Sei sulla pagina 1di 1

L’ORDINE DEGLI ELEMENTI DELLA FRASE

sibilità di avere un soggetto postverbale dipende quindi dalla proprietà di alcuni verbi di sottintendere
un argomento locativo, che è da considerare il tema dato, per cui il soggetto è in effetti nuovo, e la
frase è sintatticamente marcata, pur essendo pragmaticamente non marcata.

Un fenomeno simile si osserva se un complemento è cliticizzato: anche in questo caso il soggetto si


trova facilmente dopo il verbo, in quanto esso è pragmaticamente nuovo: si confronti la differenza di
utilizzabilità delle frasi seguenti, dove indichiamo con un punto di domanda le frasi che hanno
possibilità di uso ristrette, cioè che sono marcate pragmaticamente:

(28) a. L’ha mangiata la mamma.

b. ''Ha mangiato la torta la mamma.

(29) a. L’ha letto mio fratello.

b. "Ha letto il libro mio fratello.

Tornando ancora agli effetti dell’articolo indeterminativo, notiamo che esso favorisce la posizione
finale nel caso del soggetto, in quanto il soggetto diventa intrinsecamente nuovo indipendentemente
dal contesto, e la frase risulta pragmaticamente non marcata. Aggiungiamo quindi una terza variante
agli esempi (28)-(29):

(28) c. Ha mangiato la torta un gatto.

(29) c. Ha letto il libro un bidello.

L’effetto dell’articolo indeterminativo si può osservare anche nelle frasi passive. Si noti la differenza
fra i seguenti tipi:

(30) a. Il regalo è stato consegnato a Maria da Piero.

b. ?Un regalo è stato consegnato a Maria da Piero.

c. ??E stato consegnato il regalo a Maria da Piero.

d. E stato consegnato un regalo a Maria da Piero.

Invertendo l’ordine di SP dativo e SP d’agente, il soggetto posposto al verbo non è possibile:

(31) a. Il regalo è stato consegnato da Piero a Maria.

b. *È stato consegnato il regalo da Piero a Maria.

c. ??E stato consegnato un regalo da Piero a Maria.

1.1.2. Ordini non marcati nella frase interrogativa e in altre costruzioni

La frase interrogativa con parola interrogativa [chi, che cosa, quando, ecc.) mostra una disposizione
rigida dei costituenti, in cui parola interrogativa e verbo formano una unità, senza che possano
interporsi altri costituenti, neppure il soggetto. Gli altri costituenti