Matteo Battistini, che ha parlato a
Non crediamo che sia un paradosso, o, se più duri: se lavori di notte in forno o a pulire le
nome dell’intero Coordinamento.
Il timore, purtroppo molto fondato, è che co- vogliamo definirlo paradosso, è comunque strade, se lavori in fonderia è facile che ti am-
loro che non hanno il permesso di soggiorno, perfettamente funzionale al mercato del la- mali. La paura di essere denunciati dai medici
Il disegno di legge 733, di recente ap-
nonostante le dichiarazioni rassicuranti delle voro a livello mondiale. Alzare confini, anche sottopone i lavoratori migranti a un ulteriore
provato al Senato, contiene un emenda-
associazioni dei medici, non andranno a far- all’interno degli stati, per limitare la libertà ricatto. Ma secondo Morgantini le finalità di chi
mento che cancella il divieto di segnala-
si curare. Ciò ha degli effetti inimmaginabili di movimento serve in realtà per svalutare la ha pensato questa legge possono essere più
zione dei migranti irregolari da parte del
non solo per la salute dei migranti ma anche forza lavoro migrante. Ridurre il migrante a subdole.
personale medico ed ospedaliero. Quale
per quella degli italiani. una condizione di quasi schiavitù, costretto “Con questo tipo di legge una persona rischia
è la vostra opinione su questo emenda-
a obbedire al volere del datore di lavoro che l’espulsione se si rivolge al sistema sanitario.
mento?
Come giudicate la politica di questo go- può usare lo strumento legale del legame tra Ma prova a pensare come questo può essere
verno in materia di immigrazione? permesso e lavoro per minacciare il licenzia- vissuto da un italiano: uno straniero con una
Come le associazioni dei medici che hanno
mento e dunque espulsione, non è forse un malattia infettiva che non si può far curare lo
lanciato la campagna “Noi non segnaliamo”,
Le misure contenute nel pacchetto sicurezza modo per costringere i migranti ad accettare eviti. Non si ergono dei muri, ma delle mu-
anche noi crediamo che questa norma sia
in discussione non stupiscono, non fanno al- bassi salari e precarie condizioni di lavoro? raglie tra noi e loro. Quel poco che si riesce
contraria alla deontologia medica perché “ga-
tro che rafforzare l’impianto legislativo della a costruire per l’integrazione questa legge lo
rantisce” al medico la possibilità di violare il
Bossi-Fini. Per i migranti la permanenza in di Luisa Begani sfascia. Lo straniero deve avere un ruolo di di-
segreto professionale. Questo emendamen-
pendenza totale.”
Foto Assemblea del Coordinamento Migranti Bologna e Provincia Il pacchetto sicurezza non è ancora legge, ma
è bastato l’annuncio mediatico a diffondere la
paura. Anche al Centro lavoratori stranieri si
sono registrate richieste di informazioni. C’è
già un primo preoccupante aneddoto. “Un no-
stro iscritto ha accompagnato in ospedale un
lavoratore immigrato con problemi di respira-
zione, ma questo davanti al Pronto Soccorso si
è bloccato. Se il medico non fosse uscito fuori
dall’ospedale per visitarlo quella persona sa-
rebbe andata via senza farsi curare.”
Se l’obbiettivo è dare sicurezza, questa mas-
siccia dose di allarmismo e diffidenza è una
cura molto peggiore del male.
La Cgil di Bologna ha aderito alla mobilitazione
indetta da Sokos e da altre associazioni. I me-
dici iscritti al sindacato, inoltre, hanno promos-
so la campagna “Io curo, non denuncio” che
sta toccando le strutture sanitarie di tutto il
Paese. Per il momento il materiale informativo
è in italiano, ma presto sarà tradotto e diffuso
in altre lingue. Il 17 scenderanno in piazza a
Bologna per il “Noi non segnaliamo day”.
L’immigrazione clandestina appare oggi l’origi-
ne di tutti i mali ma si volesse veramente estir-
parlo alla radice un metodo possibile potrebbe
essere colpire lo sfruttamento del lavoro nero.
Almeno così la pensa Roberto Morgantini.
“Si dice che in Italia si entra più facilmente che
in Germania ma non si dice che da noi è più
facile lavorare in nero. Finché sarà possibile
trovare lavoro senza contratto la gente con-
tinuerà ad arrivare. L’insicurezza, la combatti
così, se integri e se fai delle regole condivise e
applicate, non basate sullo sfruttamento.”
di Leonardo Tancredi
leonardotancredi@gmail.com

piazza grande • n°151 • 03.09 7


L’inchiesta del mese

Il triste
primato
dell’Italia
Diritti e salute. Una volta approvato, il
pacchetto sicurezza contribuirà a peg-
giorare una situazione già non rosea.
In questo articolo la Dott.ssa Chiara
Bodini del Centro Studi e Ricerche in
Salute Internazionale e Interculturale,
Dipartimento di Medicina e Sanità Pub-
blica, Università di Bologna, ci spiega
perchè.

Le migrazioni, forse più di ogni altro fenome-


no, racchiudono gli aspetti salienti della mo-
dernità segnata dai processi di globalizzazio-
ne: le differenze di ricchezza tra Nord e Sud
del pianeta, le distanze che si accorciano e si
annullano, la possibilità di “abitare il mondo”
(o la necessità di farlo), i muri – reali, simbo-
lici e legislativi – che ovunque vengono eretti
a difesa di privilegi e stili di vita. Per quanto
sia del tutto sbagliato leggere il fenomeno Medici senza frontiere contro l’obbligo di denuncia. Foto Coordinamento Migranti Bologna e Provincia
migratorio in termini di emergenza, è inne-
gabile che il nostro paese abbia vissuto negli che si creassero delle fasce di clandestinità immigrati della normativa attuale, nonché L’appello
ultimi anni un incremento molto rapido della sanitaria con conseguente rischio di diffu- l’armonizzazione rispetto a prassi europee. Avvocato di Strada
popolazione straniera. In particolare, l’Emilia sione di malattie. A dimostrazione di ciò vi Tali argomentazioni sono già state contestate contro l’obbligo di denuncia
Romagna è stata tra le regioni maggiormen- sono i dati che documentano, tra gli stranieri, da più voci autorevoli, del mondo sanitario e per i medici
te attrattive, principalmente a causa dell’ab- la riduzione dei tassi di AIDS, la stabilizza- non, e mi limiterò qui a riprenderne gli aspet-
bondante presenza di piccole-medie imprese zione di quelli relativi alla tubercolosi, ed il ti principali. Il Decreto 733 (Decreto Sicurezza), approva-
e di possibilità di impiego nel settore dei ser- progressivo miglioramento degli indicatori di to dal Senato il 5 febbraio 2009, introduce
vizi alla persona. Se i dati italiani dell’ultimo salute materno-infantili. Anche se a rilento, Chi si occupa di sanità pubblica sa bene che una norma che abroga il divieto per i medici
rapporto Caritas-Migrantes parlano di circa 4 eravamo forse sulla buona strada. la salute è, non solo dal punto di vista del di segnalare gli stranieri privi di permesso di
milioni di stranieri (6,5% della popolazione), diritto ma anche da quello pratico della sua soggiorno ed introduce il reato di immigrazio-
in regione essi sono oltre 400.000, ovvero Un altro aspetto, relativo alla salute degli tutela, un bene collettivo: l’emarginazione ne clandestina. Ciò comporterà l’obbligo per
quasi il 9% della popolazione residente. Nel- immigrati, su cui ormai ci sono pochi dubbi di parti della società dall’accesso a misu- i medici di denunciare gli immigrati non in
la città di Bologna i residenti stranieri sono è che essi si ammalano principalmente nel re di prevenzione e cura efficaci comporta regola col permesso di soggiorno che si rivol-
circa 30.000. E’ sempre utile ricordare che la nostro paese, e soprattutto nei primi anni di l’esposizione della società tutta al rischio di gano alle strutture sanitarie perché bisognosi
quasi totalità dei permessi di soggiorno rila- permanenza. Si ammalano soprattutto di pa- fenomeni di clandestinità sanitaria e di diffu- di cure.
sciati è legata al lavoro. tologie “banali”, più o meno come gli italiani sione di patologie che sfuggono al controllo.
di analoga fascia di età, ma anche di pato- Per quanto concerne la presunta illiceità della Questo significa:
Pochi o inesistenti sono i dati riguardanti gli logie legate alle condizioni spesso difficili in norma attualmente vigente, considerata più -trasformare i medici in delatori obbligandoli
stranieri irregolarmente presenti sul terri- cui vivono e lavorano. Ad esempio, assiste- favorevole per gli immigrati irregolari, “pro- a contravvenire al giuramento di Ippocrate;
torio, ovvero senza permesso di soggiorno. re un anziano 24 ore al giorno, senza riposo tetti” nei confronti di denunce, si tratta di -impedire di fatto a persone ammalate di cu-
In generale, il loro numero è stimabile tra settimanale, spesso anche senza la possibi- un’argomentazione completamente errata: rarsi;
il 10 e il 20% degli immigrati regolari, con lità di ottenere un permesso per recarsi dal la legge prevede infatti che, a parità di condi- -creare gravi rischi di epidemie per tutta la
un documentato nesso positivo in relazione medico, comporta frequentemente patologie zioni con il cittadino italiano, la segnalazione popolazione;
all’economia sommersa, riscontrabile a livel- osteo-muscolari che poi divengono croniche vada effettuata nei casi in cui è previsto l’ob- -favorire la diffusione di malattie infettive
lo territoriale ad esempio nel confronto tra e difficili da curare. Come si può prescrivere bligo di referto (D.Lgs. 268/98, Art. 35, com- come la tubercolosi o l’Aids;
regioni (maggiore presenza di irregolari dove la prima e più importante terapia, ovvero il ma 5). Infine, una revisione delle normative -favorire la diffusione di servizi sanitari irre-
il lavoro nero è più richiesto). riposo? Allo stesso modo, vivere in ambienti dei principali paesi europei ha mostrato che golari e non controllati.
sovraffollati e poco o per nulla riscaldati por- solo in Germania e in Grecia è attualmente
Per quanto riguarda il cosiddetto “profilo di ta con sé il rischio di sviluppare malattie dei presente un obbligo di segnalazione per gli Questa norma ci pare ingiusta, incostituziona-
salute” della popolazione immigrata, i dati e bronchi o dei polmoni: se anche si riesce ad immigrati irregolari, pare per altro poco o per le e ignobile. Avvocato di strada parteciperà a
l’esperienza maturata negli anni hanno or- andare dal medico ed accedere ad una tera- nulla applicato, e che comunque non riguar- tutte le iniziative organizzate per chiedere al
mai portato ad una visione sufficientemente pia antibiotica, il permanere delle condizioni da gli operatori sanitari ma le pubbliche am- Parlamento di non approvare questa legge.
consolidata e condivisa, per lo meno su alcu- di disagio abitativo porterà con tutta proba- ministrazioni. L’Italia si troverebbe pertanto
ni aspetti. Ad esempio, sul contrastare con bilità ad una ricaduta. Ecco dunque come ad essere il primo ed unico paese europeo ad Tutte le associazioni di volontariato e gli Or-
forza la diffusa percezione che gli immigrati emerge il fatto che, spesso, solo un’azione introdurre una norma che, di fatto, trasforma dini dei Medici hanno espresso la loro ferma
siano “portatori di malattie”, per lo più esoti- diretta alle “cause delle cause” (precarietà i luoghi di assistenza e cura in strumenti di contrarietà all’approvazione di tale provvedi-
che e in genere contagiose. Da un lato esiste, sociale, irregolarità, povertà, emarginazione discriminazione e delazione, ponendo tra l’al- mento. Nel caso in cui la legge fosse appro-
infatti, soprattutto per chi proviene da paesi ecc.) costituirebbe una vera ed efficace tera- tro gli operatori sanitari in una posizione di vata così com’è Avvocato di strada si attiverà
del Sud del mondo, una selezione prima della pia, anche in senso strettamente medico! estrema difficoltà e conflitto tra norme etiche per eccepire l’incostituzionalità della legge e
partenza: vengono principalmente scelte per e dettati legislativi. la sua contrarietà alle Direttiva Europee in
il progetto migratorio le persone che danno In questa situazione già compromessa si materia di sanità e immigrazione. Avvocato
maggiori garanzie di “successo”, quindi gio- colloca l’emendamento proposto dalla Lega Al di là delle argomentazioni addotte, facil- di strada, inoltre, lancia un appello a tutti gli
vani, sane, e capaci (il cosiddetto “effetto mi- Nord all’interno del “Pacchetto Sicurezza”, mente confutabili su un piano tecnico oltre avvocati, aderenti o meno all’Associazione,
grante sano”). Questo, ovviamente, perché che cancella il divieto di segnalazione nei che politico, è impossibile non vedere in que- affinché si attivino per costituire in ogni città
spesso la migrazione di un individuo è l’inve- confronti degli immigrati irregolari che si sta azione di attacco ai diritti fondamentali collegi di difesa per tutelare gratuitamente i
stimento (economico e simbolico) di una fa- rivolgono alle strutture sanitarie. Il provve- di una categoria di individui un preciso in- medici che si rifiuteranno di denunciare i loro
miglia allargata, o di una intera comunità, e dimento, se approvato in via definitiva con- tento da un lato discriminatorio e razzista, pazienti.
quindi viene preparato con cura e attenzione testualmente all’introduzione del reato di e dall’altro teso ad incrementare il controllo
cercando di massimizzare le possibilità di riu- ingresso e soggiorno illegale, configurerebbe sociale con ogni mezzo, invadendo spazi che Avv. Antonio Mumolo
scita. Dall’altro lato, la legislazione italiana in di fatto un obbligo di denuncia, inaccettabile sono finora stati di garanzia e tutela. Non è Presidente Avvocato di Strada Onlus
materia di migrazione e salute – per quanto in quanto discriminatorio e lesivo del dirit- possibile tacere in questo momento, se non a
ancora poco applicata – è stata sempre im- to fondamentale alla salute. Si tratta di una costo di rendersi complici di un atto ingiusti- Per adesioni
prontata ad includere e garantire, piuttosto norma contraria all’etica ed alla deontologia ficato e pericoloso, per lo stato di diritto, per Associazione Avvocato di strada Onlus
che ad escludere e discriminare. Anche per medica, al vincolo del segreto professionale la convivenza sociale e per la salute di tutti, Via Corazza 7/8, 40128, Bologna
gli immigrati irregolari, quindi, c’è la possi- ed al dettato costituzionale che tutela la sa- nel suo senso più ampio. Tel.051397971, Fax 0513370670,
bilità di accedere ai servizi sanitari mediante lute individuale e collettiva. Cell.3939794642
il codice STP (Straniero Temporaneamente Le ragioni del provvedimento vengono anzi Chiara Bodini Web: www.avvocatodistrada.it, Email: info@
Presente), che si ottiene gratuitamente e dà, ribadite da parte di esponenti della maggio- Centro Studi e Ricerche in Salute avvocatodistrada.it
di fatto, diritto a tutte le prestazioni essen- ranza al Governo, non senza imprecisioni e Internazionale e Interculturale
ziali. Questo ha consentito di attuare anche inesattezze, chiamando in causa la presunta Dipartimento di Medicina e Sanità Pubblica, Per aderire su Facebook:
misure di prevenzione e sorveglianza sanita- utilità ai fini della pubblica sicurezza, l’ingiu- Università di Bologna http://www.facebook.com/event.
ria, oltre che di assistenza e cura, impedendo sta “discriminazione positiva” a favore degli php?eid=129332310590&ref=nf

8 piazza grande • n°151 • 03.09


L’inchiesta del mese

Le ronde di trattenimento nei Centri di Identificazione


ed Espulsione (fino a 6 mesi contro gli attuali
sta in essere da chi non ha neanche titolo di
restare in Italia, faranno bene a rimboccarsi
atti, dichiarazioni e comportamenti razzisti
oltre che da vere e proprie aggressioni. Tra

e il razzismo. 2) per gli immigrati irregolari.


Diversi punti di questo intervento legislativo
le maniche e a collaborare con lo Stato per
garantire la propria sicurezza e quella dei loro
gli altri si ricordano l’assalto ai negozi dei
commercianti bengalesi a Roma, il rogo dei

Quando la lasciano perplessi: cari.


Più precisamente si prevede che i Sindaci,
campi rom a Ponticelli, le aggressioni ad al-
cuni gruppi di rumeni in seguito allo stupro

paura genera Il primo è la necessità e l’urgenza che hanno d’intesa con il Prefetto, possano avvalersi del- di Guidonia.

mostri.
portato all’approvazione del provvedimento, il la collaborazione di associazioni tra cittadini
secondo è il bizzarro accostamento delle nor- non armati, al fine di segnalare agli organi di E ancora due tentati omicidi commessi ai dan-
me contenute nello stesso. polizia locale, ovvero alle Forze di polizia dello ni di un clochard italiano a Rimini e di un citta-
Da qualche tempo a questa parte, in Italia, si Stato, eventi che possano arrecare danno alla dino indiano che dormiva sulla panchina della
è tornato a parlare di ronde. Si tratta di un fe- Non si può dire che in Italia esista, al momen- sicurezza urbana ovvero situazioni di disagio stazione a Roma.
nomeno che in alcune zone al nord del Paese to attuale un’emergenza stupri. Premesso sociale.
già esiste ma che ora si accinge a diventare che anche un solo episodio di violenza ses- E un omicidio consumatosi a Milano nei con-
uno strumento legittimo nella prevenzione e suale è una ferita inflitta all’intera comunità, Quali sono i rischi di una disposizione di que- fronti di un ragazzo di soli 19 anni, italiano ma
nella repressione della criminalità. non esiste statisticamente un incremento del sto tipo? per sua sfortuna originario del Burkina Faso,
fenomeno tale da legittimare l’allarmismo di per il furto di un pacco di biscotti.
E questo accade ancora una volta in nome questi giorni. Il primo rischio è quello di legittimare una giu-
della sicurezza e per mano di un decreto leg- stizia “fai da te” e una privatizzazione della si- Il legislatore, a partire dai vari pacchetti sicu-
ge. Secondo i dati diffusi dal Ministero delle Pari curezza. Lo Stato restituisce parte del proprio rezza fino ad arrivare al recente dl antistupri,
Sembra che oramai sia una prassi consolidata Opportunità gli stupri nel 2008, in Italia, sono compito di controllo sociale e, così facendo, ha una grandissima responsabilità in tal sen-
ricorrere alla decretazione d’urgenza in segui- diminuiti dell’ 8,4% rispetto all’anno prece- ottiene anche il vantaggio di riavvicinare i cit- so, e ora a maggior ragione con la previsione
to ad efferati fatti di cronaca. dente. Anche a Bologna, città letteralmente tadini alle istituzioni dalle quali si sono finora delle ronde, l’idea del farsi giustizia da soli si
terrorizzata dalle violenze sulle donne, si è sentiti abbandonati. connette con la legittimazione culturale, poli-
Un precedente importante è costituito dal pri- registrato un calo: da 179 nel 2006 a 139 nel tica e normativa del razzismo.
mo pacchetto sicurezza emanato all’indomani 2008. Tuttavia in questo modo si compie un perico-
della violenza e dell’omicidio ai danni di Gio- loso passo indietro: il potere di prevenzione e Purtroppo non basterà garantire che i control-
vanna Reggiani commessi da un cittadino di Ancora il dato nazionale dimostra che il 60% repressione del crimine che la modernità ave- lori saranno controllati: il processo simbolico
etnia rom. delle violenze sono commesse da italiani e il va assegnato all’organo pubblico, epurandolo di normalizzazione della violenza è già in atto
restante 40% da stranieri. Eppure qualcosa fa dai sentimenti di vendetta, ritorna in parte e non basteranno neanche leggi e provvedi-
Il provvedimento in questione, che prevede- pensare ad una forte discrepanza tra questi nelle mani di una popolazione terrorizzata e, menti di segno contrario a fermarlo.
va ipotesi di espulsione di cittadini comunitari dati ed un senso comune diffuso, veicolato at- di conseguenza aggressiva.
in nome della pubblica sicurezza o dell’ordine traverso il messaggio normativo e amplifica- Infine, probabilmente, le ronde non aumen-
pubblico, fu considerato in diversi punti inco- to dai media. Un senso comune che vuole gli Per non dimenticare che le ronde, comunque teranno la sicurezza dei cittadini ma genere-
stituzionale e non venne convertito in legge. stranieri autori principali di violenze inaudite le si voglia chiamare, sono politicamente con- ranno un clima di paura e diffidenza spingen-
Nonostante ciò non si può negare che abbia e che reagisce in modo positivo all’intervento notate ( in particolare i principali gruppi poli- do ulteriormente nella marginalità coloro che
messo in atto un meccanismo che ancora oggi repressivo del governo. Il quale, a sua volta, tici rappresentati sono Lega Nord, AN, Forza già oggi sono invisibili. Forse però, in questo
si palesa. approfitta per inserire la norma (bocciata in Nuova, Fiamma Tricolore). Si tratta di gruppi modo, le nostre strade saranno ripulite da
senato durante l’esame del disegno di legge politici che hanno razzismo e xenofobia nel queste presenze ingombranti e lo Stato potrà
Così, in seguito al grave clamore suscitato da 733/08) che aumenta i tempi di detenzione loro Dna, e ne fanno una bandiera da svento- dire di aver segnato un altro punto nella ricca
recenti episodi di violenza sessuale, episodi amministrativa in un decreto che con il feno- lare in vista delle elezioni politiche. partita della “sicurezza”.
che vedono per lo più tra i loro protagonisti meno dell’immigrazione non ha nulla a che
cittadini stranieri, ecco il nuovissimo “decreto fare. Pertanto, ancora una volta, i principali desti- di Antonella De Blasio
anti-stupri”. natari dei controlli e delle segnalazioni saran- Dottoranda in Sociologia del Diritto
Tuttavia, l’accostamento di provvedimenti no i migranti, i mendicanti, gli homeless, e Università di Bologna
Un decreto che, oltre ad istituire le ronde (fa- contro gli stupri, misure per il controllo au- tutte quelle classi marginali che, guarda caso,
cendo ben attenzione a non chiamarle mai con torganizzato del territorio e misure per il con- negli ultimi mesi sono state oggetto di violen-
questo nome, parlando piuttosto di “sicurezza trasto dell’immigrazione clandestina sembra ze verbali e fisiche.
partecipata”) prevede misure più repressive portare con sé un messaggio ben preciso: i
per gli stupratori e l’allungamento dei tempi cittadini, a fronte di un’ondata di violenza po- Il 2008 è stato caratterizzato da una serie di

Via Belle Arti, Bologna. Foto di Marika Puicher

piazza grande • n°151 • 03.09 9


La città migrante

Piazza Re Enzo, Bologna. Mobilitazione contro l’obbigo di denuncia. Foto Coordinamento Migranti Bologna e Provincia

Elezioni. in meno in un giardino pubblico.


ELEZIONI EUROPEE ED AMMINISTRATIVE ALEGERILE EUROPENE SI ADMINISTRATIVE

Dateci il nostro La politica italiana è complicata e davvero


poco accattivamente, ma chi proprio non può
6 -7 GIUGNO 2009 6 -7 IUNIE 2009

Obama permettersi di girarsi dall’altra parte è il cit-


tadino straniero.
Il 6 e 7 giugno 2009 si svolgono le elezioni
europee ed amministrative.
Pe 6 si pe 7 iunie 2009 vor avea loc alege-
rile europene si administrative.
Certo è difficile pensare che le cose possano
Anche se quasi nessuno ancora ne par-
cambiare con una croce su una scheda, ma
la, alle prossime elezioni amministrati- I cittadini comunitari residenti, ai sensi della Cetatenii comunitari rezidenti, conform Legii
tutto può partire da lì. Il tanto osannato “We
ve ed europee che si terranno il 6 e il 7 Legge n.52 del 6 febbraio 1996 e del D.Lgs n.52 din 6 februarie 1996 si D-lui.Lgs 197
can” di Barack Obama recita: “è stato canta-
giugno 2009, molti cittadini comunitari 197 del 12 aprile 1996, possono votare per din 12 aprilie 1996, pot sa voteze pentru
to dagli immigrati mentre partivano da terre
residenti in Italia potranno votare. Per le elezioni europee e per l’elezione diretta alegerile europene si pentru alegerea direc-
lontane- Sì noi possiamo!”.
la scarsità delle informazioni che stan- del Sindaco, del Consiglio comunale e dei ta a Primarului, a Consiliului Comunal si a
no circolando, e per le difficoltà di ac- Consigli Circoscrizionali. Consiliilor Judetene.
Il presidente degli Stati Uniti è figlio di un im-
cesso ai canali informativi dei cittadini Possono anche candidarsi al Consiglio Comu- Pot inclusiv sa se candideze la Consiliul Co-
migrato africano. Il padre non poteva nem-
comunitari, l’Ufficio Stranieri della CGIL nale e alle elezioni circoscrizionali. munal si la alegerile judetene.
meno essere servito al tavolo di un ristoran-
di Bologna sta organizzando una cam- Non possono essere candidati a Sindaco. Nu pot candida insa la postul de Primar .
te, il figlio è presidente degli Stati Uniti.
pagna informativa ad hoc.
Per esercitare questo diritto i cittadini comu- Pentru a exercita acest drept cetatenii co-
Cari cittadini rumeni o polacchi, se non vo-
Ci sembra che sia una iniziativa molto nitari residenti devono iscriversi a un’appo- munitari rezidenti trebuie sa se inscrie pe o
lete andare a votare per voi, fatelo per noi,
importante e in queste pagine ospitia- sita lista, compilando una specifica domanda lista speciala, completand o cerere speciala
cittadini italani che hanno un grande bisogno
mo uno scritto di Roberto Morgantini, che va presentata personalmente o spedita care trebuie prezentata personal sau trimi-
di chi vuole sfruttare le opportunità e costru-
Segretario dell’Ufficio Stranieri CGIL con raccomandata - insieme a copia di un sa prin recomandata - impreuna cu o co-
irsi il proprio futuro, senza paura.
Bologna, e i due volantini, uno in lingua documento di identità- all’Ufficio Elettorale pie a unui document de identitate- la Biroul
italiana, uno in lingua rumena, preparati di ciascun Comune. Electoral al fiecarei Primarii
Dateci il nostro Obama, andate a votare, poi
per la campagna.
candidatevi, poi fatevi eleggere.
Nota Bene Nota Bene
Alle prossime elezioni amministrative ed eu-
Perché abbiamo bisogno della partecipazione
ropee potranno votare anche molti cittadini Entro il 9 marzo si può presentare domanda Pana la data de 9 martie se poate prezenta
politica di chi ha visto altri mondi. Perché,
dell’Unione Europea residenti in Italia. Tra per votare in Italia per l’elezione dei membri cererea pentru a vota in Italia n cadrul ale-
come ha scritto Rushdie: “l’emigrato sospet-
questi la comunità più ampia è nettamente del Parlamento Europeo spettanti all’Italia. gerilor de membri ai Parlamentului Europe-
ta la realtà: dopo aver provato vari modi di
quella rumena, ma ci sono anche bulgari, an din partea Italiei.
essere ne comprende la natura illusoria.
cechi, slovacchi, polacchi francesi ungheresi Entro il 28 aprile (data ufficiosa) si può pre- Pana la 28 aprilie (data neoficiala) se poa-
Per veder le cose così come sono, è necessa-
etc. Gli stranieri presenti in Italia sono or- sentare domanda per votare in Italia per te prezenta cererea pentru a vota in Italia
rio attraversare una frontiera”.
mai da tempo i protagonisti della campagna l’elezione del Sindaco, dei Consigli comunali pentru desemnarea Primarului,a membrilor
elettorale, forse è giunto il momento che da e circoscrizionali. Consiliului comunal si judetean .
di Roberto Morgantini
semplici spettatori passivi, diventino prota-
gonisti attivi. L’espressione del voto alle Eu- Promuovere la partecipazione dei cittadini Promovarea participarii din partea cetateni-
Il Centro Lavoratori Stranieri CGIL è a dispo-
ropee o alle comunitari ai processi democratici di sele- lor comunitari la procesele democratice de
sizione dei cittadini UE per fornire informa-
amministrative è solo un primo passo, ma zione dei propri amministratori è un atto di selectionare a propriilor administratori e un
zioni relative all’iscrizione nelle liste eletto-
importante e fondamentale. A cospetto di responsabilità pubblica, contribuisce a ren- act de responsabilitate publica, reprezinta
rali.
una vasta parte dell’opinione pubblica ita- derli protagonisti e a rafforzare il loro senso un mod de a deveni protagonisti si in ace-
liana che è ormai disincantata o che si reca di appartenenza alla comunità territoriale. slasi timp ceaza un sens profund de parte
I cittadini UE devono iscriversi alle liste elet-
alle urne solo per votare contro o per placare integranta a comunitatii teritoriale.
torali per esercitare il diritto di voto. c’è tem-
le proprie paure, ci sono migliaia di cittadini
po fino al 9 marzo.
che sanno che la vittoria di un sindaco piut- PER INFORMAZIONI: Informazioni:
tosto che un di altro avrà un impatto rapido e CENTRO LAVORATORI STRANIERI CENTRO LAVORATORI STRANIERI
diretto sulla propria vita. Cose pratiche: una CGIL BOLOGNA CGIL BOLOGNA
casa in più o in meno, l’assistenza o il rifiuto, Via Del Porto 16/c tel. 0516087190 VIA DEL PORTO 16/C TEL. 051 6087190
una politica di integrazione o di esclusione,
una panchina

10 piazza grande • n°151 • 03.09


La cultura è nelle strade

Notizie sparite, scelgono la prima via, alcune Regioni «stanno


cominciano a passare alla seconda»; aggiun- 21 – Un piccolo indiano
ra af. A sta per «aria», F per «fritta». Politici e
giornalisti, bella gara.

notizie sparate ge la giornalista, «naturalmente non basta


perché occorrerebbe una politica nazionale.
Lasciò in fin di vita un lavoratore indiano ir-
regolare: il 22 dicembre il giudice decide che
Interessante ma perché il «Corsera» avrà per Mario Costa possono bastare 8 anni di 27 – Gabriele Del Grande
Certezze, mezze verità, bufale, voci. illustrato questo articolone con una grande carcere (abbandono di persona incapace), il Forse avete letto il suo libro, «Mamadou va a
Questa rubrica di Daniele Barbieri prova, carrozzina? Una sola spiegazione possibile: pm ne aveva chiesti 30 per omicidio premedi- morire» (uscito nel 2007, Infinito edizioni). O
a ritmo mensile, a recuperare e/o com- all’archivio fotografie hanno confuso la busta tato. Il sindaco di Viadana (del Pd) fa sapere forse siete andati a vedere la rassegna stampa
mentare quel che i media tacciono e/o (o il file) badanti con un’altra della B, baby- che nelle campagne del mantovano «non si curata da lui in fortresseurope.blogspot.com.
pompano (oppure rendono incomprensi- sitter. tratta di sfruttamento ma di occupazione in O magari avete visto il documentario «Come
bile, con il semplice quanto antico trucco nero» e che «la condanna a 30 anni sarebbe un uomo sulla terra» al quale ha collaborato.
di de-contestualizzarlo) su migranti, raz- 15 – A sud stata un’esagerazione». E’ morto solo un pic- Oppure avete letto il suo lungo reportage dal-
zismi e dintorni.. Scarsa passione dei nostri media per il fe- colo indiano, Agata Christie faceva di peggio la Libia, il 30 dicembre su «L’unità». Qual è il
rimento di due immigrati, il 12 dicembre, a (ma solo nei libri). contrario dell’aria fritta, citata sopra? Un buon
10 – C’era, e per ora c’è la Costituzione Rosarno e la successiva protesta dei loro giornalismo (o una buona politica) che parta
Articolo 10, sempre da qui dovremmo riparti- compagni, naturalmente controllati da agen- dal chi, cosa, quando, dove e perché, verifi-
re. Per gli immigrati e per noi stessi. ti in tenuta anti-sommossa. Sono circa 2mila 22 – La lettera s chi i fatti e i numeri, vada a vedere, ascolti
«gli schiavi delle arance» nella Piana di Gioia Borgo Arpinova, vicino Foggia: il 19 dicembre persone, racconti storie. Gabriele Del Grande
11 – Ristoc, Giovanardi, Bmp e Bmv Tauro, di loro si interessa solo Msf cioè Medici il s incendio nella s roulotte uccide il s piccolo è uno dei pochi che lo sa fare. O che vuole
«Violò la legge per la figlia, oggi va a Palaz- senza frontiere, il Comune di Rosarno è stato rom di una famiglia che veniva da un’area, farlo. Una terza alternativa sarebbe che nei
zo Chigi» urla un titolo del «Corsera» il 10 sciolto per infiltrazioni mafiose. Insomma ba- al s sgomberata, dopo il s incendio nel s e Paesi democratici (senza virgolette) si lascia
dicembre; l’occhiello chiarisce che Ilco Ristoc nalità – bianchi sparano a neri, gangterismo, generalizzato silenzio. Rileggete sostituendo qualche giornalista Panda in giro per non far
(macedone) «portò in Italia la bimba senza sfruttamento – che non possono interessare. «solito» e «solita» alla lettera s. scoprire che gli altri son morti oppure osm,
avere il permesso» e che il sottosegretario Ah, sapete come si intitola il rapporto annuale organismi servilmente mutati.
Carlo Giovanardi «sfida la Lega e riceve il di Msf? «I frutti dell’ipocrisia».
macedone assolto in Cassazione», anzi (così 23 – Ancora a nord
il sotto-titolo) «avrei agito come lui». Un ar- Se ne parla molto in Italia, anche perchè lì 28 - Bilanci
ticolo di Gian Antonio Stella merita la prima 16 – Come faremmo senza gli esperti? vicino ha tirato i primi calci Ibrahimovic. Poco A fine d’anno qualche massmedia si imbatte
pagina. Ho chiesto di commentarlo a due miei «Parlare oggi di una ipotetica ma possibile prima di Natale tre giorni di tensioni, arresti in due ricerche. La prima è dell’Istat su «Sa-
amici, l’uno notoriamente Bmp cioè «bicchier guerra per il lavoro tra italiani ed immigrati e scontri a Malmo (o Malmoe, se preferite) in lute e sicurezza del lavoro»: se ne ricava, fra
mezzo pieno» e l’altro da tutti considerato “il rischia di essere una pericolosa profezia del- Svezia: quasi tutti i giornalisti spiegano che l’altro, che in Italia sui posti di lavoro si muore
signor Bmv” non perché viaggi su tecnologia la retorica sociale. Per la semplice ragione accade per la chiusura di un centro islamico, e si rischia molto, gli immigrati percentual-
tedesca con refuso finale (sarebbe Bayerische che l’anomia dei senza lavoro ha le stimmate invece è per lo sgombero di un centro sociale mente di più. La seconda viene dalla prodiana
Motoren Werke) ma perchè «bicchier mezzo dell’individualismo». Così Guido Bolaffi, defi- dove, da 15 anni, i musulmani (tanti e sen- Nomisma: racconta come la crisi farà perdere
vuoto». Sostiene Bmp: «ogni tanto persino nito «esperto di immigrazione internazionale» za luoghi di culto) erano ospitati per pregare. il lavoro (dunque il permesso di soggiorno) a
Giovanardi capisce». Ribatte Bmv: «Sai le (mah) inizia il suo intervento «Se l’immigrato Non solo la notizia è diversa ma, a ben legge- molti migranti: circa 60 mila circa, circa uno
dame di carità che portavano i panini ai figli torna a casa» in bella evidenza su «Corsera» re, sono due. O tre, se è vero che i capi della ogni 7 degli esuberanti…
degli operai? Molte erano mogli degli indu- del 15 dicembre. Che conclude: «Sarà così polizia hanno dovuto spiegare ai poliziotti che
striali che li affamavano». anche da noi? Staremo a vedere». In mezzo non si entra con le scarpe e con i canilupo in
quasi solo notizie sugli Usa e il Messico. Della un luogo di preghiera. 29 – Accade a Roma
«possibile guerra» in Italia sapremo un’altra Il 2 gennaio si tengono i funerali di Lucky, ban-
12 – Sia lodato il quotidiano «Libero» volta, forse. gladese. Morto il 9 dicembre, aspettando di
Certo conoscete l’Arci e se girate a Milano pro- 24 – Genova, Bergamo e preti essere curato in un grande ospedale romano.
babilmente saprete anche del gran lavoro di Vigilia di Natale con immigrati e antirazzisti Era un «codice verde» (non grave) ma dopo 8
assistenza sanitaria e legale che fanno Naga 17 – Come faremmo senza i test? in piazza a Genova contro rincari degli affitti nove di attesa forse ha deciso che quel colore
e Todo Cambia. Ma forse vi è sfuggita la loro I migliori extracomunitari vengono dal Can- e minacce di sfratto. Nelle stesse ore, sem- non gli piaceva. Magari era in servizio un me-
(serissima) lettera di ringraziamento al quoti- ton Ticino però attenzione a stilare classifiche pre a Genova, don Prospero ospita una sim- dico daltonico. Magari quel ragazzo straniero
diano «Libero» che i più considerano forcaiolo perchè «vi è il marcio e il meno marcio in ogni bolica moschea (ma anche un minareto, un si è spiegato male. Ma prima qualcuno lo ha
anzichenò. A inizio dicembre Arci, Naga, Todo gruppo di immigrati»: sono due delle rispo- ospedale ecc) nel presepe. Mentre si inaugura pestato dicono i suoi amici e l’autopsia con-
cambia e altri presentano il «Vademecum di ste possibili a una domandina (sempre il 15 un grande mostra sul genovese ribelle Fabri- ferma. «Lo hanno ucciso due volte perché in
resistenza al pacchetto sicurezza»… temendo dicembre) di «Emme», supplemento satirico zio De Andrè spunta l’importuno cadavere di ospedale non lo hanno curato e perché questo
che la conferenza stampa vada deserta. Mac- de «L’unità». Babu Raja: nepalese, ucciso dal freddo e dalla è un Paese sempre più razzista» denunciano
chè, finiscono in prima pagina. Solo su «Libe- miseria a due passi da via del Campo dove ancora i suoi amici. Scarso interesse dei gior-
ro» che interpreta tutto a rovescio (d’altronde al primo piano c’è il paradiso. Intanto nella nalisti.
contraddice ogni giorno il suo titolo) ma che 18 – A nord chiesa di santa Lucia a Bergamo, il parroco
almeno dà le notizie. Per sapere cosa pensino Vengono condannati (altra notizia del 15 di- Attilio Bianchi lascia vuota la culla per prote-
al riguardo i giornalisti non forcaioli sono al la- cembre) per omicidi «razziali» i membri di stare contro chi non capace di accogliere gli 30 – Profonda tv
voro archeologi, alpinisti e palombari ma per una gang neo-nazista. Se pensate a Verona immigrati; nella messa di mezzanotte spiega Polemiche contro la Bbc e contro i negozi per-
ora scarsi riscontri fra Eolie e Alpi. sbagliate, è accaduto a Mosca. Chi segue le «questa notte non è Natale… se non sapete ché hanno sbiancato la bambola Upsy Daisy.
vicende russe saprà che negli ultimi mesi con- accogliere lo straniero, il diverso, non potete Siamo in grado di smentire, soprattutto a van-
tro le violenze xenofobe si sta formando un accogliere il Bambin Gesù». Sarebbe piaciuto taggio di chi non conosce l’inglese, che la sigla
13 – Morire a Venezia sindacato musulmano. Secondo i dati di Sova al genovese De Andrè, non molto clericale ma Bbc stia per bambole bianche comprerete.
Nei primi 11 mesi del 2008 sono arrivati a Ve- (organizzazione che monitora gli attentati che di Gesù cantò: «inumano è pur sempre
nezia 850 profughi, la maggior parte di loro razzisti) la stampa e alcuni partiti hanno tra- l’amore / di chi rantola senza rancore/ perdo-
è stata respinta «senza avere la possibilità di dotto così questa notizia: i migranti, licenziati nando con l’ultima voce / chi lo uccide fra le 31 – Profondo Veneto
contattare nessun servizio di accoglienza». Lo per colpa della crisi, si stanno organizzando braccia di una croce». Se volete leggere come Jesolo tremò per
denuncia il Cir, Centro italiano rifugiati, cui dà per uccidere i lavoratori russi e prendere il l’arrivo di 45 ragazzi (in media quindicenni)
voce Orsola Casagrande su «il manifesto» del loro posto. avete poca scelta: o www.robertoferrucci.
12 dicembre. Due giorni prima il corpo di un 25 – Due morti, segue dibattito com oppure vi tocca recuperare «il manife-
tredicenne afgano, Zaher Rezai, viene trovato E’ natale. Vicino a Roma si incendia una ba- sto» dell’8 gennaio.
alla periferia di Mestre: ucciso dal camion sul 19 - Naftalina racca. Muoiono mamma e bimbo rumeni. Po-
fondo del quale aveva cercato di nascondersi Dopo lunghe ricerche alpinisti e palombari chissime lacrime dalle istituzioni. Il dibattito è
per sfuggire ai controlli, addosso alcune poe- (vedi notizia 12) hanno trovato nei media ita- su come mandarli via, quasi nessuno discute 32 – Tener conto
sie che forse diventeranno un libro. liani esili tracce della condanna, inflitta a metà su come garantire casa e lavoro a chi è po- Il 9 gennaio i giudici della Corte di Cassazio-
dicembre da un tribunale bolognese, contro vero. ne spiegano che le espulsioni degli immigrati
due imprenditori italiani per lo sfruttamento vanno «motivate» e che bisogna tener conto
14 – Badanti, governi, carrozzine di operai moldavi. Eppure si era mosso pri- 26 – Le lettere af anche delle situazioni di povertà o pericolo.
Due pagine sul «Corsera» del 13 dicembre, ma il sindaco Cofferati, poi il ministro Amato. Sbarchi a Lampedusa, Maroni dichiara, Libia Capperi. Se adesso i giudici si nascondono
titolate «Bandanti, metà domande fatte da Sarà per il cambio di governo o di stagione se nei titoli: af. No a nuove moschee urla la Lega: dietro la Costituzione dove andremo a finire?
stranieri» e sotto-titolate con «Il sospetto: ri- alcune notizie finiscono in naftalina? af. Rivolte nei Cpt o come diavolo si chiama-
congiungimenti familiari mascherati». Per chi no ora: af. Noi ne cacciavamo di più dice il
non lo sapesse «è ancora in corso il controllo centro-sinistra, macchè siamo più bravi noi 33 – The visitor
delle richieste presentare un anno fa» mentre 20 – Tutti più buoni a Natale? replica il centro-destra: af. Capita in alcune E’ un film statunitense, ha avuto un gran suc-
un box informa su una ricerca dell’Irs, Istitu- E’ don Agostino Rota Martir a chiedere che manifestazioni pro Palestina (o contro Israele, cesso, da noi esce con il titolo «L’ospite inat-
to per la ricerca sociale. La giornalista (Ma- il sindaco di Pisa lasci vivere in pace ai rom dipende da tante cose: da chi le fa e anche da teso». Una piccola, tenera storia. Non c’è un
riolina Iossa) spiega che «ci sono due modi il Natale, dopo un’ordinanza che autorizzava chi guarda) all’inizio del 2009 che alcuni im- lieto fine ma quel tamburo continua a suona-
per regolarsi (…) stare a guardare senza far sgomberi a manetta. Quanti giornalisti se ne migrati musulmani alla fine preghino: siamo re. Rallegratevi se lo sentite in testa anche
nulla oppure mettere un piedi corsi di forma- sono accorti? Quante dite avete? No, intende- preoccupati dicono subito nel centrodestra, dopo l’ultima scena, fuori dal cinema.
zione, aprire sportelli per l’incontro domanda- vo su una mano sola. ma figuratevi quanto siamo preoccupati noi si
offerta» e l’Irs chiarisce: i governi nazionali osserva nel centrosinistra: af, sempre e anco- di Daniele Barbieri

piazza grande • n°151 • 03.09 11


Giornalismo d’asfalto

L’alloggio
era garantito
Questo mese torniamo a proporvi un ar-
ticolo del nostro “redattore di strada”,
Salvatore Pio che ci racconta il suo arrivo
a Bologna, il primo approccio con un dor-
mitorio e con una mensa, e l’inaspettato,
ma graditissimo, lavoro in alcuni musei
bolognesi.

Ero riuscito ad avere un posto letto al dor-


mitorio, “riparo notturno” di Via Lombardia, e
almeno la notte la passavo tra lenzuola pulite
ed al coperto. In struttura si poteva accedere
dalle 19.00 alle 23.00, per poi uscire la matti-
na entro e non oltre le 08.30.

Oso dire di essere stato fortunato. Sì perché


allora era molto più facile, adesso per entrare
devi rispettare una lista di attesa di almeno
200 persone, prima invece si accedeva diret-
tamente dalla strada, ti presentavi all’ope-
ratore, certo fornito di documenti personali e
se c’era un posto letto libero era tuo, poi un
relativo incontro con la responsabile per stu-
diare la propria situazione e cercare di trovare
un’alternativa al tuo dolce far niente.

“...adesso dovevi
pensare a come passare
il tempo libero
Rifugio. Foto di Salvatore Pio
che certo non era poco...”

Bologna in
Poi una vera occasione, il “Civico Archeologi- Nessuno ne ha parlato e solo noi possiamo
Si stava in quattro persone in ogni camera, co” un eccellente museo, con una mostra di qui ora lasciare un segno, un ricordo del

gran recupero
c’era una sala comune fornita di TV, settima- vero riguardo dedicata all’artista Bolognese loro passaggio.
nalmente il cambio delle lenzuola e asciu- Annibale Carracci, vissuto alla fine del 1500
gamani, vietato l’uso di alcool o droga ed il inizio 1600. Di Guglielmo che è caduto in uno dei tan-
commercio delle stesse. All’uscita la mattina Questo inverno bolognese sembrava ti passaggi dal carcere al dormitorio e poi
Bologna era tua: potevi andare in giro, sco- Caspita costretto a stare li dentro per pa- averci risparmiato il consueto numero in strada, di nuovo. Guglielmo che non
prirla, ammirarla, dare sfogo alla tua curiosi- recchie ore del giorno era davvero sublime, dei “caduti” stagionali tra il popolo del- sa dove andare e allora scappa nell’unico
tà. La cena si risolveva grazie alla Caritas di si poteva studiare nei particolari ogni singola la strada. Invece in pochi giorni sono modo che conosce.
via Santa Caterina, aperta tutti i giorni, previo opera, certo io che sono un fan di Michelan- morti quattro ragazzi: Delvis, France-
colloquio con gli operatori che ti rilasciava- gelo Buonarroti, Leonardo da Vinci, lo trovavo sco, Guglielmo e Frank. Avevano storie Di Francesco, che ha lasciato marcire il suo
no un tesserino che ti permetteva di entra- in linea con il mio interesse, cogliendo al mas- diverse e sono morti in modi diversi. piede, il suo corpo, la sua vita.
re tranquillamente e doveva essere rinnova- simo i momenti di calma e poco afflusso di Uno di loro, seguito dallo sportello di
to mensilmente. Trovavi un ambiente molto visitatori, il tutto risultava di mio gradimento. Avvocato di strada, aveva appena avu- E di Frank che, dopo aver salutato tutti,
pulito, ti servivano direttamente ai tavoli, un to una buona notizia sulla sua pratica ha deciso di appendere le sue pene, le sue
primo (consentito bis e ter) un secondo, con- che evidentemente non è bastata a far
torno, frutta, dolce e acqua. Ogni sera poteva
“...e pensare che per un speranze e sé stesso appena fuori dal dor-
scomparire tutte le sue cicatrici. mitorio.
essere un ricevimento con tanti invitati, più di periodo era servito
100 persone. I cani non potevano entrare e come ricovero per Per ricordarli riportiamo un breve post
bisognava lasciarli fuori. di Massimiliano Salvatori tratto dal
i senza fissa dimora...” Il blog
Blog “Asfalto” dedicato a questi lutti. “Asfalto”
Risolti questi problemi adesso dovevi pensare Di seguito una poesia di Gigi il vaga-
Ma ecco una novità, svolgere il mio compito http://viadelporto.splinder.com
a come passare il tempo libero che certo non bondo, dedicata a Sabrina, che se n’è
in un museo nuovo di zecca, “il museo per la
era poco, ma con un po di fantasia riuscivi andata due anni fa.
memoria di Ustica” realizzato nel vecchio rico-
ad occupartene pienamente. Molto gradito il
vero oramai in disuso delle carrozze e relati-
periodo passato con l’Auser, l’associazione na-
Sabrina
Bologna in gran recupero: alla fine dell’in-
vi cavalli, dicesi mezzo di trasporto, ed ironia
zionale di volontariato. verno Bologna si accoda alle altre città ita-
della sorte dedicato ad un aereo, partito da
liane che hanno visto morire decine di per-
Bologna e mai arrivato a destinazione, quello
“...io che sono un fan di della strage di Ustica, avvenuta il 27 giugno
sone in strada. Non si tratta di morti per il Sei bella come le rose in fiore
freddo, ma di gente che è morta comunque E mandi il tuo profumo al mio cuore
Michelangelo Buonarroti, 1980. Non voglio dire niente del museo, se
ai margini, in solitudine e di solitudine.
non che ospita la carcassa ricostruita dell’ae- È pieno d’amore
Leonardo da Vinci...”
reo con relativi oggetti personali (rispettosa-
Perchè Le stragi del mercoledì mattina? Il mio cuore non ha mai smesso d’amare
mente celati) delle persone che quella sera si
Il mio compito era quello di ricoprire il ruolo Perché è un giorno come un altro. Perché La donna che io amo per tutta la mia vita
trovavano a bordo.
di guardiania indovinate dove? caspita in un qui si muore mentre tutto il resto gira e va Perché tu dai la luce all’amore che ho per
museo, mi viene da dire, e chi se lo doveva avanti. Perchè la settimana scorsa è mor- te
Siccome il museo è in fase di sperimentazio-
immaginare. ta una persona al giorno. Gente di strada,
ne, copro gli altri orari nel nuovo museo d’ar-
ai margini, clienti di carceri, di dormitori, Sabrina
te moderna, il “mambo”, una bella struttura:
Erano 4 turni settimanali compresa la dome- centri diurni, utenti dei servizi sociali, degli
l’ex forno del pane, vi erano opere di Pablo
nica, lunedì riposo per tutti. Era fantastico ospedali. Erano nostri amici. Non ti ho mai dimenticata
Picasso, Marcel Duchamp, Andy Warhol, e
passare ore ed ore in un museo, lo definisco Eri sempre nel mio cuore, tutti i giorni
molti altri.
un “sogno mai sognato ma avverato”. Non so davvero dove cominciare: un’aria di
E pensare che per un periodo era servito come
piombo in polvere ha preso i nostri pensieri Amore mio e il mio amore è tutto per te,
ricovero per i senza fissa dimora, e sono cer-
Per primo la galleria d’arte moderna, cosa vo- e i nostri occhi per giorni e giorni. sabrina
to che in fin dei conti mai la gestione poteva
lete che vi dica, io che ho vissuto la maggior
essere così perfetta com’è adesso, direi più
parte della mia vita e non scherzo, tra monu- Mentre cerco ancora di rendermi conto Il tuo amore Gigi, che ti ama moltissimo,
spese ma un museo a passo coi tempi.
menti e architettura barocca, corinzia, ionica, della scomparsa del caro amico e collega Sabrina
dorica, fatta di colonne, capitelli, architravi, Delvis esco da questa settimana fitta come
Salvatore Pio
fregi, cornici, volte e capriate, certo un bel uno spineto. Hanno abbandonato questo E ti voglio molto bene, Sabrina
balzo, ma se la chiamano arte perché negar- mondo Guglielmo, Francesco e Frank.
glielo, una famosa frase cita “L’arte rinnova i Tuo amore, Gigi
popoli e ne rivela la vita...”.

12 piazza grande • n°151 • 03.09


La pagina dell’Associazione
ASSOCIAZIONE AMICI DI PIAZZA GRANDE ONLUS: le attività
L’Associazione Amici di Piazza Grande Onlus è il luogo in cui i cittadini svantaggiati si organizzano per risolvere i propri problemi, per mettere assieme capacità e idee, per costruire occasioni di
reddito, per affrontare il problema della abitazione, per migliorare le prestazione dei servizi della città e per autogestirsi. L’Associazione, in oltre dieci anni di vita ha dato impulso ad una pro-
gettualità ricca di iniziative. Attualmente tra le attività di Piazza Grande ci sono il giornale, il BiciCentro, la Sartoria, il Teatro, il Servizio Mobile di Sostegno e lo Sportello di Avvocato di strada.

Faremondi
Cooperativa sociale
di Piazza Grande

sgomberi cantine e appartamenti


pulizia piazzali e giardini
trasporti e consegne in città e provincia
tinteggiatura appartamenti
smaltimento materiali vari
assistenza e riparazione biciclette
elettriche

Preventivi e informazioni
Telefono 051 4222046
Cellulare 392 9888574

2009
Avvocato
di strada Il cinque
Lo sportello legale per mille
al servizio delle persone
senza fissa dimora
della tua
I ricevimenti
Tel. 051397971, Fax 0513370670
dichiarazione
dei redditi a
una spesa ulteriore per il contribuente.

Sede di Avvocato di strada


La possibilità di scelta della destinazione cin-
Sportello di diritto penale: lunedi ore 15 - 17
Sportello di diritto civile: giovedi ore 15 - 17 Piazza Grande que per mille rappresenta un esempio di sus-
sidarietà fiscale, poiché i finanziamenti versati
Si riceve anche senza appuntamento.
dai cittadini con questo meccanismo potranno
Via Corazza 7/8. Bus: 27 La legge finanziaria n. 266/2005 ha introdotto
integrare o anche sostituire quelli pubblici.
la possibilità per tutti i contribuenti di destina-
-Casa del riposo notturno “Massimo Zaccarelli”. Sportello di diritto penale e civile: il secon- re una quota pari a cinque per mille dell’impo-
L’Associazione Amici di Piazza Grande Onlus è
do e il quarto giovedì del mese. Ore 19 - 20. Si riceve anche senza appuntamento. sta sul reddito delle persone fisiche a enti non
tra le organizzazioni non profit idonee a be-
Via del Lazzaretto 15. Bus: 17, 18 profit che abbiano le seguenti finalità:
neficiare del diritto al “cinque per mille”. Dal
1993 Piazza Grande Onlus promuove iniziative
- “Rifugio notturno solidarietà”. Sportello di diritto civile e penale: terzo giovedì del mese a) sostegno del volontariato, delle onlus, delle
concrete per contrastare l’esclusione sociale
dalle 20 alle 21. Si riceve anche senza appuntamento. Via del Gomito 22. Bus: 25 associazioni di promozione sociale e di altre
e affermare i diritti delle persone senza fissa
fondazioni e associazioni riconosciute;
dimora. Per aiutare sempre più persone abbia-
- Struttura “Madre Teresa di Calcutta”. Sportello di diritto civile e penale: quarto giovedì del b) finanziamento della ricerca scientifica e del-
mo bisogno del sostegno di tutti.
mese dalle 19.30 alle 20.30. Si riceve anche senza appuntamento. le università;
Da quest’anno un modo semplice per soste-
Viale Lenin 20, Bologna. Bus: 25 c) finanziamento della ricerca sanitaria;
nere l’Associazione è devolvere il 5x1000 della
d) attività sociali svolte dal comune di residen-
Servizi di pulizia e custodia - servizi di accoglienza, propria dichiarazione dei redditi. La destina-
za del contribuente;
orientamento e accompagnamento di persone disagiate zione del 5x1000 è una scelta soggettiva, che
non incide sul tuo reddito. Ti proponiamo di
Il contribuente può decidere di destinare il
devolvere il tuo all’Associazione Amici di Piazza
cinque per mille dell’IRPEF relativa al periodo
Grande Onlus inserendo nello spazio dedicato
di imposta 2008, apponendo la firma in uno
al 5x1000 il codice fiscale dell’Associazione:
dei quattro appositi riquadri che figurano nei
modelli di dichiarazione specificando il codice
fiscale del soggetto preferito.
92038070378
Questa disposizione non è alternativa al mec-
Via Antonio Di Vincenzo 26/F (BO) Tel: 051.372223
canismo dell’otto per mille, e non rappresenta
Fax: 051.4158361 Sito web: www.cooplastrada.it - Email info@cooplastrada.it

piazza grande • n°151 • 03.09 13


On the road Legenda:

Gli appuntamenti del mese di Piazza Grande = sotto i 10 euro = gratis!

MUSICA Arterìa
Vicolo Broglio 1/E
13 e 14 marzo, ore 21.30 etnica. Teatro Comunale
Largo Respighi 1
di Jean-Luc Lagarce

www.arteria.bo.it Lithuanian National www.tcbo.it Arena del Sole


1 marzo, ore 16.30 Ingresso: 5 euro 23 marzo, ore 21.15 Ingresso: da 8 a 50 euro
Ballet Via Indipendenza 44
info: 051/2910910
Cisco presenta il suo Esce “A Due” , il nuovo album Jeff “Tain” Watts Quar- Il Teatro Comunale porta in Ingresso: da 3 a 15 euro
Teatro Manzoni
ultimo disco e si di Beatrice Antolini, autrice e Via De’ Monari 1/2 tet scena “La Gazza ladra” di
racconta performer bolognese. Beatri- www.auditoriumanzoni.it Gioachino Rossini, sotto la Jean-Luc Lagarce firma un
ce ha scritto, arrangiato e poi Ingresso: da 10 a 70 euro Teatro San Martino direzione di Michele Mariotti trattato illuminista su riti e
suonato quasi tutti gli stru- Via Oberdan 25 e la regia di Damiano Michie- miti della società, mostrando
menti. Opening act di Baby Galà di Danza con la Com- lun-ven, ore 10-13 letto. Maestro del coro, Paolo le ipocrisie della convivenza e
Blue. pagnia del Balletto Naziona- tel. 051/7459360 Vero. mostra il doppio fondo di ce-
le Lituano, sotto la guida di www.teatrosanmartino.it. rimoniali insensati.

9 marzo, ore 21
Tatjana Sedunova, e con la
presenza dell’ospite d’onore
Ingresso: da 10 a 12 euro
TEATRO 7 marzo, ore 21
Igor Yebra. Nelle due serate All’interno della decima edi-
Concerto di Max Gazzé la compagnia presenterà bra- zione di Crossroads, il fe- Padre nostro
ni tratti da differenti balletti. stival itinerante di jazz che Una preghiera da circo
tocca tutta l’Emilia-Romagna, dal 3 all’8 marzo
si esibirà il Jeff “Tain” Watts Spazio Binario
Teatro Comunale l di 20 marzo, ore 22 Quartet, composto da Marcus Pensaci, Giacomino! c/o Palazzo Comunale
Marzabotto Strickland (sax tenore, sax Piazza G. di Vittorio
Via Matteotti 3 The Ex + Chalachew
T soprano), David Kikoski (pia- Teatro Duse Zola Predosa (Bo)
Marzabotto (Bo) noforte), Christopher Smith Via Cartoleria 42 www.cantharide.it
Ingresso: da 3 a 5 euro (contrabbasso) e Jeff “Tain” www.teatroduse.it Ingresso:
Watts (batteria). tel. 051/656391 da 8 a 10 euro
Stefano Bellotti in arte Cisco Ingresso: da 10,50 a 23,50
si racconta, attraverso le sue euro Uno spettacolo di Paola Ber-
canzoni e la sua vita, dal la- 29 marzo selli e Stefano Pasquini, regia
voro con i Modena City Ram- Arena del Sole Il Teatro Stabile della Sarde- di Stefano Pasquini. Per la
blers all’ultimo lavoro, album Via Indipendenza 44 Franz Ferdinand gna Diablogues porta in sce- badante rumena le feste sono
e dvd “Il Mulo”. Ingresso: da 18 a 28 euro na il lavoro di Luigi Pirandello, giornate di riposo. “Padre
per la regia di Enzo Vetrano e nostro” è il racconto fedele,
L’artista romano si esibisce a Stefano Randisi. anche se trasfigurato, di una
4 marzo, ore 21 Bologna. Il suo ultimo album, Vigilia solitaria.
uscito nel 2008, si intitola Tra
Musica degenerata e l’aratro e la radio. 5 marzo, ore 21.15
musica tedesca 12 marzo, ore 21
The Beirut Apt
Aula absidale di S.Lucia 10 marzo, ore 22.30 Beppe Grillo
Via de’ Chiari 25/A Teatri di vita Delirio Tour 2009
Ingresso gratuito Sister Of Mercy in con- Via Emilia Ponente 485
certo urp@teatridivita.it
Ashenafi Trio (Ethio-
L’evento si situa Ingresso: 5 euro
pia)
all’interno di un progetto, a Estragon Estragon
cura di Paolo Cecchi, Domeni- Via Stalingrado 83 (Parco Via Stalingrado 83 (Parco In Libano la legge proibisce
Locomotiv Club l’omosessualità. In un piccolo
co Mirri e Giovanni Neri, che Nord) Via Serlio 25/2 Nord)
illustra i rapporti tra il mondo Ingresso: 30 euro Infoline: 051/323490 appartamento di Beirut, Da-
www.locomotivclub.it niele Salaris e Gavin Hallier
musicale e la politica info@locomotivclub.it Ingresso: € 30 + d.p.
culturale dei tre più The Sisters of Mercy sono hanno incontrato diversi ra-
importanti regimi un gruppo rock emerso dalla Esibizione del quartetto di gazzi, giovani gay e lesbiche
Nati negli squat di Amster- arabi, che, protetti dalle mura
totalitari del XX secolo: scena post-punk inglese tra il dam, nel pieno dell’esplosio- Glasgow, il cui nuovo album
fascismo italiano, nazismo, 1980 e il 1981. Dopo un cer- si intitola “Tonight: Franz Fer- di una casa, hanno potuto
ne punk-wave, gli Ex hanno raccontarsi liberamente.
socialismo e stalinismo a par- to successo commerciale a sempre mantenuto una con- dinand”.
tire dalla fine degli anni ‘20. metà degli anni ’80, nel de- cezione “rivoluzionaria” della
cennio successivo smettono dal 5 al 9 e dal 12 al 16
musica, mai compromessa marzo
8 marzo, ore 22 di pubblicare nuovi dischi per da mode ed aspettative com- 22, 24, 26, 27, 28, 29, 31
protesta contro l’operato del- merciali. Nel corso degli anni marzo
Beatrice Antolini in la loro casa discografica. Le regole del saper vi-
hanno sviluppato uno stile Teatro EuropAuditorium
concerto unico che unisce no-wave, La Gazza Ladra vere nella società mo-
derna Piazza Costituzione 4
noise, jazz, improvvisazione, mail:info@teatroeuropa.it

14 piazza grande • n°151 • 03.09


Ingresso: da 25 a 35 euro Dal 24 al 29 marzo Ingresso libero Nell’ambito di “Lunedì Cine-
ma”, proiezione di M.A.S.H.,
INCONTRI logna tra XIX e XX secolo”,
per riflettere sulla situazione
Beppe Grillo torna a Bologna, RAGAZZE Uno scontro ideale tra Bolo- divertente e scatenata farsa dell’industria in Emilia-Roma-
10 marzo, 19.30
con un tour teatrale, per par- con Lella Costa gna, città assopita, e Berlino, antimilitarista. gna a cavallo tra i due secoli.
lare del “delirio” del Paese, città da sempre all’avanguar-
toccando diverse tematiche, dia.Collettiva di sei artisti Per il resto chiedete a
dalle anomalie del governo molto differenti tra loro sia 10 marzo, ore 19 Pennac 23-30 marzo, ore 20.30
e del parlamento italiano, ai per tecnica che per poetica,
problemi ambientali, il debi- tuttavia accomunati da una Cronos Film si presen- Islam
to pubblico, e gli attacchi alla grande modernità e un forte ta
democrazia. impatto espressivo. Sala Cenerini del Q.re Sa-
Sesto Senso ragozza
Via Giuseppe Petroni 9/c Via Pietralata 60
20 marzo fino al 7 marzo www.cronosfilm.com Ingresso gratuito
info@cronosfilm.com
Terra di nessuno L’artista e l’amico. Ri- Ingresso gratuito All’interno del ciclo d’incontri
torno a Luigi Serra con tessera ARCI “Fare Dialogo”, una serie di
Teatro Calcara Arena del Sole iniziative per promuovere il
Via Caduti Libertà 8/A Via Indipendenza 44 Biblioteca dell’Archiginna- Nasce a Bologna dialogo interreligioso e inter-
Crespellano (Bo) info: 051/2910910 sio Cronos Film, associazione di culturale, approfondimento
www.teatrodelletempe- Ingresso: da 6 a 22 euro Lunedì-venerdì: 9.00- produzione video-cinemato- sull’Islam, con l’Iman Baraa
rie.com 19.00; sabato e prefestivi: grafica, che lancia il progetto Elobeidi di Reggio Emilia.
Ingresso: 8 euro Punto di partenza del nuovo 9.00-14.00; chiuso dome- Cinecircuito, la prima agenzia
spettacolo di Lella Costa sono nica e festivi. di distribuzione cinematogra-
Un ricco e affermato scrittore
e critico letterario, dopo es-
le suggestioni del racconto
“L’Altra Euridice” di Italo Cal-
Ingresso libero fica per autori indipendenti. Zammù Libreria e Casa RAGAZZI
Durante la serata saranno Lettrice Malicuvata
sersi ubriacato al pub e aver vino, che narra la fuga di Eu- Luigi Serra è stato il più im- presentati i primi tre corto- via Saragozza 32/a
fatto amicizia con un poeta ridice da Plutone per congiun- portante pittore bolognese metraggi prodotti da Cronos. 8 marzo, ore 15 e 17
Ingresso gratuito
vagabondo, lo porta a casa gersi con Orfeo. Lella delinea del secondo Ottocento. La
sua. Il testo di Pinter sviscera con ironia il ritratto appassio- mostra raccoglie documenti Laelabi’
Presentazione del libro
il senso di una esistenza pros- nato delle donne di oggi. Re- inediti, lettere, fotografie, ap- 22 marzo, ore 15.30 dell’autrice Erwin de Greef,
sima alla fine, dove anche i gia di Giorgio Gallione. punti, bozzetti, disegni, che di Itc
“Per il resto chiedete a Pen-
ricordi perdono consistenza e recente sono stati donati alla Persepolis di Marjane nac”. Presentano la serata Via Rimembranze 26
svaniscono nell’ indetermina-
tezza.
MOSTRE Biblioteca dell’Archiginnasio. Satrapi e Vincent Pa- Francesca Baroni e Giovan- S. Lazzaro di Savena (Bo)
www.itcteatro.it
ronnaud ni Curreli. Il libro narra le
rocambolesche e divertenti
Fino al 3 marzo Fino al 30 aprile Teatri di vita avventure di un giovane che info@itcteatro.it
Dal 27 al 29 marzo, ore sta entrando nel mondo del Ingresso: Da 5 a 6,50
Via Emilia Ponente 485
21 5 febbraio 1909 - Bolo- lavoro (precario). Intanto euro
Mostra personale di Ar- urp@teatridivita.it
vedo Matteuzzi gna avanguardia futu- Ingresso: 5 euro continua la ricerca dell’amore
Tiergartenstrasse 4 rista e le pressioni dei genitori per Protagonista dello spettacolo
Un Giardino Per Ofelia Villa Aldrovandi Mazzaco- Proiezione del film vederlo laureato. è Lisetta, che ha una grande
rati – Sala “Diana France- Casa Saraceni di animazione che ha come passione: leggere. Quando
Itc schi” Via Farini 15 protagonista Marjane, una 12 marzo, ore 17.30 legge non riesce a pensare a
Via Rimembranze 26 Via Toscana 19 tutti i giorni, dalle 10 alle ragazzina di Teheran, vivace nient’altro. Un giorno, men-
S. Lazzaro di Savena (Bo) Lunedì–sabato: 10-12/15- 19 e sognatrice. Critica del razionalismo tre sta leggendo, Lisetta sarà
www.itcteatro.it 18 Ingresso gratuito La storia dell’Iran si intreccia e trionfo dell’immagi- catapultata in un’incredibile
info@itcteatro.it Tel.: 051/6279385 - 387 alla storia e la crescita per- avventura.
nazione. Il Surrealismo
Ingresso: da 8 a 12 Ingresso libero Dipinti, sculture, documenti e sonale della ragazzina, rac-
euro pubblicazioni ricordano i 100 contata con sguardo lucido e Baraccano
Arvedo Matteuzzi nasce a Mi- anni di Futurismo e il rappor- ironico. fino al 20 aprile
Via Santo Stefano 119
Ofelia coltiva fiori nel giar- nerbio nel 1928 e,autodidatta, to tra Bologna e il Futurismo. Ingresso gratuito
dino che il padre, partendo si accosta alla pittura nel In mostra una novantina di 23 marzo, ore 21 “Il razzismo è una brut-
per la guerra, le ha lasciato. 2003. Le sue opere sono sta- opere di Athos Casarini, An- ta storia”
Ultimo incontro della
Ma forse la sua vita rientra te esposte in mostre colletti- gelo Caviglioni, Giovanni Ko- Il vento fa il suo giro di rassegna “Rileggere le avan-
nelle “vite indegne di esse- ve in diverse città italiane. rompay, Ago, Aterol, Alberto Librerie Feltrinelli e il settima-
Giorgio Diritti guardie”. Sogno, immagina-
re vissute”, secondo la defi- Alberti, Italo Cinti, Ferdinan- nale Topolino, in collaborazio-
zione e inconscio del Surrea-
nizione che i nazisti davano do Sabattini, Tato e tanti altri ne con la Fiera Internazionale
Quartiere Reno–Sala “Fal- lismo saranno i temi trattati
della vita dei disabili fisici e fino al 7 marzo esponenti del movimento. del Libro di Torino, lanciano
cone Borsellino” dal prof. De Paz.
psichici, per i quali non c’era un concorso di scrittura per i
Via Battindarno 123
posto nel “nuovo ordine”: do- ragazzi delle scuole elemen-
Bologna batte Berlino
vevano essere eliminati. Ger-
- Titolo pretenzioso da
CINEMA Ingresso gratuito 22 marzo, ore 16
tari e medie. Si invitano i
trud, infermiera, viene invia- bambini e i ragazzi dai 6 ai
ta dall’ospedale per valutare leggere in chiave ironi- Chersogno è un piccolo vil- L’immagine dell’indu-
laggio della Alpi occitane 14 anni a scrivere una poesia
la dignità della vita di Ofelia. ca… 9 marzo, ore 21 stria a Bologna tra XIX
italiane, la cui sopravviven- contro il razzismo. Per mag-
Dal ‘41 al ‘45 la villa di Tier- e XX secolo giori informazioni: www.lafel-
Oltre Dimore za dipende dalla presenza di
gartenstrasse 4 a Berlino fu M.A.S.H. di Robert Al- trinelli.it
Via Urbana 6 alcuni anziani e da un fugace Museo del Patrimonio In-
trasformata nel quartier ge- tman
lunedì–sabato: 11- 13/17– turismo estivo. dustriale
nerale dell’Aktion T4, il pro-
19.30 L’arrivo di un pastore france- Via della Beverara 123
gramma di “eutanasia” con Quartiere Reno – Sala
Info: 051 331217 se sconvolge la vita della pic- Ingresso gratuito
cui i nazisti soppressero oltre “Falcone Borsellino”
http://ww.dimore-sas. cola comunità.
200.000 disabili. Via Battindarno 123
com Miriam Masini illustrerà “l’im-
Ingresso gratuito
magine dell’industria a Bo-

piazza grande • n°151 • 03.09 15


Informazioni e punti di ascolto Urgenze odontoiatriche 29. Parrocchia S. Giuseppe Lavoratore Distribuisce indumenti Disagio relazionale
in genere. Via Marziale, 7, Tel.051/322288. Il primo e terzo A.S.P.I.C. Associazione per lo Sviluppo Psicologico dell’Indivi-
1. Comune di Bologna, Servizio Sociale Adulti 14. Istituto Beretta Distribuzione numeri, dal lun al sab prima mercoledì di ogni mese, h.15-17 duo e della Comunità Servizio psico-socio-assistenziale. Via
Per tutti gli adulti in difficoltà, dai 18 ai 65 delle h.8. Dal lun al ven prima delle 14. Dom e festivi pronto De’ Gombruti 18. Tel / Fax 0516440848. Il centro è aperto
anni. Via Sabatucci, 2. Tel. 051/245156. soccorso odontoiatrico dalle 8 alle 13. c/o Ospedale Maggio- 23. Parrocchia S.S. Angeli Custodi Distribuzione (previo appuntamento) dal lunedì al venerdi.
Aperto dal lunedi al sabato dalle h.9 alle h.13 re, Largo Negrisoli 2 Tel 051/3172721 abbigliamento. Via Lombardi, 37.
Tel.051/356798. Tutti i merc, h.9-10. Disagio psichico
2. Associazione Posto d’Ascolto ed Indirizzo Città di Bologna. 15. Poliambulatorio AUSL Via Tiarini 10/12 Tel.051/706345. ----------------------------------------------------- 39. Percorso vita
Informazioni relative a dormitori, mense, docce. 1° binario Dal lun al ven. Dalle ore 7.30 vengono distribuiti 10 numeri. Dove dormire Informazioni e assistenza a persone con disagio mentale e
Stazione Centrale - Piazza Medaglie D’Oro, Tel. 051/244044. ----------------------------------------------------- alle loro famiglie, attività culturali e ricreative, gruppi di auto-
Dal lun al ven, h.9-12, 15-18, sab h.9-12 Pasti gratuiti 1. Centro Beltrame Offre 115 posti letto. Via F. Sabatucci, aiuto. Via Polese, 23. Tel/Fax 051/273644
2. Tel. 051/245073. Si accede tramite la lista del Servizio
1. Lista per entrare nei dormitori. Per le persone che vogliono 7. Associazione L’Arca Via Zago, 14, Bologna. Tel. Sociale Adulti, nell’ufficio adiacente. Alcool
essere inserite nella lista unica per l’accesso alle strutture di 051/6390192. Dal lun al ven, h.15.30-19 Alcolisti Anonimi
accoglienza notturna. Lun-Sab, h.10 -13, presso il Servizio 30. Casa del Riposo Notturno M.Zaccarelli Gruppi di auto-aiuto. Tel. 335/8202228
Sociale Adulti di via Sabatucci n.2 3. Centro Diurno Comune di Bologna Distribuisce pasti caldi Offre 80 posti letto. Via Carracci, 69. Aperto h.19-8. Si ac-
su segnalazione dei Servizi Sociali. Via del Porto, 15/C, Bo- cede tramite la lista del Servizio Sociale Adulti, via Sabatucci Acat
4. Centro di Ascolto Italiani della Caritas Adulti italiani in dif- logna Tel. 051 521704 h.12.30 - 18. 2. h.9 - 19, Cell. 3491744897
ficoltà, assistenza, informazioni e percorsi di reinserimento
sociale. Via S. Alò n.9, Bologna. Tel. 051 221296, fax 051 1. Centro Beltrame Comune di Bologna Distribuisce pasti cal- 31. Opera di Padre Marella Offre 60 posti letto. Via del Lavo- Carcere
273887. Lun, Mart, Merc, h.9-11.30. Giov, h.14-16.30 (senza di agli ospiti del centro stesso - Via F. Sabatucci, 2. Bologna, ro, 13. Tel. 051/244345. Aperto h.8-17
appuntamento). Tel. 051 245073. 40. A.VO.C. Associazione volontari carcere
32. Casa del Riposo Notturno Offre 32 posti letto per adulti Attività in carcere, sostegno psicologico e sociale a detenuti
5. Centro di Ascolto Immigrati della Caritas Diocesana italiani e immigrati con permesso di soggiorno e rifugiati poli- ed ex-detenuti. Piazza del Baraccano, 2. Tel. 051/392680
Ascolto, informazioni e assistenza per persone straniere. 16. Oratorio di San Donato Tutte le domeniche mattina tici. Via Lombardia, 36. Tel.051/493923.Si accede sulla base
Via Sant’Alò 9, 40126 Bologna. Tel. 051 221296, Fax 051 alle ore 10.10 colazione. Via Zamboni, 10, Bologna. Tel. di una lista di accesso, cui ci si può segnare ogni sera dalle 19 41. Gruppo carcere del Centro Poggeschi Attività di animazio-
273887 Lun 14-16; giov e ven 9-11.30 051/226310 alle 20 presso la sruttura. La permanenza massima è di una ne e lavoratori all’interno del carcere e progetti di inclusione
settimana dalla prima sera. sociale. Via Guerrazzi 14. Tel.051/220435
6. Servizio Integrazione Interculturale del Comune di Bolo- 17. Mensa dell’Antoniano Distribuisce pasti caldi (max 64).
gna Cittadini stranieri con permesso di soggiorno o in attesa Tutti i giorni dale 11.30 alle 12. Si accede dopo 25. Rifugio Notturno della Solidarietà Offre 30 posti letto a 24. UVa PAssA (Unione Volontari al Pratello Associazione
di regolarizzazione. Informazioni e orientamento. Viale Vicini colloquio presso Centro di Ascolto Antoniano, Via Guinizelli, 3 persone tossicodipendenti senza dimora. Via del Gomito, d’Aiuto) Attività pomeridiane presso l’Istituto Penale Minorile
20, Tel. 051/2195500. Lun h.9-13, mart e giov h.15-18, Bologna. Tel. 051/3940211. 22/2. Tel.051/324285 Aperto h.19-9.30. di via del pratello e la comunità per minori non accompagnati
sab, h.9-13 Il Villaggio.
4. Mensa della Fraternità Caritas Diocesana Fornisce pasti 33. Struttura Madre Teresa di Calcutta Offre 19 posti letto per Info: vap2006@email.it - cell. 3407640627, stefano.
7. Associazione L’Arca Ascolto e informazione per tutte le caldi. Via Santa Caterina, 8/A. Tel. 051/6448015. Tutti i gior- sole donne. Viale Lenin, 20. Tel.051/531742. Aperto h.19-
persone disagiate. Via Zago, 14, Tel. 051/6390192. Dal lun ni mensa h.18-19. 9. Si accede tramite la lista del Servizio Sociale Adulti, via
al ven h.15-19 Sabatucci 2. Tossicodipendenze
18. Punto d’incontro della Venenta Distribuisce alimenti. Via -----------------------------------------------------
8. Ufficio Casa Comune di Bologna Informazioni su bandi per Serlio, 25, Bologna. Mart e Giov, h.10-12 1. Drop In. Spazio dedicato all’accoglienza delle persone con
la assegnazione della casa. Viale Vicini, 20 , Bologna. Tel. Un servizio per i tuoi problemi problemi di tossicodipendenza. Lun - sab, h.11-16 presso il
051/2194332. Lun- ven, h.8,30-13, mart e giov, h.14.30-17 21. Parrocchia S. Maria della Misericordia Distribuisce ra- Drop In di via Paolo Fabbri (cancello verde)
zioni di generi alimentari. P.zza Porta Castiglione, 4. Tel. 9. Associazione Amici di Piazza Grande Onlus
23. Centro d’ascolto interparrocchiale Accoglienza, ascolto e 051/332755. La distribuzione avviene al sabato munendosi Assistenza e percorsi di recupero per senza fissa dimora. Via 42. Il Pettirosso
sostegno relazionale Parrocchia dei Santi Angeli Custodi via alle ore 8 di un numero con cui si prenota il ritiro che avviene Libia, 69, Bologna. Tel. 051/342328. Comunità di accoglienza per tossicodipendenti e auto-aiuto
A. Lombardi 37, Bologna. Il ven h.15-17. Email: cinqueper- dalle h.9.30 alle 11. per familiari. Via dei Mattuiani, 1. Tel. 051/330239
cinque@agio.il, cell. 380.9005593 3. Centro Diurno Comune di Bologna Accoglienza, relazione
----------------------------------------------------- 19. Parrocchia Cuore Immacolato di Maria Distribuzione di d’aiuto e ascolto, attività per il tempo libero e laboratoriali. S.A.T.
Aiuto e assistenza legale cibo da cucinare. Via Mameli, 5, Bologna Via del Porto, 15/C. Tel. 051/521704. Aperto h.12.30- 18. Servizio Accoglienza Tossicodipendenti. Presso Casa Gianni,
Tel. 051/400201. Mart, h.10-12, Ven, h.15.30- 17.30 Via Rodolfo Mondolfo, 8. Tel. 051/453895. Aperto tutti i giorni
8. Servizio Integrazione Interculturale del Comune di Bolo- Centro accoglienza La Rupe previo appuntamento.
gna Consulenza ai cittadini stranieri. Viale Vicini 20, Bologna. 22. Parrocchia S. Maria Maddalena Offre alimenti. Via Zam- Promozione sociale e progetti di inserimento lavorativo per
Tel. 051/2195500. Lun h.9-13, mart e giov h.15-18, sab, boni, 47. Tel.051/244060. Merc, h.10-12 persone con problemi di marginalità. Via Rupe, 9. Sasso Mar- Aids
h.9-13 coni. Tel. 051/841206. Telefono verde Aids della Ausl Bologna:800 856 080

DOVE
ANDARE
PER...
dormire,
mangiare,
lavarsi,
curarsi,
lavorare.
A Bologna.

23. Parrocchia S.S. Angeli Custodi 35. Laboratorio Abba-Stanza Destinato a persone senza fissa
28. Avvocato di strada, Associazione Amici di Piazza Gran- Distribuzione cibo. Via Lombardi 37, Tel. 051/356798. Lun e dimora e individui con gravi disagi sociali. Via Della Dozza, 43. C.A.S.A.
de. Consulenza e assistenza legale gratuita per le persone merc h.15 - 18, mart h.15 - 16. giov h.15 - 17. 5/2. Tel/Fax 051/6386000. Centro Attività Servizi della USL Bologna
senza dimora. Segreteria aperta tutti i giorni dal lun al ven, ----------------------------------------------------- Informazioni e servizi sanitari a persone affette da HIV e
9- 13.15 - 18 in Via Corazza 7/8, Bologna. Tel 051/397971. Bagni e docce calde Cittadini Stranieri sieropositive.
Cell.3939895695. Sportello penale tutti i lunedi dalle 15 alle
17, sportello civile tutti i giovedi dalle 15 alle 17. 4. Centro S. Petronio Caritas Diocesana Servizio docce Via S. NUMERO VERDE SERVIZIO SANITARIO Servizi plurilingue di Via S. Isaia, 90. Tel. 0516494521.
----------------------------------------------------- Caterina 8/A Bus 20-21 informazione e mediazione culturale - 800 663366 Dal lun al ven, h.8-14.
Unità di strada Tel. 051/6448015. Prenotazione alla mattina h.9-11.30. Gli
stranieri debbono prenotare il Mart per usufruire dei servizi il 36. Ufficio Stranieri della CGIL. Via Guglielmo Marconi 69 -
Unità di Aiuto del Comune di Bologna Intervento di strada Mart e il Merc dalle 14 alle 15. Gli italiani debbono prenotare Tel 0516087190 Fax 051251062. Lun-ven, h.9-13, 15-18. Il 44. ANLAIDS
con camper attrezzato. Tel. 051204308 Fax 051203799. Il il Ven o Lun per usufruire dei servizi il Lun dalle 14 alle 15. Le sab, h.9-13 Gestisce una Casa Alloggio, un centro diurno per persone con
servizio viene svolto tutti i giorni. Punti di sosta del camper: donne usufruiscono del servizio il Giov, dalle 14 alle 15. Hiv e sieropositive ed una linea telefonica per informazioni e
Piazza Puntoni, h.17-18, Via Bovi Campeggi, h.18-19 Maternità supporto con esperti.
24. Bagni pubblici Toilette e servizio gratuito di lavanderia,
9. Servizio Mobile di Sostegno Associazione Amici di Piazza con lava-asciuga, per persone senza fissa dimora. Piazza IV 37. SAV, Servizio Accoglienza alla Vita Organizza gruppi di auto-aiuto e laboratori artigianali gratui-
Grande Onlus. Informazioni, generi alimentari, abiti, panni o Novembre Tel. 051 372223. Aperto sempre h.9/20 Via Irma Bandiera, 22. Tel. 051/433473. Dal lun al giov, ti. Via Irnerio, 53. Tel. 051/6390727.
coperte alle persone che dimorano in strada. Tel.051/349383. h.9.30-12.30 e h.15.30-17.30
Servizio attivo lun, merc e ven, h.21-24. Il giov h.9-12 1. DROP IN Servizio docce per persone senza dimora tre Per informazioni e aiuto sulla malattia 051/4210817
----------------------------------------------------- giorni a settimana. Aperto dal lun al ven h.11-16. Via Paolo Comunità S.Maria della Venenta Onlus Accoglienza in comu- La linea funziona lunedi, martedi e giovedi dalle h.16 alle
Assistenza medica gratuita Fabbri, di fronte al 172. Tel. 051 4210722. nità e in case famiglia di ragazze madri. Via della Venen- h.20. La sede è aperta dal lunedi al venerdi dalle h.9 alle
----------------------------------------------------- ta, 42/44/46. Argelato (Bo) Tel. 051/6637200. Aperta tutto h.13
10. Poliambulatorio Biavati Visite mediche gratuite per per- Distribuzione abiti l’anno
sone non assistite dal Servizio Sanitario Nazionale e persone Donne che hanno subito abusi e violenze
in stato di grave indigenza. Strada Maggiore, 13m Bologna. 17. Antoniano Fornisce vestiario. Via Guinizelli, 13. Tel. 45. IDA Iniziativa Donne Aids
Tel.051/226310. Aperto tutti i giorni h.17.30 - 19 (senza ap- 051/3940211.Merc e ven, h.9.30-11.30. Tel. 051/244044 38. Casa della Donna per non subire violenza Informazione, prevenzione e tutela dei diritti per persone con
puntamento). Ascolto, assistenza psicologica e legale, ospitalità tempora- Hiv, AIDS e persone detenute.
7. Associazione L’Arca Fornisce vestiario a chi si presenta di- nea, gruppi di auto-aiuto e sostegno. Via Dell’Oro, 3. Tel. Via San Mamolo, 55.
11. Croce Rossa Italiana Somministrazione farmaci, attrezza- rettamente. Via Zago, 14. Bus 38, Tel. 051/6390192. Dal lun 051/333173. Lun-ven, h.9-18 Bus 29-30
tura ortopedica e occhiali. Via del Cane, 9. Tel. 051/581858. al ven, h.15.30- 19 Tel/Fax 051/581373.
Lun, Merc, Ven, h.8-14. Mart, Giov, h.8-17 S.O.S. Donna Cell. 339/8711149
26. Opera San Domenico Distribuisce vestiario a max 25 per- NUMERO VERDE 800 453009
12. Sokos Visite mediche gratuite per immigrati privi di assi- sone ogni giorno. Piazza San Domenico, 5/2 Tel. 051/226170. Linea telefonica contro la violenza, fornisce informazioni, 46. LILA
stenza sanitaria, persone senza fissa dimora e tossicodipen- Lun e giov, h.8-10 aiuto, consulenza ed assistenza psicologica e legale. Tel. Lega Italiana per la Lotta contro l’ AIDS. Ascolto, accoglienza,
denti. Si prescrivono visite specialistiche, farmaci ed esami. 051/434345 fax 051/434972. Lun, mart e ven, h. 20-23, informazioni, assistenza, centro di documentazione e consu-
Via de’ Castagnoli 10. Tel. 0512750109. Lun h.17-19.30. 19. Parrocchia Cuore Immacolato di Maria Distribuzione ve- giov, h.15-17.30 lenza legale e previdenziale.
Merc, h.16-19, ven, h.17-19.30 stiario. Via Mameli, 5. Tel. 051/400201. Tutti i Merc, h.9-11
Fiori di strada Via Agucchi, 290/A. Tel. 051/6347644 - 051/6347646. Info:
13. Centro per la salute delle donne straniere e dei loro 27. Parrocchia S. Egidio Distribuzione vestiario. Via S. Dona- Associazione che si batte contro la tratta e a favore delle 051/6350025 (lun, merc, ven, h.18.30-20)
bambini Vengono erogate prestazioni a donne e bambi- to, 36. Tel. 051/244090. Dal Lun al Ven, h.16-17.30 vittime della prostituzione. Ascolto, Counseling, informazioni
ni stranieri. Poliambulatorio Zanolini, Via Zanolini, 2. Tel. 28. Parrocchia S. Giuseppe Cottolengo Distribuisce indumen- legali e assistenza psicologica.
051/4211511. Lun, h.12-18. Mart, h.15-19. Giov, h.12-19. ti, Via Don Orione 1, Tel. 051/435119. A mercoledi alterni, Attivo un telefono acceso 24 ore su 24: 3929008001. Web:
Ven, h.10.30-14 h.16-18 www.fioridistrada.it Mail: info@fioridistrada.it