Sei sulla pagina 1di 19

uEEPAHIHOE AIEHTCTBO HO OFPA3OBAHHR

IOCYAPCTBEHHOE OFPA3OBATEHIHOE
YuPEEHHE
BICBEIO HPOuECCHOHAHIHOIO OFPA3OBAHH
BOPOHECKHH IOCYAPCTBEHHIH
YHHBEPCHTET
T.H. unnnnnona,
H.I. 3axyrcxax
PASSATO REMOTO
Yueno-meronuecxoe nocone nx nyson
Hsarentcxo-nonnrpa]nuecxn nenrp
Boponexcxoro rocyapcrnennoro ynnnepcnrera
2007
Yrnepxeno nayuno-meronuecxnm conerom ]axyntrera PIu 8 max 2007 r.,
nporoxon X 5
Penensenr xan. ]nnon. nayx, on. O.F. Honxnuyx
Yueno-meronuecxoe nocone nororonneno na xa]epe pomancxo
]nnonornn ]axyntrera PIu Boponexcxoro rocyapcrnennoro ynnnepcnrera.
Pexomenyercx nx cryenron nrantxncxoro orenennx 2 xypca nenno
]opmt oyuennx ]axyntrera PIu Boponexcxoro rocyapcrnennoro
ynnnepcnrera.
nx cnennantnocrn: 031201 (022600) Teopnx n meronxa npenoanannx
nnocrpanntx xstxon n xyntryp
2
IL PASSATO REMOTO
Il passato remoto regolare:
I. GUARDARE
io guardai
tu guardasti
egli guard
noi guardammo
voi guardaste
essi guardarono
II. TEMERE
temei (temetti)
temesti
tem (temette)
tememmo
temeste
temerono (temettero)
III. SENTIRE
sentii
senlisti
sent
sentimmo
sentiste
sentirono
ESSERE
io fui
tu fosti
egli fu
noi fummo
voi foste
essi furono
AVERE
ebbi
avesti
ebbe
avemmo
aveste
ebbero
Congiunzione irregolare
I verbi irregolari seguono un modello di coniugazione distinto da quello dei
verbi regolari.
Sulla coniugazione irregolare si pu osservare quanto segue.
1. La maggior parte delle irregolarit riguardano il passato remoto e il
participio passato.
2. La maggior parte dei verbi irregolari appartiene alla seconda
coniugazione.
I verbi irregolari della prima coniugazione sono soltanto: andare, stare,
dare. II verbo andare irregolare soltanto al presente.
Il participio passato di questi verbi regolare (andato, stato, dato).
3. Non tutte le persone del passato remote presentano irregolarita, ma
soltanto la 1
a
(io), la 3
a
singolare (egli) e la 3
a
plurale (essi).
Passato remoto regolare Passato remoto irregolare
TemERE TenERE
Io temei (temetti) io TENNI
Tu temesti ..tenesti
Egli tem (temette) egli TENNE
Noi tememmo ..tenemmo
Voi temeste ..teneste
Essi temerono (temettero) essi TENNERO
3
4. Anche nelle forme irregolari della 1
a
e della 3
a
persona singolare e della 3
a
plurale vi certa irregolarit, cio la 3
a
persona singolare si forma dalla 1
a
singolare e la 3
a
plurale dalla 3
a
singolare:
Esempio:
Io tenni -i
Egli tenne -e
Loro tennero -ero
5. Le varie irregolarit possono a loro volta essere classificate.
Classificazione dei verbi irregolari della 2
a
coniugazione
1. Alcuni verbi prendono una s al posto del gruppo nd del tema nel passato
remoto e nel participio passato.
Infinito Presente indic. Pass. remoto Partic. passato
prendere prendo preSi preSo
spendere spendo speSi speSo
scendere scendo sceSi sceSo
Seguono questo modello altri verbi come:
comprendere, apprendere, difendere, accendere, rendere, appendere, tendere.
2. Altri verbi prendono al passato remoto ed al participio passato una s al
posto della d del tema.
Infinito Presente indic. Pass. remoto Partic. passato
chiudere chiudo chiuSi chiuSo
ridere rido riSi riSo
decidere decido deciSi deciSo
Seguono questo modello altri verbi come:
uccidere, deludere, illudere, accludere, alludere, ardere, dividere, esplodere,
incidere, invadere.
3. Alcuni verbi prendono al passato remoto ed al participio passato una s al
posto dellultima consonante del tema.
Infinito Presente indic. Pass. remoto Partic. passato
correre corro corSi corSo
immergere immergo immerSi immerSo
spargere spargo sparSi sparSo
4
4. Alcuni verbi in cere e gere formano il passato remoto in si e il
participio passato in to.
Infinito Presente indic. Pass. remoto Partic. passato
vincere dinco vinsi vinto
dipingere dipingo dipinsi dipinto
spingere spingo spinsi spinto
Seguono questo modello altri verbi come:
cogliere, togliere, giungere, piangere, scegliere, sciogliere, attingere, spengere
(spegnere), distinguere, tingere, accorgersi, fingere, cingere.
5. Alcuni verbi formano il passato remoto in si ed il participio passato in
sto.
Infinito Presente indic. Pass. remoto Partic. passato
chiedere chiedo chiesi chiesto
rimanere rimango rimasi rimasto
porre pongo posi posto
Seguono questo modello altri verbi come:
rispondere, nascondere, ecc.
6. Alcuni verbi formano il passato remoto in ssi ed il participio passato in
tto.
Infinito Presente indic. Pass. remoto Partic. passato
dire dico dissi detto
scrivere scrivo scrissi scritto
leggere leggo lessi letto
Seguono questo modello altri verbi come:
reggere, correggere, proteggere, trarre, dirigere, distruggere.
7. Il verbo condurre e i suoi derivati fanno al passato remoto in ssi e al
participio passato in otto.
Infinito Presente indic. Pass. remoto Partic. passato
condurre conduco condussi condotto
tradurre traduco tradussi tradotto
dedurre deduco dedussi dedotto
produrre produco produssi prodotto
ridurre riduco ridussi ridotto
sedurre seduco sedussi sedotto
addurre adduco addussi addotto
5
8. I verbi derivati da premere (...primere) formano il passato remoto in essi ed
il participio passato in esso.
Infinito Presente indic. Pass. remoto Partic. passato
esprimere esprimo espressi espresso
opprimere opprimo oppressi oppresso
deprimere deprimo depressi depresso
sopprimere sopprimo soppressi soppresso
comprimere comprimo compressi compresso
ecc.
9. Alcuni verbi formano il passato remoto raddoppiando la consonante tematica.
Il participio passato regolare.
Infinito Presente indic. Pass. remoto Partic. passato
bere (bevere) bevo bevvi bevuto
cadere cado caddi caduto
volere voglio volli voluto
sapere so seppi saputo
tacere taccio tacqui taciuto
piovere piove piovve piovuto
tenere tengo tenne tenuto
piacere piaccio piacqui piaciuto
10. Alcuni verbi della 2
a
coniugazione, infine, presentano un quadro, che sfugge
ad ogni tentativo di classificazione.
Infinito Presente indic. Pass. remoto Partic. passato
vedere vedo vidi visto
fare faccio feci fatto
vivere vivo vissi vissuto
stringere stringo strinsi stretto
valere valgo valsi valso
conoscere conosco conobbi conosciuto
crescere cresco crebbi cresciuto
mettere
(e composti)
metto misi messo
parere paio parvi parso
rompere rompo ruppi rotto
6
I verbi irregolari al passato remoto e al participio passato della terza
coniugazione
Infinito Presente indic. Pass. remoto Partic. passato
apparire (1) appaio apparvi
(apparii, apparsi)
apparso
aprire apro aprii (apersi) aperto
coprire (2) copro coprii (copersi) coperto
venire vengo venni venuto
morire muoio morii morto
__________
(1) Seguono questo modello i verbi derivati da parere (comparire, trasparire,
scomparire, ecc.).
(2) Come coprire si coniugano anche i verbi: scoprire, offrire, soffrire.
ESERCIZI
1. Completate la tabella con le corrispondenti forme del passato remoto.
I. Infinito II. Singolare III. Singolare
sentire sentii sent
aprire aprii
finire
dormire
pulire
salire
spedire
uscire
7
2. Osservate il confronto tra la prima persona del passato remoto di alcuni
verbi en -ere e le forme del participio passato. Completate la tabella con le
forme che mancano.
Infinito 1
a
pass. remoto 3
a
pass.remoto Partic. passato
accendere accesi accese acceso
appendere appese
conclusi concluso
chiudere chiuso
persi perso
scendere scese
3. Scrivete le forme del passato remoto.
1. Venire Io venni
2. Vedere Lui ...
3. Scrivere Noi ...
4. Amare Voi ...
5. Partire Tu ...
6. Prendere Loro ...
7. Avere Lei ...
8. Ascoltare Io ...
4. Mettete i verbi al plurale.
Singolare Plurale
1. Io mangiai noi mangiammo
2. Lei usc ...
3. Tu venisti ...
4. Tu fosti ...
5. Lui vendette ...
6. Io feci ...
7. Lei ebbe ...
8. Io misi ...
8
5. Abbinate le frasi di sinistra a quelle di destra.
1. Quando arrivai a casa a) quando aveva 16 anni.
2. Quando Fausto apr la porta b) e usci di casa.
3. Mia nonna si spos c) non cera ancora nessuno.
4. La storia inizi il giorno in cui d) suo nonno decise di andare a vivere
in America.
5. Giuseppe si mise il cappello e) e centinaia di migliaia di persone
poterono tornare alle loro case.
6. Nellestate del 1999 fin la guerra f) qualcuno lo spinse forte
in Serbia
6. Inserite nel cruciverba il passato remoto dei seguenti verbi.
Orizzontali: 2. Volere. 3. Sapere. 4. Chiedere. 6. Venire. 8. Dare. 9. Bere.
Verticali: 1. Vedere. 2. Vivere. 4. Conoscere. 5. Avere. 7. Mettere.
1
2
3
4 5
6 7
8
9
9
7. Completate le frasi con un verbo al passato remoto.
1. Quando Luca vinse al totocalcio, si... una casa al mare.
2. La prima guerra mondiale... nel 1918.
3. Maria... a studiare italiano a 14 anni.
4. Samuel... in Italia dal 1986 al 1988.
5. Nel 1929 ci... il crollo della borsa di New York.
6. Quando i Romani... in Inghilterra, vi... una popolazione di origine celtica.
8. Ascoltate il dialogo Una vita straordinaria (Bravo, lezione X ).
Presentatore:
Buonasera e benvenuti al nostro programma Italiani di
successo. Questa sera abiamo un ospite eccezionale, il signor
Tommy Lo Santo, italoamericano di Boston. Come certo sapete,
il signor Lo Santo ora proprietario della maggiore catena di
ristoranti negli Stati Uniti.
(Applausi)
Presentatore:
Signor Lo Santo, ci racconti la sua straordinaria carriera. Dov
nato?
Sig. Lo Santo:
Vicino a Palermo. Ero il maggiore di dodici figli. Mio padre era
muratore finchnperse il lavoro.
Presentatore:
E allora?
Sig. Lo Santo:
E allora, come tanti altri italiani, decise di cercare fortuna in
America. Partimmo lui e io. Io avevo quattordici anni.
Presentatore:
E a Boston?
Sig. Lo Santo:
Allinizio non fu facile, anche per via della lingua. Trovai lavoro
come cameriere in un ristorante italiano: meglio che niente. Poi
mi venne unidea.
Presentatore:
E cio?
Sig. Lo Santo:
Feci venire in America anche mia madre e mettemmo su un
10
ristorantino. Lei era una cuoca eccezionale: il locale divent il
migliore della citt.
Presentatore:
E adesso i ristoranti sono diventati moltissimi, una catena.
Sig. Lo Santo:
Esatto. A trentanni ero gi ricchissimo, ma avevo trascurato gli
studi e mi sentivo ignorante. Allora presi un diploma, e poi
seguii un corso di economia.
Presentatore:
Perbacco! E si laure?
Sig. Lo Santo:
S, e ci tengo a dire che presi il massimo dei voti. Ma non finita
qui.
Presentatore:
Ah, no?! E cosa fece ancora?
Sig. Lo Santo:
Volli fare unesperienza in un campo nuovo, quello della
politica.
Presentatore:
Ebbe successo anche qui, naturalmente.
Sig. Lo Santo:
S, diventai senatore. Lo sono ancora adesso, dopo tanti anni.
Presentatore:
Non c da dire: la sua carriera stata davvero straordinaria.
9. Riascoltate il dialogo e decidete se le seguenti afermazioni sono vere o
false.
Il sig. Lo Santo part per America insieme al padre. V F
Il sig. Lo Santo fu contento di trovare lavoro come cameriere.
La madre del sig. Lo santo sapeva cucinare benissimo.
Il sig. Lo Santo era soddisfatto di avere tanti soldi e non
desiderava altro.
Il sig. Lo Santo si occup di politica per un breve periodo.
10. Riascoltate il dialogo leggendo il testo, poi scegliete la corretta alternativa.
1. Il sig. Lo Santo segu il padre in America:
a) per studiare;
b) perch la sua famiglia era povera e doveva aiutarla;
11
c) per aprire un ristorantino
2. Con la catena di ristoranti Il sig. Lo Santo:
a) divent un po pi ricco;
b) divent ricco prima dei trentanni;
c) divent il pi ricco della citt.
3. Il sig. Lo Santo un italiano di successo perch:
a) ha aperto una fabrica in America;
b) ha comprato unazienda agricola in Sicilia;
c) unuomo che si fatto da solo.
11. Rispondete alle seguenti domande con dati personali, secondo i modelli:
Dove frequentasti la scuola elementare?
La frequentai a Roma.
Quando prendesti la licenza elementare?
La presi nel 1990.
1. Dove frequentasti la scuola media?
2. Dove frequentasti il liceo?
3. Dove frequentastiluniversit?
4. Quando prendesti la licenza media?
5. Quando prendesti la maturit?
6. Quando prendesti la laurea?
12. Osservate lesempio e, in coppia, eseguite mini-dialoghisimili usando le
parole-stimolo/
A. (Tu) finire di lavorare? A. Quando finisti di lavorare?
B. 1985 B. Finii nel 1985.
A. Tua moglie? A. E tua moglie quando fin?
B. Un anno dopo. B. Lei fin un anno dopo.
1. A. (Tu) partire per lestero? ___________________________
B. 1970 ___________________________
A. Tuo fratello? ___________________________
12
B. Due anni dopo. ___________________________
2. A. (Tu) tornare dalla Francia? ___________________________
B. 1998. ___________________________
A. Paolo? ___________________________
B. lanno precedente. ___________________________
3. A. (Tu) prendere il primo stipendio? ___________________________
B. 1995. ___________________________
A. Anna? ___________________________
B. lanno seguente. ___________________________
13. Completate il testo con i verbi nel passato remoto:
Paul Gauguin, pittore francese, (nascere) a Parigi nel 1848. A diciasette anni
(fare) il marinaio, nel 1871, a ventitr anni, (diventare) agente di cambio,
raggiungendo una certa ricchezza. Il suo interesse per la pittura era forte e presto
(divenire) pittore dilettante. Spinto dal desiderio di evasione, nel 1883
Gauguin (lasciare) il lavoro e la famiglia per seguire una vita avventurosa. A
Tahiti (dipingere) i suoi quadri pi belli e pi tardi (divenire) scrittore per
raccontare il suo soggiorno tahitiano. Negli ultimi anni (essere) anche
scultore.
14. Rispondete secondo il modello:
In Canada che lavoro fece, signor Rossi? Feci il falegname.
1. In Germania che lavoro fece, signor Melzi?
(lidraulico)
2. In Australia che lavoro fece, signor Renzi?
(il meccanico)
3. In Svizzera che lavoro fece, signor Cardi?
(il carroziere)
13
15. Completate il testo con i verbi seguenti.
Battezz (oxpecrnn, nasnan), volle, pens, fece, pass, mor, affidarono
(onepnnn), salp (oruannn), nacque, suscit (ntsnana (sanncrt)), sbarc
(ntcanncx), cerc.
Grandi scoperte:
Cristoforo Colombo, Amerigo Vespucci
Cristoforo Colombo, il pi grande navigatore del passato, a Genova nel
1451. Da giovane aveva sentito dire che la terra era rotonda. Ne era tanto
convinto che di girare il globo per via di mare, per non verso lOriente, come
Marco Polo aveva fatto due secoli prima per via di terra, ma attraverso
lAtlantico verso lOccidente.
Per realizzare il suo progetto, Colombo aiuto presso la Corte
portoghese, ma invano. allora in Spagna i cui sovrani gli tre caravelle con
un equipaggio di circa cento uomini.
dal porto spagnolo di Palos, allalba del 3 agosto 1492 e dopo
settimane di dura navigazione, il 12 ottobre dello stesso anno in una piccola
isola. La con il nome di San Salvador, sempre convinto per che aveva
raggiunto le Indie. Invece aveva scoperto un nuovo continente: lAmerica!
La sua fama molte invidie: povero e abandonato in una piccola citt
spagnola nel 1506.
Ma il caso che lonore di dare il proprio nome alla nuova terra che
aveva scoperto Colombo tocasse al navigatore fiorentino Amerigo Vespucci.
Egli due nuovi viaggi ad esplorare le terre appena scoperte del Nuovo Mondo.
Chiss che cosa avrebbe scoperto Colombo, se lAmerica non gli avesse
sbarrato la strada!
16. Traducete in italiano usando il lessico del testo precedente.
1. Xpncro]op Konym, nennuamn mopennanarent npomnoro, ponncx n
Ienye.
14
2. Konymy yanoct nonyunrt noepxxy ncnancxnx monapxon, xoropte
ann emy rpn xapanennt n +xnnax ns cra uenonex.
3. Konym orxptn Amepnxy, yyun ynepenntm n rom, uro ocrnr eperon
Hnnn.
4. Ymep Konym n 1506 r. n xpane nnmere n ncemn satrt.
5. Ho none cnyuax, uecrt art cnoe nmx nonomy xonrnnenry ntnana ne
Konymy, a pyromy nrantxncxomy mopennanarenm ]nopenrnny Amepnro
Becnyuun.
6. Becnyuun conepmnn necxontxo nyremecrnn x eperam Rxno Amepnxn,
xoropym on nasnan Hontm Cnerom.
17. Completate il testo con i verbi nel passato remoto.
Michelangelo Buonaroti
(Nascere) nel Casentino, a Caprese, nel 1474, e, ancora bambino,
(mostrare) chiaramente la sua viva passione per il disegno. Ben presto
(frequentare) la scuola di scultura nella casa di Lorenzo dei Medici, il
Magnifico. In questa scuola (porre) le basi di quella sua arte, alla quale ancora
oggi tutto il mondo guarda con profonda meraviglia.
Morto il Magnifico, suo figlio Pietro (continuare) ad amare Michelangelo,
ma non era in grado di capirne larte e la personalit. Lo teneva presso di s per
divertirsi, tanto da fargli fare, una volta, allaperto, in una giornata freddissima
una statua di neve, la quale, meravigliosa, comera, (andare) perduta dopo
poche ore. Michelangelo, stanco di questa vita, (andare) a Bologna.
Dopo un anno (ritornare) a Firenze. Ma poco dopo (essere) chiamato a
Roma e questo momento comincia la parte pi importante dellattivit di
Michelangelo. Fra le sue opere meravigliose, la pi conosciuta, La Piet, ancora
oggi oggetto dellattenzione del mondo, nella chiesa di San Pietro in Vaticano.
Tornato a Firenze, (fare) la grande statua del David, usando un pezzo di
marmo giudicato inutile e abbandonato da un altro scultire. Poi (lavorare)
15
insieme a Leonardo in unopera che ha per soggetto la guerra di Pisa, nella sala
del Gran Consiglio in Palazzo Vecchio. Aveva allora ventinove anni ed era gi
conosciuto come il pi grande artista del tempo.
Gilio II, appena divenuto papa, (dare) in carico al Bramante di costruire
San Pietro e a Michelangelo di costruire la propria tomba di cui faceva parte il
celebre Mos. Poi, in venti mesi Michelangelo (dipingere) a Roma la Cappella
Sistina. Sempre in Vaticano (nascere) il celebre Giudizio Universale.
(Costruire) la cupola di San Pietro.
Si limitava molto nel mangiare, dormiva pochissimo, era danimo generoso e
(essere) sempre pronto a sentire la voce dellarte vera. Modestissimo e
semplice nella vita, allegro nel parlare, attento e aperto nellamicizia.
A novanta anni, ancora vivo nellintelligenza e nello spirito, Michelangelo
(sentire) la morte vicina e (scrivere) queste parole: Do lanima mia a Dio,
lascio il mio corpo alla terra e le mie cose ai parenti pi prossimi.
18. Fate 10 domande sulla vita e larte di Michelangelo.
19. Traducete in italiano.
1. B pannem nospacre Mnxenanxeno cran nocemart crynm cxyntnrypt
npn ome Hopenno Menun. Tora xe tnn sanoxent ocnont ero
ncxyccrna, xoroptm o cnx nop nocxnmaercx nect mnp.
2. Hocne cmeprn Hopenno Bennxonennoro ero ctn Hterpo no-npexnemy
nmnn Mnxenanxeno, no ne tn n cocroxnnn onennrt ncxyccrno n
nnunocrt.
3. Bepnynmnct no unopennnm, on cenan snamennrym crarym anna.
4. On paoran nmecre c Heonapo na nponsneennem o Hnsancxo
none.
5. Rnn II nopyunn emy coopynrt cxnen n coope Cnxroro Herpa.
6. Mnxenanxeno raxxe nocrponn nennuecrnennt xynon coopa.
7. 3a 20 mecxnen on pacnncan Cnxcrnncxym Kanenny.
16
20. Leggete la fiaba La principessa sul pisello e completatelo sottolineando
fra parentesi le forme verbali giuste.
C'era una volta un principe che voleva sposare una principessa, ma ella
doveva essere una principessa vera, una fanciulla di sangue blu. Perci se ne
(vade, ando, and) in giro per il mondo cercando la giovinetta dei suoi sogni.
Di fanciulle che affermavano di essere vere principesse egli ne (trov,
trov, trovve) moltissime, ma al momento di sposarsi il principe era assalito da
un dubbio: "Sar proprio una principessa di sangue blu, oppure no?" Qualcosa,
infatti, nel loro modo o nel loro portamento era poco reale e non convinceva del
tutto il principe.
Egli quindi non si decideva a sceglierne alcuna e, infine, dopo tanto
vagare per il mondo, se ne (torn, tornasse, torn) al suo castello, deluso per
non aver trovato ci che desiderava. Una sera si (scaten, scatenn, scatenne)
un temporale: i lampi si incrociavano, il tuono brontolava, cadeva una pioggia
torrenziale: non si era mai vista una bufera cos!
Qualcuno (buss, bussasse, buss) alla porta del castello, e il vecchio re
(afrettasse, afrettose, si affrett) ad aprire.
Era una principessa. Ma come l'avevano ridotta la pioggia e il
temporale! L'acqua cadeva a rivoli dai suoi capelli e dai suoi vestiti, e le entrava
nelle scarpe, uscendone dalla suola. Tuttavia ella (si present, si present,
presentosse) affermando di essere una vera principessa.
"E' ci che sapremo presto " (pense, pensi, pens) la vecchia regina, e
senza dire nulla a nessuno (entr, entre, entr) in una camera e (mett, mettette,
mise) un pisello nel letto che era in mezzo alla stanza. Quindi (prend, prese,
prense) venti materassi, li (stese, stette, stend) uno sopra l'altro sul pisello, e vi
(aggiung, aggiunse, aggiungette) ancora venti piumini.
Era quello il letto destinato alla principessa sconosciuta. a principessa
(ven, ven, venne) accompagnata nella camera che le era stata destinata, e (si
corich, si coric, si coricheste). Ma, per quanto fosse sfinita dalla stanchezza,
17
non riusciva assolutamente ad addormentarsi.
Da qualunque parte si girasse, sentiva sempre qualcosa di duro che le
dava fastidio.
L'indomani mattina il re, la regina e il principe (buss, bussarono,
bussattero) alla sua porta, le (darono, dierono, diedero) il buon giorno e le
(chiestero, chiesero, chiusero) come avesse passato la notte. Male! Molto
male! ella (rispose, rispond, risponse) Non ho potuto chiudere occhio! Dio
solo sa quello che c'era nel letto! Era qualcosa che mi ha fatto venire la pelle
livida. Che supplizio ho dovuto sopportare per tutta la notte! Ho provato a
guardare fra le lenzuola. Ma non ho trovato nulla. Il re, la regina e il giovane
principe (si diedero, si dettero, si dessero) uno sguardo d'intesa: dalla risposta
della fanciulla essi avevano capito che si trattava di una vera principessa!
Ella aveva infatti sentito un pisello attraverso venti materassi e venti
piumini. Chi mai, se non una vera principessa, una principessa di sangue blu
poteva avere una pelle cos delicata e sensibile?
Il principe, convinto ormai che si trattava di una giovane di sangue reale,
la (sceli, scelte, scelse) subito come sposa. l pisello (fu, fui, foste) messo nel
museo, dove credo si trovi ancora, a meno che qualche persona non lo abbia
portato via. Ecco, vi ho raccontato una storia vera, vera come la bella
principessa.
Hans Cristian Andersen
18
V:eouoe usoauue
mnnnnnona Tartxna Hnxonaenna,
3axy1cxan Harannx Iennanenna
PASSATO REMOTO
Yueno-meronuecxoe nocone nx nyson
Peaxrop R.O. Cantnnxona
Honncano n neuart 21.06.07. uopmar 6084/16. Ycn. neu. n. 1,1.
Tnpax 100 +xs. 3axas 1297.
Hsarentcxo-nonnrpa]nuecxn nenrp
Boponexcxoro rocyapcrnennoro ynnnepcnrera.
394000, r. Boponex, nn. nm. Hennna, 10. Ten. 208-298, 598-026 (]axc)
http://www.ppc.vsu.ru; e-mail: pp_center@typ.vsu.ru
Orneuarano n rnnorpa]nn Hsarentcxo-nonnrpa]nuecxoro nenrpa
Boponexcxoro rocyapcrnennoro ynnnepcnrera.
394000, r. Boponex, yn. Hymxnncxax, 3. Ten. 204-133.
19