Sei sulla pagina 1di 2

Tabella III/A Prefissi nominali e aggettivali di tipo spazio temporale

Fra i piu comuni:


- ante, anti (dal latino ante = davanti), avanti, avan, pre (dal latino prae = davanti):
avantielenco, anteguerra, prebarba;
- con (dal latino cum = insieme con), sin (dal greco syn = con); indicano collegamento,
compagnia, unione. Il prefisso sin anche caratteristico di parole tecniche e scientifiche.
Concorrente, sincronia;
- contro, contra (dal latino contra = contro), anti (dal greco ant = contro). Indicano per lo pi
opposi!ione e antagonismo, talvolta hanno significato spa!iale: controcorrente, antidroga,
controsoffitto;
- extra (dal latino extra = fuori), fuori: e"tracomunitario, fuori#ordo;
- inter (dal lat. Inter = fra) indica $in me!!o a%, ma anche rela!ione tra due o pi concetti o
reciprocit&: interbellico, interclassismo, interdipendenza;
- intra, entro (dal lat. intra e intro = allinterno), endo (dal greco ndon = dentro) sono per lo
pi propri dei termini scientifici: intramuscolare, endoscopa;
- multi (dal lat. multum = molto), poli (dal greco pols = molto). Indicano a##ondan!a,
molteplicit&: multirazziale, politeista;
- neo (dal greco nes = recente) paleo (dal greco palais antico): neolareato, paleozoologia;
- oltre, oltra (dal lat. ultra = oltre), meta (dal greco met! = oltre), iper (dal greco "ypr =
sopra, oltre). In particolare i prefissi ultra e iper assumono anche valore intensivo, tranne che
in forma!ioni strettamente tecniche: oltreombra, ultravioletto, iperbarico;
- para (dal greco par! = accanto, presso). 'ta a indicare affinit&, somiglian!a: parastatale;
- post (dal lat. post= dopo), retro (dal lat. retro = dietro). (ossono avere valore sia spa!iale che
temporale: postmoderno, retroguardia, retrodatazione;
- sovra, sopra (dal lat. supra = sopra), super (forma dotta dal lat. super). )anno valore sia
spa!iale che intensivo, indicano eccesso, cosa che si aggiunge ad altra: soprabito, superattivo,
soprattassa;
- sotto (dal lat. subtus = sotto), sub (dal lat. sub = sotto), infra (dal lat. infra = sotto), ipo (dal
greco "ypo = sotto): sottopassaggio, subac#ueo, infrascritto, ipodermico;
- vice (dal lat. vice = invece di), pro (dal lat. pro = davanti, in luogo di). 'ono usati per indicare
fun!ioni o cariche; pro ha valore temporale ($davanti%) per indicare una lontana parentela
(prozio) o in #iologia per indicare uno stadio primitivo (proscimmia): vicedirettore,
proconsole$
Tabella III/B Prefissi nominali e aggettivali di tipo valutativo
- arci (dal greco arc"i da !rc"ein = comandare, essere a capo), super, extra, stra, ultra.
Indicano un appre!!amento positivo. 'ono per lo pi impiegati nel linguaggio pu##licitario.
%uper e ultra sia nel linguaggio della pu##licit& che nei linguaggio scientifici e tecnici.
(ossono anche essere usati come a##iamo gi& visto in senso assoluto (#ualit& extra, benzina
super): arciduca, arcinoto, straricco, ultrasensibile;
- ben (e), mal (e), eu (dal greco eu = #ene), caco (dal greco 'a's = cattivo). * evidente la
fun!ione appre!!ativa, positiva o negativa: maldicente, benfatto, eurimico, cacofonico;
- bi (s) (dal lat. bis = due volte), di (dal greco ds = due volte). Indicano ripeti!ione: bisillabo,
dicromatico;
- dis (dal greco dis, prefisso che indica separa!ione), dis (dal lat. dys che e un prefisso
negativo). + causa dalla diversa origine (greca e latina) racchiudono in se sia il significato di
nega!ione sia ,uello di modifica!ione in peggio: discontinuo, disfunzione;
- in (dal lat. in prefisso negativo), a (dal greco a corrispettivo del latino a, e il cosidetto $alfa
privativo%), non. Indicano nega!ione oppure priva!ione di ,ualcosa: in e non indicano
nega!ione assoluta (insenziale, noncurante, non violenza, non(intervento); a serve sia per
indicare nega!ione assoluta (apolitico) sia per indicare mancan!a (acefalo) in parole derivate
esogene;
- iper indica sovra##ondan!a, aumento (ipermercato, ipercritico) contiene una sfumatura di
significato negativo rispetto agli altri prefissi dello stesso tipo e in genere viene molto usato
nel linguaggio medico (ipertensione);
- ipo, sotto esprimono lesatto contrario di iper e ,uindi racchiudono in se lidea di
insufficien!a, inferiorita (ipotensione, sottoproletariato);
- mini (dal termine minigonna a sua volta ricavato dal termine inglese minis'irt) = piccolo, di
piccole dimensioni: minimarcia;
- maxi (da maxigonna), mega (dal greco mga = grande); esprimono il significato opposto di
mini: maxiprocesso, megacorteo;
- pan (dal greco pan = tutto), omni, onni (dal lat. omnis = tutto), e,uivalgono a espressioni del
tipo $completamente, da ogni parte, da ogni punto di vista%: panslavismo, omnicomprensivo,
onnipresente;
- pseudo (dal greco pseudos = falsita, #ugia); ha generalmente un valore dispregiativo
(pseudoreligioso), nel lessico medico indica per lo piu una somiglian!a, una ,ualita
apparente (es. )seudomembrana)
- s (dal lat. ex con valore di separa!ione, allontanamento); racchiude una sfumatura di
significato negativo o sottrattivo: sgradevole, sdentato;
- semi (dal lat. semi = meta), emi (dal greco "mi = meta); in genere significano $a met&%,
ma il prefisso semi puo anche significare $non del tutto%, $in parte% e puo essere usato nel
linguaggio comune anche al di la del lessico scientifico: semigratuito, emisfero$
Tabella III/C Prefissi verbali
- contra, contro: indicano opposi!ione, antagonismo: contrapporre, controbilanciare;
- de (dal lat. de = separa!ione, allontanamento), dis, s esprimono in genere una fun!ione
negativa, in particolare de ha una sfumatura di significato sottrattivo (decalcificare); dis ha
valore sottrattivo (disincentivare) oppure negativo (disapprovare); s ha valore negativo
(scaricare), una fun!ione peggiorativa (sparlare), ma anche un valore intensivo (sbattere);
- inter, infra, (fra, tra significa $in me!!o%, indicano anche collegamento, reciprocita:
interporre, trapassare;
- ri, re (dal lat. re che esprimeva una fun!ione iterativa, di ripeti!ione); significano
essen!ialmente $di nuovo% (rinascere); il prefisso re e meno adoperato e compare in un
linguaggio piu colto (refluire), in forme lessicali!!ate (restringere) oppure ,uando la vocale
ini!iale della parola di parten!a e i (reinserire)
- stra: strafare