Sei sulla pagina 1di 41

P o r t f o l i o di C h i a r a C a v a l l e r i

The streets shall be our brushes-the squares our palettes. V. Majakovskji My work is like the light in the fridge, it only works when people open it. L. Gillick

Open doors - Documentario - 135 min. - 2 013.

Realizzato con Laura Basta e Borj a Franco Garzon. Finanziato dall' Unione Europea nell' ambito del progetto Open doors. Con il supporto di Laboratorio53 onlus. Open doors un documentario girato parallelamente ad di un progetto europeo di ricerca da cui prende il nome. Per un anno abbiamo indagato sulle condizioni di inclusione sociale di richiedenti asilo e rifugiati in Italia, Spagna, Ungheria, Grecia, Cipro e grazie ad un team internazionale e ad una rete di ONG abbiamo potuto approfondire situazioni specifiche in ogni paese e far conoscere buone pratiche che stanno creando, nel loro piccolo, uno spiraglio di luce nel buio panorama europeo.

I cantastorie - Installazione e happening - nell' ambito di:

Sentieri Creativi - Rifugio Alpe Corte, Valcanale ( Bergamo) , Spazio Polaresco ( Bergamo) . 2 013 www. sentiericreativi. it Durante la preparazione di un' installazione per il progetto Cuore di pietra ( Pianoro, Bologna 2 012 ) , Adriano Simoncini, maestro e studioso della storia popolare, mi raccontava di quando una volta la sera le persone si radunavano nei fienili attorno ai cantastorie. Erano eventi eccezionali che creavano gioia ed eccitazione: tutti i partecipanti portavano un po' di olio di noce per tenere accesa una lanterna che veniva posta accanto al narratore, poi si sedevano sulla paglia ed ascoltavano per ore a bocca aperta, lasciandosi trasportare dalla fantasia. Le storie si tramandavano di stalla in stalla, di bocca in bocca, trasformandosi di volta in volta a seconda del narratore e del pubblico ma rimanendo cos sempre vive nella memoria. Oggi continuare a tramandarsi storie uno strumento di resilienza, un modo per rimanere umani riscoprendo i legami con i nostri antenati in un presente che sembra voler appiattire ogni racconto, che ci sommerge con un eccesso di beni e informazioni quasi soffocante e che parla del passato come una cosa morta e noiosa. Camminado a ritroso nella nostra storia popolare mi emoziono pensando a quanto valeva un racconto in un mondo con pochissimi libri e senza internet, a quanto potenti fossero i simboli che ancora giacciono dimenticati da qualche parte nella nostra mente e alla responsabilit che dava quella lanterna di cui mi parlava Simoncini, che tutti, a turno, dovevano alimentare per continuare ad ascoltare. Cos sono nati I Cantastorie, lanterne rotanti costruite quasi interamente con materiali naturali che ruotando nel buio raccontano alcune storie di quei tempi che sono arrivate fino a noi. I racconti provengono dall' installazione Gh' era na lta, e sono stati riletti durante 2 happening notturni nel bosco, alla luce delle lanterne.

Sui miei passi - Performance e installazione - nell' ambito di:

Sentieri Creativi, Sentiero delle orobie orientali, Spazio Polaresco ( Bergamo) - 2 012 . www. sentiericreativi. it

Giro delle orobie orientali. Tenda in spalla. 6 giorni. 80 chilometri a piedi. Sole a picco e temporali estivi. Cieli stellati indimenticabili e luna piena ad illuminare le notti. Ottimi compagni di viaggio. Camminare, ascoltare, osservare. Interrogare la natura incontaminata per trovare un senso all' intervento umano. Ogni forma d' arte primitiva nasceva da un rito propiziatorio. Abbiamo quasi pregato il cielo perch finisse un temporale. Poi avrei voluto erigere un monumento al vento che si era portato via la perturbazione ma di nuovo stavamo camminando per arrivare alla meta prima che facesse buio. L' opera non il prodotto finito ma il percorso. E' il disegno fatto dalle impronte dei nostri piedi lungo il sentiero, il silenzio che si crea nella testa mentre risaliamo la montagna, l' ostacolo che ci fa cambiare strada per l' ennesima volta. Camminare cercando un contatto sincero con la realt circostante per non intrappolarla in un feticcio. E le parole non servono pi a nulla, al racconto si sostituiscono i rumori, i colori, gli odori. Il tempo ricomincia a scorrere e non rimane che qualche pezzo di terra attaccato alle scarpe, un fiore essicato in un libro, un sasso raccolto sul sentiero. E guardandoli non si pu far altro che pensare che non esiste nessun modo al mondo per raccontare tutta la strada che passata sotto i piedi ed ora non pi.

C'era una volta - in collaborazione con Marco Bonaccolto

-Installazione audio - durata variabile, in loop - via Carducci, Pianoro ( Bologna) . Nell' ambito del Progetto Cuore di Pietra a cura di Mili Romano. 2 012 www. cuoredipietra. it Installazione audio con registrazione di storie, favole, filastocche racconti di guerra e resistenza raccolti a Pianoro e riprodotti dalle finestre delle case del paese. La location dell' opera non affatto casuale: le favole si possono ascoltare in particolari momenti dell' anno dalle finestre delle case popolari di via Carducci, in corso di smantellamento. Cuore di pietra da molti anni si occupa di raccogliere e mantenere viva la storia del paese che si sta piano piano cancellando con l' abbattimento di edifici storici. Immagini dell' installazione si possono vedere nel documentario: Cuore di pietra, un progetto di public art a Pianoro.

Gh'era 'na lta - Installazione -

Legno, carta, corda - nell' ambito di: Sentieri Creativi, Rifugio Alpe Corte, Bergamo - 2 011 www. sentiericreativi. it
Le nostre montagne sono mute signore immobili, osservano silenziose lo scorrere degli anni. Custodiscono il segreto della vita e della morte. Della natura che sopraff l' uomo e dell' uomo che invano cerca di dominarla. Hanno impressi sulle loro schiene i passi di milioni di esseri umani Le montagne sono il luogo dove ritorniamo per misurarci con noi stessi, ora che la vita ci ha indissolubilmente separati dalla nostra essenza istintuale. Gh' era ' na olta il punto di arrivo di un lungo viaggio verso casa. Dopo sei mesi passati in Ucraina ritorner in Italia attraversando i Balcani. Da pi di un anno sto riflettendo sul significato delle storie: ho raccolto favole, miti e leggende, ho viaggiato e mi sono fatta stregare da visi stranieri, accenti esotici, dal suono di lingue di paesi lontani. Ho raccolto pezzi di una tradizione orale che si sta piano piano sgretolando sotto il peso della tecnologia, della razionalit, della frenesia della vita quotidiana. Sono diventata lo scrigno che racchiude i volti e le voci di sconosciuti incontrati per caso sul treno, di amici lontani, dei vicini di casa. Questa volta ho avuto l' occasione di viaggiare rimanendo ferma: per qualche giorno mi sono accampata nei dintorni del rifugio Alpe Corte per ascoltarne le storie. Ho camminato lungo i sentieri delle Orobie, parlato con i pastori, i rifugisti, gli escursionisti, ho approfittato delle notti buie, della pioggia ma anche di brevi pause per interrogare le persone sulle leggende ma anche sulle storie vere che le nostre montagne custodiscono silenziosamente. Ho poi restituito questi racconti sotto forma di libri appesi agli alberi circostanti il rifugio, cos che possano tramandare queste briciole di storia alle genti di passaggio.

, Benvenuti nelle terre di confine - Installazione

- Fotografie di dimensioni variabili, plexiglass di recupero, cornici - Esposta presso Spazio Edon, Bergamo e La citt dell' Utopia, Roma ( in collaborazione con Borj a Franco Garzon) 2 011-2 013.

Il racconto di un lunghissimo viaggio tra sogno e realt dall' ucraina all' italia e viceversa. lo sguardo di un' europea in fuga da un mondo capitalista ormai senza senso si incrocia alle parole di Lena A. una ragazza ucraina fuggita in europa alla ricerca di una nuova vita. Le fotografie e testi sono visibili sul blog hitthecity. noblogs. org.

On ce upon a t i me - Pitture murali - progetto finanziato dall' ONG Debate Center - M. art. ins' Club, Donetsk, UA - 2 011.
M. art. ins' Club un' organizzazione che si prende cura di alcune casefamiglia nella periferia di Donetsk. Quella per cui abbiamo creato questo progetto ospita da 2 0 a 30 minori e ragazze madri, a causa della posizione periferica non viene visitata molto spesso da esterni e agli utenti affidata tutta la manutenzione dell' abitazione. Con il progetto Once upon a time abbiamo visitato pi volte gli abitanti della casa, portando in dono libri, leggendo storie ai bambini, giocando con loro. Insieme abbiamo deciso di intervenire sulle pareti interne dell' edificio ( da tempo ricoperte di fuliggine della stufa che riscalda la casa) ridipingendole e disegnando alcuni animali delle favole. Il miglioramento estetico dell' abitazione ha aiutato gli abitanti ad apprezzarla maggiormente e prendersene cura pi spesso, i bambini hanno avuto la possibilit di utilizzare la loro creativit per uno scopo per loro " importante" .

Mentre lei sogna - in collaborazione con Antonello Ghezzi e Mili

Mentre lei sogna un progetto creato in collaborazione con Antonello Ghezzi e Mili Romano e selezionato per La promenade dell'arte, Torino Parco Spina 4 . Al momento in fase di realizzazione prevede la creazione di un frutteto condiviso all' interno del parco con alberi provenienti dai paesi d' origine degli abitanti del quartiere. Gli abitanti stessi e gli alunni delle scuole si prenderanno cura delle piante. Al momento dell' inaugurazione si terr un workshop in cui verranno raccontate e raccolte storie legate a questi alberi.

Romano. Workshop e installazione - Torino, Parco Spina 4 - Da realizzarsi nel 2 014

Collocazione del frutteto nel parco Spina4 .

Da wn o da wn o t emu z a gura mi z a l a s a mi (C' era un a vol t a ) Installazione - Riproduttori audio, CD - Via Belle Arti, Bologna - 2 011
L opera comprende una serie di riproduttori audio, disposti in Via delle Belle Arti ( e limitrofi) . Le locations sono di diverso tipo: finestre delle case, impianti stereo dei bar, filodiffusione nei negozi, nel parco del guasto, ecc. Il giorno 7 ottobre per tutta la mattina, i riproduttori hanno " suonato" ai passanti un CD con all interno numerose favole nelle lingue pi disparate: dall arabo al francese, dal tigrinya allo spagnolo. L opera nasce dalla riflessione su due argomenti principali: sugli usi non-convenzionali delle lingue e ttt

L opera comprende una serie di riproduttori audio, disposti in Via delle Belle Arti ( e limitrofi) . Le locations sono di diverso tipo: finestre delle case, impianti stereo dei bar, filodiffusione nei negozi, nel parco del guasto, ecc. Il giorno 7 ottobre per tutta la mattina, i riproduttori hanno " suonato" ai passanti un CD con all interno numerose favole raccontate da narratori diversi, nelle lingue pi disparate: dall arabo al francese, dal tigrinya allo spagnolo. L opera nasce dalla riflessione su due argomenti principali: gli usi non-convenzionali delle lingue e l importanza della tradizione del racconto orale. Le favole sono state raccolte, a partire dalla primavera 2 009, prima nel centro per rifugiati di Bristol Refugee Rights, poi tra amici, conoscenti e sconosciuti. La raccolta un infinito work-in-progress che poi diventato un filo conduttore per tutte le mie opere successive.

Luqda a ku h a dl a a ma fa h meys a ?(Do you s pea k my l a n gua ge?) Installazione audio - 8' 2 2 loop - Bristol ( UK) , varie locations - 2 010
Il progetto e' nato durante la partecipazione ad un corso di lingua. The language proj ect prevede corsi settimanali di Inglese e Spagnolo che si tengono alla Co-op Kebele. Il corso e' mirato a fornire le basi per la comunicazione attraverso il dialogo tra gli studenti ( a diversi livelli di apprendimento della lingua) . Di volta in volta gli alunni sono stimolati a portare alla lezione temi di discussione e materiali ( articoli di giornale, libri, materiali audio, ecc) , nonche' particolari curiosita' e domande riguardanti la grammatica. Il programma si costruisce cosi' di volta in volta senza l' imposizione dell' insegnante. Insegnante ed assistente sono figure di supporto durante la lezione: correggono gli errori degli studenti, rispondono alle domande, creano spunti per il dialogo ma non interferiscono nello svolgimento. Vista la presenza di persone provenienti da nazioni molto lontante, la lezione diventa un pretesto di scambio culturale e conoscenza reciproca. Attraverso questo lavoro vorrei creare un ironico vocabolario per la sopravvivenza . Il primo obiettivo del lavoro e' quindi coinvolgere i partecipanti del corso di inglese e gli utenti del Refugee center dove sono volontaria per capire quali parole possono essere indispensabili per sopravvivere in un paese straniero. Interessante inoltre capire come le parole acquistano o perdono di importanza in luoghi diversi. Il dizionario e' stato elaborato con l' aiuto di 12 traduttori che hanno partecipato alla stesura ed alla traduzione. Jack V. Inglese, Chiara Italiano, Dahhir Francese, Lara Croato, Guim Catalano, Mahim* Arabo, Vladimir Bulgaro, Filip Polacco, Pepe Spagnolo, Agnes Svedese, Tigrinya, Mo Somali, Jack H. Afrikaans.

Seed#1 - Laboratorio di serigrafia Bristol ( UK) - 2 010


I l l aborat ori o nat o ne l 2 0 1 0 al l a Co-op K e b e l e , n e l qu a r t i e r e E a s t o n di B r i s t o l , a r e a c o n i l p i a l t o t a s s o d i i mmi g r a t i d i t u t t a l a c i t t . s t a t o s e de di c o r s i di s e r i g r a f i a e a b b i a mo s t a mp a t o p e r d i v e r s i g r u p p i mu s i c a l i d i B r i s t o l , a t t i v i s t i e p e r i l c e n t r o p e r r i f u g i a t i d i B r i s t o l Re f u g e e Ri g h t s ( d o v e h o a n c h e t e n u t o u n c o r s o " a d o mi c i l i o " ) . N e l g i u g n o 2 0 1 0 a b b i a mo p a r t e c i p a t o a d Ea s t on Art Fa i r c o n de i wo r k s h o p s s p e c i a l i . S e e d# 1 o l t r e a d e s s e r e u n l a b o r a t o r i o a n c h e s t a t o u n i mp o r t a n t e s p a z i o d i a g g r e g a z i o n e e i nt e rcul t ural i t .

Al t r o

It ' s a ma t t er of power - installazione - 30 sculture di cera - Temple Meads, Bristol, UK - 2 009

Piccola installazione urbana sul tema del potere. Le piccole sculture sono una metafora dei paesi occidentali, uomini grassi che tengono al guinzaglio dei cani scheletrici ( i paesi in via di sviluppo) , sono state poste di fronte ad alcuni luoghi " simbolo" come spunto per far riflettere i passanti.

Bugz #1 , Bugz #2 - video - durata variabile, in loop - 2 009

Video dedicati al tema dell' informazione e della manipolazione dell' opinione pubblica attraverso di essa. Entrambe le opere sono state ispirate dagli scritti di Baudrillard. Bugz #2, una rivisitaione della divina commedia attravers Youtube, in cui lo spettatore viene trascinato attraverso i gironi infernali in un estenuante crescendo. stato presentato alla rassegna di videoarte The Scientist ' 09, nella sezione accademie.

Th e t ree proj ect - installazione - materiali di recupero - 2 009

Utopico progetto di ricostruzione di un albero a partire dal risultato della sua lavorazione: la carta stampata. La creazione della scultura, minuziosamente documentata, durata pi di un mese e ha necessitato pi di 100 ore di lavoro.

Ba ckgroun d n oi s e - documentario - 15, 55' - 2 010 ( in collaborazione con Guim Camps Parera)

Breve documentario che racconta la stora dell' apertura di un supermercato Tesco ( grande marchio di supermercati) nella via con pi negozi indipendenti del sud dell' Inghilterra, Glouchester rd. L' evento ha causato numerose proteste dei cittadini che hanno occupato l' edificio per pi di un mese, trasformandolo in uno spazio culturale e progettando per esso una soluzione alternativa ma realistica all' insediamento della multinazionale.

CURRICULUM VITAE

Chiara Cavalleri Nata a Bergamo il 4 luglio 1987 Indirizzo: Via Montecuccoli 32 , 0017 6, Roma N. ro di telefono: +39 34 0 37 2 02 38 Email: Chrcvl@ gmail. com
Educazione accademica

-Gennaio 2 012 -Dicembre 2 012 , Master in Politiche dell' incontro e mediazione culturale in contesti migratori, Universit Roma3, Roma. - 7 ottobre 2 010, Esame di diploma equiparato ad una laurea di I livello all Accademia di Belle Arti di Bologna. Tesi di laurea dal titolo Art Hit the city sull inserimento degli artisti in contesti di rigenerazione urbana. Votazione 110 e lode. - Settembre 2 009-Giugno 2 010, Varie locations, Bristol, Stesura tesi su Arte pubblica. - Gennaio 2 009-Giugno 2 009, University of West of England, Bristol, UK, Progetto Erasmus - Settembre 2 006-Gennaio 2 009, Accademia di Belle Arti di Bologna, Italia, Iscritta al corso di Pittura

Educazione complementare

-Febbraio 2 014 , Formazione sull' uso della terra cruda per la costruzione di strutture architettoniche e oggetti con Nicolas Panelli, Fonte Trocchi, Tufillo. -da ottobre 2 013, Formazione continua sulla lavorazione della terracotta nello studio di Jo Campbell, Villa Elsa, Palombara Sabina ( Roma) . -Maggio 2 012 , Formazione di Teatro dell' oppresso sulle questioni di genere condotta da Jale Karabekir, CSOA ex Snia, Roma. -Marzo 2 012 -Giugno 2 012 , Laboratorio53, tirocinio formativo. Associazione che opera con rifugiati e richiedenti asilo, provvedendo all' assistenza sociale/legale e all' accoglienza. -Marzo 2 012 -Giugno 2 012 , refugee scART, tirocinio formativo. Laboratorio di artigianato artistico prodotto da rifugiati, creato da Spiral Foundaton con il patrocinio dell' UNHCR. -Gennaio 2 012 , Stop Child Labor, workshop tenuto da CESVI per la creazione di un corto per sensibilizzare sulla problematica del lavoro minorille. -Dicembre 2 010, Workshop Palestra di Arte Pubblica per Piazza Verdi, di ON. Luci nella citt. Bologna. -Novembre 2 010, Workshop di progettazione di un parco per il quartiere Spina 4 di Torino, PROMENADE dell ARTE E DELLA CULTURA INDUSTRIALE. -Ottobre 2 010, Assistente dell' artista di fama nazionale Andreco nella realizzazione di una pittura murale per il progetto Cuore di Pietra ( Pianoro, BO) e Turtle' s organs dance per un' iniziativa a Palazzo d' Accursio ( BO) . -Giugno 2 010, Viaggio studio sull Arte Pubblica in Olanda ( Amsterdam, Utrecht e Rotterdam) , a cura della prof. Mili Romano e dell Accademia di Belle Arti di Bologna -Dicembre 2 010, Subvertising, Workshop sulla Radical Art a cura dell associazione Trapese, Galleria Arnolfini, Bristol, UK.

Mostre e lavoro artistico

-da Marzo 2 014 , organizza insieme a Damaso Perrotta, esperto di erbe eduli e medicinali percorsi Poetico-culinari sulle erbe spontanee presso varie locations nel lazio.

-da Marzo 2 014 , insegna intreccio artistico ed artigianale con materiali naturali presso Ass. Terraemani, CSA La torre, Azienda agrituristica I Birbi e altre locations nel lazio. -Novembre 2 013, proiezione del documentario Open Doors sulle condizioni di inclusione sociale di richiedenti asilo e rifugiati in europa presso Spazio Europa, La citt dell' utopia, Isola pedonale del quartiere Pigneto. Roma -Luglio 2 013 partecipazione a Sentieri Creativi 2 013, mostra sitespecific per i sentieri delle Orobie, con la preformance-installazione I cantastorie. -Giguno 2 013, proiezione di un' anticipazione del documentario Open Doors sulle condizioni di inclusione sociale di richiedenti asilo e rifugiati in europa presso il No Border Festival, Roma. -Marzo 2 013, Mostra fotografica/video Benvenuti nelle terre di confine. Ricordi dall' europa dell' est. In collaborazione con Borj a Franco Garzon, presso La citt dell' utopia, Roma. -Novembre 2 012 , Sentieri creativi, mostra collettiva presso spazio Polaresco, Bergamo. -Da ottobre 2 012 , Laboratorio dell' immaginAzione, laboratorio artistico/espressivo per richiedenti asilo e rifugiati in collaborazione con l' ass. Laboratorio53, Roma. -Giugno-ottobre 2 012 , C' era una volta, installazione e lavoro di ricerca su favole e filastrocche nel Comune di Pianoro, Bologna, nell' ambito dell' iniziativa di arte pubblica Cuore di Pietra a cura di Mili Romano. -Luglio 2 012 , Sentieri Creativi 2 012 , mostra site specific per i sentieri delle orobie, performance Sui miei passi. Rifugio laghi gemelli, Bergamo.

-Agosto 2 011 partecipazione a Sentieri Creativi 2 011, mostra sitespecific per i sentieri delle Orobie, con la preformanceinstallazione Gh' era ' na olta. -Febbraio 2 011-Agosto 2 011, Progetti di arte sociale ed educazione all' ecologia ad Artemovsk, Ucraina, nell' ambito del progetto EVS ( european volunteer service) . - 7 ottobre 2 010, installazione di arte pubblica dal titolo Dawno Dawno temu za guarami za lasami ( C era una volta) nelle vie del centro di Bologna. - Febbraio - Marzo 2 010, RANDOMLY, collettiva di giovani artisti internazionali, Caff Oophaga. Bristol, UK. - Giugno 2 009 inRomans, collettiva di giovani artisti, Spike Island, Bristol, UK. - Giugno 2 010, Easton Art Trail, partecipazione con un workshop di serigrafia, Bristol, UK. - Febbraio 2 010-Giugno 2 010, Seed#1, creazione di un workshop di serigrafia, Kebele Co-op, Bristol, UK. - Febbraio 2 010-Giugno 2 010, Seed#2 , conduzione di workshops artistici per rifugiati in collaborazione con l associazione, Bristol Refugee Rights. Bristol, UK. - Aprile 2 010, Art Hits the city, ( organizzazione e partecipazione) mostra collettiva di giovani artisti internazionali, St. Andrews Park, Bristol, UK. Luglio 2 009, partecipazione alla sezione Accademia di The Scientist, festival di Videoarte, con il video Bugz#2 .