Sei sulla pagina 1di 27

STATO DI VALIDITA'

NORMA TECNICA
DATA
TITOLO
AUTORI
Adesivi per piastrelle - Definizioni e specifiche
Adhesives for tiles - Definitions and specifications
La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN
12004 (edizione marzo 2001) e dell'aggiornamento A1 (edizione giugno 2002) e tiene
conto dell'errata corrige dell'agosto 2002 (AC:2002). La presente norma europea
applicabile agli adesivi per piastrelle di ceramica per la posa di pavimenti e rivestimenti
di piastrelle di ceramica. La norma fornisce la terminologia riguardante i prodotti, i
metodi di lavorazione, le propriet relative all'applicazione, ecc. degli adesivi per
piastrelle. Questa norma specifica inoltre i requisiti prestazionali degli adesivi per
piastrelle (cementizi, a dispersione ed a resine reattive).
01/03/2003
In vigore
CLASSIFICAZIONE ICS
UNI EN 12004:2003
NRIF AA019015
83.180 91.100.10
PRODOTTI E SISTEMI PER LORGANISMO EDILI
GRADO DI COGENZA
TESTO DELLA NORMA
LINGUA
- Soci Non Soci
18 PAGINE
20,75 Euro 41,50 Euro
Italiano
PREZZO EURO
COLLEGAMENTI INTERNAZIONALI
PARZIALMENTE SOSTITUITA
SOMMARIO
CLASSIFICAZIONE ARGOMENTO AA10B0504
UNI EN 12004:2003 - 01-03-2003 - Adesivi per piastrelle - Definizioni e specifiche
IDcompl
PRODOTTI E SISTEMI PER LORGANISMO EDILI
ITEM3
Filename
filename2

NORMA I TALI ANA

Pagina I UNI EN 12004:2003
UNI - Milano
Riproduzione vietata. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente documento
pu essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi, fotocopie, microlm o altro, senza
il consenso scritto dellUNI.

UNI
Ente Nazionale Italiano
di Unicazione

Via Battistotti Sassi, 11B
20133 Milano, Italia

N
N
O
O
R
R
M
M
A
A


E
E
U
U
R
R
O
O
P
P
E
E
A
A





UNI EN 12004

MARZO 2003

Adesivi per piastrelle

Denizioni e speciche

Adhesives for tiles

Denitions and specications

CLASSIFICAZIONE ICS

83.180; 91.100.10

SOMMARIO

La norma applicabile agli adesivi per piastrelle di ceramica per la posa di
pavimenti e rivestimenti di piastrelle di ceramica. La norma fornisce la ter-
minologia riguardante i prodotti, i metodi di lavorazione, le propriet rela-
tive allapplicazione, ecc. degli adesivi per piastrelle. Questa norma
specica inoltre i requisiti prestazionali degli adesivi per piastrelle (cemen-

tizi, a dispersione ed a resine reattive).

RELAZIONI NAZIONALI
RELAZIONI INTERNAZIONALI

= EN 12004:2001 + A1:2002
La presente norma la versione ufciale in lingua italiana della norma
europea EN 12004 (edizione marzo 2001) e dellaggiornamento A1 (edi-
zione giugno 2002) e tiene conto dellerrata corrige dellagosto 2002

(AC:2002).

ORGANO COMPETENTE

Commissione "Prodotti e sistemi per lorganismo edilizio"

RATIFICA

Presidente dellUNI, delibera del 13 dicembre 2002

Gr. 7

Include aggiornamento
A1 (giugno 2002)
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.

UNI Pagina II UNI EN 12004:2003
Le norme UNI sono elaborate cercando di tenere conto dei punti di vista di tutte le parti
interessate e di conciliare ogni aspetto conittuale, per rappresentare il reale stato
dellarte della materia ed il necessario grado di consenso.
Chiunque ritenesse, a seguito dellapplicazione di questa norma, di poter fornire sug-
gerimenti per un suo miglioramento o per un suo adeguamento ad uno stato dellarte
in evoluzione pregato di inviare i propri contributi allUNI, Ente Nazionale Italiano di
Unicazione, che li terr in considerazione, per leventuale revisione della norma stessa.

PREMESSA NAZIONALE

La presente norma costituisce il recepimento, in lingua italiana, del-
la norma europea EN 12004 (edizione marzo 2001) e dellaggiorna-
mento A1 (edizione giugno 2002 + errata corrige AC:2002), che as-
sume cos lo status di norma nazionale italiana.
La traduzione stata curata dallUNI.
La Commissione "Prodotti e sistemi per lorganismo edilizio"
dellUNI segue i lavori europei sullargomento per delega della
Commissione Centrale Tecnica.
Le norme UNI sono revisionate, quando necessario, con la pubbli-
cazione di nuove edizioni o di aggiornamenti.
importante pertanto che gli utilizzatori delle stesse si accertino di es-
sere in possesso dellultima edizione e degli eventuali aggiornamenti.
Si invitano inoltre gli utilizzatori a vericare lesistenza di norme UNI
corrispondenti alle norme EN o ISO ove citate nei riferimenti normativi.
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.

INDICE

UNI Pagina III UNI EN 12004:2003

INTRODUZIONE

1

1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE

1

2 RIFERIMENTI NORMATIVI

1

3 TERMINI E DEFINIZIONI

2
3.1 Generalit

......................................................................................................................................................

2
3.2 Prodotti

...........................................................................................................................................................

2
3.3 Attrezzi e metodi di lavoro

....................................................................................................................

2
3.4 Propriet applicative

................................................................................................................................

2
3.5 Propriet finali

.............................................................................................................................................

3
3.6 Tipi di rottura

................................................................................................................................................

3
3.7 Caratteristiche

.............................................................................................................................................

3

4 SPECIFICHE

4
4.1 Adesivi cementizi (C)

..............................................................................................................................

4

prospetto 1

Specifiche per gli adesivi cementizi (C)

................................................................................................

4
4.2 Adesivi in dispersione (D)

.....................................................................................................................

5

prospetto 2

Specifiche per gli adesivi in dispersione (D)

........................................................................................

5
4.3 Adesivi reattivi (R)

....................................................................................................................................

5

prospetto 3

Specifiche degli adesivi reattivi (R)

.........................................................................................................

5

5 VALUTAZIONE DELLA CONFORMIT

6
5.1 Principio

.........................................................................................................................................................

6
5.2 Condizionamento del provino

.............................................................................................................

6
5.3 Prove di tipo iniziali

..................................................................................................................................

6

prospetto 4

Prove iniziali

...................................................................................................................................................

6
5.4 Controllo della produzione in fabbrica

...........................................................................................

7

prospetto 5

Frequenza di controllo della produzione

...............................................................................................

8
5.5 Registrazione, rintracciabilit e materiali non conformi

........................................................

8

6 CLASSIFICAZIONE E DESIGNAZIONE

9

prospetto 6

Classificazione e designazione

................................................................................................................

9

7 MARCATURA ED ETICHETTATURA

10

APPENDICE A TIPI DI ROTTURA

11
(normativa)

figura 1

Rottura adesiva fra l'adesivo e il supporto (AF-S)

..........................................................................

11

figura 2

Rottura adesiva fra la piastrella e l'adesivo (AF-T)

........................................................................

11

figura 3

Rottura adesiva fra la piastrella e la piastra di trazione (BT)

......................................................

12

figura 4

Rottura coesiva nell'adesivo (CF-A)

....................................................................................................

12

figura 5

Rottura coesiva nel supporto (CF-S)

..................................................................................................

13

figura 6

Rottura coesiva nella piastrella (CF-T)

...............................................................................................

13

BIBLIOGRAFIA

14

APPENDICE ZA ADESIVI PER PIASTRELLE - DEFINIZIONI E SPECIFICHE

(informativa)

PUNTI DELLA PRESENTE NORMA EUROPEA RIGUARDANTI LE
DISPOSIZIONI DELLA DIRETTIVA UE RELATIVA AI PRODOTTI DA
COSTRUZIONE (89/106)

15

prospetto ZA.1

Punti rilevanti

...............................................................................................................................................

15

prospetto ZA.2

Attestazione dei sistemi di conformit

................................................................................................

16
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.

UNI Pagina IV UNI EN 12004:2003
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.

La presente norma europea stata approvata dal CEN il 18 gennaio 2001.
Laggiornamento A1 stato approvato dal CEN l11 aprile 2002.
I membri del CEN devono attenersi alle Regole Comuni del CEN/CENELEC
che deniscono le modalit secondo le quali deve essere attribuito lo status di
norma nazionale alla norma europea, senza apportarvi modiche. Gli elenchi
aggiornati ed i riferimenti bibliograci relativi alle norme nazionali corrisponden-
ti possono essere ottenuti tramite richiesta alla Segreteria Centrale oppure ai
membri del CEN.
La presente norma europea esiste in tre versioni ufciali (inglese, francese e
tedesca). Una traduzione nella lingua nazionale, fatta sotto la propria respon-
sabilit da un membro del CEN e noticata alla Segreteria Centrale, ha il me-
desimo status delle versioni ufciali.
I membri del CEN sono gli Organismi nazionali di normazione di Austria,
Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda,
Italia, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno
Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia e Svizzera.

UNI Pagina V UNI EN 12004:2003

CEN
COMITATO EUROPEO DI NORMAZIONE

European Committee for Standardization
Comit Europen de Normalisation
Europisches Komitee fr Normung

Segreteria Centrale: rue de Stassart, 36 - B-1050 Bruxelles

CEN
Tutti i diritti di riproduzione, in ogni forma, con ogni mezzo e in tutti i Paesi, sono
riservati ai Membri nazionali del CEN.

EN 12004

MARZO 2001

+ A1

GIUGNO 2002

Adesivi per piastrelle

NORMA EUROPEA

Denizioni e speciche

Adhesives for tiles

EUROPEAN STANDARD

Denitions and specications

Colles carrelage

NORME EUROPENNE

Dnitions et spcications

Mrtel und Klebstoffe fr Fliesen und Platten

EUROPISCHE NORM

Denitionen und Spezikationen

DESCRITTORI
ICS

83.180; 91.100.10

2002
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.

UNI Pagina VI UNI EN 12004:2003

PREMESSA ALLA NORMA EN 12004

La presente norma europea stata elaborata dal Comitato Tecnico CEN/TC 67 "Piastrelle
di ceramica", la cui segreteria afdata all'UNI.
La presente norma europea sostituisce la EN 1322:1996.
Alla presente norma europea deve essere attribuito lo status di norma nazionale, o median-
te pubblicazione di un testo identico o mediante notica di adozione, entro settembre 2001,
e le norme nazionali in contrasto devono essere ritirate entro settembre 2001.
La presente norma fa parte di una serie di norme sugli adesivi per piastrelle comprendenti:
EN 1308 Adhesives for tiles - Determination of slip
EN 1323 Adhesives for tiles - Concrete slabs for tests
EN 1324:1996 Adhesives for tiles - Determination of shear adhesion strength of dispersion
adhesives
EN 1346 Adhesives for tiles - Determination of open time
EN 1347 Adhesives for tiles - Determination of wetting capability
EN 1348:1997 Adhesives for tiles - Determination of tensile adhesion strength for
cementitious adhesives
EN 12002 Adhesives for tiles - Determination of transverse deformation for
cementitious adhesives and grouts
EN 12003 Adhesives for tiles - Determination of shear adhesion strength of reaction
resin adhesives
EN 12004 Adhesives for tiles - Specications and requirements
EN 12808-1 Adhesives and grouts for tiles - Determination of chemical resistance of
reaction resin mortars
In conformit alle Regole Comuni CEN/CENELEC, gli enti nazionali di normazione dei se-
guenti Paesi sono tenuti a recepire la presente norma europea: Austria, Belgio, Danimar-
ca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia,
Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia e Svizzera.

PREMESSA ALLAGGIORNAMENTO A1

Il presente documento (EN 12004:2001/A1:2002) stato elaborato dal CEN/TC 67 "Pia-
strelle di ceramica", la cui segreteria afdata all'UNI.
Alla presente norma europea deve essere attribuito lo status di norma nazionale, o median-
te pubblicazione di un testo identico o mediante notica di adozione, entro dicembre 2002,
e le norme nazionali in contrasto devono essere ritirate entro marzo 2004.
La presente norma europea stata elaborata nell'ambito di un mandato conferito al CEN
dalla Commissione Europea e dall'Associazione Europea di Libero Scambio ed di sup-
porto ai requisiti essenziali della/e Direttiva/e dell'UE.
Per quanto riguarda il rapporto con la/le Direttiva/e UE, si rimanda all'appendice informa-
tiva ZA che costituisce parte integrante del presente documento.
In conformit alle Regole Comuni CEN/CENELEC, gli enti nazionali di normazione dei se-
guenti Paesi sono tenuti a recepire la presente norma europea: Austria, Belgio, Danimar-
ca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lussemburgo, Malta,
Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia e
Svizzera.
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.

UNI Pagina 1 UNI EN 12004:2003

INTRODUZIONE

Le caratteristiche dei prodotti da costruzione denite nella presente norma, devono consi-
derare che le tensioni normalmente dovute alle opere per le quali tali prodotti sono previsti
e su cui sono montati o installati, possono essere opportunamente accettate. Alcune
caratteristiche particolari prendono in considerazione il tipo di supporto e il fatto che gli
adesivi dovrebbero resistere alle azioni di deterioramento dovute alle condizioni atmosfe-
riche, ecc.
Molte propriet degli adesivi per la posa in opera di piastrelle sono principalmente deter-
minate dal tipo di legante utilizzato.
I diversi tipi di adesivi per piastrelle sono deniti in base alla natura chimica dei loro
leganti.
I vari tipi presentano caratteristiche speciche in termini delle loro propriet applicative e
di prestazioni nali.
Il rapporto fra le caratteristiche e le condizioni di lavoro (ambiente asciutto o umido, clima
molto caldo, presa rapida, ecc.) non fornito nella presente norma.
Il fabbricante dovrebbe fornire informazioni sull'utilizzo del prodotto e sulle condizioni
corrette di impiego dello stesso. Il progettista dovrebbe valutare lo stato del sito del lavoro
(inuenze meccaniche e termiche) e scegliere il prodotto appropriato prendendo in consi-
derazione tutti i rischi possibili.

1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE

La presente norma europea applicabile agli adesivi per piastrelle ceramiche destinati
all'installazione interna ed esterna su pareti e pavimenti.
La presente norma fornisce la terminologia riguardante i prodotti, i metodi di lavoro, le
propriet applicative, ecc., relativi agli adesivi per piastrelle ceramiche.
La presente norma europea specica i valori dei requisiti prestazionali per gli adesivi per
piastrelle ceramiche (adesivi cementizi, in dispersione, reattivi).
La presente norma europea non fornisce criteri n raccomandazioni per la progettazione
e l'installazione di piastrelle ceramiche.

Nota

Gli adesivi per piastrelle ceramiche possono inoltre essere utilizzati per altri tipi di piastrelle (pietre naturali o
agglomerate, ecc.), nei casi in cui non inuiscano negativamente su tali materiali.

2 RIFERIMENTI NORMATIVI

La presente norma europea rimanda, mediante riferimenti datati e non, a disposizioni
contenute in altre pubblicazioni. Tali riferimenti normativi sono citati nei punti appropriati
del testo e vengono di seguito elencati. Per quanto riguarda i riferimenti datati, successive
modiche o revisioni apportate a dette pubblicazioni valgono unicamente se introdotte
nella presente norma europea come aggiornamento o revisione. Per i riferimenti non
datati vale l'ultima edizione della pubblicazione alla quale si fa riferimento (compresi gli
aggiornamenti).
EN 87 Ceramic oor and wall tiles - Denitions, classication and
marking
EN 1308 Adhesives for tiles - Determination of slip
EN 1324:1996 Adhesives for tiles - Determination of shear adhesion strength of
dispersion adhesives
EN 1346 Adhesives for tiles - Determination of open time
EN 1347 Adhesives for tiles - Determination of wetting capability
EN 1348:1997 Adhesives for tiles - Determination of tensile adhesion strength of
cementitious adhesives
EN 12002 Adhesives for tiles - Determination of transverse deformation for
cementitious adhesives and grouts
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.

UNI Pagina 2 UNI EN 12004:2003

EN 12003 Adhesives for tiles - Determination of shear adhesion strength of
reaction resin adhesives
EN 12808-1 Adhesives and grouts for tiles - Determination of chemical
resistance of reaction resin mortars

3 TERMINI E DEFINIZIONI

Ai ni della presente norma, si applicano i termini e le denizioni seguenti.

3.1 Generalit

3.1.1 posa con adesivo

: Metodo impiegato per posare le piastrelle su una supercie piana
mediante un adesivo. L'adesivo generalmente applicato con una spatola liscia per
formarne uno spessore e quindi spalmato con una spatola dentata per ottenere lo
spessore e la planarit richiesti.

3.1.2 supercie di ssaggio

: Supercie piana rigida alla quale la piastrella ssata.

3.1.3 piastrelle per pareti e pavimenti

: Piastrelle di ceramica (vedere EN 87) o di pietre naturali
o agglomerate.

3.2 Prodotti

3.2.1 adesivo cementizio (C)

: Miscela di agenti leganti idraulici, di aggregati e di additivi organici.
Gli adesivi sono miscelati con acqua o con un additivo liquido aggiunto appena prima
dell'uso.

3.2.2 adesivo in dispersione (D)

: Miscela di agente/i legante/i organico/i sotto forma di disper-
sione polimerica acquosa, di additivi organici e di cariche minerali. La miscela pronta per
l'uso.

3.2.3 adesivo reattivo (R)

: Miscela di resina sintetica, di cariche minerali e di additivi organici in
cui l'indurimento si verica per reazione chimica. Questi adesivi sono disponibili sotto
forma di uno o pi componenti.

3.3 Attrezzi e metodi di lavoro

3.3.1 spatola dentata

: Attrezzo dentato che consente di applicare l'adesivo spalmandolo con
una serie di coste di spessore uniforme sulla supercie di ssaggio e/o sul rovescio della
piastrella.

3.3.2 applicazione su un'unica supercie, con "Spatola dentata" o mediante "Metodo singola
spalmatura"

: Adesivo applicato unicamente alla supercie di posa, generalmente con una
spatola liscia al ne di ottenere uno strato uniforme, e spalmato con una spatola dentata
(vedere 3.1.1). Le piastrelle sono quindi ssate prima che si formi una pellicola sulla
supercie dell'adesivo.

3.3.3 applicazione su entrambe le superci, "metodo doppia spalmatura"

: Adesivo applicato alla
supercie di posa e sul rovescio delle piastrelle. Lo strato combinato di adesivo non deve
eccedere lo spessore massimo raccomandato. Le piastrelle sono quindi posate prima che
si formi una pellicola sulla supercie dell'adesivo.

3.4 Propriet applicative

3.4.1 durata a magazzino

: Tempo di conservazione a magazzino in condizioni dichiarate durante
il quale ci si pu aspettare che un adesivo conservi le sue propriet.

3.4.2 tempo di maturazione

: Intervallo fra la fase di miscelazione dell'adesivo cementizio e
quando tale miscela pronta per l'uso.
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.

UNI Pagina 3 UNI EN 12004:2003

3.4.3 tempo utile di impiego

: Intervallo di tempo massimo durante il quale l'adesivo pu essere
utilizzato dopo la miscelazione.

3.4.4 tempo aperto

: Intervallo di tempo massimo dopo l'applicazione entro il quale le piastrelle
possono essere posate sull'adesivo applicato e soddisfare il requisito specicato di
resistenza dell'adesione alla trazione. Tale resistenza misurata secondo la EN 1346.

3.4.5 bagnabilit

: Capacit di uno strato spalmato con spatola dentata di adesivo di bagnare la
piastrella. Tale capacit misurata secondo la EN 1347.

3.4.6 scivolamento

: Spostamento verso il basso di una piastrella applicata a uno strato di
adesivo spalmato con spatola dentata su una supercie verticale o inclinata. Tale scivola-
mento misurato secondo la EN 1308.

3.4.7 aggiustabilit

: Intervallo di tempo massimo entro il quale la posizione della piastrella sullo
strato di adesivo pu essere regolata senza una perdita importante della resistenza
dell'adesione.

3.5 Propriet nali

3.5.1 resistenza dell'adesione

: Resistenza massima per supercie unitaria misurabile mediante
prove a trazione o di taglio. Questa resistenza misurata secondo la EN 1348:1997,
EN 1324:1996 o la EN 12003:1997 in funzione del tipo di adesivo.

3.5.2 deformabilit

: Capacit di un adesivo indurito di essere deformato da tensioni fra la
piastrella e la supercie di posa senza danneggiare la supercie installata.

3.5.3 deformazione trasversale

: Flessione registrata al centro quando una striscia di adesivo
indurito sottoposta a un carico in tre punti. Questa deformazione utilizzata per valutare
la deformabilit di un adesivo. Essa misurata secondo la EN 12002.

3.6 Tipi di rottura

3.6.1 rottura adesiva (AF-S o AF-T)

: Quando si verica la rottura nell'interfaccia fra l'adesivo e il
supporto, utilizzata la notazione AF-S, quando si verica fra piastrella e adesivo si
impiega la notazione AF-T e in entrambi i casi i valori di prova sono pari alla resistenza
dell'adesione. Vedere gure A.1 e A.2.
In alcuni casi, la rottura pu vericarsi nello strato adesivo fra la piastrella e la piastra di
trazione. In questo caso, si utilizza la notazione BT (vedere gura A.3) e la resistenza
dell'adesione maggiore del valore di prova. La prova dovrebbe essere preferibilmente
ripetuta.

3.6.2 rottura coesiva nell'adesivo (CF-A)

: Quando la rottura si verica nello strato adesivo,
vedere gura A.4.

3.6.3 rottura coesiva nel supporto o nella piastrella (CF-S o CF-T)

: Quando la rottura si verica nel
supporto, si utilizza la notazione CF-S (vedere gura A.5); quando si verica nel corpo
della piastrella, si impiega la notazione CF-T (vedere gura A.6). In questo caso, la
resistenza dell'adesivo maggiore del valore di prova.

3.7 Caratteristiche

3.7.1 caratteristiche fondamentali

: Caratteristiche che un adesivo deve assolutamente avere.

3.7.2 Caratteristiche opzionali

3.7.2.1 caratteristiche aggiuntive

: Caratteristiche per condizioni di impiego particolari in cui sono
richiesti livelli prestazionali maggiori.
3.7.2.2 caratteristiche speciali: Caratteristiche dell'adesivo che forniscono ulteriori informazioni
sulle sue prestazioni generali.
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
UNI Pagina 4 UNI EN 12004:2003
4 SPECIFICHE
4.1 Adesivi cementizi (C)
Gli adesivi cementizi a presa normale devono essere conformi alle caratteristiche
riportate nel prospetto 1a, mentre quelli a presa rapida devono essere in accordo con il
prospetto 1b.
I prospetti 1c, 1d e 1e contengono le caratteristiche opzionali che possono essere
richieste per condizioni di impiego particolari.
Per le caratteristiche della bagnabilit (misurata in conformit alla EN 1347) e della defor-
mazione trasversale (misurata in conformit alla EN 12002), non esistono valori limite e
quindi l'eventuale inserimento di informazioni ulteriori lasciato alla discrezione del
fabbricante.
La quantit d'acqua e/o di liquido da aggiungere per la preparazione dell'adesivo cemen-
tizio deve essere la stessa per tutte le prove.

prospetto 1 Speciche per gli adesivi cementizi (C)
Caratteristiche fondamentali
1a Adesivi a presa normale
Caratteristica Requisito Metodo di prova
Adesione a trazione iniziale 0,5 N/mm
2
8.2 della EN 1348:1997
Adesione a trazione dopo immersione in acqua 0,5 N/mm
2
8.3 della EN 1348:1997
Adesione a trazione dopo invecchiamento termico 0,5 N/mm
2
8.4 della EN 1348:1997
Adesione a trazione dopo cicli di gelo-disgelo 0,5 N/mm
2
8.5 della EN 1348:1997
Tempo aperto: adesione a trazione 0,5 N/mm
2
dopo non meno di
20 min
EN 1346
1b Adesivi a presa rapida
Caratteristica Requisito Metodo di prova
Adesione a trazione anticipata 0,5 N/mm
2
dopo non pi di 24 h 8.2 della EN 1348:1997
Tempo aperto: adesione a trazione 0,5 N/mm
2
dopo non meno di
10 min
EN 1346
Tutti gli altri requisiti come da prospetto 1a EN 1348:1997
Caratteristiche opzionali
1c Caratteristiche speciali
Caratteristica Requisito Metodo di prova
Scivolamento 0,5 mm EN 1308
1d Caratteristiche aggiuntive
Caratteristica Requisito Metodo di prova
Elevata adesione a trazione iniziale 1 N/mm
2
8.2 della EN 1348:1997
Elevata adesione a trazione dopo immersione in
acqua
1 N/mm
2
8.3 della EN 1348:1997
Elevata adesione a trazione dopo invecchiamento
termico
1 N/mm
2
8.4 della EN 1348:1997
Elevata adesione a trazione dopo cicli di
gelo-disgelo
1 N/mm
2
8.5 della EN 1348:1997
1e Caratteristiche aggiuntive
Caratteristica Requisito Metodo di prova
Tempo aperto prolungato: adesione a trazione 0,5 N/mm
2
dopo non meno di
30 min
EN 1346
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
UNI Pagina 5 UNI EN 12004:2003
4.2 Adesivi in dispersione (D)
Tutti gli adesivi in dispersione devono essere conformi alle caratteristiche riportate nel
prospetto 2a. I prospetti 2b, 2c e 2d contengono le caratteristiche opzionali che possono
essere richieste per condizioni di impiego particolari.
4.3 Adesivi reattivi (R)
Tutti gli adesivi reattivi per piastrelle devono essere conformi alle caratteristiche riportate
nel prospetto 3a. I prospetti 3b e 3c contengono le caratteristiche opzionali che possono
essere richieste per condizioni di impiego particolari. Per quanto riguarda la caratteristica
della resistenza chimica (vedere EN 12808-1), non esiste alcuna indicazione del valore
limite o dell'agente chimico. I mezzi di prova devono essere composti dai mezzi ai quali i
materiali resistenti alle sostanze chimiche devono essere esposti durante l'impiego e le
condizioni di prova (temperatura, concentrazione, ecc.) devono simulare nel modo pi
fedele possibile le condizioni previste di impiego e di esposizione.
prospetto 2 Speciche per gli adesivi in dispersione (D)
2a Caratteristiche fondamentali
Caratteristica Requisito Metodo di prova
Adesione iniziale a taglio 1 N/mm
2
7.2 della EN 1324:1996
Adesione a taglio dopo invecchiamento termico 1 N/mm
2
7.4 della EN 1324:1996
Tempo aperto: adesione a trazione 0,5 N/mm
2
dopo non meno di
20 min
EN 1346
Caratteristiche opzionali
2b Caratteristiche speciali
Caratteristica Requisito Metodo di prova
Scivolamento 0,5 mm EN 1308
2c Caratteristiche aggiuntive
Caratteristica Requisito Metodo di prova
Adesione dopo immersione in acqua 0,5 N/mm
2
7.3 della EN 1324:1996
Adesione a temperatura elevata 1 N/mm
2
7.5 della EN 1324:1996
2d Caratteristiche aggiuntive
Caratteristica Requisito Metodo di prova
Tempo aperto prolungato: adesione a trazione 0,5 N/mm
2
dopo non meno di
30 min
EN 1346
prospetto 3 Speciche degli adesivi reattivi (R)
3a Caratteristiche fondamentali
Caratteristica Requisito Metodo di prova
Adesione a taglio iniziale 2 N/mm
2
7.3 della EN 12003:1997
Adesione a taglio dopo immersione in acqua 2 N/mm
2
7.4 della EN 12003:1997
Tempo aperto: adesione a trazione 0,5 N/mm
2
dopo non meno di
20 min
EN 1346
Caratteristiche opzionali
3b Caratteristiche speciali
Caratteristica Requisito Metodo di prova
Scivolamento 0,5 mm EN 1308
3c Caratteristiche aggiuntive
Caratteristica Requisito Metodo di prova
Adesione a taglio dopo shock termico 2 N/mm
2
7.5 della EN 12003:1997
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
UNI Pagina 6 UNI EN 12004:2003
5 VALUTAZIONE DELLA CONFORMIT
5.1 Principio
Lo schema per la valutazione della conformit comprende i compiti seguenti:
- Prove di tipo iniziali;
- Controllo della produzione in fabbrica (FPC);
- Registrazione e rintracciabilit.
Nota Nel caso di fabbricanti aventi un sistema di qualit conforme alla EN ISO 9001 o alla EN ISO 9002, si presume
che essi soddisno i requisiti correlati ai sistemi di controllo della produzione in fabbrica includendo la
presente norma nel loro sistema di qualit.
5.2 Condizionamento del provino
Quando il provino deve essere condizionato secondo il metodo di prova, la tolleranza nel
tempo di condizionamento per tutti i provini deve essere come segue:
5.3 Prove di tipo iniziali
Alla prima valutazione della conformit di un prodotto ai requisiti della presente norma,
oppure prima di mettere in vendita un prodotto nuovo, devono essere eseguite prove di
tipo iniziali appropriate per confermare che le caratteristiche del prodotto soddisfano i
requisiti della presente norma. Le prove precedentemente effettuate in base alle disposi-
zioni della presente norma (stesso prodotto, stessa caratteristica, metodo di prova, proce-
dimento di campionamento, ecc.) possono essere prese in considerazione al ne di
dimostrare che le prove di tipo iniziali sono soddisfacenti.
Le prove di tipo iniziali devono inoltre essere effettuate sui prodotti esistenti dopo qualsiasi
cambiamento delle materie prime o dei procedimenti di fabbricazione che possa
modicare i valori dichiarati delle caratteristiche o delle propriet applicative. In questi
casi, le prove di tipo iniziali appropriate da effettuare sono quelle relative alle caratteri-
stiche e alle propriet che possono essere inuenzate e che richiedono una conferma;
eventuali nuove propriet derivanti da un cambiamento della formulazione o del procedi-
mento di fabbricazione devono essere sottoposte a prova e i risultati ottenuti devono
essere registrati.
Le prove di tipo iniziali devono essere effettuate come elencato nel prospetto 4.
I risultati delle prove iniziali di tipo devono essere registrati e disponibili per ispezioni.
Condizionamento Tolleranza
24 h 0,5 h
7 giorni 3 h
14 giorni 6 h
21 giorni 9 h
28 giorni 12 h
prospetto 4 Prove iniziali
Caratteristica Metodo di prova Tipo di adesivo
Cementizio In dispersione Reattivo
Tempo aperto EN 1346 y y y
Scivolamento EN 1308 (y) (y) (y)
Adesione a trazione EN 1348:1997 y
Adesione a trazione
anticipata
EN 1348:1997 (y)
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
UNI Pagina 7 UNI EN 12004:2003
5.4 Controllo della produzione in fabbrica
Un piano di controllo della produzione in fabbrica (FPC) deve essere stabilito e
documentato in un manuale.
Qualsiasi modica delle materie prime, dei procedimenti di fabbricazione o del piano di
controllo che possa inuenzare le propriet del prodotto deve essere registrata.
Il manuale deve includere i procedimenti FPC pertinenti per le propriet dichiarate, come
confermato dalle prove iniziali.
I procedimenti FPC devono essere composti da un sistema per il controllo della qualit di
produzione al ne di assicurare che il prodotto sia conforme alla presente norma.
Il controllo della produzione deve essere costituito dalle seguenti fasi principali:
A. Ispezione e controllo delle materie prime;
B. Ispezione e controllo del processo e delle attrezzature di produzione;
C. Ispezione e controllo dei prodotti niti.
5.4.1 Produzione
5.4.1.1 Materie prime
Il fabbricante deve denire i criteri di accettazione e i procedimenti di controllo dei
materiali in arrivo per assicurare che questi non siano utilizzati nch non ne stata
vericata la conformit alle speciche richieste.
5.4.1.2 Processo di produzione
Il fabbricante deve identicare e denire i processi di produzione e di impianto per
assicurare che siano eseguiti nelle condizioni controllate descritte chiaramente nelle
procedure. I processi sono vericati mediante ispezioni e prove documentate in un piano,
come frequenza e valori o criteri richiesti, sia sulle attrezzature sia sulle operazioni del
processo.
Deve essere denita l'azione da adottare quando i criteri o i valori di controllo non sono
soddisfatti.
5.4.2 Prodotti niti
Il numero e l'entit dei campioni, la frequenza del campionamento, le prove effettuate e i
risultati ottenuti devono essere registrati.
Le prove devono essere eseguite almeno con la frequenza descritta nel prospetto 5.
Tali registrazioni devono essere disponibili per ispezione delle parti pertinenti.
Adesione a taglio EN 1324:1996 y
Adesione a taglio EN 12003:1997 y
Deformazione trasversale EN 12002 (y)
Resistenza chimica EN 12808-1 (y)
Bagnabilit*
)
EN 1347 (y) (y) (y)
NOTA y signica "s";
(y) signica "s, se pertinente per il prodotto".
*) Questa caratteristica pu essere vericata anche se non richiesta per le speciche del prodotto.
prospetto 4 Prove iniziali (Continua)
Caratteristica Metodo di prova Tipo di adesivo
Cementizio In dispersione Reattivo
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
UNI Pagina 8 UNI EN 12004:2003
Nota Prove alternative: Quando si ricorre a prove alternative a quelle di riferimento, i metodi di prova con la
dimostrazione della correlazione dei risultati ottenuti in entrambe le prove sono registrati, conservati e resi
disponibili su richiesta di una parte pertinente.
5.4.3 Apparecchiature
Tutti gli strumenti di misurazione utilizzati per la produzione o per le prove devono essere
identicati, tarati e mantenuti in buono stato, in conformit alle procedure documentate e
alle istruzioni.
Il fabbricante deve denire un piano appropriato in cui siano dettagliate le procedure e la
frequenza di questi controlli, dei quali deve conservare le registrazioni. Le apparec-
chiature di prova devono essere tarate in base a norme rintracciabili.
5.4.4 Tecniche statistiche
Ove e quando possibile e applicabile, i risultati delle ispezioni e delle prove devono essere
interpretati mediante tecniche statistiche, attributi o variabili, al ne di vericare le caratte-
ristiche del prodotto e per determinare se la produzione rispetta i criteri di conformit e se
il prodotto conforme ai valori dichiarati.
5.5 Registrazione, rintracciabilit e materiali non conformi
5.5.1 Registrazione
Le registrazioni delle ispezioni e delle prove devono essere raccolte, archiviate e
conservate in modo da impedirne il danneggiamento, il deterioramento o la perdita.
Tali registrazioni devono essere conservate per 5 anni e devono essere rese disponibili su
richiesta di una parte pertinente.
prospetto 5 Frequenza di controllo della produzione
Caratteristica Metodo di prova Frequenza di prova
Mensile Semestrale
Tempo aperto EN 1346 y
Scivolamento EN 1308 (y)
Adesione iniziale a trazione (adesivi
cementizi)
EN 1348:1997 y
Adesione anticipata a trazione (adesivi
cementizi a presa rapida)
EN 1348:1997 (y)
Adesione iniziale a taglio (adesivi in
dispersione)
EN 1324:1996 y
Adesione iniziale a taglio (adesivi di
resine reattive)
EN 12003:1997 y
Adesione a trazione dopo il condiziona-
mento (adesivi cementizi)
EN 1348:1997 y
Adesione a taglio dopo il condiziona-
mento (adesivi in dispersione)
EN 1324:1996 y
Adesione a taglio dopo il condiziona-
mento (adesivi di resine reattive)
EN 12003:1997 y
Deformazione trasversale EN 12002 (y)
Resistenza chimica EN 12808-1 (y)
Bagnabilit EN 1347 (y)
NOTA y signica "s";
(y) signica "s, se pertinente per il prodotto".
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
UNI Pagina 9 UNI EN 12004:2003
5.5.2 Identicazione e rintracciabilit
Ove appropriato, il fabbricante deve stabilire e mantenere nel manuale FPC le procedure
idonee per l'identicazione e la rintracciabilit di materiali a partire dalla consegna delle
materie prime e durante tutte le fasi di produzione e di consegna.
5.5.3 Materiali non conformi e azioni correttive
Il fabbricante deve assicurare mediante procedure, documentate nel manuale FPC, che i
materiali (materie prime, imballaggio, prodotti niti) non conformi ai requisiti specicati
siano chiaramente identicati e/o separati per impedirne l'utilizzo o la spedizione.
Il materiale non conforme pu essere nuovamente lavorato afnch sia conforme alle
speciche, riclassicato in base a un sistema concessionario oppure riutato e scartato,
con un'azione correttiva descritta e registrata in un resoconto di non conformit.
5.5.4 Gestione e personale
Le attivit gestionali volte ad assicurare che tutti i requisiti descritti sopra siano rispettati
devono essere descritte nel manuale.
Il fabbricante deve assicurare che tutto il personale interessato nel processo riceva la
formazione appropriata per l'esecuzione dei loro compiti.
Ove appropriato, tutte le attivit didattiche e di formazione devono essere registrate al ne
di dimostrare la qualica del personale.
La descrizione del lavoro e le responsabilit degli operai devono essere riportate nel
manuale FPC.
6 CLASSIFICAZIONE E DESIGNAZIONE
Gli adesivi per piastrelle sono suddivisi in tre tipi, in base alle denizioni riportate in 3.2:
C Adesivo cementizio
D Adesivo in dispersione
R Adesivo reattivo
Per ogni tipo di adesivo possibile avere pi classi, correlate alle diverse caratteristiche
opzionali, in base ai prospetti 1, 2 e 3. Queste classi sono designate con le abbreviazioni
seguenti:
1 adesivo normale
2 adesivo migliorato (soddisfa i requisiti di caratteristiche aggiuntive)
F adesivo a presa rapida
T adesivo con scivolamento limitato
E adesivo con tempo aperto prolungato (solo per adesivi cementizi migliorati e per
adesivi in dispersione migliorati).
La designazione dell'adesivo effettuata con il simbolo del tipo (C, D o R), seguito
dall'abbreviazione della classe o delle classi a cui appartiene. Il prospetto seguente
descrive la designazione degli adesivi per piastrelle.
prospetto 6 Classicazione e designazione
Simbolo Descrizione
Tipo Classe
C 1 Adesivo cementizio a presa normale
C 1 F Adesivo cementizio a presa rapida
C 1 T Adesivo cementizio a presa normale con scivolamento limitato
C 1 F T Adesivo cementizio a presa rapida con scivolamento limitato
C 2 Adesivo cementizio migliorato con caratteristiche aggiuntive
C 2 E Adesivo cementizio migliorato con caratteristica aggiuntiva di tempo aperto prolungato
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
UNI Pagina 10 UNI EN 12004:2003
Nota Le designazioni aggiuntive possono essere inserite in base alla combinazione dei diversi simboli delle carat-
teristiche.
7 MARCATURA ED ETICHETTATURA
I prodotti conformi ai requisiti della presente norma europea devono essere marcati in
modo chiaro con le informazioni seguenti:
a) Nome del prodotto,
b) Contrassegno del fabbricante e luogo di origine,
c) Data o codice di produzione, durata a magazzino e condizioni di immagazzinamento,
d) Numero della presente EN e data di pubblicazione,
e) Tipo di adesivo in base a 6 (utilizzando i simboli riportati in 6),
f) Istruzioni per l'uso:
- proporzioni di miscelazione (ove applicabile);
- tempo di maturazione (ove applicabile);
- tempo utile di impiego;
- modo di applicazione;
- tempo aperto;
- intervallo di tempo prima della sigillatura e dell'apertura al trafco (ove appli-
cabile);
- campo di applicazione (installazione di piastrelle interna o esterna, su parete o
pavimento, ecc.).
Nota Nella designazione di un adesivo, possono essere incluse informazioni su propriet particolari quando il
prodotto destinato a un utilizzo in applicazioni speciche.
Queste informazioni devono essere marcate sull'imballaggio e/o sulla scheda tecnica del
prodotto.
Ci non dispensa dal requisito che tutti i fabbricanti che dichiarino la conformit alla presente
norma devono indicare valori dichiarati delle propriet dei loro prodotti, ove necessario.
C 2 F Adesivo cementizio a presa rapida migliorato con caratteristiche aggiuntive
C 2 T Adesivo cementizio migliorato con caratteristiche aggiuntive e scivolamento ridotto
C 2 T E Adesivo cementizio migliorato con caratteristiche aggiuntive, scivolamento ridotto e tempo
aperto prolungato
C 2 F T Adesivo cementizio a presa rapida migliorato con caratteristiche aggiuntive e scivolamento
limitato
D 1 Adesivo in dispersione normale
D 1 T Adesivo in dispersione normale con scivolamento limitato
D 2 Adesivo in dispersione migliorato con caratteristiche aggiuntive
D 2 T Adesivo in dispersione migliorato con caratteristiche aggiuntive e scivolamento limitato
D 2 T E Adesivo in dispersione migliorato con caratteristiche aggiuntive, scivolamento limitato e
tempo aperto prolungato
R 1 Adesivo reattivo normale
R 1 T Adesivo reattivo normale con scivolamento limitato
R 2 Adesivo reattivo migliorato con caratteristiche aggiuntive
R 2 T Adesivo reattivo migliorato con caratteristiche aggiuntive e scivolamento limitato
prospetto 6 Classicazione e designazione (Continua)
Simbolo Descrizione
Tipo Classe
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
UNI Pagina 11 UNI EN 12004:2003
APPENDICE A TIPI DI ROTTURA
(normativa)
gura 1 Rottura adesiva fra l'adesivo e il supporto (AF-S)
Legenda
1 Piastra di trazione
2 Piastrella
3 Adesivo
4 Supporto (piastra di calcestruzzo)

gura 2 Rottura adesiva fra la piastrella e l'adesivo (AF-T)
Legenda
1 Piastra di trazione
2 Piastrella
3 Adesivo
4 Supporto (piastra di calcestruzzo)
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
UNI Pagina 12 UNI EN 12004:2003
gura 3 Rottura adesiva fra la piastrella e la piastra di trazione (BT)
Legenda
1 Piastra di trazione
2 Piastrella
3 Adesivo
4 Supporto (piastra di calcestruzzo)
gura 4 Rottura coesiva nell'adesivo (CF-A)
Legenda
1 Piastra di trazione
2 Piastrella
3 Adesivo
4 Supporto (piastra di calcestruzzo)
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
UNI Pagina 13 UNI EN 12004:2003
gura 5 Rottura coesiva nel supporto (CF-S)
Legenda
1 Piastra di trazione
2 Piastrella
3 Adesivo
4 Supporto (piastra di calcestruzzo)
gura 6 Rottura coesiva nella piastrella (CF-T)
Legenda
1 Piastra di trazione
2 Piastrella
3 Adesivo
4 Supporto (piastra di calcestruzzo)
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
UNI Pagina 14 UNI EN 12004:2003
BIBLIOGRAFIA
EN ISO 9001 Quality systems - Model for quality assurance in
design/development, production, installation and servicing
(ISO 9001:1994)
EN ISO 9002 Quality systems - Model for quality assurance in production,
installation and servicing (ISO 9002:1994)
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
UNI Pagina 15 UNI EN 12004:2003
APPENDICE ZA ADESIVI PER PIASTRELLE - DEFINIZIONI E SPECIFICHE
(informativa) PUNTI DELLA PRESENTE NORMA EUROPEA RIGUARDANTI LE DISPOSIZIONI
DELLA DIRETTIVA UE RELATIVA AI PRODOTTI DA COSTRUZIONE (89/106)
Scopo e campo di applicazione
In riferimento al punto 1, la presente appendice ZA si applica ad adesivi utilizzati nel
settore edilizio per la posa della nitura superiore di pavimenti e pareti (interni ed esterni)
eseguita con piastrelle di ceramica, di pietra naturale e niture di prodotti similari.
Sono esclusi gli adesivi per altre niture di pavimenti e pareti, come piastrelle o pannelli di
gomma, plastica e bre tessili.
ZA.1 Punti della presente norma europea riguardanti le disposizioni della Direttiva UE
relativa ai prodotti da costruzione
La presente norma europea stata elaborata nell'ambito di un Mandato conferito al CEN
dalla Commissione Europea e dall'Associazione Europea di Libero Scambio.
I punti della presente norma europea, come indicati nel seguente prospetto, soddisfano i
requisiti del Mandato M/127 adesivi da costruzione conferito nell'ambito della Direttiva UE
relativa ai prodotti da costruzione (89/106/CEE).
La conformit ai presenti punti conferisce una presunta idoneit dei prodotti da
costruzione trattati dalla presente norma europea all/agli impiego/impieghi previsto/i.
AVVERTENZA: Altri requisiti e altre Direttive UE, che non riguardano l'idoneit
all/agli impiego/impieghi previsto/i, si possono applicare a prodotti da costruzione
che rientrano nello scopo e campo di applicazione della presente norma europea.
Nota In aggiunta ai punti specici relativi a sostanze pericolose contenuti nella presente norma europea possono
esservi altri requisiti applicabili ai prodotti che rientrano nel suo scopo e campo di applicazione (per esempio
legislazione europea trasposta e leggi nazionali, regolamenti e disposizioni amministrative). Per soddisfare le
disposizioni della Direttiva UE relativa ai prodotti da costruzione, anche questi requisiti devono essere
rispettati dove e quando si applicano. Una banca dati informativa relativa alle disposizioni europee e nazionali
sulle sostanze pericolose disponibile al sito Internet Construction su EUROPA (CREATE, cui si accede via
http://europa.eu.int).
Prodotto/i da costruzione: Adesivi per piastrelle sottoforma di (vedere 3.2):
- Adesivi cementizi
- Adesivi in dispersione
- Adesivi reattivi
Nota Gli adesivi per piastrelle ceramiche possono, inoltre, essere utilizzati per altri tipi di piastrelle (pietre naturali
e agglomerate, ecc.), nei casi in cui non inuiscano negativamente su tali materiali:
Impiego/impieghi previsto/i: Pavimentazioni interne ed esterne, pareti interne ed
esterne e niture di softti.
prospetto ZA.1 Punti rilevanti
Elenco di
requisiti/caratteristiche
considerate nel Mandato
M/127
Requisiti, punto della presente norma o di altre norme europee Livello/i o
classe/i del
Mandato
Note
Metodo di prova
Forza di adesione
(adesione al taglio, adesione
a trazione ecc.)
a) per adesivi cementizi:
- adesione a trazione iniziale e anticipata: 4.1, prospetto 1
b) per adesivi in dispersione:
- adesione a taglio iniziale: 4.2, prospetto 2
c) per adesivi di resine reattive:
- adesione a taglio iniziale: 4.3, prospetto 3
EN 1348, p.8.2
EN 1324, p.7.2
EN 12003, p.7.2
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
UNI Pagina 16 UNI EN 12004:2003
ZA.2 Procedure per lattestazione di conformit dei prodotti:
Ladesivo per gli impieghi previsti precedentemente elencati, deve seguire il sistema di
attestazione di conformit riportato nel prospetto ZA.2
La valutazione di conformit degli adesivi per piastrelle, trattata nella presente norma, in
riferimento alle caratteristiche identicate nel prospetto ZA.1, deve essere conforme alle
rispettive disposizioni di 5.
ZA.3 Marcatura ed etichettatura CE
ZA.3.1 Marcatura CE
La marcatura di conformit CE, consiste esclusivamente nelle lettere "CE" nella forma
specicata dalla Direttiva 93/68/CEE e, ove necessario, del numero identicativo
dell'organismo noticato.
La marcatura CE per adesivi da costruzione deve essere accompagnata dalle
informazioni elencate di seguito:
- Marcatura CE (riproducente il logo della CPD);
- il nome o marchio identicativo del fabbricante;
- le ultime due cifre dellanno di apposizione della marcatura;
Durabilit
Azione
dellinvecchiamento
climatico/termico
a) per adesivi cementizi:
- adesione a trazione dopo lazione dellinvecchiamento climatico/termico:
Valore dichiarato ... (*) oppure NPD(*)
b) per adesivi in dispersione:
- adesione a trazione dopo lazione dellinvecchiamento climatico/termico e
- adesione a taglio a temperature elevate: 4.2, prospetto 2
c) per adesivi reattivi:
- adesione a taglio dopo shock termico: 4.3, prospetto 3
EN 1348, p.8.4
EN 1324, p.7.4
EN 1324: p.7.5
EN 12003, p.7.5
Azione dellumidit
dellacqua
a) per adesivi cementizi:
- adesione a trazione dopo immersione in acqua: 4.1, prospetto 1
b) per adesivi in dispersione:
- adesione a taglio dopo immersione in acqua: 4.2, prospetto 2
c) per adesivi reattivi:
- adesione a taglio dopo immersione in acqua: 4.3, prospetto 3
EN 1348, p.8.3
EN 1324, p.7.3
EN 12003, p.7.4
Ciclo di gelo-disgelo per adesivi cementizi:
- adesione a trazione dopo il ciclo di gelo-disgelo: Valore dichiarato (*)
oppure NPD(*)
EN 1348, p.8.5
Attacco chimico per adesivi reattivi:
- resistenza chimica: 4.3, prospetto 3 EN 12808-1
(*) Vedere nota al prospetto ZA.3.2.
prospetto ZA.2 Attestazione dei sistemi di conformit
Prodotto(i) Impiego/impieghi previsto/i Livello/i o classe/i Sistema/i di attestazione di conformit
Adesivi per piastrelle Impieghi edilizi - 3(*)
(*) Sistema 3: vedere CPD Allegato III.2.(ii), seconda possibilit.
prospetto ZA.1 Punti rilevanti (Continua)
Elenco di
requisiti/caratteristiche
considerate nel Mandato
M/127
Requisiti, punto della presente norma o di altre norme europee Livello/i o
classe/i del
Mandato
Note
Metodo di prova
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
UNI Pagina 17 UNI EN 12004:2003
- riferimento della presente norma EN 12004;
- il nome e la descrizione del prodotto;
- impiego nale;
- le indicazioni per lidenticazione delle caratteristiche dei prodotti sulla base delle
speciche tecniche (vedere prospetto ZA.1).
ZA.3.2 Esempio di modello di riferimento per la marcatura e letichettatura
Oltre ad eventuali informazioni speciche sulle sostanze pericolose precedentemente
illustrate, il prodotto dovrebbe essere accompagnato, quando e ove richiesto e nella forma
richiesta, dalla documentazione che elenchi qualsiasi altra legislazione sulle sostanze
pericolose a cui necessario conformarsi e tutte le informazioni richieste da tali
legislazioni.
Nota Non occorre citare la legislazione europea senza deroghe nazionali.
ZA.4 Dichiarazione di conformit CE
Una volta ottenuta la conformit alle condizioni della presente appendice, il fabbricante o
il rispettivo agente designato nellEEA deve preparare e conservare una dichiarazione di
conformit (Dichiarazione di conformit CE) che autorizza l'apposizione della marcatura
CE. Tale dichiarazione deve includere:
- nome e indirizzo del fabbricante o di un suo rappresentante autorizzato designato
nell'EEA e luogo di produzione;
Anno: 01
Norma di riferimento: EN 12004
tipo di adesivo: adesivo cementizio
Impieghi finali: pavimentazioni o niture di pareti interne/esterne*
Nome e indirizzo del fabbricante: (.....)
Elenco delle caratteristiche Valori dichiarati Metodi di prova
Forza di adesione (adesione a taglio,
adesione a trazione, ecc.)
- adesione a trazione iniziale:
Tipo C1F della EN 12004
- adesione a trazione precoce:
Tipo C1F della EN 12004
EN 1348, punto 8.2
Durabilit :
Azione dellinvecchiamento
climatico/termico
- adesione a trazione dopo
invecchiamento termico:
Tipo C1F della EN 12004
oppure
valore dichiarato N/mm
2(*)
oppure
NPD
(*)
EN 1348, punto 8.4
Azione dellumidit dellacqua - adesione a trazione dopo immersione
in acqua:
Tipo C1F della EN 12004
EN 1324, punto 7.3
Ciclo di gelo-disgelo - adesione a trazione dopo cicli di
gelo-disgelo:
Tipo C1F della EN 12004
oppure
valore dichiarato ... N/mm
2(*)
oppure
NPD
(*)
EN 1348, punto 8.5
(*) Qualora il fabbricante faccia uso dellopzione NPD (Prestazione non dichiarata) per linvecchiamento
climatico/termico o per i cicli di gelo-disgelo o qualora il valore dichiarato non soddis i requisiti della norma, gli
impieghi previsti devono dichiarare: "non adatto per usi esterni".
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
UNI Pagina 18 UNI EN 12004:2003
- descrizione del prodotto (tipo, identicazione, impiego, ...) e una copia delle
informazioni che accompagnano la marcatura CE;
- disposizioni alle quali il prodotto conforme (per esempio appendice ZA della
presente norma EN);
- condizioni particolari applicabili all'impiego del prodotto (per esempio disposizioni
per limpiego del prodotto in determinate condizioni, ecc.);
- nome e qualica della persona incaricata di rmare la dichiarazione per conto del
fabbricante o del suo rappresentante autorizzato.
La dichiarazione citata deve essere presentata nella lingua o nelle lingue ufciali dello
stato membro in cui il prodotto deve essere impiegato.
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.
La pubblicazione della presente norma avviene con la partecipazione volontaria dei Soci,
dellIndustria e dei Ministeri.
Riproduzione vietata - Legge 22 aprile 1941 N 633 e successivi aggiornamenti.
UNI
Ente Nazionale Italiano
di Unicazione
Via Battistotti Sassi, 11B
20133 Milano, Italia
Document o cont enut o nel pr odot t o UNI EDI L STRUTTURE edi zi one 2006. 2
E' vi et at o l ' uso i n r et e del si ngol o document o e l a sua r i pr oduzi one. E' aut or i zzat a l a st ampa per uso i nt er no.