Sei sulla pagina 1di 7

Delibera n.

16 del 28/09/2009
APPROVAZIONE PROGETTI DEFINITIVI / ESECUTIVI LAVORI DI ADEGUAMENTO DELLE AREE DI ATTESA PREVISTE
DAL PIANO DI EMERGENZA COMUNALE. ELENCO ANNUALE OO.PP 2009.-

RELAZIONE ISTRUTTORIA E PROPOSTA DI DELIBERAZIONE

Assessore LL.PP. : Marcello Civale


Responsabile Settore Urbanistico Edilizio: arch. Olindo D. Manzione

OGGETTO: APPROVAZIONE PROGETTI DEFINITIVI / ESECUTIVI LAVORI DI


ADEGUAMENTO DELLE AREE DI ATTESA PREVISTE DAL PIANO DI
EMERGENZA COMUNALE. ELENCO ANNUALE OO.PP 2009.-

PREMESSO che:
- con deliberazione di Giunta Comunale nr.21 del 01/04/2008 veniva approvato, quale proposta al
Consiglio Comunale, il Piano Comunale di Emergenza ai sensi dell’O.P.C.M. nr.3606 del
28/08/2007;
- la documentazione elaborata dalle strutture comunali, risultava così costituita:
1. fascicolo unico titolato “PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE” distinto in:
A. PARTE GENERALE
A1. DATI DI BASE
A2. RISCHI
A3. AREE DI EMERGENZA E STRUTTURE DI RICOVERO
A4. INDICATORI DI EVENTO E RISPOSTE DEL SISTEMA COMUNALE DI P.C.
B. LINEAMENTI DELLA PIANIFICAZIONE
C. MODELLO DI INTERVENTO

2. cartografie del “Piano Stralcio per l’Assetto Idrogeologico” – Autorità di Bacino Destra Sele -
riportanti le seguenti tavole:
- Carta delle aree a rischio di colate;
- Carta del rischio da frana;
- Carta della pericolosità da frana;
- Carta inventario dei fenomeni franosi;
- Carta delle pendenze e della franosità;
- Carta idrogeologica;
- Pianta viabilità e infrastrutture;
- Pianta aree interne all’abitato.
Con il predetto atto si confermava ed approvava altresì la necessità di un costante e continuo
aggiornamento del Piano, al fine di addivenire al perfezionamento dello stesso, in rispondenza del
Manuale operativo del Dipartimento della P.C., con:
a) Individuazione ufficio di P.C.;
b) Attivazione del presidio territoriale;
c) Attivazione del presidio operativo;
d) Nomina dei responsabili delle funzioni di supporto;
e) Censimento delle organizzazioni di volontariato;
f) Redazione del piano del traffico per l’evacuazione;
g) Conformazione funzionale delle aree di attesa, di accoglienza e di ammassamento;
h) Censimento delle risorse;
i) Piano di assistenza sanitaria ed alla popolazione;
j) Piano di ripristino dei servizi essenziali;
k) Individuazione degli edifici ricadenti nelle fasce d’interfaccia delle zone di pericolosità;
l) Assegnazione del peso della sensibilità degli edifici.
RICHIAMATI:
- la Legge 24 febbraio 1992, n° 225 “Istitutiva del Servizio Nazionale di Protezione Civile”;
- il D.lgs. 31 marzo 1998, n° 112 “conferimento di funzioni e compiti amministrativi dallo Stato
alle Regioni ed agli Enti Locali, in attuazione del capo I della Legge 15/03/1997, n° 59” ed in
particolare l’art. 108 comma 1, lettera c), il quale attribuisce ai comuni, fra l’altro, le funzioni
relative “alla predisposizione dei piani comunali di emergenza…”, sulla base degli indirizzi
regionali;
- - l’art. 15, della già richiamata legge 225/92, definisce le “competenze del comune ed
attribuzioni del sindaco”, il quale, così come precisato al comma 3, è autorità di protezione
civile;
- l’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3606 del 28 agosto 2007 contenente
disposizioni urgenti di protezione civile dirette a fronteggiare lo stato di emergenza in atto nei
territori delle regioni Lazio, Campania, Puglia, Calabria e della regione Siciliana in relazione ad
eventi calamitosi dovuti alla diffusione di incendi e fenomeni di combustione;
- in particolare l’art.1- comma 8 della predetta OPCM 3606, il quale stabilisce che le Prefetture,
in collaborazione con le Province, con l’ausilio del Corpo Forestale dello Stato e del Corpo
Nazionale dei Vigili del Fuoco, “… provvedano alla perimetrazione e classificazione delle aree
esposte ai rischi derivanti dal manifestarsi di possibili incendi di interfaccia, nonché
all’organizzazione dei modelli di intervento…”, con il coordinamento della Regione;
- il comma 9, del medesimo articolo, pone a carico dei Sindaci dei Comuni previsti
dall’Ordinanza, la predisposizione dei Piani Comunali di Emergenza i quali dovranno tener
conto, prioritariamente, delle strutture maggiormente esposte al rischio di incendi di interfaccia,
al fine della salvaguardia e dell'assistenza della popolazione;
- il medesimo punto dispone altresì che, qualora ricorrano situazioni di inadempienza da parte dei
predetti Comuni, le Prefetture - Uffici territoriali di Governo- territorialmente interessate,
provvedono in loro sostituzione;

DATO ATTO CHE:


- con delibera Commissariale n°9 del 05/02/2009 è stato approvato il programma triennale
LL.PP. 2009/2011e il relativo elenco annuale anno 2009 con riportato l’intervento di
“Realizzazione primi interventi P.E.C.” di importo complessivo €141.923,60;
- sulla scorta dell’indirizzo della Pubblica Amministrazione, le aree di attesa previste dal P.E.C.,
per le quali si configurano le caratteristiche idonee di “luoghi di prima accoglienza per la
popolazione immediatamente dopo l’evento calamitoso o successivamente alla segnalazione
della fase di preallarme” risultano:
a) la Piazzetta e Giardini Pubblici alla frazione Molina;
b) il Campo di Calcio alla frazione Marina;
e, per destinazione d’uso corrente e disponibilità della proprietà:
c) la Piazzetta in frazione Dragonea, con adiacente Spiazzo Pubblico;
- con l’ufficio tecnico comunale – settore urbanistica -, coordinato dall’arch. Olindo Domenico
Manzione, nella qualità di R.U.P. e dall’arch. Francesco Rizzo, per le attività tecnico-
amministrative di supporto al rup, ha elaborato il progetto definitivo/esecutivo dei “LAVORI DI
ADEGUAMENTO DELLE AREE DI ATTESA PREVISTE DAL PIANO DI EMERGENZA
COMUNALE” così composto:
- Relazione generale;
- Piante prospetti e sezioni dello stato di fatto;
- Piante prospetti e sezioni dello stato di progetto;
- Piano di manutenzione dell’opera;
- Piano di sicurezza e coordinamento;
- Elenco dei prezzi unitari;
- Computo metrico estimativo;
- Quadro economico;
- Quadro dell’incidenza percentuale della manodopera;
- Capitolato speciale di appalto.
- Schema contratto d’appalto

- il quadro economico di progetto, in dettaglio per singola zona, presentando le stesse autonomia
funzionale e d’intervento, è il seguente:

a) Piazzetta e Giardini Pubblici alla frazione Molina:

A LAVORI A misura
A1 LAVORI A misura SOGGETTI A RIBASSO € 57.528,00
A2 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIFICI NON SOGGETTI A RIBASSO € 1.224,00
A3 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIALI NON SOGGETTI A RIBASSO € 2.448,00
TOTALE A (A1+A2+A3) IMPORTO A BASE D'ASTA € 61.200,00
B SOMME A DISPOSIZIONE
B1 IVA SUI LAVORI (10% di A1+A2+A3) € 6.120,00
B2 IMPREVISTI (3% DI A1+A2+A3) € 1.836,00
B3 IVA SU IMPREVISTI (10% di B2) € 183,60
B4 SPESE TECNICHE (Comprensive di IVA e Cassa IVA E CNPAIA) € 14.950,48
B5 COMPENSO R.U.P. (0.58*(2% di A) € 709,92
TOTALE B (B1+B2+B3+B4+B5) € 23.800,00
TOTALE: LAVORI + SOMME A DISPOSIZIONE € 85.000,00

b) Campo di Calcio alla frazione Marina:

A LAVORI A misura
A1 LAVORI A misura SOGGETTI A RIBASSO € 14.837,90
A2 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIFICI NON SOGGETTI A RIBASSO € 315,70
A3 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIALI NON SOGGETTI A RIBASSO € 631,39
TOTALE A (A1+A2+A3) IMPORTO A BASE D'ASTA € 15.784,99
B SOMME A DISPOSIZIONE
B1 IVA SUI LAVORI (10% di A1+A2+A3) € 1.578,50
B2 IMPREVISTI (3% DI A1+A2+A3) € 47,35
B3 IVA SU IMPREVISTI (10% di B2) € 4,73
B4 SPESE TECNICHE (Comprensive di IVA e Cassa IVA E CNPAIA) € 4.324,93
B5 COMPENSO R.U.P. (0.58*(2% di A) € 183,10
TOTALE B (B1+B2+B3+B4+B5) € 6.138,61
TOTALE: LAVORI + SOMME A DISPOSIZIONE € 21.923,60
c) Piazzetta in frazione Dragonea, con adiacente Spiazzo Pubblico:
A LAVORI A misura
A1 LAVORI A misura SOGGETTI A RIBASSO € 23.688,00
A2 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIFICI NON SOGGETTI A RIBASSO € 504,00
A3 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIALI NON SOGGETTI A RIBASSO € 1.008,00
TOTALE A (A1+A2+A3) IMPORTO A BASE D'ASTA € 25.200,00
B SOMME A DISPOSIZIONE
B1 IVA SUI LAVORI (10% di A1+A2+A3) € 2.520,00
B2 IMPREVISTI (3% DI A1+A2+A3) € 75,60
B3 IVA SU IMPREVISTI (10% di B2) € 7,56
B4 SPESE TECNICHE (Comprensive di IVA e Cassa IVA E CNPAIA) € 6.904,52
B5 COMPENSO R.U.P. (0.58*(2% di A) € 292,32
TOTALE B (B1+B2+B3+B4+B5) € 9.800,00
TOTALE: LAVORI + SOMME A DISPOSIZIONE € 35.000,00

- il quadro economico di progetto generale è il seguente:

A LAVORI A misura
A1 LAVORI A misura SOGGETTI A RIBASSO € 96.053,90
A2 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIFICI NON SOGGETTI A RIBASSO € 2.043,70
A3 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIALI NON SOGGETTI A RIBASSO € 4.087,39
TOTALE A (A1+A2+A3) IMPORTO A BASE D'ASTA € 102.184,99
B SOMME A DISPOSIZIONE
B1 IVA SUI LAVORI (10% di A1+A2+A3) € 10.218,50
B2 IMPREVISTI (3% DI A1+A2+A3) € 1.958,95
B3 IVA SU IMPREVISTI (10% di B2) € 195,89
B4 SPESE TECNICHE (Comprensive di IVA e Cassa IVA E CNPAIA) € 26.179,93
B5 COMPENSO R.U.P. (0.58*(2% di A) € 1.185,34
TOTALE B (B1+B2+B3+B4+B5) € 39.738,61
TOTALE: LAVORI + SOMME A DISPOSIZIONE € 141.923,60

Ritenuto indispensabile approvare in questa fase il progetto definitivo/esecutivo al fine di procedere


all’attivazione del mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti;
DATO ATTO che i lavori in oggetto per complessivi € 141.923,60 sono finanziati con fondi L.R.
03/2007 annualità 2007 e riportati al cap. 83250/2009 del corrente bilancio comunale;
VISTO
- il D.lgs 18 agosto 2000, n. 267, T.U. delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali,
- la Legge 24 febbraio 1992, n° 225;
- il D.lgs. 31 marzo 1998, n° 112;
PROPONE
APPROVARE il progetto definitivo/esecutivo dei “LAVORI DI ADEGUAMENTO DELLE
AREE DI ATTESA PREVISTE DAL PIANO DI EMERGENZA COMUNALE” progettista ufficio
tecnico comunale, R.U.P. arch. Olindo D. Manzione e supporto al Rup arch. F.sco Rizzo, con il
seguente quadro economico estimativo generale:
A LAVORI A misura
A1 LAVORI A misura SOGGETTI A RIBASSO € 96.053,90
A2 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIFICI NON SOGGETTI A RIBASSO € 2.043,70
A3 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIALI NON SOGGETTI A RIBASSO € 4.087,39
TOTALE A (A1+A2+A3) IMPORTO A BASE D'ASTA € 102.184,99
B SOMME A DISPOSIZIONE
B1 IVA SUI LAVORI (10% di A1+A2+A3) € 10.218,50
B2 IMPREVISTI (3% DI A1+A2+A3) € 1.958,95
B3 IVA SU IMPREVISTI (10% di B2) € 195,89
B4 SPESE TECNICHE (Comprensive di IVA e Cassa IVA E CNPAIA) € 26.179,93
B5 COMPENSO R.U.P. (0.58*(2% di A) € 1.185,34
TOTALE B (B1+B2+B3+B4+B5) € 39.738,61
TOTALE: LAVORI + SOMME A DISPOSIZIONE € 141.923,60

DARE ATTO che i quadri economici delle distinte aree risultano così articolati, presentando le
stesse autonomia funzionale e d’intervento:
a) Piazzetta e Giardini Pubblici alla frazione Molina:

A LAVORI A misura
A1 LAVORI A misura SOGGETTI A RIBASSO € 57.528,00
A2 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIFICI NON SOGGETTI A RIBASSO € 1.224,00
A3 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIALI NON SOGGETTI A RIBASSO € 2.448,00
TOTALE A (A1+A2+A3) IMPORTO A BASE D'ASTA € 61.200,00
B SOMME A DISPOSIZIONE
B1 IVA SUI LAVORI (10% di A1+A2+A3) € 6.120,00
B2 IMPREVISTI (3% DI A1+A2+A3) € 1.836,00
B3 IVA SU IMPREVISTI (10% di B2) € 183,60
B4 SPESE TECNICHE (Comprensive di IVA e Cassa IVA E CNPAIA) € 14.950,48
B5 COMPENSO R.U.P. (0.58*(2% di A) € 709,92
TOTALE B (B1+B2+B3+B4+B5) € 23.800,00
TOTALE: LAVORI + SOMME A DISPOSIZIONE € 85.000,00
b) Campo di Calcio alla frazione Marina:
A LAVORI A misura
A1 LAVORI A misura SOGGETTI A RIBASSO € 14.837,90
A2 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIFICI NON SOGGETTI A RIBASSO € 315,70
A3 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIALI NON SOGGETTI A RIBASSO € 631,39
TOTALE A (A1+A2+A3) IMPORTO A BASE D'ASTA € 15.784,99
B SOMME A DISPOSIZIONE
B1 IVA SUI LAVORI (10% di A1+A2+A3) € 1.578,50
B2 IMPREVISTI (3% DI A1+A2+A3) € 47,35
B3 IVA SU IMPREVISTI (10% di B2) € 4,73
B4 SPESE TECNICHE (Comprensive di IVA e Cassa IVA E CNPAIA) € 4.324,93
B5 COMPENSO R.U.P. (0.58*(2% di A) € 183,10
TOTALE B (B1+B2+B3+B4+B5) € 6.138,61
TOTALE: LAVORI + SOMME A DISPOSIZIONE € 21.923,60

c) Piazzetta in frazione Dragonea, con adiacente Spiazzo Pubblico:


A LAVORI A misura
A1 LAVORI A misura SOGGETTI A RIBASSO € 23.688,00
A2 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIFICI NON SOGGETTI A RIBASSO € 504,00
A3 ONERI DELLA SICUREZZA SPECIALI NON SOGGETTI A RIBASSO € 1.008,00
TOTALE A (A1+A2+A3) IMPORTO A BASE D'ASTA € 25.200,00
B SOMME A DISPOSIZIONE
B1 IVA SUI LAVORI (10% di A1+A2+A3) € 2.520,00
B2 IMPREVISTI (3% DI A1+A2+A3) € 75,60
B3 IVA SU IMPREVISTI (10% di B2) € 7,56
B4 SPESE TECNICHE (Comprensive di IVA e Cassa IVA E CNPAIA) € 6.904,52
B5 COMPENSO R.U.P. (0.58*(2% di A) € 292,32
TOTALE B (B1+B2+B3+B4+B5) € 9.800,00
TOTALE: LAVORI + SOMME A DISPOSIZIONE € 35.000,00

DARE ATTO che i lavori in oggetto per complessivi € 141.923,60 sono finanziato con fondi L.R.
03/2007 annualità 2007 e riportato al cap. 83250/2009 del corrente bilancio comunale.
Il Responsabile Settore Urbanistico
f.to arch.Olindo D. Manzione
LA GIUNTA COMUNALE

VISTA la relazione istruttoria e la proposta di deliberazione avente per oggetto:


APPROVAZIONE PROGETTI DEFINITIVI / ESECUTIVI LAVORI DI ADEGUAMENTO
DELLE AREE DI ATTESA PREVISTE DAL PIANO DI EMERGENZA COMUNALE.
ELENCO ANNUALE OO.PP 2009.-

VISTI i pareri resi ai sensi dell’art. 49 comma 1 del T.U.E.L.267/00;

RITENUTA la proposta meritevole di approvazione per i motivi in essa espressi;

CON VOTI unanimi resi per alzata di mano;

DELIBERA

Approvare e fare proprie l’allegata relazione istruttoria e proposta di deliberazione a firma del
responsabile del Settore Segreteria Generale e Personale relative alla APPROVAZIONE
PROGETTI DEFINITIVI / ESECUTIVI LAVORI DI ADEGUAMENTO DELLE AREE DI
ATTESA PREVISTE DAL PIANO DI EMERGENZA COMUNALE. ELENCO ANNUALE
OO.PP 2009.-
• per i motivi in esse espressi, che qui si intendono integralmente riportati ed approvati;

• Dichiarare, con separata unanime votazione palese, il presente atto immediatamente


eseguibile, ai sensi del co.4 art.134 del D.Lgv del 18/02/2000 n.267.-